Autore Topic: Come sarà (davvero) l'ecodittatura  (Letto 147 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Come sarà (davvero) l'ecodittatura
« il: Ottobre 20, 2021, 12:43:26 pm »
Agostino Nobile ci invita a riflettere sui nemici che stanno in agguato nel nostro futuro imminente, e sullo spirito di morte che li anima. Buona lettura, e meditazione.

§§§
 

ECOTRASUMANESIMO, ULTIMA BATTAGLIA

Julian Huxley (1887- 1975), membro fondatore del WWF e primo Direttore Generale dell’UNESCO, nel suo libro Trasumanesimo, scrive: “Io credo nel transumanesimo: quando ci saranno abbastanza persone che potranno dirlo veramente, la specie umana sarà sulla soglia di un nuovo tipo di esistenza, tanto diversa dalla nostra quanto la nostra lo è da quella dell’uomo di Pechino. Finalmente compirà consapevolmente il suo vero destino”.

Pubblicato nel 1957, fece rizzare i capelli ai suoi contemporanei progressisti che, considerando le sue idee troppo progressiste, lo espulsero dall’incarico di Direttore dell’UNESCO. Come sappiamo, con gli algoritmi e l’intelligenza artificiale il transumanesimo oggi è realtà. Dunque, quello che per i progressisti di sessant’anni fa era scandaloso, oggi è una prerogativa irrinunciabile.

Bene. Tenete bene in mente questa metamorfosi per meglio capire come si realizzarà il totalitarismo ecotransumanista.

Prima di entrare in tema penso sia necessario ricordare brevissimamente la storia dei movimenti storici che, partendo quasi in sordina, sono sfociati nei totalitarismi. Il movimento ecologista, che progetta la riduzione del numero della popolazione mondiale, è iniziato oltre un secolo prima delle dittatute nevecentesche ed è riuscito a sopravvivere sempre con più vigore. L’ecologismo ha invaso ogni angolo della nostra vita, dagli asili nido all’ONU, dalla politica ai media e, grazie a Bergoglio, è diventato la missione prioritaria del Vaticano.

Adesso veniamo a Pentti Linkola (1932 – 2020), un personaggio che considerava l’ecologismo radicale più o meno come Julian Huxley il transumanesimo. Leggendo il suo pensiero farà storcere il naso ad alcuni, ma se consideriamo che l’idea visionaria del biologo e eugenista britannico sta diventando realtà, forse non dovremmo sottovalutare l’imposizione dell’ideologia ecototalitaria proposta dal signor Linkola e da tantissimi santoni analfabeti dell’umana libertà. Basti pensare che oggi non si può lavorare senza il green-pass (passaporto verde, tanto per riaffermare “l’innocuo” ecologismo), e che gran parte del popolo beota ha accettato come una misura, pur stretta, ragionevole.

Pentti Linkola è il  Fondatore del Finnish Nature Heritage Foundation. Grazie alle donazioni di aziende e privati l’ecologista finlandese acquista aree forestali mantenendone la proprietà privata secondo la legge finlandese. Arrivato alla pensione si guadagnava da vivere pescando da una barca a remi e vendendo il suo pesce alla gente locale da un carro trainato da un cavallo. Evitava la tecnologia moderna il più possibile, tanto che nell’occidente industrializzato consideravano le sue idee ecofasciste.

Sta di fatto che a partire dal pastore anglicano Thomas Robert Malthus (1766-1834), che scrisse il Saggio sul principio della popolazione e dei suoi effetti sullo sviluppo delle futuro della società, i progressisti di ogni periodo storico parlano apertamente di ridurre il numero della popolazione mondiale.

Pentti Linkola esprime senza mezze parole quello che politici come il PM Dragh, intellettuali, finanzieri masso-progressisti e masso-nazisti sognano da anni ma che non osano dire con la cruda onestà dell’ecologista finlandese. Ecco alcune sue citazioni:

“Cosa fare, quando una nave che trasporta cento passeggeri si capovolge improvvisamente e c’è solo una scialuppa di salvataggio? Quando la scialuppa è piena, coloro che odiano la vita cercheranno di caricarla con altre persone e la faranno affondare. Quelli che amano e rispettano la vita prenderanno l’ascia della nave e taglieranno le mani :ohmy: in più che si aggrappano ai lati”.

Una minoranza non può mai avere altri mezzi efficaci per influenzare il corso delle cose se non attraverso l’uso della violenza”.

Qualsiasi dittatura sarebbe meglio della democrazia moderna. Non ci può essere un dittatore così incompetente, che mostrerebbe più stupidità della maggioranza del popolo. La migliore dittatura sarebbe quella in cui molte teste rotolerebbero e il governo impedirebbe qualsiasi crescita economica”.

“Che ci siano miliardi di persone oltre i 60 kg di peso su questo pianeta è un’imprudenza”. [Non voglio pubblicare foto storiche, ma ci siamo capiti]

Dovremo imparare dalla storia dei movimenti rivoluzionari – i nazionalsocialisti, gli stalinisti finlandesi, dalle molte tappe della rivoluzione russa, dai metodi delle Brigate Rosse – e dimenticare il nostro io narcisistico”.

Tutto ciò che abbiamo sviluppato negli ultimi 100 anni dovrebbe essere distrutto”.

“In questo tempo e in questa parte del mondo siamo appesi senza testa alla democrazia e al sistema parlamentare, anche se questi sono gli esperimenti più insensati e disperati dell’umanità. Nei paesi democratici la distruzione della natura e la somma dei disastri ecologici si è accumulata maggiormente. La nostra unica speranza sta in un forte governo centrale e nel controllo intransigente del singolo cittadino”.

“Se l’attuale quantità di popolazione terrestre è preservata e viene ridotta solo con i mezzi di controllo delle nascite, allora:
    – Le nascite devono essere autorizzate [tradotto: solo idioti e consorti che lavorano ad es. in mega-aziende potranno figliare]. Per migliorare la qualità della popolazione, alle case geneticamente o socialmente inadatte sarà negata la prole, in modo che possano essere concesse più licenze di nascita alle famiglie di qualità.
    – La produzione di energia deve essere drasticamente ridotta. L’elettricità è permessa solo per l’illuminazione e le comunicazioni più necessarie.
    – Cibo: la caccia deve essere resa più efficiente. La dieta umana includerà ratti e animali invertebrati [ci sono già ristoranti che servono insetti]. L’agricoltura si sposta in piccole unità non meccanizzate. Tutto il letame umano viene usato come fertilizzante.
    – Il traffico è fatto principalmente con biciclette e barche a remi. Le auto private sono confiscate. I viaggi a lunga distanza sono fatti con un trasporto di massa sparso. Alberi saranno piantati sulla maggior parte delle strade.
    – Affari esteri: Tutta l’immigrazione di massa [questo non avverrà...] e la maggior parte del commercio import-export deve fermarsi. I viaggi transfrontalieri sono permessi solo per un piccolo numero di diplomatici e corrispondenti.
    – Gli affari cesseranno per lo più. La produzione è permessa solo per necessità ben argomentate. Tutte le principali capacità produttive sono di proprietà dello Stato. I prodotti saranno durevoli e dureranno per generazioni.
    – Scienza e istruzione: L’educazione si concentrerà sulle abilità pratiche. Tutta la concorrenza è sradicata. La ricerca tecnologica è ridotta al minimo estremo. Ma ogni bambino imparerà a pulire un pesce in modo che rimangano solo le grandi ossa lucide”.

“Impatto

    1. Nessuna immigrazione
    2. Ridurre la popolazione
    3. Uccidere i difettosi
    4. Fermare la tecnologia dilagante”.

“Agli occhi delle fonti più credibili, il pianeta Terra può sostenere mezzo miliardo di esseri umani senza alcuna distruzione considerevole del nostro habitat […] Qualsiasi numero superiore a questo, non importa quanto si ricicli, causerà il caos ambientale. Il moderno movimento ambientalista di sinistra ha il terrore di dire a qualcuno che non può riprodursi e continuare a comprare qualsiasi cosa gli piaccia, ma qualcuno deve farlo in futuro. Prima lo facciamo, meno persone in futuro saranno lasciate senza mezzi di sostentamento e quindi avranno bisogno di essere eliminate”.

Abbiamo ancora la possibilità di essere crudeli. Ma se non siamo crudeli oggi, tutto è perduto”.

La scristianizzazione dell’occidente, l’aborto, l’eutanasia, l’eugenetica, l’omosessualismo e il politically correct hanno come fine ultimo l’ideologia ecotrasumanista. La moneta digitale che l’Europa dovrebbe imporre tra breve, la pandemia Covid-19 , le mascherine, i lockdown, le chiusure delle piccole e grandi aziende, le indicazioni con frecce negli ingressi dei negozi per intruppare come pecore i clienti contriti, i liquidi antibatterici per le mani, i misuratori di febbre, il covid-pass fanno parte di un unico progetto: Ecologismo e Transumanesimo. Questa ideologia rappresenta il centro di tutti i mali che imporranno sempre più frequentemente. Le piante, gli animali e tutto ciò che si muove sulla terra, nell’aria e nell’acqua ha la priorità sull’uomo.

Non inventiamo nulla. Non si tratta di cospirazionismo, perché, come ho detto, politici e intellettuali lo dicono e lo scrivono da oltre un secolo: perlomeno il 90% della popolazione deve sparire dalla faccia della terra. Il covid-pass non è stato imposto per proteggere i cittadini, ma per schedarli uno ad uno. Per  abituarli step by step al controllo personalizzato perpetuo stabilito nel programma Great reset. Una volta consolidato, stabiliranno l’ideologia ecotransumanista con la quale decideranno chi dovrà vivere e chi morire.

Se non capiamo la tecnica della finestra di Overton e prendiamo atto del Credito Sociale imposto in Cina (vedi: marcotosatti.com/2020/06/10/lallarme-di-nobile-il-prossimo-virus-e-il-credito-sociale/), continuando a parlare di fascismo, comunismo, di Costituzione e di diritto al lavoro perderemo lentamente (ma non troppo) il lavoro, la libertà di pensiero e di vivere.

Se non fermiamo subito le imposizioni anticostituzionali attuali il magma ecologista travolgerà tutto e tutti.

Agostino Nobile

https://www.marcotosatti.com/2021/10/20/agostino-nobile-ecotransumanesimo-lultima-battaglia/
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.