Autore Topic: Annunziata: la domanda giusta – e rivelatrice  (Letto 264 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20678
  • Sesso: Maschio
Annunziata: la domanda giusta – e rivelatrice
« il: Maggio 26, 2023, 23:22:43 pm »
Gliela fa l’ottima Pastorelli

https://twitter.com/CathVoicesITA/status/1661781013058445313

E da quando in qua per fare #giornalismo bisogna “condividere” l’operato del governo?

Rivelatrice perché mostra che l’Annunziata non si è mai sentita una giornalista, bensì una funzionaria del Partito: quale è da quando quarant’anni fa frequentava la scuola del PCI alle Frattocchie con Massimo D’Alema:


Non riesce a percepirsi altro che una funzionaria del PCI, e confessa che a quel posto è stata da decenni per fare propaganda, non dare informazioni. Non riesce a dirsi “giornalista”nemmeno per finta, come fanno tutti i suoi colleghi “de’ sinistra”.

Si dimette A 72 anni, dopo essere stata presidente Rai, direttore del tg3, titolare di un talk… Per andare al Parlamento Europeo in quota PD:

La Compagna “Giornalista”


https://twitter.com/LucioMalan/status/1661960512337321989

https://twitter.com/stemolinaradio/status/1662037463727063043

https://twitter.com/AnonymaticaSRL/status/1661770691765587968

https://twitter.com/TPiatta/status/1661770111433285633

Alessandro Zan deve mentire, non può fare altrimenti: parla di “liste di proscrizione in Rai” che non solo non esistono, ma Giorgia sarebbe stat contentissima che la Funzionaria restare- come ècontenta di fare il Funzionario Boinaccini Kommissart della Regione che ha devastato.

Alessandro Zan – @ZanAlessandro

Dopo Fazio, anche le dimissioni di Lucia Annunziata confermano il clima da liste di proscrizione in Rai, che perde l’ennesima professionista di prestigio. La destra, che usa il potere come arma di imposizione politica e culturale, dimostra tutta la sua insicurezza.

https://www.maurizioblondet.it/annunziata-la-domanda-giusta-e-rivelatrice/
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.