Autore Topic: "Chi ritiene l'omosessualità un peccato deve convertirsi!" Luxuria? No, il Papa!  (Letto 568 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6677
Che Bergoglio desideri compiacere il mondo, oramai è acclarato. Che voglia stupire tutti con dichiarazioni mirabolanti ed effetti speciali pure questo è risaputo. Che voglia sempre superarsi in questo ed anzi superare perfino il più radicale del liberals e dei radical chic non stupisce. Ma che voglia essere addirittura più bravo di Vladimir Luxuria nel difendere i cambiamenti del costume e gli stili di vita "alternativi" questa è certo da annotare nei Guinness dei Primati. In una recente intervista il Papa ha detto chiaramente che "l'omosessualità non è un crimine" e che le leggi che la contemplano come tale "sono ingiuste". Rincarando la dose ha aggiunto che "chi ritiene l'omosessualità un peccato deve fare un PERCORSO DI CONVERSIONE" (lui, non l'omosessuale, sia chiaro). Vladimir Luxuria non avrebbe potuto dire di più e meglio. Mi aspetto a breve un intervento di Vladimir Luxuria il quale, protestando a gran voce, così lamenti: " Ma queste cose devo dirle IO. A me adesso cosa rimane da fare? Cosa vengo a fare in televisione? Devo celebrare la Messa io, adesso?". Ora c'è da aspettarsi che Bergoglio imponga ai poveri sacerdoti confessori di infliggere penitenze varie a quei cattolici che ritengano peccaminosa l'omosessualità così da rimettersi in riga e adeguarsi al "nuovo corso" bergogliano, pena la scomunica e l'allontanamento dalla Chiesa per eresia. Siamo arrivati al punto che un Vladimir Luxuria che fa il Papa appare più rispettabile di un Papa che fa Vladimir Luxuria!

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20495
  • Sesso: Maschio
Massimo cita la fonte, se attendibile la riporto tal quale su un blog cattolico dove qualche debunker nega l'evidenza, vediamo cosa rispondono stavolta
« Ultima modifica: Gennaio 26, 2023, 10:40:26 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6677
Massimo citsa la fonte, se attendibile la riporto tal quale su un blog cattolico dove qualche debunker nega l'evidenza, vediamo cosa rispondono stavolta

La fonte? Il TG5 e la Repubblica. Per quanto tendenziosi le parole del Papa ancora le riportano tali quali. Soprattutto se piacciono molto al mainstream e al pensiero unico ordoliberista e ordolibertino!

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20495
  • Sesso: Maschio
La notizia è falsa, l'ANSA la riporta ben diversamente:
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2023/01/25/il-papa-lomosessualita-e-peccato-ma-non-e-un-crimine_c79d230f-e194-4cb3-bf04-54c88c25c5b5.html

Il Papa: 'L'omosessualità è peccato ma non è un crimine'
Francesco ha definito "peccato" quello dei vescovi che sostengono leggi che criminalizzano l'omosessualità o discriminano la comunità gay. "Questi vescovi devono fare un processo di conversione", ha detto, aggiungendo che dovrebbero usare "la tenerezza, per favore, come Dio ha per ciascuno di noi".
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6677
La notizia è falsa, l'ANSA la riporta ben diversamente:
https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2023/01/25/il-papa-lomosessualita-e-peccato-ma-non-e-un-crimine_c79d230f-e194-4cb3-bf04-54c88c25c5b5.html

Il Papa: 'L'omosessualità è peccato ma non è un crimine'
Francesco ha definito "peccato" quello dei vescovi che sostengono leggi che criminalizzano l'omosessualità o discriminano la comunità gay. "Questi vescovi devono fare un processo di conversione", ha detto, aggiungendo che dovrebbero usare "la tenerezza, per favore, come Dio ha per ciascuno di noi".

Vicus, sei troppo intelligente ed esperto in comunicazione per non capire che le "rettifiche" nella comunicazione in realtà non "rettificano" un bel nulla. Quando ci sono due messaggi contraddittori, chi li riceve sceglie il più favorevole ai suoi interessi e ai suoi umori. Quello che è passato è che l'omosessualità per il Capo della Chiesa Cattolica non è poi una grave cosa. Il che sarebbe politicamente opportuno dal momento che la lobby gay in Vaticano è presente  e potente e sul tema chiede "aperture" se non vere e proprie "concessioni". E poi che significa per un Ente religioso e morale come è (o meglio, dovrebbe essere) la Chiesa Cattolica dire che un comportamente anche se un peccato, "non è un crimine"? Dei crimini si occupa lo Stato, dei peccati si deve occupare la Chiesa. Citare anticipatamente che una tale condotta non sia un "crimine", anche se è un peccato per la Chiesa significa che adesso anche per la Chiesa la legge degli uomini viene prima della legge di Dio e che lo Stato viene prima della Trascendenza e della Divinità. Forse ora a questo punto la Chiesa è arrivata?

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20495
  • Sesso: Maschio
Ma non c'è nessuna rettifica, la notizia che hai dato è falsa: sin dal primo comunicato l'ANSA ha chiaramente detto che il Papa ha affermato "l'omosessualità è peccato ma non è un crimine" e NON "l'omosessualità non è peccato", altrimenti perfino oggi sarebbero scesi in piazza i vescovi
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6677
Ma non c'è nessuna rettifica, la notizia che hai dato è falsa: sin dal primo comunicato l'ANSA ha chiaramente detto che il Papa ha affermato "l'omosessualità è peccato ma non è un crimine" e NON "l'omosessualità non è peccato", altrimenti perfino oggi sarebbero scesi in piazza i vescovi
L'accento che Bergoglio ha posto è sul fatto che non sia COMUNQUE un crimine, non sul suo carattere peccaminoso. Cosa che semmai deve fare un politico cattolico. MA NON IL PAPA. Il Papa deve dire che è un peccato E BASTA. Che non sia un reato deve dirlo un magistrato della Repubblica o un politico o un qualsiasi cittadino italiano. Un Papa deve dire CHIARAMENTE cosa è giusto e sbagliato per la morale cattolica e lasciare perdere l'attribuzione del termine laico di "crimine" che è soltanto un concetto giuridico. Via, non fare finta di non capire, Vicus.
Ancora una volta, per l'ennesima volta, Bergoglio ha voluto accreditarsi di fronte al mainstream e al pensiero unico. Punto e basta.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20495
  • Sesso: Maschio
1. Hai detto che secondo Bergoglio l'omosessualità non era peccato. Questo non l'ha detto.
2. Il Papa può anche dire la sua su leggi giuste o meno, ma qui ti do ragione: il papato non è una carica politica e la sua affermazione è ambigua, sembra quasi suggerire che sia una cosa da poco mentre la stessa Scricttura afferma che è un peccato che grida vendetta al cospetto di Dio. Ricordo che i peccati di questa gravità sono solo quattro:
1-Omicidio volontario
2-Peccato impuro contro natura
3-Oppressione dei poveri
4-Defraudare la giusta mercede a chi lavora
Dal sito di uno noto sacerdote domenicano:
1. la dicitura è tratta dalla Sacra Scrittura che usa questo linguaggio di “gridare verso il cielo” proprio per i quattro peccati menzionati.
3. Si afferma che gridano verso il cielo perché chiedono giustizia al Signore già nella vita presente a motivo della loro malizia e del grande turbamento che provocano nei rapporti tra gli uomini e nella società.
Così:
– Una società che si gloria della sodomia, si autodistrugge, finisce.
5. Ecco i passi della Sacra Scrittura dove – come puoi notare – sempre ricorre il termine “gridare”:
– a proposito del peccato impuro contro natura, che si identifica con il peccato dei sodomiti, degli abitanti di Sodoma (è il peccato di omosessualità): “Disse allora il Signore: «Il grido di Sòdoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!» Perché noi stiamo per distruggere questo luogo: il grido innalzato contro di loro davanti al Signore è grande e il Signore ci ha mandato a distruggerli»” (Gn 18,20) e “Perché noi stiamo per distruggere questo luogo: il grido innalzato contro di loro davanti al Signore è grande e il Signore ci ha mandato a distruggerli” (Gn 19,13).

Domanda: cosa può succedere (per esempio) quando intere nazioni fanno propaganda LGBT ed è già in corso un conflitto alle porte d'Europa che si cerca in ogni modo di estendere?
« Ultima modifica: Gennaio 27, 2023, 18:12:45 pm da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6677
No, non ho detto che il Papa ha detto che l'omosessualità NON E' UN PECCATO ma che NON E' UN CRIMINE. Ma perchè deve dirlo un Papa?
Correttamente citi le Scritture, ma come tu ben sai, la Chiesa Cattolica le Scritture le mette volentieri da parte in nome della Tradizione ma oggi in nome anche dell'opportunità e convenienza "politica".

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20495
  • Sesso: Maschio
E' il titolo del topic...
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.