Autore Topic: Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.  (Letto 1869 volte)

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« il: Gennaio 10, 2014, 17:06:57 pm »
Fonte : http://www.questionemaschile.org/forum/index.php?action=post;board=13.0

Man mano che il ddl Scalfarotto prosegue il suo iter parlamentare in sordina grazie a sedute parlamentari notturne e nel silenzio più totale dei media, si intensificano gli sforzi di quei cittadini che non ci stanno e che negli ultimi mesi hanno cercato di attirare l’attenzione di tutti sulla pericolosità di questa norma per le libertà costituzionali di pensiero e opinione.
 
Con l’anno nuovo “Le Sentinelle in piedi” si preparano quindi a tornare a vegliare nelle piazze italiane per dire no alla legge “sull’omofobia” con lo stile pacifico e silenzioso che hanno portato avanti sin dalle prime veglie, mutuato dai veilleurs debout che in Francia si oppongono all’avanzata dell’ideologia di genere. I partecipanti si dispongono per un’ora a scacchiera in una piazza cittadina e stanno in piedi, semplicemente leggendo un libro, ritti come sentinelle. Dei volontari sono sempre presenti per spiegare ai passanti i motivi della veglia e per informarli del pericolo che il ddl Scalfarotto rappresenta per la libertà di espressione.
 
Le veglie di gennaio inizieranno sabato 11 con una veglia in programma nel pomeriggio a Trieste nella celebre piazza Unità d’Italia e domenica 12 a Modena in Piazza Grande. Sabato 18 sarà poi la volta di Bergamo, mentre domenica 19 veglieranno in contemporanea Cremona, Riccione e, in mattinata, Firenze. Nel pomeriggio di domenica 25 sarà la volta delle Sentinelle genovesi che veglieranno in piazza Ferrari. Sabato 11 le Sentinelle saranno inoltre presenti alla manifestazione organizzata nel pomeriggio da Manif pour Tous Italia in piazza Santi Apostoli.
 
Le veglie sono apartitiche e non confessionali: chiunque può parteciparvi semplicemente presentandosi sul posto qualche minuto prima della veglia e accettando di mantenere un atteggiamento silenzioso e pacifico per tutta la durata della manifestazione.
 
“Il ddl Scalfarotto è un testo liberticida e incostituzionale in quanto non specifica che cosa si intende per reato d’omofobia e lascerebbe quindi tutto in mano all’interpretazione del giudice” spiegano le Sentinelle. “In questo modo potrebbe essere denunciato come omofobo e quindi essere messo in carcere chiunque affermi pubblicamente che la famiglia naturale è fondata sull’unione tra uomo e donna, o che un bambino per crescere ha bisogno di un papà e di una mamma e dunque sia contrario alle adozioni da parte di coppie omosessuali.” Episodi simili sono già all’ordine del giorno in Paesi come la Francia e il Regno unito che da tempo si sono dotati di una norma simile.
 
Negli ultimi cinque mesi sono migliaia le Sentinelle che sono scese in piazza in più di 20 città della penisola per esprimere la loro preoccupazione nei confronti di questa norma: molti i giovani e le famiglie con bambini piccoli al seguito.
 
Non sono mancati inquietanti episodi di contestazione. In particolare a Bergamo il 7 dicembre scorso una veglia silenziosa di 170 Sentinelle orobiche è stata aggredita da un gruppo di giovani dei centri sociali che hanno coperto di insulti e minacce i veglianti: solo l’intervento della polizia in assetto antisommossa è riuscita a impedire un pestaggio.
 
Episodi come questo testimoniano l’urgenza di portare all’attenzione di tutti in modo rispettoso ma determinato la pericolosità di questa legge, prima che anche in Italia, come in altri Paesi, diventi reato penale affermare che la famiglia naturale è quella fondata sull’unione tra un uomo e una donna.
« Ultima modifica: Settembre 04, 2014, 22:43:26 pm da Alberto'86 »
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« Risposta #1 il: Maggio 11, 2014, 21:49:32 pm »
Fonte : http://www.notizieprovita.it/attivita/sentinelle-in-piedi-10-veglie-in-10-giorni-per-la-liberta-despressione/

Di fronte ai crescenti, subdoli e inaccettabili diretti attacchi alla libertà di educazione ed espressione, di nuovo si alza pronta la risposta delle Sentinelle in Piedi che scendono in piazza per la prima volta anche in Toscana e in Campania e si preparano ad una maratona di 10 veglie in 10 giorni.

In silenzio, in piedi, ad un metro di distanza l’uno dall’altro, leggendo un libro come segno di formazione continua, le Sentinelle in Piedi chiedono la tutela della libertà d’espressione messa discussione dal Ddl Scalfarotto sull’omofobia, già approvato dalla Camera e ora in discussione al Senato.

Il provvedimento in questione è menzognero e incostituzionale: presentato come necessario per fermare atti di violenza nei confronti di persone con tendenze omosessuali, non specifica cosa si intenda per omofobia e dunque potrebbe essere denunciato, e rischiare fino a un anno e mezzo di carcere, chiunque si dica contrario alle adozioni da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso o sostenga che la famiglia sia fondata sull’unione tra un uomo e una donna.

Sentinelle in Piedi non è un movimento o un partito politico, non è un’associazione, bensì una resistenza di liberi cittadini che vigila su quanto accade nella società e sulle azioni di chi legifera denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà. Negli ultimi mesi sono migliaia le persone scese in piazza a Milano, Roma, Torino, Perugia, Genova, Trieste, Verona e in altre 60 piazze italiane  per dire no a un progetto di legge che vuole zittire le coscienze.

Più volte nel corso degli ultimi mesi il silenzio delle Sentinelle in Piedi è stato pesantemente contestato e accusato di omofobia: non è che la conferma di quanto andiamo denunciando. Se oggi si viene accusati soltanto stando in silenzio nelle piazze, cosa accadrà domani se questo testo diventerà legge?

Non solo. Questi episodi non sono che il risultato del grande inganno che questa legge, insieme a tutte le politiche Lgbt, alimenta: la presunta contrapposizione tra omosessuali ed eterosessuali.  Una contrapposizione che non esiste. Le  Sentinelle in Piedi si rifiutano di incasellare le persone in base all’orientamento sessuale, poiché non è questo aspetto a costituire l’integrità della persona.  Siamo contrari ad ogni tipo di violenza e ad ogni manifestazione di odio o ingiusta discriminazione, proprio per questo non possiamo accettare la violenza di chi  vuole zittire le opinioni e omologare le coscienze.  Dietro la rivendicazione di presunti diritti negati, le lobby Lgbt si arrogano il diritto di parlare a nome di tutte le persone omosessuali o transessuali, senza considerare che tra queste c’è chi è del tutto contrario alla pretesa di diritti declinati in base all’inclinazione sessuale. Molte di queste persone vegliano con noi nelle piazze perché la libertà d’espressione non conosce colore politico, appartenenza associativa, inclinazione sessuale:

10 maggio Napoli, alle 12:00 in Piazza Armando Diaz

10 maggio Imperia, alle 17:00 al Parco Urbano

10 maggio, Terni, alle 17:30 in Piazza Repubblica

17 maggio, Bergamo, alle 17:00 sul Sentierone

17 maggio,  Cuneo, alle 17:00 al Parco della Resistenza

17 maggio, Ivrea, alle 17:0 in Piazza Ottinetti

17 maggio, Milano, alle 18:00 in  Piazza XXV aprile

17 maggio, La Spezia, alle 18:00 in Piazza del Bastione

17 maggio, Salerno, alle 20:00 in Corso Vittorio Emanuele

20 maggio, Siena, alle 17:00 in Piazza del Campo

Vegliamo in silenzio oggi perché ci sia garantita la libertà d’espressione domani.

Visita il sito delle Sentinelle in Piedi!

Comunicato Stampa
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« Risposta #2 il: Giugno 12, 2014, 00:53:51 am »
Fonte : http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/le-contestazioni-rinforzano-le-sentinelle-in-piedi-15-veglie-in-15-giorni/


Le contestazioni rinforzano le Sentinelle in Piedi: 15 veglie in 15 giorni
Home Page > Notizie dall’Italia > Le contestazioni rinforzano le Sentinelle in Piedi: 15 veglie in 15 giorni   
Sentinelle in Piedi_15 veglie_15 giorni_giugno   
Share on facebook Share on twitter Share on pinterest_share Share on google_plusone_share Share on email Share on print More Sharing Services0

Contestazioni e temperature incandescenti non fermano le Sentinelle in Piedi e non ci riuscirà nemmeno la boria dell’On. Scalfarotto che ormai si dichiara certo dell’approvazione anche in Senato del disegno di legge sull’omofobia che lo vede come primo firmatario. “Io penso che entro il 2014 noi approveremo la legge sull’omofobia definitivamente” ha affermato “ma avremo anche idee più chiare sui temi dei diritti LGBT. Le libertà e i diritti individuali in Italia sono stati temi completamente abbandonati, siamo culturalmente poco attenti ai diritti e alle libertà dei singoli”.

Partendo comunque dal presupposto che di certezza nella vita ve n’è una sola, la sicurezza mostrata dal parlamentare del PD non fa ben sperare sulla capacità critica dei nostri rappresentanti politici.

Siamo comunque giunti alla fase finale della discussione che, salvo improbabili raddrizzamenti di rotta, porteranno al voto di qui a poche settimane.

Proprio per questo motivo le Sentinelle in Piedi hanno voluto calcare l’acceleratore rispetto ad un ritmo di veglie -quello dell’imminente passato- già più che impegnativo: nei prossimi 15 giorni vi sono in calendario 15 appuntamenti, da nord a sud.

I prossimi appuntamenti:

-         Venerdì 13 giugno a Trento in Piazza Battisti alle 18.00

-         Venerdì 13 giugno a Messina in Piazza Cairolo alle 18:00

-         Sabato 14 giugno a Parma in Piazza Garibaldi alle 11.00

-         Sabato 14 giugno a Busto Arsizio in Piazza S. Maria alle 17.30

-         Sabato 14 giugno a Brescia in Piazza Vittoria alle 17.30

-         Sabato 14 giugno a Trieste in Piazza Sant’Antonio alle 18.30

-         Sabato 14 giugno a Catania in Piazza Università alle 22.00

-         Domenica 15 giugno a Magnago – Mi – in Piazza San Michele alle 11.30

-         Domenica 15 giugno a Verona in Piazza dei Signori alle 17.30

-         Domenica 15 giugno  a Cremona in Piazza Duomo alle 21.00

-         Sabato 21 giugno a Monza in Piazza Duomo alle 17.00

-         Sabato 21 giugno a Modena in Piazza Grande alle 18.00

-         Sabato 21 giugno a Latina in Piazza della Libertà alle 19.00

-         Sabato 21 giugno a Desenzano – BS – in Piazza Malvezzi alle 21.00

-         Venerdì 27 giugno a Roma in Piazza San Silvestro alle 21.00

Redazione
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« Risposta #3 il: Luglio 10, 2014, 01:35:49 am »
Fonte : http://www.notizieprovita.it/attivita/sentinelle-in-piedi-prossimi-appuntamenti-3/

Da Aosta a Cagliari, da Matera a Bergamo, la mobilitazione delle Sentinelle in Piedi  non conosce sosta poiché cresce ogni giorno il numero di cittadini che in piedi, nelle piazze, chiedono la tutela della libertà di espressione messa in discussione dal Ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al vaglio del Senato.

Come da mesi andiamo ripetendo questo testo viene presentato come necessario per prevenire violenze ai danni di persone con tendenze omosessuali, ma come tutti sanno il nostro ordinamento giuridico già alla forma attuale prevede pene e sanzioni per chiunque si renda protagonista di atti di aggressione nei confronti di qualunque cittadino, per questo il testo è semplicemente un apripista a provvedimenti che istituiscano nuovi presunti diritti civili rivendicati dagli attivisti LGBT e a impedire l’espressione di opinioni contrarie agli stessi, che potranno essere punite con il carcere.

Se noi lo andiamo ripetendo da mesi, oggi a darcene conferma è anche quanto accade all’interno delle istituzioni locali.  Poche settimane fa a Ferrara le realtà legate al  P.I.C.O., che comprende il Comune  e la Provincia di Ferrara, si sono schierate contro le Sentinelle in Piedi accusandole di essere portatrici di un “messaggio omofobico”, “contro le rivendicazioni dei diritti delle persone gay, lesbiche e transessuali”, oggi un attacco simile arriva da Modena dove la capogruppo della lista Per Me Modena, Adriana Querzè, firma un’interrogazione in cui definisce le veglie dei “presidi omofobi” i cui partecipanti sarebbero da ostacolo al “percorso di conquista dei diritti delle persone Lgbt” nel nostro paese,  ecco la conferma dunque: in nessuno di due casi non si parla della tutela di persone vessate, bensì di presunti diritti negati.

Non solo, se ad accusarci di omofobia oggi sono anche rappresentanti delle istituzioni, è vero quello che andiamo denunciando da mesi, ovvero che se la legge dovesse passare noi potremmo essere denunciati per omofobia, e quindi condannati e quindi finire in carcere, per il solo fatto di aver espresso dissenso nei confronti di un di una legge, azione che credevamo alla base di qualunque democrazia.

Che la libertà di espressione oggi non sia garantita per tutti inoltre, lo conferma anche quanto accaduto a Siena, dove alle Sentinelle in Piedi è stato dapprima vietato di manifestare nella piazza concessa, poi di volantinare, poi di lasciare i volantini su un tavolo, infine di parlare con un megafono. Il tutto senza che il sindaco di Siena Valentini sia stato in grado di fornire delle spiegazioni plausibili a chi le ha legittimamente richieste in consiglio comunale.

Di fronte a questo le Sentinelle in Piedi non possono che continuare a vegliare. Dallo scorso 5 agosto, giorno dell’inizio dell’iter del DDL Scalfarotto alla Camera, la rete delle Sentinelle in Piedi è in continua e costante crescita. Semplici cittadini che mai avrebbero pensato di manifestare nelle piazze hanno compreso che la libertà di espressione è troppo importante per non farsi sentire, indipendente dall’appartenenza religiosa o associativa, dalla preferenza partitica o dall’inclinazione sessuale, occorre vegliare oggi per poter esser liberi di esprimersi domani.

I prossimi appuntamenti:

-         Mercoledì 9 luglio a Cagliari alle 20.00 al Bastione Saint Remy

-         Giovedì 10 luglio ad Aosta alle 17.30 in Piazza E. Chanoux

-         Venerdì 11 luglio a Bisceglie (BT) alle 20.30 in Piazza V. Emanuele

-         Sabato 12 luglio a Montalbano Jonico (MT) alle 20.30 in Piazza Vittoria

-         Venerdì 18 luglio a Matera alle 20.30 in Piazza V. Veneto

-          Sabato 19 luglio a Reggio Emilia alle 18.30 in Piazza Martiri del 7 luglio

-         Sabato 19 luglio a Saluzzo (CN) alle 18.00 in Piazza Vineis/Corso Italia

-         Domenica 20 luglio a Bari alle 20.00 in Piazza Del Ferrarese

-         Sabato 25 luglio a Bergamo alle 20.45 sul Sentierone

Comunicato stampa

Sentinelle in Piedi
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« Risposta #4 il: Settembre 04, 2014, 21:05:43 pm »
Sentinelle in Piedi prossime veglie: Reggio Calabria , Merano , Trieste e Udine.
Fonte : http://sentinelleinpiedi.it/
« Ultima modifica: Settembre 04, 2014, 22:37:57 pm da Alberto'86 »
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Setinelle in piedi: prossimi appuntamenti.
« Risposta #5 il: Settembre 17, 2015, 15:29:21 pm »
Fonte : http://www.notizieprovita.it/notizie-dallitalia/sentinelle-in-piedi-no-al-ddl-cirinna/

Le Sentinelle in Piedi tornano a vegliare da Nord a Sud per dire un chiaro, forte e deciso NO al ddl Cirinnà.

E’ fondamentale infatti tenere sempre desta l’attenzione dell’opinione pubblica e la vigilanza su quello che combinano i politici.


Nel comunicato che hanno diramato, gli organizzatori denunciano la pervicace volontà del Governo di approvare il ddl sulle cosiddette “unioni civili” entro il 15 ottobre nonostante l’ostruzionismo in Commissione giustizia e la crescente consapevolezza della gente, che vuole difendere la centralità e l’essenza della persona umana.

Il ddl in questione, scrivono nella nota le Sentinelle, è «un provvedimento che equipara le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio e apre alla pratica abominevole dell’utero in affitto. Questo testo inoltre prevede che uno dei due partner dell’unione possa adottare il figlio biologico dell’altro, privando così il bambino dei suoi legami con chi lo ha generato. La senatrice Monica Cirinnà, relatrice del testo, in aula al Senato aveva ammesso che lo stesso testo costituisce “un passo iniziale verso lo scardinamento, che già esiste nella nostra società, della famiglia tradizionale fondata su un uomo e una donna”.

A tutto questo abbiamo detto no più volte nelle piazze, siamo diventati testimoni nelle nostre case, sui luoghi di lavoro, incontrando, risvegliando altri cuori sopiti e generando un’amicizia laica aperta a ogni persona che voglia seguire la voce della coscienza e non soccombere a questo programma ideologico contro l’uomo. Questo contagio di amicizia ha contribuito alla formazione di un popolo che lo scorso 20 giugno, a Roma, in occasione della grande mobilitazione organizzata dal “Comitato difendiamo i nostri figli”, ha portato un milione di persone in piazza per difendere la famiglia e il cuore stesso dell’uomo.

Per tutta l’estate abbiamo continuato a vegliare nelle piazze e ancor di più lo facciamo adesso, poiché il momento è cruciale e non possiamo permettere che il testo sulle cosiddette unioni civili venga approvato senza che con fermezza diciamo no nello spazio pubblico, nelle piazze quindi, perché non c’è verità che provochi e cambi davvero la storia se non quella affermata pubblicamente. Mentre auspichiamo una nuova, grande, mobilitazione di popolo, non smettiamo di vegliare nelle piazze di tutta Italia, non smettiamo di resistere, non smettiamo di svegliare le coscienze sopite con la forza del silenzio».

I prossimi appuntamenti saranno i seguenti:
◾Domenica 13 Settembre Taranto, Piazza della Vittoria ore 18.30
◾Sabato 19 Settembre, Civitanova Marche, Piazza XX Settembre ore 17.30
◾Venerdì 25 Settembre, Genova Boccadasse, Corso Italia ore 18
◾Venerdì 25 Settembre, Bari, Piazza del Ferrarese ore 19
◾Sabato 26 Settembre, Bergamo, Sentierone ore 18
◾Domenica 4 Ottobre, Roma, Piazza Montecitorio ore 16
◾Domenica 11 Ottobre, Ravenna, Piazza San Francesco ore 16

«Mai come ora – conclude il comunicato – è necessario sostenere e difendere la famiglia, cellula fondante della nostra società, promuovere il diritto di ogni bambino a crescere con il suo papà e la sua mamma, e chiedere una società che non neghi, bensì valorizzi la ricchezza di ciascun individuo e riconosca il bene oggettivo inscritto in ognuno di noi e nella nostra essenza di uomini e donne.

La famiglia è troppo importante per stare a guardare mentre viene distrutta, il cuore dell’uomo è troppo grande per cedere alle menzogne dei poteri forti».

Redazione
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius