Autore Topic: Pillon sui separati: "Alle femministe interessa solo spargere odio contro l'uomo  (Letto 199 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13347
  • Sesso: Maschio
Di Simone Pillon

Stefano Farinazzo, sindaco di un comune nel padovano, si è impiccato nel bagno di casa. Era in crisi dopo la separazione dalla moglie. Il giorno prima della sua morte, Nadia Somma, attivista del centro antiviolenza Demetra in Emilia Romagna, nonché penna del Fatto Quotidano, in un commento scrive: "Ancora con sta minchiata dei suicidi?" Seguita a ruota da Patrizia Cadau, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle a Oristano, che ironizza, credendo forse, di far ridere. Il resto potete leggerlo da soli. Parole inqualificabili che inducono una riflessione. A persone come queste non è mai interessato il tema della violenza sulle donne o sugli uomini. A questa gente interessa solo spargere odio smisurato contro l'uomo, specialmente se si tratta di un papà separato. Pensate quante pseudo femministe livorose da quattro soldi avranno già infestato i cosiddetti "centri antiviolenza" di tutta Italia. Mi chiedo, ora nessuna femminista si indigna? No, perché questa volta non possono fare la retorica generalista contro l'uomo cattivo.


Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline itacel

  • Utente
  • *
  • Post: 85
Sposarsi è sbagliato, finché gli uomini non lo capiranno le cose non cambieranno mai.

Non si può prendere una posizione neutrale quando si parla di cose come il matrimonio o il vizio da gioco d'azzardo o la dipendenza da droga. Un drogato che poi si suicida ci addolora, una perdita umana, specialmente se poi era giovane, ci spezza il cuore, ma dobbiamo sempre considerare che drogarsi non è una scelta razionale, non andrebbe fatto a priori. Allo stesso modo una persona che è dipendente dal gioco d'azzardo, insomma, ci dispiace per lui e per come quella dipendenza gli stia causando grossi problemi, però vorremmo aiutarlo a smettere di giocare per il suo bene.

Per il matrimonio è uguale, alcuni uomini continuano a reiterare l'errore, invece di essere riconosciuti come dei malati (e quindi aiutati), addirittura vengono vittimizzati, gli viene concesso di ripetere gli errori e forse per questo li si porta al suicidio. Quello che sto dicendo io è che il matrimonio è sbagliato, si tratta di un negozio giuridico ingiusto, dove la donna guadagna tutto e l'uomo per un briciolo di validazione sociale e qualche notte di sesso insipido mette a rischio le sue finanze e la sua salute psicologica.

Mi disgusta vedere queste femministe che tacciono di fronte a questa ingiustizia, però è altrettanto vero che da parte degli uomini bisogna tutti riconoscere che il matrimonio è un negozio ginocentrico e iniquo, tocca evitarlo, lo so che molti potrebbero obiettare e giustificarsi ma le loro voci sono quelle dei drogati e delle persone vittime di dipendenza. Non sto a sentire un drogato quando si giustifica, non ho intenzione di ascoltare uno che si è sposato e si vuole sposare di nuovo (alcuni reiterano l'errore), bisogna aiutare questi malati e dirgli che sposarsi è sbagliato.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13347
  • Sesso: Maschio
Qui va a finire che legalizzano la droga (il gioco d'azzardo è già legale) e mettono fuori legge il matrimonio. :doh:

Per come è adesso, certo, è sbagliato. Ma se continuiamo a non far figli la resa dei conti arriverà. E il problema sarà risolto con la neonata إيطاليا (Repubblica Islamica Italiana).
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline itacel

  • Utente
  • *
  • Post: 85
Si può islamizzare qualsiasi nazione ma servono almeno 30 anni di lavoro.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13347
  • Sesso: Maschio
Allora non manca. Olto.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.