Autore Topic: Bella Ciao proposta come 2° inno nazionale  (Letto 366 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20670
  • Sesso: Maschio
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Paol

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 508
Re:Bella Ciao proposta come 2° inno nazionale
« Risposta #1 il: Giugno 06, 2023, 13:29:24 pm »
Non  mi pare che Bella Ciao sia un inno. Se vogliamo un inno nazionale  deve essere un inno !

Sant'Agostino (354-430) definisce così l'inno: " composizione poetica formata da versi riuniti in strofe identiche nella loro struttura metrica che permette quindi di cantare un'unica melodia (quella della prima strofa) su tutte le altre strofe e anche su testi di inni diversi aventi lo stesso metro."
L'ottimo è nemico del bene....ma non c'è limite al peggio

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20670
  • Sesso: Maschio
Re:Bella Ciao proposta come 2° inno nazionale
« Risposta #2 il: Giugno 06, 2023, 15:32:46 pm »
Vediamo il lato positivo (si fa per dire): lo cantano anche all'estero, durante le feste. L'anno scorso passavo alle Tuileries verso mezzanotte, un gruppo di gente stonava ubriaca Bella Ciao sulla spianata rovinandomi la passeggiata. Non perché non ammiri la Resistenza, specialmente le Brigate del Popolo. E' che non sopporto la strumentalizzazione politicizzata che è stata fatta della canzone, che tra l'altro durante la guerra non era affatto il "simbolo della Resistenza"
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.