Autore Topic: Cosa pensano le donne degli uomini  (Letto 88678 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Cosa pensano le donne degli uomini
« il: Maggio 09, 2012, 09:41:34 am »
Sono semrpe stato convinto che sono molto di più gli uomini ad amare le donne che non viceversa, ho sempre pensato che le donne si sentano intoccabili e guai a te se tu dici loro mezza cosa, mentre loro sono libere di vomitare tutto quello che vogliono e godono di immunità.

Un'idea di che cosa pensano le donne degli uomini l'ho trovata in un interessantissimo post su Internet, e mi permetto di "fregarglielo", il post lo trovate a questo indirizzo http://saigon2k.altervista.org/2011/01/misandria-e-castrati-mentali/ e si intitola "Misandria e castrati mentali"

Citazione
Alcune settimane fa una mia carissima e intelligentissima amica, molto vicina alle nostre posizioni, che nella vita fa la psicologa, ha organizzato una specie di gioco relazionale presso la stessa associazione dove c’è stata quella riunione fra uomini di cui vi ho messo al corrente e di cui vi parlerò in seguito.

Il gioco consisteva in questo. Gli uomini dovevano scrivere, rimanendo nell’anonimato, una seri e di aggettivi per descrivere il “femminile”; altrettanto dovevano fare le donne, a parti invertite.
La finalità era capire il tasso di pregiudizio presente sia nelle donne che negli uomini nei confronti dell’altro sesso.
L’aggettivo più “negativo che i maschi hanno espresso nei riguardi delle femmine è stato “imprevedibili”. Il più positivo è stato “meravigliose”. Fra questi due più o meno tutta una serie di luoghi comuni abbastanza scontati: irrazionali, sensuali, erotiche, e via discorrendo.
L’aggettivo più positivo delle donne nei confronti degli uomini è stato: banali. Gli altri non ve li sto neanche a raccontare e ve li lascio immaginare. Sono certo che con un piccolissimo sforzo ci arrivate da soli…


Al top quindi della “benevolenza” c’erano “meravigliose” da una parte e “banali” dall’altra.

Dopo di ciò si apre il confronto (si fa per dire perché è stato un monologo femminile). Il senso era più o meno questo: ”Noi siamo evolute, voi non riuscite a stare al nostro passo, siete del tutto inadeguati, siete inferiori a livello intellettivo (parole testuali di una delle donne presenti, la più aggressiva),privi di interessi culturali, “pensate sempre a quella cosa”, siete incapaci di tutto ecc. (non vale neanche la pena di proseguire perché questo è il senso)”.

Dall’altra parte totale passività, neanche un accenno ad un timido balbettio di risposta.

Io ero volutamente spettatore in tutto ciò e presentato dal presidente dell’associazione come il fondatore di un’associazione che si occupa di queste questioni ecc.

Avrei preferito restare in questo ruolo di osservatore ma non ce l’ho fatta. Ho cercato quindi di stimolare i maschi presenti ad una reazione (se l’avessi fatto io era scontato e non era quello il senso dell’incontro), cercando di far leva se non altro sul loro amor proprio. “Vi stanno massacrando – ho detto – avrete pur qualcosa da dire”.

A quel punto ci sono state due sole reazioni tra circa la decina di uomini presenti. Uno è in effetti intervenuto (gli ho quasi messo un peperoncino nel culo per farlo parlare…) per sostenere che il femminismo è stato un bluff e che le donne continuano in realtà a vivere secondo le logiche con cui hanno sempre vissuto. Stava rispondendo ad una di quelle che sosteneva che la parità ci vuole per quanto riguarda i i diritti civili, sociali, , la sfera economica, del lavoro, politica e quant’altro ma che per quanto concerne la sfera privata “l’”omo” ha da esse’ “omo” e la “donna ha da esse’ donna” (hai capito che “furbacchiona”…), invitando pubblicamente un’altra donna presente “a non darla mai la prima sera che esce con qualcuno e neanche la seconda perché i maschi se la DEVONO sudare”. Questo esemplare di evoluzione femminile è peraltro un’ iscritta al Partito Democratico…

In quel momento, con tutta la buona volontà, non ho potuto fare a meno di risponderle. E così fra lei e il sottoscritto è scoppiata una inevitabile polemica, anche perché non mi sono trattenuto a quel punto dal dirle “Sei una troglodita – (quando “ce vò, ce vò” (“quando ci vuole, ci vuole) si dice a Roma) – e questi sarebbero i risultati dell’evoluzione femminista, complimenti. Parità quando vi conviene in un senso e mantenimento dei vecchi privilegi quando vi conviene in un altro”.

A quel punto scatta inevitabile (e ormai da me ampiamente prevista) la reazione di un “macho tradizionale” (non un “maschio pentito”, che è una specie diversa, questi ultimi sono di “sinistra”, i primi di “destra”).
Si alza di scatto, rosso in volto come una bottiglia di Barbera e mi urla contro:” Stai rompendo i coglioni con una marea di stronzate, falla finita ecc. ecc.”.

Il tizio era un uomo di circa 65 anni, anche se ben portati, per me del tutto innocuo, e naturalmente ho lasciato correre. Il suo messaggio in codice era:”Vi difendo io dall’Orco, scegliete me che vi proteggo, non dategli retta, vi difendo io dal drago”. Ovviamente, al di là dei contenuti della discussione, sono scattate in lui, in quel contesto, le solite dinamiche competitive che esplodono nella testa dei maschi non evoluti quando ci sono di mezzo delle femmine. Il tizio è stato peraltro anche un po’ patetico, a mio parere, perché ha scelto di misurarsi con un uomo molto più giovane di lui, su un terreno di competizione tradizionale che lo avrebbe visto inevitabilmente soccombere. Molto probabilmente intuiva o sapeva che non ci sarebbero state reazioni (per ovvie ragioni) da parte del sottoscritto. Io l’ho lasciato sfogare in attesa che sbollisse la rabbia e che terminasse la sceneggiata.

Posso però assicurarvi che ogniqualvolta mi trovo ad affrontare queste discussioni in contesti pubblici le reazioni più veementi e talvolta anche violente sono proprio quelle degli uomini. C’è da riflettere…

Ciò detto, questa è la situazione. Naturalmente non può essere una riunione di una ventina di persone, sia uomini che donne, a costituire un campione esatto. Tuttavia credo che possa comunque costituire un utile indicatore.
Dopo una raffica di insulti e derisioni,escludendo il sottoscritto che non sarebbe neanche dovuto intervenire, otto uomini su dieci sono rimasti silenti, uno solo è riuscito a balbettare qualcosa di critico nei confronti delle donne e un altro ha giocato la parte del macho e del cavalier servente.
Mi pare di poter dire che questa è la situazione. C’è ancor più da riflettere…

di F.Marchi

Che dire? Assolutamente eloquente e condivisibile, l'unica cosa che biasimo è che, nel punto più eloquente, che ho evidenziato in grassetto non ha voluto riportare quelli che sono gli epiteti rivolti dalle donne quando esprimono la loro opinione sugli uomini, invitandoci a "immaginarceli da soli". Eh no caro Fabrizio, è proprio quì che ti sbagli! Tu li dovevi riportare eccome, bisogna dire quello che, coloro che stanno sempre a piagnucolare e a fare le vittime sono capaci di dire, fare e pensare! Dobbiamo dirle chiaramente e non dire alla gente "te li puoi immaginare", ma immaginare che? Quì c'è una bilancia che va raddrizzata, dove in un piatto ci sono centinaia e migliaia di rivendicazioni e piagnistei, e dall'altra parte ci siamo noi, che con questo vizio di voler fare gli eroi, quelli con le spalle immense e "gli uomini che non devono chiedere mai", che abbiamo lasciato il piatto vuoto, e che ora dobbiamo rimboccarci le maniche e riempirlo.

Caro Fabrizio, spero che tu legga questo post, e che tu possa metterci a conoscenza delle, immagino, volgarità triviali che le donne pensano quando si riferiscono agli uomini in generale, se vuoi sconfiggere la misandria, e portarla nel linguaggio comune, come lo è già la misoginia, se invitiamo sempre le persone a "immaginare" allora non ce la faremo mai!
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline Cassiodoro

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 1266
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #1 il: Maggio 09, 2012, 10:22:59 am »
Citazione da: ]
[color=blue
L’aggettivo più positivo delle donne nei confronti degli uomini è stato: banali. Gli altri non ve li sto neanche a raccontare e ve li lascio immaginare. Sono certo che con un piccolissimo sforzo ci arrivate da soli…[/color]

Psicologi da due soldi.... bastava chiedere quante di loro sono senza uomini .... a riconferma di "chi disprezza compra (al miglior prezzo)....
"Sì, sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante" - "Ah sì? E cosa ha capito?" - "Che vola solo chi osa farlo"

Offline krool

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 1415
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #2 il: Maggio 09, 2012, 11:32:19 am »
Psicologi da due soldi.... bastava chiedere quante di loro sono senza uomini .... a riconferma di "chi disprezza compra (al miglior prezzo)....
Da me le rompicoglioni sono impegnate sentimentalmente tanto quanto le "normali".

Offline Volpe argentata

  • Affezionato
  • **
  • Post: 447
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #3 il: Maggio 09, 2012, 12:07:06 pm »
L'iscritta al sedicente Partito Democratico, con l'espressione "gli uomini se la devono sudare" ha sintetizzato in una sola frase tutta l'essenza del cattofemminismo alla italiana, aspettare il momento piu' "conveniente" per "darla", quasi una istigazione alla prostituzione, mai abbassare le mutande "gratis"...

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6791
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #4 il: Maggio 09, 2012, 12:26:08 pm »
Ed è per questo che a questo punto bisogna ricorrere a chi si prostituisce per davvero. E' la donna
che ti costa di meno.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #5 il: Maggio 09, 2012, 13:54:17 pm »
L'iscritta al sedicente Partito Democratico, con l'espressione "gli uomini se la devono sudare" ha sintetizzato in una sola frase tutta l'essenza del cattofemminismo alla italiana, aspettare il momento piu' "conveniente" per "darla", quasi una istigazione alla prostituzione, mai abbassare le mutande "gratis"...

la frase che hai quotato sintetizza il pensiero femminista odierno e non il peggiore, in quanto il femminismo peggiore è addirittura problematico verso il sesso.
Condivido l'articolo, salvo la questione del machismo, destra, ecc.
No. Il tizio che scioccamente è saltato su ad aggredire NON è un macho di destra, o di chissachè.
E' un cicisbeo.
Il vero macho ,  è solitario, piuttosto taciturno e tutt'altro  che interventista.
Meno che mai scioccamente interventista come lo sbruffone sessantenne, vero macho zerbino moderno.

Online fabriziopiludu

  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 11760
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #6 il: Maggio 09, 2012, 13:57:07 pm »

 
L'iscritta al sedicente Partito Democratico, con l'espressione "gli uomini se la devono sudare" ha sintetizzato in una sola frase tutta l'essenza del cattofemminismo alla italiana, aspettare il momento piu' "conveniente" per "darla", quasi una istigazione alla prostituzione, mai abbassare le mutande "gratis"...

 Solo la violenza sull'uomo è GRATUITA!!!   :D
 

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #7 il: Maggio 09, 2012, 16:08:33 pm »
Forse questo thread andava spostato sotto "Osservatorio sulla misandria"
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline Peter Bark

  • Affezionato
  • **
  • Post: 760
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #8 il: Maggio 09, 2012, 16:24:15 pm »
però ragazzi,io dai commenti di youtube vedo molti uomini incazzati e consapevoli di come vanno le cose nei media,nei tribunali ecc...ma perché allora abbiamo così tanta difficoltà a farci sentire? forse è una domanda ingenua...ma sono solamente i media che c'impediscono di ribellarci a tutte le palate di letame che ci buttano addosso ogni giorno o che altro?

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6791
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #9 il: Maggio 09, 2012, 17:21:42 pm »
Il fatto è che, non avendo un sindacato e un punto di riferimento, tanti uomini si incazzano invano
Solo diventando consapevoli che QUESTO può essere un punto di riferimento la loro incazzatura
diventerà costruttiva e si incanalerà negli sbocchi giusti.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #10 il: Maggio 09, 2012, 18:24:07 pm »
però ragazzi,io dai commenti di youtube vedo molti uomini incazzati e consapevoli di come vanno le cose nei media,nei tribunali ecc...ma perché allora abbiamo così tanta difficoltà a farci sentire? forse è una domanda ingenua...ma sono solamente i media che c'impediscono di ribellarci a tutte le palate di letame che ci buttano addosso ogni giorno o che altro?

i media sono funzionali al potere : es grandi quotidiani finanziati col denaro pubblico, RAI , ecc.
siccome anche il femminismo è funzionale al potere, ne consegue che media e femminismo vanno a braccetto.
Noi siamo i nemici

Offline Peter Bark

  • Affezionato
  • **
  • Post: 760
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #11 il: Maggio 09, 2012, 18:52:25 pm »
si si ok...
vedi che se si organizza come si deve una manifestazione che denuncia la misandria dei media,la falsificazione delle informazioni,il continuo insabbiamento di fatti di cronaca in cui sono coinvolte donne e tutte ste cose che sappiamo già sono costretti a prenderci in considerazione,senza che ci sia un sindacato alle spalle o qualche figura disposta a farci andar davanti a una telecamera...
è che fin che si scrive ma non si agisce...
le femministe mica sono passate dalle tv,si sono organizzate facendo cortei prima...

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #12 il: Maggio 09, 2012, 20:38:29 pm »
si si ok...
vedi che se si organizza come si deve una manifestazione che denuncia la misandria dei media,la falsificazione delle informazioni,il continuo insabbiamento di fatti di cronaca in cui sono coinvolte donne e tutte ste cose che sappiamo già sono costretti a prenderci in considerazione,senza che ci sia un sindacato alle spalle o qualche figura disposta a farci andar davanti a una telecamera...
è che fin che si scrive ma non si agisce...
le femministe mica sono passate dalle tv,si sono organizzate facendo cortei prima...

Sono perfettamente d'accordo con te, io infatti ho proposto, per esempio, la partecipazione ad un evento, che puoi leggere cliccando quì
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline Peter Bark

  • Affezionato
  • **
  • Post: 760
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #13 il: Maggio 09, 2012, 21:30:12 pm »
il problema è che bisognerebbe trovare un coordinatore\organizzatore,una data in cui tutti sono liberi e una località raggiungibile più o meno per tutti,dovremmo anche essere un buon numero,cosa più difficile.più siamo,più probabilità c'è che di farsi sentire.

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re: Cosa pensano le donne degli uomini
« Risposta #14 il: Maggio 09, 2012, 21:35:52 pm »
il problema è che bisognerebbe trovare un coordinatore\organizzatore,una data in cui tutti sono liberi e una località raggiungibile più o meno per tutti,dovremmo anche essere un buon numero,cosa più difficile.più siamo,più probabilità c'è che di farsi sentire.
Sulla data c'è ben poco da poter scegliere, questa viene stabilita da chi organizza i dibattiti.
Tu di dove sei?
Chi è di Roma può alzare la mano, per cortesia?
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire