Autore Topic: Le poesie e gli aforismi di Salar  (Letto 59615 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #210 il: Agosto 16, 2017, 23:17:35 pm »
Beh, io non la vedo proprio così.
Dipende, perché certi film americani sono veramente stupidi.
Molti film americani, anche commerciali, permettono vari livelli di lettura e al di là della trama per un pubblico di massa presentano contenuti non banali.
Si pensi alla recentemente citata scena della folla di zombie nel centro commerciale, contiene un messaggio anticonsumista interessante.
Per rendersene conto, basta fare il paragone con i film indiani (Bollywood), che sono al 100% idioti ed inguardabili.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #211 il: Agosto 16, 2017, 23:27:15 pm »
Io ho avuto quell'impressione.
Ho letto con interesse le tue poesie, mi è sfuggito qualcosa?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #212 il: Agosto 17, 2017, 00:12:17 am »
Molti film americani, anche commerciali, permettono vari livelli di lettura e al di là della trama per un pubblico di massa presentano contenuti non banali.
Si pensi alla recentemente citata scena della folla di zombie nel centro commerciale, contiene un messaggio anticonsumista interessante.
Per rendersene conto, basta fare il paragone con i film indiani (Bollywood), che sono al 100% idioti ed inguardabili.

Vicus, io sono stato un amante dei film americani.
Ciò non toglie che certi film odierni (e del recente passato), soprattutto quelli in salsa femminista, siano di una idiozia abissale.


Citazione
Per rendersene conto, basta fare il paragone con i film indiani (Bollywood), che sono al 100% idioti ed inguardabili.


Vabbè, questo è fuori discussione.
Gli indiani... capirai.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #213 il: Agosto 17, 2017, 00:44:26 am »
Vicus, io sono stato un amante dei film americani.
Ciò non toglie che certi film odierni (e del recente passato), soprattutto quelli in salsa femminista, siano di una idiozia abissale.
Va da sé che non intendevo i film femministi.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #214 il: Agosto 17, 2017, 01:02:27 am »
Tanto per rendere l'idea.  :cool2:

1) Gran film statunitense.



2) Film ultra-idiota statunitense.

«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2641
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #215 il: Agosto 17, 2017, 09:56:01 am »
GRAN TORINO visto al cinema, al vecchio Ariston di Sassari, ci sono andato da solo ma ne è valsa la pena. L'ultimo rappresentante del grande cinema statunitense è Clint Eastwood.

Ieri su Rai 4 ho visto un bel film "di formazione" indipendente del 2012 intitolato Mud, che vi consiglio. Un film di sconfitti, ma con un alone di speranza nel finale.
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Online Salar de Uyuni

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2845
  • Sesso: Maschio
  • RUMMELSNUFF
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #216 il: Agosto 17, 2017, 16:38:08 pm »
Il demone che ride di noi:che bastardo
Ci sono piccole cose che ci suggeriscono l'esistenza di un demiurgo beffardo,all'origine di tutto,un supremo stronzo che si diverte a prenderci per il culo assicurando gloria fama e successo a individui assurdi,solo per deridere quelli normali,un demiurgo che mette il superiore sotto i capricci dell'inferiore,che crea animali strani per puro divertimento,una ridda cachinnica di demoni che in un'arena osserva come le forme di vita si sbranano l'una con l'altra solo per un malsano senso del divertimento ed un umorismo cosmico che prende in giro gli scienziati o i filosofi che cercano di capirci qualcosa.
Solo il sorriso del Buddha mi infonde un pò di pace.
Dell'esistenza di tutto ciò lo intuisci da episodi incresciosi nella storia dell'umanità.
Prendi Yukio Mishima.
Un'esistenza perfetta, elegante,composta,raffinata come la sua prosa.
Il finale,pensato in maniera teatrale doveva essere il seppuku del samurai.
E invece si scade nel tragicomico fantozziano.
Al tizio che doveva finirlo gli si incastra la spada  nel collo,va nel pallone,l'altro impreca non so cosa in giapponese,finchè arriva uno più macellaio dell'altro e finisce il compito.
Sarabanda di risate nel mondo invisibile.
Poi quell'altro che ha sbagliato il colpo che fa?
Fa seppuku a sua volta.
Risate.
Nessuno là sopra o sotto ci prende sul serio.
Datemi dello psicotico,ma c'è qualcuno che ci ha creati al solo scopo di deriderci.

https://semprecaromifuquestermoblog.blogspot.it/2017/08/il-demone-che-ride-di-noiche-bastardo.html
Da quando dio e' morto in occidente,pare aver prestato la sua D maiuscola al nuovo oggetto di culto la ''Donna''

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #217 il: Agosto 17, 2017, 17:23:37 pm »
Ci sono piccole cose che ci suggeriscono l'esistenza di un demiurgo beffardo,all'origine di tutto,un supremo stronzo che si diverte a prenderci per il culo assicurando gloria fama e successo a individui assurdi,solo per deridere quelli normali,un demiurgo che mette il superiore sotto i capricci dell'inferiore,che crea animali strani per puro divertimento,una ridda cachinnica di demoni che in un'arena osserva come le forme di vita si sbranano l'una con l'altra solo per un malsano senso del divertimento ed un umorismo cosmico che prende in giro gli scienziati o i filosofi che cercano di capirci qualcosa.
Solo il sorriso del Buddha mi infonde un pò di pace.
Sì ma non è un demiurgo, sono esseri molto più terrestri e molto più idioti.
Quanto a Budda (lo scrivo senza h) predicava l'estinzione (Nirvana), forse anche per questo piace tanto al sistema, gli adepti del buddismo se ne stanno quieti a meditare e non disturbano i padroni del vapore.
« Ultima modifica: Agosto 18, 2017, 00:31:20 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline maveryx

  • Affezionato
  • **
  • Post: 297
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #218 il: Agosto 17, 2017, 20:52:07 pm »
Salar, ma poi hai letto qualcosa di Volfango Lusetti, dei cui libri ti accennavo tempo fa.
Siamo animali, evoluti male, molto male, e soprattutto violentissimi, da sempre. Una volta utilizzavamo le clave, adesso le parole.
"Fuggi a vele spiegate, uomo felice, da ogni genere di cultura." Epicuro

Offline maveryx

  • Affezionato
  • **
  • Post: 297
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #219 il: Agosto 17, 2017, 20:59:33 pm »
Sì ma non è un demiurgo, sono esseri molto più terrestri e molto più idioti.
Quanto a Budda (lo scrivo senza h) predicava l'estinzione (Nirvana), forse anche per questo piace tanto al sistema, gli adepti del ciccione se ne stanno quieti a meditare e non disturbano i padroni del vapore.

Vero, forse Gesù Cristo che  qualcosa non tornava lo cominciava a realizzare, visto che sulla croce gridò: "Padre, perché mi hai abbandonato". Nelle grinfie della madre, aggiungo io. E che madre, la Grande Madre in persona, quale onore. O quale sfiga. Dipende dai punti di vista.
"Fuggi a vele spiegate, uomo felice, da ogni genere di cultura." Epicuro

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #220 il: Agosto 17, 2017, 21:08:56 pm »
Vero, forse Gesù Cristo che  qualcosa non tornava lo cominciava a realizzare, visto che sulla croce gridò: "Padre, perché mi hai abbandonato". Nelle grinfie della madre, aggiungo io. E che madre, la Grande Madre in persona, quale onore. O quale sfiga. Dipende dai punti di vista.
Avviso: non dite che parlo di religione, rispondo a chi ne parla se non vi garba censurateci entrambi.

Ora salta fuori la teoria che è stato crocifisso dalla madre, quando già a 13 anni aveva lasciato i genitori per insegnare nel Tempio.
"Dio mio perché mi ha abbandonato" è la citazione letterale del Salmo 21, non ha nulla a che vedere con la disperazione, nella tradizione ebraica citare l'incipit di un Salmo equivale a ricordarlo tutto:

Ma tu, Signore, non stare lontano,
mia forza, vieni presto in mio aiuto.

Tu mi hai risposto!
ti loderò in mezzo all'assemblea.

perché egli non ha disprezzato
né disdegnato l'afflizione del povero,
il proprio volto non gli ha nascosto
ma ha ascoltato il suo grido di aiuto.

Ricorderanno e torneranno al Signore
tutti i confini della terra; [così è stato, il Vangelo si è diffuso ovunque]
davanti a te si prostreranno
tutte le famiglie dei popoli.

ma io vivrò per lui,
lo servirà la mia discendenza.
Si parlerà del Signore alla generazione che viene;
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Salar de Uyuni

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2845
  • Sesso: Maschio
  • RUMMELSNUFF
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #221 il: Agosto 17, 2017, 21:44:25 pm »
Citazione
Sì ma non è un demiurgo, sono esseri molto più terrestri e molto più idioti.

I demoni degli spazi esterni sono ciechi e idioti cit Lovecraft.
Il suo pantheon immaginario è sinistramente vicino al reale.
Citazione
Quanto a Budda (lo scrivo senza h) predicava l'estinzione (Nirvana), forse anche per questo piace tanto al sistema, gli adepti del ciccione se ne stanno quieti a meditare e non disturbano i padroni del vapore.

Tutte le religioni orientali,tutte portano all'immobilismo sociali,Buddha comunque era un riformatore e ha cercato di riformare l'induismo incatenato ai maledetti concetti di casta.
Certo non un Che Guevara.

Citazione
Salar, ma poi hai letto qualcosa di Volfango Lusetti, dei cui libri ti accennavo tempo fa.
Siamo animali, evoluti male, molto male, e soprattutto violentissimi, da sempre. Una volta utilizzavamo le clave, adesso le parole.

Sì,miti in controluce,e cannibalismo e nascita della coscienza,non condivido l'interpretazione del genesi di Lusetti,però a Pasqua di 2 anni fa avevo fatto un discorso su come la teofagia ''prendete e mangiate di questo corpo'' fosse una sublimazione dell'innato spirito cannibalesco,e Vicus mi aveva dato del posseduto probabilmente non sbagliando di molto.
Da quando dio e' morto in occidente,pare aver prestato la sua D maiuscola al nuovo oggetto di culto la ''Donna''

Online Salar de Uyuni

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2845
  • Sesso: Maschio
  • RUMMELSNUFF
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #222 il: Agosto 17, 2017, 21:51:13 pm »
Citazione
Avviso: non dite che parlo di religione, rispondo a chi ne parla se non vi garba censurateci entrambi.

Non c'è problema gli uomini parlano di religione anche quando non parlano di religione,per esempio nella scienza,quando si chiedono?Cosa c'era prima del tempo?
Figurarsi quando parlano di religione ma il mio è un pour parler.
Non pretendo di aver scoperto nulla.
Aggiungo però:

Galileo che passava il tempo a scrutare le stelle col suo telescopio,divenuto cieco nel carcere di Arcetri.
O Beethoven,una vita dedicata alla musica finito sordo.
Mere casualità?
Boh chi lo può dire.
Il caso ha un suo ordine,ride,ride di una inquietante risata demoniaca incessante.
Da quando dio e' morto in occidente,pare aver prestato la sua D maiuscola al nuovo oggetto di culto la ''Donna''

Online Salar de Uyuni

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2845
  • Sesso: Maschio
  • RUMMELSNUFF
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #223 il: Agosto 17, 2017, 21:55:35 pm »
Poesia del giorno,non può mancare

Giorno d'estate

vana gloria dorata
mentre l'istante
stilla lento
come goccia
essenza distillata
di profumo di fiori
sui ruscelli fra i prati,
sulle le montagne
gli dei ridono e sonnecchiano
sbuffano nuvole
da un narghilè scaldato
dal fuoco del sole,
passano ombre veloci
si incrociano macchie nere
d'uccelli
nel mare d'oro del pomeriggio.
Da quando dio e' morto in occidente,pare aver prestato la sua D maiuscola al nuovo oggetto di culto la ''Donna''

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17860
  • Sesso: Maschio
Re:Le poesie e gli aforismi di Salar
« Risposta #224 il: Agosto 17, 2017, 22:33:49 pm »
I demoni degli spazi esterni sono ciechi e idioti cit Lovecraft.
A me questa frase fa pensare a una classe dirigente scelta apposta per la sua stupidità - ma non son loro a comandare.
Tutte le religioni orientali,tutte portano all'immobilismo sociali,Buddha comunque era un riformatore e ha cercato di riformare l'induismo incatenato ai maledetti concetti di casta.
Certo non un Che Guevara.
Uno che passa il tempo a "meditare" nella sua stanzetta è lo schiavo ideale - persino gli indù pensavano che la loro fosse una religione da perdenti, troppo fatalista. "Ma l'India ora ha un peso internazionale": perché ha assimilato i valori occidentali.
a Pasqua di 2 anni fa avevo fatto un discorso su come la teofagia ''prendete e mangiate di questo corpo'' fosse una sublimazione dell'innato spirito cannibalesco,e Vicus mi aveva dato del posseduto probabilmente non sbagliando di molto.
Uscirsene proprio a Pasqua con cose del genere fa pensar male, d'altronde anche a Pietro du detto vade retro.
Trovo semplicistico dare un'interpretazione psicanalitica ("sublimazione") di religioni e mitologie che peraltro non conoscono il cannibalismo - venute molto prima di certe pseudoscienze che già fanno acqua da tutte le parti.
Ma volendo si può affermare la stessa cosa, al contrario: che il cannibalismo è una forma pervertita e grottesca (tratti diabolici) della spiritualità biblica.
Non c'è problema gli uomini parlano di religione anche quando non parlano di religione
In effetti mi riferivo a Maverix al cui post ho risposto, perché mi si accusa di parlare di religione (come se fosse una colpa) quando in realtà sono sempre altri a iniziare il dibattito senza suscitare proteste.
Non c'è problema gli uomini parlano di religione anche quando non parlano di religione,per esempio nella scienza,quando si chiedono?Cosa c'era prima del tempo?
Figurarsi quando parlano di religione ma il mio è un pour parler.
Non pretendo di aver scoperto nulla.
Aggiungo però:

Galileo che passava il tempo a scrutare le stelle col suo telescopio,divenuto cieco nel carcere di Arcetri.
O Beethoven,una vita dedicata alla musica finito sordo.
Mere casualità?
Boh chi lo può dire.
Il caso ha un suo ordine,ride,ride di una inquietante risata demoniaca incessante.
C'è un passo di F. S. Fitzgerald (Di qua dal Paradiso) che dice cose simili, il Diavolo ci mette del suo cercando di suscitare idee del genere ma dipende anche dal paradiso o dall'inferno che ogni uomo da se stesso si crea liberamente già su questa Terra.
« Ultima modifica: Agosto 18, 2017, 00:32:31 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.