Autore Topic: Virus e complotti  (Letto 598 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2726
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Virus e complotti
« il: Maggio 21, 2020, 21:05:01 pm »
Prendo spunto da un post di Frank:
Boh... resta il fatto che le c.d. élite sono composte da esseri umani, che al pari dei comuni mortali non sono immuni a virus, batteri e quant'altro...
Il che significa che possono crepare esattamente come il pensionato, l'operaio delle acciaierie o il geometra come me.

@@

PS: sì, d'accordo, secondo le solite teorie complottiste "loro hanno i vaccini" bla bla bla...
Senza prove reali son solo chiacchiere.
Concordo. Il presidente Trump pare che assuma la famosa idroclorochina, che forse, ma forse, protegge un pò dal virus, però tende a rovinare la retina, per cui potrebbe diventare cieco. Difficile che lo farebbe, se avesse a disposizione un vaccino. Io sarei in questo caso un "complottista al contrario", cioè penso che non ci venga detto tutto sul virus, al fine di evitare il panico. Ad esempio sono un pò sottaciute le conseguenze che il virus lascia, anche una volta guariti. Ad esempio i polmoni che diventano fibrotici e non funzionano più come prima, e poi le cellule nervose, come l'olfatto e il gusto, eccetera.
Per me vi sono solo tre casi:
1) il virus è un evento naturale
2) il virus è sfuggito da un laboratorio
3) in ultimo, il virus potrebbe essere dovuto all'azione di organismi sovranazionali, ad es. l'IPPF, ma non so quanto sia probabile. In effetti pare un'ipotesi da fantascienza, ma molti elementi sosterrebbero razionalmente tale tesi, dagli interventi di Bill Gates ed altri.  Ma anche, forse più probabile ancora se proprio non vogliamo crederci, questa stessa organizzazione potrebbe pensare ora di utilizzarlo a suoi scopi, senza però averlo prodotto. Nel qual caso non arriverebbe alcun vaccino, ma "solo" delle cure, che consentirebbero di salvare i paesi progrediti; ma tra non molto il virus colpirebbe inesorabilmente i paesi più popolosi e meno industrializzati. Come del resto già è successo per diversi altri virus, MERS, Ebola, AIDS, eccetera. In effetti non sarebbe fantascienza.
"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."