Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
A me queste notizie fanno pensare ad alcuni fatti storici:
1. Prima della guerra, l'Inghilterra uscì dal Gold Standard (di recente c'è stata la Brexit, con le regina in "fuori onda" che dice "va fatta per salvare il mio popolo")
2. Se non fosse scoppiata la guerra, entro 2-3 anni l'America sarebbe diventata un Paese completamente socialista, con la popolazione completamente dipendente dallo Stato persino nel vestiario, ridotto a una sorta di uniforme uguale per tutti (come nella Cina di Mao)
Come ha scritto San Tommaso D'Aquino, ogni fenomeno spinto ai suoi estremi si trasforma repentinamente nel suo opposto. Per cui non deve stupire se il capitalismo quando va oltre certi limiti tende a divenire una dittatura socialista, che permette ai grandi monopolisti di mantenere il potere.
Ma queste dinamiche creano tensioni di portata globale, che già DUE volte sono sfociate in guerre sanguinose e devastanti (la prima fu il Gold Standard, una sorta di Euro, che sfociò nella Grande Guerra). E il ritiro degli ambasciatori è un fatto gravissimo che prelude spesso a una guerra:

La Russia rompe i rapporti con la NATO
NEMMENO DURANTE LA GUERRA FREDDA…

Mentre in Italia precipitiamo in un incubo orwelliano, sul piano internazionale la Russia ha chiuso le relazioni diplomatiche con la NATO.
Dopo anni di provocazioni, l’Occidente è riuscito a creare un solco invalicabile con la Russia.
Il tempo della diplomazia, ormai ovunque, sembra dover lasciare spazio ad altri linguaggi…

2
Agostino Nobile ci invita a riflettere sui nemici che stanno in agguato nel nostro futuro imminente, e sullo spirito di morte che li anima. Buona lettura, e meditazione.

§§§
 

ECOTRASUMANESIMO, ULTIMA BATTAGLIA

Julian Huxley (1887- 1975), membro fondatore del WWF e primo Direttore Generale dell’UNESCO, nel suo libro Trasumanesimo, scrive: “Io credo nel transumanesimo: quando ci saranno abbastanza persone che potranno dirlo veramente, la specie umana sarà sulla soglia di un nuovo tipo di esistenza, tanto diversa dalla nostra quanto la nostra lo è da quella dell’uomo di Pechino. Finalmente compirà consapevolmente il suo vero destino”.

Pubblicato nel 1957, fece rizzare i capelli ai suoi contemporanei progressisti che, considerando le sue idee troppo progressiste, lo espulsero dall’incarico di Direttore dell’UNESCO. Come sappiamo, con gli algoritmi e l’intelligenza artificiale il transumanesimo oggi è realtà. Dunque, quello che per i progressisti di sessant’anni fa era scandaloso, oggi è una prerogativa irrinunciabile.

Bene. Tenete bene in mente questa metamorfosi per meglio capire come si realizzarà il totalitarismo ecotransumanista.

Prima di entrare in tema penso sia necessario ricordare brevissimamente la storia dei movimenti storici che, partendo quasi in sordina, sono sfociati nei totalitarismi. Il movimento ecologista, che progetta la riduzione del numero della popolazione mondiale, è iniziato oltre un secolo prima delle dittatute nevecentesche ed è riuscito a sopravvivere sempre con più vigore. L’ecologismo ha invaso ogni angolo della nostra vita, dagli asili nido all’ONU, dalla politica ai media e, grazie a Bergoglio, è diventato la missione prioritaria del Vaticano.

Adesso veniamo a Pentti Linkola (1932 – 2020), un personaggio che considerava l’ecologismo radicale più o meno come Julian Huxley il transumanesimo. Leggendo il suo pensiero farà storcere il naso ad alcuni, ma se consideriamo che l’idea visionaria del biologo e eugenista britannico sta diventando realtà, forse non dovremmo sottovalutare l’imposizione dell’ideologia ecototalitaria proposta dal signor Linkola e da tantissimi santoni analfabeti dell’umana libertà. Basti pensare che oggi non si può lavorare senza il green-pass (passaporto verde, tanto per riaffermare “l’innocuo” ecologismo), e che gran parte del popolo beota ha accettato come una misura, pur stretta, ragionevole.

Pentti Linkola è il  Fondatore del Finnish Nature Heritage Foundation. Grazie alle donazioni di aziende e privati l’ecologista finlandese acquista aree forestali mantenendone la proprietà privata secondo la legge finlandese. Arrivato alla pensione si guadagnava da vivere pescando da una barca a remi e vendendo il suo pesce alla gente locale da un carro trainato da un cavallo. Evitava la tecnologia moderna il più possibile, tanto che nell’occidente industrializzato consideravano le sue idee ecofasciste.

Sta di fatto che a partire dal pastore anglicano Thomas Robert Malthus (1766-1834), che scrisse il Saggio sul principio della popolazione e dei suoi effetti sullo sviluppo delle futuro della società, i progressisti di ogni periodo storico parlano apertamente di ridurre il numero della popolazione mondiale.

Pentti Linkola esprime senza mezze parole quello che politici come il PM Dragh, intellettuali, finanzieri masso-progressisti e masso-nazisti sognano da anni ma che non osano dire con la cruda onestà dell’ecologista finlandese. Ecco alcune sue citazioni:

“Cosa fare, quando una nave che trasporta cento passeggeri si capovolge improvvisamente e c’è solo una scialuppa di salvataggio? Quando la scialuppa è piena, coloro che odiano la vita cercheranno di caricarla con altre persone e la faranno affondare. Quelli che amano e rispettano la vita prenderanno l’ascia della nave e taglieranno le mani :ohmy: in più che si aggrappano ai lati”.

Una minoranza non può mai avere altri mezzi efficaci per influenzare il corso delle cose se non attraverso l’uso della violenza”.

Qualsiasi dittatura sarebbe meglio della democrazia moderna. Non ci può essere un dittatore così incompetente, che mostrerebbe più stupidità della maggioranza del popolo. La migliore dittatura sarebbe quella in cui molte teste rotolerebbero e il governo impedirebbe qualsiasi crescita economica”.

“Che ci siano miliardi di persone oltre i 60 kg di peso su questo pianeta è un’imprudenza”. [Non voglio pubblicare foto storiche, ma ci siamo capiti]

Dovremo imparare dalla storia dei movimenti rivoluzionari – i nazionalsocialisti, gli stalinisti finlandesi, dalle molte tappe della rivoluzione russa, dai metodi delle Brigate Rosse – e dimenticare il nostro io narcisistico”.

Tutto ciò che abbiamo sviluppato negli ultimi 100 anni dovrebbe essere distrutto”.

“In questo tempo e in questa parte del mondo siamo appesi senza testa alla democrazia e al sistema parlamentare, anche se questi sono gli esperimenti più insensati e disperati dell’umanità. Nei paesi democratici la distruzione della natura e la somma dei disastri ecologici si è accumulata maggiormente. La nostra unica speranza sta in un forte governo centrale e nel controllo intransigente del singolo cittadino”.

“Se l’attuale quantità di popolazione terrestre è preservata e viene ridotta solo con i mezzi di controllo delle nascite, allora:
    – Le nascite devono essere autorizzate [tradotto: solo idioti e consorti che lavorano ad es. in mega-aziende potranno figliare]. Per migliorare la qualità della popolazione, alle case geneticamente o socialmente inadatte sarà negata la prole, in modo che possano essere concesse più licenze di nascita alle famiglie di qualità.
    – La produzione di energia deve essere drasticamente ridotta. L’elettricità è permessa solo per l’illuminazione e le comunicazioni più necessarie.
    – Cibo: la caccia deve essere resa più efficiente. La dieta umana includerà ratti e animali invertebrati [ci sono già ristoranti che servono insetti]. L’agricoltura si sposta in piccole unità non meccanizzate. Tutto il letame umano viene usato come fertilizzante.
    – Il traffico è fatto principalmente con biciclette e barche a remi. Le auto private sono confiscate. I viaggi a lunga distanza sono fatti con un trasporto di massa sparso. Alberi saranno piantati sulla maggior parte delle strade.
    – Affari esteri: Tutta l’immigrazione di massa [questo non avverrà...] e la maggior parte del commercio import-export deve fermarsi. I viaggi transfrontalieri sono permessi solo per un piccolo numero di diplomatici e corrispondenti.
    – Gli affari cesseranno per lo più. La produzione è permessa solo per necessità ben argomentate. Tutte le principali capacità produttive sono di proprietà dello Stato. I prodotti saranno durevoli e dureranno per generazioni.
    – Scienza e istruzione: L’educazione si concentrerà sulle abilità pratiche. Tutta la concorrenza è sradicata. La ricerca tecnologica è ridotta al minimo estremo. Ma ogni bambino imparerà a pulire un pesce in modo che rimangano solo le grandi ossa lucide”.

“Impatto

    1. Nessuna immigrazione
    2. Ridurre la popolazione
    3. Uccidere i difettosi
    4. Fermare la tecnologia dilagante”.

“Agli occhi delle fonti più credibili, il pianeta Terra può sostenere mezzo miliardo di esseri umani senza alcuna distruzione considerevole del nostro habitat […] Qualsiasi numero superiore a questo, non importa quanto si ricicli, causerà il caos ambientale. Il moderno movimento ambientalista di sinistra ha il terrore di dire a qualcuno che non può riprodursi e continuare a comprare qualsiasi cosa gli piaccia, ma qualcuno deve farlo in futuro. Prima lo facciamo, meno persone in futuro saranno lasciate senza mezzi di sostentamento e quindi avranno bisogno di essere eliminate”.

Abbiamo ancora la possibilità di essere crudeli. Ma se non siamo crudeli oggi, tutto è perduto”.

La scristianizzazione dell’occidente, l’aborto, l’eutanasia, l’eugenetica, l’omosessualismo e il politically correct hanno come fine ultimo l’ideologia ecotrasumanista. La moneta digitale che l’Europa dovrebbe imporre tra breve, la pandemia Covid-19 , le mascherine, i lockdown, le chiusure delle piccole e grandi aziende, le indicazioni con frecce negli ingressi dei negozi per intruppare come pecore i clienti contriti, i liquidi antibatterici per le mani, i misuratori di febbre, il covid-pass fanno parte di un unico progetto: Ecologismo e Transumanesimo. Questa ideologia rappresenta il centro di tutti i mali che imporranno sempre più frequentemente. Le piante, gli animali e tutto ciò che si muove sulla terra, nell’aria e nell’acqua ha la priorità sull’uomo.

Non inventiamo nulla. Non si tratta di cospirazionismo, perché, come ho detto, politici e intellettuali lo dicono e lo scrivono da oltre un secolo: perlomeno il 90% della popolazione deve sparire dalla faccia della terra. Il covid-pass non è stato imposto per proteggere i cittadini, ma per schedarli uno ad uno. Per  abituarli step by step al controllo personalizzato perpetuo stabilito nel programma Great reset. Una volta consolidato, stabiliranno l’ideologia ecotransumanista con la quale decideranno chi dovrà vivere e chi morire.

Se non capiamo la tecnica della finestra di Overton e prendiamo atto del Credito Sociale imposto in Cina (vedi: marcotosatti.com/2020/06/10/lallarme-di-nobile-il-prossimo-virus-e-il-credito-sociale/), continuando a parlare di fascismo, comunismo, di Costituzione e di diritto al lavoro perderemo lentamente (ma non troppo) il lavoro, la libertà di pensiero e di vivere.

Se non fermiamo subito le imposizioni anticostituzionali attuali il magma ecologista travolgerà tutto e tutti.

Agostino Nobile

https://www.marcotosatti.com/2021/10/20/agostino-nobile-ecotransumanesimo-lultima-battaglia/
3
Lagarde Annuncia all’ Europa la Pandemia Permanente, Finché Francia Vorrà…

Gentile dottor Tosatti. Propongo una riflessione su fatti documentati. Non su Marte, ma in casa vostra.

La Presidentessa della BCE, madame Christine Madeleine Odette Lagarde, ha annunciato agli europei che cosa devono aspettarsi per il futuro: il Covid permanente, finché la France lo vorrà.

Christine Lagarde lo ha annunciato ieri (ieri l’altro per chi legge, N.d.R.) durante la Jacobsson Lecture “Globalisation after the Pandemic”.

“LA BCE CONTINUERA’ AD AIUTARE L’ECONOMIA DELLA ZONA EURO FINCHÉ LE RICADUTE DELLA PANDEMIA RESTANO”. (Corriere della Sera, 17 ottobre 20121, pag. 30).

In pratica sono assicurate forniture di mascherine, vaccini a più dosi, Green Pass, stato di allarme, ecc., per il tempo che la Francia riterrà necessario ed il suo “rappresentante” italiano (Enrico Letta) cercherà di garantire. Vediamo perché questa notizia è significativa.

Christine Lagarde è stata direttrice del Fondo Monetario Internazionale ed è succeduta a Mario Draghi alla BCE nel 2019.

– E’ stata indagata per abuso di ufficio nell’agosto del 2011 (Christine Lagarde indagata per abuso d’ufficio, su tg24.sky.it.)

– E’ stata indagata nel giugno 2013, quando era ministra dell’economia per l’affare Tapie-Lagarde, e Le Monde trascrisse una curiosa ed inquietante lettera manoscritta (trovata durante la perquisizione in casa sua): “Serment d’allegeance”, cioè un Giuramento di Fedeltà, indirizzata al Presidente Nicolas Sarkozy, nel quale gli garantisce fedeltà e i suoi servizi.

Ma gli scrive anche di non avere ambizioni politiche personali, ma di voler solo servirlo se la guiderà… La lettre d’allégeance de Christine Lagarde à Nicolas Sarkozy, su lemonde.fr.

 

Ricordo anche al lettore chi è Nicolas Sarkozy. (Per il rapporto con Enrico Letta, rimando a: Il Foglio 5 maggio 2020: Così Sarkozy (con Letta) fa l’ago della bilancia nell’affaire Lagardère)

Sarkozy è stato Presidente della repubblica francese dal 2007 al 2012.

– Nel 2014 fu posto in stato d’accusa per corruzione e traffico di influenze.

– Nel 2018 fu arrestato per finanziamenti illeciti (dalla Libia ) e poi rilasciato.

– Nel 2018 fu rinviato a giudizio per sospetto di corruzione.

– Nel 2021 fu condannato a tre anni di carcere ( con condizionale )

– Nel 2021 fu condannato ad un anno di reclusione per finanziamenti illeciti.

Oggi gira con il braccialetto elettronico.

Christine Lagarde, che ha dichiarato di non avere ambizioni politiche personali, nel 2013 gli aveva giurato fedeltà. La lettre d’allégeance di Christine Lagarde à Nicolas Sarkozy, su lemonde.fr.

Enrico Letta, enfant prodige della politica italiana fu chiamato dal Presidente Macron a far parte del nuovo Comité Action Publique promosso a suo tempo da Sarkozy, di cui fece parte anche Mario Monti. (IlGiornale.it, 13 ottobre 2017 – da Huffington Post).

https://www.marcotosatti.com/2021/10/18/om-lagarde-annuncia-all-europa-la-pandemia-permanente-finche-francia-vorra/
5
Antifascisti veri e antifascisti da burla

Ho l’onore di appartenere una famiglia antifascista che ha pagato il suo antifascismo. Contrariamente ai fascisti Eugenio Scalfari e Pier Paolo Pasolini e Norberto Bobbio, a casa nostra la tessera del fascismo non ce l’avevamo e nessuno ha scritto poesie al duce né commemorazioni della marcia su Roma.

Ho l’onore di appartenere a una famiglia di sindacalisti: i primi sindacati dei braccianti del mio paese natale Santa Maria Capua Vetere sono stati organizzati negli anni 30 da zio Tonino, avvocato Antonio Indaco, perseguitato dal fascismo, e nel dopoguerra da mio padre, avvocato Alberto De Mari.

A nome mio, in nome dei miei, in nome di tutti sindacalisti veri che hanno combattuto per i diritti dei lavoratori esprimo la mia assoluta disistima ai sindacati italiani e al  signor Landini in particolare.

Sono stata sospesa dall’attività di medico in quanto ho rifiutato di subire un farmaco sperimentale che non garantisce minimamente l’immunizzazione. In quanto medico però posso continuare a fare medicina a distanza. Gli psicologi sospesi per lo stesso motivo non posso invece seguire pazienti on-line.

I lavoratori devono sottoporsi all’ignobile tortura del ridicolo tampone tre volte a settimana, anche se lavorano in smart working. È evidente a chiunque non sia idiota che tutto questo non ha senso. Il fatto che succeda solo in Italia è un’ulteriore prova di qualcosa di assolutamente anomalo. I tamponi salivari, poco invasivi e del costo di cinque euro, sono stati considerati invalidi.

Per qualche misterioso motivo la scienza con la S maiuscola di Burioni e Brunetta calcola validi solo i tamponi che fanno male. Se il virus è nelle mucose, se c’è malattia trasmissibile, è in tutte le mucose. I tamponi però devono essere fatti nel naso, andando molto in alto, dove sono pericolosi e dolorosi. L’ultima idiozia è che debbano essere fatte in entrambe le narici.

Ringraziamo il ministro Brunetta per la sua meravigliosa sincerità: si tratta di una pratica che ha il solo scopo di torturare il lavoratore che rifiuta di fare da cavia “ volontaria e gratuita” ai farmaci sperimentali di Big Pharma dopo aver firmato un incredibile foglio su cui è scritto che leva qualsiasi responsabilità ai produttori, al personale che inocula questa roba ricevendo lauti stipendi e soprattutto al governo.

In un paese che è già stato massacrato da due anni di chiusure senza ammortizzatori, in un paese già piagato da un numero incredibile di fallimenti, da debiti con gli strozzini, in un paese dove le code alla Caritas si allungano di km, viene imposto per andare a lavorare un pass che si ottiene mediante tortura e 300 € di spese al mese o subendo un trattamento da cavia umana gratuita, nell’assoluta indifferenza di quelli che dovrebbero essere i sindacati.

Nelle nazioni democratiche occidentali le case farmaceutiche i tizi che fanno da cavia li pagano, fanno loro un contratto dove è molto chiaro il risarcimento di qualsiasi danno. Questo è meno chiaro nelle cosiddette democrazie del terzo mondo, in India per esempio, le migliaia di ragazzine sono state usate per provare il vaccino di Bill Gates contro il papillomavirus, non sono state né pagate, né risarcite, né informate [ora, immagino, spunterà qualcuno a dire che la De Mari è femminista perché ha nominato donne]. Alcune di loro sono morte, molte sono rimaste sterili, molte hanno una vita piagata dalle malattie autoimmuni.

Ragazzine indiane non sono state informate né pagate. I cittadini italiani come le ragazzine indiane non sono né pagati ne informati, e in più sono minacciati.

Di fronte una terribile epidemia talmente spaventosa che occorre vaccinare tutti con un vaccino che forse funzionicchia solo se l’hanno fatto tutti e in un numero di dosi da definire, probabilmente una ogni quattro mesi, si lascia la casa il 10% dei medici e degli  infermieri. È una maniera bizzarra di gestire un’ epidemia. Potrei anche dire che sembra una maniera idiota di gestire un’ epidemia. È evidente a chiunque non sia sprovveduto che nulla di quello che sta succedendo serve a preservare la salute delle persone. Ricordo che le persone che hanno subito farmaci sperimentali chiamati vaccini possono contagiare come gli altri e ricordo che le persone sane, i cosiddetti asintomatici, non contagiano la malattia se non eccezionalmente. Tutto quello che sta succedendo non ha alcun senso dal punto di vista sanitario.

Sabato 9 ottobre decine di migliaia di persone sono andate in piazza Roma. I media di regime ne hanno contate bizzarramente solo 10.000. Un gruppo di facinorosi ha aggredito una sede del sindacato, è entrato in un pronto soccorso, ha preso a calci un’auto della polizia. In seguito a questo, migliaia di persone sono state trattate da criminali delinquenti, molte di loro sono state aggredite fisicamente dalla polizia come dimostrano terrificanti video.

Ora tutti stanno gridando al fascismo. Evidentemente non sono abbastanza intelligenti da rendersi conto che stanno facendo pubblicità al fascismo, una spettacolare propaganda: stanno dicendo che il fascismo è talmente ben messo da poter portare in piazza migliaia di persone. Se questo fosse vero vorrebbe dire che i cosiddetti antifascisti, intellettuali, politici, giornalisti,  sono dei poveri falliti, sarebbe carino dessero le dimissioni per lasciare il posto a qualcuno più in gamba. Ma è assolutamente falso. Chi era in piazza era la gente disperata. Mi scrivono persone disperate costrette a subire l’inoculazione al loro corpo di qualcosa che non vogliono, uno stupro farmacologico di cui è responsabile il governo e corresponsabile il sindacato che non  sta intervenendo. Mi scrivono di eventi collaterali atroci, che stanno distruggendo la vita. Alcune persone a causa di eventi collaterali gravi in seguito alla prima inoculazione non hanno potuto fare la seconda e quindi adesso non hanno accesso al lavoro.

Sui dubbi sindacati che stanno permettendo tutto questo è stata data nel notiziario radiofonico alle 13:00 di domenica 10 ottobre una notizia bizzarra. È stato dichiarato che i facinorosi che sono entrati nella sede del sindacato l’hanno completamente devastata. Completamente? In 10 minuti? Superuomini! Tra le cose distrutte ci sono quadri di grande valore. Quadri di grande valore? In un sindacato? Comprati con quali soldi, quelli dei lavoratori ? Ai tempi di mio padre e da mio prozio i sindacati stava una stanzetta affittata a costo minimo e sui muri ci tenevano le circolari appiccicate le puntine. Ora preziosi  sindacalisti possono lavorare solo in uffici con appesi quadri di valore alle pareti mentre aspettano la telefonata del premier o della contessa Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare che li inviti per l’aperitivo nel suo giardino d’inverno.

La mia disistima. Non attaccate le sedi dei sindacati, mai. Strappate le tessere, e smettete di pagare una quota a gente che se ne sta in uffici con quadri di valore mentre voi, le vostre vite, i nostri corpi, le vostre famiglie siete massacrati.

Sulla mia piattaforma Brigata per la difesa dell’ovvio, cominciamo da oggi a raccogliere fondi per pagare la tortura, i tamponi, a coloro che devono farli per salvarsi il lavoro. Ho cominciato io facendo il primo versamento, in nome di mio padre e di zio Tonino.

D.ssa Silvana De Mari

https://www.marcotosatti.com/2021/10/20/silvana-de-mari-tutto-questo-non-ha-senso-dal-punto-di-vista-sanitario/
6
Off Topic / Re:Ultima intervista a Silvio Berlusconi,il Cristo liberale
« Ultimo post da Vicus il Ieri alle 11:51:28 »
Mettiamoci anche Salvini al governo (e la Meloni).
Ora non resta che il diluvio, qualunque cosa ciò possa concretamente significare
7
Grandissimo Berlusconi, l'uomo di destra più amato dalla sinistra.
Padre della Patria, lode a te.
9
Secondo me c'è una figura più inquietante di Draghi. E' Mattarella, l'arbitro che invece di invitare al dialogo, fa il tifo per la parte più forte.
Mattarella è il vero scandalo.
Sono d'accordo, è il responsabile numero uno, uno schifo di persona. :sick:
10
Jordan Peterson sulla presunta ineguaglianza salariale uomo donna.

Codesto Jordan Peterson è uno psicologo clinico canadese, devo dire molto paziente, perchè la conduttrice gli rigira 100 miliardi di volte le stesse domande e lui pacatamente le risponde, devo dire veramente una persona arguta e paziente, penso che se le donne hanno ragione è per una questione di insistenza, alla 100 milionesima si cede e si dice: ''si certo'', non è il caso il caso di Jordan Peterson, che invece mette i puntini sulle i, anche alla 100 milionesima domanda identica.
Lo posto perchè è meritorio, se avete qualche difficoltà con l'inglese questa è un'occasione per togliervela.
Bravo Jordan Peterson.
Risponde pacatamente sul presunto ''gender pay gap''.
Buona visione.


Pagine: [1] 2 3 ... 10