Forum sulla Questione Maschile

Dialoghi => Dialoghi sulla Questione Maschile => Topic aperto da: Jason - Aprile 04, 2016, 18:40:21 pm

Titolo: Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 04, 2016, 18:40:21 pm
I porno sono più comodi e soddisfacenti,

Ripeto : mi auguro che tu stia parlando per inesperienza . Ogni attivista antifemminista, dal più giovane al più anziano, ha come regola che il porno è estremamente dannoso per la psiche maschile e per il cervello . Provoca dipendenza simile a quella provocata dalle droghe . Creano frustrazione . Non c'è bisogno che dica altro .

Penso che tu stia parlando per inesperienza perchè più tardi hai scritto questo :

Citazione
Io non ci sto per i posteri e non ci sto nemmeno a vivere in una società che utilizza l'istinto sessuale maschile come amo da pesca per sfruttarlo lavorativamente promettendogli i biscottini in cambio (Aka vagina)

Comunque, leggiti questo

http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/pornografia_droga_e_altera.htm
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 04, 2016, 20:24:24 pm
Ripeto : mi auguro che tu stia parlando per inesperienza . Ogni attivista antifemminista, dal più giovane al più anziano, ha come regola che il porno è estremamente dannoso per la psiche maschile e per il cervello . Provoca dipendenza simile a quella provocata dalle droghe . Creano frustrazione . Non c'è bisogno che dica altro .

Penso che tu stia parlando per inesperienza perchè più tardi hai scritto questo :

Comunque, leggiti questo

http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/pornografia_droga_e_altera.htm

Il porno provoca assuefazione? Ma dai? Tipo il sesso reale con una donna?

Ogni attivista antifemminista cosa? Ma ti sei mai fatto un giro su avfm e sul forum MGTOW? HAi presente come la pensano i più anziani riguardo a sex bot, pornografia e vr? Spero sia tu a scherzare e a parlare per inesperienza.

Ti rendi conto che il porno inflaziona il prezzo della vagina a livelli esponenziali e ti rende dunque meno manipolabile dalle donne e meno incline a divinizzarle innalzandole su un piedistallo? Sono stato una settimana senza guardare pornografia nè masturbarmi e ti posso garantire che non ha fatto altro che rendermi ancor più "assetato" e volubile nei confronti del corpo femminile. Mi pareva d'avere la febbre, a momenti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 04, 2016, 20:27:42 pm
Come ti ha fatto notare frank , sei ancora molto giovane , per cui certe cose ancora non le percepisci.
Newton e Tesla vivevano in un'epoca completamente diversa da quella moderna, dove il potere della massoneria e dei massmedia non era ancora molto potente come oggi .
Chiunque sa fare un minimo di analisi comprende che sono proprio le famiglie con paternità responsabile ad essere il pilastro della società .

Risparmiami l'argomentazione sull'età, per favore, è pietosa.
Devi ancora colmare il non-sequitur per cui la soddisfazione sessuale mi renderebbe maggiormente manipolabile perchè a mio dire non è solamente un'affermazione errata ma è proprio l'esatto opposto di quanto vorrebbe significare.

Ripeto un'altra domanda: cosa guadagna oggettivamente un uomo nell'unirsi con una donna? Quale vantaggio evolutivo? Come può questa migliorare la sua vita e la sua routine quotidiana?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 05, 2016, 01:06:24 am
Citazione
Il porno provoca assuefazione? Ma dai? Tipo il sesso reale con una donna?

Moltissimi medici stanno puntando il dito contro il porno per gli stessi effetti FISICI che provoca .

Citazione
Ogni attivista antifemminista cosa? Ma ti sei mai fatto un giro su avfm e sul forum MGTOW? HAi presente come la pensano i più anziani riguardo a sex bot, pornografia e vr?

Che molti QMmisti PURTROPPO sono favorevoli a pornografia, sex robot e immondizia simile lo so anche io, ma non tutti sono perfetti .

Citazione
Spero sia tu a scherzare e a parlare per inesperienza.

Ascolta,  io da un paio di anni sto studiando per cultura personale gli effetti deleteri della pornografia . Conosco persone che ne sono uscite faticosamente dopo esservi entrati nel circolo della dipendenza . Per cui puoi discutere con me, da "attivista MGTOW", di quello che vuoi, ma riguardo la pornografia ci perdi alla grande, fidati  ;)

Citazione
Ti rendi conto che il porno inflaziona il prezzo della vagina a livelli esponenziali e ti rende dunque meno manipolabile dalle donne e meno incline a divinizzarle innalzandole su un piedistallo?

Mi rendo conto che per non essere manipolabile dalle donne e dipendenti dalla vagina non c'è assolutamente bisogno del porno .

Citazione
Sono stato una settimana senza guardare pornografia nè masturbarmi e ti posso garantire che non ha fatto altro che rendermi ancor più "assetato" e volubile nei confronti del corpo femminile. Mi pareva d'avere la febbre, a momenti.

Ovvio . Si chiama crisi di astinenza, ed è praticamente la stessa che si ha quando un tossicodipendente smette di usare le droghe . Prova a smettere per 5-6 mesi .

Citazione
Devi ancora colmare il non-sequitur per cui la soddisfazione sessuale mi renderebbe maggiormente manipolabile perchè a mio dire non è solamente un'affermazione errata ma è proprio l'esatto opposto di quanto vorrebbe significare.

Vedi, il porno non dà alcun tipo di soddisfazione , perchè il piacere momentaneo a breve termine ( proprio quello che danno le droghe, senza rendertene conto mi stai fornendo su un piatto d'argento i paragoni giusti e le argomentazioni per smontare il mito del porno) non fa testo . Chi guarda porno compulsivamente poi viene attratto da scene sempre più scioccanti e/o violente. Sempre .

I porno distruggono pure le famiglie . Vai a leggere alcuni testi di mogli disperate (per onestà intellettuale devo citare anche questi esempi) perchè si sentono rifiutate sessualmente* dai mariti che sono dentro la dipendenza pornografica** .



* una donna va in crisi disperata se il partner rifiuta di farci l'amore , per quanto se ne possa discutere anche le mogli hanno bisogno di sesso da parte dei loro mariti .

** ad onor di cronaca va detto che molti uomini ricorrono alla pornografia proprio perchè le compagne ( mi tocca dire che in matrimoni veri cristiani ciò succede molto più di rado) si rifiutano di fare sesso con loro , ma questo già si sapeva
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 05, 2016, 01:10:52 am
Citazione
Ripeto un'altra domanda: cosa guadagna oggettivamente un uomo nell'unirsi con una donna? Quale vantaggio evolutivo?

L'uomo e la donna sono esseri diversi ma complementari. Si completano a vicenda . Non sono stati creati per essere soli . Il vantaggio evolutivo sarebbe nelle famiglie cristiane con paternità responsabile. Ossia, i pilastri della società . Non è un caso che le famiglie vengono definitie come "piccole imprese domestiche" .

Citazione
Come può questa migliorare la sua vita e la sua routine quotidiana?

Ascolta, come ho già avuto modo di dire fino allo stremo, l'essere single tutta la vita deve essere una scelta volontaria, non autoimposta . Ed è una bella differenza .
Quando il femminismo contava poco, il libero sesso ed il porno manco esisteva,  le famiglie proliferavano, ed i single erano 1) o preti e suore 2) o persone che per loro carattere e aspirazione preferiscono rimanere da sole, ed erano una minoranza .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Aprile 05, 2016, 01:46:58 am
Il fine ultimo e dichiarato di mgtow è il crollo/implosione delle moderne società ginocentriche.

Per raggiungere questo scopo dobbiamo togliere la linfa vitale al sistema ginocentrico che sfrutta gliuomini nella loro naturale tendenza di provveditori e protettori.

Lo scopo si raggiunge soltanto se un crescente numero di uomini si sfila dal ruolo tradizionale di Beta provider e mulo da lavoro (nonché donatore di sperma e bancomat ambulante) per la parassita di turno.

Le leggi pro donne non verranno modificate. La colpa non è mai delle donne. L'unico responsabile è sempre e comunque l'uomo. Vediamo come se la cavano le nostre donnine forti ed indipendenti quando si ritroveranno da sole a 40/50 anni.
;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 05, 2016, 06:38:42 am
Moltissimi medici stanno puntando il dito contro il porno per gli stessi effetti FISICI che provoca .




Questa mi giunge nuova....
Non sono un assiduo fruitore di pornografia ma da militare qualcosa ho visto...
Che cosa dovrebbe succedermi?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 05, 2016, 08:00:19 am
Ne ero al corrente anch'io, si tratta di ricerche scientifiche indipendenti e attendibili. Il porno, specie se abituale, danneggia il funzionamento dei lobi frontali inibendo le facoltà razionali e determinando comportamenti impulsivi e aggressivi. Come le droghe, crea dipendenza (si tenga presente che ogni esperienza umana, specie se intensa e ripetuta, crea dei 'percorsi' cerebrali, il cervello è come un muscolo che cambia secondo l'allenamento).
Impedisce di vedere e trattare le donne come esseri umani (qui però le donne ci mettono molto del loro :lol:), divengono semplici immagini sessuali. In casi estremi favorisce devianze sessuali se non addirittura violenze.

In generale lo stile di vita odierno, ultrapermissivo e saturo di stimoli sessuali devasta i caratteri, rende gli uomini subumani, incapaci di ragionare e inconsapevoli (vedi fauna da discoteca), viscidi e mollicci, arroganti e vili, incapaci di una vita decente, virilmente produttiva, franca e legale. Come vediamo ogni giorno intorno a noi.

Il lettore scettico o semplicemente curioso potrà farsi un'idea leggendo il documento originale:

http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/pornografia_droga_e_altera.htm
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 05, 2016, 16:17:47 pm
Moltissimi medici stanno puntando il dito contro il porno per gli stessi effetti FISICI che provoca .
....


 :D  :D

Immaginiamo la valenza che hanno queste ricerche e da chi sono sponsorizzate.  :rolleyes:
E comunque, seppur vero che in alcuni soggetti predisposti possa effettivamente creare problemi di dipendenza, nella maggior parte dei casi ha un effetto positivo sulla sfera sessuale maschile, soprattutto in un'epoca in cui si cerca di vietare ogni tipo di appagamento sessuale per gli uomini:
http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5588-contrordine-pornografia-sembra-aumentare-desiderio-sessuale.html


....
Impedisce di vedere e trattare le donne come esseri umani...
...


Personalmente tratto le donne in base a come si comportano ed agli atteggiamenti che hanno. Sarà mica colpa del porno se molte donne si comportano e vanno in giro come delle bagasce? Inoltre sono le stesse donnine che si oggettificano continuamente, mostrando continuamente la loro mercanzia ed impedendo qualsiasi trattamento umano nei loro confronti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 05, 2016, 17:12:57 pm
Puoi dimostrare (a parte il sito che la riporta in italiano) che questa ricerca non è indipendente?
Non ha nulla a che vedere con il parere di medicitalia, perché non dice che la pronografia causa problemi di erezione ma al contrario crea dipendenza.

Non penso che un uomo dalla personalità sana e virile sia dipendente dal porno. L'uomo non è fatto per avere rapporti sessuali con immagini (che sono comunque una realtà artificiale molto recente), il sesso è un'attività relazionale.

Per qualche ragione esistono libri e gruppi di supporto (laici) per i dipendenti dal sesso, e non viceversa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 05, 2016, 18:22:12 pm
Puoi dimostrare (a parte il sito che la riporta in italiano) che questa ricerca non è indipendente?
Non ha nulla a che vedere con il parere di medicitalia, perché non dice che la pronografia causa problemi di erezione ma al contrario crea dipendenza.

Non penso che un uomo dalla personalità sana e virile sia dipendente dal porno. L'uomo non è fatto per avere rapporti sessuali con immagini (che sono comunque una realtà artificiale molto recente), il sesso è un'attività relazionale.

Per qualche ragione esistono libri e gruppi di supporto (laici) per i dipendenti dal sesso, e non viceversa.

Ne dibattemmo già al tempo su altro topic ed ognuno rimase fermo sulle sue posizioni. Per cui non credo sia il caso di ripristinare la stessa discussione inconcludente, anche perchè siamo piuttosto OT. La ricerca è quella, basta leggerla attentamente. Il resto sono solo le solite opinioni personali.
Detto questo, l'indipendenza della ricerca è la stessa che hanno tutte quelle che demonizzano a priori la visione di materiale per adulti. Le dipendenze psicologiche sono soggettive è possono riguardare i più svariati argomenti (c'è gente che è dipendente anche dall'ascoltare messa più volte al giorno).
Inoltre penso che sia un enorme autogol pro-femminismo dichiarare che il porno produce una qualche visione negativa verso il sesso femminile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 05, 2016, 19:11:57 pm
Non insisto sulla questione ma non si tratta di motivazioni circostanziate, queste dettagliate ricerche vanno confutate nel merito e non in base a presunte (e inesistenti) fonti confessionali.
Un manuale di regia (scritto da Madsen, un ateo) riporta anche ricerche per cui il materiale per adulti aumenta di molto le gravidanze indesiderate tra gli adolescenti.
Ho citato questa ricerca unicamente per rendere un servizio ai lettori uomini. Chi poi vuole continuare a pensare che il porno migliori le capacità di relazione con le donne, il carattere, l'autostima e la personalità, è libero di farlo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 05, 2016, 19:18:30 pm
Alberto86

Citazione
E comunque, seppur vero che in alcuni soggetti predisposti possa effettivamente creare problemi di dipendenza, nella maggior parte dei casi ha un effetto positivo sulla sfera sessuale maschile, soprattutto in un'epoca in cui si cerca di vietare ogni tipo di appagamento sessuale per gli uomini:

 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

E quale sarebbe l'effetto positivo e l'appagamento ? A me sembra invece che chi guarda i porno crea un senso di frustrazione, considerato che poi ha delle aspettative alquanto inutili dalla controparte . E considerato che il porno lo guarda gente che ha zero appealing in questa società .

Citazione
Personalmente tratto le donne in base a come si comportano ed agli atteggiamenti che hanno. Sarà mica colpa del porno se molte donne si comportano e vanno in giro come delle bagasce? Inoltre sono le stesse donnine che si oggettificano continuamente, mostrando continuamente la loro mercanzia ed impedendo qualsiasi trattamento umano nei loro confronti.

Si, ok, ma questo è un altro discorso , e ciò non toglie che nel mondo del porno c'è un degrado e una disumanità allucinanti .

Citazione
Inoltre penso che sia un enorme autogol pro-femminismo dichiarare che il porno produce una qualche visione negativa verso il sesso femminile.

Il solo fatto che i primi a denunciare gli effetti negativi del porno sono stati proprio ricercatori filo-cattolici dimostra che non c'è nessun autogoal pro femminismo . Ma anche se fosse, non è che se si dice che il porno sia degradante nei rapporti delle donne debba essere qualcosa che per forza porti acqua al femminismo .

Citazione
Detto questo, l'indipendenza della ricerca è la stessa che hanno tutte quelle che demonizzano a priori la visione di materiale per adulti.

Scusami, ma sta roba qui mi sembra molto degradante per il sesso stesso, non solo viene svuotato del suo scopo principale, ma viene pure disumanizzato .

Citazione
Le dipendenze psicologiche sono soggettive è possono riguardare i più svariati argomenti (c'è gente che è dipendente anche dall'ascoltare messa più volte al giorno).

Albè, per favore non mi paragonare l'ascoltare messa più volte al giorno ( la chiesa stessa sconsiglia persino di evitare di comunicarsi più di una volta al giorno) con la dipendenza dal porno , che sono due fenomeni che hanno origini ed effetti completamente diversi .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 05, 2016, 19:23:17 pm
Chi poi vuole continuare a pensare che il porno migliori le capacità di relazione con le donne, il carattere, l'autostima e la personalità, è libero di farlo.

Vicus , il discorso non è tanto questo , io stesso sconsiglio il porno a tutti i miei amici e conoscenti, poi chi vuol fare di testa sua faccia pure, io non sono nessuno per imporre le mie scelte agli altri . Il punto è che anche nell'antifemminismo c'è gente che diffonde l'idea che il porno sia bello e salutare .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 05, 2016, 19:37:32 pm
In effetti è OT, non trovo il topic originale ma la discussione è importante.

Il punto è che anche nell'antifemminismo c'è gente che diffonde l'idea che il porno sia bello e salutare .
Se ci fate caso sono tutti fenomeni che si accentuano quando gli uomini sono forzatamente separati dalle donne (prigioni, navi, guerre): ora questo accade nella vita di tutti i giorni con l'artificiale divario tra i sessi che è stato creato. Una volta però gli uomini desideravano la libertà e rivedere la loro donna, oggi gli si dice che il porno o relazioni promiscue e artificiali (leggi: rimorchio di una notte in discoteca) risolveranno i loro problemi se non addirittura la QM.
Se tutte queste cose facessero così 'bene' e formassero individui consapevoli e volitivi, il sistema ce le toglierebbe invece di propinarcele in dosi massicce. Invece ci toglie la possibilità di relazioni stabili, come mai?
Non so voi, ma io ho un'altra idea della libertà (e liberazione) dell'uomo. Dalla Sposa Meccanica: Folclore dell'Uomo Industriale:

A parte ogni questione di moralità, è evidente che un'esuberante nudità femminile non costituisce l'ambiente adatto perché il maschio adolescente o adulto sviluppi le proprie capacità di distacco e di valutazione razionale. Non ci sarà fioritura intellettuale o maturità emotiva in un simile ambito. Vedere le cose con calma e vederle complete significa un'attività piuttosto specializzata per gli organizzatori degli spettacoli di varietà e per i ragazzi che crescono in un ambiente pullulante di immagini di sirene e di seducenti profumi sintetici.
Il maschio medio, educato in - e da - questo ambiente tende a essere consapevole tanto dei distinti oggetti fisici e intellettuali quanto del volume variabile dell'eccitazione registrata all'interno di se stesso. Il jazz fornisce un'analogia. Anche i moduli della musica jazz si gonfiano o si contraggono come una massa cinestetica, o una stimolazione muscolare. Le canzoni jazz sono numeri, le ragazze sono numeri. Alcune sono calde, altre non tanto. Alcune sono dolci, altre sono sofisticate. Tale è il contenuto della vita mentale dell'eroe alla Hemingway e del bravo ragazzo in generale. Ogni giorno egli viene ridotto in una poltiglia servile dai suoi stessi riflessi meccanici intenti a registrare e a reagire agli stimoli violenti che il suo vasto e rumoroso ambiente cinestetico ha fornito alla sua ricezione irriflessiva.

Non voglio convincere nessuno, chi vuol capire capisca.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 05, 2016, 19:49:03 pm
Citazione
Se ci fate caso sono tutti fenomeni che si accentuano quando gli uomini sono forzatamente separati dalle donne (prigioni, navi, guerre): ora questo accade nella vita di tutti i giorni con l'artificiale divario tra i sessi che è stato creato. Una volta però gli uomini desideravano la libertà e rivedere la loro donna, oggi gli si dice che il porno o relazioni promiscue e artificiali (leggi: rimorchio di una notte in discoteca) risolveranno i loro problemi se non addirittura la QM.

Certo, il famoso "diversivo" per gli uomini "non meritevoli di accedere al sesso" secondo i canoni femministi ossia quelli maggiormente accettati .

Citazione
Se tutte queste cose facessero così 'bene' e formassero individui consapevoli e volitivi, il sistema ce le toglierebbe invece di propinarcele in dosi massicce. Invece ci toglie la possibilità di relazioni stabili, come mai?

A dire il vero , condannano invece il ricorso alla prostituzione ( anche quella di più "alto" livello, teoricamente la più sicura ma anche più costosa) , ma solo perchè ciò permetterebbe di aggirare il "merito" che predica il femminismo, non perchè c'è dietro una buona intenzione Femminismo stesso che invece odia a morte il moralismo sessuale , quindi è giusto lo svestimento progressivo , il libero sesso eccetera eccetera.

Io non ci vado per motivi di moralismo , ma mi rendo conto che è l'unico modo per uomini considerati dai canoni medi "brutti e sfigati" , quindi non "meritevoli" .
A parte questa parendesi comunque si, il sistema odia il moralismo sessuale , perchè sopprimerebbe tutto questo meccanismo marcio .

Citazione
Non so voi, ma io ho un'altra idea della libertà (e liberazione) dell'uomo. Non voglio convincere nessuno, chi vuol capire capisca.

Vicus, un tempo non ero assolutamente informato, ma ora ho capito sostanzialmente le stesse cose che vuoi far intendere tu...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 00:52:20 am
Moltissimi medici stanno puntando il dito contro il porno per gli stessi effetti FISICI che provoca .

Che molti QMmisti PURTROPPO sono favorevoli a pornografia, sex robot e immondizia simile lo so anche io, ma non tutti sono perfetti .

Ascolta,  io da un paio di anni sto studiando per cultura personale gli effetti deleteri della pornografia . Conosco persone che ne sono uscite faticosamente dopo esservi entrati nel circolo della dipendenza . Per cui puoi discutere con me, da "attivista MGTOW", di quello che vuoi, ma riguardo la pornografia ci perdi alla grande, fidati  ;)

Mi rendo conto che per non essere manipolabile dalle donne e dipendenti dalla vagina non c'è assolutamente bisogno del porno .

Ovvio . Si chiama crisi di astinenza, ed è praticamente la stessa che si ha quando un tossicodipendente smette di usare le droghe . Prova a smettere per 5-6 mesi .

Vedi, il porno non dà alcun tipo di soddisfazione , perchè il piacere momentaneo a breve termine ( proprio quello che danno le droghe, senza rendertene conto mi stai fornendo su un piatto d'argento i paragoni giusti e le argomentazioni per smontare il mito del porno) non fa testo . Chi guarda porno compulsivamente poi viene attratto da scene sempre più scioccanti e/o violente. Sempre .

I porno distruggono pure le famiglie . Vai a leggere alcuni testi di mogli disperate (per onestà intellettuale devo citare anche questi esempi) perchè si sentono rifiutate sessualmente* dai mariti che sono dentro la dipendenza pornografica** .



* una donna va in crisi disperata se il partner rifiuta di farci l'amore , per quanto se ne possa discutere anche le mogli hanno bisogno di sesso da parte dei loro mariti .

** ad onor di cronaca va detto che molti uomini ricorrono alla pornografia proprio perchè le compagne ( mi tocca dire che in matrimoni veri cristiani ciò succede molto più di rado) si rifiutano di fare sesso con loro , ma questo già si sapeva

Non mi pare di "Perdere alla grande" con chi mi cita fonti di matrice religiosa e utilizza frasi come "distruzione della famiglia" ignorando che io penso che quel tipo di famiglia sia incentrato esattamente sullo sfruttamento del desiderio sessuale maschile per incantenarlo ad una vita di sacrifici e lavoro al fine di ricevere vagina e approvazione da parte della mistress di turno

Il solo sentir accostare la parola "attivista" a "mgtow" mi fa capire che non ci siamo proprio. Il mgtow non è un movimento (quante volte dovrò ribadirlo?) quindi non è possibile esserne "attivisti".

Per quanto riguarda gli effetti medici. Ripeto quanto sopra esplicitato. Non ci sono prove che la dipendenza da pornografia sia in alcun modo differente da quella dal sesso reale. La sessualità maschile è impetuosa e fisica, la pronografia rende solo possibile lo sfogo che altrimenti non sarebbe possibile se non dietro lauti pagamenti. E si, ho provato a star senza anche per periodi più lunghi. Risultato? Sborri nel sonno dopo 3-4 settimane per poi tornare arrapato e frustrato come non mai.
Viceversa quando uso la pornografia mi sento sempre "scarico", motivato e libero dall'influsso tremendo che il corpo femminile fa nella mente maschile (soprattutto alla mia maledetta età). E' un vero e proprio toccasano.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 00:56:31 am
L'uomo e la donna sono esseri diversi ma complementari. Si completano a vicenda . Non sono stati creati per essere soli . Il vantaggio evolutivo sarebbe nelle famiglie cristiane con paternità responsabile. Ossia, i pilastri della società . Non è un caso che le famiglie vengono definitie come "piccole imprese domestiche" .

Ascolta, come ho già avuto modo di dire fino allo stremo, l'essere single tutta la vita deve essere una scelta volontaria, non autoimposta . Ed è una bella differenza .
Quando il femminismo contava poco, il libero sesso ed il porno manco esisteva,  le famiglie proliferavano, ed i single erano 1) o preti e suore 2) o persone che per loro carattere e aspirazione preferiscono rimanere da sole, ed erano una minoranza .

Certo, ora che hai finito di farmi il sermone della parrocchia, realizza che quell "essere complementari" significa una cosa sola: la donna è divinizzata dall'uomo che sgobba come un mulo per portarle risorse sperando nella sua approvazione sessuale.
Torno dunque all'argomento iniziale: l'uomo scevro da impulsi sessuali che beneficio trae dall'associarsi con una donna? Che beneficio trae che non può essere tratto dall'associazione con un altro uomo?

Elenco puntuato, per cortesia.

PS: non so dove tu veda vari "masculinisti" contari alla pornografia dato che è l'unico strumento che permette di eliminare il diabolico influsso sessuale che rende schiavi de facto di ogni possidente vagina.
Mi sa tanto che sei tu con i tuoi "seguaci" a discostarti dalla norma
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 01:02:06 am
Ne ero al corrente anch'io, si tratta di ricerche scientifiche indipendenti e attendibili. Il porno, specie se abituale, danneggia il funzionamento dei lobi frontali inibendo le facoltà razionali e determinando comportamenti impulsivi e aggressivi. Come le droghe, crea dipendenza (si tenga presente che ogni esperienza umana, specie se intensa e ripetuta, crea dei 'percorsi' cerebrali, il cervello è come un muscolo che cambia secondo l'allenamento).
Impedisce di vedere e trattare le donne come esseri umani (qui però le donne ci mettono molto del loro :lol:), divengono semplici immagini sessuali. In casi estremi favorisce devianze sessuali se non addirittura violenze.

In generale lo stile di vita odierno, ultrapermissivo e saturo di stimoli sessuali devasta i caratteri, rende gli uomini subumani, incapaci di ragionare e inconsapevoli (vedi fauna da discoteca), viscidi e mollicci, arroganti e vili, incapaci di una vita decente, virilmente produttiva, franca e legale. Come vediamo ogni giorno intorno a noi.

Il lettore scettico o semplicemente curioso potrà farsi un'idea leggendo il documento originale:

http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/pornografia_droga_e_altera.htm


Mi sfugge quale sia il problema  :D

Per il resto, beh. "Centro San Giorgio". Non credo occorra aggiungere altro. Mi chiedo solamente se questi cattolici non siano, sotto sotto, i peggio alleati dello schifo ginocentrico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Aprile 06, 2016, 01:04:19 am
Certo, ora che hai finito di farmi il sermone della parrocchia, realizza che quell "essere complementari" significa una cosa sola: la donna è divinizzata dall'uomo che sgobba come un mulo per portarle risorse sperando nella sua approvazione sessuale.
Torno dunque all'argomento iniziale: l'uomo scevro da impulsi sessuali che beneficio trae dall'associarsi con una donna? Che beneficio trae che non può essere tratto dall'associazione con un altro uomo?

Elenco puntuato, per cortesia.

PS: non so dove tu veda vari "masculinisti" contari alla pornografia dato che è l'unico strumento che permette di eliminare il diabolico influsso sessuale che rende schiavi de facto di ogni possidente vagina.
Mi sa tanto che sei tu con i tuoi "seguaci" a discostarti dalla norma


Sai qual è il problema? Che in un mondo perfetto, dove la donna è donna, ti direi che la convenienza sta in un progetto di vita, nel creare una famiglia, nell'avere una persona accanto "nella buona e nella cattiva sorte".

Però, purtroppo, le donne di oggi cambiano idea dalla sera alla mattina, e non si fanno alcun problema nel rovinarti psicologicamente ed economicamente. Le donne di oggi ragionano alla stregua di un animale... quindi cosa si può volere da delle scimmie col mascara? Sesso e basta.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 01:21:59 am
Alberto86

 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

E quale sarebbe l'effetto positivo e l'appagamento ? A me sembra invece che chi guarda i porno crea un senso di frustrazione, considerato che poi ha delle aspettative alquanto inutili dalla controparte . E considerato che il porno lo guarda gente che ha zero appealing in questa società .

Si, ok, ma questo è un altro discorso , e ciò non toglie che nel mondo del porno c'è un degrado e una disumanità allucinanti .

Il solo fatto che i primi a denunciare gli effetti negativi del porno sono stati proprio ricercatori filo-cattolici dimostra che non c'è nessun autogoal pro femminismo . Ma anche se fosse, non è che se si dice che il porno sia degradante nei rapporti delle donne debba essere qualcosa che per forza porti acqua al femminismo .

Scusami, ma sta roba qui mi sembra molto degradante per il sesso stesso, non solo viene svuotato del suo scopo principale, ma viene pure disumanizzato .

Albè, per favore non mi paragonare l'ascoltare messa più volte al giorno ( la chiesa stessa sconsiglia persino di evitare di comunicarsi più di una volta al giorno) con la dipendenza dal porno , che sono due fenomeni che hanno origini ed effetti completamente diversi .

1 Balle. Io di porno ne guardo a vagonate e mi sento rilassato, tranquillo, svuotato e motivato nel corso della giornata. Senza il diabolico impulso sessuale a martellarmi il cranio ogniqualvolta mi si piazza davanti una ragazza
Balle anche per la storia dell' "appealing"; non per fare il figo ma ti garantisco che non è il mio caso

2 Dimostra che:
- oramai non esiste alcuna differenza fra destra e sinistra e fra religiosi e laici ma solo un grosso stacco fra libertari e autoritari
- la storia della chiesa ammmisoggena/maschilista/schiavizzaatrice di pover'eeeedddonne11!!! È una cagocazzata di dimensioni fantacosmiche. La chiesa ha sempre cercato di massimizzare la funzione riproduttiva femminile con quela produttiva maschile.
- La chiesa, nel caso, non ci penserebbe due volte a schierarsi con le donne per riportare gli uomini alla schiavitù lavorativa e sessuale

3 Il porno si basa sulla peronalizzazione e sul transfert emotivo fatto sulla pornostar. Quasi tutte le pornostar sono pagete bene e lo fanno per scelta (leggiti le interviste a mercedes carrera).
La storia della presunta deumanizzazione è la stessa argomentazione femminista.
Cvd
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 06, 2016, 01:26:41 am
Citazione
ignorando che io penso che quel tipo di famiglia sia incentrato esattamente sullo sfruttamento del desiderio sessuale maschile per incantenarlo ad una vita di sacrifici e lavoro al fine di ricevere vagina e approvazione da parte della mistress di turno

Quindi la famiglia sfrutta il desiderio sessuale maschile ( non femminile eh, solo maschile, perchè le femmine non hanno desideri, exactly ? ) , mentre la pornografia no , è un toccasana. Capisco .

Citazione
Per quanto riguarda gli effetti medici. Ripeto quanto sopra esplicitato. Non ci sono prove che la dipendenza da pornografia sia in alcun modo differente da quella dal sesso reale. La sessualità maschile è impetuosa e fisica, la pronografia rende solo possibile lo sfogo che altrimenti non sarebbe possibile se non dietro lauti pagamenti.

Ehm, le prove te le abbiamo date io e vicus , e non per forza religiose . Centro san giorgio è uno dei migliori, ma te ne metto ancora altri io :

http://www.losai.eu/p-o-r-n-o-g-r-a-f-i-a-tutti-drogati-senza-saperlo/
http://www.losai.eu/sesso-e-droga-per-controllare-le-masse/


Citazione
E si, ho provato a star senza anche per periodi più lunghi. Risultato? Sborri nel sonno dopo 3-4 settimane per poi tornare arrapato e frustrato come non mai.

Ti rendi conto che mi stai dando ragione senza volerlo , vero ?

Citazione
Viceversa quando uso la pornografia mi sento sempre "scarico", motivato e libero dall'influsso tremendo che il corpo femminile fa nella mente maschile (soprattutto alla mia maledetta età). E' un vero e proprio toccasano.

Questo è un ossimoro allucinante. La pornografia non è pure corpo femminile lo stesso , o sbaglio ?

Citazione
Torno dunque all'argomento iniziale: l'uomo scevro da impulsi sessuali che beneficio trae dall'associarsi con una donna? Che beneficio trae che non può essere tratto dall'associazione con un altro uomo?

Non saprei, forse una compagna di vita , purchè rifiuti in toto la mentalità e la "cultura" femminista , come succedeva prima degli anni '60 e in particolare del '68 ? Ma in realtà è una domanda che nemmeno dovresti pormi, in quanto tu ora sei già libero di non legarti con alcuna donna , se non ritieni che vi siano benefici . Ne più nè meno . Mettiamo che ti dò ragione, non esistono benefici. Molto bene, allora non ti leghi e risolto l'arcano. Il problema subentra quando volete far credere che il porno può sostituire tranquillamente una donna.

Citazione
Mi sa tanto che sei tu con i tuoi "seguaci" a discostarti dalla norma .
Mi chiedo solamente se questi cattolici non siano, sotto sotto, i peggio alleati dello schifo ginocentrico.

Ti chiedi queste cose perchè da inesperto quale sei non capisci che il cattolicesimo , a differenza del ginocentrismo, pone al centro Dio e la famiglia e non il sesso e di conseguenza il desiderio sessuale verso una donna, i quali sono MEZZI per costruire una famiglia .

Cyberguy, un favore però : noi con calma te lo stiamo dicendo in tutte le salse. Tu invece sei liberissimo di pensarla come vuoi, che il porno è bello appagante, è meglio di una relazione ed è un validissimo sostituto. Evita però di deridere chi se ne occupa di ste cose da più tempo di te. Perchè i cattolici "alleati dello schifo ginocentrico" in realtà sono ora come ora tra i migliori alleati per l'antifemminismo . Buonanotte .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 06, 2016, 01:31:48 am
Citazione
1 Balle. Io di porno ne guardo a vagonate e mi sento rilassato, tranquillo, svuotato e motivato nel corso della giornata. Senza il diabolico impulso sessuale a martellarmi il cranio ogniqualvolta mi si piazza davanti una ragazza
Balle anche per la storia dell' "appealing"; non per fare il figo ma ti garantisco che non è il mio caso

Stessa cosa che ho sentito da altri , fin quando non si sono ritrovati con le relazioni distrutte perchè si creano false aspettative  Poi a volte le colpe sono pure femminili , alcuni mariti purtroppo ne usufruiscono solo perchè le mogli non si concedono mai a loro, ma questo è un altro discorso .


Citazione
- la storia della chiesa ammmisoggena/maschilista/schiavizzaatrice di pover'eeeedddonne11!!! È una cagocazzata di dimensioni fantacosmiche.

Questo lo sosteniamo pure nel forum .

Citazione
- La chiesa, nel caso, non ci penserebbe due volte a schierarsi con le donne per riportare gli uomini alla schiavitù lavorativa e sessuale

Ancora una volta hai toppato , basta leggerti la Bibbia , in particolare gli Atti degli Apostoli , alcuni passi del Vangelo e il Magistero della Chiesa, e capisci da solo cosa ne pensa del sesso e delle relazioni uomini e donne. Sennò non mi verresti a dire che la Chiesa vuole la schiavitù sessuale, la stessa chiesa che ha sempre insegnato a non scindere il sesso dalle sue finalità principali .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 06, 2016, 06:10:47 am
Stessa cosa che ho sentito da altri , fin quando non si sono ritrovati con le relazioni distrutte perchè si creano false aspettative  Poi a volte le colpe sono pure femminili , alcuni mariti purtroppo ne usufruiscono solo perchè le mogli non si concedono mai a loro, ma questo è un altro discorso .


Questo lo sosteniamo pure nel forum .

Ancora una volta hai toppato , basta leggerti la Bibbia , in particolare gli Atti degli Apostoli , alcuni passi del Vangelo e il Magistero della Chiesa, e capisci da solo cosa ne pensa del sesso e delle relazioni uomini e donne. Sennò non mi verresti a dire che la Chiesa vuole la schiavitù sessuale, la stessa chiesa che ha sempre insegnato a non scindere il sesso dalle sue finalità principali .

Se per finalita' principale si intende fare l'amore due/tre volte con la propria compagna per fare i due/tre figli che ipoteticamente verrebbero fuori perche' questo "sarebbe" il fine principale della sessualita' umana (che poi sarebbe al contrario molto "animale" e ben poco umana perche' il sesso ludico in natura oltre all'uomo lo praticano solo due specie di scimmie...) e tutto questo magari nell'arco di un matrimonio decennale staremmo freschi, peggio del porno stesso, persino il buddismo ha una idea della sessualita' piu' aperta, per carita', ho sempre pensato che la Chiesa abbia bisogno dei peccatori come i comunisti dei poveri...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 06:31:56 am
Se per finalita' principale si intende fare l'amore due/tre volte con la propria compagna per fare i due/tre figli che ipoteticamente verrebbero fuori perche' questo "sarebbe" il fine principale della sessualita' umana (che poi sarebbe al contrario molto "animale" e ben poco umana perche' il sesso ludico in natura oltre all'uomo lo praticano solo due specie di scimmie...) e tutto questo magari nell'arco di un matrimonio decennale staremmo freschi, peggio del porno stesso, persino il buddismo ha una idea della sessualita' piu' aperta, per carita', ho sempre pensato che la Chiesa abbia bisogno dei peccatori come i comunisti dei poveri...

Un conto sono i vaneggiamenti che poteva fare lo stanco e anziano curato di campagna di cinquant'anni fa. Un altro conto è il magistero cattolico.
La versione ufficiale, senza inventarsi nulla, è nel Catechismo della Chiesa cattolica consultabile molto comodamente online.

Chi è credente, probabilmente, avrà voglia di approfondire.
Chi non lo è, non si capisce perché debba per forzaabbandonarsi ad un facile anticlericalismo del quale, in tutta onestà, non se ne può più....

Ragioniamo un attimo....
Anche nel caso che  lo scopo principale del sesso fosse la procreazione, sarebbe mai potuto sfuggire a qualcuno che senza lo sfogo sessuale il partner diventa un elemento disturbatore e assolutamente insopportabile e che una coppia senza sesso è destinata a dissolversi? Chi avrebbe mai potuto ignorare che senza eros gli appetiti sessuali si smorzano?

Certo, un prete non si metterà mai a fare pubblicità per sex toys e preservativi... Ma avete mai sentito parole di condanna, da parte della Chiesa, contro i negozi di trucchi, profumi e lingerie?

Il sesso è la medicina per un amore stanco... E l'eros è la medicina per un sesso distratto.

Il che significa che se ti fai sempre e solo fare pompini, c'è probabilmente qualcosa che non va...
E lo dice persino Freud...

Però, un pompino ogni tanto, aiuta l'eros, aiuta il sesso e... aiuta l'amore...
Quindi... la procreazione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 06, 2016, 08:05:21 am
Non  aggiungo nulla agli ottimi interventi di Jason e Vnd, ma ancora una volta vorrei far notare che la ricerca è indipendente (che l'abbia tradotta il centro S. Giorgio non è rilevante) e che non è stata confutata nel merito: l'oggetto dello studio non è la morale cattolica, o la storia della Chiesa, ma i danni creati dalla dipendenza da pornografia. Invito a leggerla prima di controbattere.

Questo link sintetizza altri studi di vari ricercatori laici, ancora più dettagliati sotto il profilo scientifico e del tutto privi di considerazioni morali:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=126310&Itemid=100021
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 06, 2016, 11:02:05 am
Se per finalita' principale si intende fare l'amore due/tre volte con la propria compagna per fare i due/tre figli che ipoteticamente verrebbero fuori perche' questo "sarebbe" il fine principale della sessualita' umana (che poi sarebbe al contrario molto "animale" e ben poco umana perche' il sesso ludico in natura oltre all'uomo lo praticano solo due specie di scimmie...) e tutto questo magari nell'arco di un matrimonio decennale staremmo freschi, peggio del porno stesso, persino il buddismo ha una idea della sessualita' piu' aperta, per carita', ho sempre pensato che la Chiesa abbia bisogno dei peccatori come i comunisti dei poveri...

In parte ti ha risposto vnd e vicus. Comunque se leggi, trovi che la chiesa non ha mai parlato di numeri, anzi semmai mette in guardia dalla troppa astinenza intramatrimoniale che può far degenerare in azioni peccaminose .

@vnd : premettendo che la Chiesa mette in guardia dalla troppa vanitositá , cioé dal curare eccessivamente il proprio corpo, comunque si hai ragione. Non condanna i preliminari, figuriamoci un pò di trucco, rossetto , orecchini e lingerie...queste ultime da indossare per il proprio marito.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Red- - Aprile 06, 2016, 14:18:43 pm
Dibattito molto interessante.

Azzardo un'ipotesi:
forse i modi di intendere la pornografia sono diversi tra un non-MGTOW e un MGTOW.
Il primo vede pornografia e pensa -più o meno consciamente- a come realizzare nella pratica quanto vede, quindi non disdegna neppure atteggiamenti -sbagliatissimi- da zerbino.
Il secondo vede pornografia ma, avendo un'altra prospettiva, un'altra consapevolezza e un'altra visione del mondo, la cosa si ferma lì e il suo pensiero non vola.

Avrei una curiosità, molto pacata, beninteso: se MGTOW non è un movimento, come possiamo definirlo?
Chiedo venia se è già stato detto, ma mi è sfuggito.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Aprile 06, 2016, 16:24:20 pm
Secondo me la verità sta nel mezzo. Se uno non fa sesso, una "pugnetta" a settimana è benefica sia per il corpo che per la mente. Certo...se poi ci si masturba 2/3 volte al giorno inizia ad essere preoccupante....


Per me la soluzione migliore rimane una bella scopata in una relazione monogama. :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 06, 2016, 16:38:42 pm
.... Chi poi vuole continuare a pensare che il porno migliori le capacità di relazione con le donne, il carattere, l'autostima e la personalità, è libero di farlo.

Nessuno ha mai detto questo. Se uno non ha personalità, autostima, nè carattere certamente non l'acquisirà guardando porno. Il discorso era un altro.



......
E quale sarebbe l'effetto positivo e l'appagamento ? A me sembra invece che chi guarda i porno crea un senso di frustrazione, considerato che poi ha delle aspettative alquanto inutili dalla controparte . E considerato che il porno lo guarda gente che ha zero appealing in questa società (se lo dici tu...)

Si, ok, ma questo è un altro discorso , e ciò non toglie che nel mondo del porno c'è un degrado e una disumanità allucinanti (ma cosa c'entra col discorso?????)

Il solo fatto che i primi a denunciare gli effetti negativi del porno sono stati proprio ricercatori filo-cattolici dimostra che non c'è nessun autogoal pro femminismo (???????  :lol:). Ma anche se fosse, non è che se si dice che il porno sia degradante nei rapporti delle donne debba essere qualcosa che per forza porti acqua al femminismo (ah no?)

Scusami, ma sta roba qui mi sembra molto degradante per il sesso stesso, non solo viene svuotato del suo scopo principale, ma viene pure disumanizzato (eh bhè si, oramai è tutto "disumanizzante")..

Albè, per favore non mi paragonare l'ascoltare messa più volte al giorno ( la chiesa stessa sconsiglia persino di evitare di comunicarsi più di una volta al giorno) con la dipendenza dal porno , che sono due fenomeni che hanno origini ed effetti completamente diversi (mha.....)



 :zzz: :zzz: :zzz: :zzz: :zzz: :zzz: :zzz: :zzz: :zzz:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 06, 2016, 16:49:57 pm
...

Ehm, le prove te le abbiamo date io e vicus , e non per forza religiose . Centro san giorgio è uno dei migliori, ma te ne metto ancora altri io :

http://www.losai.eu/p-o-r-n-o-g-r-a-f-i-a-tutti-drogati-senza-saperlo/
http://www.losai.eu/sesso-e-droga-per-controllare-le-masse/
...

Ah bhè, ora ho capito quali sono le tue fonti di tanta saggezza che dispensi a tutti. Fonti non di parte, ovviamente.  :rolleyes: Magari la prossima volta linka direttamente il sito personale di Papa Francesco o del Vaticano.   :rolleyes: :doh:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 06, 2016, 17:01:29 pm
....

Cyberguy, un favore però : noi con calma te lo stiamo dicendo in tutte le salse. Tu invece sei liberissimo di pensarla come vuoi, che il porno è bello appagante, è meglio di una relazione ed è un validissimo sostituto. Evita però di deridere chi se ne occupa di ste cose da più tempo di te....

Io, invece, invito pubblicamente anche a te ad abbassare i toni, a non provocare continuamente chi la pensa diversamente da te e, soprattutto, a non atteggiarti nè da moderatore nè da guru dispensatore di incontestabili ed illuminanti verità. E smettila, inoltre, di parlare di "noi" come se questo forum fosse un monoblocco del pensiero unico vicino al tuo modo di vedere le cose. E non ti dico altro dato che sei un wiki, per cui se hai da dire qualcosa fallo nell'apposita sezione (sezione in cui ho già avuto modo di dirtelo più volte).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Aprile 06, 2016, 17:13:03 pm
Anche per me la pornografia troppo bene non fa.

Mi ritrovo con Jason sinceramente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 06, 2016, 17:42:51 pm
... Ogni attivista antifemminista, dal più giovane al più anziano, ha come regola che il porno è estremamente dannoso per la psiche maschile e per il cervello . Provoca dipendenza simile a quella provocata dalle droghe ....

Falso. Tu parli per nome tuo e basta. Il forum, nè tanto meno l'anti-femminismo, rappresenta il tuo modo personale di vedere la questione maschile. Le tue sono opinioni rispettabili, che possono rientrare a pieno titolo nella QM e che, certamente, rispecchiano quelle di altri che la pensano come te MA NON rappresentano, in nessun modo, quella di tutti o della maggior parte degli antifemministi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 18:53:01 pm
In parte ti ha risposto vnd e vicus. Comunque se leggi, trovi che la chiesa non ha mai parlato di numeri, anzi semmai mette in guardia dalla troppa astinenza intramatrimoniale che può far degenerare in azioni peccaminose .

@vnd : premettendo che la Chiesa mette in guardia dalla troppa vanitositá , cioé dal curare eccessivamente il proprio corpo, comunque si hai ragione. Non condanna i preliminari, figuriamoci un pò di trucco, rossetto , orecchini e lingerie...queste ultime da indossare per il proprio marito.

 :)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 06, 2016, 19:38:10 pm
mi pare che vi stiate riscaldando troppo.
Guardate qui e facciamoci 2 risate :

http://www.huffingtonpost.it/2016/04/01/donne-italiane-pornhub_n_9589284.html
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Aprile 06, 2016, 20:10:57 pm
Astinenza da masturbazione? Ahahahah maddai... :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 06, 2016, 20:54:02 pm
Le europee, italiane comprese, non sono buone neanche per la pornografie : hanno preferenze da degenerate :D.
Almeno, quelle dell' est sono per anal e big dick :cool:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 21:07:17 pm
Le europee, italiane comprese, non sono buone neanche per la pornografie : hanno preferenze da degenerate :D.
Almeno, quelle dell' est sono per anal e big dick :cool:

Ognuno ha i suoi gusti....

E per degenerate che cosa intendi?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 06, 2016, 21:11:03 pm
Ognuno ha i suoi gusti....

E per degenerate che cosa intendi?

intendo la scritta lesbian sulla mappa dell' occidente.
Le africane " ebony " : ok
Le estiche anal e big dick : ok
le europoidi : lesbian  :sick:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 21:16:33 pm

Sai qual è il problema? Che in un mondo perfetto, dove la donna è donna, ti direi che la convenienza sta in un progetto di vita, nel creare una famiglia, nell'avere una persona accanto "nella buona e nella cattiva sorte".

Però, purtroppo, le donne di oggi cambiano idea dalla sera alla mattina, e non si fanno alcun problema nel rovinarti psicologicamente ed economicamente. Le donne di oggi ragionano alla stregua di un animale... quindi cosa si può volere da delle scimmie col mascara? Sesso e basta.

Verdetto: servono per appagare sessualmente e per riprodursi. Stop. Nessun altro vantaggio.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 21:25:47 pm
Io, invece, invito pubblicamente anche a te ad abbassare i toni, a non provocare continuamente chi la pensa diversamente da te e, soprattutto, a non atteggiarti nè da moderatore nè da guru dispensatore di incontestabili ed illuminanti verità. E smettila, inoltre, di parlare di "noi" come se questo forum fosse un monoblocco del pensiero unico vicino al tuo modo di vedere le cose. E non ti dico altro dato che sei un wiki, per cui se hai da dire qualcosa fallo nell'apposita sezione (sezione in cui ho già avuto modo di dirtelo più volte).

Oh là. Non mi piace proprio chi assume i toni da "Sto dalla parte giusta della storia lineare", mi san tanto da hipsterello saputello femminista. Mi piacerebbe che qui tali attitudini fossero aborrite.

PS: Va bene tutto, ma dire che "Ogni attivista antifemminista" è contrario al porno, no, dai. Il primo Aprile è passato da un pò...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Cyberguy94 - Aprile 06, 2016, 21:33:42 pm
Quindi la famiglia sfrutta il desiderio sessuale maschile ( non femminile eh, solo maschile, perchè le femmine non hanno desideri, exactly ? ) , mentre la pornografia no , è un toccasana. Capisco .

Ehm, le prove te le abbiamo date io e vicus , e non per forza religiose . Centro san giorgio è uno dei migliori, ma te ne metto ancora altri io :

http://www.losai.eu/p-o-r-n-o-g-r-a-f-i-a-tutti-drogati-senza-saperlo/
http://www.losai.eu/sesso-e-droga-per-controllare-le-masse/


Ti rendi conto che mi stai dando ragione senza volerlo , vero ?

Questo è un ossimoro allucinante. La pornografia non è pure corpo femminile lo stesso , o sbaglio ?

Non saprei, forse una compagna di vita , purchè rifiuti in toto la mentalità e la "cultura" femminista , come succedeva prima degli anni '60 e in particolare del '68 ? Ma in realtà è una domanda che nemmeno dovresti pormi, in quanto tu ora sei già libero di non legarti con alcuna donna , se non ritieni che vi siano benefici . Ne più nè meno . Mettiamo che ti dò ragione, non esistono benefici. Molto bene, allora non ti leghi e risolto l'arcano. Il problema subentra quando volete far credere che il porno può sostituire tranquillamente una donna.

Ti chiedi queste cose perchè da inesperto quale sei non capisci che il cattolicesimo , a differenza del ginocentrismo, pone al centro Dio e la famiglia e non il sesso e di conseguenza il desiderio sessuale verso una donna, i quali sono MEZZI per costruire una famiglia .

Cyberguy, un favore però : noi con calma te lo stiamo dicendo in tutte le salse. Tu invece sei liberissimo di pensarla come vuoi, che il porno è bello appagante, è meglio di una relazione ed è un validissimo sostituto. Evita però di deridere chi se ne occupa di ste cose da più tempo di te. Perchè i cattolici "alleati dello schifo ginocentrico" in realtà sono ora come ora tra i migliori alleati per l'antifemminismo . Buonanotte .

1 La pornografia è gratis. Non è un concetto difficile.

2 Anche le tue "prove" fossero vere non c'è alcuna prova che differenzia la dipendenza da pornografia da quella dal sesso reale. L'unica prova inoppinabile è che la dipendenza da pornografia è decisamente più gestibile economicamente

3 Non ti sto dando ragione. Ho solo detto che del sesso ne ho un bisogno fisico intrinseco. La pornografia è un palliativo, sei tu che giochi a non capire.

4 Infatti, il cattolicesimo non ha MAI condannato i celibi laici, non ha MAI condannato la masturbazione maschile e non ha MAI obbligato l'uomo al matrimonio senza possibilità di ripudio. Esatto.
Il cattolicesimo si schiera apertamente dalla parte delle donne, aiutandole a schiavizzare l'uomo tramite il suo MAGGIORE impulso sessuale da appagare dopo aver "lavorato" dovutamente per la società. Il matrimonio si basava su quello
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 06, 2016, 22:48:52 pm
Ragazzi, non è il caso di scaldarsi tanto. Il topic riguarda la pornografia, se sia positiva o meno per gli uomini, non la morale cattolica. Se ci mettiamo a fare la storia della Chiesa non arriviamo a nulla. Queste ricerche andrebbero discusse nel merito, per esempio questa:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=126310&Itemid=100021

Sono vari ricercatori, indipendenti e laici. Se volete parliamone, ma cerchiamo di discutere sui fatti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 06, 2016, 22:51:47 pm
Cyberguy , ci sono molti siti assolutamente laici che mettono in guardia dalla pornografia. Non c'è nemmeno bisogno della religione .

Riporto un mio post di un paio di anni fa, per cercare di spiegare in lessico più ricco :

"Non ho detto che il porno fa diventare maniaci sessuali(o meglio lo fa solo in una minoranza di casi) ma che crea dipendenza e aggiunge frustrazione a chi è già frustrato in quanto non arreca nemmeno un briciolo di sesso in più, ma solo l' "odore": è come mettere ad un affamato una bistecca o una pizza davanti agli occhi, permettendogli solo di odorare ma non di mangiare: in un primo momento l'affamato proverebbe un senso di piacere nel gustare l' odore delle pietanza, ma la sua fame non si sarebbe placata nemmeno di un poco in quanto nemmeno un briciolo di ciò che ha odorato gli entrato nell' organismo,e anzi proverebbe anche un senso di frustrazione nel sapere che ciò che ha odorato non ha mangiato e forse mai mangerà.

Il porno ha creato effetti disastrosi negli uomini, perchè li ha ridotti in larve, in esseri contiunuamente con la bava alla bocca in cerca di un pò di sesso, la  maggioranza degli uomini si venderebbe pure il culo e la madre pur di ottenere un pelo di fica.

Dopotutto quelle porcate che vedi nei film porno, difficilmente una donna sarebbe disposta a farle con un uomo normale di aspetto e senza essere pagate profumatamente, quindi anche se in un futuro tu dovessi trovare una donna, tu tutte quelle cose che vedi nei film porno e per cui ti masturbi varie volte al giorno con la bava alla bocca, comunque non le faresti."
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 22:59:10 pm
Non me lo ricordavo più ma anche questa merda umana avversava la pornografia, prima di morire annegando nel suo grasso.

http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/2005/04/12/Cultura/SCRITTRICI-ADDIO-A-DWORKIN-LA-FEMMINISTA-CHE-CENSURO-LA-PORNOGRAFIA_094230.php

(https://ilreiettodotcom.files.wordpress.com/2015/09/andreadworkin1986.jpg)

Citazione
paladina della censura alla pornografia, sostenitrice della coincidenza tra diffusione delle immagini hard-core e stupro. Andrea Dworkin, con l’appoggio della giurista americana Catherine Mc Kinnon, ha teorizzato in numerosi libri ed articoli che la pornografia sollecita lo stupro.

Nel 1983 una grande campagna nazionale di Dworkin e MC Kinnon riuscii’ a fare approvare un’ordinanza municipale a Washington, dichiarata poi anticostituzionale, che censurava la pornografia in quanto propaganda contro la donna. Andrea Dworkin inizio’ la sua campagna contro la pornografia nel 1974 con il saggio ‘’Woman Hating’’, in cui sosteneva che l’hard-core era una violazione dei diritti civili della donna. Dworkin prese quindi le difese dell’attrice porno Linda Lovelace, quando denuncio’ di essere stata forzata a gira alcune scene del film ‘’Gola profonda’’.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Aprile 06, 2016, 23:01:46 pm
Devo ammettere che le femministe sono tutte delle bellissime ragazze. :wub: :wub: :lol: :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 23:02:07 pm
Con questo non voglio dir nulla... eh?

Meglio una trombata vera che una finta....
[La finta è la pornografia.....]
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 06, 2016, 23:02:43 pm
Devo ammettere che le femministe sono tutte delle bellissime ragazze. :wub: :wub: :lol: :lol:

Dei fiorellini... grassi, pelosi e sudati.
Chissà che odore....
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 06, 2016, 23:06:36 pm
A dire il vero , molte femministe sono davvero delle donne/ragazze stupende .
Comunque dai discorsi che ho sentito e letto anche su facebook , per molte meglio la pornografia che la prostituzione, anche di alto bordo .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Aprile 06, 2016, 23:23:36 pm
Ahahahah ma ovvio! Vuoi mettere?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Red- - Aprile 06, 2016, 23:33:41 pm
Non me lo ricordavo più ma anche questa merda umana avversava la pornografia, prima di morire annegando nel suo grasso.
E' tanto grossa che non sta nella pagina
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 07, 2016, 06:23:26 am
E' tanto grossa che non sta nella pagina

 :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 07, 2016, 06:25:34 am
A dire il vero , molte femministe sono davvero delle donne/ragazze stupende .
Comunque dai discorsi che ho sentito e letto anche su facebook , per molte meglio la pornografia che la prostituzione, anche di alto bordo .

Amco mio....
Se non sono brutte fuori sono bruttissime dentro.

E comunque, non si può essere femministi senza essere anche cretini.
Che te ne fai di una così?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: TheDarkSider - Aprile 07, 2016, 07:11:02 am
3 Non ti sto dando ragione. Ho solo detto che del sesso ne ho un bisogno fisico intrinseco. La pornografia è un palliativo, sei tu che giochi a non capire.
Ottimo, finalmente un punto fermo su cui tutti possiamo concordare.

La pornografia non e' una soluzione, e' solo un espediente a cui si e' COSTRETTI per via delle circostanze.

E gia' questo fa capire che non e' un qualcosa che ha un valore positivo in se', ma ha valore solo in quanto la propria vita sessuale e' gravemente insoddisfacente.

In una situazione di appagamento sessuale, la pornografia perde ogni valore.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 07, 2016, 07:20:41 am
Ottimo, finalmente un punto fermo su cui tutti possiamo concordare.

La pornografia non e' una soluzione, e' solo un espediente a cui si e' COSTRETTI per via delle circostanze.

E gia' questo fa capire che non e' un qualcosa che ha un valore positivo in se', ma ha valore solo in quanto la propria vita sessuale e' gravemente insoddisfacente.

In una situazione di appagamento sessuale, la pornografia perde ogni valore.


Incontestabile.

Solo che io non me la sento di condannare la pornografia a priori.
Un tempo ci dicevano che la pornografia era un concentrato di falsità e che la vita reale non era quella.
Lo dicevano sia i preti, che ufficialmente non avevano una vita sessuale (quindi... che potevano saperne?) che la psicologa che alle medie avevano chiamato per farci educazione sessuale.
Che magari si leggeva fotoromanzi o letteratura rosa....

Col tempo, accompagnando la teoria alla pratica, ho scoperto che era vero: la pornografia non rappresenta la realtà.
Ma sicuramente la rappresenta molto meglio dei romanzi, del cinema, delle fiction, dei talk show, dei telegiornali e di tutte le espressioni mediatiche che si abbandonano alla misandria.
Ma, soprattutto, molto più di una complessata psicologa femminista che insegnava educazione sessuale ai ragazzi delle medie.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Aprile 07, 2016, 13:27:38 pm
E' tanto grossa che non sta nella pagina
:lol: :lol: :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Aprile 07, 2016, 13:34:56 pm
Ottimo, finalmente un punto fermo su cui tutti possiamo concordare.

La pornografia non e' una soluzione, e' solo un espediente a cui si e' COSTRETTI per via delle circostanze.

E gia' questo fa capire che non e' un qualcosa che ha un valore positivo in se', ma ha valore solo in quanto la propria vita sessuale e' gravemente insoddisfacente.

In una situazione di appagamento sessuale, la pornografia perde ogni valore.
Parole sante, in un mondo sano la pornografia andrebbe abolitata - o quantomeno fortemente limitata - e invece andrebbero riaperte le case di tolleranza, modello Austria però con prezzi alla portata di tutti come tradizione. Certo con 20 euri non si pretende la supergnocca ventenne, ma neanche quello scandalo di adesso che per mezz'ora con una quarantenne svogliata devi sborsare 200 pippi...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 07, 2016, 13:36:30 pm
La Dworkin era nazisticamente misandrica e il Corriere non avrebbe dovuto commemorarla : era sul piano della Solanas e , senza di lei il mondo è un pochino migliore.
Queste  sono  frasi di quello schifoso ammasso di grasso :

"Io voglio vedere un uomo picchiato a sangue e con un tacco a spillo conficcato nella sua bocca, come
una mela nella bocca di un porco" -- Andrea Dworkin


"Il matrimonio è un'istituzione che si è sviluppata dalla pratica dello stupro" -- Andrea Dworkin


"Domanda: La gente crede che lei è ostile agli uomini.
Risposta: Lo sono." -- Andrea Dworkin


Era tanto repellente da dover ringraziare la morte per avercene liberati
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 07, 2016, 13:40:32 pm
Riguardo alla pornografia : è un surrogato, un succedaneo, che può essere utile, a seconda di come se ne usufruisce.
Riguardo ai medici che la ritengono una piaga biblica , direi questo :
sarebbe meglio non allargarsi con affermazioni che sono parziali e poco obiettive.
Per alcuni la pornografia va bene, per altri no.
Questo vale anche per la prostituzione, che per alcuni diventa una dipendenza, mentre altri la gestiscono proficuamente.
Ma anche il rapporto sentimentale , e coniugale, con una donna, per alcuni va bene e per altri no.
Dipende sempre da un certo numero di varianti, non da valori assoluti
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Aprile 07, 2016, 13:45:23 pm
"Domanda: La gente crede che lei è ostile agli uomini.
Risposta: Lo sono." -- Andrea Dworkin

Ecco come girano la frittate queste stronze... gli uomini erano disgustati da lei per ovvi motivi e questa chiavica ambulante fa la vittima.  :mad:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 07, 2016, 13:47:45 pm
La Dworkin era nazisticamente misandrica e il Corriere non avrebbe dovuto commemorarla : era sul piano della Solanas e , senza di lei il mondo è un pochino migliore.
Queste  sono  frasi di quello schifoso ammasso di grasso :

"Io voglio vedere un uomo picchiato a sangue e con un tacco a spillo conficcato nella sua bocca, come
una mela nella bocca di un porco" -- Andrea Dworkin


"Il matrimonio è un'istituzione che si è sviluppata dalla pratica dello stupro" -- Andrea Dworkin


"Domanda: La gente crede che lei è ostile agli uomini.
Risposta: Lo sono." -- Andrea Dworkin


Era tanto repellente da dover ringraziare la morte per avercene liberati

Se tutte le femministe fossero come questo essere, sarebbe molto più semplice annientare il femminismo . Purtroppo non è così .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 07, 2016, 13:53:14 pm
Riguardo alla pornografia : è un surrogato, un succedaneo, che può essere utile, a seconda di come se ne usufruisce.
Riguardo ai medici che la ritengono una piaga biblica , direi questo :
sarebbe meglio non allargarsi con affermazioni che sono parziali e poco obiettive.
Per alcuni la pornografia va bene, per altri no.
Questo vale anche per la prostituzione, che per alcuni diventa una dipendenza, mentre altri la gestiscono proficuamente.
Ma anche il rapporto sentimentale , e coniugale, con una donna, per alcuni va bene e per altri no.
Dipende sempre da un certo numero di varianti, non da valori assoluti

Beh la pornografia e la prostituzione (a sua volta è divisa, quelle di "strada" e quelle negli appartamenti non sono la stessa cosa) non sono due fenomeni uguali .
Le ricerche sui danni al cervello che fa la pornografia non sono solo mediche. E non sono solo religiose, ma pure laiche .

Andare con una escort , per quanto possa far storcere il naso in merito alla morale, comunque non provoca assolutamente i danni che causa la pornografia .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 07, 2016, 14:06:06 pm
La Dworkin era nazisticamente misandrica e il Corriere non avrebbe dovuto commemorarla : era sul piano della Solanas e , senza di lei il mondo è un pochino migliore.
Queste  sono  frasi di quello schifoso ammasso di grasso :

"Io voglio vedere un uomo picchiato a sangue e con un tacco a spillo conficcato nella sua bocca, come
una mela nella bocca di un porco" -- Andrea Dworkin


"Il matrimonio è un'istituzione che si è sviluppata dalla pratica dello stupro" -- Andrea Dworkin


"Domanda: La gente crede che lei è ostile agli uomini.
Risposta: Lo sono." -- Andrea Dworkin


Era tanto repellente da dover ringraziare la morte per avercene liberati

Pensa che la vacca è morta nel sonno. La ritrovò il marito il mattino dopo.
Che razza di merda d'uomo doveva essere anche quest'uomo per accettare e sopportare una stronza del genere?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 07, 2016, 14:08:53 pm
Riporto un altro mio vecchio post sul porno .
Citazione

Inoltre, difendere il porno sotto una prospettiva QM, adducendo il fatto che è rivolto a tutti gli uomini, è come dire che la droga fa bene ai tossicodipendenti  adducendo il fatto che la droga è rivolta a tutti i tossicodipendenti. Il porno è una droga che crea dipendenza maschile, solo una esigua e insignificante parte degli uomini ne usufruisce veramente(attori porno), nel resto degli uomini crea dipendenza e frustrazione, perchè sono costretti ad eccitarsi nel guardare scene sessuali senza poter appagare il tremendo desiderio fisologico che ne scaturisce (e come mettere una pietanza calda davanti ad un affamato, permettendogli solo di odorare ma non di mangiare, immaginate che sofferenza e che frustrazione!) 

Il porno è uno strumento femminista di manipolazione della sfera sessuale ed emotiva maschili. Ad incoraggiare il porno è stato il femminismo(tra l'altro quella Simone De Behavoiur  era una grande apologista e sostenitrice del Porno), è stato il femminismo nelle sue battaglia a sdoganare il porno come massima espressione della "libertà sessuale femminile .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Aprile 07, 2016, 14:23:33 pm
Andare con una escort , per quanto possa far storcere il naso in merito alla morale, comunque non provoca assolutamente i danni che causa la pornografia .
Fa storcere il naso solo dal punto di vista economico, perché una ragazza mediamente bella e mediamente giovane che svolge liberamente una prestazione che naturalmente sanno fare tutte (a partire ovviamente da una certa età) in base alla legge di mercato non può essere pagata 200 euri per quaranta minuti, cavolo un escort non è mica un'ingegnere nucleare...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 09, 2016, 12:27:19 pm
Riguardo alla pornografia : è un surrogato, un succedaneo, che può essere utile, a seconda di come se ne usufruisce.
Riguardo ai medici che la ritengono una piaga biblica , direi questo :
sarebbe meglio non allargarsi con affermazioni che sono parziali e poco obiettive.
Per alcuni la pornografia va bene, per altri no.
Questo vale anche per la prostituzione, che per alcuni diventa una dipendenza, mentre altri la gestiscono proficuamente.
Ma anche il rapporto sentimentale , e coniugale, con una donna, per alcuni va bene e per altri no.
Dipende sempre da un certo numero di varianti, non da valori assoluti

Quoto. Inoltre ritengo assolutamente ipocrita e ridicolo demonizzare in ogni modo la pornografia (come fanno la quasi totalità delle femministe), considerandola addirittura causa della demonizzazione della figura della donna (speculari parole delle femministe), per poi ritenere la prostituzione meno immorale e non "disumanizzante". Questo modo di pensare è incoerente e costituisce, a mio avviso, un ossimoro autolesionista.
Io sono dell'idea che un uomo debba avere la libertà di fare ciò che vuole. Per cui ritengo che nè il porno nè la prostituzione regolamentata dovrebbero essere vietati.
Il discorso delle dipendenze è un discorso a parte, che riguarda più argomenti e che di certo non si limita alla visione compulsiva di materiale per adulti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 09, 2016, 12:56:29 pm
Fateci caso, a corrente alterna da un lato si dice che la pornografia non abbia nulla a che vedere col sesso reale, dall'altro il web e non solo e' pieno di articolo allarmanti sulla disfunzione erettile e l'eiaculazione precoce maschile, due fenomeni che guarda caso non si manifestano mai nel porno professionale, e via alle disquisizioni sul dramma di venire troppo presto e sulla necessita' di "allenarsi" ad una durata maggiore, sono ridicoli e non si rendono conto che proprio nel porno professionale agli uomini non si abbassa mai e la durata non e' mai inferiore ai 20/25 minuti (ovvero il tempo medio di una singola scena), parlano della pornografia come di qualcosa di irreale e poi ci vorrebbero tutti come stantuffatori instancabili che non eiaculano mai, proprio come nei famigerati porno, ovviamente tutto questo non perche' si abbia a cuore la salute sessuale dell'uomo, ma per non incomodare la donna, o meglio, l'autostima della donna, sono patetici...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 09, 2016, 13:04:25 pm
dall'altro il web e non solo e' pieno di articolo allarmanti sulla disfunzione erettile e l'eiaculazione precoce maschile,

Tra l'altro la c.d. "disfunzione erettile" significa tutto e niente.
Per esempio, io posso avere una disfunzione erettile con una tot donna, mentre con un'altra funziono benissimo.
Domanda: perché ?
Semplice: la prima non mi piace (o non mi piace più), la seconda mi attizza alla grande.

Riguardo all' "eiaculazione precoce" (rispetto a chi e a cosa?), va detto che, casi patologici a parte - tipo alcuni che eiaculano ancor prima della penetrazione - tale "disfunzione" semplicemente non esiste.
L'eiaculazione precoce è quasi esclusivamente un costrutto culturale che in natura non si sa neppure cosa sia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 09, 2016, 13:08:06 pm
Tra l'altro la c.d. "disfunzione erettile" significa tutto e niente.
Per esempio, io posso avere una disfunzione erettile con una tot donna, mentre con un'altra funziono benissimo.
Domanda: perché ?
Semplice: la prima non mi piace (o non mi piace più), la seconda mi attizza alla grande.

Riguardo all' "eiaculazione precoce" (rispetto a chi e a cosa?), va detto che, casi patologici a parte - tipo alcuni che eiaculano ancor prima della penetrazione - tale "disfunzione" semplicemente non esiste.
L'eiaculazione precoce è quasi esclusivamente un costrutto culturale che in natura non si sa neppure cosa sia.

Appunto, perfettamente d'accordo, io volevo solo far notare la palese contraddizione di chi da un lato demonizza la pornografia giudicandola come diseducativa ed irreale e che dall'altro pontifica, quando fa comodo, su peni eretti e durate ciclopiche.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: freethinker - Aprile 09, 2016, 17:12:20 pm
Tra l'altro la c.d. "disfunzione erettile" significa tutto e niente.
Per esempio, io posso avere una disfunzione erettile con una tot donna, mentre con un'altra funziono benissimo.
Domanda: perché ?
Semplice: la prima non mi piace (o non mi piace più), la seconda mi attizza alla grande.

Riguardo all' "eiaculazione precoce" (rispetto a chi e a cosa?), va detto che, casi patologici a parte - tipo alcuni che eiaculano ancor prima della penetrazione - tale "disfunzione" semplicemente non esiste.
L'eiaculazione precoce è quasi esclusivamente un costrutto culturale che in natura non si sa neppure cosa sia.

Se ci hai fatto caso, le varie "disfunzioni" sessuali sono sempre attribuite all'uomo, ma le ragioni restano sempre molto incerte. Una volta, la colpa è attribuita a lui che non sa stimolare il punto G (che nessuno scienziato è ancora riuscito ad individuare), un'altra volta, la colpa è della disfunzione erettile dell'uomo, un'altra volta ancora le difficoltà risiedono nell'eiaculazione precoce (dov'è la tabella con i tempi standard?). Poi ci sono i preliminari troppo brevi (sempre per colpa di lui), le coccole troppo brevi dopo (perchè lui è un insensibile), e via di questo passo.

Mai una volta che ai sessuologi della domenica venga in mente che forse la donna qualche colpa deve pure averla, visto che certe cose si fanno in due: ad esempio, non ho mai sentito parlare dell'atteggiamento passivo che certe donne hanno durante i rapporti sessuali...eppure, a sentire i racconti di diversi conoscenti pare che sia una cosa comune :(
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Aprile 09, 2016, 17:35:20 pm
Se un uomo si accorge che la donna simula, poi, gliene passa tutta la voglia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 09, 2016, 19:54:42 pm
Se un uomo si accorge che la donna simula, poi, gliene passa tutta la voglia.

L'uomo non puo' simulare l'orgasmo, ma il piacere sessuale si', le donne sono convinte che non solo l'eiaculazione ma anche l'erezione stessa equivalga a provare piacere, sbagliato, io stesso durante l'atto sessuale mi sono trovato ad improvvisare gemiti ed espressioni di piacere quando in realta' sentivo poco o nulla, giusto per non fare entrare lei in paranoia, ovviamente lei non si e' mai accorta di nulla, vedeva il pene eretto e tanto gli bastava, pensava che fosse tutto a posto...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 09, 2016, 20:21:54 pm
L'uomo non puo' simulare l'orgasmo, ma il piacere sessuale si', le donne sono convinte che non solo l'eiaculazione ma anche l'erezione stessa equivalga a provare piacere, sbagliato,

Sì, è vero.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 09, 2016, 20:30:10 pm
Mai una volta che ai sessuologi della domenica venga in mente che forse la donna qualche colpa deve pure averla, visto che certe cose si fanno in due: ad esempio, non ho mai sentito parlare dell'atteggiamento passivo che certe donne hanno durante i rapporti sessuali...eppure, a sentire i racconti di diversi conoscenti pare che sia una cosa comune :(

Infatti secondo i sessuologi le donne non sono mai responsabili di nulla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 09, 2016, 20:40:36 pm
Ma io non ho capito una cosa. Eiaculazione precoce ok, ma rispetto a chi  ? Chi ha deciso il tempo prima del quale si tratta di eiaculazione precoce ? E se invece fosse che lei dura troppo a lungo ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 09, 2016, 21:10:35 pm
Citazione
VND : La ritrovò il marito il mattino dopo.

quel mostro aveva un marito ? :w00t:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 09, 2016, 21:12:13 pm
Citazione
Jason :  la prostituzione (a sua volta è divisa, quelle di "strada" e quelle negli appartamenti non sono la stessa cosa)

in che senso diverse ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 09, 2016, 21:21:08 pm
Citazione
Jason : Le ricerche sui danni al cervello che fa la pornografia non sono solo mediche

bisognerebbe vedere su chi hanno fatto le ricerche,  quanta pornografia viene somministrata, le caratteristiche personali dei soggetti, ecc.   Sono sempre molto scettico su questo tipo di ricerche, che risentono di approssimazione e " bias " ideologici .
Stessa cosa per quanto riguarda l' eiaculazione precoce che, salvo i casi di eiaculazione " ante portam ", non è definibile.
Inoltre, quante donne richiedono lunghi tempi per via di loro deficit ?
Le deficienze femminili vengono scaricate sull' uomo, ma deficienze femminili rimangono
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 10, 2016, 00:03:18 am
quel mostro aveva un marito ? :w00t:

Pensa che sfigato!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 01:09:04 am
bisognerebbe vedere su chi hanno fatto le ricerche,  quanta pornografia viene somministrata, le caratteristiche personali dei soggetti, ecc.
Senz'altro, ma la ricerca è indipendente e andrebbe confutata nel merito, con uno studio serio (che per ora manca) che dimostri che la pornografia non fa male. E' chiaro che un uso sporadico non fa i danni di cui parla l'esperimento, ma sembra probabile che - visto il carattere dopaminergico dell'orgasmo maschile - la pornografia dia dipendenza e assuefazione, con conseguenze anche sui rapporti sessuali veri.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Aprile 10, 2016, 01:11:12 am
Ne dibattemmo già al tempo su altro topic ed ognuno rimase fermo sulle sue posizioni. Per cui non credo sia il caso di ripristinare la stessa discussione inconcludente, anche perchè siamo piuttosto OT. La ricerca è quella, basta leggerla attentamente. Il resto sono solo le solite opinioni personali.
Detto questo, l'indipendenza della ricerca è la stessa che hanno tutte quelle che demonizzano a priori la visione di materiale per adulti. Le dipendenze psicologiche sono soggettive è possono riguardare i più svariati argomenti (c'è gente che è dipendente anche dall'ascoltare messa più volte al giorno).
Inoltre penso che sia un enorme autogol pro-femminismo dichiarare che il porno produce una qualche visione negativa verso il sesso femminile.
Concordo con te.
Surrogato per surrogato, anche il sesso protetto è un surrogato. Le vie per la soddisfazione sessuale sono più di quelle che si pensano; è il ginocentrismo che prova a far convergere tutto verso le cosce della donna.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 01:17:40 am
Surrogato per surrogato, anche il sesso protetto è un surrogato.

Vero.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 10, 2016, 01:20:34 am
Senz'altro, ma la ricerca è indipendente e andrebbe confutata nel merito, con uno studio serio (che per ora manca) che dimostri che la pornografia non fa male. E' chiaro che un uso sporadico non fa i danni di cui parla l'esperimento, ma sembra probabile che - visto il carattere dopaminergico dell'orgasmo maschile - la pornografia dia dipendenza e assuefazione, con conseguenze anche sui rapporti sessuali veri.

Beh, io per esempio conosco persone che inizialmente videro dei porno solo per "curiositá", ma che poi ne diventarono dipendenti . Altri per fortuna riusciono ad uscirne. Altri ancora invece oltre la semplice curiositá non andarono mai oltre.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 01:26:07 am
Ci sarà una ragione se in tutto il mondo occidentale esistono gruppi di supporto (laici) per la dipendenza sessuale.
Un'altra fonte (manuale di regia scritto da un ateo) conferma che la pornografia porta a comportamenti imprudenti: nei paesi in cui si è diffusa per prima (Svezia per sempio), sono aumentate le gravidanze indesiderate.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: vnd - Aprile 10, 2016, 07:08:39 am
Ci sarà una ragione se in tutto il mondo occidentale esistono gruppi di supporto (laici) per la dipendenza sessuale.
Un'altra fonte (manuale di regia scritto da un ateo) conferma che la pornografia porta a comportamenti imprudenti: nei paesi in cui si è diffusa per prima (Svezia per sempio), sono aumentate le gravidanze indesiderate.

Mi riesce un po' difficile collegare cause ed effetti, in questo caso.

Anche perché considero la pornografia un ripiego.
Pertanto assolutamente innocua in quanto a gravidanze indesiderate che, invece, credo siano conseguenza della stupidità di chi non ha assunto contraccettivi ma lo ha lasciato intendere.

La relazione "tante femministe = tante stupide" mi convince molto di più.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 09:49:16 am
Come ho già avuto modo di scrivere in un recente passato, io non sono un fan del porno, che propone scene e realtà che nella vita di tutti i giorni semplicemente non esistono, però trovo anche esagerato partire dal presupposto che faccia danni a prescindere.
Io i film porno li ho visti, ma non mi hanno causato alcunché - come non hanno causato nulla ad altri uomini di mia conoscenza - anche perché li prendevo per quel che sono: dei film.
Ciò non toglie che in altri casi sia o possa essere dannoso.
Ma in ogni caso è un discorso relativo.

@@

Tra l'altro, dal mio punto di vista, anche l'astinenza sessuale - specie in età giovanile - fa parecchi danni a livello psicologico.
E li fa soprattutto nei maschi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 09:58:44 am
Un'altra fonte (manuale di regia scritto da un ateo) conferma che la pornografia porta a comportamenti imprudenti: nei paesi in cui si è diffusa per prima (Svezia per sempio), sono aumentate le gravidanze indesiderate.

Vicus, c'è però un particolare da evidenziare: i porno "non insegnano" ai maschi ad eiaculare nella vagina delle femmine, bensì in faccia o in bocca.
Ok, non sempre, ma poco ci manca.
Ed è anche per questo che ho scritto che il porno propone scene irrealistiche,* perché con una donna media - italiana o straniera che sia - è un tantinello difficile praticare certi giochini.

@@

* Ricordo che quando li guardavo in VHS, i film porno più "porci" e al tempo stesso irreali, erano quelli tedeschi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Aprile 10, 2016, 11:13:55 am
Haha è vero, persino quelle attrici a volte le vedi visibilmente schifate, figurati le donne normali cosa possono pensare di certe "pratiche"... :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 10, 2016, 11:56:34 am
Senz'altro, ma la ricerca è indipendente e andrebbe confutata nel merito, con uno studio serio (che per ora manca) che dimostri che la pornografia non fa male. E' chiaro che un uso sporadico non fa i danni di cui parla l'esperimento, ma sembra probabile che - visto il carattere dopaminergico dell'orgasmo maschile - la pornografia dia dipendenza e assuefazione, con conseguenze anche sui rapporti sessuali veri.

Con lo stesso meccanismo si può avere la dipendenza dal sesso praticato, e allora torniamo al punto di prima.
Inoltre , non è detto che da un uso sporadico si passi a un uso frequente o addirittura esclusivo.
 E' un pò lo stesso discorso delle droghe , tra cui l'alcool : c'è chi diventa alcolista e chi si beve un bicchierino di rosso ogni tanto.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Aprile 10, 2016, 12:12:04 pm
Tra l'altro, dal mio punto di vista, anche l'astinenza sessuale - specie in età giovanile - fa parecchi danni a livello psicologico.
E li fa soprattutto nei maschi.
Di origine culturale. Ci credo, con tutta l' importanza che si dà.
Ma la qm non deve promuovere il consumo come cura dell' astinenza, altrimenti è tutto inutile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 13:28:59 pm
Se l'astinenza facesse male i monaci dovrebbero avere le turbe peggiori, ma non è evidentemente così.
La relazione tra porno e gravidanze indesiderate l'ha evidenziata un manuale di regia, che si preoccupa solo dell'efficacia dei film ed è quindi quanto di più neutrale e attendibile si possa trovare.
@marmocchio: l'alcool non provoca la stessa forte reazione cerebrale del porno (orgasmo associato a immagini di situazioni irreali ed estreme), che il cervello cercherà di ripetere.
Da un articolo di E. Michael Jones:

Le “forze nel controllo” della cultura tedesca, al fine di arginare questa marea pericolosa per l’establishment di una Germania ancora indebolita dalla divisone, scatenarono un’ondata di porno soft incentrato su temi della cultura tedesca, assecondando altresì l’educazione sessuale nelle scuole ed in generale un’atmosfera di permissivismo morale; tutto era mirato a distrarre le giovani leve da preoccupazioni più pressanti, quali l’insoddisfazione che in Germania occidentale montava in maniera crescente come reazione ontologica alla “Wirtschaftswunder” (il cosiddetto “miracolo economico” di stampo americano che riguardò Germania Ovest ed Austria nel dopoguerra).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 10, 2016, 14:12:48 pm
frank

Citazione
Tra l'altro, dal mio punto di vista, anche l'astinenza sessuale - specie in età giovanile - fa parecchi danni a livello psicologico.
E li fa soprattutto nei maschi.

Per chi - come il sottoscritto - invece crede molto all'astinenza come filosofia , il discorso non vale sicuramente . Anche perchè come dice Vicus, monaci e preti dovrebbero avere le turbe peggiori .

* in realtà , contrariamente a quanto dicono alcuni medici, non ci sono danni neppure a livello fisico , per gli uomini .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 14:35:18 pm
frank

Per chi - come il sottoscritto - invece crede molto all'astinenza come filosofia , il discorso non vale sicuramente . Anche perchè come dice Vicus, monaci e preti dovrebbero avere le turbe peggiori .

* in realtà , contrariamente a quanto dicono alcuni medici, non ci sono danni neppure a livello fisico , per gli uomini .

Io non sono un esperto di materia, le mie considerazioni si basano anzitutto sul vissuto.
E quel vissuto mi dice che la gran parte dei maschi che non fa sesso ha dei problemi; e in certi casi anche problemi seri.
Poi, che per alcuni possa essere ininfluente, non lo discuto; ma alcuni o una ristretta minoranza della popolazione -  tipo i monaci o i preti* - non sono e non fanno la massa.



Citazione
* in realtà , contrariamente a quanto dicono alcuni medici, non ci sono danni neppure a livello fisico , per gli uomini .

Su questo punto non sono assolutamente d'accordo.


@@

* Anche in questo caso ho delle riserve.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 14:39:31 pm
Se l'astinenza facesse male i monaci dovrebbero avere le turbe peggiori, ma non è evidentemente così.

Vicus, i monaci non sono la massa maschile, bensì una c.d. "élite", per così dire.
Certi discorsi non possono riguardare gli uomini in generale.
Il desiderio sessuale è un qualcosa di naturale; reprimerlo in toto non è certamente cosa buona e giusta.


Citazione
La relazione tra porno e gravidanze indesiderate l'ha evidenziata un manuale di regia, che si preoccupa solo dell'efficacia dei film ed è quindi quanto di più neutrale e attendibile si possa trovare.

Tutto può essere; ma i miei dubbi rimangono.
Poi, intendiamoci, posso pure sbagliarmi.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 14:45:59 pm
Di origine culturale. Ci credo, con tutta l' importanza che si dà.
Ma la qm non deve promuovere il consumo come cura dell' astinenza, altrimenti è tutto inutile.

La cultura c'entra sicuramente; cultura che però "poggia le sue basi", per così dire, su Madre Natura.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 10, 2016, 14:50:05 pm
frank

Citazione
Io non sono un esperto di materia, le mie considerazioni si basano anzitutto sul vissuto.
E quel vissuto mi dice che la gran parte dei maschi che non fa sesso ha dei problemi; e in certi casi anche problemi seri.
Poi, che per alcuni possa essere ininfluente, non lo discuto; ma alcuni o una ristretta minoranza della popolazione -  tipo i monaci o i preti* - non sono e non fanno la massa.

Ma infatti ADESSO che molti, fra uomini e donne, ti scoppiano a ridere in faccia appena accenni all'astinenza prematrimoniale, sicuramente molti ne soffrono .
Ma per chi sceglie volontariamente un certo percorso, non è così .

Che poi anche da sposato, sesso ne fai pochissimo perchè tua moglie inventa sempre delle scuse* , questo è un altro discorso. E qui si, effettivamente sorgerebbero problemi gravissimi, non solo psicologicamente parlando, ma anche di stabilità di coppia .

* per quello che penso io, se tua moglie inventa sempre delle scuse - e qui intendo che su 10 volte che lo chiedi, 10 volte ti rifiuta-  per non concedersi a te , molto probabilmente nasconde un adulterio .


Citazione
Su questo punto non sono assolutamente d'accordo.

Se pensi ai presunti problemi prostatici, è esattamente questo che volevo dire. Alcuni studiosi pensano che il tumore non derivi dall'astinenza di per sè , quanto all'accumulo di metalli pesanti e/o sostanze tossiche che tendono ad accumularsi in tessuti ricchi di lipidi semplici e complessi, fra cui proprio la prostata.
Sicuramente, se vivi in zone a rischio di accumulo di queste sostanze, l'astinenza può aggravare il rischio. Ma da sola non è un fattore di rischio .

Citazione
Il desiderio sessuale è un qualcosa di naturale; reprimerlo in toto non è certamente cosa buona e giusta.

Frank, nessuno qui parla di reprimere per sempre, a meno che non sei un monaco o prete , e devi averne vocazione per farli .
Persino i più convinti sostenitori dell'astinenza prematrimoniale sostengono*  che comunque da sposati bisogna astenersi solo e soltanto di comune accordo , mai per puro capriccio personale .

*lo sostengo pure io , frank. Voglio dire, astinenza prematrimoniale che fa bene, ok, ne sono convinto, ma una volta sposati esistono sempre i "doveri coniugali" .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 17:00:51 pm
Certi discorsi non possono riguardare gli uomini in generale.
Il desiderio sessuale è un qualcosa di naturale; reprimerlo in toto non è certamente cosa buona e giusta.
Avere il dominio dei propri impulsi non è reprimere. E' una questione di disciplina, come nell'allenamento fisico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 17:05:17 pm
Avere il dominio dei propri impulsi non è reprimere. E' una questione di disciplina, come nell'allenamento fisico.

Sì, ma resto del parere che l'astinenza sessuale non è una soluzione.
Di certo non lo è per me.
Altro discorso è dire che uno va solo con donne (o una donna) da cui è realmente attratto, e non perché "respirano" soltanto.*


@@

ps: Vicus, perdonami, ma se non vado errato tu da giovane eri molto simile a me.
Ossia, non mi risulta che in quel periodo della vita fossi favorevole all'astinenza: o sbaglio ?
Poi, ovviamente, avrai avuto le tue motivazioni, se a un certo punto della vita hai radicalmente cambiato strada.

@@

* Tra l'altro, per me sarebbe pure impossibile andare con una donna che non mi piace, perché non mi verrebbe duro neanche con una pasticca di viagra o di cialis.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 10, 2016, 17:09:50 pm
Se pensi ai presunti problemi prostatici, è esattamente questo che volevo dire. Alcuni studiosi pensano che il tumore non derivi dall'astinenza di per sè , quanto all'accumulo di metalli pesanti e/o sostanze tossiche che tendono ad accumularsi in tessuti ricchi di lipidi semplici e complessi, fra cui proprio la prostata.

I medici che conosco, ed ho conosciuto io, sostenevano e sostengono l'esatto contrario.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 17:22:53 pm
Sì, ma resto del parere che l'astinenza sessuale non è una soluzione.
Di certo non lo è per me.
Altro discorso è dire che uno va solo con donne (o una donna) da cui è realmente attratto, e non perché "respirano" soltanto.*


@@

ps: Vicus, perdonami, ma se non vado errato tu da giovane eri molto simile a me.
Ossia, non mi risulta che in quel periodo della vita fossi favorevole all'astinenza: o sbaglio ?
Poi, ovviamente, avrai avuto le tue motivazioni, se a un certo punto della vita hai radicalmente cambiato strada.

@@

* Tra l'altro, per me sarebbe pure impossibile andare con una donna che non mi piace, perché non mi verrebbe duro neanche con una pasticca di viagra o di cialis.
Sono anch'io del parere che l'astinenza non è normalmente una soluzione, spesso è una necessità. Ma prostituzione e sesso promiscuo non lo sono neppure. Posso dirti di stare meglio adesso di prima, quando avevo un altro stile di vita; anche se mi piacerebbe molto metter su una famiglia decente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 10, 2016, 20:19:09 pm
Se l'astinenza facesse male i monaci dovrebbero avere le turbe peggiori, ma non è evidentemente così.
La relazione tra porno e gravidanze indesiderate l'ha evidenziata un manuale di regia, che si preoccupa solo dell'efficacia dei film ed è quindi quanto di più neutrale e attendibile si possa trovare.
@marmocchio: l'alcool non provoca la stessa forte reazione cerebrale del porno (orgasmo associato a immagini di situazioni irreali ed estreme), che il cervello cercherà di ripetere.
Da un articolo di E. Michael Jones:

Le “forze nel controllo” della cultura tedesca, al fine di arginare questa marea pericolosa per l’establishment di una Germania ancora indebolita dalla divisone, scatenarono un’ondata di porno soft incentrato su temi della cultura tedesca, assecondando altresì l’educazione sessuale nelle scuole ed in generale un’atmosfera di permissivismo morale; tutto era mirato a distrarre le giovani leve da preoccupazioni più pressanti, quali l’insoddisfazione che in Germania occidentale montava in maniera crescente come reazione ontologica alla “Wirtschaftswunder” (il cosiddetto “miracolo economico” di stampo americano che riguardò Germania Ovest ed Austria nel dopoguerra).

L' alcool il cervello lo distrugge, ma anche qui, dipende dalla dose, dal ripetersi del consumo e dall' individuo.
Sinceramente, nonho colto il nesso con l'articolo che hai postato.
Comunque, non è possibile dire che la pornografia fa sempre e comunque male.
Dipende.
L' astinenza, a sua volta, per alcuni può essere praticabile, per altri no.
Riguardo ai monaci, che sono senz'altro una piccola minoranza, sarebbe anche da vedere se tutti rispettano l'astinenza.
In ogni caso è una scelta che non è applicabile a tutti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 10, 2016, 20:23:45 pm
frank

Per chi - come il sottoscritto - invece crede molto all'astinenza come filosofia , il discorso non vale sicuramente . Anche perchè come dice Vicus, monaci e preti dovrebbero avere le turbe peggiori .

* in realtà , contrariamente a quanto dicono alcuni medici, non ci sono danni neppure a livello fisico , per gli uomini .

 Intanto, bisognerrebbe anche valutare l'età, perchè ciò che è proponibile a 40 può non esserlo a 20.
inoltre, se uno ritiene l'astinenza una scelta valida, va bene che la metta in atto.
ma per molti altri non è così e sarebbe una forzatura che allora si non sarebbe positiva.
Del resto, che il sesso sia uno degli istinti primari, credo non ci sia dubbio, quindi bisogna tenerne conto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: giacca - Aprile 10, 2016, 21:03:42 pm
Io non ho avuto delle relazioni sentimentali fino alla tarda adolescenza, e il sesso completo ancora più tardi. Non so quanto danni possa aver fatto (ma poi tutte queste persone normali non le vedo) o se le insicurezze sono derivate anche da altri fattori che posso aver avuto nella vita.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 10, 2016, 21:37:01 pm
Intanto, bisognerrebbe anche valutare l'età, perchè ciò che è proponibile a 40 può non esserlo a 20.
inoltre, se uno ritiene l'astinenza una scelta valida, va bene che la metta in atto.
ma per molti altri non è così e sarebbe una forzatura che allora si non sarebbe positiva.
Del resto, che il sesso sia uno degli istinti primari, credo non ci sia dubbio, quindi bisogna tenerne conto.
Nessuno vuole forzare nessuno e l'astinenza non è una soluzione nella maggior parte dei casi. L'argomento del topic è che la pornografia tenda a far male. Ma l'alternativa all'astinenza non è solo la pornografia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 10, 2016, 21:44:27 pm
Nessuno vuole forzare nessuno e l'astinenza non è una soluzione nella maggior parte dei casi. L'argomento del topic è che la pornografia tenda a far male. Ma l'alternativa all'astinenza non è solo la pornografia.

Certo non è solo la pornografia. anzi, la pornografia, in teoria, neanche dovrebbe esserci, comunque non l'attività principale.
Però, ripeto, che possa far male dipende più da chi ne usufruisce .
Ovviamente, una attività sessuale normale sarebbe l' otttimale.
però...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 11, 2016, 15:36:35 pm
Certo non è solo la pornografia. anzi, la pornografia, in teoria, neanche dovrebbe esserci, comunque non l'attività principale.
Però, ripeto, che possa far male dipende più da chi ne usufruisce .
Ovviamente, una attività sessuale normale sarebbe l' otttimale.
però...
Pensa che io finora sono andato avanti prima con le mie fantasie, poi con la pornografia e un paio d'anni fa ho provato la prostituzione (a dire il vero una puntatina l'ho fatta anche quest'anno). Purtroppo non posso fare altrimenti, e fino all'anno scorso neanche avrei pensato a provare l'astinenza...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 11, 2016, 16:55:00 pm
Pensa che io finora sono andato avanti prima con le mie fantasie, poi con la pornografia e un paio d'anni fa ho provato la prostituzione (a dire il vero una puntatina l'ho fatta anche quest'anno). Purtroppo non posso fare altrimenti, e fino all'anno scorso neanche avrei pensato a provare l'astinenza...

perchè non puoi fare altrimenti?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 11, 2016, 17:11:34 pm
perchè non puoi fare altrimenti?
Perché non riesco ad avere altro
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 11, 2016, 19:03:31 pm
quanti anni hai ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 11, 2016, 19:13:28 pm
quanti anni hai ?
Ne ho 33
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Aprile 11, 2016, 19:40:10 pm
....

Tra l'altro, dal mio punto di vista, anche l'astinenza sessuale - specie in età giovanile - fa parecchi danni a livello psicologico.
E li fa soprattutto nei maschi.


Concordo assolutamente, come avevo avuto modo di dire anche in altri topic. Sono dell'idea che le frustrazioni che hanno oggi tantissimi ragazzi maschi una volta erano decisamente inferiori (ovviamente parlo di tutti quei ragazzi che, da adolescenti, non hanno la fortuna di avere frotte di ragazzine al seguito perchè particolarmente attraenti). 
Perlopiù c'è da dire una cosa importante: lo sfogo sessuale ha un'importanza completamente differente tra maschi e femmine; se per la femmina il sesso e la masturbazione ricoprono un ruolo marginale ed un qualcosa in più che provoca piacere ma che non è essenziale, per i maschi il discorso è completamente differente: la mancata eiaculazione prolungata, oltre ad essere una sofferenza psicologica, produce proprio effetti negativi fisici, per cui reprimere il desiderio è assolutamente contro natura e deleterio per la propria salute. E visto l'epoca in cui siamo, ritengo che l'erotismo e la pornografia usufruibile attraverso internet sono un'ottima valvola di sfogo per tutti quei ragazzi e uomini che, per varie ragioni, non posso usufruire di reale appagamento sessuale con una compagna, con un moglie, con una fidanzata od una prostituta di professione che sia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 11, 2016, 21:12:01 pm
Certo non è solo la pornografia. anzi, la pornografia, in teoria, neanche dovrebbe esserci, comunque non l'attività principale.
Però, ripeto, che possa far male dipende più da chi ne usufruisce .
Ovviamente, una attività sessuale normale sarebbe l' otttimale.
però...

Il discorso è che è molto improbabile , una volta che hai visto qualche video o film , non diventarne dipendente . Agisce come una droga , da qui i paragoni che hanno fatto.

Comunque di astinenza, non si parlava di astinenza in sè quanto di astinenza prematrimoniale , che ha un limite .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 11, 2016, 22:45:30 pm
Il discorso è che è molto improbabile , una volta che hai visto qualche video o film , non diventarne dipendente . Agisce come una droga , da qui i paragoni che hanno fatto.

Comunque di astinenza, non si parlava di astinenza in sè quanto di astinenza prematrimoniale , che ha un limite .

Guarda che anche le droghe agiscono diversamente sui diversi individui, basti per tutti l'esempio dell'alcool.
Io stesso ho guardato della pornografia, ma non ne sono assolutamente dipendente.
Anzi, sono convinto che alla fine banalizzi il sesso , cui spesso si da troppa importanza , nel senso che una scopata non raramente è una bella cosa, ma non certo un evento epocale.
La pornografia può essere una curiosità, un diversivo, anche una dipendenza.
Ma anche il lavoro può essere una dipendenza, lo sport, ecc e risultano dannosi quanto la pornografia, intesa come dipendenza
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 11, 2016, 22:59:10 pm

Concordo assolutamente, come avevo avuto modo di dire anche in altri topic. Sono dell'idea che le frustrazioni che hanno oggi tantissimi ragazzi maschi una volta erano decisamente inferiori (ovviamente parlo di tutti quei ragazzi che, da adolescenti, non hanno la fortuna di avere frotte di ragazzine al seguito perchè particolarmente attraenti). 
Perlopiù c'è da dire una cosa importante: lo sfogo sessuale ha un'importanza completamente differente tra maschi e femmine; se per la femmina il sesso e la masturbazione ricoprono un ruolo marginale ed un qualcosa in più che provoca piacere ma che non è essenziale, per i maschi il discorso è completamente differente: la mancata eiaculazione prolungata, oltre ad essere una sofferenza psicologica, produce proprio effetti negativi fisici, per cui reprimere il desiderio è assolutamente contro natura e deleterio per la propria salute. E visto l'epoca in cui siamo, ritengo che l'erotismo e la pornografia usufruibile attraverso internet sono un'ottima valvola di sfogo per tutti quei ragazzi e uomini che, per varie ragioni, non posso usufruire di reale appagamento sessuale con una compagna, con un moglie, con una fidanzata od una prostituta di professione che sia.

credo anche io che le fristrazioni oggi siano maggiori , proprio perchè di sesso se ne parla troppo e lo si propaganda coem se fosse libero. ma libero non è , e non può essere perchè uomini e donne sono diversi.
Faccio un esempio : una volta nessun contadino o popolano sarebbe stato invidioso del re. Troppa differenza sociale , palese e dichiarata.
Oggi invece , specialmente con l' ideologia del politicamente corretto ( base del femminismo e del gender ), ci riteniamo tutti uguali.
Siamo in demlocrazia , il popolo è sovrano, vota, ognuno può diventare presidente della repubblica, attore , calciatore di serie A, scienziato di valore epocale, fotomodella, ecc .
In breve : libertè, egalitè, fraternitè.
Poi,nella realtà, le cose vanno ben diversamente : la donna brutta non sarà mai modella, una minoranza di uomini raggiungono il potere, gli altri mettono una scheda nell' urna in uno stanco rito che vale sempre meno, chi è non vedente rimane cieco e non vede, chi è verticalmente svantaggiato è basso, ecc ecc .
Invidia a profusione che viene scambiata per senso civico, giustizia ecc : coloro che detestano Berlusconi, ad esempio, vorrebbero avere le sue ricchezze, ma , non avendole, lo reputano un ladro.
Così sarà per le bruttine che schifano Belen Rodriguez in quanto troia, ma le  sarebbero volentieri loro, se ne avessero le qualità.
Per il sesso idem : dovrebbe essere per tutti, un diritto quasi, con donne assatanate ed emancipate che aggrediscono gli uomini nei vicoli per strappar loro roventi rapporti sessuali.
Ovviamente, nella realtà, ciò succede con la stessa frequenza di una vincita all' enalotto.
Da qui, frustrazione, ecc , gente ansiosa, che spende e compra nel vano tentativo di attribuirsi improbabili valori aggiunti

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 11, 2016, 22:59:47 pm
Ne ho 33

è una età ottima, come mai così pessimista ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Aprile 11, 2016, 23:18:40 pm
...E visto l'epoca in cui siamo, ritengo che l'erotismo e la pornografia usufruibile attraverso internet sono un'ottima valvola di sfogo per tutti quei ragazzi e uomini che, per varie ragioni, non posso usufruire di reale appagamento sessuale con una compagna, con un moglie, con una fidanzata od una prostituta di professione che sia.

Bravo Alberto.
Quoto in pieno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 01:00:26 am
Attenzione qui parliamo di pornografia, non di soddisfacimento sessuale. Anche quando avevo uno stile di vita diverso non facevo mai uso di pornografia, che consideravo degradante e indegna di un uomo.

Sebastiano, sentiamo il tuo parere sincero: a prescindere dallo sfogo sessuale, di per sé la pornografia ti fa star meglio o peggio? Se non ci fosse staresti peggio o migliorerebbe -tra l'altro- la tua autostima?

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: freethinker - Aprile 12, 2016, 06:20:18 am
Da qui, frustrazione, ecc , gente ansiosa, che spende e compra nel vano tentativo di attribuirsi improbabili valori aggiunti

Ottima sintesi, Marmocchio e conclusione che sottoscrivo in pieno. Considero significativo il fatto che, quando in qualche occasione mi è capitato di vedere del porno, mi sono sentito depresso, esattamente come quando devo entrare in un centro commerciale. :rolleyes:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 07:03:21 am
Scusate, ma se il discorso relativo al porno lo si mette sul personale, allora posso dirvi che negli anni in cui ogni tanto guardavo dei porno in VHS, io non mi sentivo affatto depresso.
Ossia, la visione di quelle immagini non mi causava alcunché di negativo, anche perché da giovane avevo una discreta, variegata e reale vita sessuale.
Perciò perché date per scontato che la visione occasionale di uno di quei film causi chissà quali disturbi ? Non vi sembra di esagerare ?
Voglio dire: non si può partire dal presupposto che se causano problemi a tizio, automaticamente li causano pure a caio.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 07:20:58 am
Scusate, ma se il discorso relativo al porno lo si mette sul personale, allora posso dirvi che negli anni in cui ogni tanto guardavo dei porno in VHS, io non mi sentivo affatto depresso.
Ossia, la visione di quelle immagini non mi causava alcunché di negativo, anche perché da giovane avevo una discreta, variegata e reale vita sessuale.
Perciò perché date per scontato che la visione occasionale di uno di quei film causi chissà quali disturbi ? Non vi sembra di esagerare ?
Voglio dire: non si può partire dal presupposto che se causano problemi a tizio, automaticamente li causano pure a caio.
Diciamo che nella mia esperienza gli uomini di cui ero sicuro che usassero porno erano abbastanza sfigati. Non ho mai trovato normali quelle pose e quelle situazioni, ben diverse da una donna e da una relazione vera.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 12, 2016, 07:25:42 am
Alla fine quello pornografico e' semplicemente un "genere" cinematografico, chi vede un horror lo fa perche' prova "gusto" nell'avere paura, nella tensione che si crea aspettando che accada qualche cosa, chi guarda un film sentimentale lo fa perche' vorrebbe commuoversi, chi vede un porno pensa di eccitarsi, il porno occasionale non e' niente di che, concordo pero' con chi dice che usato eccessivamente diventa un surrogato che da un lato carica la persona di aspettative eccessive e dall'altro lo lascia alla fine insoddisfatto, le cose che vengono definite "irreali" nel porno non sono le scene di sesso esplicito che si vedono, che sono le stesse che si ritroverebbero nella vita reale, ma le situazioni di partenza, il "come si arriva", come sempre i latini lo avevano gia' capito, in medio stat virtus.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 07:30:00 am
Il sesso, il migliore almeno, si vive con tutto il corpo, mentre nel porno tende a essere una stimolazione di parti anatomiche.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 08:55:48 am
Il sesso, il migliore almeno, si vive con tutto il corpo, mentre nel porno tende a essere una stimolazione di parti anatomiche.

ovvio , ma non sempre è necessario l' ottimo, che spesso è nemico del bene.
Per esempio, un bel piatto ai frutti di mare è ottimo.
Ma se ho fame, anche un panino con la mortadella non si butta
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: freethinker - Aprile 12, 2016, 09:10:58 am
Alla fine quello pornografico e' semplicemente un "genere" cinematografico, chi vede un horror lo fa perche' prova "gusto" nell'avere paura, nella tensione che si crea aspettando che accada qualche cosa, chi guarda un film sentimentale lo fa perche' vorrebbe commuoversi, chi vede un porno pensa di eccitarsi, il porno occasionale non e' niente di che, concordo pero' con chi dice che usato eccessivamente diventa un surrogato che da un lato carica la persona di aspettative eccessive e dall'altro lo lascia alla fine insoddisfatto, le cose che vengono definite "irreali" nel porno non sono le scene di sesso esplicito che si vedono, che sono le stesse che si ritroverebbero nella vita reale, ma le situazioni di partenza, il "come si arriva", come sempre i latini lo avevano gia' capito, in medio stat virtus.
Se lo vedi come "genere" cinematografico, devi considerare che il porno ha mediamente una qualità piuttosto bassa: non sono un esperto ma da quel poco che ho visto non penso che siano in gara per l'oscar (anche se ogni tanto qualche intellettuale impegnato parla di "capolavori" di Tinto Brass o roba simile).

Potrei sbagliare, ma il ruolo che credo abbia il porno per quelli che lo utilizzano, sia essenzialmente di dare una qualche sostanza alle proprie fantasie sessuali, oppure di stimolarle, il che spiega, secondo me, l'impianto estremamente rozzo e la estrema improbabilità delle storie che vorrebbero raccontare.  E nella fantasia può accadere qualsiasi cosa, come nei videogiochi; ed è evidente che se se ne abusa (dei porno come dei videogiochi) si instaurano forme di dipendenza ma, quel che è peggio, si rischia di vivere in un mondo completamente irreale, nel quale tutto è possibile, anche essere inseguiti da pac-man :lol: 
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 09:55:57 am
Tra gli aspetti più fastidiosi del porno c'è proprio l'irrealtà, è una rappresentazione grottesca del sesso che ha poco o nulla di erotico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 12, 2016, 09:56:48 am
Se lo vedi come "genere" cinematografico, devi considerare che il porno ha mediamente una qualità piuttosto bassa: non sono un esperto ma da quel poco che ho visto non penso che siano in gara per l'oscar (anche se ogni tanto qualche intellettuale impegnato parla di "capolavori" di Tinto Brass o roba simile).

Potrei sbagliare, ma il ruolo che credo abbia il porno per quelli che lo utilizzano, sia essenzialmente di dare una qualche sostanza alle proprie fantasie sessuali, oppure di stimolarle, il che spiega, secondo me, l'impianto estremamente rozzo e la estrema improbabilità delle storie che vorrebbero raccontare.  E nella fantasia può accadere qualsiasi cosa, come nei videogiochi; ed è evidente che se se ne abusa (dei porno come dei videogiochi) si instaurano forme di dipendenza ma, quel che è peggio, si rischia di vivere in un mondo completamente irreale, nel quale tutto è possibile, anche essere inseguiti da pac-man :lol:

E' vero, il porno viene considerato un genere "underground" di per se', anche se magari fra un film di Salieri ed una americanata a stelle e strisce dove la pupattolona plastificata di turno sta due ore a dire "oh yeah..." qualche differenza c'e', comunque anche nell'horror, nella commedia, nella fantascienza ci sono tantissime "porcherie", ossia film a basso costo poveri di tutto, trama, azione, psicologia dei personaggi etc.. :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 12, 2016, 10:00:52 am
Tra gli aspetti più fastidiosi del porno c'è proprio l'irrealtà, è una rappresentazione grottesca del sesso che ha poco o nulla di erotico.

E' vero, pero' come ho gia' detto qualche post fa, viviamo in una societa' schizofrenica dove si fa un gran parlare di sesso e sentimenti e poi mi cadono le braccia a sentir parlare certe donne e certi uomini di "esperienza e di saperci fare con le donne", con discorsi che si contraddicono fra di loro e che, volenti o nolenti, finiscono col ricadere nella "tecnica" perche' "alle donne piacciono gli uomini che ci sanno fare...", e' tutto uno schifo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 10:24:56 am
Anche sniffare una volta coca tecnicamente non produce grossi danni, il problema é che ne diventi dipendente .

Frank, mi fa piacere che tu non sei andato oltre, ma ti assicuro che la tua é l'eccezione che conferma la regola .

Marmocchio , il discorso é che la pornografia non rappresenta il sesso , come dovrebbe essere concepito . Non puó rappresentare una valida alternativa .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 12:51:50 pm
Anche sniffare una volta coca tecnicamente non produce grossi danni, il problema é che ne diventi dipendente .

Frank, mi fa piacere che tu non sei andato oltre, ma ti assicuro che la tua é l'eccezione che conferma la regola .

Marmocchio , il discorso é che la pornografia non rappresenta il sesso , come dovrebbe essere concepito . Non puó rappresentare una valida alternativa .

Jason .la pornografia non è una valida alternativa, ma in certi periodi è una alternativa.
Dobbiamo uscire da un equivoco : il sesso per tutti.
Non è così : alcuni, per motivi pertsonali, di età, di sex appeal, e anche di capacità, non hanno una facile accesso a una attività sessuale soddisfacente. ù
C'è laprostituzione, ma anche qui, non bisogna idealizzare : le prostitute anch' esse non sono tutte uguali, alcune sono costose , altre  non sono affidabili, inoltre ci sono le ortdinanze sindacali che servono a far cassa, quindi retate , ecc.
Certo, il rapporto con una donna adeguata è la soluzione migliore, e io, per es, sono in questa situazione, che però, mi rendo conto , non è generalizzabile per tutti.
Quindi,  la pornografia, come sfogo temporaneo, può andare bene.
Riguardo la coca ti dirò : l'ho snoffata una volta, non mi ha detto nulla , quindi non l' ho mai più riprovata.
Sigarette mai fumate, ma non perchè fanno male ( anche per quello ) : non mi interessano.
Alcool, a peritvi , vini, come sopra : un bicchiere di rosso, a volte, ci può scappare, ma non mi interessa più di tanto e quando vedo i sommellier che fanno ruotare il bicchiere, mi vien da ridere.
Secondo me diamo troppa importanza al sesso : la pornografia, se è chiaro che è una attività commerciale e che quelle donne assatanate e talvolta ridicole, fanno tutto per soldi, può essere una valvola di sfogo
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 14:39:38 pm
E' vero, pero' come ho gia' detto qualche post fa, viviamo in una societa' schizofrenica dove si fa un gran parlare di sesso e sentimenti e poi mi cadono le braccia a sentir parlare certe donne e certi uomini di "esperienza e di saperci fare con le donne", con discorsi che si contraddicono fra di loro e che, volenti o nolenti, finiscono col ricadere nella "tecnica" perche' "alle donne piacciono gli uomini che ci sanno fare...", e' tutto uno schifo.
Come evidenziato nel recente 'congresso' sulla QM, la pornografia può rendere impotenti in un normale rapporto di coppia, che non può riprodurre nella realtà le situazioni estreme cui assuefà il porno.
Anche le donne usano la pornografia (=i romanzi rosa, che anche se non esplicitamente erotici le eccitano) e vivono sempre più nell'irrealtà del cinema e dei romanzi. Che sia per questo che sono sempre più frigide e disinteressate agli uomini in carne e ossa, come molti lamentano anche qui?
Jason .la pornografia non è una valida alternativa, ma in certi periodi è una alternativa.
la pornografia, se è chiaro che è una attività commerciale e che quelle donne assatanate e talvolta ridicole, fanno tutto per soldi, può essere una valvola di sfogo
La pornografia non è una necessità (prima non esisteva), è completamente artificiale e non va confusa con il soddisfacimento sessuale, quasi che senza di essa gli uomini fossero obbligati all'astinenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 15:37:33 pm
Citazione
Dobbiamo uscire da un equivoco : il sesso per tutti.
Non è così : alcuni, per motivi pertsonali, di età, di sex appeal, e anche di capacità, non hanno una facile accesso a una attività sessuale soddisfacente.

Ma una volta non era invece così , quando comandava il moralismo sessuale . Oggi invece il sistema ha iniettato, tramite il femminismo, il libertinismo sessuale, che come spiegato ha emarginato gli uomini non "meritevoli", e per dare l'illusione che le alternative ci sono sempre, ha inserito anche la pornografia a questi ultimi .


Vicus
Citazione
Come evidenziato nel recente 'congresso' sulla QM, la pornografia può rendere impotenti in un normale rapporto di coppia, che non può riprodurre nella realtà le situazioni estreme cui assuefà il porno.

Ecco.

http://www.sfoghiamoci.com/Altro/11471/guarda+siti+porno+anzich+fare+lamore+con+me.html

Leggete il primo sfogo, e vi assicuro che non sono affatto casi isolati .
Ma se il porno non è una droga e non fa male come la droga, perchè chi è abitudinario poi cerca immagini sempre più scioccanti, fino a volere le perversioni peggiori ?

Citazione
Anche le donne usano la pornografia (=i romanzi rosa, che anche se non esplicitamente erotici le eccitano) e vivono sempre più nell'irrealtà del cinema e dei romanzi. Che sia per questo che sono sempre più frigide e disinteressate agli uomini in carne e ossa, come molti lamentano anche qui?

A dire il vero anche le donne guardano i porno veri e propri, sebbene in percentuale minore degli uomini .
Comunque io ho notato che sono più gli uomini giovani ad essere disinteressati alle donne che il contrario . Per cui sembra che sti romanzi rosa siano un altro mezzo surrogato per "accontentarsi" .

Citazione
La pornografia non è una necessità (prima non esisteva), è completamente artificiale e non va confusa con il soddisfacimento sessuale, quasi che senza di essa gli uomini fossero obbligati all'astinenza.

Infatti. Considera pure l'aumento del ricorso alla prostituzione . Una volta c'era lo stesso, non sono ipocrita da negarlo, ma guarda caso col moralismo sessuale il ricorso alla prostituzione era molto più basso rispetto ad oggi . Ed il porno sarebbe stato vietato , a quei tempi .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 16:28:54 pm
Non so se il termine moralismo descrive la realtà della situazione, una volta il sesso era abbondante e a volontà (alla moglie era persino proibito - come lo sarebbe oggi- negarsi a letto) :lol:
Comunque, parlo di danni della pornografia sotto l'aspetto psicologico e neurologico, non morale. Altri specialisti confermano che chi è assuefatto al porno difficilmente riesce ad integrare rapporti reali nella sua routine sessuale.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 17:02:19 pm
Vicus
Citazione
Non so se il termine moralismo descrive la realtà della situazione, una volta il sesso era abbondante e a volontà (alla moglie era persino proibito - come lo sarebbe oggi- negarsi a letto) :lol:

Appunto , per questo il ricorso alla prostituzione era ridotto rispetto ad oggi .

Citazione
Comunque, parlo di danni della pornografia sotto l'aspetto psicologico e neurologico, non morale. Altri specialisti confermano che chi è assuefatto al porno difficilmente riesce ad integrare rapporti reali nella sua routine sessuale.

Crea false aspettative .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: doppler effect - Aprile 12, 2016, 17:04:04 pm
Le statistiche di pornhub dicono sostanzialmente quello che già sappiamo.
Le donne sono per lo più lesbiche e sono poche quelle che provano vero piacere nel fare un atto sessuale.
Sono fatte così, un desiderio impari notevole tra il desiderio maschile di trovare una donna e l'incontrario.
La donna non cerca l'uomo se non per migliorare la propria condizione sociale ed economica, lo fa solo per un ritorno di se stessa.
Vale la pena, strisciare davanti a un monitor per ottenere l'amore che il maschile cerca e non trova, da qui la frustrazione.
La donna reale occidentale ha perso la capacità di amare, troppo inebriata dai media che la fanno sentire dea, così stupida da credere quello che non è, tanto da mettere in crisi quelli che cercano amore che poi è il fine della vita.
L'uomo, seppur con tutti i suoi difetti, rimane ubbidiente all'ordine della natura; la donna moderna con tutto il suo iperfemminismo superbo, autoproclamante dio di se stessa, e' ribelle tanto da andare contro natura.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 17:53:50 pm
Le statistiche di pornhub dicono sostanzialmente quello che già sappiamo.
Le donne sono per lo più lesbiche e sono poche quelle che provano vero piacere nel fare un atto sessuale.
Sono fatte così, un desiderio impari notevole tra il desiderio maschile di trovare una donna e l'incontrario.
La donna non cerca l'uomo se non per migliorare la propria condizione sociale ed economica, lo fa solo per un ritorno di se stessa.
Vale la pena, strisciare davanti a un monitor per ottenere l'amore che il maschile cerca e non trova, da qui la frustrazione.
La donna reale occidentale ha perso la capacità di amare, troppo inebriata dai media che la fanno sentire dea, così stupida da credere quello che non è, tanto da mettere in crisi quelli che cercano amore che poi è il fine della vita.
L'uomo, seppur con tutti i suoi difetti, rimane ubbidiente all'ordine della natura; la donna moderna con tutto il suo iperfemminismo superbo, autoproclamante dio di se stessa, e' ribelle tanto da andare contro natura.

Se parli di quelle moderne , soprattutto se occidentali  , sono assolutamente d'accordo con te . Forse , c'è davvero un motivo di fondo se moltissime donne extraoccidentali dicono che le donne occidentali sono troppo idolatrate .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 18:00:13 pm
Citazione
Vicus : La pornografia non è una necessità (prima non esisteva), è completamente artificiale e non va confusa con il soddisfacimento sessuale, quasi che senza di essa gli uomini fossero obbligati all'astinenza.

La pornografia esisteva anche una volta ( v. Pompei ), ovviamente in altre forme e diffusione. Il soddisfacimento sessuale, a chi al momento non ha forme alternative, lo può dare. Dipende dalle persone e dalle situazioni.
E' chiaro che non può essere indicata come un modello : diciamo un espediente, non più di altri
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 18:04:36 pm
Citazione
Jason : Ma una volta non era invece così , quando comandava il moralismo sessuale . Oggi invece il sistema ha iniettato, tramite il femminismo, il libertinismo sessuale, che come spiegato ha emarginato gli uomini non "meritevoli", e per dare l'illusione che le alternative ci sono sempre, ha inserito anche la pornografia a questi ultimi .

Attenzione, qui stiamo introducendo la nozione alla UB del sesso ludico, oppure quella del " sesso caritatevole " di Icarus .
Quando c' era il moralismo sessuale, non esisteva affatto la completa soddisfazione dei bisogni sessuali maschili :
non tutti potevano sposarsi,. gli " emarginati sessuali " ( per motivi vari ) esistevano, perchè il sesso non è un diritto, bensì un' opportunità
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 18:10:43 pm
La donna reale occidentale ha perso la capacità di amare, troppo inebriata dai media che la fanno sentire dea, così stupida da credere quello che non è, tanto da mettere in crisi quelli che cercano amore che poi è il fine della vita.
L'uomo, seppur con tutti i suoi difetti, rimane ubbidiente all'ordine della natura; la donna moderna con tutto il suo iperfemminismo superbo, autoproclamante dio di se stessa, e' ribelle tanto da andare contro natura.

Concordo in pieno :drinks: Le occidentali oggi sono davvero contorte e ce ne accorgiamo quando conosciamo donne extraeuropee, o rare occidentali.
Non sono stato a letto con numerose donne, ma non me ne è mai capitata nessuna che non provasse piacere. Forse dipende anche dal fatto che le scegliamo male, o - e qui sarò tacciato di femminismo - che non le sappiamo "lavorare" (approccio troppo diretto e privo di coinvolgimento personale)?

Non so se i disegni di Pompei possano paragonarsi alla pornografia, avevano uno scopo essenzialmente decorativo.
Un tempo si sposavano quasi tutti, oggi quasi nessuno (per di più ci si separa dopo pochi anni e i doveri coniugali di fatto non esistono, anzi sono persino sanzionati dalla legge).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 18:11:04 pm
Jason :

http://www.sfoghiamoci.com/Altro/11471/guarda+siti+porno+anzich+fare+lamore+con+me.html

Leggete il primo sfogo, e vi assicuro che non sono affatto casi isolati .
Ma se il porno non è una droga e non fa male come la droga, perchè chi è abitudinario poi cerca immagini sempre più scioccanti, fino a volere le perversioni peggiori ?

Forse perchè chi è abitudinario è LUI il problema

Jason : A dire il vero anche le donne guardano i porno veri e propri, sebbene in percentuale minore degli uomini .
Comunque io ho notato che sono più gli uomini giovani ad essere disinteressati alle donne che il contrario . Per cui sembra che sti romanzi rosa siano un altro mezzo surrogato per "accontentarsi" .

I più giovani hanno validi motivi, che noi conosciamo, per essere disinteressati alle donne attuali

Jason : Infatti. Considera pure l'aumento del ricorso alla prostituzione . Una volta c'era lo stesso, non sono ipocrita da negarlo, ma guarda caso col moralismo sessuale il ricorso alla prostituzione era molto più basso rispetto ad oggi . Ed il porno sarebbe stato vietato , a quei tempi .


Un tempo c' erano possibilità diverse e una vita diversa. Tra l' altro , anche la prostituzione può dare dipendenza
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 18:29:11 pm
marmocchio
Citazione
Attenzione, qui stiamo introducendo la nozione alla UB del sesso ludico, oppure quella del " sesso caritatevole " di Icarus .

Ma icarus non ha parlato di "sesso caritatevole", mi sembra un'espressione molto riduttiva . Ha parlato di "dovere etico" , cioè del sesso all'interno di una questione etica , inquadrare la sessualità all'interno del discorso etico . Il famoso "dovere coniugale" , inteso come questo . Perchè allora le femministe vanno in bestia se si parla di etica e di moralismo sessuale ? Perchè non sopportano il concetto di "dovere coniugale" perchè a dire loro una donna deve essere libera di rifiutarsi al marito ( mentre invece può essere libera di tradirlo perchè si, il sesso senza tabù e gli altri sono i bigotti) .
Ma pure se fosse "caritatevole" ( e comunque non è questo il concetto espresso ,il concetto si vuole focalizzare sull'etica piuttosto ) , sicuramente è molto meglio del libertinismo moderno .


Citazione
Quando c' era il moralismo sessuale, non esisteva affatto la completa soddisfazione dei bisogni sessuali maschili :
non tutti potevano sposarsi,. gli " emarginati sessuali " ( per motivi vari ) esistevano, perchè il sesso non è un diritto, bensì un' opportunità

Erano semplicemente eccezioni , quelle che dici tu. Ma a noi non devono interessare le eccezioni bensì come si muove la società .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 12, 2016, 18:43:39 pm
marmocchio
Citazione
Forse perchè chi è abitudinario è LUI il problema

Certo , è lui . Ma una volta che ne sei a contatto nella stragrande maggioranza dei casi ne diventi dipendente .
LA tua è un'eccezione, riguardo la coca . Buon per te che non ne sei diventato dipendente. Ma la droga (pornografia) è una sostanza(fenomeno) che di base hanno la dipendenza, sono stati creati apposta per creare dipendenza .Che poi ci sono persone che ne sfuggono, quelle sono eccezioni .

Citazione
Un tempo c' erano possibilità diverse e una vita diversa. Tra l' altro , anche la prostituzione può dare dipendenza

Con la "piccola" differenza che comunque tu un rapporto ce l'hai, andando con una escort . Con la pornografia assolutamente no .
E comunque non ho mai detto che la prostituzione è bella e buona . Non è una valida alternativa ad una bella e soddisfacente relazione, nessuno lo mette in dubbio  . Ma la pornografia è come sentire l'odore del cibo, tu che sei affamato, ma non poterlo mangiare , per fare un paragone . Per cui, per quanto squallido possa essere,  sicuramente la pornografia è peggiore di andare con una prostituta , o escort ( ma quelle di appartamento ovviamente fanno pagare di più, per ovvi motivi fra cui l'igiene) .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 19:11:06 pm
marmocchio
Ma icarus non ha parlato di "sesso caritatevole", mi sembra un'espressione molto riduttiva . Ha parlato di "dovere etico" , cioè del sesso all'interno di una questione etica , inquadrare la sessualità all'interno del discorso etico . Il famoso "dovere coniugale" , inteso come questo . Perchè allora le femministe vanno in bestia se si parla di etica e di moralismo sessuale ? Perchè non sopportano il concetto di "dovere coniugale" perchè a dire loro una donna deve essere libera di rifiutarsi al marito ( mentre invece può essere libera di tradirlo perchè si, il sesso senza tabù e gli altri sono i bigotti) .
Ma pure se fosse "caritatevole" ( e comunque non è questo il concetto espresso ,il concetto si vuole focalizzare sull'etica piuttosto ) , sicuramente è molto meglio del libertinismo moderno .


Erano semplicemente eccezioni , quelle che dici tu. Ma a noi non devono interessare le eccezioni bensì come si muove la società .

Sul sesso all'interno del matrimonio siamo completamente d'accordo, ma non mi pare proprio che Icarus citasse il matrimonio.
Non capisco invece cosa significhi il sesso all'interno del' etica e  comunque sesso caritatevole mi pare una espressione assurda.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 19:14:39 pm
marmocchio
Certo , è lui . Ma una volta che ne sei a contatto nella stragrande maggioranza dei casi ne diventi dipendente .
LA tua è un'eccezione, riguardo la coca . Buon per te che non ne sei diventato dipendente. Ma la droga (pornografia) è una sostanza(fenomeno) che di base hanno la dipendenza, sono stati creati apposta per creare dipendenza .Che poi ci sono persone che ne sfuggono, quelle sono eccezioni .

Con la "piccola" differenza che comunque tu un rapporto ce l'hai, andando con una escort . Con la pornografia assolutamente no .
E comunque non ho mai detto che la prostituzione è bella e buona . Non è una valida alternativa ad una bella e soddisfacente relazione, nessuno lo mette in dubbio  . Ma la pornografia è come sentire l'odore del cibo, tu che sei affamato, ma non poterlo mangiare , per fare un paragone . Per cui, per quanto squallido possa essere,  sicuramente la pornografia è peggiore di andare con una prostituta , o escort ( ma quelle di appartamento ovviamente fanno pagare di più, per ovvi motivi fra cui l'igiene) .

anche io penso che sia meglio la prostituzione della pornografia, però può essere che altri non sia così.
Inoltre, fermo restando che il problema delle dipendenze esiste per molte situazioni, la prostituzione stessa presenta numerosi problemi : il costo, le possibilità di interazioni negative o insoddisfacenti, la possibilità di incappare in retate delle forze dell' ordine, il tempo , ecc .
A mio avviso, si tratta di scelte soggettive, ossia, questione di gusti
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 19:34:18 pm
Diciamo che nella mia esperienza gli uomini di cui ero sicuro che usassero porno erano abbastanza sfigati.

Ed era un'equazione errata, Vicus, perché allora anche andare a puttane dovrebbe essere da "sfigati" (termine che ho abolito dal mio vocabolario).


Citazione
Non ho mai trovato normali quelle pose e quelle situazioni, ben diverse da una donna e da una relazione vera.

Certo che sono irreali, io stesso l'ho evidenziato più volte.
Del resto anche i film d'azione sono irreali, per non parlare dei film sulle arti marziali (tipo quelli di Van Damme o dello stesso Bruce Lee*), che di realistico hanno ben poco.
Tu, che come me, hai praticato le arti marziali, dovresti saperlo bene.
Ergo, i film vanno semplicemente presi per quel che sono: dei film, appunto.
Film che alcuni uomini possono trovare anche stimolanti.

Vicus, la massa maschile non è un blocco monolitico, bensì un qualcosa di molto più variegato.
Poi, mi ripeto, neppure io sono un fan del porno, che attualmente trovo a dir poco noioso.

@@

* Non parliamo poi dei film (americani in primis) odierni, in cui donnicciole di 60-65 kg stendono a colpi di karate o di kung fu uomini grossi come armadi, magari altrettanto "esperti" di arti marziali.  :doh:
Uomini contro i quali io stesso, che piccolino non sono, avrei dei seri problemi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 19:49:45 pm
le cose che vengono definite "irreali" nel porno non sono le scene di sesso esplicito che si vedono, che sono le stesse che si ritroverebbero nella vita reale, ma le situazioni di partenza, il "come si arriva", come sempre i latini lo avevano gia' capito, in medio stat virtus.

Concordo sulle situazioni di partenza e sul "come si arriva"; ma non riguardo alla tua opinione secondo cui le scene di sesso esplicito sarebbero le stesse di un cosiddetto rapporto normale, con una donna non porno attrice.
Volpe argentata, ci sono scene tipo il pissing in bocca (e/o altrove), le fellatio a dieci, dodici, trenta o più uomini che si concludono regolarmente con delle eiaculazioni in bocca e in faccia della tot ragazza, oppure attrici che prendono due cazzi in culo, uno in fica, un altro in bocca e magari ne tengono contemporaneamente altri due nelle mani, che di realistico non hanno nulla.

@@

Scusate il linguaggio esplicito, eh...  :sleep:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 19:58:48 pm
Non so se il termine moralismo descrive la realtà della situazione, una volta il sesso era abbondante e a volontà (alla moglie era persino proibito - come lo sarebbe oggi- negarsi a letto) :lol:

Boh... sarà Vicus, ma io nutro serissimi dubbi al riguardo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 20:01:50 pm
Frank, mi fa piacere che tu non sei andato oltre, ma ti assicuro che la tua é l'eccezione che conferma la regola .

Non sono l'eccezione, Jason, al limite farò parte di una minoranza; ma non sono affatto un caso raro o rarissimo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 20:06:33 pm
La donna reale occidentale ha perso la capacità di amare, troppo inebriata dai media che la fanno sentire dea, così stupida da credere quello che non è, tanto da mettere in crisi quelli che cercano amore che poi è il fine della vita.

Sì, ma non credere che il discorso riguardi solo le occidentali.
Te lo dice uno che di non occidentali ne ha conosciute diverse.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 20:08:22 pm
Quando c' era il moralismo sessuale, non esisteva affatto la completa soddisfazione dei bisogni sessuali maschili :
non tutti potevano sposarsi,. gli " emarginati sessuali " ( per motivi vari ) esistevano, perchè il sesso non è un diritto, bensì un' opportunità

Appunto.
L'eden sessuale non è mai esistito.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 20:20:08 pm
Vicus

Citazione
ma non me ne è mai capitata nessuna che non provasse piacere.

Vicus, una donna può provare piacere ma non necessariamente arrivare all'orgasmo.


Citazione
Forse dipende anche dal fatto che le scegliamo male, o - e qui sarò tacciato di femminismo - che non le sappiamo "lavorare" (approccio troppo diretto e privo di coinvolgimento personale)?

Non è un' opinione "femminista" la tua, poiché gli stessi uomini di una volta sostenevano che con le donne "bisogna saperci fare".
Ossia una affermazione che contiene delle verità, ma che in certi casi può non significare nulla.
Dipende.
Peraltro il discorso può essere rovesciato, perché anche una donna deve "saperci fare".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 12, 2016, 21:25:05 pm
Vicus, una donna può provare piacere ma non necessariamente arrivare all'orgasmo.
Durante l'orgasmo la donna si irrigidisce e fa dei movimenti col bacino, non necessariamente starnazza come nei film. Però, per essere espliciti, se è dilatata come un vaso da balcone è difficile sostenere che non provi piacere :lol:
Non è un' opinione "femminista" la tua, poiché gli stessi uomini di una volta sostenevano che con le donne "bisogna saperci fare".
Ossia una affermazione che contiene delle verità, ma che in certi casi può non significare nulla.
Dipende.
Peraltro il discorso può essere rovesciato, perché anche una donna deve "saperci fare".
Per quel che mi riguarda una donna meno fa è meglio è, ovvero deve essere 'reattiva', non attiva.

Non siamo un blocco monolitico, esprimiamo opinioni in base alle quali il lettore si farà un'idea propria. Chiaro che la pornografia non rende automaticamente dei deviati o dei 'tossici'. Però le dettagliate ricerche postate qui, sembrano dimostrare che la pornografia sia tendenzialmente dannosa, e intrappoli in fantasie irreali che non giovano alla capacità di relazione. Di fatto, non so quanti degli uomini che possiamo prendere a modello, facessero uso di porno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Aprile 12, 2016, 21:33:24 pm
Non so se il termine moralismo descrive la realtà della situazione, una volta il sesso era abbondante e a volontà (alla moglie era persino proibito - come lo sarebbe oggi- negarsi a letto) :lol:
Comunque, parlo di danni della pornografia sotto l'aspetto psicologico e neurologico, non morale. Altri specialisti confermano che chi è assuefatto al porno difficilmente riesce ad integrare rapporti reali nella sua routine sessuale.
Io non credo che la pornografia faccia danni. Ragioniamoci: quella di cui parlate è pornografia, che allargando il discorso è un aspetto dell'asse voyeurismo-esibizionismo. Se si tromba e procede via video o giornaletti, si chiama pornografia; altrimenti si rivela tramite pornosoft, hentai, balneazione, partite di beach volley o di tennis femminile, talent show e vari programmi simili, reality, guardonismo (in caso di trombate reali), passeggiate in centro o al centro commerciale. La domanda incontra l'offerta.
Poi c'è il capitolo di come viene raccontata la questione dal regime: l'uomo, più voyeur, un pervertito sfigato malato, la donna, esibizionista, alla legittima ricerca del piacere vista la sua età e la sua bellezza. Quindi parliamo della stessa medaglia, di cui una faccia è perversione peccaminosa e l'altra è religione.
Di fronte a questa visione ridicola del regime ginarchica o ginecocratico o ginocentrico o come volete chiamarlo, l'antifemminismo dovrebbe buttare tutto nel cesso e ricostruire da capo stando attentissimi a non ricadere nei cliché.
Io metto allo stesso piano la ragazza che si bagna quando il vento le alza la minigonna e lei fa finta di tirarsela giù, con tutti i vari tipi di voyeurismo sia maschile che femminile. O sono tutte dipendenze da evitare o non lo sono nessuno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 12, 2016, 21:33:32 pm
Concordo sulle situazioni di partenza e sul "come si arriva"; ma non riguardo alla tua opinione secondo cui le scene di sesso esplicito sarebbero le stesse di un cosiddetto rapporto normale, con una donna non porno attrice.
Volpe argentata, ci sono scene tipo il pissing in bocca (e/o altrove), le fellatio a dieci, dodici, trenta o più uomini che si concludono regolarmente con delle eiaculazioni in bocca e in faccia della tot ragazza, oppure attrici che prendono due cazzi in culo, uno in fica, un altro in bocca e magari ne tengono contemporaneamente altri due nelle mani, che di realistico non hanno nulla.

@@

Scusate il linguaggio esplicito, eh...  :sleep:

Vabbeh, voglio pensare che se quando facciamo sesso con una donna il piu' delle volte non c'e' (grazie al cielo) un altro uomo (seppur eterosessuale) accanto a noi questo non sia un problema, meno male direi io... :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Aprile 12, 2016, 21:34:40 pm
Ed era un'equazione errata, Vicus, perché allora anche andare a puttane dovrebbe essere da "sfigati" (termine che ho abolito dal mio vocabolario).


 ;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 12, 2016, 21:46:20 pm
Durante l'orgasmo la donna si irrigidisce e fa dei movimenti col bacino, non necessariamente starnazza come nei film. Però, per essere espliciti, se è dilatata come un vaso da balcone è difficile sostenere che non provi piacere :lol:Per quel che mi riguarda una donna meno fa è meglio è, ovvero deve essere 'reattiva', non attiva.

Non siamo un blocco monolitico, esprimiamo opinioni in base alle quali il lettore si farà un'idea propria. Chiaro che la pornografia non rende automaticamente dei deviati o dei 'tossici'. Però le dettagliate ricerche postate qui, sembrano dimostrare che la pornografia sia tendenzialmente dannosa, e intrappoli in fantasie irreali che non giovano alla capacità di relazione. Di fatto, non so quanti degli uomini che possiamo prendere a modello, facessero uso di porno.


sembrano...appunto
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 12, 2016, 23:53:09 pm
Durante l'orgasmo la donna si irrigidisce e fa dei movimenti col bacino, non necessariamente starnazza come nei film. Però, per essere espliciti, se è dilatata come un vaso da balcone è difficile sostenere che non provi piacere :lol:


Infatti ho scritto che prova piacere; ma non necessariamente arriva al fantomatico (perché soventemente lo è :cool:) orgasmo.
Tutto qua.


Citazione
Però le dettagliate ricerche postate qui, sembrano dimostrare che la pornografia sia tendenzialmente dannosa, e intrappoli in fantasie irreali che non giovano alla capacità di relazione.

Io non ho sostenuto che la pornografia "è cosa buona e giusta".
Sicuramente in molti casi fa dei danni; ma da qui a dire che è una regola, ce ne passa.


Citazione
Per quel che mi riguarda una donna meno fa è meglio è, ovvero deve essere 'reattiva', non attiva.

Sì, capisco cosa vuoi dire, ma anche una donna deve pur saper fare qualcosa.
Un esempio: i pompini, che non tutte sanno fare.
Anzi, spesso sono delle vere imbranate.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 13, 2016, 00:14:15 am
L'orgasmo femminile non è necessario in natura. Può non arrivarci, ma anche arrivarci più volte nello stesso rapporto.
Sì, capisco cosa vuoi dire, ma anche una donna deve pur saper fare qualcosa.
Un esempio: i pompini, che non tutte sanno fare.
Anzi, spesso sono delle vere imbranate.
In effetti. Ma ho abbandonato presto queste "varianti" perché a mio personale parere è più coinvolgente quando il piacere è reciproco.
La donna deve "rispondere" nel rapporto ma non trovo erotico che si dimeni come nei film.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 13, 2016, 00:40:08 am
Sul sesso all'interno del matrimonio siamo completamente d'accordo, ma non mi pare proprio che Icarus citasse il matrimonio.
Non capisco invece cosa significhi il sesso all'interno del' etica e  comunque sesso caritatevole mi pare una espressione assurda.

No, ma come ben sai nelle società dove vige il moralismo sessuale il matrimonio è molto più tutelato .
Sesso all'interno dell'etica inteso come rapporti uomini donne (quindi anche il sesso) inquadrati appunto dentro l'etica. Il liberismo sessuale è il sesso al di fuori dell'etica . Il femminismo è fuori dall'etica .

frank
Citazione
Non sono l'eccezione, Jason, al limite farò parte di una minoranza; ma non sono affatto un caso raro o rarissimo.

Forse mi esprimo male io , ma è ovvio che tu non sei un caso rarissimo , sei l'eccezione nel senso che sei UN eccezione.
Nel senso che non sei rarissimo, ma il tuo caso rappresenta una buona minoranza  :)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Aprile 13, 2016, 00:48:08 am
frank
Citazione
Sì, capisco cosa vuoi dire, ma anche una donna deve pur saper fare qualcosa.
Un esempio: i pompini, che non tutte sanno fare.
Anzi, spesso sono delle vere imbranate.

Frank , il problema è che il più delle volte , le donne moderne e femministe ( e spesso coincidono) non  fanno autocritica nemmeno a letto. Anzi loro pretendono da te uomo tanto : di contro invece quello che fanno a te lo fanno quasi per elemosina . E te lo dice uno abbastanza "moralista" anche su certe pratiche sessuali    :)

Citazione
L'orgasmo femminile non è necessario in natura. Può non arrivarci, ma anche arrivarci più volte nello stesso rapporto.

Non sarà necessario , però comunque le donne ( tutte, sia femministe che non, sia religiose che non, sia brutte che belle, etc.) vogliono essere soddisfatte a letto .


Citazione
La donna deve "rispondere" nel rapporto ma non trovo erotico che si dimeni come nei film.

Anche perchè sembra che si ingigantisca fino allo stremo, paradossalmente può rovinare il rapporto sessuale .

Citazione
Ma ho abbandonato presto queste "varianti" perché a mio personale parere è più coinvolgente quando il piacere è reciproco

La penso pure io così , io considero importante il piacere reciproco . Non per dover dimostrare qualcosa, per il senso del rispetto del mio corpo e di quello della partner, e della persona .

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 13, 2016, 07:44:30 am
L'orgasmo femminile non è necessario in natura. Può non arrivarci, ma anche arrivarci più volte nello stesso rapporto.In effetti. Ma ho abbandonato presto queste "varianti" perché a mio personale parere è più coinvolgente quando il piacere è reciproco.
La donna deve "rispondere" nel rapporto ma non trovo erotico che si dimeni come nei film.

queste però sono preferenze personali. A molti uomini, invece, alcune varianti piacciono.per esempio quella citata da Frank.
E piace pure alle donne , sulle quali rischiamo di passare da un estremo all'altro.
Se è vero che la pornografia offre situazioni talvolta grottesche, non possiamo dire che le donne nno apprezzano il sesso.
Lo apprezzano , anche in modo attivo, con le loro modalità, ovvero all'interno della coppia.
Certo, è più facile avere problemi sessuali per ledonne che non per gli uomini e oggi si tende a dare sempre la colpa all'uomo.
C'è da dire che la stessa pornografia è modellata sulle fantasie maschili, dato che sono i maschi i maggiori utenti di tale " materia ".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Aprile 13, 2016, 07:49:18 am
No, ma come ben sai nelle società dove vige il moralismo sessuale il matrimonio è molto più tutelato .
Sesso all'interno dell'etica inteso come rapporti uomini donne (quindi anche il sesso) inquadrati appunto dentro l'etica. Il liberismo sessuale è il sesso al di fuori dell'etica . Il femminismo è fuori dall'etica .

il femminismo è fuori da tutto :D
Sesso all' interno dell etica ?
quale etica ?
e di preciso, cosa significa ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 13, 2016, 12:47:09 pm
...ma una della tante, innummerevoli, contraddizioni del femminismo e' proprio e' proprio la mancata "liberazione sessuale" come noi la intenderemmo, il femminismo moderno la intende come liberta' della donna di fare quello che vuole, in realta' molte riempendosi la testa di cazzate e di aspettative fuori dalla realta' scelgono "liberamente" di non fare un piffero, altrimenti come altri hanno gia' fatto notare la prostituzione stessa dovrebbe essere in declino progressivo, ma pare che i numeri dicano un'altra cosa, quindi occhio a confondere il libertinaggio "ideologico" con quello effettivo, anzi direi che al giorno d'oggi un ragazzo che si affaccia all'eta' adulta e che si ritrova ad essere, in senso lato, poco "attraente" abbia meno possibilita' che nel passato, quando in vista della tappa del matrimonio (che allora era ancora una tappa basilare) si attivava la famiglia stessa od il cerchio ristretto delle proprie conoscenze per favorire un incontro, e poco inportava se eri bruttino e con poche risorse economiche, oggi un uomo del genere nella peggiore delle ipotesi va a ritrovarsi in mezzo ad una strada se trova moglie e questa decide di separarsi da lui, nella "migliore" resta solo...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 13, 2016, 13:08:16 pm
in realta' molte riempendosi la testa di cazzate e di aspettative fuori dalla realta' scelgono "liberamente" di non fare un piffero
Bingo, la stragrande maggioranza è così.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 13, 2016, 15:58:11 pm
è una età ottima, come mai così pessimista ?
Diciamo che il mio rapporto con le donne, che pure è miglioratoi negli ultimi anni, non è il massimo... e non dico altro
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 13, 2016, 16:05:16 pm
Sebastiano, sentiamo il tuo parere sincero: a prescindere dallo sfogo sessuale, di per sé la pornografia ti fa star meglio o peggio? Se non ci fosse staresti peggio o migliorerebbe -tra l'altro- la tua autostima?
Fino all'anno scorso non mi ponevo tanto il problema, se non per il fatto che sentivo che era quasi un surrogato dell'avere un normale rapporto con le donne. Dall'anno scorso ho dei sensi di colpa che vanno e vengono. Comunque credo che se non ci fosse semplicemente tornerei a immaginare di scopare con le ragazze che conosco a scopo di sfogo, cosa che ogni tanto mi capita comunque ancora di fare... ma la via pornografica in un certo senso c'è sempre stata, ho vissuto gli anni a cavallo tra i 90 e i 2000 in cui tra tv, calendari sexy, ecc... c'era solo l'imbarazzo della scelta. Ah, e leggevo anche manga, che spesso sono pieni di cosidetti fan service, ovvero personaggi femminili nudi o seminudi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 13, 2016, 17:20:09 pm
Mi pare quindi di capire che il porno non ti rende più sicuro di te e disinvolto con le donne.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Aprile 13, 2016, 17:25:19 pm
Diciamo che il mio rapporto con le donne, che pure è miglioratoi negli ultimi anni, non è il massimo... e non dico altro

Ti hanno gia' detto che il problema e' solo tuo e che dovresti "cambiare" mentre le donne che incontri le devi accettare per quelle che sono?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 13, 2016, 17:36:14 pm
Ti hanno gia' detto che il problema e' solo tuo e che dovresti "cambiare" mentre le donne che incontri le devi accettare per quelle che sono?
Sì ma effettivamente non è che abbia incontrato dei mostri di donne, anzi il dramma è che a me piace molto il genere brava ragazza quindi non posso recriminare più di tanto
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 13, 2016, 17:37:39 pm
Mi pare quindi di capire che il porno non ti rende più sicuro di te e disinvolto con le donne.
No ma non è neanche un obiettivo che mi sono mai posto guardando pornografia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 13, 2016, 18:19:13 pm
No ma non è neanche un obiettivo che mi sono mai posto guardando pornografia.
Intendo dire che, al di là dei tuoi obiettivi, la pornografia non sembra renderti migliore o più felice, forse l'opposto.
Concordo con Volpe, le donne "per come sono", sono inaccettabili in termini di carattere e affidabilità.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Aprile 13, 2016, 19:13:25 pm
Intendo dire che, al di là dei tuoi obiettivi, la pornografia non sembra renderti migliore o più felice, forse l'opposto.
Concordo con Volpe, le donne "per come sono", sono inaccettabili in termini di carattere e affidabilità.
Diciamo che finché non ci pensavo, ero soddisfatto per lo sfogo di certi impulsi, ultimamente però anche se soddisfo gli impulsi non è che mi senta poi così bene.

Effettivamente quanto ad affidabilità, a parte casi eccezionali, le donne non sono il massimo. Il carattere invece di solito mi va bene, almeno in quelle con cui ho a che fare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 13, 2016, 22:52:56 pm
Diciamo che finché non ci pensavo, ero soddisfatto per lo sfogo di certi impulsi, ultimamente però anche se soddisfo gli impulsi non è che mi senta poi così bene.
La frustrazione (non solo sessuale) è oggi una condizione comune a moltissimi uomini, che si sfogano come possono. E' quindi facile creare malintesi, ma chiarisco che non si tratta di "repressione". La questione è se usare il porno serva a qualcosa, ovvero se peggiori la situazione. Sono state espresse varie opinioni in questo topic e il lettore si farà un'idea su quale sia la più attendibile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Maggio 16, 2016, 19:35:00 pm
A me la pornografia (più l'antifemminismo,credo) ha diminuito di parecchio il coinvolgimento emotivo/sessuale verso le ragazze. Non dico tanto per dire, con l'ultima non venivo mai (nonostante il suo impegno in tal senso, se si capisce a cosa alludo :wub: ) e non sono certo un pornoattore... Se ti abitui al porno poi ti disabitui al sesso reale (e forse di riflesso anche ai generici rapporti amicali/lavorativi ecc. con donne), o almeno PER ME è così, a me grandi quantità di porno hanno fatto questo effetto e sto cercando di ridurre.

Va bene come valvola di sfogo ma una volta a settimana/due settimane basta e avanza imho.

Cmq specifico PER ME perché vedo che per tanti è l'opposto...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 01:03:52 am
A me la pornografia (più l'antifemminismo,credo) ha diminuito di parecchio il coinvolgimento emotivo/sessuale verso le ragazze. Non dico tanto per dire, con l'ultima non venivo mai (nonostante il suo impegno in tal senso, se si capisce a cosa alludo :wub: ) e non sono certo un pornoattore... Se ti abitui al porno poi ti disabitui al sesso reale (e forse di riflesso anche ai generici rapporti amicali/lavorativi ecc. con donne), o almeno PER ME è così, a me grandi quantità di porno hanno fatto questo effetto e sto cercando di ridurre.

Va bene come valvola di sfogo ma una volta a settimana/due settimane basta e avanza imho.

Cmq specifico PER ME perché vedo che per tanti è l'opposto...
Questo conferma quanto affermato dallo studio sulla pronografia, la quale crea una dipendenza che:
1. Obbliga a cercare immagini sempre più estreme per ottenere soddisfazione
2. Diminuisce la soddisfazione del sesso reale (non mancano le testimonianze di mogli trascurate da mariti che fanno uso abituale di pornografia)
Inoltre, è un altro mattone nel muro tra i sessi, sempre più assuefatti a soddisfazioni virtuali e sempre più incapaci di interagire tra loro e di capirsi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 17, 2016, 06:57:55 am
Questo conferma quanto affermato dallo studio sulla pronografia, la quale crea una dipendenza che:
1. Obbliga a cercare immagini sempre più estreme per ottenere soddisfazione
2. Diminuisce la soddisfazione del sesso reale (non mancano le testimonianze di mogli trascurate da mariti che fanno uso abituale di pornografia)

Per molti uomini è sicuramente così; ma per me non lo è stato.
Ok, io non ne ho fatto un grande uso e peraltro certi film li guardavo più che altro da ragazzo, ai tempi del VHS, però devo dire che tutti questi problemi il porno non me li ha creati affatto.

Inoltre, per quanto mi riguarda, sono altri i fattori che hanno diminuito la mia attrazione verso le donne; e sono tutti legati al modo di ragionare e di comportarsi delle pretenziose e lagnosissime appartenenti al sesso femminile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Volpe argentata - Maggio 17, 2016, 07:07:56 am
Avete notato che certa gente afferma con autocompiacimento che la pornografia non ha niente a che vedere col sesso vissuto nella realta' quotidiana e subito dopo magari inizia a disquisire di disfunzioni sessuali reali o presunte (come l'eiaculazione precoce di cui abbiamo parlato piu' volte) lasciando intendere che se un uomo non dura "abbastanza" o gli si ammoscia prima o durante l'atto sessuale deve immediatamente farsi "curare?"

Ma pene sempre in tiro e eiaculazioni ritardate al massimo non sono proprio "tipiche" dei film porno?
Come mai non si rendono conto di questa contraddizione?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 07:56:28 am
Per molti uomini è sicuramente così; ma per me non lo è stato.
Ok, io non ne ho fatto un grande uso e peraltro certi film li guardavo più che altro da ragazzo, ai tempi del VHS, però devo dire che tutti questi problemi il porno non me li ha creati affatto.

Inoltre, per quanto mi riguarda, sono altri i fattori che hanno diminuito la mia attrazione verso le donne; e sono tutti legati al modo di ragionare e di comportarsi delle pretenziose e lagnosissime appartenenti al sesso femminile.
Non ho una conoscenza approfondita di come uomini con un altro stile di vita suscitino l'interesse delle donne. Noto però che tutti quelli che qui ricorrono a pornografia e prostitute sembrano lamentare molto di più una scarsa libido delle loro compagne, come pure un rapporto umano senza interesse.
L'uso abbondante di pornografia può essere alienante, ed è conseguenza come causa dell'assenza di vita sociale: i pornomani bolliti non si ricordano più come è fatta una donna, specie dal punto di vista umano e psicologico, perché la pornografia ritrae situazioni completamente irreali.
Comunque stiano le cose, le donne fiutano gli affamati che considerano succubi di quello che qui viene considerato il loro "potere sessuale" (di cui parlano ripetutamente moltissimi utenti), mentre sono attratte (anche fisicamente) dagli uomini con una personalità più forte dei loro impulsi fisici. A livello di personalità,* l'ascendente sulle donne è direttamente proporzionale alla disciplina di cui un uomo è capace.
Per fare un esempio terra-terra: chi attrae di più le donne, quello che ha una pila di Playboy sotto al materasso o l'atleta?

* Anche lo status sociale gioca un ruolo rilevante, ma non esclusivo: persino nel mondo dello spettacolo non mancano donne che prediligono uomini di carattere a colleghi che definiscono "bamboccetti".

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 17, 2016, 11:23:52 am
Non ho una conoscenza approfondita di come uomini con un altro stile di vita suscitino l'interesse delle donne. Noto però che tutti quelli che qui ricorrono a pornografia e prostitute sembrano lamentare molto di più una scarsa libido delle loro compagne, come pure un rapporto umano senza interesse.
L'uso abbondante di pornografia può essere alienante, ed è conseguenza come causa dell'assenza di vita sociale: i pornomani bolliti non si ricordano più come è fatta una donna, specie dal punto di vista umano e psicologico, perché la pornografia ritrae situazioni completamente irreali.
Comunque stiano le cose, le donne fiutano gli affamati che considerano succubi di quello che qui viene considerato il loro "potere sessuale" (di cui parlano ripetutamente moltissimi utenti), mentre sono attratte (anche fisicamente) dagli uomini con una personalità più forte dei loro impulsi fisici. A livello di personalità,* l'ascendente sulle donne è direttamente proporzionale alla disciplina di cui un uomo è capace.
Per fare un esempio terra-terra: chi attrae di più le donne, quello che ha una pila di Playboy sotto al materasso o l'atleta?

* Anche lo status sociale gioca un ruolo rilevante, ma non esclusivo: persino nel mondo dello spettacolo non mancano donne che prediligono uomini di carattere a colleghi che definiscono "bamboccetti".

Concordo . Checchè ne dica la gente , alle donne piacciono gli uomini col senso della disciplina .
Solo le femministe adorano uomini alpha che però siano anche brutali con altri uomini, zerbini e femministi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 17, 2016, 11:46:43 am
Concordo . Checchè ne dica la gente , alle donne piacciono gli uomini col senso della disciplina .
Solo le femministe adorano uomini alpha che però siano anche brutali con altri uomini, zerbini e femministi.

Mi autocito, aggiungendo che la pornografia fa aumentare il desiderio sessuale negli uomini che ne usufruiscono. Oltre alle decine di effetti negativi già noti .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Maggio 17, 2016, 11:51:19 am
Cmq, tanto bene non fa. Non a caso si è diffusa di pari passo col femminismo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 12:08:58 pm
Cmq, tanto bene non fa. Non a caso si è diffusa di pari passo col femminismo.
A chi più a chi meno, il femminismo ha fatto chiudere bottega a tutti. :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Maggio 17, 2016, 13:16:56 pm
Cmq, tanto bene non fa. Non a caso si è diffusa di pari passo col femminismo.
Secondo me fa male nel senso che ti abitui a tutte quelle fighe e poi nella realtà devi interagire (a parte la stronzaggine intrinseca che concerne tutte) con delle pantegane vere e proprie, soprattutto quando si è di mezza età e quindi non più giovani e/o belli e soprattutto né ricchi né potenti.
Questo ragionamento vale anche per le mignotte, nel senso che quando esci da quei paradisi che sono le case di tolleranza hai voglia a ritornare dalle donne comuni...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Maggio 17, 2016, 15:47:28 pm
...sulla pronografia...

Pronografia sarebbe la definizione esatta della stampa generalista occidentale, ora che ci penso... :hmm: :D :lol:


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 17:08:23 pm
Saggezza della nuova tastiera (che a volte ha le lune, anzi il ghosting) :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Maggio 17, 2016, 17:46:41 pm
Pronografia sarebbe la definizione esatta della stampa generalista occidentale, ora che ci penso... :hmm: :D :lol:
:D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 17, 2016, 18:23:00 pm
Comunque stiano le cose, le donne fiutano gli affamati che considerano succubi di quello che qui viene considerato il loro "potere sessuale" (di cui parlano ripetutamente moltissimi utenti),

Vicus, personalmente e ormai da tempo, considero più che altro una leggenda urbana il presunto "fiuto femminile", che soventemente non "fiuta" proprio nulla.
Quello che trovo sconcertante è il fatto che i primi a credere a questa leggenda sono proprio gli uomini.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 18:31:46 pm
Vicus, personalmente e ormai da tempo, considero più che altro una leggenda urbana il presunto "fiuto femminile", che soventemente non "fiuta" proprio nulla.
Eh già, ma intanto qui è tutto un coro su ciò che viene definito nientemeno che potere sessuale femminile, con annesso disinteresse agli approcci maschili.
Non mi riferisco affatto al leggendario (e inesistente) intuito femminile, le donne prendono spesso cantonate madornali.
C'è poco da fiutare inoltre, l'uomo "affamato" - è un improprio eufemismo, dovrei usare un'altra parola - si vede lontano un miglio. Non è che alle donne dispiaccia vedere uomini attratti da loro, ma (come pure si è detto qui) non trovano attraente che questi di fronte a loro perdano ogni dignità.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 17, 2016, 18:39:23 pm
A livello di personalità,* l'ascendente sulle donne è direttamente proporzionale alla disciplina di cui un uomo è capace.

Sì, è chiaro che soprattutto in età adulta la personalità è importante, solo che quando si parla di uomini comuni la suddetta personalità non è affatto una garanzia per "conquistare" le donne.
Dipendesse solo da quella, avrei avuto centinaia di donne...  :cool:


Citazione
Per fare un esempio terra-terra: chi attrae di più le donne, quello che ha una pila di Playboy sotto al materasso o l'atleta?

Sì, capisco cosa vuoi dire; tuttavia, mettendola per un attimo sul personale, io leggevo Playboy ed ero pure un atleta e posso dirti che all'epoca avevo un discreto successo con le ragazze.
Diciamo pure che la realtà ha molti più colori e sfumature.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 18:48:31 pm
Chi svolge attività fisica per esempio, può assorbire più alte dosi di pornografia senza conseguenze particolari, ma in molti altri casi non è così.
Sì, è chiaro che soprattutto in età adulta la personalità è importante, solo che quando si parla di uomini comuni la suddetta personalità non è affatto una garanzia per "conquistare" le donne.
Sono tutti elementi che attraggono le donne, quando scarseggia l'uno ci vogliono maggiori quantità dell'altro per ristabilire la proporzione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 17, 2016, 19:46:29 pm
Le sfumature ci sono per catalogare uomini e donne. Ovvio che un uomo prestante, muscoloso , possente e abbastanza ricco che ogni tanto guarda un porno , non verrà mai percepito come un uomo solo e bruttino che guarda un porno .

A tal proposito segnalo un vecchio post :

Citazione
CATEGORIA UOMO APPETIBILE (cosiddetto per esemplificazione ALFA)..
..CLASSE VIP "SUPER-CORTEGGIATI":
1) atleti di spettacolo (calciatori ad esempio) fotomodelli e superdotati.
2) fotomodelli palestrati ricchi e superdotati.
3) fotomodelli palestrati superdotati.
4) uomini di potere (potere politico o sociale) di buon aspetto fisico.
5) uomini di spettacolo (dal presentatore al regista, dall'attore al comico) di buon aspetto fisico.
6) atleti di spettacolo (calciatori ad esempio) di buon aspetto fisico.
7) atleti semplici però di buon aspetto fisico.
8) uomini brutti che appalesano la loro ENORME ricchezza.

come vedete, la ricchezza semplice è l'ultimo elemento in ordine di importanza, in fase sessuale è molto più decisiva la bellezza, molto più importante il successo, il potere.

CATEGORIA UOMO APPETIBILE (cosiddetto per esemplificazione ALFA)..
..CLASSE TOP "CORTEGGIATI":
1) fotomodelli palestrati.
2) uomini di potere (potere politico o sociale) brutti.
3) uomini di spettacolo (dal presentatore al regista, dall'attore al comico) brutti.
4) atleti di spettacolo (calciatori ad esempio) brutti.
5) superdotati brutti per passaparola.
6) uomini spiccattamente intelligenti e carismatici nella loro cerchia sociale.

TUTTI GLI UOMINI CHE NON RIENTRANO IN QUESTA RISTRETTA MINORANZA DI UOMINI (perchè scritto così sembrano tanti.. ma in realtà a che percentuale si arriverebbe?!)..
..SI POSSONO CLASSIFICARE COME UOMINI BETA.

Chiaro che qui vi sono le adeguate sfumature, perchè un uomo bruttino che comunque è estremamente intelligente e carismatico un discreto successo lo ha .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: KasparHauser - Maggio 17, 2016, 20:22:05 pm
Per tornare in tema, non è propriamente la pornografia tout-court a essere nociva sulle prestazioni reali, ma la pornodipendenza, che è uin salto di qualità sull'utilizzo della pornografia e che vede la sua comparsa principalmente con la diffusione di internet, quando cioè è stato possibile consumare per molto tempo al giorno, tutti i giorni e gratis grandi quantità di immagini e filmati pornografici.
Studi sul tema assicurano che la pornodipendenza sia causa di calo del desiderio e disfunzioni erettili quando il soggetto si approccia a un'esperienza sessuale reale.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 17, 2016, 20:51:55 pm
Per tornare in tema, non è propriamente la pornografia tout-court a essere nociva sulle prestazioni reali, ma la pornodipendenza, che è uin salto di qualità sull'utilizzo della pornografia e che vede la sua comparsa principalmente con la diffusione di internet, quando cioè è stato possibile consumare per molto tempo al giorno, tutti i giorni e gratis grandi quantità di immagini e filmati pornografici.
Studi sul tema assicurano che la pornodipendenza sia causa di calo del desiderio e disfunzioni erettili quando il soggetto si approccia a un'esperienza sessuale reale.
Ma infatti uno dei principali problemi della pornografia è la sua facile accessibilità. A quanto pare gli studi sui danni che provoca abbondano, neppure uno che affermi che "fa bene" :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Maggio 17, 2016, 21:07:20 pm
Secondo me fa male nel senso che ti abitui a tutte quelle fighe e poi nella realtà devi interagire (a parte la stronzaggine intrinseca che concerne tutte) con delle pantegane vere e proprie, soprattutto quando si è di mezza età e quindi non più giovani e/o belli e soprattutto né ricchi né potenti.
Questo ragionamento vale anche per le mignotte, nel senso che quando esci da quei paradisi che sono le case di tolleranza hai voglia a ritornare dalle donne comuni...
Scusa, ma che ragionamento è?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 18, 2016, 01:43:49 am
Vicus, neppure la castità fa bene.
Anzi, dal mio punto di vista fa male.

Diciamo pure che ci vorrebbe un po' di equilibrio nelle cose.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 18, 2016, 08:35:34 am
Frank, l'argomento del topic non è la castità, del resto praticata da secoli da molte civiltà con effetti salutari. Da quel che dici sembra quasi che secondo te la pornografia (che è un'invenzione recente) sia l'unica alternativa.
Molti che la pensano diversamente da me hanno detto qui che ha effetti dannosi per diversi motivi e ad oggi tutte le ricerche indipendenti sembrano confermarlo.
Non metto in dubbio che per te non sia stato così, ma è come dire che il fumo fa bene, perché molte persone fumano un pacchetto al giorno senza conseguenze particolari.
Ribadisco che la castità non è la soluzione alla QM e che sono qui per proporre una società in cui gli uomini siano cittadini di pieno diritto e possano avere relazioni con le donne armoniche e senza problemi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 18, 2016, 08:40:14 am
Penso che ci sia un equivoco.

Sicuramente la castitá , intesa come astinenza TOTALE, non la praticano tutti e non é per tutti, se non per monaci e sacerdoti .

Ma per un uomo normale, la castitá intesa come astinenza prematrimoniale, non é in alcun modo un danno . A dire il vero neppure la totale lo é, ma come ho scritto sopra, quella totale non é per tutti.

Quello che contestiamo nel topic é l'idea che la pornografia sia il male minore, o addirittura una valida alternativa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Maggio 18, 2016, 11:15:48 am
Eh già, ma intanto qui è tutto un coro su ciò che viene definito nientemeno che potere sessuale femminile, con annesso disinteresse agli approcci maschili.
Non mi riferisco affatto al leggendario (e inesistente) intuito femminile, le donne prendono spesso cantonate madornali.
C'è poco da fiutare inoltre, l'uomo "affamato" - è un improprio eufemismo, dovrei usare un'altra parola - si vede lontano un miglio. Non è che alle donne dispiaccia vedere uomini attratti da loro, ma (come pure si è detto qui) non trovano attraente che questi di fronte a loro perdano ogni dignità.
Schematicamente:
non freddi altrimenti non si potrebbero sfruttare,
non morti di figa, perché se si svendono significa che hanno poco value, se hanno tante energie sessuali sono inaffidabili.
Ripeto: Sfruttamento = Disponibilità x Value
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 18, 2016, 19:42:04 pm
Da quel che dici sembra quasi che secondo te la pornografia (che è un'invenzione recente) sia l'unica alternativa.

Vicus, tra i miei tanti post non ce n'è nemmeno uno in cui sostengo che la pornografia è l'unica alternativa.  :cool:
Tuttavia, pornografia o meno, resto (e resterò) dell'opinione che una sana attività sessuale è  assolutamente benefica e niente affatto malefica.
Il sesso è e dà energia.


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 18, 2016, 19:53:33 pm
Vicus, tra i miei tanti post non ce n'è nemmeno uno in cui sostengo che la pornografia è l'unica alternativa.  :cool:
Tuttavia, pornografia o meno, resto (e resterò) dell'opinione che una sana attività sessuale è  assolutamente benefica e niente affatto malefica.
Il sesso è e dà energia.
Non penso affatto che il sesso faccia male. Le ricerche in questione come l'opinione di altri riguardano esclusivamente la pornografia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 18, 2016, 23:01:20 pm
Tutte le persone visceralmente contrarie alla pornografia senza se e senza ma , sia agnostiche/atee che credenti/clericali, non sono mai sessuofobe .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 18, 2016, 23:05:06 pm
Testimonianza abbastanza recente , del 2014 . Mi permetto di considerarla affidabile perchè non è la prima volta che  leggo sfoghi del genere . Più che di rabbia, sono  infarciti di disperazione .

http://www.sfoghiamoci.com/Altro/11471/guarda+siti+porno+anzich+fare+lamore+con+me.html

Citazione

perché preferisce i siti porno a me? Eppure non faccio così schifo. perché mi sta umiliando così? perché quando gliel'ho fatto notare per lui non c'era niente di male? preferisce il porno anziché fare l'amore con me.

Qui mi rimetto a Vicus, perchè credo che questo sia il perfetto collegamento , il filo d'unione, fra questo topic sulla pornografia e quello sulla libido femminile , quindi Vicus puoi anche spostarlo se lo ritieni opportuno .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 18, 2016, 23:32:45 pm
Per ora lo lascio qui, mi pare più che pertinente. Da quel che dice questa donna hanno un buoni rapporti, probabilmente si sbaglia nel pensare che il marito voglia umiliarla (i castelli mentali delle donne sono proverbiali), ma questo è il risultato della pornodipendenza, che talora rischia di sfasciare irrimediabilmente la coppia.
credo che questo sia il perfetto collegamento , il filo d'unione, fra questo topic sulla pornografia e quello sulla libido femminile , quindi Vicus puoi anche spostarlo se lo ritieni opportuno .
Non pretendo di dare lezioni a nessuno, ma quando avevo altre convinzioni ho fatto anch'io le mie esperienze e da quel che leggo in questo forum non posso escludere che vari fattori (pornografia inclusa) sabotino l'attitudine a una sana comunicazione tra uomini e donne, con ovvi risultati sulla libido di queste ultime, strettamente legata a fattori psicologici.
Tutte le volte che sono stato con una donna ho sempre avuto un interesse umano, né mi sono posto obiettivi tipo andarci a letto alla terza uscita (di solito ci volevano settimane o anche più trattandosi sempre di relazioni di lunga durata). Ciò si è sempre tradotto in una libido eccellente e costante da parte loro, talora sorprendente, ossia senza dire o fare nulla di particolare. Che ciò non dipenda dal modo di vedere e gestire una relazione?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 18, 2016, 23:40:09 pm
Citazione
    perché preferisce i siti porno a me? Eppure non faccio così schifo. perché mi sta umiliando così? perché quando gliel'ho fatto notare per lui non c'era niente di male? preferisce il porno anziché fare l'amore con me.

Se gli uomini la dicessero tutta e facessero l'elenco di tutte le umiliazioni che subiscono nell'arco della vita da parte del c.d. "gentil sesso", certe affermazioni femminili apparirebbero come quisquilie.

Per esempio: pagare una donna è non è umiliante ?
Oppure qualcuno crede realmente che sia "eccitante" ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Maggio 19, 2016, 00:18:34 am
Per ora lo lascio qui, mi pare più che pertinente. Da quel che dice questa donna hanno un buoni rapporti, probabilmente si sbaglia nel pensare che il marito voglia umiliarla (i castelli mentali delle donne sono proverbiali), ma questo è il risultato della pornodipendenza, che talora rischia di sfasciare irrimediabilmente la coppia.Non pretendo di dare lezioni a nessuno, ma ho fatto anch'io le mie esperienze e da quel che leggo in questo forum non posso escludere che vari fattori (pornografia inclusa) sabotino l'attitudine a una sana comunicazione tra uomini e donne, con ovvi risultati sulla libido di queste ultime, strettamente legata a fattori psicologici.
Tutte le volte che sono stato con una donna ho sempre avuto un interesse umano, né mi sono posto obiettivi tipo andarci a letto alla terza uscita (di solito ci volevano settimane o anche più trattandosi sempre di relazioni di lunga durata). Ciò si è sempre tradotto in una libido eccellente e costante da parte loro, talora sorprendente, ossia senza dire o fare nulla di particolare. Che ciò non dipenda dal modo di vedere e gestire una relazione?

Che i castelli mentali delle donne, nonchè la loro egocentricità* , siano arcinote, questo lo sanno pure le pietre.
Ho voluto mettere questo link non perchè creda che davvero il marito di questa donna la umili, ma per dimostrare ancora una volta gli effetti deleteri della pornografia. E contemporaneamente anche quello che io e te sosteniamo sulla libido .

*a dire il vero, se non sono egocentriche - ma moltissime lo sono e come - , sono comunque parecchio vanitose . A meno che l'industria di trucchi, rossetti , smalti, cosmetici , orecchini, mascara , gioielli e gioiellini non siano sempre prosperose per il puro caso  :lol:


Frank , nessuno nega che gli uomini subiscano umiliazioni talora peggiori** di questa , ma il mio scopo non era quello di dimostrare che le donne subiscono umiliazioni . Già il pagare una donna per poter fare qualcosa che si potrebbe fare gratis dice molto.

**Per esempio , l'essere abbandonati dalla moglie, nonostante le sue promesse di fedeltà ed amore eterno, e senza una giustificata e valida causa, è un'umiliazione che comporta nella maggioranza dei casi un atroce dolore negli uomini , che va al di là delle leggi sul divorzio o dei figli negati , ma è proprio il soffrire la rottura senza giusta causa . Perchè poi , se sono le donne ad essere abbandonate senza giusta causa e condannate a soffrire dolori disperati, sai le mobilitazioni femministe di massa  :unsure:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Maggio 19, 2016, 22:23:42 pm
Scusa, ma che ragionamento è?
Beh se ti abitui in un certo modo... prova tu a magnar la sbobba dopo una vita di manicaretti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Maggio 20, 2016, 00:14:49 am
Beh se ti abitui in un certo modo... prova tu a magnar la sbobba dopo una vita di manicaretti.

Quello che dici vale di solito per la vita di coppia, dove troncare porta ad una crisi di astinenza. Ma allora, a questo punto, uno rifiuta qualsiasi bella prospettiva (un bel guadagno, un bel viaggio...), per paura di cadere.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Maggio 20, 2016, 13:02:14 pm
Quello che dici vale di solito per la vita di coppia, dove troncare porta ad una crisi di astinenza. Ma allora, a questo punto, uno rifiuta qualsiasi bella prospettiva (un bel guadagno, un bel viaggio...), per paura di cadere.
Ma non intendevo la paura, anzi, solo che le buone abitudini sono dure da abbandonare... tipo bazzicare per un po' la gnocca dell'est beh sono cavoli a tornare con le italiane, ti fan schifo tutte.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Maggio 20, 2016, 13:25:57 pm
Ma non intendevo la paura, anzi, solo che le buone abitudini sono dure da abbandonare... tipo bazzicare per un po' la gnocca dell'est beh sono cavoli a tornare con le italiane, ti fan schifo tutte.

Forte e chiaro :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 20, 2016, 15:32:31 pm
Sì, d'accordo, ma estetica a parte non è che andare a puttane (dell'est o meno) sia tutta 'sta gran cosa.
Anzi, in molti casi è meglio "fare da soli", perché diciamolo: solitamente la scopata con la puttana è un qualcosa di molto rapido e niente affatto appagante.
Solo il fatto di dover usare il preservativo è già di per sé ammosciante.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Maggio 20, 2016, 15:46:58 pm
Sì, d'accordo, ma estetica a parte non è che andare a puttane (dell'est o meno) sia tutta 'sta gran cosa.
Anzi, in molti casi è meglio "fare da soli", perché diciamolo: solitamente la scopata con la puttana è un qualcosa di molto rapido e niente affatto appagante.
Solo il fatto di dover usare il preservativo è già di per sé ammosciante.
Beh, insomma, nel bordello sono tre quarti d'ora, non è male, poi il cappuccio si deve mettere non solo con le professioniste, ma anche se hai avventure con una ragazza qualsiasi, anzi soprattutto con queste direi visti i tempi che corrono.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Maggio 20, 2016, 15:55:26 pm
Anzi, in molti casi è meglio "fare da soli", perché diciamolo: solitamente la scopata con la puttana è un qualcosa di molto rapido
Sono loro stesse a mettere fretta rendendo l'esperienza ancora più squallida.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 20, 2016, 16:00:14 pm
Beh, insomma, nel bordello sono tre quarti d'ora, non è male, poi il cappuccio si deve mettere non solo con le professioniste, ma anche se hai avventure con una ragazza qualsiasi, anzi soprattutto con queste direi visti i tempi che corrono.

Be', in tal senso non esiste mai una certezza assoluta, nemmeno con la propria fidanzata o moglie (e viceversa), ed anche se una (o uno) ha fatto i vari test sull'HIV, HBV, HCV, ecc, visto e considerato che esiste il periodo di incubazione del virus e pertanto una certezza assoluta la si può avere solo dopo test ripetuti.
Resta il fatto che tolta la questione estetica (in media le donne dell'est son più fiche delle italiane), andare con una puttana è generalmente un'esperienza deludente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Maggio 20, 2016, 16:02:10 pm
Sono loro stesse a mettere fretta rendendo l'esperienza ancora più squallida.

Certo, infatti sono proprio loro a mettere fretta, perché devono guadagnare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Maggio 20, 2016, 20:10:21 pm
Resta il fatto che tolta la questione estetica (in media le donne dell'est son più fiche delle italiane), andare con una puttana è generalmente un'esperienza deludente.
Se ti riferisci alle battone ok, però con escort o nei bordelli seri puoi avere una vera gfe e quindi non è niente male, prezzo a parte s'intende.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Luglio 29, 2016, 20:24:11 pm

Complimenti vivi a Coscienza Sveglia, ascoltate attentamente tutto il video , in particolare dal minuto 2:00 in poi .
Lo stesso ragazzo in questione (ha 26 anni) è ben informato pure sul femminismo .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Luglio 29, 2016, 21:04:30 pm
Sì, non è un mona anche se dice delle cose per me discutibili, comunque ce ne fossero come lui in questo mare magnum di merda in cui viviamo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Faust - Luglio 30, 2016, 02:21:30 am
A nessuno importa, ma secondo me fa male. Prima degli anni '60 tutta l'umanità la pensava così: https://it.wikipedia.org/wiki/Sessualit%C3%A0_taoista
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: CLUBBER - Luglio 30, 2016, 04:50:58 am
A nessuno importa, ma secondo me fa male. Prima degli anni '60 tutta l'umanità la pensava così: https://it.wikipedia.org/wiki/Sessualit%C3%A0_taoista
Non credo che i miei nonni abbiano avuto un approccio alla sessualità che si avvicini alla concezione taoista.
Faust a mio parere stai idealizzando i "bei vecchi tempi"*.
Non fare l'errore di concentrati sul movimento femminista degli anni 60 a tal punto da ritenerlo  il vaso di Pandora di tutti i mali.
Senza andare a inerpicarmi in discorsi nebulosi:pensi davvero che i nostri nonni e nonne  avessero questa concenzione della sessualità?

*i bei vecchi tempi non sono mai esistiti
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Luglio 30, 2016, 16:55:25 pm
Diciamo che prima della rivoluzione sessuale al sesso veniva attribuito un significato più profondo rispetto a quanto lo è oggi .
Comunque, il ragazzo del video è in errore su alcune cose, o comunque è discutibile ma su mondialismo, femminismo e pornografia ci prende .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Settembre 21, 2016, 00:39:30 am
E intanto in Russia cominciano a censurare la pornografia :

http://tech.fanpage.it/russia-il-governo-blocca-pornhub-e-youporn/

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bhishma - Ottobre 07, 2016, 01:41:35 am
http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/importa-na-sega-movimento-nofap-conta-oltre-200-000-uomini-che-133363.htm

Kashmira Gander per “The independent”
 
cyber porn addiction
CYBER PORN ADDICTION
Un uomo che non si è masturbato per 700 giorni sostiene che l’astinenza gli ha dato superpoteri. E’ solo uno dei 200.000 che si sono uniti alla comunità on line “No Fap”, dove i membri hanno deciso di rinunciare all’autoerotismo e alla pornografia.
 
E’ un test di autocontrollo, un tentativo di vincere la dipendenza dal porno on line che li ha resi incapaci di avere erezioni nella vita reale. Brohit non si masturba da due anni e mezzo e ora si sente meglio, in pace. I suoi superpoteri sono maggior sicurezza di sé, energia e capacità di concentrazione.
 
cyber porn addiction 4
CYBER PORN ADDICTION 4
Spiega: «La costante glorificazione del sesso ha oscurato le nostre prospettive. Sappiamo pensare solo al sesso e alle donne con corpi perfetti. Le dipendenze e le ossessioni ci indeboliscono, ad esempio io non facevo che messaggiare e usare siti di dating in cerca di sesso senza senso. Ho le stesse urgenze di 700 giorni fa ma sono molto più forte e riesco a controllarle. I vuoti non si colmano con il porno. Quando non ottieni gratificazioni e e riconoscimenti, ti masturbi, pensando di alleviare la pena invece è una spirale. Al soddisfazione e la felicità vengono da dentro non dall’esterno».
cyber porn addiction 2
CYBER PORN ADDICTION 2
 
Le disfunzioni erettili sono conseguenza di abuso di porno. L’iperstimolazione e le alte aspettative dal sesso conducono a delusione quando si rientra nella realtà, allora si torna al porno on line.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 07, 2016, 02:34:17 am
maggior sicurezza di sé, energia e capacità di concentrazione.
Confermo. da notare che il sito tratta la questione sotto l'aspetto del benessere psicofisico, senza considerazioni morali di sorta.
Comunque, né porno né astinenza di massa sono soluzioni alla QM.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 09:01:25 am
Confermo anche io , specie la parte del benessere psichico.

C'é differenza fra chi pratica autoerotismo una-tre volte al mese e chi lo fa tutti i giorni e ne é talmente dipendente da non accorgersene nemmeno . Piú si resiste (perché per chi é single non sono impossibili le ricadute) maggiori sono gli effetti benefici. Piano piano chi si sforza riesce ad evitare autoerotismo anche per mesi e mesi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 07, 2016, 09:25:57 am
Confermo anche io , specie la parte del benessere psichico.

C'é differenza fra chi pratica autoerotismo una-tre volte al mese e chi lo fa tutti i giorni e ne é talmente dipendente da non accorgersene nemmeno . Piú si resiste (perché per chi é single non sono impossibili le ricadute) maggiori sono gli effetti benefici. Piano piano chi si sforza riesce ad evitare autoerotismo anche per mesi e mesi.

Jason, da ragazzo e soprattutto da adolescente mi masturbavo tutti i giorni, al pari di tutti i miei coetanei dell'epoca, e non perché fossi dipendente dal porno o chissà cosa.
No, semplicemente perché a quell'età è normale; anzi, normalissimo.
Francamente non vedo perché bisogna sempre tirare in ballo la "dipendenza".


Altro discorso, tipico di questa epoca, è quello della dipendenza dal porno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 11:05:41 am
Jason, da ragazzo e soprattutto da adolescente mi masturbavo tutti i giorni, al pari di tutti i miei coetanei dell'epoca, e non perché fossi dipendente dal porno o chissà cosa.
No, semplicemente perché a quell'età è normale; anzi, normalissimo.
Francamente non vedo perché bisogna sempre tirare in ballo la "dipendenza".


Altro discorso, tipico di questa epoca, è quello della dipendenza dal porno.

Non parlo di vizi adolescenziali, perchè l'adolescenza è un'età molto particolare , specie in questo campo , nè ho detto che si tocca è malato mentale .
Il mio discorso verte su uomini giovani, di mezza età o più anziani, e alcuni di questi effettivamente ne sono dipendenti* . Da adolescente è tutto un altro discorso. Anche a 25 anni si è molto diversi . Io da adolscente ero completamente diverso da quello che sono oggi .

* chi è dipendente dal porno automaticamente è dipendente dall'autoerotismo . Oggi la piaga è la dipendenza da porno .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 07, 2016, 13:11:52 pm
Non parlo di vizi adolescenziali, perchè l'adolescenza è un'età molto particolare , specie in questo campo , nè ho detto che si tocca è malato mentale .
Il mio discorso verte su uomini giovani, di mezza età o più anziani, e alcuni di questi effettivamente ne sono dipendenti* . Da adolescente è tutto un altro discorso. Anche a 25 anni si è molto diversi . Io da adolscente ero completamente diverso da quello che sono oggi .

* chi è dipendente dal porno automaticamente è dipendente dall'autoerotismo . Oggi la piaga è la dipendenza da porno .

purtroppo si può essere dipendenti anche dal sesso in coppia.
Poi si è dipendenti dal lavoro e , prima ancora, dal normale funzionamento delle infrastrutture ( acqua, elettricità, gas )
Siamo tutti...dipendenti :cry:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 13:26:14 pm
purtroppo si può essere dipendenti anche dal sesso in coppia.
Poi si è dipendenti dal lavoro e , prima ancora, dal normale funzionamento delle infrastrutture ( acqua, elettricità, gas )
Siamo tutti...dipendenti :cry:

Autoerotismo e sesso in coppia non sono lontanamente paragonabili.
Se la coppia funziona, è affiatata e ha le basi per durare fino alla morte , il sesso viene automaticamente con una certa regolarità .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 07, 2016, 13:30:04 pm
purtroppo si può essere dipendenti anche dal sesso in coppia.
Poi si è dipendenti dal lavoro e , prima ancora, dal normale funzionamento delle infrastrutture ( acqua, elettricità, gas )
Siamo tutti...dipendenti :cry:

E' questo il punto: l'uomo, l'essere umano, è sempre dipendente da qualcosa.
In tal senso non esiste alcuna vera libertà, perché nel momento in cui uno nasce, è già schiavo di qualcosa e di qualcuno.

Altro discorso sono le devianze indotte dalla società, come ad esempio può essere il porno online usato in dosi massicce.
Un porno che evidenzia una sessualità che nel quotidiano non esiste neppure di striscio e che fa desiderare femmine fichissime e irraggiungibili, nonché pratiche sessuali che con una fidanzata, una moglie ed anche un'amante puoi solo sognare la notte.
Peraltro, il sesso non può essere visto solo come un fattore limitante, perché in realtà una buona vita sessuale o perlomeno decente, rende la vita migliore e dà energia.
E' il non farlo che rende frustrante la vita e non perché lo dice tizio, caio o sempronio, i media e tutta la compagnia cantante; no, perché il sesso è un qualcosa di naturale e bello, se fatto come si deve.
Altrimenti sì, meglio masturbarsi, con i porno o meno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Massimo - Ottobre 07, 2016, 14:23:44 pm
Mi sbaglio, oppure il femminismo è contrario alla masturbazione maschile? Mentre invece approva e apprezza quella femminile? In tal caso
non è che per caso questo movimento è un frutto della propaganda femminista e della "rieducazione del maschio" che va predicando?
Stando così le cose, perchè valutare positivamente questo fenomeno?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 15:39:36 pm
Citazione
Mi sbaglio, oppure il femminismo è contrario alla masturbazione maschile? Mentre invece approva e apprezza quella femminile?

No, il femminismo se ne frega della masturbazione maschile, se fatta per fatti suoi , o quando e come vuole lei .

Citazione
In tal caso
non è che per caso questo movimento è un frutto della propaganda femminista e della "rieducazione del maschio" che va predicando?
Stando così le cose, perchè valutare positivamente questo fenomeno?

Un movimento contro la pornografia e l'eccessivo autoerotismo sarebbe frutto della propaganda femminista ?   :wacko:
Fin'ora ho contato un solo, e dico uno solo, movimento maschile contro la pornografia femminista. Ed è composto da quattro gatti contati.

Mentre invece esistono molti altri gruppi e movimenti anti-porno molto più numerosi e soprattutto intrinsecamente antifemministi , o comunque tradizionalisti .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 07, 2016, 18:24:22 pm
http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/importa-na-sega-movimento-nofap-conta-oltre-200-000-uomini-che-133363.htm

Kashmira Gander per “The independent”
 
cyber porn addiction
CYBER PORN ADDICTION
Un uomo che non si è masturbato per 700 giorni sostiene che l’astinenza gli ha dato superpoteri. E’ solo uno dei 200.000 che si sono uniti alla comunità on line “No Fap”, dove i membri hanno deciso di rinunciare all’autoerotismo e alla pornografia.
 
E’ un test di autocontrollo, un tentativo di vincere la dipendenza dal porno on line che li ha resi incapaci di avere erezioni nella vita reale. Brohit non si masturba da due anni e mezzo e ora si sente meglio, in pace. I suoi superpoteri sono maggior sicurezza di sé, energia e capacità di concentrazione.
 
cyber porn addiction 4
CYBER PORN ADDICTION 4
Spiega: «La costante glorificazione del sesso ha oscurato le nostre prospettive. Sappiamo pensare solo al sesso e alle donne con corpi perfetti. Le dipendenze e le ossessioni ci indeboliscono, ad esempio io non facevo che messaggiare e usare siti di dating in cerca di sesso senza senso. Ho le stesse urgenze di 700 giorni fa ma sono molto più forte e riesco a controllarle. I vuoti non si colmano con il porno. Quando non ottieni gratificazioni e e riconoscimenti, ti masturbi, pensando di alleviare la pena invece è una spirale. Al soddisfazione e la felicità vengono da dentro non dall’esterno».
cyber porn addiction 2
CYBER PORN ADDICTION 2
 
Le disfunzioni erettili sono conseguenza di abuso di porno. L’iperstimolazione e le alte aspettative dal sesso conducono a delusione quando si rientra nella realtà, allora si torna al porno on line.

Secondo me Brohit dice una cosa e Gander ne intende un'altra.
Oltre a non masturbarsi da soli, la masturbazione nella vulva la praticano?

Se si sta esaltando tutto questo per dire: "Senza masturbazione diventi più virile e ti ecciti di più quando trombi", allora mi comincia a puzzare di propoganda.
Gli antifemministi dovrebbe ben vedere tutte quelle pratiche che permettono di non svendersi nella trattativa sessuale con le donne.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 07, 2016, 18:33:02 pm
Bè.

Io ho vissuto in prima persona il non riuscire ad avere rapporti sessuali soddisfacenti perché avevo nella testa solamente il porno.

Da quello che ho capito loro sono principalmente contro la masturbazione con i porno.

Ben vengano comunità così, i porno sono droghe e non fanno NULLA di buono per la causa maschile. Imho vanno presi a piccole dosi o non presi affatto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 07, 2016, 18:46:12 pm
Bè.

Io ho vissuto in prima persona il non riuscire ad avere rapporti sessuali soddisfacenti perché avevo nella testa solamente il porno.

Da quello che ho capito loro sono principalmente contro la masturbazione con i porno.

Ben vengano comunità così, i porno sono droghe e non fanno NULLA di buono per la causa maschile. Imho vanno presi a piccole dosi o non presi affatto.

Io NON sono un amante del porno e faccio fatica a capire. Allora, se uno si masturba, non pensa a qualcosa di eccitante? E se si eccita con stimolazioni visive? Guarderà immagini porno.
Quindi mi sfugge la differenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 07, 2016, 19:04:56 pm
La differenza è che visionare immagini porno è molto più efficace e diretto che "pensare" e basta, quindi imho più pericoloso; ti abitui a ritmi, immagini e situazioni irreali (quindi hai problemi con le donne vere che sono fisicamente diverse e a letto fanno cose diverse/meno cose. Anche i tempi sono diversi, le donne sono diesel, l'uomo è un benzina), oltre ad agire come una vera e propria droga per cui ne vuoi sempre di più (inoltre di solito chi ne è dipendente cerca porno via via più spinti, io stesso alcuni video che guardo ora non li avrei guardati alcuni anni fa).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 07, 2016, 20:05:35 pm
mmmm quindi state dicendo che il pericolo principale è l'idealizzazione?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 07, 2016, 20:37:16 pm
Per molti MGTOW, me compreso, porno e masturbazione, presi ovviamente con le dovute cautele (come bere vino...un bicchiere o due durante i pasti non hanno mai fatto male a nessuno, abusarne invece può portare all'alcolismo) non rappresentano affatto una cosa negativa, anzi possono diventare un mezzo per liberarsi dalla dipendenza dal bisogno di cercare le donne, visto che puntiamo ad una vita indipendente da loro. E se porno e masturbazione a lungo andare fanno calare il desiderio, tutto di guadagnato..... abbiamo così la possibilità di concentrarci maggiormente su molte altre cose e attività della nostra vita!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 07, 2016, 21:14:09 pm
Autoerotismo e sesso in coppia non sono lontanamente paragonabili.
Se la coppia funziona, è affiatata e ha le basi per durare fino alla morte , il sesso viene automaticamente con una certa regolarità .

se esistessero le coppie di cui parli tu, la qm non esisterebbe.
La realtà è spesso data da scarso desiderio, noia, problemi vari.
l' autoerotismo non è la soluzione, ma una delle soluzioni, magari temporanea.
Le dipendenze si instaurano in persone che hanno GIA' dei problemi
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 07, 2016, 23:09:00 pm
Bè.

Io ho vissuto in prima persona il non riuscire ad avere rapporti sessuali soddisfacenti perché avevo nella testa solamente il porno.

Da quello che ho capito loro sono principalmente contro la masturbazione con i porno.

Ben vengano comunità così, i porno sono droghe e non fanno NULLA di buono per la causa maschile. Imho vanno presi a piccole dosi o non presi affatto.

La differenza è che visionare immagini porno è molto più efficace e diretto che "pensare" e basta, quindi imho più pericoloso; ti abitui a ritmi, immagini e situazioni irreali (quindi hai problemi con le donne vere che sono fisicamente diverse e a letto fanno cose diverse/meno cose. Anche i tempi sono diversi, le donne sono diesel, l'uomo è un benzina), oltre ad agire come una vera e propria droga per cui ne vuoi sempre di più (inoltre di solito chi ne è dipendente cerca porno via via più spinti, io stesso alcuni video che guardo ora non li avrei guardati alcuni anni fa).
Quoto tutto, quella di krool è una testimonianza diretta non sospetta di moralismo e ci sono studi scientifici che dicono esattamente le stesse cose.
Il controllo (diverso dalla repressione) delle proprie pulsioni rafforza il carattere e vince la dipendenza dalle donne, mentre porno e masturbazione tendono ad avere l'effetto contrario.
Nella società di oggi il sesso virtuale o sterile ha rimpiazzato la procreazione e questo, collettivamente, non è un problema da poco.
Comunque, come dicevo la QM non si risolve con l'astinenza ma col sanare dinamiche sociali completamente distorte dal femminismo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 23:54:08 pm
La differenza è che visionare immagini porno è molto più efficace e diretto che "pensare" e basta, quindi imho più pericoloso; ti abitui a ritmi, immagini e situazioni irreali (quindi hai problemi con le donne vere che sono fisicamente diverse e a letto fanno cose diverse/meno cose. Anche i tempi sono diversi, le donne sono diesel, l'uomo è un benzina), oltre ad agire come una vera e propria droga per cui ne vuoi sempre di più (inoltre di solito chi ne è dipendente cerca porno via via più spinti, io stesso alcuni video che guardo ora non li avrei guardati alcuni anni fa).


Bravo Kroll , e complimenti per il paragone uomo/benzina e donna/diesel .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 07, 2016, 23:57:41 pm
se esistessero le coppie di cui parli tu, la qm non esisterebbe.
La realtà è spesso data da scarso desiderio, noia, problemi vari.
l' autoerotismo non è la soluzione, ma una delle soluzioni, magari temporanea.
Le dipendenze si instaurano in persone che hanno GIA' dei problemi

Certo che esistono, Vicus ha portato esempi di coppie che funzionano .
Il problema dei rapporti fra partner oggi non è che c'è poco sesso . Il problema è che il femminismo ha inculcato l'idea che i "doveri coniugali" sono un concetto maschilisto-patriarcale che opprime il genere femminile , mentre tradire il marito è un sacrosanto diritto in nome del libertinismo sessuale . Stai sicuro che molte donne che inventano migliaia di scuse per non far sesso col marito con altri amanti fanno baldoria .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 00:04:01 am
Quoto tutto, quella di krool è una testimonianza diretta non sospetta di moralismo e ci sono studi scientifici che dicono esattamente le stesse cose.
Il controllo (diverso dalla repressione) delle proprie pulsioni rafforza il carattere e vince la dipendenza dalle donne, mentre porno e masturbazione tendono ad avere l'effetto contrario.
Nella società di oggi il sesso virtuale o sterile ha rimpiazzato la procreazione e questo, collettivamente, non è un problema da poco.
Comunque, come dicevo la QM non si risolve con l'astinenza ma col sanare dinamiche sociali completamente distorte dal femminismo.

Ne parlavano anche su U3000, nel 2005.

http://www.uomini3000.it/10603.htm
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 00:08:21 am
Quoto tutto, quella di krool è una testimonianza diretta non sospetta di moralismo e ci sono studi scientifici che dicono esattamente le stesse cose.
Il controllo (diverso dalla repressione) delle proprie pulsioni rafforza il carattere e vince la dipendenza dalle donne, mentre porno e masturbazione tendono ad avere l'effetto contrario.
Nella società di oggi il sesso virtuale o sterile ha rimpiazzato la procreazione e questo, collettivamente, non è un problema da poco.

Non a caso chi propone l'astinenza prematrimoniale lo fa anche e soprattutto in base al concetto del controllo delle proprie pulsioni (PS Negan_66, dire che il porno è buono perchè elimina la dipendenza dalle donne è come dire che per eliminare la tossicodipendenza dall'eroina un giorno snifferò coca)  .

Per dimostrare di essere obiettivo porto la testimonianza di due miei carissimi amici fidanzati che fanno sesso prematrimoniale , ma per ora funziona perchè il loro rapporto è scevro da ogni materialismo ( che inquina il 70 % delle coppie di oggi) , pornografia , mancanza di dialogo e cazzate come le distrazioni che rischiano di allontanare sempre di più uomini e donne . Ma è un'eccezione, non la regola . Io auguro il meglio per loro, ma il controllo delle proprie pulsioni è paragonabile alle grosse molle che i costruttori inseriscono nei pilastri di grattaciali costruiti in Giappone .

Oggi si parla di disumanizzazione del sesso quando fanno i servizi alla Riccardo Iacona* sulla prostituzione , la verità è che l'unica vera disumanizzazione è il libertinismo sessuale .

Citazione
Comunque, come dicevo la QM non si risolve con l'astinenza ma col sanare dinamiche sociali completamente distorte dal femminismo.

E qui torniamo al mio discorso di poco fa . Se oggi c'è l'idea che il dovere coniugale è oppressione del patriarcato mentre tradire il marito è libertà sessuale della donna , c'è un problema grosso .

* Il femministO ha fatto un servizio sul turismo sessuale maschile ( quello femminile no, strano :shifty:)  condannandolo ferocemente, e contemporaneamente finisce con una frase "non si capisce che bisogno c'è visto che l'italia è molto "libera" sessualmente" . Cioè condanna il turismo sessuale e non condanna il libertinismo . Vi rendete conto della gigantesca contraddizione di questa cosa ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 00:09:09 am
Certo che esistono, Vicus ha portato esempi di coppie che funzionano .
Il problema dei rapporti fra partner oggi non è che c'è poco sesso .

Non è proprio così, Jason, molte coppie sposate non copulano quasi mai.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 00:17:13 am
Non è proprio così, Jason, molte coppie sposate non copulano quasi mai.

Vero anche questo, ma nel calderone di quelle che non copulano mai , buona parte nasconde qualche tradimento .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 00:25:46 am
Ne parlavano anche su U3000, nel 2005.

http://www.uomini3000.it/10603.htm
Altra conferma :D Notevole l'intervento di Barnart.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 01:28:46 am
http://www.noallapornodipendenza.it/index.htm

Riesumo questa discussione poichè collegata con l'altra aperta qui sotto e con allegato un bellissimo link .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 08, 2016, 01:45:57 am
E intanto in Russia cominciano a censurare la pornografia :

http://tech.fanpage.it/russia-il-governo-blocca-pornhub-e-youporn/

Si tratta di decisioni politiche contro importanti siti americani. Di siti porno ce ne sono a migliaia oltre quei quei, compresi di origine non americana/occidentale. Per il resto mi pare sacrosanto cercare il modo di rendere impossibile l'accesso ai bambini senza però ledere la libera fruizione agli adulti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 08, 2016, 01:47:46 am
Confermo anche io , specie la parte del benessere psichico.
....

Ma per favore....
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 01:55:18 am
Ma per favore....

Non è il primo sito che dice che il controllo delle proprie pulsioni apporti benefici psichici , non sono io a dirlo .
Mi rendo conto che ai più controllare le proprie pulsioni significa reprimere, ma non è così, come ha spiegato Vicus .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 01:57:00 am
Youporn però è uno dei più grossi e potenti , già censurare quello ha indebolito notevolmente la lobby pornografia in Russia. Da come dicono alcuni piú informati di me una delle motivazioni di questa decisione é anche il voler proteggere i minorenni.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 08, 2016, 02:19:36 am
Non è il primo sito che dice che il controllo delle proprie pulsioni apporti benefici psichici..

Già il termine "pulsioni" denota cattiva fede. Poi di che siti parliamo? Se parliamo di siti religiosi non vale la pena neanche stare qui a discutere.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 08, 2016, 02:22:22 am
Youporn però è uno dei più grossi e potenti , già censurare quello ha indebolito notevolmente la lobby americana pornografia in Russia. Da come dicono alcuni piú informati di me una delle motivazioni di questa decisione é anche il voler proteggere i minorenni.

.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 02:29:56 am
Il sito di bhishma non fa riferimenti a nessun tipo di religione.
Questo che ho messo io nemmeno
http://www.noallapornodipendenza.it/index.htm

Poi rimetto dei video che spiegano il meccanismo della dopamina e recettori alla base della dipendenza dal porno.

Qui nessuno di noi ha parlato di religione o linkato siti religiosi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 08, 2016, 02:37:41 am
I problemi di cui parli si riscontrano in tutte quelle persone predisposte ad essere dipendenti da qualcosa, sia esso il gioco d'azzardo, il porno, l'alcool, le droghe, le sigarette, internet, ecc. Non per questo chi guarda del porno, beve una birra, fuma una sigaretta, passa del tempo al pc, ecc. è destinato a finire in un centro di recupero. Dipende sempre dall'equilibrio soggettivo di una persona.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 03:37:24 am
Chiamiamole pulsioni, istinti, quello che vogliamo ma la sostanza non cambia :lol:
Chiaro che guardare un film porno, come giocare a tombola, non ingenera automaticamente e immediatamente dipendenza. Però se il gioco d'azzardo è vietato, o molto regolamentato nella maggior parte dei Paesi, un motivo ci sarà: fino a poco tempo fa in Italia non si parlava affatto di dipendenza dal gioco, che è esplosa in questi ultimi anni a seguito della diffusione di slot e casinò.
Stesso discorso per la pornografia: è ormai un fenomeno di massa con un giro di affari colossale, che tende a creare dipendenza e altri effetti dannosi (sul carattere, sull'autostima, sulla socializzazione ecc.), e di fatto la ingenera in un numero crescente di soggetti. Forse è qualcosa di più che un semplice bicchiere di vino :lol:
Si può discutere a lungo sul fatto che il porno sia qualcosa di normale o naturale, ma di certo è un'invenzione recente e inesistente in altre culture, e fino a pochi decenni fa nemmeno i galeotti avrebbero trovato normale la pornografia estrema di oggi (i cui effetti sono stati accuratamente descritti da krool):

Citazione da: krool
ti abitui a ritmi, immagini e situazioni irreali (quindi hai problemi con le donne vere che sono fisicamente diverse e a letto fanno cose diverse/meno cose. [...] Oltre ad agire come una vera e propria droga per cui ne vuoi sempre di più (inoltre di solito chi ne è dipendente cerca porno via via più spinti).

Senza contare il fatto che più un uomo ha autocontrollo e forza di carattere più ha successo con le donne. :cool:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 08:53:07 am
Senza contare il fatto che più un uomo ha autocontrollo e forza di carattere più ha successo con le donne. :cool:

Sì, Vicus, questo è chiaro; ma quello è solo uno dei motivi per cui si può aver successo o meno con le donne, perché se ad esempio fai l'imbianchino, guadagni 1200 euro al mese, hai una punto scassata del 1998 e magari non sei un granché dal punto di vista estetico, hai voglia ad avere autocontrollo e forza di carattere.
Il c.d. "successo con le donne" dipende da un mix di fattori, ed è roba che la stragrande maggioranza degli uomini non sa neppure che cosa sia, nonostante le tante sciocchezze che si raccontano in ogni dove.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 08, 2016, 09:26:28 am
Cmq a me l'idea dell'astinenza dalle seghe piace, mi hanno convinto. Vi faccio sapere come va :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 09:39:33 am
Tecnicamente anche se fumi una canna non ti dà subito dipendenza, ciò non toglie che é una sostanza che puó creare dipendenza, proprio come il porno . Altrimenti non ci sarebbero persone a testimoniare che la pornografia non ha effetti salutari .

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 12:41:39 pm
Mi vengono in mente solo alcune "minchiate sparse", che non ho voglia di incastrare in un ragionamento degno di questo nome: prendetele per quello che sono:
1) L'uomo lucido è l'uomo che ha eiaculato: finalmente "libero", riesce a dare il giusto peso alle cose: altrimenti, è perso a rincorrere il buco umido.
2) Il porno, in molti casi, rappresenta l'alternativa cost affordable ai rapporti reali con donne divenute semplicemente insopportabili: peggiorano le donne, aumenta la fruizione di materiale XXX.
3) Come giustamente dice Frank, vai a spiegare allo sfigato con la Punto scassata, brutto come un mutuo, magari affetto da malformazioni di qualche tipo, che l'astinenza je mijora er carattere e se scopa e pischelle. A lui non resta che scegliere tra le seghe "a video" e quelle "a mente".

Con questo non voglio dire che il porno sia cosa buona: è causa di instupidimento e potente mezzo di rincoglionimento generale, al punto che ad opporsi al suo ridimensionamento sarebbero proprio i poteri forti, i quali spingono per diffondere il più possibile ogni tipo di "oppio".
Ma questa storia di voler convincere la gente a "controllare le proprie pulsioni", quando nella loro misera vita non è rimasto più un cazzo e le uniche tette "raggiungibili" (virtualmente) sono quelle che sbucano da un video è una cosa assai Mariantoniettesca.
Prima si offra loro un'alternativa credibile e attuabile. Il porno morirà di conseguenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:07:53 pm
Mi vengono in mente solo alcune "minchiate sparse", che non ho voglia di incastrare in un ragionamento degno di questo nome: prendetele per quello che sono:
1) L'uomo lucido è l'uomo che ha eiaculato: finalmente "libero", riesce a dare il giusto peso alle cose: altrimenti, è perso a rincorrere il buco umido.
2) Il porno, in molti casi, rappresenta l'alternativa cost affordable ai rapporti reali con donne divenute semplicemente insopportabili: peggiorano le donne, aumenta la fruizione di materiale XXX.
3) Come giustamente dice Frank, vai a spiegare allo sfigato con la Punto scassata, brutto come un mutuo, magari affetto da malformazioni di qualche tipo, che l'astinenza je mijora er carattere e se scopa e pischelle. A lui non resta che scegliere tra le seghe "a video" e quelle "a mente".

Con questo non voglio dire che il porno sia cosa buona: è causa di instupidimento e potente mezzo di rincoglionimento generale, al punto che ad opporsi al suo ridimensionamento sarebbero proprio i poteri forti, i quali spingono per diffondere il più possibile ogni tipo di "oppio".
Ma questa storia di voler convincere la gente a "controllare le proprie pulsioni", quando nella loro misera vita non è rimasto più un cazzo e le uniche tette "raggiungibili" (virtualmente) sono quelle che sbucano da un video è una cosa assai Mariantoniettesca.
Prima si offra loro un'alternativa credibile e attuabile. Il porno morirà di conseguenza.

Molto semplice . Fino a decenni fa i pochi uomini sfortunati avevano le case chiuse come scelta. Il porno quasi non esisteva e mediamente la società era di qualità superiore .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 13:12:31 pm
Molto semplice . Fino a decenni fa i pochi uomini sfortunati avevano le case chiuse come scelta. Il porno quasi non esisteva e mediamente la società era di qualità superiore .

"Pochi uomini sfortunati"?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:18:12 pm
"Pochi uomini sfortunati"?

Rispetto ad oggi , si sposavano molte più coppie , c'erano molti meno divorzi e anche un uomo brutto aveva una minima speranza di sposarsi .

Non erano tempi idilliaci, lungi da me nell'affermarlo, ma erano sicuramente tempi migliori di oggi, dal punto di vista dei rapporti UU/DD
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 08, 2016, 13:19:48 pm
Mi vengono in mente solo alcune "minchiate sparse", che non ho voglia di incastrare in un ragionamento degno di questo nome: prendetele per quello che sono:
1) L'uomo lucido è l'uomo che ha eiaculato: finalmente "libero", riesce a dare il giusto peso alle cose: altrimenti, è perso a rincorrere il buco umido.
2) Il porno, in molti casi, rappresenta l'alternativa cost affordable ai rapporti reali con donne divenute semplicemente insopportabili: peggiorano le donne, aumenta la fruizione di materiale XXX.
3) Come giustamente dice Frank, vai a spiegare allo sfigato con la Punto scassata, brutto come un mutuo, magari affetto da malformazioni di qualche tipo, che l'astinenza je mijora er carattere e se scopa e pischelle. A lui non resta che scegliere tra le seghe "a video" e quelle "a mente".

Con questo non voglio dire che il porno sia cosa buona: è causa di instupidimento e potente mezzo di rincoglionimento generale, al punto che ad opporsi al suo ridimensionamento sarebbero proprio i poteri forti, i quali spingono per diffondere il più possibile ogni tipo di "oppio".
Ma questa storia di voler convincere la gente a "controllare le proprie pulsioni", quando nella loro misera vita non è rimasto più un cazzo e le uniche tette "raggiungibili" (virtualmente) sono quelle che sbucano da un video è una cosa assai Mariantoniettesca.
Prima si offra loro un'alternativa credibile e attuabile. Il porno morirà di conseguenza.

questo di Fazer è un intervento per me assai equilibrato.
Certo, la pornografia non è il massimo, è un succedaneo.
Ovvio.
ma altrettanto ovvio che  che il sesso rea le non è per tutti , altrimenti non ci sarebbe la prostituzione.
Ma anche qui , non è che la prostituzione sia immediatamente accessibile ne tanto meno gratuita.
E allora, chi ha scarso appeal e scarsa moneta , con le donne  come fa ?
Controllare le pulsioni.
Certo, e a forza di controllare si arriva al punto che le pulsioni si spengono da se.
Le dipendenze  non sono obbligate : come per l'alcool, c'è chi ne fa un uso ragionevole.
Idem la pornografia : stare 10 ore al giorno a guardare porno, denota dei problemi antecedenti , così come persone che svuotano bottiglie o pacchetti di sigarette sono portati a farlo.
Infatti, molta gente non beve o non fuma nonostante sigarette e alcool siano in libera vendita.
Ovvio che non si possa paragonare la pornografia a un rapporto sentimentale : la pornorafia è fatta per vendere, per soldi.
Però, siamo sicuri che tutti i rapporti sentimentali siano facili ? che siano soddisfacenti ?
ho forti dubbi
La discussione di U3000 postata da Frank dimostra come su questi argomenti si rimanga sempre alle stesse argomentazioni
E comunque Oscar Wilde disse, non a caso che il modo migliore di combattere una tentazione era quello di cedere ad essa :D
Credo che ognuno abbia una propria via di uscita dai problemi : per qualcuno questa via è più tortuosa o addirittura inesistente.
Una nota : non mi pare sensato parlare di astinenza prematrimoniale.
Per qualcuno potrà andare bene, ma di certo non è proponibile senza suscitare ilarità

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 08, 2016, 13:20:55 pm
Rispetto ad oggi , si sposavano molte più coppie , c'erano molti meno divorzi e anche un uomo brutto aveva una minima speranza di sposarsi .

Non erano tempi idilliaci, lungi da me nell'affermarlo, ma erano sicuramente tempi migliori di oggi, dal punto di vista dei rapporti UU/DD

dipende sempre per chi. Io ho conosciuto diversi uomini anziani distrutti da una convivenza ultradecennale
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:24:51 pm
dipende sempre per chi. Io ho conosciuto diversi uomini anziani distrutti da una convivenza ultradecennale

Se le moglie si sono rivelate arpie (sempre esistite) , ovvio che sono distrutti .
Se invece sono distrutti perchè non sono capaci di stare con la stessa persona per anni e anni, starebbero male anche in quest'epoca, quindi non sono un metro di paragone .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 13:28:20 pm
Rispetto ad oggi , si sposavano molte più coppie , c'erano molti meno divorzi e anche un uomo brutto aveva una minima speranza di sposarsi .

Non erano tempi idilliaci, lungi da me nell'affermarlo, ma erano sicuramente tempi migliori di oggi, dal punto di vista dei rapporti UU/DD

Ah certo, ma solo sommando quelli che non avevano abbastanza soldi per andare a mign...ehm prostitute, quelli i cui guadagni passavano immediatamente sotto le grinfie dell'amministratore delegato (autoproclamato) ovvero la moglie (ah, i privilegi del potente patriarca  :doh:), quelli affetti da problematiche relazionali/eccessiva timidezza/scrupoli di coscienza/paura di contrarre malattie, beh, si arriva ad una cifra enorme, altro che "pochi uomini sfortunati".
Anche per andarsi a comprare un giornaletto porno, un tempo, bisognava superare lo scoglio "edicolante", specialmente nei paesini dove tutti si conoscono tra loro. Oggi questo problema è superato.
In ogni caso, meglio dieci anni di pornografia, che dieci giorni di moglie arpia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:34:33 pm
Comunque arriviamo al punto espresso in alcuni dubbi . Mi sembra scontato che molte coppie non copulano , e c'è un problema di fondo che io ho già evidenziato . Come Vicus ha già evidenziato che nè l'astinenza di massa nè il porno sono le soluzioni alla QM . Bisogna affrontare il problema alla radice, non con dei diversivi . Per quegli uomini che anche fino a qualche decennio fa non avevano alternative c'erano le case chiuse .Io non vado con le escort per principio mio, ma non nego che andare con una escort sia l'unica alternativa possibile per certi uomini soli , e che sicuramente è migliore della pornografia .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 13:42:52 pm
...ma non nego che andare con una escort sia l'unica alternativa possibile per certi uomini soli , e che sicuramente è migliore della pornografia .

Per chi può farlo, certamente.
Rimane il fatto che oggi, nella società della (finta) libertà sessuale, il rapporto tra puttanieri e videosegaioli è attorno a 1 a 1000.
Non si spiega altrimenti il successo bestiale dei siti che offrono materiale XXX...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:43:29 pm
Ah certo, ma solo sommando quelli che non avevano abbastanza soldi per andare a mign...ehm prostitute, quelli i cui guadagni passavano immediatamente sotto le grinfie dell'amministratore delegato (autoproclamato) ovvero la moglie (ah, i privilegi del potente patriarca  :doh:), quelli affetti da problematiche relazionali/eccessiva timidezza/scrupoli di coscienza/paura di contrarre malattie, beh, si arriva ad una cifra enorme, altro che "pochi uomini sfortunati".
Anche per andarsi a comprare un giornaletto porno, un tempo, bisognava superare lo scoglio "edicolante", specialmente nei paesini dove tutti si conoscono tra loro. Oggi questo problema è superato.

Chi ha scrupoli di coscienza (principi morali suoi)  per andare con una escort non teme di certo l'astinenza lunga . Statisticamente esistono sempre dei casi sfortunati ( e una volta non era un numero enorme per niente, rispetto ad oggi) , ma a noi non devono interessare i casi ma come si muove il complesso . Oggi i casi che dovrebbero essere la norma sono un'eccezione, è questo il problema .

Citazione
In ogni caso, meglio dieci anni di pornografia, che dieci giorni di moglie arpia.

Per quello che mi riguarda non vedo differenze , io preferisco fare il possibile per far risorgere una certa armonia perduta fra uomini e donne e reintrodurre le case chiuse .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 13:46:50 pm
Come Vicus ha già evidenziato che nè l'astinenza di massa nè il porno sono le soluzioni alla QM

Vero, ma se devo scegliere tra una moltitudine di maschi arrapati che di conseguenza mi mettono sul piedistallo qualsiasi oca e la stessa moltitudine appagata in qualche modo (e che quindi causa svalutazione sul mercato del "buco umido"), beh, al momento faccio più servizio alla QM coi secondi che coi primi.
In attesa di tempi migliori, ovviamente.
"L'astinenza di massa" nemmeno la prendo in considerazione: puro fantasy che manco Tolkien...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:47:44 pm
Non si spiega altrimenti il successo bestiale dei siti che offrono materiale XXX...

Si spiega perchè il sistema presenta la pornografia come bella buona e gratuita , quindi ovvio che una persona meno informata ne usufruisce . Se 30 anni fa qualche emittente avesse presentato un programma per convincere che sniffare cadmio in polvere fa bene al corpo umano , usando una campagna martellante , ovvio che il popolo avrebbe cominciato a sniffare cadmio .

PS se sapessero l'immondizia che c'e dentro il mondo porno probabilmente lo guarderebbe molta meno gente .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 13:49:33 pm
Vero, ma se devo scegliere tra una moltitudine di maschi arrapati che di conseguenza mi mettono sul piedistallo qualsiasi oca e la stessa moltitudine appagata in qualche modo (e che quindi causa svalutazione sul mercato del "buco umido"), beh, al momento faccio più servizio alla QM coi secondi che coi primi.

Di per sè il discorso non è sbagliato . Il problema è che guardare il porno non solo non appaga un bel niente e non svaluta il "buco umido" , ma aumenta invece il desiderio che verrà temporaneamente soddisfatto da porno sempre più scioccanti . Esattamente come fa la droga , il meccanismo è spiccicato . Roba che non ho inventato io ma dicono tutti i siti antipornografia ed ex pornodipendenti .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 14:12:15 pm
...Il problema è che guardare il porno non solo non appaga un bel niente e non svaluta il "buco umido"...

No, certo, lo svalutano di più andando in giro col l'uccello duro e cercando di farsi qualsiasi femmina disponibile, e in questo modo dando immeritato valore anche all'ultima delle stronze che invece, a "pulsione appagata", non cagherebbero nemmeno di striscio... :doh:
Da cosa credi derivi lo zerbinismo, se non dalle pressanti richieste del proprio glande?

...verrà temporaneamente soddisfatto da porno sempre più scioccanti...

Scioccanti?
Non hai idea di quello che si vedeva quando ero ragazzino sui vari  Zora, Sukia, Barbarella, Lando e compagnia inculante.
Le porno attrici di oggi al confronto fanno tenerezza.
E non importa che quelli fossero fumetti e questi invece siano video. Credimi...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 14:18:03 pm
Molto semplice . Fino a decenni fa i pochi uomini sfortunati avevano le case chiuse come scelta.

Gli uomini sfortunati erano tanti e non pochi, caro Jason.
A puttane potevano andare solo i pochi che potevano permetterselo, perché a quei tempi era già tanto mettere insieme il pranzo con la cena, altro che.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 14:22:41 pm
Tecnicamente anche se fumi una canna non ti dà subito dipendenza, ciò non toglie che é una sostanza che puó creare dipendenza, proprio come il porno . Altrimenti non ci sarebbero persone a testimoniare che la pornografia non ha effetti salutari .

Sì, Jason, ma anche il "controllo delle pulsioni" genera grossi problemi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 14:35:41 pm
Citazione
No, certo, lo svalutano di più andando in giro col l'uccello duro e cercando di farsi qualsiasi femmina disponibile, e in questo modo dando immeritato valore anche all'ultima delle stronze che invece, a "pulsione appagata", non cagherebbero nemmeno di striscio... :doh:
Da cosa credi derivi lo zerbinismo, se non dalle pressanti richieste del proprio glande?

Forse mi spiego male io : il tuo ragionamento è corretto, il discorso è che il porno non appaga la pulsione ma la peggiora .

Citazione
Scioccanti?
Non hai idea di quello che si vedeva quando ero ragazzino sui vari  Zora, Sukia, Barbarella, Lando e compagnia inculante.
Le porno attrici di oggi al confronto fanno tenerezza.
E non importa che quelli fossero fumetti e questi invece siano video. Credimi...

Non dicevo delle scene di per sè ma del mondo dietro le quinte nella pornografia . Parlo del rischio di malattie e delle lesioni derivanti da alcune scene violente .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 14:37:04 pm
Sì, Jason, ma anche il "controllo delle pulsioni" genera grossi problemi.

Io non parlo della "repressione", concetto che me ne guardo bene anche dal solo proporlo. Repressione non significa controllo . La repressione è paragonabile dall'ostruire il decorso del fiume . Il controllo è paragonabile al mettere degli argini per incanalarlo ordinatamente e regolarmente .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 14:54:03 pm
Sì, Vicus, questo è chiaro; ma quello è solo uno dei motivi per cui si può aver successo o meno con le donne, perché se ad esempio fai l'imbianchino, guadagni 1200 euro al mese, hai una punto scassata del 1998 e magari non sei un granché dal punto di vista estetico, hai voglia ad avere autocontrollo e forza di carattere.
Il c.d. "successo con le donne" dipende da un mix di fattori, ed è roba che la stragrande maggioranza degli uomini non sa neppure che cosa sia, nonostante le tante sciocchezze che si raccontano in ogni dove.
Questo è senza dubbio vero. Per questo ho detto "ha più successo" (a parità di condizioni).
Dalle mie parti gli imbianchini le donne ce l'hanno (son mica poveri) :lol: Molte donne sono precarie, lavorano in call center o fanno le domestiche, probabilmente hanno meno pretese (non sempre) :lol:
Di per sè il discorso non è sbagliato . Il problema è che guardare il porno non solo non appaga un bel niente e non svaluta il "buco umido" , ma aumenta invece il desiderio che verrà temporaneamente soddisfatto da porno sempre più scioccanti . Esattamente come fa la droga , il meccanismo è spiccicato . Roba che non ho inventato io ma dicono tutti i siti antipornografia ed ex pornodipendenti .
E' così, sono in tanti a dirlo, da studi scientifici a esperienza personale.
Citazione da: Fazer
1) L'uomo lucido è l'uomo che ha eiaculato: finalmente "libero", riesce a dare il giusto peso alle cose: altrimenti, è perso a rincorrere il buco umido.
Porno ed autoerotismo rafforzano la dipendenza dal sesso; con l'astinenza tende a recedere
Ma questa storia di voler convincere la gente a "controllare le proprie pulsioni", quando nella loro misera vita non è rimasto più un cazzo e le uniche tette "raggiungibili" (virtualmente) sono quelle che sbucano da un video è una cosa assai Mariantoniettesca.
Come dice anche il sito del topic, il virtuale tende a creare una spirale (situazioni irreali, dipendenza, bassa autostima e ridotta capacità di socializzare con una donna vera) che peggiora la situazione.
Prima si offra loro un'alternativa credibile e attuabile. Il porno morirà di conseguenza.
Concordo: porno, prostituzione e surrogati vari sono espressione di un disagio dovuto al solco artificiale tra uomini e donne, che si potrà sanare con coppie stabili e felici (e persino oggi ce ne sono, fidatevi).
Io non parlo della "repressione", concetto che me ne guardo bene anche dal solo proporlo. Repressione non significa controllo . La repressione è paragonabile dall'ostruire il decorso del fiume . Il controllo è paragonabile al mettere degli argini per incanalarlo ordinatamente e regolarmente .
Appunto. A molti sembra difficile perché sbagliano metodo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 15:00:46 pm
Citazione
Come dice anche il sito del topic, il virtuale tende a creare una spirale (situazioni irreali, dipendenza, bassa autostima e ridotta capacità di socializzare con una donna vera) che peggiora la situazione.

Si creano anche false aspettative da una donna , così che certe pratiche pornografiche estreme , che nessuna coppia normale si sognerebbe di fare, per un fruitore di pornografia diventerebbe normale e quindi se lo aspetterebbe dal partner . Un altro motivo per cui la pornografia non è per niente un'alternativa, a differenza di come in teoria potrebbe essere la casa chiusa ( e ripeto che lo dice uno che non va ad escort) .

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 15:18:18 pm
Si creano anche false aspettative da una donna , così che certe pratiche pornografiche estreme...

Guarda, se non fossimo in pubblica ma in wiki ti chiederei qualche esempio di queste fantomatiche "pratiche estreme" (che non siano aberrazioni tipo animali o pali della luce su per il deretano o altre fesserie simili).
Perchè per il resto mi sa che più o meno tutto quello che ho visto su certi video l'ho vissuto anche dal vivo. E non con la famosa pornostar ma con la figlia del macellaio sotto casa (modo di dire).
Insomma, nella stragrande maggioranza dei casi i video porno si limitano a replicare quelle cosette che ti fa anche l'insospettabile parrucchiera del tuo quartiere. Solo che non è così bella e tu (io) non duri così tanto e non hai (ho) un pitone tra le gambe.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 08, 2016, 15:22:59 pm
Guarda, se non fossimo in pubblica ma in wiki ti chiederei qualche esempio di queste fantomatiche "pratiche estreme" (che non siano aberrazioni tipo animali o pali della luce su per il deretano o altre fesserie simili).
Perchè per il resto mi sa che più o meno tutto quello che ho visto su certi video l'ho vissuto anche dal vivo. E non con la famosa pornostar ma con la figlia del macellaio sotto casa (modo di dire).
Insomma, nella stragrande maggioranza dei casi i video porno si limitano a replicare quelle cosette che ti fa anche l'insospettabile parrucchiera del tuo quartiere. Solo che non è così bella e tu (io) non duri così tanto e non hai (ho) un pitone tra le gambe.

devo dirti la verità, Fazer : io ti ci vedo alla grande a fare sesso estremo con quella maschera :D :drinks:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 15:27:32 pm
Vicus

Citazione
Questo è senza dubbio vero. Per questo ho detto "ha più successo" (a parità di condizioni).
Dalle mie parti gli imbianchini le donne ce l'hanno (son mica poveri) :lol: Molte donne sono precarie, lavorano in call center o fanno le domestiche, probabilmente hanno meno pretese (non sempre) :lol:

Vicus, anche dalle mie parti gli imbianchini, così come i muratori o i carpentieri, le donne ce l'hanno, ma non hanno tutto 'sto gran successo con l'altro sesso, perché un conto è avere una donna e un conto è cambiarne una al mese. ;)
Le donne richiedono tempo, denaro, forte volontà, nonché una certa presenza e una discreta parlantina.
Stargli dietro è sostanzialmente un lavoro non remunerato...
Anzi, si è sempre in perdita.


Citazione
Molte donne sono precarie, lavorano in call center o fanno le domestiche, probabilmente hanno meno pretese

Sì, ovvio, ma tra i due sessi non esiste una simmetria in queste cose.
Una donna, se relativamente giovane e piacente, puà fare anche la casalinga o essere disoccupata, tanto un uomo che la corteggia, "la scarrozza" in macchina, le paga le cene al ristorante, le fa i regali, le dà il cazzo, etc, lo trova senza tanti problemi.
E' l'uomo disoccupato, per giunta non bello, che ha tanti ma tanti più problemi...


Citazione
Dalle mie parti gli imbianchini le donne ce l'hanno (son mica poveri)

Ma neanche scialano, questo è sicuro.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 08, 2016, 15:43:53 pm
Vicus

Citazione
porno, prostituzione e surrogati vari sono espressione di un disagio dovuto al solco artificiale tra uomini e donne, che si potrà sanare con coppie stabili e felici (e persino oggi ce ne sono, fidatevi).

Vicus, è chiaro che esistono anche coppie stabili, su questo non ci piove.
Ne conosco anch'io e fra queste c'è quella di mia sorella e suo marito, che definirei una coppia stabile e a parte qualche temporale di passaggio (...), sostanzialmente serena.*
Ma quella non è certamente la regola.


@@

*
"Felice" è un termine che trovo esagerato, perché dal mio punto di vista esistono solo dei momenti felici nel corso della vita, mentre si può esser sereni anche per lunghi periodi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 15:45:40 pm
Guarda, se non fossimo in pubblica ma in wiki ti chiederei qualche esempio di queste fantomatiche "pratiche estreme" (che non siano aberrazioni tipo animali o pali della luce su per il deretano o altre fesserie simili).
Perchè per il resto mi sa che più o meno tutto quello che ho visto su certi video l'ho vissuto anche dal vivo. E non con la famosa pornostar ma con la figlia del macellaio sotto casa (modo di dire).
Insomma, nella stragrande maggioranza dei casi i video porno si limitano a replicare quelle cosette che ti fa anche l'insospettabile parrucchiera del tuo quartiere. Solo che non è così bella e tu (io) non duri così tanto e non hai (ho) un pitone tra le gambe.

Faccio presente per esempio che non tutte le donne amano il sesso anale*, ma chiunque guarda compulsivamente video pornografici di qualunque tipo poi potrebbe aspettarsi dalla partner proprio il sesso anale, mentre magari a lei non aggrada . Spero di aver resto il paragone , mi fermo qui per rispetto dello spazio pubblico ma ti assicuro che c'è di molto peggio .

Per il resto se molti attori porno di medio-basso livello sono stati ricoverati in ospedale e alcuni si sono suicidati ( anche uomini) c'è un motivo ben preciso , e riguarda le schifezze che succedono dietro le quinte .

*a prescindere a chi può non piacere o piacere, a me per esempio non aggrada, ma non è questo il punto , sono gusti soggettivi. E' chiaro però che se quella pratica viene consumata con anche una veemenza moderata ti procuri delle lesioni pericolosissime . Ed è quello che succede dietro le quinte, come testimoniano molti link .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 16:05:01 pm
devo dirti la verità, Fazer : io ti ci vedo alla grande a fare sesso estremo con quella maschera :D :drinks:

 :D
Pensa che cunnilingus con quei filtri...

Faccio presente per esempio che non tutte le donne amano il sesso anale*, ma chiunque guarda compulsivamente video pornografici di qualunque tipo poi potrebbe aspettarsi dalla partner proprio il sesso anale, mentre magari a lei non aggrada

Ma mica stiamo parlando di cerebrolesi. Chiaro che così come nella realtà ti scordi quel corpo ti scordi anche certe pratiche... :D

E' chiaro però che se quella pratica viene consumata con anche una veemenza moderata ti procuri delle lesioni pericolosissime . Ed è quello che succede dietro le quinte, come testimoniano molti link .

Eh beh, se ti vuoi infilare un Rocco Siffredi su per il culo chiaro che rischi qualcosa.
Con normodotati mi pare più difficile.
Poi ripeto, occhio che la figlia del macellaio o la parrucchiera morigerata hanno una "capienza" che manco le grotte di Castellana.
Come disse un tipo, "se non mi fossi aggrappato alle rocce, ci sarei caduto dentro"...
Oppure per restare in tema, la tipa dice al tipo "caro, ti puoi togliere l'anello? mi gratta un po'". E lui: "cara, guarda che è l'orologio"...
Ma che stamo a dì?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 08, 2016, 16:35:34 pm
Molto semplice . Fino a decenni fa i pochi uomini sfortunati avevano le case chiuse come scelta. Il porno quasi non esisteva e mediamente la società era di qualità superiore .
Lascia perdere, il pay sex esiste ancora e lo sanno tutti.

Leggendo quasi tutti gli ultimi commenti concordo più di tutti con Negan. Gli altri, Fazer a parte, pare che si appoggino troppo sulle loro certezze. Io prima di dire che X fa male e y fa bene, guarderei prima l'individualità della persona.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 08, 2016, 16:40:30 pm
Io non parlo della "repressione", concetto che me ne guardo bene anche dal solo proporlo. Repressione non significa controllo . La repressione è paragonabile dall'ostruire il decorso del fiume . Il controllo è paragonabile al mettere degli argini per incanalarlo ordinatamente e regolarmente .

Attenzione, non siamo bestie involute, quindi i nostri istinti sono continuamente mediati dalla ragione. Siamo tutti un po' repressi ( o molto repressi).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: TheDarkSider - Ottobre 08, 2016, 17:08:55 pm
Ma mica stiamo parlando di cerebrolesi. Chiaro che così come nella realtà ti scordi quel corpo ti scordi anche certe pratiche... :D

Eh beh, se ti vuoi infilare un Rocco Siffredi su per il culo chiaro che rischi qualcosa.
Con normodotati mi pare più difficile.
Poi ripeto, occhio che la figlia del macellaio o la parrucchiera morigerata hanno una "capienza" che manco le grotte di Castellana.
Come disse un tipo, "se non mi fossi aggrappato alle rocce, ci sarei caduto dentro"...
Oppure per restare in tema, la tipa dice al tipo "caro, ti puoi togliere l'anello? mi gratta un po'". E lui: "cara, guarda che è l'orologio"...
Ma che stamo a dì?
Dai Fazer, qui Jason ha ragione da vendere: il porno presenta il sesso anale come una pratica standard, direi quasi obbligatoria di ogni rapporto sessuale, con la donna che e' sempre pronta a riceverlo e niente di sporco che esce mai da quell'orifizio.
E' chiaro che questa e' una visione irrealistica delle cose: il sesso anale e' tutto meno che una pratica standard, va fatto con certe precauzioni, presenta rischi per l'igiene, e ci sono donne che non te lo permetteranno mai.

Insomma, che il porno generi aspettative irrealistiche mi sembra pacifico, allo stesso modo che un film commerciale presenta, di solito, situazione esagerate e spesso proprio al di fuori della realta'.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 08, 2016, 17:46:44 pm
Allo stesso modo tantissimi porno si concludono con eiaculazione in faccia o in bocca. Oppure la donna viene sonoramente sculacciata, tirata per i capelli, insultata, ne prende tre contemporaneamente ecc.

Queste sono tutte pratiche pornografiche piuttosto standard ma nel sesso reale non mi risulta siano così standard. Poi inutile che mi diciate "la mia ultima ragazza mi faceva questo e quello", anche io ho avuto esperienze con una tipa piuttosto "pornografica" e alcune delle cose elencate le facevamo, ma non è la norma. Non con le ragazze occidentali almeno, le straniere non so.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 17:57:07 pm
E quindi in pratica essendo i maschi scemi non riescono a capire la differenza tra quello che vedono in un video e la realtà, e si aspettano che la propria ragazza ingoi come un'idrovora e la prenda persino nelle orecchie.
E' questo che mi state dicendo?
Che significa "il porno genera aspettative irrealistiche"?
Che abbiamo tutti il cervello di un geco?
Il porno, nei sani di mente, non genera alcuna aspettativa, così come vedere Van Damme in azione non ti fa credere di poter sventare una rapina a forza di schiaffoni.
Che poi il porno sia dannoso non lo metto in dubbio e sono il primo a sostenerlo, ma è dannoso per tutt'altro motivo.
Se uno crede che l'anatra che ha rimorchiato in disco abbia (automaticamente, solo perchè femmina) le stesse...ehm...qualità di una professionista del porno è un idiota, non uno "ingannato" da Youporn.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 18:21:52 pm
Lascia perdere, il pay sex esiste ancora e lo sanno tutti.

Leggendo quasi tutti gli ultimi commenti concordo più di tutti con Negan. Gli altri, Fazer a parte, pare che si appoggino troppo sulle loro certezze. Io prima di dire che X fa male e y fa bene, guarderei prima l'individualità della persona.

Parliamo di una droga. Da come ricordo non esistono persone a cui la droga non fa male.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 18:27:01 pm
Allo stesso modo tantissimi porno si concludono con eiaculazione in faccia o in bocca. Oppure la donna viene sonoramente sculacciata, tirata per i capelli, insultata, ne prende tre contemporaneamente ecc.

Queste sono tutte pratiche pornografiche piuttosto standard ma nel sesso reale non mi risulta siano così standard. Poi inutile che mi diciate "la mia ultima ragazza mi faceva questo e quello", anche io ho avuto esperienze con una tipa piuttosto "pornografica" e alcune delle cose elencate le facevamo, ma non è la norma. Non con le ragazze occidentali almeno, le straniere non so.

Esatto, e c'è anche di peggio. La sculacciata peró è abbastanza comune nel sesso reale, purchè fatta con rispetto della persona, vincolo che nel porno è sempre mancato.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 08, 2016, 18:27:41 pm
Non sono i maschi a essere scemi è il porno che è una droga e chi ne è dipendente è tale e quale a chi è dipendente da alcool o altre sostanze.

A volte parlate delle "giovani generazioni" e vi illudete che ci sia speranza perché hanno atteggiamenti a tratti antifemministi. La verità è che non sanno nulla di QM, hanno semplicemente la testa piena di distrazioni come serie tv, videogiochi, social network, alcool, pornazzi, aperitivi, palestra ecc. Se non ci provano con le ragazze non è perché schifati dalle donne moderne è perché la loro vita è già piena (di cazzate), di donne non ne hanno bisogno e intanto uomini e donne sono sempre più lontani, non facciamo più figli, la famiglia è un "preconcetto da superare" e via discorrendo. Del resto l'obiettivo era proprio separarci tutti quanti visto che tanti single depressi spendono un sacco di soldi in cazzate e sono più manipolabili.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Ottobre 08, 2016, 18:28:53 pm
Il problema non è la pornografia in sè, è come è diventata. Milioni di video che ti entrano in testa e, anche se sai che è tutto finto, comunque ti modificano il cervello. Questo per motivi meramente fisiologici: non siamo abituati a uno stimolo costante del genere.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Ottobre 08, 2016, 18:30:48 pm
Non sono i maschi a essere scemi è il porno che è una droga e chi ne è dipendente è tale e quale a chi è dipendente da alcool o altre sostanze.

A volte parlate delle "giovani generazioni" e vi illudete che ci sia speranza perché hanno atteggiamenti a tratti antifemministi. La verità è che non sanno nulla di QM, hanno semplicemente la testa piena di distrazioni come serie tv, videogiochi, social network, alcool, pornazzi, aperitivi, palestra ecc. Se non ci provano con le ragazze non è perché schifati dalle donne moderne è perché la loro vita è già piena (di cazzate), di donne non ne hanno bisogno e intanto uomini e donne sono sempre più lontani, non facciamo più figli, la famiglia è un "preconcetto da superare" e via discorrendo. Del resto l'obiettivo era proprio separarci tutti quanti visto che tanti single depressi spendono un sacco di soldi in cazzate e sono più manipolabili.
Vero, ma non sono tutte cazzate...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:31:07 pm
Parliamo di una droga. Da come ricordo non esistono persone a cui la droga non fa male.

La droga è il quantitativo di sperma che hai nelle palle, non il sistema che usi per svuotarle, non prendiamoci in giro.
Chi si ammazzava di seghe utilizzando la mano e l'immaginazione ora lo fa con l'ausilio dei video.
Chi non aveva interesse o ne aveva poco non ha cambiato abitudini a causa dell'invasione dei siti porno.
Non è che adesso m dovete far passare 'sta storia che l'avvento dei siti porno ha reso tutti una manica di segaioli compulsivi che prima si occupavano di collezioni di farfalle.
Fate sparire i siti porno e vedrete che la percentuale di compulseghisti (questa la brevetto  :lol:) varia di poco o niente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:33:29 pm
A volte parlate delle "giovani generazioni" e vi illudete che ci sia speranza perché hanno atteggiamenti a tratti antifemministi. La verità è che non sanno nulla di QM, hanno semplicemente la testa piena di distrazioni come serie tv, videogiochi, social network, alcool, pornazzi, aperitivi, palestra ecc. Se non ci provano con le ragazze non è perché schifati dalle donne moderne è perché la loro vita è già piena (di cazzate), di donne non ne hanno bisogno e intanto uomini e donne sono sempre più lontani, non facciamo più figli, la famiglia è un "preconcetto da superare" e via discorrendo. Del resto l'obiettivo era proprio separarci tutti quanti visto che tanti single depressi spendono un sacco di soldi in cazzate e sono più manipolabili.

Ergo, per chi spinge il mercato del porno...obbiettivo raggiunto.
Questo è il male, questo è il punto.
Ma provvisoriamente, allontanare gli uomini (con qualsiasi mezzo) dalle orride femmine moderne fa, paradossalmente, un mezzo servizio alla qm.
Il mezzo fa schifo, il fine un po' meno... ^_^
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sebastiano - Ottobre 08, 2016, 18:34:08 pm
Chi si ammazzava di seghe utilizzando la mano e l'immaginazione ora lo fa con l'ausilio dei video.
Non è la stessa cosa, fidati.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:37:46 pm
Non è la stessa cosa, fidati.

Uè Seb, l'ho avuto anche io qualche centinaio di GB di video, eh, non è che provengo dal convento dell'incoronata di Foggia cinofila...
Non ho mai detto che è la stessa cosa.
Dico che se alla base non c'è un po di...liquido da scaricare, non c'è porno che tenga.
Poi si dovrebbe parlare anche del fenomeno della masturbazione compulsiva come mezzo per scaricare tensione/frustrazione, ma è un discorso parzialmente OT...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 18:42:00 pm
E quindi in pratica essendo i maschi scemi non riescono a capire la differenza tra quello che vedono in un video e la realtà, e si aspettano che la propria ragazza ingoi come un'idrovora e la prenda persino nelle orecchie.
E' questo che mi state dicendo?
Che significa "il porno genera aspettative irrealistiche"?
Che abbiamo tutti il cervello di un geco?
Il porno, nei sani di mente, non genera alcuna aspettativa, così come vedere Van Damme in azione non ti fa credere di poter sventare una rapina a forza di schiaffoni.
Che poi il porno sia dannoso non lo metto in dubbio e sono il primo a sostenerlo, ma è dannoso per tutt'altro motivo.
Se uno crede che l'anatra che ha rimorchiato in disco abbia (automaticamente, solo perchè femmina) le stesse...ehm...qualità di una professionista del porno è un idiota, non uno "ingannato" da Youporn.

Benvenuto nell'epoca dei plagi, sono riusciti a convincere che il genere maschile opprime quello femminile, secondo te non possono pure distorcere il concetto di sessualità?

Il mondo dei fiori non esiste e la maggioranza degli abituali usufruitori si crea false aspettative...perchè il porno è una droga.
Se pensi che nelle persone normali non si creano aspettative e i plagi non comtano niente, ti rimando agli effetti dei videogiochi violenti sugli adolescenti. Un mio conoscente quando aveva 5 anni, è caduto dal secondo piano di casa perchè voleva imitare l'uomo ragno.

È chiaro che il porno è peggiore di un gioco violento. Ma maggiore è il suo effetto simil droga maggiore è la capacita di creare dipendenza e di plagiare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:42:41 pm
Insomma, come dice giustamente Negan:

...porno e masturbazione, presi ovviamente con le dovute cautele...possono diventare un mezzo per liberarsi dalla dipendenza dal bisogno di cercare le donne...

Ovvero dalla tentazione di cacciarsi nel guano...(ma guarda te se mi tocca fare l'apologia delle pugnette come mezzo provvisorio di liberazione dalla dipendenza dalla fregna, in attesa che di correrle appresso ne valga -nuovamente- la pena... :doh: :doh: :doh:)
Che vitaccia... :cry:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:48:21 pm
...ti rimando agli effetti dei videogiochi violenti sugli adolescenti...

Su ALCUNI adolescenti, Jason, su ALCUNI.
Stai parlando con uno (tra i tantissimi) che è passato dai coin-op agli 8-16-32-64 bit, senza perdersi nulla, e senza per questo pensare di essere come i personaggi che di volta in volta "guidavo" nei giochi.

Un mio conoscente quando aveva 5 anni, è caduto dal secondo piano di casa perchè voleva imitare l'uomo ragno.

Eh, vedi che stai parlando di gente scema? Io nemmeno a cinque anni pensavo di poter volare e usare le lame rotanti come Goldrake.
Quello non voleva imitare l'uomo ragno, è stato solo colpito dal fulmine di Darwin.
Continuando a ragionare così, tanto vale che proponiamo che le automobili nuove non possano superare i 50 Km/h di velocità massima, sennò qualche mentecatto potrebbe farsi male...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 08, 2016, 18:52:33 pm
Parliamo di una droga. Da come ricordo non esistono persone a cui la droga non fa male.

il rapporto sentimentale stesso è una droga , liberando endorfine.
Inoltre, molti maneggiano le droghe senza esserne travolti.
Esempi ?
chi beve un bicchiere di vino a pasto  e non va oltre, ma ce ne sono altri
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 18:55:30 pm
In sintesi, se la situazione non migliora in qualche modo, assisteremo solo ad un incremento dell'offerta XXX, voluta dal alto e accettata di buon grado come unica alternativa agli ormai impossibili rapporti di coppia, vista la quasi irraggiungibilità dei requisiti richiesti dalle donne moderne agli uomini (e meno male, aggiungo).
Non è una bella cosa, siamo d'accordo.
Ma cercare di premere sull'astinenza (o su qualsiasi altro "rimedio") senza prima rimuovere le cause che hanno portato ala situazione attuale è inutile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 19:02:19 pm
 È ovvio che un videogioco non ha lo stesso potere di plagio del porno. Il porno ha un effetto più pesante e dannoso quindi matematicamente la maggioranza di chi ne usufruisce ne resta dipendente, ripeto che non sono io a dirlo ma le ricerche. I casi singoli non sono la norma.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 19:09:27 pm
il rapporto sentimentale stesso è una droga , liberando endorfine.
Inoltre, molti maneggiano le droghe senza esserne travolti.
Esempi ?
chi beve un bicchiere di vino a pasto  e non va oltre, ma ce ne sono altri

Marmocchio , non sono paragoni adeguati, visto che il rapporto sentimentale fa parte della natura umana , mentre l'alcool non è stato concepito come droga,  a differenza del porno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 19:16:44 pm
Marmocchio , non sono paragoni adeguati, visto che il rapporto sentimentale fa parte della natura umana , mentre l'alcool non è stato concepito come droga,  a differenza del porno.

Il porno è stato concepito come business, in tempi lontani nei quali i suoi "effetti collaterali", tanto cari agli odierni padroni del vapore, non erano nemmeno mai stati presi in considerazione.
Il porno nasce ben prima di femminismo e mondialismo e ismi vari e assortiti.
Poi ci si accorge che è una formidabile arma di distrazione di massa, un potentissimo agente de-socializzante (ma che parole mi invento?  :blink:, e lo si incentiva per questi scopi.
Ma è storia (relativamente) recente...

 
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 19:20:46 pm
OT
E io che pensavo che il movimento NOFAP fosse un modo di protestare contro l'introduzione massiccia del malefico Filtro Anti Particolato dei motori diesel, che mi sta costando un occhio in manutenzione annuale...
Come sto messo male... :hmm:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 19:21:16 pm
Non sono i maschi a essere scemi è il porno che è una droga e chi ne è dipendente è tale e quale a chi è dipendente da alcool o altre sostanze.

A volte parlate delle "giovani generazioni" e vi illudete che ci sia speranza perché hanno atteggiamenti a tratti antifemministi. La verità è che non sanno nulla di QM, hanno semplicemente la testa piena di distrazioni come serie tv, videogiochi, social network, alcool, pornazzi, aperitivi, palestra ecc. Se non ci provano con le ragazze non è perché schifati dalle donne moderne è perché la loro vita è già piena (di cazzate), di donne non ne hanno bisogno e intanto uomini e donne sono sempre più lontani, non facciamo più figli, la famiglia è un "preconcetto da superare" e via discorrendo. Del resto l'obiettivo era proprio separarci tutti quanti visto che tanti single depressi spendono un sacco di soldi in cazzate e sono più manipolabili.
Mi verrebbe da mettere in evidenza questo post, tanto è lucido e sintetico.
Milioni di video che ti entrano in testa e, anche se sai che è tutto finto, comunque ti modificano il cervello. Questo per motivi meramente fisiologici: non siamo abituati a uno stimolo costante del genere.
Appunto. Già nel '46 McLuhan diceva che questi stimoli costanti rendono i maschi immaturi e in sostanza rammolliscono la mente maschile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 19:23:08 pm
...Già nel '46 McLuhan diceva che questi stimoli costanti rendono i maschi immaturi e in sostanza rammolliscono la mente maschile.

Insomma hanno lo stesso effetto delle madri moderne... :hmm:
Aboliamo il porno e le madri moderne... :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 19:25:06 pm
Insomma hanno lo stesso effetto delle madri moderne... :hmm:
Aboliamo il porno e le madri moderne... :lol:
Che dire, i miei mi hanno messo in guardia sin dalla più tenera età :D

Il porno come rimedio a donne inavvicinabili e insopportabili è alquanto dubbio: più ci si rinchiude nel mondo irreale dei video, più si diventa docili e incapaci di cambiare le cose.
Ora esco, vado a cena con una donna vera :lol: :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 08, 2016, 19:33:50 pm
Che dire, i miei mi hanno messo in guardia sin dalla più tenera età :D

Il porno come rimedio a donne inavvicinabili e insopportabili è alquanto dubbio: più ci si rinchiude nel mondo irreale dei video, più si diventa docili e incapaci di cambiare le cose.

Eh, come se non sapesse di irreale correre appresso alle allucinanti pretese di una stronza per quattro spinte pelviche... :cry:

"...Servi della gleba a testa alta
verso il triangolino che ci esalta.
Niente marijuana ne pasticche:
noi si assume solo il due di picche
Servi della gleba in una stanza
anestetizzati da una stronza
come dei simbolici Big Jim:
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm

Servi della gleba a tutta birra
carichi di ettolitri di sburra;
cuore in fiamme e maschera di ghiaccio
noi col nostro carico di sfaccio
Servi della gleba planetaria
schiavi della ghiandola mammaria
come dei simbolici Big Jim:
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm..."
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 19:50:41 pm
@kroll : per quello che ho notato io , è vero che ci sono moltissimi giovani ragazzi pieni di distrazioni, ma è altrettanto vero che ci sono molti incazzati . In sostanza stanno diminuendo i giovani ragazzi femministi, in favore dei più consapevoli (la minor parte) e degli apatici distratti (la maggior parte).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Ottobre 08, 2016, 20:03:37 pm
Eh, come se non sapesse di irreale correre appresso alle allucinanti pretese di una stronza per quattro spinte pelviche... :cry:

"...Servi della gleba a testa alta
verso il triangolino che ci esalta.
Niente marijuana ne pasticche:
noi si assume solo il due di picche
Servi della gleba in una stanza
anestetizzati da una stronza
come dei simbolici Big Jim:
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm

Servi della gleba a tutta birra
carichi di ettolitri di sburra;
cuore in fiamme e maschera di ghiaccio
noi col nostro carico di sfaccio
Servi della gleba planetaria
schiavi della ghiandola mammaria
come dei simbolici Big Jim:
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm..."

Già che siamo in tema direi:
Lo stato A si ha quando vai nel letto
con la partner che ti vorresti amar.
Lo stato B si ha quando poi ti penti
dell'errore: terrore. Non lo dovevi fare.
Tu, vittima innocente degli effetti
devastanti dell'orgasmo,
sai che se non è amore
dopo il seme c'è la fuga.
 :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 08, 2016, 20:45:12 pm
Marmocchio , non sono paragoni adeguati, visto che il rapporto sentimentale fa parte della natura umana , mentre l'alcool non è stato concepito come droga,  a differenza del porno.

il rapporto sentimentale ha gli stessi effetti di una droga per spingere gli individui ad accoppiarsi e a crescere poi i frutti dell'accoppiamento.
L'alcool è una droga a tutti gli effetti e dai gravi risultati .
Il termine droga per altro è ambiguo , meglio quello di sostanza psicoattiva.
Il fatto che l'alcool sia legale non ne diminuisce la nocività e la sua valenza nutrizionale è nulla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 08, 2016, 22:26:58 pm
il rapporto sentimentale ha gli stessi effetti di una droga per spingere gli individui ad accoppiarsi e a crescere poi i frutti dell'accoppiamento.
L'alcool è una droga a tutti gli effetti e dai gravi risultati .
Il termine droga per altro è ambiguo , meglio quello di sostanza psicoattiva.
Il fatto che l'alcool sia legale non ne diminuisce la nocività e la sua valenza nutrizionale è nulla.

L'alcool è nocivo in grosse quantità , come buona parte delle sostanze che il corpo umano può assimilare senza problemi, in teoria .
Anche se bevi 10 litri di acqua al giorno non è che sia così salutare , o se mangi 1 kg di pasta al giorno . Semplicemente l'alcool è più nocivo se preso in grandi quantità perchè dà cirrosi.

La differenza grossa e fondamentale fra alcool e droga è che la cocaina, l'eroina , etc. sono tossiche e nocive anche a piccole concentrazioni . Ecco perchè non si possono paragonare .
Chi vuole può dire peste e corna dell'alcool , ma non può dire che crea da subito dipendenza, come fa la droga invece .
Faccio notare che l'alcool esiste dal 1500 , il porno da diversi secoli dopo .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 08, 2016, 23:19:53 pm
Eh, come se non sapesse di irreale correre appresso alle allucinanti pretese di una stronza per quattro spinte pelviche... :cry:
In genere una cosa è conseguenza dell'altra: chi non può fare a meno di donne sullo schermo non è che nella vita reale le ignori. Magari non ci prova perché incapace, ma sempre dipendente è.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 09, 2016, 00:23:08 am
La droga è il quantitativo di sperma che hai nelle palle, non il sistema che usi per svuotarle, non prendiamoci in giro.
Chi si ammazzava di seghe utilizzando la mano e l'immaginazione ora lo fa con l'ausilio dei video.
Chi non aveva interesse o ne aveva poco non ha cambiato abitudini a causa dell'invasione dei siti porno.
Non è che adesso m dovete far passare 'sta storia che l'avvento dei siti porno ha reso tutti una manica di segaioli compulsivi che prima si occupavano di collezioni di farfalle.
Fate sparire i siti porno e vedrete che la percentuale di compulseghisti (questa la brevetto  :lol:) varia di poco o niente.

È quello che ho tentato di dire.

X Jason: una droga con più effetti positivi che negativi? L'allenamento sportivo ad esempio.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 09, 2016, 00:27:40 am
In genere una cosa è conseguenza dell'altra: chi non può fare a meno di donne sullo schermo non è che nella vita lreale le ignori. Magari non ci prova perché incapace, ma sempre dipendente è.

Vabbè, già trovare un modo piacevole per spingere a spendere 50€ a mese invece di 100€ nelle tasche di una donna è un miglioramento alla causa della qm.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Ottobre 09, 2016, 01:18:57 am
Faccio notare che l'alcool esiste dal 1500

Da molti millenni prima di Cristo, vorrai dire ;) .
L'uomo distilla bevande spiritose dalla notte dei tempi, certamente non con lo scopo del classico bicchierino a pasto, eppure non si è estinto a causa sua.
Paragonare una birra al porno spinto IMO ha poco senso. Anche un porno di per sé non crea dipendenza, ma fa leva su un bisogno vitale dell'essere umano, bisogno che una bevanda alcolica non è a priori, anche se ahinoi lo può diventare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Ottobre 09, 2016, 02:13:46 am
E quindi in pratica essendo i maschi scemi non riescono a capire la differenza tra quello che vedono in un video e la realtà, e si aspettano che la propria ragazza ingoi come un'idrovora e la prenda persino nelle orecchie.
E' questo che mi state dicendo?
Che significa "il porno genera aspettative irrealistiche"?
Che abbiamo tutti il cervello di un geco?
Il porno, nei sani di mente, non genera alcuna aspettativa, così come vedere Van Damme in azione non ti fa credere di poter sventare una rapina a forza di schiaffoni.
Che poi il porno sia dannoso non lo metto in dubbio e sono il primo a sostenerlo, ma è dannoso per tutt'altro motivo.
Se uno crede che l'anatra che ha rimorchiato in disco abbia (automaticamente, solo perchè femmina) le stesse...ehm...qualità di una professionista del porno è un idiota, non uno "ingannato" da Youporn.

 :lol: :lol:

Comunque noto che c'è un errore di fondo in questo topic (se sia fatto in malafede o buona fede non lo so): equiparare la parola "porno" con "pratiche sessuali estreme".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 02:46:30 am
Secondo me l'essenziale è questo:

http://www.maurizioblondet.it/anamnesi-prognosi-fine-dei-tempi-nostri/

Gli occidentali non sanno sostenere la  civiltà che i loro padri e antenati hanno  creato. Anzi, palesemente, si estinguono, la loro natalità crolla, i matrimoni spariscono, diventa una pratica di massa la pornografia che (come dice il saggista americano Christopher Hitchens)  “come il capitalismo, è il posto dove l’umanità viene portata a morire”.

Mi domando se l'appagamento virtuale del porno, che distrae e tiene buoni gli uomini davanti a un video, influisca sulla motivazione a migliorare la loro condizione. I paradisi artificiali, come si sa, allontanano dalla realtà.
Molto interessante l'osservazione in questo topic che interessarsi della QM diminuisce il consumo di porno... :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 09, 2016, 08:00:24 am
Molto interessante l'osservazione in questo topic che interessarsi della QM diminuisce il consumo di porno... :lol:

Ne dubito fortemente, Vicus, perché interessarsi della QM equivale anche a diventare più selettivi verso le donne.
Le prese di coscienza evitano tutta una serie di guai o li riducono al minimo, ma al tempo stesso tolgono slancio e naturalezza verso l'altro sesso, proprio perché a un certo punto della vita le vedi per quello che sono e non per quello che vorresti che fossero.
Il che sta a significare che la QM, più che avvicinare gli uomini alle donne, li allontana.

Non solo: la stessa QM crea una sorta di dipendenza a certe tematiche, di cui sicuramente ciascuno di noi farebbe volentieri a meno.
Alla fine della fiera, e come ho già avuto modo di scrivere, si dipende sempre da qualcosa e da qualcuno.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 09:29:29 am

Mi domando se l'appagamento virtuale del porno, che distrae e tiene buoni gli uomini davanti a un video, influisca sulla motivazione a migliorare la loro condizione. I paradisi artificiali, come si sa, allontanano dalla realtà.
Molto interessante l'osservazione in questo topic che interessarsi della QM diminuisce il consumo di porno... :lol:

Si che influisce, ma in negativo. Esattamente come fanno le riviste rosa , che sarebbero i "porno" femminili . Faccio notare che i porno sono guardati anche dalle donne, sebbene in numero inferiore rispetto agli uomini .

Interessarsi alla QM ne diminuisce il consumo ? Purtroppo non é sempre cosí . Se prendi la QM in un certo modo , peró, può aiutare molto. Soprattutto se si pensa che il porno é un'invenzione femminista, mentre oggi molte femministe fanno finta di andargli contro , ed é questo il paradosso divertente  :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 09:39:22 am
Soprattutto se si pensa che il porno é un'invenzione femminista...

Il porno un'invenzione femminista?  :blink:
Cerchiamo di non dimenticare mai la 1° legge della QM:

Le donne non hanno inventato un cazzo

 :D

Molto interessante l'osservazione in questo topic che interessarsi della QM diminuisce il consumo di porno... :lol:

Eh mi sa che rischia in alcuni casi di essere esattamente il contrario, perchè:

...interessarsi della QM equivale anche a diventare più selettivi verso le donne.
Le prese di coscienza ...tolgono slancio e naturalezza verso l'altro sesso, proprio perché a un certo punto della vita le vedi per quello che sono e non per quello che vorresti che fossero.
Il che sta a significare che la QM, più che avvicinare gli uomini alle donne, li allontana.

Come scrive Frank, una volta aperti gli occhi si rischia di doversi rifugiare nel virtuale, tanto è lo schifo nei confronti del reale...

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 10:02:50 am
Ne dubito fortemente, Vicus, perché interessarsi della QM equivale anche a diventare più selettivi verso le donne.
Le prese di coscienza evitano tutta una serie di guai o li riducono al minimo, ma al tempo stesso tolgono slancio e naturalezza verso l'altro sesso, proprio perché a un certo punto della vita le vedi per quello che sono e non per quello che vorresti che fossero.
Il che sta a significare che la QM, più che avvicinare gli uomini alle donne, li allontana.

Non solo: la stessa QM crea una sorta di dipendenza a certe tematiche, di cui sicuramente ciascuno di noi farebbe volentieri a meno.
Alla fine della fiera, e come ho già avuto modo di scrivere, si dipende sempre da qualcosa e da qualcuno.
Sono stupito anch'io di quell'osservazione, magari non è così, ma forse c'è questo fondo di verità: chi fa attivismo sociale difficilmente è un vorace consumatore di porno; chi dipende dal porno difficilmente si interessa all'impegno sociale.

C'è una convinzione ad Haiti, nazione poverissima e allo sbando: che presto diverrà per magia il Paese più ricco e felice della Terra. Ecco, chi può credere questo può anche credere che la QM si risolverà magicamente da sola, senza fare assolutamente nulla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 11:07:54 am
Citazione
Il porno un'invenzione femminista?  :blink:
Cerchiamo di non dimenticare mai la 1° legge della QM:

Le donne non hanno inventato un cazzo

 :D

Infatti ho detto invenzione femminista, non invenzione delle donne.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 11:31:22 am
Infatti ho detto invenzione femminista, non invenzione delle donne.

Preferisci "le femministe non hanno inventato un cazzo"?
Non cambia molto.
In ogni caso non esisteva il femminismo quando apparvero i primi scatti porno B/N.
E si parla dell' 800...
Per quanto riguarda il pornonet, vai a guardare se gli ideatori e i gestori (maschi, ça va sans dire) hanno messo in piedi la baracca per motivi di propaganda femminista o piuttosto per soldi.
Che poi gli stessi siti facciano comodo ai poteri forti è un altro discorso.
Non penso che Riccardo Schicchi (esempio a caso) fosse mosso da motivazioni..."femministe".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 09, 2016, 11:52:46 am
Soprattutto se si pensa che il porno é un'invenzione femminista,

Il porno è un' invenzione maschile, quindi né femminista né femminile.

Già femmine e sesso ludico non vanno di pari passo, figuriamoci "femministe e sesso ludico".

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 09, 2016, 12:02:13 pm
Faccio notare che i porno sono guardati anche dalle donne, sebbene in numero inferiore rispetto agli uomini .

In numero molto, ma molto inferiore, rispetto a quello maschile.
Ed infatti le donne dipendenti dal porno son più rare dei panda.

Anzi, ti dirò: io non ne ho mai conosciuta una di queste fantomatiche donne "dipendenti dal porno" - ne ho solo sentito parlare...
Del resto alla donna media non importa proprio nulla dei film porno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 12:16:53 pm
Il porno non l'hanno inventato le femministe, ma forse Jason voleva dire che sono entrambi fattori distruttivi della società.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 12:42:58 pm
Il porno non l'hanno inventato le femministe, ma forse Jason voleva dire che sono entrambi fattori distruttivi della società.

E siamo d'accordo.
Ma ribadisco che, al punto in cui siamo, qualsiasi "espediente" che ottenga il risultato di far capire alle femminucce moderne che non sono al centro dell'universo e ne diminuisca in qualche modo il "valore di mercato" è acqua al mulino quemmista.
Per ora siamo noi i "senza scopo e senza utilità": quando lo diventeranno anche loro, quando capiranno in che razza di trappolona le hanno costrette, allora forse comincerà l'inversione di tendenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 12:48:51 pm
Già, ma il porno non rende indifferenti alle donne :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 13:01:01 pm
Già, ma il porno non rende indifferenti alle donne :lol:

Come no. Voglio vedere se una volta che ti sei ammazzato di seghe hai ancora la forza di guardarne una... :lol: :lol: :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 13:11:04 pm
Mi spiego meglio, invenzione femminista nel senso del SISTEMA femminista, dello stesso sistema che lavora contro gli uomini e quindi la famiglia.

Chi tira i fili del femminismo sono uomini massoni, non le femministe che CREDONO di tirarlo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 13:17:47 pm
Fazer ma pensi ancora che il porno toglie valore mercato alle femminucce. Semmai ti guardano schifate ma non toglie un bel niente, e a testimoniarlo sono le ricerche.

Già ho scritto decine di volte che la pornografia è una droga. Secondo te la cocaina diminuisce la voglia di cocaina ? Suvvia. Per rispetto di un argomento delicatissimo lo accenno appena appena solo ora, ma io ho degli amici purtroppo pornodipendenti che smentiscono quello pensi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 13:23:44 pm
Ma ribadisco che, al punto in cui siamo, qualsiasi "espediente" che ottenga il risultato di far capire alle femminucce moderne che non sono al centro dell'universo e ne diminuisca in qualche modo il "valore di mercato" è acqua al mulino quemmista.

Il porno non è un qualsiasi espediente. Non combatte nè il femminismo nè la mentalità femminista della popolazione. Soprattutto se poi gli uomini dovrebbero "ammazzarsi di seghe".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 13:32:58 pm
Fazer ma pensi ancora che il porno toglie valore mercato alle femminucce. Semmai ti guardano schifate ma non toglie un bel niente, e a testimoniarlo sono le ricerche.


Opinioni tue.
Non esiste nessuna ricerca che metta in correlazione l'aumento del consumo di pornografia con il sexual value delle donne reali.
E se ci fosse (stata) l'avrebbero censurata.
Perchè direbbe una verità lampante, già accennata nel post di Negan e in uno di quelli di Krool: il porno allontana gli uomini dalle donne (e dai rapporti reali).
Col risultato che già si sentono le oche starnazzare sul fatto che "non ci cercano più" (gli uomini).
Certamente questo fatto non è dovuto solamente all'uso e all'abuso del porno, ma IMHO è una concausa da non sottovalutare.
Soddisfatte le voglie (in maniera trise e misera, d'accordo), cade il principale motivo che spinge i maschi verso le femmine.
Poi dorga, non droga, dipendenza, assuefazione, etc: non è questo il punto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 13:35:45 pm
Il porno non è un qualsiasi espediente. Non combatte nè il femminismo nè la mentalità femminista della popolazione.

Qualsiasi cosa (nociva o meno) che lasci la popolazione femminile nel suo brodo e limiti lo zerbinismo di matrice pelvica ( :P) è già di per se un elemento di disturbo.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Red- - Ottobre 09, 2016, 14:02:50 pm
Solo come curiosità un pò OT, forse non tutti sanno che è esistito (nn so se esiste ancora) un vero e proprio filone porno-femminista. Inventato in Spagna ( a quanto ne so), le donne non sono depilate e staripano di peli, amano le lesbicate, in cui scimmiottano gli uomini e fanno finta di esserlo; nei rapporti etero trattano gli uomini più o meno come oggetti, insomma, tutto meno che eccitante. A qaunto ne so non ha mai incontrato il gusto del grande pubblico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 14:28:27 pm
Opinioni tue.
Non esiste nessuna ricerca che metta in correlazione l'aumento del consumo di pornografia con il sexual value delle donne reali.
E se ci fosse (stata) l'avrebbero censurata.
Perchè direbbe una verità lampante, già accennata nel post di Negan e in uno di quelli di Krool: il porno allontana gli uomini dalle donne (e dai rapporti reali).
Col risultato che già si sentono le oche starnazzare sul fatto che "non ci cercano più" (gli uomini).
Certamente questo fatto non è dovuto solamente all'uso e all'abuso del porno, ma IMHO è una concausa da non sottovalutare.
Soddisfatte le voglie (in maniera trise e misera, d'accordo), cade il principale motivo che spinge i maschi verso le femmine.
Poi dorga, non droga, dipendenza, assuefazione, etc: non è questo il punto.

Allontana i rapporti veri e introduce quelli virtuali, ma sempre una dipendenza dalla vagina (ok virtuale) crea. E la peggiora pure per le false aspettative. Se non ci credi leggi tutti i link che io e vicus abbiamo messo.

E scusami se non condivido per niente sta storia del mezzo a qualunque costo per far cuocere le femmine mel loro brodo. Primo perchè una femmina che non sia tua moglie o madre al limite ti guarda disgustato e ti prende per il culo. Secondo perchè un dittatore non si distrugge piazzandocene  un altro peggiore al suo posto. Terzo , perchè ho delle persone care che per un certo periodo ne sono cadute a guardare sempre quei video di merda e so cosa vuol dire. Fazer se tutti gli ex pornodipendenti parlano di quella piaga malissimo , e dico tutti, c'è un motivo preciso . Dici che le arpie ti fanno dannare. Verissimo, concordo, ma non vedo enormi differenze con la pornografia nella quale soffri da solo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 14:30:14 pm
Non sapevo di questa storia dalla spagna ma nemmeno mi sorpenderebbe poichè le femministe sono libertine e considerano gli uomini come oggetti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Ottobre 09, 2016, 14:53:24 pm
Però come svuotatio pallorum i pornazzi vanno bene, c'è poco da fare; poi la dipendenza non è una buona cosa, ma piuttosto che zerbinarsi per una deficiente che poi magari ti rovina la vita molto meglio la buona vecchia pippa, a meno che uno non ce la faccia con la castità ma sono casi rari.
L'ideale sarebbero le case di tolleranza a prezzi accessibili così finirebbero sia la dittatura vaginocentrica sia la pornografia di massa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 09, 2016, 16:44:40 pm
Fazer ma pensi ancora che il porno toglie valore mercato alle femminucce. Semmai ti guardano schifate ma non toglie un bel niente, e a testimoniarlo sono le ricerche.
E come mai ti guardano schifate?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 09, 2016, 16:46:58 pm
Fazer ma pensi ancora che il porno toglie valore mercato alle femminucce. Semmai ti guardano schifate ma non toglie un bel niente, e a testimoniarlo sono le ricerche.

Già ho scritto decine di volte che la pornografia è una droga. Secondo te la cocaina diminuisce la voglia di cocaina ? Suvvia.
La cocaina gratuita diminuisce il business degli spacciatori.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 17:12:40 pm
Scusate se lascio una risposta una volta ogni tanto ma cerco di essere presente solo quando ho tempo per poterlo fare.
Premesso questo voglio fare qualche precisazione.
E' evidente che tra gruppi e movimenti di uomini abbiamo obiettivi molto diversi: da una parte c'è chi punta a ristabilire dei "rapporti" tra il maschile e il femminile e dall'altro c'è chi invece questi rapporti non li cerca, non li vuole più e preferisce condurre una vita facendo a meno delle donne.
Tutte le posizioni devono essere rispettate.... che siano condivisibili o meno questo è un altro discorso. E' ovvio che per coloro che credono nel matrimonio, nella famiglia e nel rapporto "sano" uomo-donna com'era una volta il porno può essere qualcosa di deleterio, e su questo in parte può avere ragione Jason.
Ma per coloro che invece di avere una donna accanto o di farsi una famiglia non ne vogliono neanche sentir parlare, è ovvio che porno e pippe possono essere una valida scappatoia per svuotarsi. Perché poi l'obiettivo finale in questi casi è sempre il solito: svuotarsi.
Si può fare a meno di svuotarsi praticando l'astinenza? Certo! Però a cosa porta l'astinenza nell'uomo? Lasciamo perdere tutto il discorso sui rischi di aumento di probabilità di cancro alla prostata, perché come al solito ci sono un mare di studi che lo sostengono e molti altri che lo contestano...e quindi discuterne non ci porterebbe da nessuna parte e alla fine ognuno rimarrebbe comunque arroccato sulle proprie posizioni!
Ma se c'è una cosa che l'astinenza provoca di sicuro è l'aumento dell'aggressività maschile! La storia insegna! Basta pensare agli stupri che eserciti d'invasione dopo una prolungata astintenza sessuale hanno sempre fatto a scapito delle popolazioni occupate (e parlo di popolazioni e non di donne come sosterrebbero invece le solite femministe frustrate, perché spesso gli invasori non facevano distinzione di sesso e le vittime erano di sovente anche bambini maschi e giovani che venivano sodomizzati) Anzi, spesso i governanti sostenevano deliberatamente l'astinenza sessuale dei propri eserciti in battaglia, perché sapevano che con l'aumento dell'aggressività avrebbero reso mooolto di più!
Vabé potreste dirmi, ci sono asceti o uomini di fede che hanno una tale forza di volontà da astenersi e rimanere perfettamente lucidi e non aggressivi. Certo! Ma sono pochi eletti coloro che riescono in una tale impresa: per il 99% della popolazione maschile tale strada rimarrà pura utopia (detto tra noi credo che diversi asceti e uomini di fede che dicono di praticare l'astinenza in realtà si facciano pippe di nascosto, magari con pensieri sessuali particolarmente spinti, e molti di quelli che l'astinenza la praticano per davvero, non mi sorprenderebbe se ci riuscissero così bene solo perché hanno ormai raggiunto la pace dei sensi).

Quindi: il porno fa bene o fa male? Le pippe fanno bene oppure fanno male?
Le risposte sono tutte giuste e al contempo tutte sbagliate, perché bisogna contestualizzare per stabilirlo!
Tutto dipende dal contesto in cui porno e pippe vengono fatte: bisogna vedere il tipo di persona che le fa, quando e quante volte, le sue condizioni psichiche, la sua capacità di controllo e autodisciplina, la sua forza di carattere o la sua debolezza.
Non sono d'accordo con Jason quando definisce il porno come una droga. Il porno è più simile all'alcool: preso in giuste quantità non fa male, invece abusarne può creare una dipendenza da ossessione sessuale.

Allontana i rapporti veri e introduce quelli virtuali, ma sempre una dipendenza dalla vagina (ok virtuale) crea. E la peggiora pure per le false aspettative.
Contestualizziamo. Per chi punta a rapporti veri sono d'accordo con te, può rappresentare un problema. Ma per chi invece i rapporti veri con una donna non li vuole più è invece un'ottima soluzione. Supponiamo per un attimo che porti dipendenza come dici tu. Per un MGTOW è sempre meglio rischiare una dipendenza da una vagina virtuale che da una reale. Perché una vagina virtuale non ti dissangua economicamente (oggi in internet trovi gratis tutto il porno che vuoi), una vagina virtuale non rimane incinta di proposito solo per incastrarti, non ti costringe a fare continui compromessi (o me o la partita di calcetto....o me o al bar con gli amici!) che pendono sempre a suo favore, non ti costringe ad un fidanzamento sotto ricatto di non fartela assaggiare più, o ad una convivenza e tantomeno ad un matrimonio sotto minaccia di lasciarsi, per poi separarsi e portarti via tutto, come fa una vagina vera.

Citazione
....non condivido per niente sta storia del mezzo a qualunque costo per far cuocere le femmine mel loro brodo. Primo perchè una femmina che non sia tua moglie o madre al limite ti guarda disgustato e ti prende per il culo.
Anche questo discorso merita una contestualizzazione. Per un uomo che punta a matrimonio, famiglia e figli essere disgustato o essere preso in giro da una donna può essere un problema.
Per me e per gli altri MGTOW essere guardati con disgusto dalle donne solo perché le trattiamo con indifferenza e non ci inginocchiamo di fronte alla sacra vagina come fanno tutti gli altri pecoroni, zerbini e cavalier serventi è invece motivo di orgoglio e soddisfazione!
Ci prendono in giro? Certo! Ma quando poi rispondiamo a nostra volta con le nostre prese per il culo molto più forti delle loro gli passa la voglia! Quando capiscono che dal nostro portafoglio non potranno mai ciucciare neanche un centesimo come riescono a fare con gli altri maschiettini vaginocentrici gli passa la voglia! Sai quante volte un MGTOW viene preso per i fondelli da una donna che gli chiede se non sia gay? Tante volte, è capitato anche a me! Se uno s'incazza ovviamente ha perso in partenza, ma se uno prende certe provocazioni con una certa filosofia ha invece mille occasioni per levarsi tanti sassolini dalle scarpe! Sai cosa risposi io ad una donna che mi chiese se ero gay? Gli dissi "no, ma visto che voi donne moderne fate tutte schifo e siete solo delle sanguisughe approfittatrici che cercate solo uomini bambocci da spremere, forse diventare gay per davvero potrebbe essere un'ottima soluzione!" Rimase di sasso!
Citazione
..... le arpie ti fanno dannare. Verissimo, concordo, ma non vedo enormi differenze con la pornografia nella quale soffri da solo.
Anche se non rivolto a me ti rispondo ugualmente. Io invece vedo una grossa differenza: è sempre meglio soffrire da solo con la pornografia, piuttosto che dare soddisfazione ad un'arpia facendola divertire e giocare alle nostre spalle sapendo che soffriamo per lei. ;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 17:45:37 pm
E scusami se non condivido per niente sta storia del mezzo a qualunque costo per far cuocere le femmine mel loro brodo. Primo perchè una femmina che non sia tua moglie o madre al limite ti guarda disgustato e ti prende per il culo.

Eh beh certo perchè tutti quelli che usufruiscono del porno online poi lo vanno a strombazzare ai quattro venti...
A parte questo, vorrei capire quanta importanza abbiano per te le opinioni delle donne che ti guarderebbero disgustato e ti prenderebbero per il culo. Non saresti in grado di controbattere?
Sbattersene le palle dei giudizi di lor signore non rientra forse tra l'ABC del quemmista? O siamo ancora schiavi delle loro opinioni?

A parte questo, come dice Negan, bisogna vedere a chi è rivolto il discorso.
A te, con i tuoi principi e le tue convinzioni, potrà sembrare tutto terribile.
Per molti altri, che non condividono i tuoi principi, è una (benchè  non certo ideale) "liberazione".
Io non so quale sia il livello di pressione che i tuoi testicoli esercitano sul tuo cervello (livello del resto variabilissimo da uomo a uomo), ma ti garantisco che per molti uomini la svuotatio pallorum è condizione imprescindibile per recuperare lucidità, scaricare l'aggressività e, non ultimo, evitare lunghe, umilianti e spesso infruttuose cacce a quelle che definisci "vagine reali" (che a ben guardare sono più finte di quelle virtuali).
Caro amico Jason, quando ci fu il famigerato sciopero dei tabaccai, non avendo più le Marlboro a disposizione, ci fumavamo le Nazionali senza filtro e qualcuno anche le foglie di tè.
La situazione è simile.  :D :D :D

P.S.
Guarda che io concordo perfettamente con te sui danni del porno e la necessità di eliminarlo.
Ma a differenza tua, sono convinto che senza "interventi strutturali" a monte, lo stesso porno sia il male minore, e certamente non vedo che danni possa fare più di quelli che questo mondo di merda ci ha già causato.
Siamo pieni di dipendenze. Questa non è poi peggiore di altre (detto da uno che ormai considera un lontano ricordo le serate passate a fare "fapping" ( e pipping  :lol:)...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 18:27:39 pm
Gli stupri degli eserciti non sono causati dall'astinenza ma dall'impunità che vige durante le occupazioni.
Studi scientifici dimostrano che la pornodipendenza diminuisce la percezione della realtà e i freni inibitori, tendendo a far comportare nella vita reale come nei film con tutte le conseguenze anche penali del caso.
Diverso è il caso del dominio di sé, che mantiene lucidi con le donne e ha effetti positivi anche nei rapporti sociali.

Quando il porno diventa un fenomeno di massa e nessuno fa più figli, di sicuro c'è qualcosa che non va.
Che dirne quattro alle donne (sia pure per buone ragioni) possa cambiarle in meglio, o migliorare la società e la condizione maschile non è verosimile. Al più può essere uno sfogo indiduale, ammesso che serva a qualcosa, ma a parte gli eremiti, non credo alla teoria che i single stiano benissimo da soli, con o senza porno. E' un ripiego, non un ideale.

L'incapacità di fare scelte collettive è una debolezza. Molti considerano l'individualismo degli occidentali una condizione indotta, non spontanea, come mezzo di governance.

Nessuna civiltà ha mai tessuto l'elogio del single. Gli asiatici, gli islamici e tutte le culture che fanno figli com'è logico e naturale che sia, ci stanno già colonizzando economicamente e fisicamente. L'occidente si sta autoaffondando, e qui si dirà non me ne importa nulla, è inevitabile, sposare un'arpia è peggio. Ma il punto non è tanto sposarsi: l'individualismo (=legge della giungla) rende la vità più difficile per tutti, specie in tempi di crisi economica se non di anarchia e rende più deboli di fronte al potere che ci toglie una libertà dopo l'altra e ci affama (togliendo clienti anche a chi lavora in proprio).
Presentarlo come un ideale in grado di migliorare la condizione maschile mi pare fuorviante.


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 18:50:24 pm
Mi sembra che qui si parli di (triste) ripiego, non di ideale.
Nessuno (mi sembra) tesse le lodi della patetica arte di evitare di schizzare la tastiera e il mouse.
Si discute dei pro e dei contro di una scelta obbligata: inseguire come criceti sulla ruota un reale patetico o in alternativa calmare provvisoriamente le proprie pulsioni con l'ausilio della forma più tecnologicamente avanzata dell'antica "arte" della rappresentazione pornografica,  ovvero quella fornita dal web.
Anche il titolo del topic ormai è da considerarsi "superato"; il problema non è se faccia bene o male (su questo mi pare siamo d'accordo), ma se esistano valide alternative in una società i cui cittadini più "svegli" già da tempo si sono autoemarginati (autoesclusi?), e non solo dal punto di vista dei rapporti sessuali.
Non partecipare all'orrido rito collettivo della domenica nei centri commerciali è conscia autoesclusione dalle consuetudini del gregge:
Non partecipare allo spettacolo di arte varia di una politica lontana anni luce dai propri bisogni e dalle proprie aspirazioni è, allo stesso modo, autoesclusione.
E così via, passando per la gara di ruote del pavone combattuta a colpi di ultimo modello di cellulare o di automobile piuttosto che la gara di selfies e like su Facebook.
Prendere le distanze dai burattini modello Totenkopf chiamati donne moderne non è che l'ennesima autoesclusione, di fuga all'esterno del tendone di questo patetico circo.
C'è chi si esclude dal gregge finendo a fare il semi-carbonaro cercando di frequentare piccole comunità "separate", c'è chi si da al rafting  :lol: :lol: :lol:, c'è chi, non volendo o potendo partecipare alla gara di sniff del pelo di figa, si accontenta del virtuale.
E come non vedo, nemmeno in lontananza, una soluzione ai McDonalds, ai Renzi, ai SUV, agli iPhone e a Facebook ,non ne vedo nemmeno per quanto riguarda i catastrofici rapporti (a senso unico) con le tatuate, piercingate, e curatissime quanto vuote femmine moderne.
Quando (e se) si troveranno alternative credibili (che non siano la sciocchezza dell'astinenza) allora parleremo di eliminazione del porno.
Ma c'è da cambiare prima la testa della gente. E ancora prima vanno eliminati coloro che tirano i fili.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 19:22:22 pm
Il porno non è la causa di tutto, ma rinforza il problema perché incoraggia la passività. In tal senso quanto segue non è OT come sembra.

Le comunità, ormai non tanto piccole, non sono separate come gli amish. E' semplicemente gente consapevole della situazione che ha capito che i problemi si risolvono più facilmente insieme e si vive meglio quando si è in grado di agire collettivamente : dalla offerta di lavoro e di una casa a cifre ragionevoli alla consulenza giuridica gratuita, dalla condivisione di risorse alle scuole parentali per evitare lavaggi del cervello. Per non parlare della reinformazione e dell'azione coordinata contro leggi liberticide, molto più efficaci quando si agisce insieme.

E' facile esaltare l'individualismo quando si ha stipendio, supermercati sotto casa e ordine pubblico. Ma queste cose non sono scontate, sono il risultato della civiltà, che consideriamo condannata e vorremmo affossare, ma di cui allo stesso tempo cogliamo i frutti, come fosse una foresta primigenia che si mantiene da sola.
Va benissimo colare a picco l'occidente consumatore e femminista (ma non quando si tratta di comprare cellulari da 800€ e fare viaggi costosi). Solo che quando affonderà, se non ci sarà una organizzazione sociale alternativa a rimpiazzarlo, che non si improvvisa e va costruita sin da ora, ci ritroveremo per terra.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 19:35:22 pm
Il porno non è la causa di tutto, ma rinforza il problema perché incoraggia la passività.

A me sembra che incoraggi il distacco , non la passività.
La passività viene piuttosto incoraggiata (negli individui ancora dotati di almeno due o tre neuroni funzionanti) dallo spettacolo desolante offerto da ciò che ci circonda.

Solo che quando affonderà, se non ci sarà una organizzazione sociale alternativa a rimpiazzarlo, che non si improvvisa e va costruita sin da ora, ci ritroveremo per terra.

Dovremmo nel frattempo eliminare per legge i circenses?
Capisci cosa comporterebbe?


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 19:40:23 pm
A me sembra che incoraggi il distacco , non la passività.
La passività viene piuttosto incoraggiata (negli individui ancora dotati di almeno due o tre neuroni funzionanti) dallo spettacolo desolante offerto da ciò che ci circonda.
V. post precedente :lol:
Dovremmo nel frattempo eliminare per legge i circenses?
Chi l'ha mai detto? :D I circenses servivano a tener buono il popolo e a tenerlo lontano da sgradevoli attivismi... :fiocco:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 20:30:27 pm
Gli stupri degli eserciti non sono causati dall'astinenza ma dall'impunità che vige durante le occupazioni.
Già, solo per impunità. Gli uomini in astinenza sessuale invece tutti tranquilli. Come no!

Citazione
Studi scientifici dimostrano che la pornodipendenza diminuisce la percezione della realtà e i freni inibitori, tendendo a far comportare nella vita reale come nei film con tutte le conseguenze anche penali del caso.
Se è per questo al mondo d'oggi ci sono studi scientifici che credono di dimostrare tutto e il contrario di tutto. Ma la cosa che appare più evidente è che molti di quegli uomini o donne che hanno avuto conseguenze penali, perché hanno aggredito o ucciso compagni e compagne l'hanno fatto perché erano ossessionati da una persona reale, nella vita reale. Dubito fortemente che avrebbero avuto le conseguenze penali che hanno avuto se la loro ossessione si fosse limitata al virtuale.

Citazione
Quando il porno diventa un fenomeno di massa e nessuno fa più figli, di sicuro c'è qualcosa che non va.
Ma siamo sicuri che se non fanno figli sia tutta colpa del porno? Magari in parte lo è....ma non usiamolo come caprio espiatorio. Ci sono tante distrazioni in occidente. Non a caso anche una volta dicevano "hanno fatto tanti figli perché in casa non hanno la televisione!" E oggi di distrazioni ce ne sono un mare, quindi figuriamoci.
Citazione
Che dirne quattro alle donne (sia pure per buone ragioni) possa cambiarle in meglio, o migliorare la società e la condizione maschile non è verosimile.
Sinceramente parlando, dubito che possa esistere un comportamento degli uomini che possa cambiare in meglio le donne di questa società. Almeno dirgliene quattro fa sentire meglio!
Citazione
Al più può essere uno sfogo indiduale, ammesso che serva a qualcosa, ma a parte gli eremiti, non credo alla teoria che i single stiano benissimo da soli, con o senza porno. E' un ripiego, non un ideale.
Anche questo è un ragionamento che va contestualizzato. Se parliamo di single non per scelta-vocazione personale ma per le circostanze della società contemporanea ti do ragione: non possono essere felici per un indirizzo di vita che sono stati costretti a prendere a causa dell'attuale situazione. Ma c'è anche chi è liberamente single per scelta, per cui la singletudine è un vero e proprio status naturale.
Citazione
L'incapacità di fare scelte collettive è una debolezza. Molti considerano l'individualismo degli occidentali una condizione indotta, non spontanea, come mezzo di governance.
Vabé anche sentir parlare dei ragazzi, come mi capitava quand'ero più giovane, che dicevano, "bisogna metter su famiglia perché  va fatto e lo fanno tutti" non mi sembrava che avessero preso una scelta collettiva forte, semmai una visione molto superficiale della loro vita.
Citazione
Nessuna civiltà ha mai tessuto l'elogio del single. Gli asiatici, gli islamici e tutte le culture che fanno figli com'è logico e naturale che sia, ci stanno già colonizzando economicamente e fisicamente.
Tutte le civiltà meno progredite e povere tendono a fare un sacco di figli, ma quando si evolvono iniziano a farli sempre di meno, e aumentano i single. Se in un giorno lontano tutti i popoli del mondo raggiungeranno il modello occidentale, invece di più di 7 miliardi di abitanti sulla Terra, magari ne avremo solo 500 milioni in tutto il globo e per come la vedo io sarà tutto di guadagnato. 500 milioni di persone abitanti di un mondo tecnologico-automatizzato, non conosceranno più fame, ne guerre, ne povertà.
Citazione
L'occidente si sta autoaffondando, e qui si dirà non me ne importa nulla, è inevitabile, sposare un'arpia è peggio. Ma il punto non è tanto sposarsi: l'individualismo (=legge della giungla) rende la vità più difficile per tutti, specie in tempi di crisi economica se non di anarchia e rende più deboli di fronte al potere che ci toglie una libertà dopo l'altra e ci affama (togliendo clienti anche a chi lavora in proprio).
Indipendentemente da quello che pensiamo o crediamo, da quanto ce ne importa della società o meno, indipendentemente da tutto, non esiste soluzione o forse si? Che l'occidente non diventi pian piano un modello a cui tutti assomiglieranno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 09, 2016, 21:54:43 pm
L'alcool è nocivo in grosse quantità , come buona parte delle sostanze che il corpo umano può assimilare senza problemi, in teoria .
Anche se bevi 10 litri di acqua al giorno non è che sia così salutare , o se mangi 1 kg di pasta al giorno . Semplicemente l'alcool è più nocivo se preso in grandi quantità perchè dà cirrosi.

La differenza grossa e fondamentale fra alcool e droga è che la cocaina, l'eroina , etc. sono tossiche e nocive anche a piccole concentrazioni . Ecco perchè non si possono paragonare .
Chi vuole può dire peste e corna dell'alcool , ma non può dire che crea da subito dipendenza, come fa la droga invece .
Faccio notare che l'alcool esiste dal 1500 , il porno da diversi secoli dopo .

l'alcool è una droga a tutti gli effetti, per numero di morti secondo solo al tabacco.
Circa 30 volte di più dell'eroina.
Il porno esisteva anche nell'antica Roma, vedi Pompei , così come l'oppio era già conosciuto dagli antichi greci:
sia le droghe, sia il sesso , sono un mezzo per raggiungere il piacere, obiettivo primario dell' essere umano.
Naturalmente , ognuno ha la sua droga, tra cui anche l'esercizio fisico strenuo.
Ovviemente, per ognuno, i drogati sono gli altri.
La verità è che solo pochi tra i milioni che guardano il porno, finisce per averne dei problemi.
Così come pochi tra chi consuma alcool finisce per essere alcoolizzato.
Io stesso qualche porno me ,o sono visto e con ciò non ne sono dipendente e continuo a preferire una bella scopata con una donna in carne ed ossa
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 22:13:39 pm
La verità è che solo pochi tra i milioni che guardano il porno, finisce per averne dei problemi.
Esatto!
E' quello che cercavo di spiegare io quando ho parlato di contestualizzazione del porno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 22:14:17 pm
@Negan_66 : qui nessuno dice che dobbiamo sposarci per forza o altro perché rispettiamo le singole scelte di ogni uomo . Comprendiamo che ci sono uomini che, per un motivo o un altro, non hanno questa vocazione e vogliono rimanere single a vita. Quindi apprezzo la premessa che hai scritto sulle posizioni e la schiettezza onesta con la quale ti sei espresso . Il problema é un altro però. La pornografia da un pò di tempo é diventata accessibile a tutti . Ora direte "É giusto cosí" , e direte anche "io sono single forever , non me ne frega niente del resto e se io guardo i porno non faccio male a nessuno". Impostato cosí il ragionamento fila. Il problema é che la pornografia ha rovinato anche delle famiglie. Mariti che guardano i porno (a meno che non sia la moglie a non volersi concedere , e tutto il discorso che sto per fare non é valido) hanno l'effetto di non interessarsi piú fisicamente alle mogli . Questi sono i danni alle famiglie di cui i link che ho messo ne fanno una buona denuncia . Tralasciamo pure le schifezze dietro le quinte della pornografia, d'altronde c'é un motivo preciso se molti attori e attrici porno di mediobasso livello hanno tentato il suicidio , e a volte hanno portato a termine la loro azione. É un mondo di sofferenza e il numero di suicidi che ho detto ne é la prova piú che valida, e questo secondo me é giá un buon motivo per boicottare. Ma lasciamo perdere questo, solo perché poi dovrei aprire una sottosezione a parte. . Fazer parla di soluzioni alternative. Perché allora non ci battiamo per la riapertura delle case chiuse, magari con un tariffario accessibile anche ai meno fortunati ?

Ora direte che sono importanti gli "svuotamenti di palle". Premetto che per mia convinzione non condivido i discorsi sul cancro alla prostata, perché per molti medici (e secondo me) il tumore non viene perché hai poche eiaculazioni - o comunque non ne é una concausa rilevante- ma per via dell'aumentata immissione nell'ambiente di sostanze cancerogene liposolubili (che la prostata assorbe per sua composizione biologica)  che per diversi motivi non riescono ad essere smaltite dall'organismo, quindi si assumulano. Per il resto della contestualizzazione di cui parli, vale il discorso giá fatto. Ognuno ha sue vocazioni . Come dicevo nel topic, non propongo né il porno né astinenza di massa per risolvere la QM per questo motivo. Capisci pure che chi si astiene non é una minoranza cosí ristretta .

Per rispondere al tuo discorso sulle civiltá, non sono quelle povere ad essere matte perché figliano, siamo noi quelli deboli e anormali che stiamo rinnegando noi stessi . Siamo noi quelli che per "selezione naturale" rischiamo di fare una brutta fine , proprio perché non facciamo piú figli e siamo inquinati dai non-valori che il sistema ha immesso. E che noi abbiamo accettato come ritardati pensando fossero la nostra gioia . Esattamente come il sistema ha sponsorizzato il porno come una validissima alternativa ai rapporti reali . Sono tutte concause. Io non voglio combattere solo le concause ma voglio chiudere il rubinetto. Se io dico con certezza di essere contro la pornografia, lo dico avendo gia in bocca una soluzione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 22:18:45 pm
l'alcool è una droga a tutti gli effetti, per numero di morti secondo solo al tabacco.
Circa 30 volte di più dell'eroina.
Il porno esisteva anche nell'antica Roma, vedi Pompei , così come l'oppio era già conosciuto dagli antichi greci:
sia le droghe, sia il sesso , sono un mezzo per raggiungere il piacere, obiettivo primario dell' essere umano.
Naturalmente , ognuno ha la sua droga, tra cui anche l'esercizio fisico strenuo.
Ovviemente, per ognuno, i drogati sono gli altri.
La verità è che solo pochi tra i milioni che guardano il porno, finisce per averne dei problemi.
Così come pochi tra chi consuma alcool finisce per essere alcoolizzato.
Io stesso qualche porno me ,o sono visto e con ciò non ne sono dipendente e continuo a preferire una bella scopata con una donna in carne ed ossa

Devi considerare le proporzioni , in proporzione l'eroina ammazza di piú e crea piú dipendenza . Poi ovvio che se un ubriaco si mette al volante e uccide , si contano piú morti. Ma il colpevole in quel caso é lui. Non sono azzeccagarbugli da dare colpe solo a chi si sballa, ma é evidente che se tu sei ubriaco e pur sapendo di sballarti ti mettia guidare, sei un pericolo pubblico.

Purtroppo ti smentiscono i link e le testimonianze . Come dicevo sopra, miei conoscenti che inizialmente lo guardavano per curiositá ora sono dipendenti .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 09, 2016, 22:23:31 pm
Sei sicuro che tutti quelli che hanno commesso crimini del genere non facessero uso di porno? E' molto più verosimile il contrario! Il porno non sarà stato l'unica causa, ma nemmeno li ha dissuasi!

La situazione del soldato non è quella di chi ha dominio di sé, che non sente ogni minuto l'impellente necessità di andare a letto con una donna.

Concordo sul fatto che il porno non sia l'unica causa del non fare figli, ma in effetti chi ci è invischiato non capisce la gioia di avere una famiglia (intendo una famiglia che funzioni) né è felice come i molti padri che ho conosciuto.

Il celibato non è una scelta per la maggior parte degli uomini. Al più una necessità, vista l'inaffidabilità del 99,99% delle donne in circolazione (le rimanenti si sposano molto giovani).

Ci sono ampie prove che l'ideale dei 500 milioni sul pianeta sarà raggiunto a nostro discapito, con metodi genocidi (più o meno dissimulati, come la disoccupazione o la disumanizzazione degli spazi sociali). Non penso che starcene per conto nostro senza reagire aiuterà.

Spero, anzi sono certo, che alcuna società futura, compresa la nostra, somiglierà all'occidente attuale.

Non ho altro da aggiungere all'ottimo intervento di Jason, ma sottolineo questo:
Per rispondere al tuo discorso sulle civiltá, non sono quelle povere ad essere matte perché figliano, siamo noi quelli deboli e anormali che stiamo rinnegando noi stessi . Siamo noi quelli che per "selezione naturale" rischiamo di fare una brutta fine , proprio perché non facciamo piú figli e siamo inquinati dai non-valori che il sistema ha immesso. E che noi abbiamo accettato come ritardati pensando fossero la nostra gioia . Esattamente come il sistema ha sponsorizzato il porno come una validissima alternativa ai rapporti reali . Sono tutte concause. Io non voglio combattere solo le concause ma voglio chiudere il rubinetto. Se io dico con certezza di essere contro la pornografia, lo dico avendo gia in bocca una soluzione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 22:35:25 pm
@Negan_66 : qui nessuno dice che dobbiamo sposarci per forza o altro perché rispettiamo le singole scelte di ogni uomo . Comprendiamo che ci sono uomini che, per un motivo o un altro, non hanno questa vocazione e vogliono rimanere single a vita. Quindi apprezzo la premessa che hai scritto sulle posizioni e la schiettezza onesta con la quale ti sei espresso . Il problema é un altro però. La pornografia da un pò di tempo é diventata accessibile a tutti . Ora direte "É giusto cosí" , e direte anche "io sono single forever , non me ne frega niente del resto e se io guardo i porno non faccio male a nessuno". Impostato cosí il ragionamento fila. Il problema é che la pornografia ha rovinato anche delle famiglie. Mariti che guardano i porno (a meno che non sia la moglie a non volersi concedere , e tutto il discorso che sto per fare non é valido) hanno l'effetto di non interessarsi piú fisicamente alle mogli . Questi sono i danni alle famiglie di cui i link che ho messo ne fanno una buona denuncia . Tralasciamo pure le schifezze dietro le quinte della pornografia, d'altronde c'é un motivo preciso se molti attori e attrici porno di mediobasso livello hanno tentato il suicidio , e a volte hanno portato a termine la loro azione. É un mondo di sofferenza e il numero di suicidi che ho detto ne é la prova piú che valida, e questo secondo me é giá un buon motivo per boicottare. Ma lasciamo perdere questo, solo perché poi dovrei aprire una sottosezione a parte. . Fazer parla di soluzioni alternative. Perché allora non ci battiamo per la riapertura delle case chiuse, magari con un tariffario accessibile anche ai meno fortunati ?
Infatti avevo scritto: E' ovvio che per coloro che credono nel matrimonio, nella famiglia e nel rapporto "sano" uomo-donna com'era una volta il porno può essere qualcosa di deleterio, e su questo in parte può avere ragione Jason. Su questo punto mi pare che siamo d'accordo.

Citazione
Ora direte che sono importanti gli "svuotamenti di palle". Premetto che per mia convinzione non condivido i discorsi sul cancro alla prostata, perché per molti medici (e secondo me) il tumore non viene perché hai poche eiaculazioni - o comunque non ne é una concausa rilevante- ma per via dell'aumentata immissione nell'ambiente di sostanze cancerogene liposolubili (che la prostata assorbe per sua composizione biologica)  che per diversi motivi non riescono ad essere smaltite dall'organismo, quindi si assumulano. Per il resto della contestualizzazione di cui parli, vale il discorso giá fatto. Ognuno ha sue vocazioni . Come dicevo nel topic, non propongo né il porno né astinenza di massa per risolvere la QM per questo motivo. Capisci pure che chi si astiene non é una minoranza cosí ristretta.
Appunto, come dicevo: Lasciamo perdere tutto il discorso sui rischi di aumento di probabilità di cancro alla prostata, perché come al solito ci sono un mare di studi che lo sostengono e molti altri che lo contestano...e quindi discuterne non ci porterebbe da nessuna parte e alla fine ognuno rimarrebbe comunque arroccato sulle proprie posizioni!
Per il resto, non dico che chi si astiene sia una minoranza, dico semplicemente che non credo che coloro che hanno una sessualità ancora attiva possano farlo veramente. Credo che siano dei bugiardi che sotto sotto ogni tanto qualche pippa se la tirano anche loro. Se poi parliamo di persone attempate che hanno raggiunto un'assopimento sessuale se non proprio la pace dei sensi, è un altro discorso.

Citazione
Per rispondere al tuo discorso sulle civiltá, non sono quelle povere ad essere matte perché figliano, siamo noi quelli deboli e anormali che stiamo rinnegando noi stessi . Siamo noi quelli che per "selezione naturale" rischiamo di fare una brutta fine , proprio perché non facciamo piú figli e siamo inquinati dai non-valori che il sistema ha immesso. E che noi abbiamo accettato come ritardati pensando fossero la nostra gioia . Esattamente come il sistema ha sponsorizzato il porno come una validissima alternativa ai rapporti reali . Sono tutte concause. Io non voglio combattere solo le concause ma voglio chiudere il rubinetto. Se io dico con certezza di essere contro la pornografia, lo dico avendo gia in bocca una soluzione.
Se consideri NORMALE condizione dell'umanità quella di povertà con tanti figli affamati e mal vestiti come avviene in tanti paesi disagiati del mondo, scusa tanto ma io quella non la chiamo normalità, FOLLIA è un termine molto più appropriato.
Solo con l'Occidentalizzazione di tutte le nazioni del mondo, un'accrescimento di benessere generalizzato con la conseguente decrescita demografica si potrà salvare questa sciagurata umanità.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 22:36:35 pm
Fazer : non ho assolutamente paura delle opinioni delle donne, specie di quelle moderne di oggi , per il resto ti ho risposto qui sotto.

Dimenticavo, sulla storia dei soldati ha ragione Vicus . Le atrocitá vengono commesse quando vengono permesse. I soldati USA, paese dove l'astinenza é umiliata da anni se non in comunitá che da poco tempo stanno emergendo, hanno commesso crimini col fosforo bianco .

Non penso che i soldati francomagrebini hanno commesso le atrocitá in ciociaria (seconda guerra mondiale, a proposito come mai in merito non vi sono denunce femministe , eccetto l'UDI ?) perché il generale francese Juin ha imposto loro l'astinenza ma perché ha dato carta bianca e libertá di azione.

I soldati russi sono molto duri, palestrati e tosti, e loro non vivono di prolungata astinenza. E non hanno libertá totale di fare il porco del comodo loro.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 22:43:38 pm
Sei sicuro che tutti quelli che hanno commesso crimini del genere non facessero uso di porno? E' molto più verosimile il contrario! Il porno non sarà stato l'unica causa, ma nemmeno li ha dissuasi!

La situazione del soldato non è quella di chi ha dominio di sé, che non sente l'impellente necessità di andare a letto con una donna.

Concordo sul fatto che il porno non sia l'unica causa del non fare figli, ma in effetti chi ci è invischiato non capisce la gioia di avere una famiglia (intendo una famiglia che funzioni) né è felice come i molti padri che ho conosciuto.

Il celibato non è una scelta per la maggior parte degli uomini. Al più una necessità, vista l'inaffidabilità del 99,99% delle donne in circolazione (le rimanenti si sposano molto giovani).

Ci sono ampie prove che l'ideale dei 500 milioni sul pianeta sarà raggiunto a nostro discapito, con metodi genocidi (più o meno dissimulati, come la disoccupazione o la disumanizzazione degli spazi sociali). Non penso che starcene per conto nostro senza reagire aiuterà.

Spero, anzi sono certo, che alcuna società futura, compresa la nostra, somiglierà all'occidente attuale.

Non ho altro da aggiungere all'ottimo intervento di Jason, ma sottolineo questo:

Ma infatti in ciociaria non penso che i soldati franco magrebini ebbero ricevuto l'ordine di astinenza, quanto libertá totale di azione, i vertici francesi si accorsero poi che ebbero esagerato.

Comunque un genocidio programmato sta giá avvenendo . Giá in europa non nascono europei. Poi ci sta la questione dei vaccini in africa che possono sterilizzare , il glicofosfato , ora é appena nata la nuova azienda derivata dalla fusione Monsanto-Bayern , praticamente Alien col virus Ebola (l'aspirina é l'unica cosa buona e rivoluzionaria inventata dall'azienda farmaceutica che io ricordi).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 22:43:59 pm
Ci sono ampie prove che l'ideale dei 500 milioni sul pianeta sarà raggiunto a nostro discapito, con metodi genocidi (più o meno dissimulati, come la disoccupazione o la disumanizzazione degli spazi sociali). Non penso che starcene per conto nostro senza reagire aiuterà.
Quali prove? Fai un esempio.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 09, 2016, 22:51:47 pm
Devi considerare le proporzioni , in proporzione l'eroina ammazza di piú e crea piú dipendenza . Poi ovvio che se un ubriaco si mette al volante e uccide , si contano piú morti. Ma il colpevole in quel caso é lui. Non sono azzeccagarbugli da dare colpe solo a chi si sballa, ma é evidente che se tu sei ubriaco e pur sapendo di sballarti ti mettia guidare, sei un pericolo pubblico.

Purtroppo ti smentiscono i link e le testimonianze . Come dicevo sopra, miei conoscenti che inizialmente lo guardavano per curiositá ora sono dipendenti .

le mie affermazioni non sono smentite da nulla, ne da casi personali che dimostrano solo come i problemi di quelle persone sono preesistenti, ne dai links che partono da posizioni preordinate.
Solo poche persone, tra le poche che guardano pornografia, finiscono per diventarne succubi.
Tra l'alcool e l'eroina non c'è storia, tenendo conto che oltretutto l'eroina è pure illegale, quindi tagliata e spesso male , con problematiche infettive dovute per l'appunto alla sua illegalità.
Ma per non andare troppo OT , la pornografia, in soggetti normali e non affetti da preesistenti problematiche psicologico-psichiatriche, può essere una valvola di sfogo a una esigenza fisica , che non per tutti ha una valenza morale.
per es , per me, molta della mia attività sessuale non era dovuta particolari ambizioni sentimentali o etiche, ma niente di più che ad una voglia fisica che certo era più soddisfacente soddisfare con una donna, ma che talvolta era sufficientemente evasa con pratiche onanistiche che, in certi casi, mi hanno evitato coinvolgimenti problematici con esponenti dell'altrosesso .
Per essere chiari : a volte meglio una buona " manovra" che una cattiva scopata , magari con " postumi da valutarsi in sede medico-legale" :sick: :cool:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 09, 2016, 22:58:18 pm
Ma infatti in ciociaria non penso che i soldati franco magrebini ebbero ricevuto l'ordine di astinenza, quanto libertá totale di azione, i vertici francesi si accorsero poi che ebbero esagerato.

Comunque un genocidio programmato sta giá avvenendo . Giá in europa non nascono europei. Poi ci sta la questione dei vaccini in africa che possono sterilizzare , il glicofosfato , ora é appena nata la nuova azienda derivata dalla fusione Monsanto-Bayern , praticamente Alien col virus Ebola (l'aspirina é l'unica cosa buona e rivoluzionaria inventata dall'azienda farmaceutica che io ricordi).

Oddio, con la figura di me..da che abbiamo fatto con la Francia , c'erano da aspettarsi rappresaglie, anche se la stessa Francia ha fatto pena quasi come noi.
In Europa non nascono più europei perchè le donne europee fanno ca..re, perchè c'è troppo benessere, troppa sicurezza, troppaburocrazia, ecc, ma certo non perchè si guardano troppi porno.
del resto,perchè uno oggi dovrebbe mettersi il cappio con una donna europea procreando ?
perchè l'Europa cala di numero ?
Dopo ben 2 guerre mondiali scatenate dalle idiote ideologie europee ?
Pazienza, vorrà dire che gli europei, dopo i vari casini fatti scoppiare in giro hanno esaurito il loro ciclo.
Avanti gli altri, il sole non si spegnerà e la Terra continuerà a agirare
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 09, 2016, 23:09:23 pm
In Europa non nascono più europei perchè le donne europee fanno ca..re, perchè c'è troppo benessere, troppa sicurezza, troppaburocrazia, ecc, ma certo non perchè si guardano troppi porno.
del resto,perchè uno oggi dovrebbe mettersi il cappio con una donna europea procreando ?
perchè l'Europa cala di numero ?
Dopo ben 2 guerre mondiali scatenate dalle idiote ideologie europee ?
Pazienza, vorrà dire che gli europei, dopo i vari casini fatti scoppiare in giro hanno esaurito il loro ciclo.
Avanti gli altri, il sole non si spegnerà e la Terra continuerà a agirare

DA INCORNICIARE! :clapping: :drinks:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Ottobre 09, 2016, 23:20:17 pm
Ti puoi segare anche senza porno.

La verità è che se non ci fossero i porno la gente si segherebbe di meno (mio padre è molto anziano e si è fatto probabilmente un trentesimo delle seghe che mi sono fatto io...). È un bisogno indotto. Oggi in pieno femminismo guarda caso abbiamo i porno, che prima non esistevano affatto (parlo di porno VERI, ovvero FILMATI con video e audio di alta qualità disponibili GRATIS per CHIUNQUE. Non tiratemi fuori l'antica Roma dai...). Voi SAPETE quanto è potente il femminismo; secondo voi perché i siti pornografici stanno benissimo, fanno milioni e non li chiudono? Eppure nei video le donne vengono "oppresse" a manetta, insultate, picchiate, ingroppate da legioni di uomini, certi video poi sembrano stupri e sono francamente inguardabili. Il femminismo non ci concederebbe il "lusso" di guardarci certi video se non fossero funzionali alla causa. Il porno non ti libera dalla dipendenza dalle donne, è il contrario.

Poi che il porno non sia la causa dei nostri problemi ma piuttosto una conseguenza sono d'accordo.
Io cmq continuo a vederlo molto più alleato del femminismo che dell'antifemminismo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 23:21:06 pm
Se io dico con certezza di essere contro la pornografia, lo dico avendo gia in bocca una soluzione.

Boh, colpa mia magari, ma non ho ancora capito qual'è... :hmm:
Le prostitute non riusciranno mai a sostituire il porno. Per motivi che ho già spiegato (disponibilità finanziarie, problemi di eccessiva timidezza, paura del giudizio della gente ,scrupoli di coscienza, paura di contrarre malattie, paura di essere colti in flagrante e quindi condannati oltre che sputtanati).
Le case di tolleranza risolverebbero il problema dell'illegalità e (forse) dell'igiene e delle malattie, ma aumenterebbe il problema dei soldi e rimarrebbero invariati gli altri.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 23:31:48 pm
Boh, colpa mia magari, ma non ho ancora capito qual'è... :hmm:
Le prostitute non riusciranno mai a sostituire il porno. Per motivi che ho già spiegato (disponibilità finanziarie, problemi di eccessiva timidezza, paura del giudizio della gente ,scrupoli di coscienza, paura di contrarre malattie, paura di essere colti in flagrante e quindi condannati oltre che sputtanati).
Le case di tolleranza risolverebbero il problema dell'illegalità e (forse) dell'igiene e delle malattie, ma aumenterebbe il problema dei soldi e rimarrebbero invariati gli altri.

Metti le case di tolleranza sorvegliate da medici e fissa un tariffario accessibile e risolvi tutti i problemi. Se le case chiuse non sono fuorilegge (occhio che c'è differenza fra legalizzare e tollerare) non devi temere nulla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 23:34:09 pm
Ti puoi segare anche senza porno.

La verità è che se non ci fossero i porno la gente si segherebbe di meno (mio padre è molto anziano e si è fatto probabilmente un trentesimo delle seghe che mi sono fatto io...). È un bisogno indotto. Oggi in pieno femminismo guarda caso abbiamo i porno, che prima non esistevano affatto (parlo di porno VERI, ovvero FILMATI con video e audio di alta qualità disponibili GRATIS per CHIUNQUE. Non tiratemi fuori l'antica Roma dai...). Voi SAPETE quanto è potente il femminismo; secondo voi perché i siti pornografici stanno benissimo, fanno milioni e non li chiudono? Eppure nei video le donne vengono "oppresse" a manetta, insultate, picchiate, ingroppate da legioni di uomini, certi video poi sembrano stupri e sono francamente inguardabili. Il femminismo non ci concederebbe il "lusso" di guardarci certi video se non fossero funzionali alla causa. Il porno non ti libera dalla dipendenza dalle donne, è il contrario.

Poi che il porno non sia la causa dei nostri problemi ma piuttosto una conseguenza sono d'accordo.
Io cmq continuo a vederlo molto più alleato del femminismo che dell'antifemminismo.

Mi hai tolto le parole di bocca, post anche questo da incorniciare  :drinks: :drinks: il porno è stato inventato dallo stesso sistema che ha inventato il femminismo .

@marmocchio , troppo riduttivo dire che non si figlia piú per colpa delle donne europee. Qui mancano proprio politiche familiste.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 23:34:34 pm
La verità è che se non ci fossero i porno la gente si segherebbe di meno

Boh, io mi segavo uguale  :unsure: :lol:

secondo voi perché i siti pornografici stanno benissimo, fanno milioni e non li chiudono? Eppure nei video le donne vengono "oppresse" a manetta, insultate, picchiate, ingroppate da legioni di uomini, certi video poi sembrano stupri e sono francamente inguardabili. Il femminismo non ci concederebbe il "lusso" di guardarci certi video se non fossero funzionali alla causa.

Mah, fosse per le femministe, quei siti verrebbero chiusi subito (questo pensano loro il lunedì, mercoledì e venerdì, quando si alzano dal letto convinte che si tratti di povere donne sfruttate dal patriarcato misogino. Il martedì , giovedì e weekend invece si alzano pensando che si tratta della sacrosanta libertà della donna di usare il proprio corpo come vuole).
Non è tanto al femminismo che fanno comodo i siti porno, quanto a coloro che il femminismo lo tengono in vita per usarlo per i loro scopi.



Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 23:40:15 pm
...fissa un tariffario accessibile...

Mi fai un esempio di "tariffario accessibile"?
Quanto per una pompa?
Supplemento ingoio?
Per una ciulata?
Perchè voglio proprio vedere quante volte, col mio misero reddito, riesco ad andarci in un mese.
E io ho uno stipendio.
Poi parliamo di quelli messi peggio (e sono milioni).
Già adesso, vedo che ai marciapiedi accostano più le Mercedes che le Panda. I cui proprietari abbordano povere albanesi/rumene/nigeriane...

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 09, 2016, 23:46:05 pm
Mi fai un esempio di "tariffario accessibile"?
Quanto per una pompa?
Supplemento ingoio?
Per una ciulata?
Perchè voglio proprio vedere quante volte, col mio misero reddito, riesco ad andarci in un mese.
E io ho uno stipendio.
Poi parliamo di quelli messi peggio (e sono milioni).
Già adesso, vedo che ai marciapiedi accostano più le Mercedes che le Panda. I cui proprietari abbordano povere albanesi/rumene/nigeriane...

20 euro all'ora di base é tanto ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 23:48:21 pm
20 euro all'ora di base é tanto ?

20 euro?
Ma per 20 euro (ovvero non più di 10 alla sex worker, considerate le spese di gestione, i controlli sanitari, le tasse etc) non ci vanno a lavorare nemmeno le peggio disastrate che oggi vedi sui marciapiedi.
Sali Jason, sali.
Cifre realistiche.
Devi considerare tutti i parametri.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 09, 2016, 23:51:27 pm
Tieni anche conto che chi entra in una casa di tolleranza si aspetta di trovare...ehm...chiamiamolo "materiale" di una certa qualità.
Ovvero ragazze carine, educate, pulite.
Non le volgari bagasce che vedi ogni giorno nei centri commerciali e in giro per le strade (ovvero le donne normali).  :P :D :lol:
Quindi i prezzi salgono...
Io dico che è realistico pensare a cifre attorno agli 80/100 euro (c'è pure l'iscrizione al sindacato da pagare  :mad: :cry: :doh:)
E con prezzi come questi, quale sarebbe la percentuale di popolazione maschile che avrebbe "accesso al servizio"?
Il 10%?
E gli altri?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Red- - Ottobre 10, 2016, 00:04:59 am
Citazione
(occhio che c'è differenza fra legalizzare e tollerare)
Vero. Ciò che è tollerato lo si può arginare e controllare, ciò che è legalizzato (sdoganato) no.
Nessuno che sia sano di mente può pensare che la prostituzione sia un fenomeno sotterraneo e sconosciuto alle forze dell'ordine.
Ma sinchè rimane nel limbo legislativo sono possibili due cose:
1- delegittimarlo moralmente
2- controllarlo, perchè c'è sempre la minaccia di far passare guai sia a prostitute che clienti.
La cosa è interessante ed ha grossi implicazioni e conseguenze; succede uguale per altri settori, come ad esempio la droga, l'eutanasia, etc. Tutte cose che esistono qui ed ora, ma che non sono sdoganate, e meno male che è così; tranne che per la prostituzione, per la quale lo sdoganamento ufficiale probabilmente ci starebbe tutto...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 00:05:47 am
Che poi, 80 euro per quella che chiami "tariffa base".
Tradotto, sveltina da 10 minuti in missionary/doggystyle/cowgirl (missionaria/pecorina/smorzacandela per i non anglofoni  :huh: :lol:).
Figurati con gli "extra" come va a finire...
Poi c'è il problema "sanitario".
Tu dici che un servizio medico dovrebbe controllare la salute delle...impiegate.
E quella dei clienti?
Ci presentiamo tutti col certificato medico?
E se ho la pressione alta devo prendere la pastiglia prima del rapporto?
No perchè per strada sai quello che rischi e sta a te accettare o meno.
Ma trattandosi di una casa di tolleranza, perbacco, a queste cose bisogna pensarci.
E visto che siamo in Italia, bisogna sin da subito pensare a cosa direbbe "el papa"... :doh:

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Ottobre 10, 2016, 00:09:16 am
OT: Cri...bbio, in due anni di iscrizione al forum non ho mai visto una partecipazione così accesa ad una discussione, mai tanti post in fila nel giro di breve tempo e mai tanti utenti collegati tutti assieme. E tutto per una sega :w00t: .

Io ogni tanto entro in uno specifico sito erotico/porno (non vi dico quale per pudore), guardo se c'è qualcosa che mi interessa e se c'è e mi eccita muovo il polso. Se non c'è niente che mi garbi o è qualcosa di troppo spinto (cosa che accade spesso) chiudo tutto e ciao ciao. Nessuna schiavitù. Il periodo in cui me ne sparavo abitualmente una al dì (al di fuori dell'adolescenza, ovvia zona franca) ero abbastanza rincoglionito... e si trattava solo di una pippa al dì!
Perché racconto i fatti miei? Per far capire che le cose variano da persona a persona, il rischio di dipendenza da porno IMO lo state sopravvalutando. Anche se, come ho detto in un precedente post, si basa su un bisogno basilare dell'essere umano, contrariamente ad altre dipendenze.

Fazer, col tuo calcolo del tariffario mi hai fatto ridere :lol: .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 10, 2016, 00:10:29 am
Metti le case di tolleranza sorvegliate da medici e fissa un tariffario accessibile e risolvi tutti i problemi. Se le case chiuse non sono fuorilegge (occhio che c'è differenza fra legalizzare e tollerare) non devi temere nulla.

No, non risolvi tutti i problemi, perché per quando riguarda le malattie a trasmissione sessuale dovrebbero essere controllati anche i cosiddetti clienti.

Un rischio, seppur ridotto, esisterà sempre.
 
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 10, 2016, 00:11:18 am
Infatti ho detto 20 euro di base  ( forse potevo mettere 20 euro mezz'ora) . Poi si sale sempre a determinate condizioni .

Sicuro solo il 10 % sarebbe accessibile ? Ma pure se fosse, intanto noi proponiamo la soluzione e poi si vede . Altrimenti si finisce in un cul de sac senza uscita.

Per il resto come dice kroll non c'é bisogno del porno per l'autoerotismo , nel caso . Non voglio apparire come l'insensibile ma, con le soluzioni proposte e col ritorno alla normalitá dei rapporti UU/DD (a proposito io nemmeno vado con le escort, quindi figurati) risolveresti il 90 % dei problemi , e per chi rimane ancora tagliato fuori , voglio dire che a noi interessa come si muove la societá per massa, non per singolo individuo. Le eccezioni confermano le regole.

Oggi la societá si muove di blocco molto malamente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 10, 2016, 00:15:17 am
No, non risolvi tutti i problemi, perché allora per quando riguarda le malattie a trasmissione sessuale dovrebbero essere controllati anche i cosiddetti clienti.

Un rischio, seppur ridotto, esisterà sempre.

La medicina a volte riduce i rischi fini al 99,9 %, che non é la stessa cosa del 100 %. Ancora oggi malattie molto pericolose tipiche della nostra era (morbo di crohn, colite ulcerosa, lupus eritematoso sistemico, aids, artrite reumatoide per citare quelle piú comuni fra le pericolose) possono essere represse fino ad uno status di quasi guarigione, ma mai annientate del tutto, per ora , ci sta sempre una percentuale di rischio che si può risvegliare.

Per il resto errore mio, non ho specificato, ovvio che si devono controllare i clienti, anzi il controllo loro é ancora più importante.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 10, 2016, 00:20:25 am
Per il resto errore mio, non ho specificato, ovvio che si devono controllare i clienti, anzi il controllo loro é ancora più importante.

Non esisterebbe ugualmente il rischio zero, perché io, per ipotesi, posso scoparmi - senza preservativo - una tizia oggi, beccarmi un virus tra i tanti in circolazione (HIV, HBV, HCV, etc), farmi le analisi tra un paio di settimane o un mese e risultare negativo, mentre in realtà non lo sono affatto, visto e considerato che i suddetti virus hanno un periodo di incubazione che varia dai tre ai sei mesi.
Per non parlare del fatto che la sola idea di doversi sottoporre a tutti i vari test sulle malattie infettive, causerebbe un crollo immediato della libido in un numero imprecisato di uomini.


Citazione
Premetto che per mia convinzione non condivido i discorsi sul cancro alla prostata, perché per molti medici (e secondo me) il tumore non viene perché hai poche eiaculazioni - o comunque non ne é una concausa rilevante-

Io, invece, li condivido.



Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 00:23:27 am
OT: Cri...bbio, in due anni di iscrizione al forum non ho mai visto una partecipazione così accesa ad una discussione, mai tanti post in fila nel giro di breve tempo e mai tanti utenti collegati tutti assieme. E tutto per una sega

 :lol:
Prima o poi doveva succedere: è comunque una parte importante. Homo sborratus, imago tranquillitatis (o qualcosa del genere  :P)...

Infatti ho detto 20 euro di base  ( forse potevo mettere 20 euro mezz'ora).
Ma le tariffe vanno a schizzi, non a tempo.
...kroll...
OT
Non storpiatemi il sacro nick KROOL  - King K. Rool. Ovvero lui:
(http://vignette2.wikia.nocookie.net/donkeykong/images/d/d1/Kingkrool.jpg/revision/latest?cb=20080917000945)

...col ritorno alla normalitá dei rapporti UU/DD...risolveresti il 90 % dei problemi...

Vero, al punto che se si realizzasse questo, il 90% del mercato del porno morirebbe da solo, non ci sarebbe bisogno di limitarlo/vietarlo. Ma nel frattempo... :unsure:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 10, 2016, 01:42:37 am
Per il resto, non dico che chi si astiene sia una minoranza, dico semplicemente che non credo che coloro che hanno una sessualità ancora attiva possano farlo veramente. Credo che siano dei bugiardi
Per un drogato può sembrare impossibile percorrere un chilometro di corsa, cosa facile per un soggetto allenato. All'inizio è un po' dura, ma poi la necessità di eiaculare recede gradualmente fino a divenire del tutto gestibile.
Se consideri NORMALE condizione dell'umanità quella di povertà con tanti figli affamati e mal vestiti come avviene in tanti paesi disagiati del mondo, scusa tanto ma io quella non la chiamo normalità, FOLLIA è un termine molto più appropriato.
Solo con l'Occidentalizzazione di tutte le nazioni del mondo, un accrescimento di benessere generalizzato con la conseguente decrescita demografica si potrà salvare questa sciagurata umanità.
Benessere occidentale? In giro si vede crescente povertà, solitudine, sfruttamento, ex benestanti che rovistano nei cassonetti, disordini, milioni di migranti l'anno (Le stime per la Germania solo quest'anno sono a 3.600.000).
Quali prove? Fai un esempio.
Su Internet c'è una valanga di siti ben documentati sulla stele in Georgia sulla popolazione ridotta a mezzo miliardo. Chi preferisse i libri, può leggere Neuro-schiavi di P. Cioni e Neuro-pirati di L. Cerise (entrambi atei per capirci).
ne dai links che partono da posizioni preordinate.
Sono tutte ricerche indipendenti.
Solo poche persone, tra le poche che guardano pornografia, finiscono per diventarne succubi.
Non sembra affatto così, il porno compulsivo è molto diffuso.
In Europa non nascono più europei perchè le donne europee fanno ca..re, perchè c'è troppo benessere, troppa sicurezza, troppaburocrazia, ecc, ma certo non perchè si guardano troppi porno.
del resto,perchè uno oggi dovrebbe mettersi il cappio con una donna europea procreando ?
E' troppo semplicistico scaricare tutta la responsabilità sulle donne (e quando le famiglie funzionavano, era esclusivamente merito loro?)
Nessuno nega la situazione, ma non è vero che in Europa non esistono contesti dove le famiglie funzionano molto bene. E funzionano perché è gente consapevole, informata e sveglia che collabora, crede in quel che fa ed è capace di agire insieme.
Pazienza, vorrà dire che gli europei, dopo i vari casini fatti scoppiare in giro hanno esaurito il loro ciclo.
Avanti gli altri, il sole non si spegnerà e la Terra continuerà a agirare
Benissimo. Prepariamoci allora a disordini civili, supermercati saccheggiati e chiusi (fonte Blondet) e dopo un lungo periodo di tempo a conversioni forzate all'Islam (non so se vi alletta la prospettiva) e a leggi discriminatorie contro gli Europei (in Oman o Malesia può essere diverso, ma in Europa tira proprio quest'aria, andate in certi 'quartieri' ex occidentali per farvi un'idea).
E visto che siamo in Italia, bisogna sin da subito pensare a cosa direbbe "el papa"... :doh:
Eppure non riesco a ricordare un discorso che sia uno di questo o altri Papi recenti sulla prostituzione… Sarà rimozione…
Vero, al punto che se si realizzasse questo, il 90% del mercato del porno morirebbe da solo, non ci sarebbe bisogno di limitarlo/vietarlo. Ma nel frattempo... :unsure:
Mica tanto vero, parecchie coppie altrimenti affiatate hanno detto di essere in crisi per via del porno.
Ti puoi segare anche senza porno.

La verità è che se non ci fossero i porno la gente si segherebbe di meno (mio padre è molto anziano e si è fatto probabilmente un trentesimo delle seghe che mi sono fatto io...). È un bisogno indotto. Oggi in pieno femminismo guarda caso abbiamo i porno, che prima non esistevano affatto (parlo di porno VERI, ovvero FILMATI con video e audio di alta qualità disponibili GRATIS per CHIUNQUE. Non tiratemi fuori l'antica Roma dai...). Voi SAPETE quanto è potente il femminismo; secondo voi perché i siti pornografici stanno benissimo, fanno milioni e non li chiudono? Eppure nei video le donne vengono "oppresse" a manetta, insultate, picchiate, ingroppate da legioni di uomini, certi video poi sembrano stupri e sono francamente inguardabili. Il femminismo non ci concederebbe il "lusso" di guardarci certi video se non fossero funzionali alla causa. Il porno non ti libera dalla dipendenza dalle donne, è il contrario.

Poi che il porno non sia la causa dei nostri problemi ma piuttosto una conseguenza sono d'accordo.
Io cmq continuo a vederlo molto più alleato del femminismo che dell'antifemminismo.
Che altro dire?  :clapping:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 10, 2016, 08:07:03 am
Mi hai tolto le parole di bocca, post anche questo da incorniciare  :drinks: :drinks: il porno è stato inventato dallo stesso sistema che ha inventato il femminismo .

@marmocchio , troppo riduttivo dire che non si figlia piú per colpa delle donne europee. Qui mancano proprio politiche familiste.

E chi ha inventato il femminismo ?
Gli uomini, caro Jason, anche perchè le donne non hanno mai inventato nulla.
Il femminismo era funzionale all' economia modernna, le donne al lavoro che hanno calmierato il mercato delle retribuzioni, l'avanzare della tecnica che ha permesso alle donne di fare mansioni che prima erano loro interdette .
Nessun settore innovativo vede la presenza di donne, però esse sono fondamentali come esercito lavorativo, prima di riserva ( le 2 guerre mondiali ) , poi nell' economia dei servizi.
E se lavorano, non hanno molta voglia della famiglia.
Politiche familiari ?
I figli si facevano quando non c'erano politiche familiari.
oggi una gravidanza costa più di un tumore : quanto altro dobbiamo spendere per fare un figlio ?
E per far che , visto che poi tutti vogliono fare i giornalisti ( senza sapere l'italiano ) e le veline , con misure 1,55 x 90 di giro vita.
E anche sugli islamici, che non mi piacciono un tubo, perchè non la smettiamo di andare a bombardare a destra e a manca e ce ne stiamo ognuno a casa nostra ?
Eh, ma hanno il petrolio, ecc .
poi arrivano i siriani in Europa...
E ti credo, sono anni che hanno la guerra in casa , portata da  noi europei  al seguito degli americani, che in realtà sono europei che hanno sterminato i nativi che c'erano, ma occidentali sono e restano.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 10, 2016, 08:11:27 am
Ma infatti in ciociaria non penso che i soldati franco magrebini ebbero ricevuto l'ordine di astinenza, quanto libertá totale di azione, i vertici francesi si accorsero poi che ebbero esagerato.

Comunque un genocidio programmato sta giá avvenendo . Giá in europa non nascono europei. Poi ci sta la questione dei vaccini in africa che possono sterilizzare , il glicofosfato , ora é appena nata la nuova azienda derivata dalla fusione Monsanto-Bayern , praticamente Alien col virus Ebola (l'aspirina é l'unica cosa buona e rivoluzionaria inventata dall'azienda farmaceutica che io ricordi).

I vaccini fanno un danno ben maggiore : in una cultura abituata a far molti figli poer via della mortalotà infantile, fanno aumentare in modo espsonenziale la popolazione che poi, guarda caso, vuol venire qui da noi.
Ragazzi, dall' evoluzione non si scappa .
I virus ci sono sempre stati  e le malattie sessuali sono spesso state causa di sterilità ( es sifilide ) , ma l' umanità è andata avanti.
Fin troppo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 10, 2016, 08:13:03 am
Metti le case di tolleranza sorvegliate da medici e fissa un tariffario accessibile e risolvi tutti i problemi. Se le case chiuse non sono fuorilegge (occhio che c'è differenza fra legalizzare e tollerare) non devi temere nulla.

con 20€ forse te la fanno vedere :dry:. ma non di più
I medici... i miei colleghi servirebbero forse a farlo venire mollo.
lasciali stare , che è meglio.
Che facciamo, il certificato di idoneità alla trombata non agonistica ? :w00t:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Ottobre 10, 2016, 08:18:54 am
Ti puoi segare anche senza porno.

La verità è che se non ci fossero i porno la gente si segherebbe di meno (mio padre è molto anziano e si è fatto probabilmente un trentesimo delle seghe che mi sono fatto io...). È un bisogno indotto. Oggi in pieno femminismo guarda caso abbiamo i porno, che prima non esistevano affatto (parlo di porno VERI, ovvero FILMATI con video e audio di alta qualità disponibili GRATIS per CHIUNQUE. Non tiratemi fuori l'antica Roma dai...). Voi SAPETE quanto è potente il femminismo; secondo voi perché i siti pornografici stanno benissimo, fanno milioni e non li chiudono? Eppure nei video le donne vengono "oppresse" a manetta, insultate, picchiate, ingroppate da legioni di uomini, certi video poi sembrano stupri e sono francamente inguardabili. Il femminismo non ci concederebbe il "lusso" di guardarci certi video se non fossero funzionali alla causa. Il porno non ti libera dalla dipendenza dalle donne, è il contrario.
Poi che il porno non sia la causa dei nostri problemi ma piuttosto una conseguenza sono d'accordo.
Io cmq continuo a vederlo molto più alleato del femminismo che dell'antifemminismo.

il porno è gestito da uomini  , le femministe in realtà tuonano contro le femministe, ma la tempo stesso sanno che un sacco di donne ci lavorano e ci guadagnano
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 10, 2016, 08:38:03 am
5500 visite stamattina, il porno tira :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 08:47:59 am
5500 visite stamattina, il porno tira :lol:

 :D
Cose da pazzi...
Bisogna subito sfruttare il momento positivo aprendo la nuova sezione "Svuotatio Pallorum - Tecniche di alleggerimento scrotale"  :P
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 08:52:51 am
Mica tanto vero, parecchie coppie altrimenti affiatate hanno detto di essere in crisi per via del porno.

Ovviamente la colpa è del porno, la moglie è innocente...
Nessuno che chieda loro come mai il marito è finito sui siti porno invece di trapanarsi la moglie...
Ovvero perchè sia arrivato a preferire una triste scopata finta ad una ancora più triste scopata vera... :cry:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 08:57:03 am
In ogni caso, poche storie: ci si straccia le vesti per il consumo incredibile di video e foto porno, perchè esistono i contatori di accesso che ci danno un'idea del volume di traffico.
Peccato non sia mai esistito un contatore di pippe, altrimenti cadrebbe la teoria secondo la quale è il porno a portarti allo smanettamento.
Il porno ha un secolo di vita: la saga della sega ( :lol:) dura da tempo immemorabile
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 10, 2016, 10:00:23 am
Ovviamente la colpa è del porno, la moglie è innocente...
Nessuno che chieda loro come mai il marito è finito sui siti porno invece di trapanarsi la moglie...
Ovvero perchè sia arrivato a preferire una triste scopata finta ad una ancora più triste scopata vera... :cry:
E' noto il fenomeno degli uomini che vanno a prostitute perché la moglie li manda in bianco, ma in quel caso lui preferiva il porno, che gli rendeva indifferente la moglie vera, anzi il corpo femminile vero "fastidioso" come ha sottolineato krool.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Fazer - Ottobre 10, 2016, 11:09:20 am
E' noto il fenomeno degli uomini che vanno a prostitute perché la moglie li manda in bianco, ma in quel caso lui preferiva il porno, che gli rendeva indifferente la moglie vera, anzi il corpo femminile vero "fastidioso" come ha sottolineato krool.

Macchè, è la sopravvenuta (o sempre esistita) mancanza di interesse per il sesso da parte della donna che ha portato l'uomo ad approdare sui siti porno.
Il contrario è talmente poco credibile da far ridere.
Poi, di questi tempi, ci sta anche che l'uomo, per non incolpare la moglie di essere (diventata) fredda come un Plutone e/o appetibile quanto una cambiale, si inventi di tutto, compreso questo incredibile mea culpa.
Poi, coi maschi che ci sono in giro oggi, tutto può essere... :cry:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 10, 2016, 19:13:11 pm
il porno è gestito da uomini  , le femministe in realtà tuonano contro le femministe, ma la tempo stesso sanno che un sacco di donne ci lavorano e ci guadagnano

Appunto.
Inventato e gestito da uomini.

https://it.wikipedia.org/wiki/Lasse_Braun

http://www.booksblog.it/post/4462/anteprima-booksblog-intervista-a-lasse-braun-inventore-della-pornografia-moderna
Citazione
Anteprima Booksblog: intervista a Lasse Braun inventore della pornografia moderna
Di roberta lunedì 8 marzo 2010

lasse braun

La storia di Lasse Braun, l'uomo che inventò il cinema per adulti, arriva mercoledì 10 marzo al Cineclub Detour di Roma per essere presentata non come un'autobiografia ma come un romanzo d’avventura; spetterà a un maestro di cerimonia come il pornologo Michele Capozzi e giornalisti del calibro di Giampiero Mughini e Carolina Cutolo incorniciare di aneddoti il libro "Senza tregua" che Braun presenterà in prima persona.

Noi di Booksblog abbiamo intervistato in esclusiva l’algerino figlio di un diplomatico italiano che tra la metà degli anni ’60 e la fine dei ’70 inventò, lanciò, difese e alla fine sdoganò la cultura del porno nel mondo. Perché Lasse Braun non è solo l'autore di 120 opere cinematografiche, di cui circolano (tra Europa e America) oltre 15 milioni di copie. Ma dietro ai film del Re del Porno c’è misticismo, coraggio, determinazione, fantasia, satira e la convinzione di essere nato per liberare il sesso dall’oppressione del potere e della religione.

Sotto la sua spinta la Danimarca, nel 1969, è stata la prima nazione al mondo a cancellare il reato di “oltraggio al pudore”, ma qual è il ricordo più bello del LiBeratore regista, sceneggiatore, editore e imprenditore, con una laurea in giurisprudenza in tasca?
Il ricordo più bello ha una data: 4 giugno del ’69, quando si è legalizzata la pornografia e ho fatto un party fantastico! Siccome ero un po’ il regista della legalizzazione è stata una conferma della mia “missione possibile”. Ma poi tra i ricordi, ci sono molti momenti belli vissuti a Breda, città a 3 ore da Parigi dove insegnavo l’alta pornografia facendo i casting. Chiedevo di vedere le ragazze e così le spogliavo, le toccavo; ecco, vedere una donna e riuscire a baciarla, scoparla, a toglierle le mutandine dopo mezz’ora che l’avevo incontrata e riuscirci a fare questo atto meraviglioso che è il sesso era una cosa che mi piaceva da matti. Il casting era il momento che preferivo; anche girare i film mi gustava. Soprattutto quando ho girato “Sensation” è stato emozionante: ci ho messo 12 giorni che per quell’epoca era parecchio; per le location, per la ricerca di inquadrature choccanti.

Come hai scoperto il sesso?
Avevo sei anni quando facevo di nascosto il “gioco del dottore” con le mie cuginette francesi e le loro amiche: ricordo che fu allora che vidi la differenza dai maschietti. La prima “scopata” fu nell’aprile del ’44, con Wilma, quando nel parco della villa di mio zio sul lago di Como, si tenne il party per il mio ottavo compleanno. Anche se a piegarmi tutto sul sesso fu Joe, un soldato nero USA che arrivò a Cernobbio nel ’45; lo vidi montare mia cugina e poi mi spiegò tutto, svelandomi i misteri del sesso arrivando perfino a disegnarmi in terra, con un rametto, quello che succede tra uomini e donne.

Quali date e nomi sono all’origine del cinema porno?
La pornografia è nata nella notte dei tempi, anche se la parola è stata tratta da “Le Pornographe” dello scrittore francese Nicolas Restif de la Bretonne. Sua e di altri è l’invenzione della pornografia. Si dice che la seconda o terza pellicola girata al mondo fosse un film porno. Comunque quando parlo di pornografia mi riferisco a quando si vede il sesso eccitato e quindi si vede la penetrazione e tutto il resto. Ricordo cos’era la pornografia dal titolo che vidi sul quotidiano “Il Giorno” il 20 settembre 1961, giorno che cambiò la mia vita. L’articolo si riferiva a degli uomini arrestati a Genova,dove la polizia aveva sgominato una gang di pornografi internazionali; gli avevano trovato, dentro tre valigie, una decina di scassatissimi filmetti porno anni Cinquanta, in b/n a 8mm senza bobina e qualche romanzo porno francese. Ecco cosa si chiamava allora “pornografia”. La polizia non aveva “sgominato” che qualche sega, mancata dai clienti per il mancato arrivo del materiale prediletto. Ero l’uomo giusto, nel luogo giusto, al momento giusto e da quella notte non ebbi dubbi: non potevo lasciarmi scappare questa chance. Decisi di favorire il commercio clandestino della pornografia e intrapresi l’avventura che mi ha fatto meritare il titolo di “Padre della pornografia moderna” assegnatomi dalla rivista “Escapade” di New York, nel 1981. Una missione che comportava dei cambiamenti. Così come prima resi la merce più attraente: facendo solo film a colori (erano sempre gli anni ’60), seguendo il cinema convenzionale. Poi pensai un laboratorio in Svezia dove crearli, perché la pornografia era proibita ovunque: insieme a un socio svedese producevamo 2000 film al giorno. Naturalmente dovevo anche girare i film e trovare ragazzi e ragazze disposti a farsi riprendere; non c’erano al tempo le agenzie che rimorchiassero “i talenti” e siccome ero un buon rimorchiatore di femmine, andavo in discoteca e trovavo. Penso di aver immesso nella pornografia almeno 120 ragazze che non l’avevano mai fatto prima. Poi bisognava trovare la clientela perché non potevo vendere i film sulla bancarella e ho cominciato con gli annunci, vendendo come vendita per corrispondenza. Avevo solo un film muto e porno, “Golden Butterfly”, peraltro autobiografico: io ero vestito in costume, la mia partner da geisha. Giravo con la macchina su tre piedi. Ecco: i primi film erano muti e dovevo imparare a dare un senso senza il solito bla bla, con il solo movimento della macchina da presa, degli atteggiamenti. Poi dovevo trovare un modo per presentarlo nelle scatole. Così mi sono trasferito a Stoccolma per girare film e fare annunci più soft. Il primo è uscito in Italia, il 4 gennaio del 1968, su King. C’era scritto: “Vuoi venire a letto con me?” Una settimana dopo era su Men. A quel punto è cominciato ad arrivarmi il danaro ed è nata la pornografia moderna. Infine, la grande idea che ho avuto, è stato girare film da 8-10 minuti in serie. La Serie Casanova è quella che preferisco! Una cosa non da poco erano i titoli: solo in inglese. Ma attenzione, obbligavo chi voleva i film a pagarmi in dollari: arrivavano 10mila dollari la settimana, a cavallo degli anni ’60-‘70. Poi me ne sono andato nei Carabi, nell’isola di Trinidad. Ho fatto tante prime volte, anche perché avevo davanti a me il deserto.

Quali sono le tue vittorie?
Quella di essere riuscito a lanciare tutto questo attraverso la vendita per corrispondenza: avevo ottenuto il finanziamento dell’eros. A Stoccolma avevo una dozzina di impiegati, ricevevo 300 lettere al giorno con dentro i soldi e dovevamo spedire entro 24 ore riviste e film. I clienti erano soprattutto italiani. Poi la grande conquista è stata quella di riuscire a far proiettare un film hard a Cannes nel maggio del 1974. A quel tempo in Europa non c’erano sale cinematografiche per porno; soltanto in America, questi film venivano visti nelle città di New York e San Francisco. Tutto il resto dell’America aveva 60mila peep show machines con un proiettore, dove bastava guardarci dentro per vedere il film porno. Reuben Sturman, il finanziere/distributore di Cleveland che li gestiva era il possibile Cavallo di Troia per estendere la rivoluzione Sessuale negli Stati Uniti; avendo visto una copia di “Delphia the Greek”, dove c’era per la prima volta al mondo una doppia penetrazione, ne rimase così colpito che venne a Copenaghen per conoscermi e comprare i diritti per tutte le mie serie di film porno, da proiettare nelle peep show machines. Mi corre l’obbligo sottolineare che la pornografia era proibita ovunque tranne in Danimarca dove, su mie insistenze con un deputato, il 4 giugno 1969 erano state ha legalizzate almeno le immagini, anche se il materiale scritto era stato legalizzato già due anni prima. Un’altra mia conquista è stata l’etichetta “per adulti”, una scritta che abbiamo inventato io e mia moglie; prima esisteva la dicitura “per soli uomini”; era il 1968. Hanno fatto storia anche le mie collezioni di loops, dei brevi filmati in super 8 che duravano 10 minuti e giravano nei peep show senza smettere, ad anello. Non solo, con Reuben Sturman li regolammo in modo tale che dopo uno o due minuti si spegnessero e si dovesse mettere un’altra moneta da 25 cents per proseguire la visione: un “giochetto” che faceva arrivare nelle tasche di Sturman 15 milioni di dollari al mese, anche se poi ne spendeva 2 di milioni di dollari ogni mese per gli avvocati. Io invece in un certo senso me ne fregavo in attesa della legalizzazione, arrivato quando ho invaso le nazioni col porno. Su tutte la vittoria che ricordo con maggiore trasporto forse è quella di Cannes: un trionfo. Avevo preparato un film, “French Blue” che all’inizio titolai “Penetration”, che volevo presentare al Marché du Film del Festival di Cannes attraverso un’azione di commandos. Allora il presidente della Francia era il gollista George Pompidou acerrimo nemico di ogni cosiddetta oscenità. Il film in 16mm ormai lo avevo: iniziava con un cartoon di 4 minuti, intramezzato da peep show e varie scene di altri miei film porno, per un totale di 75 minuti. Ma occorreva avere il visto ufficiale d’importazione che l’agenzia creata appositamente per controllare i film, già pronto in sette “pizze”. Il problema fu risolto con la morte di Pompidou, il 30 aprile del ’74. A quel punto gli succedette Valery Giscard d’Estaign, che non aveva intenzione di reprimere la pornografia in Francia e così spedii il film all’agenzia che, nel periodo confuso, non controllò le sette pizze: risultato? Al Festival di Cannes fu presentato il primo film hard. L’anno dopo tornai con “Sensation” che riempì la sala del cinema due ore prima che iniziasse la proiezione!

Le sconfitte?
Una sconfitta è stata “Sensation”: i diritti di produzione sono stati comprati da un distributore francese ma, poco prima che uscisse il film, il governo proibì film porno stranieri: ho perso 10-20 milioni di dollari. Un’altra sconfitta è arrivata in Olanda; ero riuscito a mettere in un circuito “normale” un mio film porno, pubblicizzato con un enorme poster su tre piani sopra il cinema che lo proiettava. C’era la fila fuori anche dopo 26 settimane di visione ma il ministro della giustizia olandese riesumò una legge sugli incendi e sui fatti pericolosi, togliendo il mio film dal circuito. Un’altra sconfitta è stata il Lasse Braun Magazine; ne dovevano uscire 500.000 copie, a colori. Ma i democristiani hanno cambiato una legge che proibiva la vendita dei magazine in altri luoghi fuori dai sexy shop e così è naufragato.

Lasse Braun
Senza tregua. La storia dell’uomo che ha inventato la pornografia moderna per scardinare la censura e smascherare gli imbrogli del sistema
Coniglio Editore
Pagine 400
Prezzo: 24,50 €
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Ottobre 10, 2016, 19:19:11 pm
http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2012/12/10/news/l-uomo-che-trasformo-il-porno-in-impresa-1.6176048

Citazione
L’uomo che trasformò il porno in impresa
Costruì il successo di Cicciolina, Moana, Rocco Siffredi
10 dicembre 2012
   
ROMA. Ha legato tutta la sua vita al mondo del porno italiano Riccardo Schicchi: nato in Sicilia ad Augusta nel 1952, è morto ieri in ospedale a Roma per complicazioni dovute al diabete mellito di cui soffriva da tempo e che lo aveva reso quasi cieco. Fotografo, regista, soprattutto imprenditore di un settore che ha in un certo senso liberato, anche grazie ad azioni clamorose come far fotografare una delle sue attrici (diventata poi moglie e madre dei suoi due figli), la Miss Ungheria 1989 Eva Henger, nuda dentro Fontana di Trevi a Roma.

La sua prima passione fu la fotografia, ma è stato nella seconda metà degli anni ’70 con l’incontro con Ilona Staller che la sua vita cambiò decisamente. Su Radio Luna con la disinibita modella ungherese conduceva una trasmissione sul sesso che divenne popolare, “Voulez-vous coucher avec moi?”, e proprio durante quelle puntate nacque il soprannome Cicciolina. Da lì un’idea dopo l’altra, sempre in coppia con l’attrice: nel 1976 primo nudo integrale in un luogo pubblico, una discoteca; nel 1978 il primo seno scoperto mandato in onda in diretta dalla Rai nella trasmissione “C’era due volte”; nel 1979 il primo soft-porno italiano, e primo film in assoluto con protagonista Ilona Staller: “Cicciolina amore mio”. Poi il primo spettacolo live, “Curve deliziose”, che ebbe procedimenti giudiziari. Nel 1983 fondò con la Staller “Diva Futura”, un’agenzia per modelle e modelli pornografici.

«Ero l’unico maschio in un harem di donne», racconta il più noto attore hard, Rocco Siffredi ricordando gli esordi. «Avevo vent’anni e a lui devo tutto, come a un padre professionale».

Da quell’agenzia lanciò la superstar Moana Pozzi e tante altre come Malù detta Ramba, Baby Pozzi, la trans Maurizia Paradiso. Si inventò le pornocasalinghe come Rossana Doll e Jessica Rizzo. Contribuì alla clamorosa elezione alla Camera dei deputati di Ilona Staller e nel 1990 fu tra i fondatori del Partito dell’Amore, un esperimento quasi parodia dei partiti politici tradizionali, che non arrivò al quorum per la Camera ma comunque ebbe un buon numero di preferenze per la capolista Moana.

«Nessuno come lui» dice Siffredi «ha creduto così tanto al made in Italy pornografico, riuscendo a sdoganare tutto il mondo del porno, andando dritto per una strada in cui credeva anche a costo degli insulti dei benpensanti. A me fermavano per la strada per dire sei un figo, a lui sberle e frasi tipo sei un maiale». Era un’anima divisa in due: «il siciliano di paese, gelosissimo delle sue donne e il libertino sfrenato».

Nella sua carriera anche guai giudiziari: nel 2006 una condanna in primo grado a sei anni di reclusione con l’accusa di associazione per delinquere, violazione della legge sull’immigrazione e sfruttamento della prostituzione, fu coinvolto nello scandalo Vallettopoli, arrestato, scarcerato e nel gennaio 2008 infine condannato a una multa di 800 euro per incitamento alla prostituzione.

La fine, a 60 anni, amara:
malato da anni, praticamente cieco e con le gambe che si sbriciolavano, ma sempre con il sorriso. I suoi ultimi lavori erano la cura di qualche ragazza in chat, intanto in molti lo avevano abbandonato. Ma accanto a lui, alla fine, c’era Eva Henger: non più sua moglie, ancora sua amica.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Ottobre 10, 2016, 21:08:15 pm
Macchè, è la sopravvenuta (o sempre esistita) mancanza di interesse per il sesso da parte della donna che ha portato l'uomo ad approdare sui siti porno.
Il contrario è talmente poco credibile da far ridere.
Poi, di questi tempi, ci sta anche che l'uomo, per non incolpare la moglie di essere (diventata) fredda come un Plutone e/o appetibile quanto una cambiale, si inventi di tutto, compreso questo incredibile mea culpa.
Poi, coi maschi che ci sono in giro oggi, tutto può essere... :cry:

Ma esistono pure dei casi in cui il marito spinto per curiosità li ha visitati, e da quel momento la vita intima è distrutta . Ecco i danni che diciamo .
Poi è altrettanto ovvio che se la moglie non si concede è la prima colpevole se il marito paga una escort (nella migliore delle ipotesi) o si scarica GB di porno ( nella peggiore), è talmente straovvio che mi pesa pure a specificarlo .

Il punto però lo ha centrato Vicus . Il porno non è altro di uno dei sintomi che indicano che nella società occidentale moderna uomini e donne non sono più capaci di comunicare . Si sciacquano la bocca su quanto i giovani di oggi sono poco rivoluzionari e ribelli . La verità è che i veri rivoluzionari non sono altro coloro che stanno riscoprendo il dialogo, il contatto e l'affetto fra uomini e donne , occhio che una cosa simile sta succedendo persino in svezia . Nel paese più secolarizzato e socialmente annientato , se queste piccole comunità stanno nascendo anche lì ( vedete il famoso video sulla svezia uscito poco tempo fa ) vuol dire che sta risorgendo un bisogno innato nell'essere umano . E che la società di oggi ha represso . E' il paradosso del libertinismo . Libero sesso , no al moralismo, ma poi la repressione peggiore la trovi solamente in questo stramaledetto libertinismo .

Citazione
il porno è gestito da uomini  , le femministe in realtà tuonano contro le femministe, ma la tempo stesso sanno che un sacco di donne ci lavorano e ci guadagnano

Anche il femminismo è comandato da uomini ( e donne) , se per questo .
Il fatto che sia stato inventato da uomini non cambia la sostanza .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Negan_66 - Ottobre 10, 2016, 22:14:15 pm
Per un drogato può sembrare impossibile percorrere un chilometro di corsa, cosa facile per un soggetto allenato. All'inizio è un po' dura, ma poi la necessità di eiaculare recede gradualmente fino a divenire del tutto gestibile.
Come ho detto, personalmente ho dei dubbi. Se poi ci sono davvero persone sessualmente attive che riescono a praticare la completa astinenza sessuale, riuscendo a mantenere un completo controllo sul proprio corpo e sulle proprie pulsioni, tanto di cappello! Perfino alcune frange all'interno del movimento MGTOW mirano al raggiungimento di tali obiettivi, per non dipendere più dalla sessualità in alcun modo e quindi per escludere completamente le donne anche dalle semplici fantasie!

Citazione
Benessere occidentale? In giro si vede crescente povertà, solitudine, sfruttamento, ex benestanti che rovistano nei cassonetti, disordini, milioni di migranti l'anno (Le stime per la Germania solo quest'anno sono a 3.600.000).
La povertà purtroppo esiste ovunque. Ma c'è una grossa differenza tra la povertà dei paesi poveri e quella dei paesi occidentali. Nessuno muore di fame per le strade in occidente, neanche chi rovista nei cassonetti, ammesso che non si tratti di qualche persona che per orgoglio estremo rifiuti di accettare o prendere un qualsiasi pasto. Non ci sono bambini denutriti prossimi alla morte in occidente, fatte eccezione forse dei figli degli IDIOTI Vegani che li costringono alla loro demenziale alimentazione. Non dico che il sistema occidentale sia il paradiso, ha sicuramente un mare di difetti, tantissime cose andrebbero cambiate, ma tra tutti i modelli esistenti nel mondo tecnologico è attualmente il migliore. Se poi parliamo del mondo autosufficiente delle tribù indigene di cacciatori, pescatori e raccoglitori, è un altro discorso.
Anch'io vedo tanta povertà intorno a me, specialmente di tanti uomini soli e rovinati, ex benestanti che rovistano nei cassonetti certo, per poi scoprire che nella maggioranza dei casi si trovano in quelle condizioni perché nella loro vita hanno commesso l'imperdonabile errore di dare fiducia ad una donna, di sposarla e farci dei figli, per poi dopo ritrovarsi separati e divorziati, buttati fuori casa da Tribunali che la danno sempre o quasi vinta alle donne. Costretti a versare un gravoso assegno di mantenimento che non gli lascia neanche più qualche spicciolo sufficiente per condurre una vita minimamente dignitosa. Costretti a mangiare alla Caritas. Colpiti spesso da false accuse mosse dalle loro ex su consiglio di avvocati senza scrupoli che sanno che nell'attuale sistema nazi-femminista, quando una donna accusa un uomo ha sempre ragione, e spetta all'uomo dimostrare il contrario se vuole salvarsi.
E seguire l'esempio dei paesi poveri pieni di morti di fame sarebbe la soluzione all'occidente? Non scherziamo. Se uno a malapena resce a procurarsi un tozzo di pane per se stesso, non è che mettendosi con una donna e sfornandoci insieme tanti marmocchi che risolverà il problema. Anzi, creando molte altre bocche da sfamare aumenterà solo più povertà alla sua già precedente povertà.

Citazione
Su Internet c'è una valanga di siti ben documentati sulla stele in Georgia sulla popolazione ridotta a mezzo miliardo. Chi preferisse i libri, può leggere Neuro-schiavi di P. Cioni e Neuro-pirati di L. Cerise (entrambi atei per capirci). Sono tutte ricerche indipendenti
Non è che perché uno sia ateo che sia immune dallo scrivere fesserie, così come non è che se uno è credente non debba scrivere cose con criterio e intelligenza. ;) Ma di certo definire "prove" questioni che rientrano semplicemente nelle solite teorie complottiste, trova il tempo che trova. Anche gli scrittori di romanzi e il cinema ormai ci si divertono, basta guardare il recente "Inferno" di Dan Brown.

Citazione
Nessuno nega la situazione, ma non è vero che in Europa non esistono contesti dove le famiglie funzionano molto bene. E funzionano perché è gente consapevole, informata e sveglia che collabora, crede in quel che fa ed è capace di agire insieme.Benissimo.
Ne abbiamo già discusso a lungo mi pare. Ma una rondine non ha mai fatto primavera. ;)

Citazione
Prepariamoci allora a disordini civili, supermercati saccheggiati e chiusi (fonte Blondet) e dopo un lungo periodo di tempo a conversioni forzate all'Islam (non so se vi alletta la prospettiva) e a leggi discriminatorie contro gli Europei (in Oman o Malesia può essere diverso, ma in Europa tira proprio quest'aria, andate in certi 'quartieri' ex occidentali per farvi un'idea).Eppure non riesco a ricordare un discorso che sia uno di questo o altri Papi recenti sulla prostituzione… Sarà rimozione…Mica tanto vero, parecchie coppie altrimenti affiatate hanno detto di essere in crisi per via del porno.Che altro dire?  :clapping:
In realtà nessuno può realmente sapere o immaginare cosa accadrà da qui a 20, 30, 40 anni, ne prevedere cosa potrà succedere solo tenendo conto dei fenomeni di oggi in quartieri-ghetti a maggioranza straniera. Le vecchie generazioni e le prime generazioni di quelli nati qui sono ancora fermamente legati alla loro cultura, ma non mi sorprenderebbe se le nuovissime generazioni (di quelli che nascono ora, per intendersi) non possano diventare un giorno degli occidentali esattamente come noi.

Ma di una cosa sono sicuro: non mi fascio la testa, tantomeno mi faccio condizionare la vita da teorie-previsioni nefaste di chicchessia, e consiglierei sempre a chiunque di fare lo stesso e di vivere la vita in libertà, come meglio crede e vuole. ;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Ottobre 10, 2016, 22:51:56 pm
Infatti ho detto 20 euro di base  ( forse potevo mettere 20 euro mezz'ora) . Poi si sale sempre a determinate condizioni .


20 euro per mezz'ora è un prezzo economico da night club, dove la ragazza parla con te mentre sorseggi un drink.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Ottobre 17, 2016, 07:10:55 am
Video di Paolo Ferraro, magistrato ateo di sinistra:

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 09:32:11 am
Jason, in merito posso parlare per me, comunque posso dirti che c'è stato un tempo in cui potevo permettermi di essere selettivo anche per il fisico.

Oggi è diverso, sia perché ho quasi 47 anni, sia perché la mia testa è molto diversa da allora.

@@

ps: io sono stato un atleta, perciò dal punto di vista fisico e muscolare ero messo molto bene; e contrariamente a quanto narrano numerosi quemmisti - sia di ieri che di oggi - l'estetica aiuta moltissimo con l'altro sesso, soprattutto da giovani.

Beh io invece sono molto tollerante per il fisico, accetto anche donne un pó sovrappeso o molto magre proprio perché non ho un fisico atletico come il tuo , il punto é che la maggioranza degli uomini ha il fisico come il mio . Ecco il punto che dice Icarus, leggendo tutto il suo articolo ne fa pure cenno.  Se non hai un'estetica fuori dal comune non sei tu a scartare , e qui ci si riallaccia al tuo discorso sull'estetica che aiuta.

Comunque chiudo qui perché son offtopic, e perché non mi piace finire a parlare direttamente di una persona non presente ,soprattutto se poi se ne deve parlare male.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Agosto 02, 2017, 10:51:54 am
Jason, dove vuoi andare a parare? Che bisogna andare a letto con una donna e pensarne ad altre per farlo addrizzare? È un equilibrismo che riesce a pochi, tra cui i gigolò. Non è consigliabile su vasta scala.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 11:26:31 am
Jason, dove vuoi andare a parare? Che bisogna andare a letto con una donna e pensarne ad altre per farlo addrizzare? È un equilibrismo che riesce a pochi, tra cui i gigolò. Non è consigliabile su vasta scala.

No semplicemente che non bisogna essere troppo selettivi dal punto di vista del fisico se si tratta di relazioni sessuali OCCASIONALI .Non si sta parlando di sposarsi donne brutte o di averci relazioni lunghe ma solo occasionali , questo é quello che diceva lui nel post .
Poi é ovvio che chi invece non vuole relazioni occasionali probabilmente sará piú selettivo (non é il mio caso, ma non é questo il punto ) !

Chiusa parendesi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 02, 2017, 17:12:59 pm
Contraddizione allo stato puro: stai sempre a pontificare sul "liberismo sessuale", a parlare di "etica" ed a scagliarti sulla pornografia ma poi proponi di scopare il più possibile abbassando i propri standard. La differenza dell'andare a puttane e riaprire le case chiuse quale sarebbe, dato che come cattolico praticante dovresti essere contrario?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 17:33:36 pm
Le contraddizioni le vedi tu. Mai proposto lo scopare il piú possibile visto che sono contro il libertinismo . Ho detto che chi vuole avere solo relazioni occasionali dovrebbe non essere troppo selettivo per i motivi sopra detti . Io disapprovo le relazioni solo sessuali ma non mi vedrai mai in giro a sparare a chi lo fa o a predicare per strada . Se poi vorresti dire che io ho standard FISICI tolleranti anche per relazioni serie qui ti dó ragione , molti  ovviamente non lo faranno, come ho scritto sopra, peró anche qui ribadisco che secondo me ci vorrebbe piú tolleranza. Tolleranza vuol dire tolleranza, quindi accettare anche difetti fisici che molti uomini non accettano nemmeno se vogliono relazioni occasionali. Chiaro ora ?

Se poi eliminiamo di colpo il libertinismo il problema manco si pone poiché dove non c'é questo libertinismo sessuale hanno buone possibilitá di relazionarsi anche uomini e donne brutti, cosa che oggi non succede.

Le case chiuse non c'entrano nulla , io sono favorevole alla legalizzazione pur non andandoci per motivi che adesso non devo spiegare. Stessa cosa la pornografia, c'é un topic grosso dove ci sono i motivi per cui vi pontifico sopra.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 02, 2017, 17:42:10 pm
Le case chiuse sono espressione di liberismo sessuale. Il fatto che tu sia favorevole alla loro presenza è una contraddizione in termini dell'"etica" di cui parli e rispetto a tutto quello su cui ti scagli.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 02, 2017, 17:48:01 pm
Le case chiuse c'erano anche nello Stato Pontificio, per la semplice ragione che la prostituzione non si può eliminare da società complesse come la nostra. Quindi meglio regolamentarla affinché non si diffonda ulteriormente né si eserciti ovunque (vicino a scuole, centri cittadini ecc.)
Per questi motivi sono anch'io a favore della sua legalizzazione, con divieto di pubblicità (quartieri a luci rosse, donne in vetrina).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 17:52:31 pm
Da quando hanno tolto le case chiuse e da quando é stato introdotto nella societá il libertinismo é nettamente aumentato il ricorso degli uomini alle lucciole .
Anche nello Stato Pontificio e nella Repubblica Veneziana c'erano per il discorso che comunque vada la prostituzione é ineliminabile per ragioni che non sto qui a spiegare, per cui si preferisce chiudere un occhio e "tollerare" . Quindi nessuna contraddizione con l'etica .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 02, 2017, 17:55:58 pm
Anche la pornografia, con la diffusione di internet, è oramai non eliminabile (i blocchi regionali sono facilmente bypassibili). Quindi seguendo questa logica, dovresti essere favorevole anche alla pornografia.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 02, 2017, 17:57:04 pm
io non entro neanche nel merito delle preferenze personali. dico solo che la q.m. non può essere ancorata a gusti e preferenze personali
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 18:04:27 pm
La pornografia non esisteva 20 anni fa se non per ristrettissimi casi. La prostituzione esiste da almeno 1000 anni se non di piú , inoltre ci sono diversi studi di esperti che pensano causi problemi di dipendenza. Nota ,  guarda caso si é diffusa proprio nei tempi dove molti stati vogliono fare i neoproibizionisti di turno e hanno tolto le case chiuse . É un altro disco.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 02, 2017, 18:07:16 pm
Rispondo non per Jason ma perché si tira in ballo la morale cattolica: mi pare che nessuno abbia mai detto qui che la pornografia andrebbe vietata (forse regolamentata, ma è quasi impossibile). Tutto quel che si è detto qui è che secondo alcuni studi indipendenti fa male, e qui rispondo a marmocchio: i gusti personali non sono in discussione, ma sostenere che il sistema rammollisce gli uomini con dipendenze varie è del tutto pertinente alla QM.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 02, 2017, 18:14:12 pm
La pornografia esiste da sempre. Nei secoli passati si spiavano le donne nude mentre si spogliavano o mentre era in atteggiamenti sessualmente espliciti. Poi si è passati alle foto ed alle riviste "proibite". Ora si guardano su internet. E' cambiata certamente il tipo di pornografia (spesso anche in senso negativo perchè troppo estremizzata) ed è aumentano esponenzialmente il modo di procurarsela. Ma dire che prima non esisteva, è una balla colossale. Per cui ripeto: essere favorevoli alla legalizzazione della prostituzione ma contrari alla pornografia, non ha senso ed è una contraddizione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 18:53:39 pm
- Tempo fa ci si limitava a spiare donne che si spogliavano o coppie che copulavano, i cd "voyeur". La differenza con la pornografia è che ora ci sono pratiche sessuali estreme e discutibili (sono state sdoganate pratiche che in medioevo erano considerate come tortura, ho detto tutto), ora ci sono attori ed attrici pagati/e e c'è la possibilità di riguardare all'infinito le foto ed i film. Ecco le differenze rilevanti.
- In epoca prelibertinaggio male che va ti beccavi la sgridata se spiavi ma alle foto ed i video porno quasi nessuno ci pensava.
- Non ci sono studi che mettono in guardia dai voyeur a meno che non ne sei ossessionato mentre invece per la pornografia ve ne sono . Per cui nessuna contraddizione  se qualcuno è contrario a legalizzare i porno ma non la prostituzione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 02, 2017, 20:38:30 pm
Mi inserisco nella discussione sullo standard di bellezza femmineo, solo per postare questo pezzo della 27ora.

http://27esimaora.corriere.it/17_agosto_02/amo-questa-donna-sue-curve-messaggio-marito-conquista-social-0dd2cf8a-77a1-11e7-84f5-f24a994b0580.shtml


Notare come l’uomo viene glorificato quando è tollerante sui “difetti” femminili.
Basta che sia accondiscendente e diventa un eroe. Questo è l’uomo che piace alla femmina 3.0

L’effetto è a dir poco comico e la dice lunga sulla confusione mentale femminile postmoderna.
Ma non s’era detto che alle donne poco importa della considerazione dell’uomo rispetto al femminile?
Non era d’ordinanza… “e chi se ne fotte di cosa pensate di noi”…”il corpo è nostro…bla..bla…bla…”

Che poi sono paranoie tutte loro.
E’ da tempo (cioè da sempre) che gli uomini han dovuto essere poco selettivi.
Faglielo capire!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 02, 2017, 20:38:47 pm
La pornografia non esisteva 20 anni fa se non per ristrettissimi casi. La prostituzione esiste da almeno 1000 anni se non di piú , inoltre ci sono diversi studi di esperti che pensano causi problemi di dipendenza. Nota ,  guarda caso si é diffusa proprio nei tempi dove molti stati vogliono fare i neoproibizionisti di turno e hanno tolto le case chiuse . É un altro disco.

Jason, hai mai sentito parlare di Linda Lovelace e del film "Gola profonda" ?
(Deep Throat, 1972)
https://it.wikipedia.org/wiki/Linda_Lovelace
Voglio dire: quando la suddetta girò quelle scene, io avevo appena un anno...

E dei film porno di Rocco Siffredi, ormai 53enne, cosa mi dici?
Perciò come fai a dire il porno non esisteva 20 anni fa ?


Riguardo alla prostituzione, sappi che era diffusa già ai tempi degli antichi egizi.
Perciò altro che 1000 anni fa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 20:43:06 pm
Jason, hai mai sentito parlare di Linda Lovelace e del film "Gola profonda" ?
(Deep Throat, 1972)
https://it.wikipedia.org/wiki/Linda_Lovelace

E dei film porno di Rocco Siffredi, ormai 53enne, cosa mi dici?
Perciò come fai a dire il porno non esisteva 20 anni fa ?


Riguardo alla prostituzione, sappi che era diffusa già ai tempi degli antichi egizi.
Perciò altro che 1000 anni fa.

Chiedo venia, ho conteggiato male io, ma il concetto non cambia, mettiamo 60 anni fa. Bene, allora dico che 60 anni fa non esisteva se non in pochi casi .

Appunto , la prostituzione é un mestiere forse antico quasi quanto l'umanitá.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 02, 2017, 20:51:07 pm
Chiedo venia, ho conteggiato male io, ma il concetto non cambia, mettiamo 60 anni fa. Bene, allora dico che 60 anni fa non esisteva se non in pochi casi .

Appunto , la prostituzione é un mestiere forse antico quasi quanto l'umanitá.

Jason, non devi confondere la pornografia con il cinema pornografico, perché è chiaro che nei secoli passati non esistevano né il cinema, né la Tv, né internet.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 02, 2017, 20:52:31 pm
La pornografia esiste da sempre. Nei secoli passati si spiavano le donne nude mentre si spogliavano o mentre era in atteggiamenti sessualmente espliciti. Poi si è passati alle foto ed alle riviste "proibite". Ora si guardano su internet. E' cambiata certamente il tipo di pornografia (spesso anche in senso negativo perchè troppo estremizzata) ed è aumentano esponenzialmente il modo di procurarsela. Ma dire che prima non esisteva, è una balla colossale. Per cui ripeto: essere favorevoli alla legalizzazione della prostituzione ma contrari alla pornografia, non ha senso ed è una contraddizione.

E' così.

https://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia


https://it.wikipedia.org/wiki/Cinema_pornografico


Citazione
E' cambiata certamente il tipo di pornografia (spesso anche in senso negativo perchè troppo estremizzata)

E' vero.
Tuttavia, già alcuni decenni fa, i tedeschi giravano dei film porno al cui confronto i film statunitensi, francesi e italiani erano roba da educande.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 21:00:10 pm
Va detto che , stando a quanto scritto in wikipedia, la pornografia vera e propria cosí come la conosciamo é il fenomeno recente di cui parlo .

Le semplici rappresentazioni di nudi (che non é stato dimostrato avessero lo stesso scopo di cui si prefige la pornografia) , il voyeurismo, certamente erano parte del filone erotismo, ma non si potevano paragonare al porno vero e proprio moderno (o cinema pornografico se preferite questo termine) .

Inoltre penso ci sia differenza netta  fra dei disegni che , per quanto possano avere erotismo, rimangono sempre disegni, e foto/video/film.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 02, 2017, 21:13:53 pm
Mi inserisco nella discussione sullo standard di bellezza femmineo, solo per postare questo pezzo della 27ora.

http://27esimaora.corriere.it/17_agosto_02/amo-questa-donna-sue-curve-messaggio-marito-conquista-social-0dd2cf8a-77a1-11e7-84f5-f24a994b0580.shtml


Notare come l’uomo viene glorificato quando è tollerante sui “difetti” femminili.
Basta che sia accondiscendente e diventa un eroe. Questo è l’uomo che piace alla femmina 3.0

L’effetto è a dir poco comico e la dice lunga sulla confusione mentale femminile postmoderna.
Ma non s’era detto che alle donne poco importa della considerazione dell’uomo rispetto al femminile?
Non era d’ordinanza… “e chi se ne fotte di cosa pensate di noi”…”il corpo è nostro…bla..bla…bla…”

Che poi sono paranoie tutte loro.

E’ da tempo (cioè da sempre) che gli uomini han dovuto essere poco selettivi.
Faglielo capire!

In merito Rino Barnart scrisse quanto segue.

http://questionemaschile.forumfree.it/?t=2903858#entry31816154

Citazione
Barnart
14/2/2005, 16:54

La mia risposta è sì. Le femmine hanno un bisogno profondo di venir considerate dai maschi, bisogno che non si estinguerà mai. Ovviamente, questo bisogno è utile nasconderlo per non svelare una dipendenza nei confronti del ...nemico, perché poi quello si monta la testa. Perciò è necessario fingere di non averne alcun bisogno.

Di qui la favola secondo cui "Mi faccio bella per me..." "Mi spoglio perché mi piace ..." ed altre simili vergognose bugie. Noi invece, che siamo maschi e perciò molto meno falsi delle femmine e che per giunta siamo maschi della nuova èra (quelli che sanno di avere ormai ben poco da perdere) non ci vergogniamo di confermare che abbiamo bisogno delle femmine, pur sapendo che dall'altra parte non ci sarà né cavalleria né pietà.

Ma poiché, una volta tanto, siamo giunti a parlare del bisogno che F ha di M vediamo da dove nasce.
Nasce dal fatto che la Donna (la donna come ipostasi, idea universale del femminile) se non è pensata dagli uomini non può sapere di esistere. La Donna sa di esistere se e solamente se sta nella mente degli uomini.
Questo è cosa diversa dal sapersi importanti. La Donna sa di essere importante e lo sa tanto bene che non ha bisogno di creare né istituzioni, né arte né scienza per sentirsi importante. Sa di essere importante ma non è sicura di essere viva: non è sicura di esistere se non sta nella mente degli uomini.

Ora, "stare nella mente" è importante per tutti, anzi è un bisogno insopprimibile di tutti gli esseri umani, una necessità vitale, ma per F e per M ha caratteri diversi.
Gli uomini non hanno bisogno delle donne per sapere di esistere ma hanno bisogno di esse per avere una chance di futuro. Per le donne vale il contrario, perciò in QMDT ho detto che la donna non subisce come l'uomo la svalorizzazione della sua persona perchè essa basta già a se stessa: essa non ha problemi di valore ha problemi di esistenza (di questo non ho parlato perché ...il libro è già abbastanza lungo).


Senza le donne gli uomini sono ...mortali,
senza gli uomini le donne sono ...inesistenti.

Senza il corpo delle donne gli uomini sono ...mortali,
senza la mente degli uomini le donne sono ...inesistenti.


E' uno di quei doppi poteri e reciproci bisogni di cui ho promesso di parlare (il tutto era già scritto ma una falla del PC lo ha cancellato. Lo riscriverò)

Vi è quindi un bisogno essenziale degli uomini da parte femminile, il che rappresenta una (residua ma eterna) fonte di valore e di potere degli uomini da mettere sulla bilancia dei poteri e dei bisogni.

Qui però c'è un probema: le donne conquistano la mente degli uomini senza alcun fare, senza sforzi, con la sola espozione del loro corpo, un gesto che non costa nulla ma che è sufficiente allo scopo.

Nasce cmq un vincolo reciproco: catturo la tua mente promettendoti il mio corpo, ossia, mentre la mente degli uomini viene effettivamente catturata (=la Donna acquista esistenza), il suo corpo non viene concesso (=tu non hai la garanzia del Futuro).

Nondimeno, il bisogno femminile di stare nella mente degli uomini è un potere che gli uomini posseggono e conserveranno per sempre.

Rino
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 02, 2017, 21:16:29 pm
Va detto che , stando a quanto scritto in wikipedia, la pornografia vera e propria cosí come la conosciamo é il fenomeno recente di cui parlo .

Le semplici rappresentazioni di nudi (che non é stato dimostrato avessero lo stesso scopo di cui si prefige la pornografia) , il voyeurismo, certamente erano parte del filone erotismo, ma non si potevano paragonare al porno vero e proprio moderno (o cinema pornografico se preferite questo termine) .

Inoltre penso ci sia differenza netta  fra dei disegni che , per quanto possano avere erotismo, rimangono sempre disegni, e foto/video/film.

Jason, la pornografia odierna è semplicemente "più evoluta", per così dire, ma esisteva anche in passato, esattamente come la prostituzione, i froci e le lesbiche.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 02, 2017, 21:20:04 pm
Jason, la pornografia odierna è semplicemente "più evoluta", per così dire, ma esisteva anche in passato, esattamente come la prostituzione, i froci e le lesbiche.

Va bene, se vuoi chiamarla così lo accetto,  ma resta comunque il fatto che quella "non evoluta" per accessibilitá, realismo  e danno non era minimamente paragonabile a quella "evoluta".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 03, 2017, 01:09:33 am
- Tempo fa ci si limitava a spiare donne che si spogliavano o coppie che copulavano, i cd "voyeur". La differenza con la pornografia è che ora ci sono pratiche sessuali estreme e discutibili (sono state sdoganate pratiche che in medioevo erano considerate come tortura, ho detto tutto), ora ci sono attori ed attrici pagati/e e c'è la possibilità di riguardare all'infinito le foto ed i film. Ecco le differenze rilevanti.
- In epoca prelibertinaggio male che va ti beccavi la sgridata se spiavi ma alle foto ed i video porno quasi nessuno ci pensava.
- Non ci sono studi che mettono in guardia dai voyeur a meno che non ne sei ossessionato mentre invece per la pornografia ve ne sono . Per cui nessuna contraddizione  se qualcuno è contrario a legalizzare i porno ma non la prostituzione

Stai ripetendo ciò che hai scritto prima ed io ti ripeto che le tue affermazioni non reggono e si contraddicono da sole. Il fatto che ci siano pratiche estreme che di erotico e sessuale hanno poco e nulla, non ammette automaticamente che la pornografia, in toto, sia da condannare e soprattutto che non sia mai esistita (cosa assolutamente falsa). Per cui rimango dell'idea che essere contrari alla pornografia ma favorevoli alla prostituzione è una contraddizione palese, soprattutto da chi si professa religioso praticante.


E' così.

https://it.wikipedia.org/wiki/Pornografia

https://it.wikipedia.org/wiki/Cinema_pornografico

E' vero.
Tuttavia, già alcuni decenni fa, i tedeschi giravano dei film porno al cui confronto i film statunitensi, francesi e italiani erano roba da educande.

 :ok:

Mi inserisco nella discussione sullo standard di bellezza femmineo, solo per postare questo pezzo della 27ora.

http://27esimaora.corriere.it/17_agosto_02/amo-questa-donna-sue-curve-messaggio-marito-conquista-social-0dd2cf8a-77a1-11e7-84f5-f24a994b0580.shtml


Notare come l’uomo viene glorificato quando è tollerante sui “difetti” femminili.
Basta che sia accondiscendente e diventa un eroe. Questo è l’uomo che piace alla femmina 3.0


L’effetto è a dir poco comico e la dice lunga sulla confusione mentale femminile postmoderna.
Ma non s’era detto che alle donne poco importa della considerazione dell’uomo rispetto al femminile?
Non era d’ordinanza… “e chi se ne fotte di cosa pensate di noi”…”il corpo è nostro…bla..bla…bla…”

Che poi sono paranoie tutte loro.
E’ da tempo (cioè da sempre) che gli uomini han dovuto essere poco selettivi.
Faglielo capire!


Esattamente. Da tener conto anche che la gran parte delle femministe sono contrarie alla pornografia perchè ritenuta una forma di violenza sulle donne e mercificazione del corpo femminile.  :doh:

https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=7216.msg85479#msg85479

https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=7137.msg84332#msg84332
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 03, 2017, 08:15:53 am
Ma i motivi per cui io condanno la pornografia sono principalmente  di natura psichica (dibattito nel topic pubblico) . Quindi non è solo per le pratiche discutibili . Pagare una lucciola invece non rischia di dare i problemi che puó dare la pornografia . Seconda cosa io non ho detto di essere favorevole ma di essere tollerante . Il discorso di volere la "legalizzazione" rientra appunto nel mio essere tollerante (cioé nel chiudere un occhio pur non approvando, come faceva lo stato pontificio). Per cui io ritengo (e non solo io) che condannare in assoluto la pornografia e tollerare (non approvare ma tollerare) la prostituzione non sia contraddizione assolutamente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: freethinker - Agosto 03, 2017, 09:14:59 am
Mi inserisco nella discussione sullo standard di bellezza femmineo, solo per postare questo pezzo della 27ora.

http://27esimaora.corriere.it/17_agosto_02/amo-questa-donna-sue-curve-messaggio-marito-conquista-social-0dd2cf8a-77a1-11e7-84f5-f24a994b0580.shtml


Notare come l’uomo viene glorificato quando è tollerante sui “difetti” femminili.
Basta che sia accondiscendente e diventa un eroe. Questo è l’uomo che piace alla femmina 3.0

L’effetto è a dir poco comico e la dice lunga sulla confusione mentale femminile postmoderna.
Ma non s’era detto che alle donne poco importa della considerazione dell’uomo rispetto al femminile?
Non era d’ordinanza… “e chi se ne fotte di cosa pensate di noi”…”il corpo è nostro…bla..bla…bla…”

Che poi sono paranoie tutte loro.
E’ da tempo (cioè da sempre) che gli uomini han dovuto essere poco selettivi.
Faglielo capire!

Blurosso, da parte dei media è iniziato da qualche tempo un processo di "promozione" delle grassone ("donne curvy", in linguaggio femministicamente corretto): sono apparse le lettrici dei tiggì in carne e ho letto che persino le bamboline barbie ora vengono prodotte in versione cicciottella, per non porre alle bambine modelli di bellezza troppo irraggiungibili :lol:
Ciò è probabilmente dovuto a diversi fattori:
1) Il sovrappeso e l'obesità sia maschile che femminile, sono in aumento nel mondo occidentale sviluppato; combattere le pessime abitudini alimentari che stanno alla base del fenomeno sarebbe fondamentale, ma alle catene di fast food questo non è gradito;
2) Da tempo i sessuologi hanno rilevato che ad essere attratti dalle femmine "in carne" sono soprattutto i maschi medio-orientali, ma ciò non sembra essere gradito dalle stesse femmine.
Di conseguenza, ecco l'appello agli uomini affinchè siano "meno selettivi" sulla bellezza femminile: quegli uomini che, da tempo, si accontentano di quel che passa il convento :doh:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Agosto 03, 2017, 10:04:48 am
Il processo di promozione delle cosiddette curvy è nato con uno scopo apparentemente umanitario, battere la piaga dell'anoressia, che colpisce in quattro casi su cinque le ragazze e le giovani donne. Il lemma politicamente corretto ha fatto sì che molte delle complessate che un tempo si sarebbero cacciate due dita in gola solo per vomitare un cetriolo per "non ingrassare", si sentissero soddisfatte anche avendo la taglia 46... e poi la 48... e poi la 50... e poi... povere coronarie!

Jason, il "divin" marchese De Sade e altri scrittori minori scrivevano le loro opere nel Settecento. Certe "tendenze" son sempre esistite.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 03, 2017, 15:17:44 pm
Rispondo non per Jason ma perché si tira in ballo la morale cattolica: mi pare che nessuno abbia mai detto qui che la pornografia andrebbe vietata (forse regolamentata, ma è quasi impossibile). Tutto quel che si è detto qui è che secondo alcuni studi indipendenti fa male, e qui rispondo a marmocchio: i gusti personali non sono in discussione, ma sostenere che il sistema rammollisce gli uomini con dipendenze varie è del tutto pertinente alla QM.

le dipendenze possono rammollire non solo gli uomini ma anche le donne, quindi ancora non siamo in grado di mettere a fuoco la natura della q.m., o meglio cosa è la q.m.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 03, 2017, 15:21:54 pm
Blurosso, da parte dei media è iniziato da qualche tempo un processo di "promozione" delle grassone ("donne curvy", in linguaggio femministicamente corretto): sono apparse le lettrici dei tiggì in carne e ho letto che persino le bamboline barbie ora vengono prodotte in versione cicciottella, per non porre alle bambine modelli di bellezza troppo irraggiungibili :lol:
Ciò è probabilmente dovuto a diversi fattori:
1) Il sovrappeso e l'obesità sia maschile che femminile, sono in aumento nel mondo occidentale sviluppato; combattere le pessime abitudini alimentari che stanno alla base del fenomeno sarebbe fondamentale, ma alle catene di fast food questo non è gradito;
2) Da tempo i sessuologi hanno rilevato che ad essere attratti dalle femmine "in carne" sono soprattutto i maschi medio-orientali, ma ciò non sembra essere gradito dalle stesse femmine.
Di conseguenza, ecco l'appello agli uomini affinchè siano "meno selettivi" sulla bellezza femminile: quegli uomini che, da tempo, si accontentano di quel che passa il convento :doh:

ottimo post di Freethinker, al quale resta poco da aggiungere.
La tipa della foto è grassa e basta un metro da sarto per appurarlo, altro che centimetri d'amore.
Sono centimetri di grasso
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Agosto 03, 2017, 19:49:24 pm
Cmq io rimango convinto che la pornografia spinta e diffusissima di oggi non sia un bene, rammollisce e basta. Oltre a richiedere dosi continue come qualsiasi altra droga. Proprio oggi ho letto su internet di gente che ritiene normale segarsi davanti ad un porno una volta al giorno. Ma quando mai? Quando hai sedici anni magari (forse).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 03, 2017, 23:34:58 pm
le dipendenze possono rammollire non solo gli uomini ma anche le donne, quindi ancora non siamo in grado di mettere a fuoco la natura della q.m., o meglio cosa è la q.m.
Ogni volta che apro bocca arriva puntuale l'osservazione: non è QM, è ideologia. 
Tuttavia: la pornografia è un fenomeno esclusivamente maschile (salvo forse irrilevanti eccezioni).
Dire agli uomini che non miglioreranno la loro condizione con dipendenze dal porno, o dall'approvazione delle donne, è QM al cubo.
Ed è curioso tacciare di 'ideologia' l'esortare uomini ridotti oggi a gelatina ad avere più spina dorsale.

Quanto alla pornografia che sarebbe sempre esistita: ogni epoca riscrive la storia per giustificarsi e far credere di durare in eterno, arrivando a paragonare statue greche e affreschi pompeiani sia pure 'erotici' alla pornografia. Un altro mito corrente è che il matriarcato sia sempre esistito (è vero l'opposto), anzi era la forma primordiale di società umana. :doh:


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 04, 2017, 08:53:15 am
Ogni volta che apro bocca arriva puntuale l'osservazione: non è QM, è ideologia. 
Tuttavia: la pornografia è un fenomeno esclusivamente maschile (salvo forse irrilevanti eccezioni).
Dire agli uomini che non miglioreranno la loro condizione con dipendenze dal porno, o dall'approvazione delle donne, è QM al cubo.
Ed è curioso tacciare di 'ideologia' l'esortare uomini ridotti oggi a gelatina ad avere più spina dorsale.

Quanto alla pornografia che sarebbe sempre esistita: ogni epoca riscrive la storia per giustificarsi e far credere di durare in eterno, arrivando a paragonare statue greche e affreschi pompeiani sia pure 'erotici' alla pornografia. Un altro mito corrente è che il matriarcato sia sempre esistito (è vero l'opposto), anzi era la forma primordiale di società umana. :doh:

Non è questione di ideologia, ma di fatti.
Le dipendenze sono varie e interessano anche le donne.
Inoltre, le dipendenze non interessano tutti gli uomini o donne ma alcuni uomi e alcune donne.
La pornografia a molti non fa un beneamato fico sesso e , se vogliamo, la dipendenza può esserci anche dalla prostituzione con la differenza che la differenza che costa molto di più.
Quindi, tali tematiche possono entrare nella q.m., ma non la identificano e ancora, siamo al punto di partenza :
non esiste una definizione chiara, univoca e indiscutibile della q.m.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 04, 2017, 10:28:52 am
Non è questione di ideologia, ma di fatti.
Le dipendenze sono varie e interessano anche le donne.
Inoltre, le dipendenze non interessano tutti gli uomini o donne ma alcuni uomi e alcune donne.
La pornografia a molti non fa un beneamato fico sesso e , se vogliamo, la dipendenza può esserci anche dalla prostituzione con la differenza che la differenza che costa molto di più.
Quindi, tali tematiche possono entrare nella q.m., ma non la identificano e ancora, siamo al punto di partenza :
non esiste una definizione chiara, univoca e indiscutibile della q.m.

Che la pornografia ad ALCUNI uomini non faccia male non esclude che possa creare dipendenza.
È come dire che la cannabis non faccia male perchè alcuni la fumano e non prendono la dipendenza. Ok ma resta il fatto che è una sostanza che la crea e come.

Inoltre non mi risulta esistano studi medici che mettono in guardia dal pagare una lucciola. I casi in cui un uomo si possa rendere "dipendente" da questo sono sempre da imputare ai porno

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 04, 2017, 10:31:35 am
Che la pornografia ad ALCUNI uomini non faccia male non esclude che possa creare dipendenza.
È come dire che la cannabis non faccia male perchè alcuni la fumano e non prendono la dipendenza. Ok ma resta il fatto che è una sostanza che la crea e come.

Inoltre non mi risulta esistano studi medici che mettono in guardia dal pagare una lucciola. I casi in cui un uomo si possa rendere "dipendente" da questo sono sempre da imputare ai porno

c'è da avere gli studi medici ( come potrebbero poi essere realizzati ? ) per capire che per alcuni c'è una vera dipendenza a causa della quale hanni dilapidato dei capitali ?
La cannabis , se fumata sporadicamente, non fa più male di un bicchiere di vino
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 04, 2017, 11:49:56 am
c'è da avere gli studi medici ( come potrebbero poi essere realizzati ? ) per capire che per alcuni c'è una vera dipendenza a causa della quale hanni dilapidato dei capitali ?
La cannabis , se fumata sporadicamente, non fa più male di un bicchiere di vino

Si c'è da averli, perchè non si tratta solo di "capitali" ma anche di meccanismi chimici coinvolti

https://www.google.it/amp/s/medicinaonline.co/2016/10/08/pornografia-e-masturbazione-compulsiva-danneggiano-il-cervello-la-sindrome-frontale/amp/

Il discorso della cannabis è un paragone : che anche un elemento come l'arsenico pare che abbia delle funzioni ed in certi casi il corpo lo elimina senza danno, ma ció non toglie che sia tossico.
Il Tallio si usa per certi esami, ma ció non toglie che sia più tossico anche dell'arsenico.

Praticamente tu vuoi dire che in ALCUNI uomini la pornografia puó non creare dipendenza ? Sono d'accordo.
In base a ció vuoi negare che nel complesso crei dipendenza e alla lunga anche effetti come per i tossicodipendenti ? Vuoi negare che sia un danno per gli uomini ? Non sono per nulla d'accordo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Salar de Uyuni - Agosto 04, 2017, 15:13:48 pm
Sapete che vi dico?Che non e' benefico nessuna sequenza bombardamento di immagini,pornografiche o meno,e' benefico per il cervello umano,io non sono tanto per la censura di singole immagini,ma noi siamo dominati da una cultura dell'immagine,che ci spiazza,instagram sta dominando il web,io sono per la letteratura erotica,e totalmente favorefavorevole alla masturbazione libera senza riviste o youporn (in mancanza di sesso) questo aiuta la mente,il bombardamento di immagini erotiche o meno ci piludizza inesorabilmente ,non ho una posizione etica al riguardo,ho una posizione igienica,proteggiamo il nostro cervello dall'eccesso di immagini.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 04, 2017, 16:38:30 pm
Sapete che vi dico?Che non e' benefico nessuna sequenza bombardamento di immagini,pornografiche o meno,e' benefico per il cervello umano,io non sono tanto per la censura di singole immagini,ma noi siamo dominati da una cultura dell'immagine,che ci spiazza,instagram sta dominando il web,io sono per la letteratura erotica,e totalmente favorefavorevole alla masturbazione libera senza riviste o youporn (in mancanza di sesso) questo aiuta la mente,il bombardamento di immagini erotiche o meno ci piludizza inesorabilmente ,non ho una posizione etica al riguardo,ho una posizione igienica,proteggiamo il nostro cervello dall'eccesso di immagini.

Niente da aggiungere.... :clapping:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Agosto 04, 2017, 23:04:14 pm
La pornografia e l'erotismo mirato non sono certo un bene se usati senza misura.
Se usati come semplice spunto, alimentano le fantasie di un individuo, ma nelle quantità a cui siamo abituati oggi, le annientano. Così parte la dipendenza, perniciosa e nemica della questione maschile.
Poi la sessualità varia da individuo a individuo. Il feticista dei piedi proverà godimento e nutrimento per le sue fantasie davanti alla vetrina di un negozio di scarpe, l'appassionato di bondage nella bottega di un cordaio eccetera.
Esempi estremi :P , era per farmi capire ;) .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: TheDarkSider - Agosto 05, 2017, 19:53:36 pm
Inutile dire che la mia posizione ricalca perfettamente quella di Visus e Jason.

Soprattutto, va sottolineato che la pornografia cosi' come la intendiamo oggi (bombardamento di video/immagini su computer e telefonini) e' un fenomeno che solo uno sprovveuto, o un buontempone, puo' pensare che sia minimamente paragonabile agli affreschi nei bordelli di Pompei o a qualsiasi forma di rappresentazione esplicita avvenuta in passato.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 05, 2017, 21:05:00 pm
Difficile sostenere che gli affreschi di Pompei avessero l'omnipervasività e gli effetti della pornografia. :doh:

Da topic come questo emerge una cosa: che gli uomini non vogliono alcuni aspetti antimaschili di questa società, ma non sono disposti a rinunciare ad altri apparentemente gratificanti,* per riacquisire la spina dorsale necessaria a cambiare le cose.
Un giorno forse capiremo che la misandria è funzionale al mantenimento dello status quo, e che per migliorare la nostra condizione bisogna rigettare il sistema in toto, non solo quello che non ci conviene, ed essere capaci di associarci (cosa massimamente temuta dal potere che ci vuole chiusi in casa davanti a un porno)** onde costruirne una migliore (ci vuole poco visto il punto in cui siamo).

* Il porno, ma anche (letto qui con i miei occhi) il sesso obbligatorio per legge: come no, presto la Boldrini garantirà a ogni uomo un harem personale :lol:
** Cercate su Google tittytainment
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 08:56:39 am
Inutile dire che la mia posizione ricalca perfettamente quella di Visus e Jason.

Soprattutto, va sottolineato che la pornografia cosi' come la intendiamo oggi (bombardamento di video/immagini su computer e telefonini) e' un fenomeno che solo uno sprovveuto, o un buontempone, puo' pensare che sia minimamente paragonabile agli affreschi nei bordelli di Pompei o a qualsiasi forma di rappresentazione esplicita avvenuta in passato.

Ma poi non fu nemmeno dimostrato che questi affreschi volessero davvero provocare gli effetti che oggi provoca la pornografia. Ammesso invece che sia cosí non é minimamente paragonabile al fenomeno moderno.

Quindi ribadisco , essere contrari in toto alla pornografia (che provoca dipdendenza) e tolleranti alla prostituzione (che NON provoca dipendenza) é integrabile come pensiero.
Altrimenti perché le femministe sono cosí contrarie alla regolamentazione (eccetto solo Abbatto i Muri) mentre per il porno no ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 09:13:29 am
Siamo sempre in piena ideologia.
Chi dice che la pornografia da dipendenza e la prostituzione no ?
Io non sono contrario alla prostituzione, ma uomini deboli ne diventano dipendenti e ci rimettono cifre considerevoli, anche perchè il sistema tende a indirizzare verso forme " girl-friendly " ovviamente più costose e subdole.
Quella che è osteggiata è la prostituzione su strada, la più onesta ed economica.
La pornografia la riceve chi la cerca, sul mio telefonino non ne arriva.
Non dipingiamo l' uomo come un debole idiota in balia di tutti gli stimoli ambientali, altrimenti la sua subalternità attuale sarà pienamente giustificata.
I dipinti di Pompei ecc era quanto al tempo era a disposizione , altrimenti avrebbero avuto altro.
Riguardo alla società di oggi, ovvio che ha i suoi difetti, ma non rimpiango quelle di ieri
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 09:21:22 am
Quindi i medici che mettono in guardia dalla pornografia sono ideologhi ?

Ancora, gli uomini che sono "dipendenti" dalla prostituzione nel 99 % dei casi hanno come radice la dipendenza dalla pornografia .

Anche la droga la riceve chi la cerca.
Il discorso che ti stiamo dicendo di Pompei é che non é paragonabile al fenomeno moderno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 09:54:48 am
Quindi i medici che mettono in guardia dalla pornografia sono ideologhi ?

Ancora, gli uomini che sono "dipendenti" dalla prostituzione nel 99 % dei casi hanno come radice la dipendenza dalla pornografia .

Anche la droga la riceve chi la cerca.
Il discorso che ti stiamo dicendo di Pompei é che non é paragonabile al fenomeno moderno.

ancora crediamo ciecamente agli studi medici su argomenti controversi politicamente ?
devo ricordare la questione lgtb, supportata dagli studi medici?
o le campagne mediche contro le uova ?
quelle a favore del vino rosso ?
Anche chi usa eroina ha usato cannabis, quindi vogliamo dire che la cannabis porta all' eroina ?

riguardo la prostituzione :
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=14780.new#new
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 06, 2017, 10:33:42 am
Siamo sempre in piena ideologia.
Chi dice che la pornografia da dipendenza e la prostituzione no ?
Io non sono contrario alla prostituzione, ma uomini deboli ne diventano dipendenti e ci rimettono cifre considerevoli, anche perchè il sistema tende a indirizzare verso forme " girl-friendly " ovviamente più costose e subdole.
Quella che è osteggiata è la prostituzione su strada, la più onesta ed economica.
La pornografia la riceve chi la cerca, sul mio telefonino non ne arriva.
Non dipingiamo l' uomo come un debole idiota in balia di tutti gli stimoli ambientali, altrimenti la sua subalternità attuale sarà pienamente giustificata.
I dipinti di Pompei ecc era quanto al tempo era a disposizione , altrimenti avrebbero avuto altro.
Riguardo alla società di oggi, ovvio che ha i suoi difetti, ma non rimpiango quelle di ieri


Concordo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 10:34:58 am
ancora crediamo ciecamente agli studi medici su argomenti controversi politicamente ?
devo ricordare la questione lgtb, supportata dagli studi medici?
o le campagne mediche contro le uova ?
quelle a favore del vino rosso ?
Anche chi usa eroina ha usato cannabis, quindi vogliamo dire che la cannabis porta all' eroina ?

riguardo la prostituzione :
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=14780.new#new

Ma sei tu che ne fai una questione di ideologia, essere contro il porno non ha nulla di ideologico. A me sembra invece che si rifiutino le fonti che ne sono contrarie proprio per ideologia. Il problema è di natura chimica come ho già detto, e come ho già detto il fatto che qualche uomo non cada nella pornodipendenza non cambia il fatto che il porno ti puó portare alla dipendenza.
Lascia perdere le uova e il vino , non sono paragoni validi.

Sulla tua domanda sull'eroina , si, dico che chi fuma la cannabis rischia di cadere nell'eroina, e questo lo dicono ex tossicodipendenti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 06, 2017, 12:20:15 pm
L'ideologia ce l'ha chi usa continuamente questa parola, agitandola come uno spauracchio diretto all'uomo e non all'argomento.
Milioni di uomini nel mondo si riducono a gelatina col porno, esistono gruppi di supporto per la dipendenza sessuale, o anche medici come linkato da Jason. Chissà cosa rispondono questi medici quando un uomo si rivolge a loro, magari: "Tutto bene, hai solo un po' di ideologia!" :lol: :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 12:46:40 pm
L'ideologia ce l'ha chi usa continuamente questa parola, agitandola come uno spauracchio diretto all'uomo e non all'argomento.
Milioni di uomini nel mondo si riducono a gelatina col porno, esistono gruppi di supporto per la dipendenza sessuale, o anche medici come linkato da Jason. Chissà cosa rispondono questi medici quando un uomo si rivolge a loro, magari: "Tutto bene, hai solo un po' di ideologia!" :lol: :lol:

Aggiungo che stanno nascendo anche gruppi di incontri paragonabili a quelli di alcolisti, giusto perché si nega che la pornografia crea dipendenza.

Non mi risulta esistano gruppi di incontri fra usufruitori di lucciole , oppure che nell'antica Pompei esistettero gruppi fra persone "dipendenti dalle incisioni erotiche"  :hmm:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 13:18:29 pm
Ma sei tu che ne fai una questione di ideologia, essere contro il porno non ha nulla di ideologico. A me sembra invece che si rifiutino le fonti che ne sono contrarie proprio per ideologia. Il problema è di natura chimica come ho già detto, e come ho già detto il fatto che qualche uomo non cada nella pornodipendenza non cambia il fatto che il porno ti puó portare alla dipendenza.
Lascia perdere le uova e il vino , non sono paragoni validi.

Sulla tua domanda sull'eroina , si, dico che chi fuma la cannabis rischia di cadere nell'eroina, e questo lo dicono ex tossicodipendenti.

La maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno.
La maggior parte dei fumatori di cannabis NON passa all'eroina.
Uova e vino ti dimostrano che i medici  ( e io lo sono ) sbagliano
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 13:20:25 pm
L'ideologia ce l'ha chi usa continuamente questa parola, agitandola come uno spauracchio diretto all'uomo e non all'argomento.
Milioni di uomini nel mondo si riducono a gelatina col porno, esistono gruppi di supporto per la dipendenza sessuale, o anche medici come linkato da Jason. Chissà cosa rispondono questi medici quando un uomo si rivolge a loro, magari: "Tutto bene, hai solo un po' di ideologia!" :lol: :lol:

io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 06, 2017, 13:27:07 pm
io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione
Anche la maggior parte degli uomini non è tossicodipendente, ciò non toglie che la droga sia una piaga, e il porno è molto più diffuso.

La prostituzione non è disponibile a ogni ora persino sul cellulare, non è gratis, bisogna spostarsi ed è spesso una squallida esperienza di cinque minuti in automobile, invece del porno "con tutti i confort". C'è anche l'interazione con un'altra persona, il che rende assai meno probabile l'instaurarsi di dipendenze .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 13:29:59 pm
La maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno.
La maggior parte dei fumatori di cannabis NON passa all'eroina.
Uova e vino ti dimostrano che i medici  ( e io lo sono ) sbagliano

Non so chi te le dá queste certezze, ma pochissimi sanno di questa dipendenza da porno e quindi non sanno di essere dipendenti. Parlano chiaro i dati internet e la nascita di gruppi di supporto. Stessa cosa per la cannabis, se tutti (e dico tutti) gli ex tossicodipendenti mettono in guardia dalla cannabis ci sará un motivo. Poi possiamo farci tutte le chiacchiere, ci mancherebbe.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 13:31:44 pm
io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione

Come ho avuto modo di dire, chi cade nella "dipendenza" * da prostituzione é dipendente anche dal porno.

*che poi tanto dipendente non so quanto sia, visto che poi ne risente il portafoglio specie se ne scegli una di appartamento.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 13:33:51 pm
Non so chi te le dá queste certezze, ma pochissimi sanno di questa dipendenza da porno e quindi non sanno di essere dipendenti. Parlano chiaro i dati internet e la nascita di gruppi di supporto. Stessa cosa per la cannabis, se tutti (e dico tutti) gli ex tossicodipendenti mettono in guardia dalla cannabis ci sará un motivo. Poi possiamo farci tutte le chiacchiere, ci mancherebbe.

Jason , tutti gli stupratori  sono uomini, quindi l'essere uomo porta allo stupro.
Lo stai dicendo tu.
La sicurezza nel dire quello che dico me la dà la mia conoscenza del problema, derivante anche dai miei studi.
Lascia perdere quello che che dicono i tossici, pronti a dire di tutto e un pò
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 13:35:20 pm
Citazione
Vicus : La prostituzione non è disponibile a ogni ora persino sul cellulare, non è gratis, bisogna spostarsi ed è spesso una squallida esperienza di cinque minuti in automobile, invece del porno "con tutti i confort". C'è anche l'interazione con un'altra persona, il che rende assai meno probabile l'instaurarsi di dipendenze .

anche le droghe vanno cercate e costano : con ciò la dipendenza da droghe esiste
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Agosto 06, 2017, 13:50:29 pm
Quindi i medici che mettono in guardia dalla pornografia sono ideologhi ?

Ancora, gli uomini che sono "dipendenti" dalla prostituzione nel 99 % dei casi hanno come radice la dipendenza dalla pornografia .

Anche la droga la riceve chi la cerca.
Il discorso che ti stiamo dicendo di Pompei é che non é paragonabile al fenomeno moderno.
Il sesso pratico eterodiretto non produce dipendenza? L'innamoramento non è forse uno stupefacente?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 06, 2017, 14:04:11 pm
anche le droghe vanno cercate e costano : con ciò la dipendenza da droghe esiste
Pensa se fossero disponibili gratis 24h su 24
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 06, 2017, 14:54:11 pm
Aggiungo che stanno nascendo anche gruppi di incontri paragonabili a quelli di alcolisti, giusto perché si nega che la pornografia crea dipendenza.

Non mi risulta esistano gruppi di incontri fra usufruitori di lucciole , oppure che nell'antica Pompei esistettero gruppi fra persone "dipendenti dalle incisioni erotiche"  :hmm:

Stanno nascendo? Ma dove?  :D :D A questo mondo non escludo che, in qualche remoto luogo, possano esistere anche persone che diventano dipendenti dal guardare i passeri che volano, ma statisticamente sarebbero insignificanti. Quando si parla di qualcosa bisogna munirsi di fonti e dati, altrimenti si continua a parlare solo di aria fritta e di proprie fisse personali.
Ps: quanta dipendenza psichica crea la religione in tante persone?  :hmm:


io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione


Esattamente. Tu inoltre sei pure medico, per cui... ;)

ancora crediamo ciecamente agli studi medici su argomenti controversi politicamente ?
devo ricordare la questione lgtb, supportata dagli studi medici?
o le campagne mediche contro le uova ?
quelle a favore del vino rosso ?
Anche chi usa eroina ha usato cannabis, quindi vogliamo dire che la cannabis porta all' eroina ?

riguardo la prostituzione :
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=14780.new#new


Esatto. inoltre se proprio si vogliono postare ricerche, questa smentisce tutte le personali teorie catastrofiste:  http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5588-contrordine-pornografia-sembra-aumentare-desiderio-sessuale.html

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 06, 2017, 16:16:37 pm
Stanno nascendo? Ma dove? 
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!
Citazione
Ps: quanta dipendenza psichica crea la religione in tante persone? 
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 06, 2017, 16:42:07 pm
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!

Questi sarebbero dati oggettivi? Una volta veniva anche insegnato ai ragazzi maschi che guardare le donne nude faceva diventare ciechi.  :D


Citazione da: Vicus
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?


Il mio è un ragionamento semplice: se si ci si preoccupa tanto delle pseudo dipendenze altrui che, evidentemente, riguardano cose che non piacciono e si vorrebbero censurare, perchè non ci si preoccupa anche delle proprie dipendenze? La religione può essere una dipendenza psichica? Certamente e molto più reale e diffusa di tante altre:

Citazione
LA DIPENDENZA DA RELIGIONE
Tante persone sono dipendenti dalla religione o hanno sofferto abuso religioso da parte delle loro famiglie o chiese, scrive il Rev. Leo Booth in Quando dio diviene una droga. Booth, un prete episcopale della California del sud, ma nato inglese, si auto definisce alcolista, dipendete dalla religione e prete in convalescenza. La dipendenza può svilupparsi in qualsiasi chiesa, dice, ma in maniera più marcata in quelle che promuovono credi fondamentalisti.
La dipendenza implica usare dio, una religione o un sistema di credenze, come un mezzo per sfuggire o evitare sentimenti dolorosi e per cercare autostima. Significa adottare un sistema di credenze rigido che specifica solo una giusta via, la quale si crede debba essere forzata sugli altri attraverso strumenti di colpevolezza, vergogna, paura, lavaggio del cervello ed elitarismo.
I dipendenti, a loro volta, diventano abusatori verso coloro i quali non soddisfano pienamente i loro rigidi standard. Anche Gesù è stato abusato, dice Booth, in quanto persone religiose lo hanno messo in croce.
Rod Cooper , consigliere al Seminario conservatore di Denver, afferma che oltre il 30% dei suoi pazienti soffre di dipendenza da religione. La grazie e l'amore di dio non sono qualcosa che possono comprendere. Pensano che devono compiere azioni per compiacere dio. Tali dipendenti rimangono in chiese tossiche, con sistemi di credenze rigide che rinforzano la loro paura e vergogna ma provvedono una comfort zone familiare.
Le persone possono diventare dipendenti da qualsiasi cosa, afferma Larry Graham , professore di teologia pastorale alla Illiff School of Theology. La religione può rinforzare l'idea di una vita idilliaca, di un dio che sistema tutto, della ricompensa finale e dell'accettazione da parte di altre persone.
I dipendenti usano la religione per acquisire potere e controllo, spesso diventando abusatori religiosi, dice Booth. Il loro unico mezzo per ottenere auto-rispetto ed auto-controllo è di chiudersi dentro un rigido ed intollerante perfezionismo, ma perfezionismo e purezza sono utopie.
Una conseguenza della dipendenza può essere la visione non sana del sesso come sporco e peccaminoso. Attraverso i secoli la Cristianità ha promosso questa visione, dice Booth. Questo può portare a condotte inappropriate, nelle quali desideri repressi finalmente riaffiorano secondo modalità deviate.
Messaggi disfunzionali religiosi a proposito di peccato, della sessualità e di dio come giudice arrabbiato o aggiustatore cosmico hanno creato molte credenze tossiche, dice Booth. Al cuore c'è il messaggio che le persone sono in essenza cattive, senza potere e deboli. I dipendenti cercano allora di riconciliare i concetti di peccato, pena e sofferenza con l'idea di un dio d'amore e perdono. Combattono per stare sulla giusta via, vivendo nel terrore del peccato. Così il dipendente entra in un circolo vizioso; costantemente mirando alla perfezione, diventano sempre più dipendenti, e si sentono non-amati, senza senso e pieni di paura e vergogna.
I dipendenti non ottengono mai i loro obbiettivi, ma credono che la loro ricompensa sarà in paradiso. Booth dice che tante persone si ubriacano con l'idea di essere salvati e non tollerano chi dissente.
Sintomi della dipendenza includono l'inabilità di mettere in dubbio l'autorità religiosa, un modo di pensare o bianco o nero, e la credenza che dio sistemerà la loro esistenza. I dipendenti aderiscono rigidamente alle regole, esprimono molti giudizi, fanno donazioni finanziarie irrealistiche, mangiano compulsivamente, soffrono malattie psicosomatiche, cadono in stati simili alla trance ed eventualmente fanno esperienza di esaurimenti mentali, emozionali o fisici.

http://www.benessere.com/psicologia/arg00/dipendenza_religione.htm
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 16:44:31 pm
Citazione
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!

Non solo negli USA  ;)
Vi sono anche siti dove si possono descrivere le proprie "esperienze" in merito online.

Citazione
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?

Piú che altro non capisco una cosa, si dice sempre che non bisogna mettere sempre in mezzo la religione , peró a quanto pare la si mette in mezzo pure quando si parla delle previsioni del tempo per ferragosto.

Facciamo prima a dire direttamente quali sono le fonti affidabili e giuste e quelle no . Perché mi sembra di capire che se Tizio dice che la pornografia fa male allora non é affidabile ed é ideologico, se invece dice che fa bene allora é il miglior studioso della pornografia di sempre.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 16:52:21 pm
Citazione
Jason :
Facciamo prima a dire direttamente quali sono le fonti affidabili e giuste e quelle no . Perché mi sembra di capire che se Tizio dice che la pornografia fa male allora non é affidabile ed é ideologico, se invece dice che fa bene allora é il miglior studioso della pornografia di sempre.

Tutti gli argomenti  politicamente sensibili pongono grandi problemi alla realizzazione di una indagine conoscitiva davvero oggettiva : troppe sono le variabili e troppi bias.
Non dico che la pornografia non possa far male : dico che  per alcuni è una valvola di sfogo,  per altri no.
Idem la prostituzione .
Anche l'alcool fa male, ma vietarlo sarebbe un vantaggio ?

tra l'altro :

http://it.blastingnews.com/salute/2017/08/bere-alcol-puo-migliorare-la-memoria-e-ridurre-il-rischio-di-diabete-001910533.html

http://www.improntaunika.it/2017/08/droga-e-allarme-90mila-studenti-consumano-cannabis-e-spice-tutti-i-giorni/

come si vede , molta confusione sotto il cielo :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 06, 2017, 16:55:48 pm
Questi sarebbero dati oggettivi? Una volta veniva anche insegnato ai ragazzi maschi che guardare le donne nude faceva diventare ciechi.  :D



Il mio è un ragionamento semplice: se si ci si preoccupa tanto delle pseudo dipendenze altrui che, evidentemente, riguardano cose che non piacciono e si vorrebbero censurare, perchè non ci si preoccupa anche delle proprie dipendenze? La religione può essere una dipendenza psichica? Certamente e molto più reale e diffusa di tante altre:

http://www.benessere.com/psicologia/arg00/dipendenza_religione.htm
Credevo che Google lo conoscessero tutti:

https://www.google.it/search?site=&source=hp&q=supporto+dipendenza+da+pornografia&oq=supporto+dipendenza+da+pornografia&gs_l=psy-ab.3...865.6642.0.6790.34.34.0.0.0.0.230.3975.0j28j2.30.0....0...1.1.64.psy-ab..4.17.2409...0j0i131k1j0i3k1j0i22i30k1j33i160k1j33i22i29i30k1.SoFD0ObCniU

Saranno sicuramente siti pagati dal Vaticano.

Questo è un 3D sulla pornografia, se continua l'OT sulle convinzioni personali di alcuni utenti divido il topic come di prammatica.
Quanto alla dipendenza da religione, ho conosciuto monaci felici che campavano fino a cent'anni in ottima salute. Magari con porno, nigeriane a ore & cannabis si può far meglio! ^_^

Sfatiamo poi il mito che i cristiani non guardino le donne, forse hanno persino più fortuna perché, a differenza dei pornomani che di fronte a una donna vera sbavano a vista con conseguenze catastrofiche, sono più capaci di quello sganciamento emotivo di cui si favoleggia qui.

Poi: qui si è solo detto che la pornografia fa male, per chi vuol capire e ritrovare la sua spina dorsale, non di censurarla o vietarla, cosa assolutamente impossibile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 06, 2017, 17:11:48 pm
Come detto anche in passato, nessuno esclude che la dipendenza psicologica da visione di materiale erotico/pornografico esista. Il punto è che tale dipendenza si verifica su soggetti in qualche modo predisposti, che statisticamente sono una piccolissima minoranza, la quale non crea un reale problema/allarme sociale. La maggioranza degli uomini guarda suddetto materiale senza subire i problemi apocalittici che qui si profetizzano dagli utenti religiosi.


....
Questo è un 3D sulla pornografia, se continua l'OT sulle convinzioni personali di alcuni utenti divido il topic come di prammatica.
Quanto alla dipendenza da religione, ho conosciuto monaci felici che campavano fino a cent'anni in ottima salute. Magari con porno, nigeriane a ore & cannabis si può far meglio! ^_^
......

Per me non ci sono problemi: si può aprire un topic specifico sulla dipendenza da religione se lo si ritiene opportuno. Per il resto non capisco il nesso porno-nigeriane-cannabis. Il porno cosa c'entra con le nigeriane (cosa che riguarda semmai la prostituzione, cosa che cattolici e vaticano, da quanto emerso su questo topic, tollerano) e cannabis (droga illegale che crea reale dipendenza fisica)???  :hmm:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Salar de Uyuni - Agosto 06, 2017, 17:32:23 pm
Tutto ciò che dà piacere dà anche dipendenza compreso il sesso normale
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 06, 2017, 18:10:31 pm
Tutto ciò che dà piacere dà anche dipendenza compreso il sesso normale

già, o meglio... può dare
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 06, 2017, 23:36:06 pm
Di fronte a sostanze che causano alterazioni chimiche dell'encefalo non esiste la predisposizione , a meno che non sei un X men . Il tallio non è tossico per chi è predisposto , è tossico e basta perchè causa uno squilibrio chimico generale potenzialmente letale . Gli uomini che guardano i porno rischiano la dipendenza senza accorgersene, in pratica per loro va tutto bene e non succede niente di che .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 07, 2017, 00:29:29 am
Gli uomini che guardano i porno rischiano la dipendenza senza accorgersene, in pratica per loro va tutto bene e non succede niente di che .

Sì, d'accordo, però non esageriamo.
A me, attualmente, frega meno di zero del porno, ma da giovane - quindi in era pre YouTube - acquistavo giornali porno come "Erotik" e "Supersex", nonchè "OV " e "LE ORE", ma non ho subìto alcun trauma da tali visioni, al pari di tanti altri miei coetanei e non.
Poi sì, è chiaro che un uso eccessivo del porno può e potrebbe causare disturbi, ma non facciamola troppo tragica.


@@

Del resto anche l'astinenza, la mancanza di sesso causa e può causare dei disturbi psicologici.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 00:37:00 am
La pornografia è uno dei capisaldi del rincitrullimento maschile, un fenomeno di massa che muove miliardi di dollari. Ne abbiamo ampie eco in questo forum, con diversi utenti che dichiarano di passare gran parte del loro tempo davanti al porno (e scontati risultati catastrofici con le donne vere).
Sostenere che causi dipendenza in rari soggetti predisposti è fuori dalla realtà. Poiché i soggetti colpiti non riconoscono la loro dipendenza, affermare che il porno (come la cannabis) sia innocuo, anzi faccia bene è irresponsabile e non fa che peggiorare la condizione di molti uomini che ci leggono.

E' inoltre un punto cieco della QM, perché nega il problema del tittytainment, mezzo troppo sottovalutato persino qui per indurre apatia e tener buoni gli uomini davanti a uno schermo, onde non utilizzare le loro energie per migliorare la loro condizione (dal sito FDF):

Zbigniew Brzezinski già chiamava «tittytainment» (cioè, intrattenimento a base di tette buono per rimbecillire il popolino)

Fu Zbigniew Brzezinski che fornì una prima soluzione: tittytainment, una parola coniata a proposito che sta per tits = tetta (nel senso di dispensatrice di latte) e entertainment = gioco, il panem et circenses della Roma imperiale». (La fine della scuola: La società 20:80)

E Tittytainment abbiamo, 24 ore su 24: basta accendere la tv, o «viaggiare» sul web più frequentato. Tette, porno, ed «informazione d’intrattenimento», intese ad assopirci

Tutti gli altri «sfigati» basta che si accontentino di tittytainment: cibo sufficiente a svolgere un lavoro da schiavi e…  tanta televisione, o realtà virtuale: non crediate che questo progetto sia il frutto di qualche mente malata.

Nel settembre del 1995 la Fondazione Gorbaciov accolse l’élite del mondo al prestigioso Fairmont Hotel di San Francisco, sul Nob Hill, proprio sopra la City, e con vista stupenda sul Golden Gate: bene, tra gli invitati c’erano anche i giornalisti tedeschi Hans Peter Martin e Harald Schumann, entrambi del Der Spiegel, entrambi di orientamento socialdemocratico. Alla riunione erano presenti solo 500 selezionatissimi invitati tra cui il gotha della finanza internazionale: «Tutto il mondo va incontro a trasformazioni tali che lo trasformeranno nel mondo precedente, come per riportarlo ad una vita precedente» e su questa linea Zbigniew Brzezinski ex consigliere (o sarebbe meglio chiamarlo «consigliore») per la Sicurezza degli Stati Uniti con parecchi presidenti, coniò quel termine tittytainment, neologismo, incrocio tra entertainement e tits (2) cioè intrattenimento e cibo, combinazione tra spettacolo atto a stordire ed un’alimentazione sufficiente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 07, 2017, 00:37:13 am
Citazione
Tutto ciò che dà piacere dà anche dipendenza compreso il sesso normale
già, o meglio... può dare

Senza alcun dubbio.
Il sesso, se fatto bene e con una donna che ti attrae veramente, crea una forte dipendenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 07, 2017, 00:43:36 am
Sostenere che causi dipendenza in rari soggetti predisposti è fuori dalla realtà. Poiché i soggetti colpiti non riconoscono la loro dipendenza, affermare che il porno (come la cannabis) sia innocuo, anzi faccia bene è irresponsabile e non fa che peggiorare la condizione di molti uomini che ci leggono.

Io non sono un esperto in materia, per cui al di là di ciò che leggo su internet non so quali siano le percentuali vere.
Idem per la cannabis (calcola che io non fumo neppure le sigarette).

@@

ps: Vicus, una domanda: tu non hai mai visto dei film porno?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 00:54:26 am
Ci sono un'infinità di reportage e siti anche medici che ne parlano.

I porno mi tocca vederli quando scarico film di tutt'altro genere cui hanno cambiato il nome del file :lol: e non mi "traumatizzano" come si potrebbe pensare né mi eccitano, li trovo semplicemente ridicoli.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 07, 2017, 15:12:38 pm
Mi pare inutile continuare a replicare, tanto chi non vuol sentire non sente e continua a ripetere le stesse sue apocalittiche convinzioni religioso-personali prive di ogni fondamento e soprattutto prive di dati reali. Che ognuno la pensi come meglio credo, a questo punto. Una cosa però è certa: avete trovato un punto di incontro con le femministe.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 15:25:35 pm
Alberto l'unico che nomina la religione in questo topic sei tu.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 15:59:29 pm
Ci sono un'infinità di reportage e siti anche medici che ne parlano.

I porno mi tocca vederli quando scarico film di tutt'altro genere cui hanno cambiato il nome del file :lol: e non mi "traumatizzano" come si potrebbe pensare né mi eccitano, li trovo semplicemente ridicoli.

 e non pensi che tanti altri non ne siamo traumatizzati e li trovino ridicoli ?
inoltre, il prono se non lo si cerca non è proprio così endemico, non più di altre forme di evasione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 07, 2017, 16:30:47 pm
Quindi ricapitolando :

- Le fonti favorevoli ( o comunque non contrarie) al porno sono fonti serie
- Le fonti contrarie non esistono , e se esistono sono basate su "convinzioni religiose" . Anzi è più grave la "dipendenza da religione" che da porno ( peccato che esistono incontri per pornodipendenti e non per "religionedipendenti" ma vabbè) , così siamo nell'uaar

Oh non mi sto inventando niente, sono cose che sto leggendo qui . Quindi ritorna la domanda : ma non si era già detto di non mettere in mezzo la religione ? E allora perchè la trovo scritta sotto ogni post riguardante la pornografia ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 16:32:27 pm
e non pensi che tanti altri non ne siamo traumatizzati e li trovino ridicoli ?
inoltre, il prono se non lo si cerca non è proprio così endemico, non più di altre forme di evasione
Come no, tutti a visionare valanghe di porno per farsi quattro risate! :lol:
Marmocchio sei OT: il tema non sono i presunti traumi moralistici provocati dal porno. Si butta tutto sulla fisima religiosa per screditare un'opinione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 07, 2017, 16:34:33 pm
Sì, d'accordo, però non esageriamo.
A me, attualmente, frega meno di zero del porno, ma da giovane - quindi in era pre YouTube - acquistavo giornali porno come "Erotik" e "Supersex", nonchè "OV " e "LE ORE", ma non ho subìto alcun trauma da tali visioni, al pari di tanti altri miei coetanei e non.
Poi sì, è chiaro che un uso eccessivo del porno può e potrebbe causare disturbi, ma non facciamola troppo tragica.


@@

Del resto anche l'astinenza, la mancanza di sesso causa e può causare dei disturbi psicologici.

Io sto dicendo la tendenza attuale qual'è . Non ho detto che è tragico ma si, è un problema . Del resto se il porno è al terzo posto a livello globale fra le ricerche internet ci sarà pure un motivo.
Poi, è mille volte straovvio che ciò non toglie che ci siano uomini non dipendenti e bla bla bla . E' mille volte ovvio che ci sono uomini come te che se ne fregano e che ci sono le classiche eccezioni e bla bla bla . Mi tocca ripeterlo, altrimenti...

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 07, 2017, 16:42:06 pm
e non pensi che tanti altri non ne siamo traumatizzati e li trovino ridicoli ?
inoltre, il prono se non lo si cerca non è proprio così endemico, non più di altre forme di evasione

Tutti in clinica per la disintossicazione!! (vale anche per chi, nella sua vita, ha acquistato giornaletti peccaminosi).  :D :D  :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 07, 2017, 16:42:33 pm
Io sto dicendo la tendenza attuale qual'è . Non ho detto che è tragico ma si, è un problema . Del resto se il porno è al terzo posto a livello globale fra le ricerche internet ci sarà pure un motivo.
Poi, è mille volte straovvio che ciò non toglie che ci siano uomini non dipendenti e bla bla bla . E' mille volte ovvio che ci sono uomini come te che se ne fregano e che ci sono le classiche eccezioni e bla bla bla . Mi tocca ripeterlo, altrimenti...

No, Jason, casomai sono io che devo ripetere l'ovvio.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 16:51:47 pm
Tutti in clinica per la disintossicazione!! (vale anche per chi, nella sua vita, ha acquistato giornaletti peccaminosi).  :D :D  :D
Un mod che sfotte, mah...
Alberto sono sicurissimo che non sei dipendente da porno, ma se è la terza ricerca su Internet un motivo ci sarà.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 16:59:43 pm
Come no, tutti a visionare valanghe di porno per farsi quattro risate! :lol:
Marmocchio sei OT: il tema non sono i presunti traumi moralistici provocati dal porno. Si butta tutto sulla fisima religiosa per screditare un'opinione.

io non ho parlato una sola volta di religione , tanto meno di moralismo, dal quale sono alieno.
Semplicemente, conosco l'argomento dipendenze e non è così semplicistico come sembrerebbe.
A tanti il porno non fa una beata mazza, non più di cento partite di calcio al giorno ( e a me piace ) o della dipendenza dal lavoro, dalla fica, dalla tecnologia, dai soldi, ecc
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 17:07:56 pm
Un mod che sfotte, mah...
Alberto sono sicurissimo che non sei dipendente da porno, ma se è la terza ricerca su Internet un motivo ci sarà.

anche il turismo penso sia molto gettonato in internet, quindi ne arguiamo che il turismo è pericoloso per gli uomini ?
che dire dei telefonini ?

Anzi, i peggiori sono i ...verbi transitivi
http://www.lastampa.it/2013/12/30/cultura/scuola/tra-gli-argomenti-pi-cliccati-posto-donore-a-verbi-transitivi-e-dante-vOpKnxnPQTK2gguhAQqROI/pagina.html

Tra gli argomenti più cliccati, posto d’onore a verbi transitivi e Dante

Pubblicato il 30/12/2013
Ultima modifica il 31/12/2013 alle ore 09:10
roma

Gli argomenti più cliccati dai giovani nell’anno che si sta concludendo? Il primo posto spetta alla grammatica, in particolare ai verbi transitivi e intransitivi; il secondo gradino del podio va a Dante Alighieri con il suo primo canto dell’Inferno, seguito immediatamente dopo dalle proporzioni matematiche. È quanto emerge da un’analisi del traffico del portale Skuola.net.
I ragazzi sembrano avere grandi difficoltà con la lingua italiana. Tra le voci più cercate, infatti, oltre ai verbi transitivi e intransitivi, ci sono quelli servili e il predicato verbale e nominale.
Tra gli autori, il posto d’onore spetta indubbiamente al Sommo Poeta: Dante e in particolare il suo primo canto dell’inferno sono gli argomenti della letteratura italiana più cercati sul web nel 2013. Dopo si lui si trova Gabriele D’Annunzio, che si guadagna un’ottima seconda posizione con la sua «Pioggia nel Pineto» superando incredibilmente Alessandro Manzoni, che si classifica solo terzo con il suo secondo capitolo dei «Promessi Sposi».
Quanto alla matematica nel 2013 gli studenti hanno cercato molte informazioni sulle proporzioni e in particolare sul calcolo del loro termine ignoto. Anche i poligoni e le loro regole geometriche sembrano aver popolato gli incubi dei ragazzi, conquistandosi così la seconda posizione. Medaglia di bronzo all’algebra, che finisce sul podio con i sistemi lineari.
Per la categoria «Filosofia» spicca, dall’antica Grecia, Platone con la sua filosofia delle idee. La seconda posizione invece porta in piena rivoluzione scientifica con Galileo Galilei. Non ci si sposta di molto per arrivare al gradino più basso del podio dove si piazza l’illuminismo.
La Grande Guerra è al primo posto nel 2013 per la categoria «Storia»: la più cliccata è la Prima Guerra Mondiale, seguita dall’ascesa del Nazismo. Per gli studenti la storia è fatta anche di personaggi e i più cliccati di Skuola.net sono stati Luigi XIV, il Re Sole di Francia, e Napoleone Bonaparte. Per il latino, Orazio si guadagna la prima posizione tra le versioni più cercate nella sezione del sito a loro dedicata, con il suo brano in cui consiglia il «Carpe Diem». Virgilio detiene invece il primato tra gli autori più cliccati della letteratura latina, mentre sono i verbi a preoccupare i giovani latinisti nella parte grammaticale: i paradigmi verbali sono l’argomento più cercato.
Ma dagli appunti i ragazzi passano con velocità alle notizie. Quelle sulla maturità non hanno rivali: tutte e tre le posizioni della categoria sono di argomento” esame di stato”, grande protagonista dello scorso luglio. Al primo posto tra le ricerche degli studenti si collocano i commissari esterni, seguiti dai commenti alla prima prova e da quelli alla seconda prova di maturità. 
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 17:11:40 pm
Ma certo, gli uomini cercano il porno per vedere se è transitivo o intransitivo :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: claudio camporesi - Agosto 07, 2017, 17:12:51 pm
Mi par di poter fissare alcuni paletti:
L attuale invasione di porno deriva dalla tecnologia informatica alla portata di tutti; immagini erotiche eran riportate su pietra nel borgo dei lupanari a Pompei , tanto per fare un minimo esempio tra i mille possibili.

Il porno , sino ad una ventina di anni fa , era un prodotto prevalentemente europeo, poi gli USA , con Internet , lo hanno reso una merce industriale

Materiale pornografico cartaceo e' capitato per le mani alla maggior parte degli uomini del ventesimo secolo , noi compresi :  i pornodipendnti da cartaceo credo non esistessero , o comunque erano molto pochi.Con il digitale, invece , si e' instaurata una sorta di pornocrazia:  anche intervistare pornoattori e pornoattrici in programmi televisivi  e' equivalso a sdoganare il loro ambiente ed il loro prodotto

Il porno da una idea estremizzata della attivita' sessuale reale , che comunque viene riportata come attivita' di facile acquisizione , sempre indipendente da sentimenti , in un mondo finto letteralmente infestato da donne e uomini perennemente ingoiati ..: problemi possono nascere in persone che , per eta' o fattori psichici prendono tali spettacoli come pietra di paragone per la propria sessualità' , con la difficolta' a riprodurre spettacoli fittizi.

La dipendenza eventuale , credo , molto sia influenzata  dalla tendenza soggettiva alla compulsivita' : essenzialmente psicologica , si differenzia dalla dipendenza anche fisica di alcool , tabacco , e droghe varie).


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: KasparHauser - Agosto 07, 2017, 17:15:00 pm
Aggiungo la mia.
Forse è già stato detto, ma giova ripetere: la pornografia prima di internet è una cosa, la pornografia dopo internet è una cosa del tutto diversa quasi bisognerebbe cambiargli il nome perchè sono due fenomeni non comparabili.
La pornodipendenza nasce con internet, prima non esisteva, e non esisteva non perchè non c'erano studi, non esisteva semplicemente perchè la fruizione del porno tramite supporto cartaceo o video o cinema, non produceva giammai le conseguenze spesso drammatiche della fruizione tramite internet (per certi soggetti è chiaro).
E questo perchè la pornografia tradizionale aveva dei limiti insiti nei mezzi con cui si diffondeva, mentre quella su internet non ha limiti per certi versi è infinita e inesauribile.
Non esiste più la distanza tra desiderio e realizzazione di esso, non esiste più quell'assuefazione alle solite immagine che ci obbligava a comprare un altro video , un altro giornale un altro film.
Quale incidenza abbia la pornografia sulla popolazione non saprei, ma è certo che è un insidia pericolosa, sopratutto per chi ha ragazzi o bambini ormai espertissimi in internet e computer.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 07, 2017, 18:14:37 pm
Un mod che sfotte, mah...
...

Per i soliti wiki che ripetono sempre le stesse filastrocche apocalittiche senza fornire neanche uno straccio di dati credibili, non vedo altra soluzione. E non dirmi che la mentalità religiosa non c'entra nulla, perchè c'entra. Comunque pensatela come volete per carità, a me non cambia nulla. Non vorrei, però, che questo spazio diventasse, agli occhi dei visitatori, una sorta di chiesa virtuale.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 18:22:02 pm
Per i soliti wiki che ripetono sempre le stesse filastrocche apocalittiche senza fornire neanche uno straccio di dati credibili, non vedo altra soluzione. E non dirmi che la mentalità religiosa non c'entra nulla, perchè c'entra. Comunque pensatela come volete per carità, a me non cambia nulla. Non vorrei, però, che questo spazio diventasse, agli occhi dei visitatori, una sorta di chiesa virtuale.
I teoremi sono duri a morire. Dire che il porno via Internet rimbambisce un elevato numero di uomini non può che avere come movente il bigottismo. E in un certo senso è vero: è la sacrosanta verità.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 07, 2017, 18:31:09 pm
Che la mentalità religiosa c'entra questa è tutta una TUA teoria , perchè la religione la stai mettendo in mezzo solo tu. Mo tutti quelli che sono critici verso il porno sono religiosi secondo te . Come se le femministe dicessero che chiunque non la pensi come loro è misogino . Come ha già ripetuto allo stremo Vicus, il porno rimbambisce per i motivi ampiamente discussi . E la religione non c'entra nulla perchè ad essere contro la pornografia non ci sono solo religiosi, anzi . Lo trovano squallido pure moltissimi agnostici e atei, oltre che rimbambente . Metterci sempre in mezzo la religione sta diventando un ritornello noioso. Qui ci vedo un tentativo di voler avere ragione per forza.

E la domanda mia non ha ancora risposta , ma non si era detto di evitare di mettere in mezzo sempre la religione ad ogni discussione inerente alla QM ? Perchè allora io leggo sempre quella parola ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 07, 2017, 18:53:46 pm
Non si tratta solo del porno, l'argomento si inserisce in un discorso più ampio che riguarda le ore che passano gli uomini davanti alla televisione, o al cellulare, talora senza praticare nessuno sport. Lo stile di vita ha conseguenze importanti sulla personalità e sulla conseguente capacità di migliorare la condizione maschile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 20:06:16 pm
Ma certo, gli uomini cercano il porno per vedere se è transitivo o intransitivo :lol:

beh, magari trans... :cool:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 20:08:53 pm
Citazione
Jason : E la domanda mia non ha ancora risposta , ma non si era detto di evitare di mettere in mezzo sempre la religione ad ogni discussione inerente alla QM ? Perchè allora io leggo sempre quella parola ?

potrebbe sembrare censura  :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 07, 2017, 20:10:10 pm
Non si tratta solo del porno, l'argomento si inserisce in un discorso più ampio che riguarda le ore che passano gli uomini davanti alla televisione, o al cellulare, talora senza praticare nessuno sport. Lo stile di vita a conseguenze importanti sulla personalità e sulla conseguente capacità di migliorare la condizione maschile.
giusto, ma questo è già un altro discorso.
Bisognerebbe migliorare il mondo maschile, che altrimenti non si troverebbe in questa situazione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 08, 2017, 09:29:27 am
Faccio fatica a seguire l'andamento di questo topic, che spazia dal valutare la salute e il benessere psico-fisico del singolo individuo-uomo fruitore di pornografia, al valutarne gli effetti rispetto alla condizione maschile che è l'oggetto di questo forum.
Naturalmente, comprendo che le due cose hanno parecchie connessioni.
Forse la questione sta esclusivamente nei termini di un uso ponderato di pornografia (cosa non facile s'intende) onde evitarne dipendenza.
Però per ciò che qui ci riguarda, credo che il problema non sia la dipendenza (che è tema clinico) quanto il condizionamento. Verso il femminile.
E allora credo che molto più pernicioso della pornografia sia il sessualismo.
Che è molto più pervasivo e condizionante della pornografia.
Perché agisce in modo più continuo e superficiale. Stabilisce una tensione senza possibilità di scarico.
Se alle otto di sera, sono a cena con mia moglie e i miei figli (non ho moglie e figli...è solo un esempio) e dopo avere visto per un'ora trasmissioni in cui la valletta più vestita era in mutande, mi becco la pubblicità bilboa latte solare con la figona in bikini mozzafiato, intervallata da altre immagini commerciali e no, di donne discinte, procaci e provocanti, in attesa delle trasmissioni serali (film, fiction, varietà...poco importa) in cui il canovaccio è sempre lo stesso: la donna desiderata uomo desiderante: mi dite voi quali sono le risultanze?

Moltiplichiamolo per 365 giorni all'anno. Pasqua, Natale e capodanno compresi.

E' la provocazione sessuale che si è fatta normalità (norma) il problema che ci riguarda.
La pornografia, a mio avviso è un problema di secondo livello, su cui (volendo) posso agire con adeguate contromisure.
Posso risolvere il “mio” problema, gli effetti che esercita su di “me”.
Ho ausili di varia natura: se diviene patologia posso utilizzare la scienza medica. Anche quella clinica.

Ma contro una patologia sociale, di quali mezzi dispongo? L'anacoretismo?

La pornografia è sostanzialmente divenuta un mercato.
Credo che si alimenti della sessualizzazione della società. Attenuando questa tensione di primo livello, se ne avrà sempre meno necessità.
Non sparirà, ma credo potrebbe tornare nel suo alveo.
Come ogni fatto economico, la dinamica è questa: domanda-offerta.



p.s. - Da non dimenticare: con buona pace della Zanardo, la sessualizzazione della società ha una categoria avvantaggiata, quella femminile, ed una svantaggiata, quella maschile. E questo non può essere frutto del caso. Purtroppo però il danno coinvolge la società nel suo complesso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Agosto 08, 2017, 10:37:02 am
Concordo totalmente con il tuo intervento, Bluerosso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 08, 2017, 11:44:04 am
Faccio fatica a seguire l'andamento di questo topic, che spazia dal valutare la salute e il benessere psico-fisico del singolo individuo-uomo fruitore di pornografia, al valutarne gli effetti rispetto alla condizione maschile che è l'oggetto di questo forum.
Naturalmente, comprendo che le due cose hanno parecchie connessioni.
Forse la questione sta esclusivamente nei termini di un uso ponderato di pornografia (cosa non facile s'intende) onde evitarne dipendenza.
Però per ciò che qui ci riguarda, credo che il problema non sia la dipendenza (che è tema clinico) quanto il condizionamento. Verso il femminile.
E allora credo che molto più pernicioso della pornografia sia il sessualismo.
Che è molto più pervasivo e condizionante della pornografia.
Perché agisce in modo più continuo e superficiale. Stabilisce una tensione senza possibilità di scarico.
Se alle otto di sera, sono a cena con mia moglie e i miei figli (non ho moglie e figli...è solo un esempio) e dopo avere visto per un'ora trasmissioni in cui la valletta più vestita era in mutande, mi becco la pubblicità bilboa latte solare con la figona in bikini mozzafiato, intervallata da altre immagini commerciali e no, di donne discinte, procaci e provocanti, in attesa delle trasmissioni serali (film, fiction, varietà...poco importa) in cui il canovaccio è sempre lo stesso: la donna desiderata uomo desiderante: mi dite voi quali sono le risultanze?

Moltiplichiamolo per 365 giorni all'anno. Pasqua, Natale e capodanno compresi.

E' la provocazione sessuale che si è fatta normalità (norma) il problema che ci riguarda.
La pornografia, a mio avviso è un problema di secondo livello, su cui (volendo) posso agire con adeguate contromisure.
Posso risolvere il “mio” problema, gli effetti che esercita su di “me”.
Ho ausili di varia natura: se diviene patologia posso utilizzare la scienza medica. Anche quella clinica.

Ma contro una patologia sociale, di quali mezzi dispongo? L'anacoretismo?

La pornografia è sostanzialmente divenuta un mercato.
Credo che si alimenti della sessualizzazione della società. Attenuando questa tensione di primo livello, se ne avrà sempre meno necessità.
Non sparirà, ma credo potrebbe tornare nel suo alveo.
Come ogni fatto economico, la dinamica è questa: domanda-offerta.



p.s. - Da non dimenticare: con buona pace della Zanardo, la sessualizzazione della società ha una categoria avvantaggiata, quella femminile, ed una svantaggiata, quella maschile. E questo non può essere frutto del caso. Purtroppo però il danno coinvolge la società nel suo complesso.
Da La Sposa Meccanica:

Per quanto riguarda la ragazza, non c'è nulla di nuovo nel sogno ardente di schiavitù a cui induce questa moderna Maga Circe. A parte ogni questione di moralità, è evidente che un'esuberante nudità femminile non costituisce l'ambiente adatto perché il maschio adolescente o adulto sviluppi le proprie capacità di distacco e di valutazione razionale. Non ci sarà fioritura intellettuale o maturità emotiva in un simile ambito. Vedere le cose con calma e vederle complete significa un'attività piuttosto specializzata per gli organizzatori degli spettacoli di varietà e per i ragazzi che crescono in un ambiente pullulante di immagini di sirene e di seducenti profumi sintetici.
Il maschio medio, educato in - e da - questo ambiente tende a essere consapevole tanto dei distinti oggetti fisici e intellettuali quanto del volume variabile dell'eccitazione registrata all'interno di se stesso. Il jazz fornisce un'analogia. Anche i moduli della musica jazz si gonfiano o si contraggono come una massa cinestetica, o una stimolazione muscolare. Le canzoni jazz sono numeri, le ragazze sono numeri. Alcune sono calde, altre non tanto. Alcune sono dolci, altre sono sofisticate. Tale è il contenuto della vita mentale dell'eroe alla Hemingway e del bravo ragazzo in generale. Ogni giorno egli viene ridotto in una poltiglia servile dai suoi stessi riflessi meccanici intenti a registrare e a reagire agli stimoli violenti che il suo vasto e rumoroso ambiente cinestetico ha fornito alla sua ricezione irriflessiva.
Molti messaggi pubblicitari si vantano di provocare questo stato di cose.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 08, 2017, 11:46:59 am
....ed eravamo ancora negli anni'50!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 08, 2017, 12:07:34 pm
Questo è quanto scrisse Rino Barnart circa vent'anni fa.

www.altrosenso.info

Citazione
1. DIPENDENZA SESSUALE

Una menzogna fondante e necessaria: la parità ormonale.

La perfetta simmetria naturale del desiderio e delle sue forme come dogma centrale del Vigente Ordine Morale.

LE RADICI FILOGENETICHE DELLA DISPARITÀ ORMONALE.

L'incolmabile divario darwiniano come origine della dipendenza sessuale maschile: "La natura ti incatenerà a me". Il corteggiamento in quanto costo (insieme di risorse spese - [fitness] ) compensativo dell'inferiorità maschile.

IL RECIPROCO INTERESSE ALLA MENZOGNA:

- l'interesse maschile a non riconoscere l'irrimediabile inferiorità. Salvaguardia dell'autostima.

- l'interesse femminile a negare la superiorità: 1- non riconoscere contropoteri compensativi al genere maschile. -2 negarsi ogni dovere di Cavalleria. 3- nascondere l'esistenza del primo strumento di controllo degli stati emozionali del genere maschile.
Ormoni maschili, terra di conquista: 100.000 anni di speculazione.

CARATTERI DELL'INFERIORITA'

La disparità delle forme e delle modalità come degenerazione del comportamento maschile culturalmente indotta. La rieducazione femminista: "Vi abbiamo costretti a comportarvi a letto come persone".

Sesso: F/ e M/ : la gestualità buona e quella cattiva, le modalità pulite e quelle sporche, la frequenza giusta e quella sbagliata, il contesto bello e quello brutto, la forma degna e quella indegna.

Sesso: F/ e M/: Sesso con vincolo, femminile, buono / Sesso senza vincolo, maschile, cattivo.

L'origine della superiorità dell'approccio femminile al sesso. Una questione indeterminata ed indeterminabile: natura o cultura?

Le modalità femminili come naturalmente date e culturalmente superiori. Le modalità maschili come antinaturali e culturalmente degenerate.

Sesso: il monopolio del se-come-dove-quando-quanto.

AMOUR-PASSION: il sogno ed il delirio provenzale. L'ideale femminile dell'eterna passione. L'immaginario e la realtà: "Non siete all'altezza". Non siamo all'altezza. Perché sia necessario essere all'altezza.

IMMACOLATA CONCEZIONE. Una sovrapposizione culturale: il racconto dell'Immacolata Concezione come archetipo dell'autodescrizione femminile occidentale. Il contatto fisico come lesione irreparabile. La caduta nel mondo animale. Occidente: una Civiltà figlia di sola femmina. Il nucleo profondo del desiderio femminile occidentale: generare il mondo senza intervento maschile. Le banche del seme. L'auto-clonazione come forma suprema di auto-amore. "Non abbiamo bisogno di voi". Il coito come offesa. L' Immacolata Concezione e l'odio contro il Fallo. Il mito del Mito del Fallo in Occidente.

STUPRO BIANCO

Stupro: la violazione della volontà femminile. Caratteri epistemologici dello stupro: istantaneità, visibilità.

Sul diritto all'esistenza di una volontà maschile. Se la volontà maschile sia suscettibile di essere violata. Volontà negata - volontà subordinata - volontà violata.

Stupro bianco: dare il nome ad un invisibile delitto. Il diritto femminile all'illimitata violazione della volontà maschile. Caratteri epistemologici dello stupro bianco: invisibilità, durata.

Effetti dello stupro bianco: vergogna, distruttività (violenza fisica), autodistruttività (depressione) - Sesso a pagamento esplicito (prostituzione) - Autoerotismo adulto.

La minaccia dello stupro bianco.

Dal vincolo al ricatto. Il vincolo (matrimonio, convivenza) come condizione di esercizio del ricatto. Matrimonio: vivere sotto la minaccia del ricatto sessuale: "Ciò che io voglio, se io voglio, come io voglio".

L'inconscio esercito degli stuprati. Lo sfruttamento della dipendenza sessuale maschile.

LA CULTURA DELL'ELEMOSINA: "Teniamoli a stecchetto". Una verità biologico-culturale come condizione di originaria dipendenza maschile."Io non ho bisogno di te quanto tu hai bisogno di me". Infantilizzazione. L'attesa del corteggiamento infinito. La dipendenza come prezzo del sesso. Il costo del sesso nella relazione vincolata e l'elemosina come infantilizzazione. Stanchezza ed autosvalutazione inconsce dell'eterno chiedere: la fuga verso il sesso a pagamento esplicito.

IL CONTROLLO DELLA LIBIDO MASCHILE Utilizzazione dell'immagine del corpo femminile come strumento di condizionamento e controllo. Mass media e pubblicità: la stimolazione permanente. Lo stimolo come incremento della dipendenza: più pelle è visibile più i maschi dipendono.

L'altra faccia della "Donna oggetto": celebrazione del corpo femminile e strumentalizzazione della libido maschile.

PROSTITUZIONE o del sesso a pagamento esplicito. La causa che deve assolutamente essere negata: i maschi vanno per sesso a pagamento perché non lo trovano gratis. Il sesso negato. Il rifiuto femminile del/al sesso. La liberazione sessuale come liberazione dal sesso. La cultura dell'astinenza. "Non siamo più a vostra disposizione". L'impossibilità del sesso gratuito: la relazione sessuale univocamente strutturata sulle/dalle determinazioni femminili. Subordinazione del comportamento. Il vincolo come surrogato e dissimulazione del pagamento delle prestazioni.

Pagamento esplicito contro pagamento implicito. Tra stupro bianco ed elemosina. Il costo della dipendenza.

Sesso a pagamento esplicito come liberazione dalla dipendenza. La guerra contro il sesso a pagamento esplicito: le vittime (femmine) e gli sfruttatori (maschi: coloro che pagano per ciò che dovrebbe essere gratuito). Né gratis né a pagamento: castità forzosa.

La condanna morale del sesso a pagamento esplicito ed il suo scopo inconscio: la lotta contro la prostituzione 1- come lotta per il controllo totale della libido maschile 2- come lotta per l'incremento del prezzo delle relazioni e la sua contestuale occultazione: corteggiamento o vincolo: "Solo da me: se io vorrò, come io vorrò". Il Bene che verrà (Società femminista): elemosina (dipendenza), castità o carcere (Svezia 1999). Masturbazione maschile: un inammissibile surrogato.

Il fondamento della disparità: F/ essere. M/ fare. Il prezzo del sesso come manifestazione della necessità maschile di fare. La lotta contro la prostituzione come lotta inconscia contro l'irrisorietà del prezzo e la sua visibilità.

Il corteggiamento come incremento del prezzo e contestuale dissimulazione dello scambio.

Una falsità necessaria: la negazione della dipendenza sessuale maschile come condizione del suo incremento.

Dipendenza sessuale maschile: una fondamentale verità della FdM.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 09, 2017, 02:16:41 am
.... E la religione non c'entra nulla perchè ad essere contro la pornografia non ci sono solo religiosi, anzi . Lo trovano squallido pure moltissimi agnostici e atei, oltre che rimbambente . Metterci sempre in mezzo la religione sta diventando un ritornello noioso. Qui ci vedo un tentativo di voler avere ragione per forza.
...

Bla, bla, bla, bla, bla....Fonti, dati, links, quello che manca a tutti i tuoi monologhi.


Non si tratta solo del porno, l'argomento si inserisce in un discorso più ampio che riguarda le ore che passano gli uomini davanti alla televisione, o al cellulare, talora senza praticare nessuno sport. Lo stile di vita a conseguenze importanti sulla personalità e sulla conseguente capacità di migliorare la condizione maschile.

Ecco, già detta così il discorso cambia, diventa più ragionevole e con spunti di riflessione condivisibili.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 09, 2017, 03:11:13 am
https://www.disinformazione.it/pornografia.htm

http://www.lintellettualedissidente.it/societa/pornografia-il-male-taciuto-del-terzo-millennio/

https://comedonchisciotte.org/forum-cdc/#/discussion/comment/116825 (questo ci ha fatto proprio degli esperimenti)

http://www.scienzenotizie.it/2016/04/20/pornografia-la-dipendenza-puo-portare-a-importanti-danni-cerebrali-5615630


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 09, 2017, 03:15:33 am
Ecco già così va meglio. Ma mi paiono tutti siti iper-complottisti e privi a loro volta di fonti attendibili (il primo è scritto da Daniele di Luciano, cattolico praticante). Perlopiù il terzo link non porta a nulla.

Per quanto riguarda il sesso al telefono, come riportato nel quarto link, non vedo il nesso con la visione di video porno. Semmai si potrebbe fare un accostamento con quei soggetti che sperperano soldi nel gioco d'azzardo. Ma si tratta, come detto tante volte, di soggetti predisposti alle dipendenze e facenti parte di una piccola minoranza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 09:17:41 am
Il secondo è del Circolo Proudhon, che meno cattolico non si può. En passant, Proudhon è quello che disse: dobbiamo abolire la famiglia, perché costa troppo. Obiettivo centrato.

Se posso citare un paio di siti cattolici, questi forniscono statistiche dettagliate e relative fonti sulla pornografia:
http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/statistiche_informazioni_porno_usa.htm
http://www.diobuono.it/relazioni/fatti-spaventosi-sulla-pornografia/

Altre fonti:
http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2013/01/31/news/una-droga-virtuale-e-allarme-porno-web-1.6447580
http://blog.tagliaerbe.com/2007/05/internet-porno-e-statistiche.html
http://usatoday30.usatoday.com/tech/products/services/2005-12-12-pornography-cellphones_x.htm
http://www.lettera43.it/it/articoli/scienza-e-tech/2014/07/12/dipendenza-da-internet-in-crescita-tra-gli-adolescenti-italiani/121543/
http://www.psicolinea.it/relazionale-sessualita-virtuale/
https://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Dipendenza_dalla_pornografia
"Però se andate a visitare gli ultimi link che ho inserito, vedrete come si tratta di un disordine diffusissimo, ed anche sistematicamente trattato a livello terapeutico"

Uno studio di Samuel Perry, sociologo dell’Università dell’Oklahoma, dimostra che la pornografia raddoppia le probabilità che una coppia divorzi nel giro di due anni. Soprattutto tra i più giovani.
“Till Porn Do Us Part? Longitudinal Effects of Pornography Use on Divorce” – è stato presentato al meeting annuale dell’American Sociological Association di Seattle.
Questo studio (durato 4 anni) fornisce ulteriori prove che la pornografia è una minaccia alla salute pubblica, non solo a causa dei suoi effetti negativi sugli atteggiamenti e i comportamenti degli individui che ne fruiscono, ma anche a causa dei danni che provoca al matrimonio e ai rapporti familiari.
Il saggio di Antonio Morra, Pornotossina, spiega in modo efficace ed esauriente quali sono gli effetti della pornografia e come liberarsene.
Vengono smentiti, da questi dati, coloro che consigliano il porno alle coppie in crisi, per “risvegliare” interesse nei rapporti sessuali.  All’eccitazione momentanea, infatti, che a breve può anche provocare un effimero piacere, e far ritrovare una sopita complicità, subentra l’insoddisfazione, rispetto al partner che mai potrà oggettivamente competere con i modelli di comportamento e con i “canoni estetici” che appaiono nelle immagini porno.
La pornografia è come la droga: dà assuefazione e dipendenza, non basta mai.
I ricercatori tengono a precisare che il loro lavoro non è stato dettato da motivazioni morali o politiche o religiose, ma semplicemente da desiderio di dare una risposta scientifica a chi usa la pornografia pensando che sia divertente e innocua.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 09:47:40 am
Vicus, è possibile che proprio noi che vediamo ogni giorno statistiche e studi " pro domo sua " ci affidiamo ciecamente a studi senza sapere  con quali modalità tali studi sono stati realizzati e senza conoscerne i limiti intrinseci  ?
Dipendenza da internet : dalle auto, dalla TV, dai soldi, ecc , no ?
Rimane il fatto che per alcuni la pornografia è un problema, per altri no.
Tra l'altro, per rimanere in ambito q.m. , quanti uomini sarebbero davvero a favore di una abolizione della pornografia ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 10:06:35 am
Per questo ho citato fonti a valanghe, riguardanti studi indipendenti di ogni tipo. Ancora non c'è il certificato QM sugli studi scientifici, sarà forse disponibile in futuro!

Qui si parla di dipendenza da pornografia specialmente online (come dice Kaspar, quella pre-Internet era un'altra cosa).
Non ho mai detto che la pornografia sia un problema per tutti, né che andrebbe abolita (cosa oggettivamente impossibile). Come altre volte, mi si mettono in bocca parole che non ho detto.

Scopo di questo 3D è informare gli uomini sui rischi della dipendenza da pornografia, e anche qui non pochi utenti hanno affermato di essere dipendenti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 09, 2017, 10:23:25 am
Il secondo è del Circolo Proudhon, che meno cattolico non si può. En passant, Proudhon è quello che disse: dobbiamo abolire la famiglia, perché costa troppo. Obiettivo centrato.

Se posso citare un paio di siti cattolici, questi forniscono statistiche dettagliate e relative fonti sulla pornografia:
http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/pornografia/pagine_articoli/statistiche_informazioni_porno_usa.htm
http://www.diobuono.it/relazioni/fatti-spaventosi-sulla-pornografia/

Altre fonti:
http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2013/01/31/news/una-droga-virtuale-e-allarme-porno-web-1.6447580
http://blog.tagliaerbe.com/2007/05/internet-porno-e-statistiche.html
http://usatoday30.usatoday.com/tech/products/services/2005-12-12-pornography-cellphones_x.htm
http://www.lettera43.it/it/articoli/scienza-e-tech/2014/07/12/dipendenza-da-internet-in-crescita-tra-gli-adolescenti-italiani/121543/
http://www.psicolinea.it/relazionale-sessualita-virtuale/
https://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Dipendenza_dalla_pornografia
"Però se andate a visitare gli ultimi link che ho inserito, vedrete come si tratta di un disordine diffusissimo, ed anche sistematicamente trattato a livello terapeutico"

Uno studio di Samuel Perry, sociologo dell’Università dell’Oklahoma, dimostra che la pornografia raddoppia le probabilità che una coppia divorzi nel giro di due anni. Soprattutto tra i più giovani.
“Till Porn Do Us Part? Longitudinal Effects of Pornography Use on Divorce” – è stato presentato al meeting annuale dell’American Sociological Association di Seattle.
Questo studio (durato 4 anni) fornisce ulteriori prove che la pornografia è una minaccia alla salute pubblica, non solo a causa dei suoi effetti negativi sugli atteggiamenti e i comportamenti degli individui che ne fruiscono, ma anche a causa dei danni che provoca al matrimonio e ai rapporti familiari.
Il saggio di Antonio Morra, Pornotossina, spiega in modo efficace ed esauriente quali sono gli effetti della pornografia e come liberarsene.
Vengono smentiti, da questi dati, coloro che consigliano il porno alle coppie in crisi, per “risvegliare” interesse nei rapporti sessuali.  All’eccitazione momentanea, infatti, che a breve può anche provocare un effimero piacere, e far ritrovare una sopita complicità, subentra l’insoddisfazione, rispetto al partner che mai potrà oggettivamente competere con i modelli di comportamento e con i “canoni estetici” che appaiono nelle immagini porno.
La pornografia è come la droga: dà assuefazione e dipendenza, non basta mai.
I ricercatori tengono a precisare che il loro lavoro non è stato dettato da motivazioni morali o politiche o religiose, ma semplicemente da desiderio di dare una risposta scientifica a chi usa la pornografia pensando che sia divertente e innocua.

Grazie Vicus, non avevo tempo ieri notte perchè ero distrutto dopo una brutta giornata di lavoro,quindi non ho trovato tutto quello che avrei potuto trovare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 09, 2017, 11:21:51 am
Una parola sul concetto di abolizione della pornografia*.
Credo che la pornografia sia una parte del cervello maschile (di quello femminile non so: credo di si...ma non mi pronuncio)
La fantasia “porno” sulla vicina di casa, sulla mitica commessa COIN (che non esiste più) la professoressa di Francese (io quella di disegno)...ecc, ci hanno accompagnato nella nostra crescita erotica. E ancora, di tanto in tanto, ci accompagnano.... :rolleyes:
E' un meccanismo implicito nell'essere maschile. Inalienabile.
E fatemelo dire: SANO
E' fondamentalmente fantasia. Solo l'ottusaggine femminista può immaginare che alteri il comportamento sessuale di un uomo.
Se la altera è perché ha un altro set di problemi suoi.
Io quando frequentavo il Liceo Artistico, i disegni pornografici mi divertivo ogni tanto a farmeli da solo.
C'è chi si scrive racconti erotico pornografici a proprio uso e consumo. Chi fa i collage fotografici (giuro). C'è un po' di tutto.
Torno a ripetere: la pornografia è una dimensione che va dominata. Non espulsa. O repressa.
E' come la violenza.
Quando serve la utilizzo. Non mi faccio utilizzare. Ne devo conoscere i pericoli e i limiti (adolescenza e porno online...questo si, è un problema)


Sono portato a pensare (ma forse qui esagero) che chi non risponde agli stimoli di un'immagine pornografica abbia qualche problema.




* naturalmente so bene che qui nessuno propone o ha mai parlato di abolizione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Agosto 09, 2017, 11:31:35 am
Concordo con Bluerosso, ultimo periodo escluso.
Aggiungo che la sessualità maschile è più voyeur, quella femminile è più esibizionista. E guarda caso è visto come malato solo il voyeurismo. Nessuno che dica che l'esibizionismo sia dannoso, sia da limitare, renda le donne cretine. Figuratevi... Libertari a spada tratta a difesa delle libertà femminili; segaioli e mezzi uomini, da curare e rieducare, invece, quelli che sono nell'altra faccia della medaglia: gli uomini.

Perché in fondo in fondo la nostra religione è quella che ha per divinità il corpo femminile e quindi gli espedienti per pagarlo di meno sono i peccati moderni.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: freethinker - Agosto 09, 2017, 12:41:46 pm
Concordo con Bluerosso, ultimo periodo escluso.
Aggiungo che la sessualità maschile è più voyeur, quella femminile è più esibizionista. E guarda caso è visto come malato solo il voyeurismo. Nessuno che dica che l'esibizionismo sia dannoso, sia da limitare, renda le donne cretine. Figuratevi... Libertari a spada tratta a difesa delle libertà femminili; segaioli e mezzi uomini, da curare e rieducare, invece, quelli che sono nell'altra faccia della medaglia: gli uomini.

Perché in fondo in fondo la nostra religione è quella che ha per divinità il corpo femminile e quindi gli espedienti per pagarlo di meno sono i peccati moderni.

War, hai centrato perfettamente il problema: due pesi e due misure.
Faccio un esempio: consultando il DSM5, mi sono imbattuto nel capitolo parafilie.
Una fra tutte mi ha colpito, forse perchè è più semplice da capire rispetto alle altre: il feticismo dei piedi femminili.
Ora questi "adoratori dei piedi femminili" sarebbero delle persone immature, che concentrano la loro libido (o quel che è) su un "sottoinsieme" della donna, costituito appunto dai piedi; in parole semplici, essi, che si beano a guardare i piedi femminili, sono i pervertiti.

Tuttavia, basta camminare per una qualsiasi via, per accorgersi che le donne in generale vanno in giro con ogni genere di cazature, che sembrano fatte apposta per permettere loro di esibire i piedi, non so se lo avete notato: l'ultima cosa a cui servono è a camminare.
Quindi: i pervertiti sono da rieducare, quelle che li stimolano, invece no. :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 13:21:11 pm
Sono portato a pensare (ma forse qui esagero) che chi non risponde agli stimoli di un'immagine pornografica abbia qualche problema.
* naturalmente so bene che qui nessuno propone o ha mai parlato di abolizione
Chi ha un problema spesso pensa che lo abbiano i sani. Kinsey si servì di criminali sessuali spacciandoli per la norma, onde dimostrare che l'americano medio era represso.

Mi piacciono le belle donne, ma la pornografia non mi attira e non ho alcun bisogno di dominare presunti 'istinti pornografici'.

Disegnare donne nude non è pornografia. In questo 3D si confonde spesso quest'ultima col nudo, mentre il topic riguarda soprattutto il porno online.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: bluerosso - Agosto 09, 2017, 14:54:23 pm
Chi ha un problema spesso pensa che lo abbiano i sani. Kinsey si servì di criminali sessuali spacciandoli per la norma, onde dimostrare che l'americano medio era represso.

Mi piacciono le belle donne, ma la pornografia non mi attira e non ho alcun bisogno di dominare presunti 'istinti pornografici'.

Disegnare donne nude non è pornografia. In questo 3D si confonde spesso quest'ultima col nudo, mentre il topic riguarda soprattutto il porno online.




Vicus, "istinti pornografici" è un colpo basso... :D

Io parlavo di meccanismi neuronali, che sono stati spiegati e dimostrati anche sul terreno della scienza. Seppure questi meccanismi fossero da sempre conosciuti proprio perché osservabili empiricamente.
La pornografia agisce attraverso un meccanismo automatico. Involontario.

Visto che sei il secondo che lo cita, l'ultimo periodo del mio post precedente ha bisogno di qualche ulteriore spiegazione.
In primo luogo, avevo preposto che poteva trattarsi di una esagerazione. Ma il contrario di esagerato non è “falso”.
In secondo luogo, il “problema” a cui alludevo non sottintendeva “anormalità” se non in senso numerico (la norma intesa come casistica).

Detto questo però non può essere vero il contrario: che chi risponde allo stimolo* di un'immagine pornografica, abbia lui un problema. E' un subumano: un essere rimasto allo stato bestiale (cosa che immagino tu non pensi).

Inoltre non provare nulla e rimanere controllato non sono esattamente la stessa cosa.
Se mi mostrano un'immagine pornografica in mezzo a piazza del Duomo a Milano credo che lungi dall'eccitarmi m'infastidirebbe.
Se la stessa immagine mi viene fatta osservare nel chiuso del mio ambiente domestico, il discorso cambierebbe.

Sulla questione dell' OT avevo titolato che mi limitavo al tema della proibizione della pornografia. Più che metterlo in premessa non saprei che fare!
Improbabile proprio per i motivi che ho messo a giorno e che si riassumono in: noi non solo fruiamo di pornografia, ma in una certa misura la produciamo, anche solo attraverso i pensieri, o come accade durante la fase onirica.

Sulla pericolosità “latente” della pornografia, in relazione al suo abuso, credo che, avendola da parte mia più volte già affermata, non fosse e non sia più il caso di ribadirlo.



* stimolo significa eccitamento, non necessariamente erezione. Ma anche disgusto è una reazione...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 16:00:22 pm
Qui bisognerebbe dire quel che dovrebbe essere ovvio, ossia tra la sessualità vissuta con tutto il corpo, a contatto con una donna, e quella intesa come semplice manipolazione di parti anatomiche, svolta da altre persone dietro uno schermo con atti simulati e spesso parafilici. Ma ci rinuncio, perché per molti oggi questi ultimi sono la norma, la "natura", al punto che i loro pensieri sono lo specchio di film pornografici.

Sull'impraticabilità della proibizione della pornografia sul web ho già detto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 09, 2017, 16:19:57 pm
Una parola sul concetto di abolizione della pornografia*.
Credo che la pornografia sia una parte del cervello maschile (di quello femminile non so: credo di si...ma non mi pronuncio)
La fantasia “porno” sulla vicina di casa, sulla mitica commessa COIN (che non esiste più) la professoressa di Francese (io quella di disegno)...ecc, ci hanno accompagnato nella nostra crescita erotica. E ancora, di tanto in tanto, ci accompagnano.... :rolleyes:
E' un meccanismo implicito nell'essere maschile. Inalienabile.
E fatemelo dire: SANO
E' fondamentalmente fantasia. Solo l'ottusaggine femminista può immaginare che alteri il comportamento sessuale di un uomo.
Se la altera è perché ha un altro set di problemi suoi.
Io quando frequentavo il Liceo Artistico, i disegni pornografici mi divertivo ogni tanto a farmeli da solo.
C'è chi si scrive racconti erotico pornografici a proprio uso e consumo. Chi fa i collage fotografici (giuro). C'è un po' di tutto.
Torno a ripetere: la pornografia è una dimensione che va dominata. Non espulsa. O repressa.
E' come la violenza.
Quando serve la utilizzo. Non mi faccio utilizzare. Ne devo conoscere i pericoli e i limiti (adolescenza e porno online...questo si, è un problema)


Sono portato a pensare (ma forse qui esagero) che chi non risponde agli stimoli di un'immagine pornografica abbia qualche problema.


* naturalmente so bene che qui nessuno propone o ha mai parlato di abolizione

 :drinks:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 09, 2017, 16:21:00 pm
Qui bisognerebbe dire quel che dovrebbe essere ovvio, ossia tra la sessualità vissuta con tutto il corpo, a contatto con una donna, e quella intesa come semplice manipolazione di parti anatomiche, svolta da altre persone dietro uno schermo con atti simulati e spesso parafilici. Ma ci rinuncio, perché per molti oggi questi ultimi sono la norma, la "natura", al punto che i loro pensieri sono lo specchio di film pornografici.

Sull'impraticabilità della proibizione della pornografia sul web ho già detto.


Nessuno ha mai detto che per un uomo il porno ed una relazione con una donna siano la stessa cosa. Sono due cose molto diverse. Questi mi paiono i soliti luoghi comuni femministi che rappresentano l'uomo come un essere privo di sentimenti a cui interessa solo svuotare la prostata.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 16:29:13 pm

Nessuno ha mai detto che per un uomo il porno ed una relazione con una donna siano la stessa cosa. Sono due cose molto diverse. Questi mi paiono i soliti luoghi comuni femministi che rappresentano l'uomo come un essere privo di sentimenti a cui interessa solo svuotare la prostata.
Nulla del genere, è solo l'uomo rimbambito davanti al porno che non ha le palle per avvicinare una donna.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 09, 2017, 16:31:21 pm
Nulla del genere, è solo l'uomo rimbambito davanti al porno che non ha le palle per avvicinare una donna.

Vabbè Vicus.....
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 09, 2017, 16:37:03 pm
Nulla del genere, è solo l'uomo rimbambito davanti al porno che non ha le palle per avvicinare una donna.

Vicus, personalmente ho conosciuto uomini (all' epoca ragazzi) che ogni tanto guardavano dei film porno (i famosi VHS)  e non riuscivano ad avvicinare una ragazza non perché "rimbambiti" dal porno, ma semplicemente perché erano timidi, si sentivano brutti, etc.
Poi, che tra uomini non si parli di queste cose non è certamente una novità, come non è una novità che anche in forum dedicati alla QM questi siano considerati da alcuni "discorsi strani" e possibilmente da evitare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 09, 2017, 16:43:37 pm
Una parola sul concetto di abolizione della pornografia*.
Credo che la pornografia sia una parte del cervello maschile (di quello femminile non so: credo di si...ma non mi pronuncio)
La fantasia “porno” sulla vicina di casa, sulla mitica commessa COIN (che non esiste più) la professoressa di Francese (io quella di disegno)...ecc, ci hanno accompagnato nella nostra crescita erotica. E ancora, di tanto in tanto, ci accompagnano.... :rolleyes:
E' un meccanismo implicito nell'essere maschile. Inalienabile.
E fatemelo dire: SANO
E' fondamentalmente fantasia. Solo l'ottusaggine femminista può immaginare che alteri il comportamento sessuale di un uomo.
Se la altera è perché ha un altro set di problemi suoi.
Io quando frequentavo il Liceo Artistico, i disegni pornografici mi divertivo ogni tanto a farmeli da solo.
C'è chi si scrive racconti erotico pornografici a proprio uso e consumo. Chi fa i collage fotografici (giuro). C'è un po' di tutto.
Torno a ripetere: la pornografia è una dimensione che va dominata. Non espulsa. O repressa.
E' come la violenza.
Quando serve la utilizzo. Non mi faccio utilizzare. Ne devo conoscere i pericoli e i limiti (adolescenza e porno online...questo si, è un problema)


Sono portato a pensare (ma forse qui esagero) che chi non risponde agli stimoli di un'immagine pornografica abbia qualche problema.


E' così.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Angelo - Agosto 09, 2017, 19:51:11 pm
Sarò rustico e troppo superficiale, però il porno va bene finchè non diventa ossessione. Quindi tutti questi sofismi mi sembrano un po' eccessivi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 19:55:49 pm
War, hai centrato perfettamente il problema: due pesi e due misure.
Faccio un esempio: consultando il DSM5, mi sono imbattuto nel capitolo parafilie.
Una fra tutte mi ha colpito, forse perchè è più semplice da capire rispetto alle altre: il feticismo dei piedi femminili.
Ora questi "adoratori dei piedi femminili" sarebbero delle persone immature, che concentrano la loro libido (o quel che è) su un "sottoinsieme" della donna, costituito appunto dai piedi; in parole semplici, essi, che si beano a guardare i piedi femminili, sono i pervertiti.

Tuttavia, basta camminare per una qualsiasi via, per accorgersi che le donne in generale vanno in giro con ogni genere di cazature, che sembrano fatte apposta per permettere loro di esibire i piedi, non so se lo avete notato: l'ultima cosa a cui servono è a camminare.
Quindi: i pervertiti sono da rieducare, quelle che li stimolano, invece no. :lol:

giustissima osservazione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 19:58:00 pm
Una parola sul concetto di abolizione della pornografia*.
Credo che la pornografia sia una parte del cervello maschile (di quello femminile non so: credo di si...ma non mi pronuncio)
La fantasia “porno” sulla vicina di casa, sulla mitica commessa COIN (che non esiste più) la professoressa di Francese (io quella di disegno)...ecc, ci hanno accompagnato nella nostra crescita erotica. E ancora, di tanto in tanto, ci accompagnano.... :rolleyes:
E' un meccanismo implicito nell'essere maschile. Inalienabile.
E fatemelo dire: SANO
E' fondamentalmente fantasia. Solo l'ottusaggine femminista può immaginare che alteri il comportamento sessuale di un uomo.
Se la altera è perché ha un altro set di problemi suoi.
Io quando frequentavo il Liceo Artistico, i disegni pornografici mi divertivo ogni tanto a farmeli da solo.
C'è chi si scrive racconti erotico pornografici a proprio uso e consumo. Chi fa i collage fotografici (giuro). C'è un po' di tutto.
Torno a ripetere: la pornografia è una dimensione che va dominata. Non espulsa. O repressa.
E' come la violenza.
Quando serve la utilizzo. Non mi faccio utilizzare. Ne devo conoscere i pericoli e i limiti (adolescenza e porno online...questo si, è un problema)


Sono portato a pensare (ma forse qui esagero) che chi non risponde agli stimoli di un'immagine pornografica abbia qualche problema.




* naturalmente so bene che qui nessuno propone o ha mai parlato di abolizione

sonio d'accordo
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 19:59:39 pm
Nulla del genere, è solo l'uomo rimbambito davanti al porno che non ha le palle per avvicinare una donna.

gli uomini incapaci di avvicinare una donna ci sono sempre stati e la pornografia c' entra abbastanza poco
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 20:00:28 pm
Sarò rustico e troppo superficiale, però il porno va bene finchè non diventa ossessione. Quindi tutti questi sofismi mi sembrano un po' eccessivi.

quoto, stiamo facendo una tempesta in un bicchier d'acqua
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 20:22:24 pm
Di che vi lamentate, 35 pagine e quasi 17000 visite :cool2:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 09, 2017, 20:25:10 pm
Di che vi lamentate, 35 pagine e quasi 17000 visite :cool2:

non certo di questo, ben vengano queste " tempeste " :cool:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 09, 2017, 21:41:54 pm
Di certo la pornografia NON aiuta gli uomini timidi . Anzi . Crea semplicemente false aspettative .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Agosto 09, 2017, 22:18:14 pm
Qui qualcuno confonde pornografia ed erotismo...
Sono pornografia i siti di racconti erotici di qualunque tipo, le chat dove ci si scambia fantasie o altro legato alla sessualità dei partecipanti, i disegni amatoriali colorati col Paint? Qui mi ricollego al discorso di Bluerosso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 09, 2017, 22:49:46 pm
Disclaimer: gli studi citati (e il topic) riguardano essenzialmente la pornografia online. Sono quindi esclusi:
- Gli affreschi pompeiani e le statue di Canova
- I film con la Fenech
- Gli hentai (manga erotici)
- I disegni fatti al liceo artistico per passare il tempo
 :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 10, 2017, 00:09:29 am
Disclaimer: gli studi citati (e il topic) riguardano essenzialmente la pornografia online. Sono quindi esclusi:
- Gli affreschi pompeiani e le statue di Canova
- I film con la Fenech
- Gli hentai (manga erotici)
- I disegni fatti al liceo artistico per passare il tempo
 :lol:

Anche perchè logicamente non si possono paragonare con la cinematografia porno , sia online che non .
Un pò come dire che un disegno fatto con paint bene è la stessa cosa di una foto con la reflex .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 10, 2017, 01:05:45 am
Disclaimer: gli studi citati (e il topic) riguardano essenzialmente la pornografia online. Sono quindi esclusi:
- Gli affreschi pompeiani e le statue di Canova
- I film con la Fenech
- Gli hentai (manga erotici)
- I disegni fatti al liceo artistico per passare il tempo
 :lol:

Hentai è porno allo stato puro (di erotismo c'è pochissimo e quasi nulla), seppur siano anime e manga disegnati. Praticamente quello che non piace è deleterio e crea dipendenza, quello che piace è ok.  :D :D  :D
Per quanto riguarda i film con la Fenech, non credo proprio che la dottrina cattolica approvi (in particolare l'ala femminista).  :cool: Per cui occhio che commettete peccato.  :cool: :P
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 10, 2017, 01:59:08 am
Hentai è porno allo stato puro (di erotismo c'è pochissimo e quasi nulla), seppur siano anime e manga disegnati. Praticamente quello che non piace è deleterio e crea dipendenza, quello che piace è ok.  :D :D  :D
Per quanto riguarda i film con la Fenech, non credo proprio che la dottrina cattolica approvi (in particolare l'ala femminista).  :cool: Per cui occhio che commettete peccato.  :cool: :P
Questo non è il catechismo, sto parlando del soggetto di questo topic: gli effetti della la pornografia online.
I manga e la Fenech di certo non producono la stessa dipendenza. Secondo alcuni dizionari (come anche il catechismo già che ci siamo), le immagini di nudo in sé non sono pornografia. Le questioni morali esulano dall'argomento del topic.

C'è un forte pregiudizio nei tuoi ragionamenti, per cui se un utente cattolico apre bocca devi contraddirlo e sfotterlo a prescindere, se non la pensa come te è bigotto altrimenti è un ipocrita. Così non si può proprio andare avanti, proseguiamo in wiki.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 10, 2017, 02:32:55 am
....
C'è un forte pregiudizio nei tuoi ragionamenti, per cui se un utente cattolico apre bocca devi contraddirlo e sfotterlo a prescindere, se non la pensa come te è bigotto altrimenti è un ipocrita. ....

Vicus non è questione di pregiudizio, ma di contraddizioni palesi: se, ad esempio, si afferma che il porno fa male agli uomini e crea dipendenza, poi non si può dire l'esatto opposto e cioè che gli hentai vanno bene, in quanto non sono altro che pornografia disegnata:
https://it.wikipedia.org/wiki/Hentai

In Giappone il fenomeno degli hentai è assai più diffuso che da noi (e non solo quello). A questo punto, secondo il vostro ragionamento, gli uomini giapponesi sono tutti (o quasi) da mettere in clinica. Che differenza ci sarebbe, allora, tra porno filmato e porno disegnato???
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 10, 2017, 02:48:19 am
Ma chi ha detto che gli hentai "vanno bene"??
Gli studi in oggetto parlano di filmati pornografici disponibile abbondentemente online (senza andare ogni volta in un negozio e spendere soldi) per lo più con atti espliciti. Ad oggi nessuna ricerca, a mia conoscenza, ha dimostrato che gli hentai creino dipendenza, né che la pornografia vecchio stile (cine e riviste) fosse altrettanto dannosa e diffusa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 10, 2017, 09:07:30 am
Di certo la pornografia NON aiuta gli uomini timidi . Anzi . Crea semplicemente false aspettative .

per alcuni è uno sfogo. del resto, cosa li aiuterebbe , se non superare la timidezza ?
Perchè generalizzare alcune situazioni di disagio per allargarle alla totalità degli uomini ?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 10, 2017, 09:15:31 am
per alcuni è uno sfogo. del resto, cosa li aiuterebbe , se non superare la timidezza ?
Perchè generalizzare alcune situazioni di disagio per allargarle alla totalità degli uomini ?

La pornografia uno sfogo ? Da quando ? Semmai la lucciola è uno sfogo  (e ribadisco il semmai ) .
Sfortunatamente non sono solo "alcune" situazioni di disagio .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Agosto 10, 2017, 09:36:00 am
La lucciola è un porno interattivo.
Le vie dell'eccitazione sono diverse e neanche tutte riconducibili al sesso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Agosto 10, 2017, 10:55:28 am
Le vie dell'eccitazione sono diverse e neanche tutte riconducibili al sesso.

Esatto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 10, 2017, 14:54:00 pm
per alcuni è uno sfogo. del resto, cosa li aiuterebbe , se non superare la timidezza ?
Perchè generalizzare alcune situazioni di disagio per allargarle alla totalità degli uomini ?

Questo topic ha assunto la stessa valenza di un discorso demenziale con una parete di mattoni.  :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 10, 2017, 15:27:38 pm
Questo topic ha assunto la stessa valenza di un discorso demenziale con una parete di mattoni.  :D

temo di si  :cry:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 10, 2017, 15:29:12 pm
La pornografia uno sfogo ? Da quando ? Semmai la lucciola è uno sfogo  (e ribadisco il semmai ) .
Sfortunatamente non sono solo "alcune" situazioni di disagio .

sia la lucciola, sia la pornografia sono spesso ( non sempre ) un surrogato di una relazione sessuale.
Invece di ragionare in termini assoluti,  ragiona in termini relativi e capirai il perchè della mia affermazione
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Agosto 10, 2017, 15:32:29 pm
sia la lucciola, sia la pornografia sono spesso ( non sempre ) un surrogato di una relazione sessuale.
Invece di ragionare in termini assoluti,  ragiona in termini relativi e capirai il perchè della mia affermazione

Con la "piccola" differenza che , seppur squallido, almeno con una prostituta hai un rapporto , diciamo vero , anche se non lo è .
Invece con la pornografia assolutamente no .

Uno è un surrogato di una relazione sessuale, l'altro un falso surrogato .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 10, 2017, 16:21:54 pm
Questo topic ha assunto la stessa valenza di un discorso demenziale con una parete di mattoni.  :D
Concordo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 10, 2017, 23:19:10 pm
Con la "piccola" differenza che , seppur squallido, almeno con una prostituta hai un rapporto , diciamo vero , anche se non lo è .
Invece con la pornografia assolutamente no .

Uno è un surrogato di una relazione sessuale, l'altro un falso surrogato .

sono opinioni e come tali  soggettive.
Come si fa a dire che la prostituzione è più appagante della pornografia?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 11, 2017, 00:05:36 am
Con la "piccola" differenza che , seppur squallido, almeno con una prostituta hai un rapporto , diciamo vero , anche se non lo è .
Invece con la pornografia assolutamente no .

Uno è un surrogato di una relazione sessuale, l'altro un falso surrogato .

Jason, premesso che tu sei libero di pensarla come vuoi, vorrei rivolgerti una domanda.
Considerando che non sei mai stato con una prostituta (suppongo), né hai mai guardato dei film porno (suppongo), come fai ad essere così categorico nei confronti di certe questioni?
D'accordo, esistono degli studi al riguardo, ma è altrettanto vero che ci sono esperienze che vanno pure vissute, altrimenti è difficile capire fino in fondo di cosa si parla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 11, 2017, 00:08:25 am
sono opinioni e come tali  soggettive.
Come si fa a dire che la prostituzione è più appagante della pornografia?

Infatti nella gran parte dei casi andare con una prostituta può essere, ed è, più frustrante che guardare un film porno.
Come hai giustamente sottolineato, si tratta di una questione molto soggettiva.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 11, 2017, 01:44:26 am
Infatti nella gran parte dei casi andare con una prostituta può essere, ed è, più frustrante che guardare un film porno.
....

Oltre che potenzialmente rischioso per la propria salute (problema che, ovviamente, non esiste guardando un porno).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ilmarmocchio - Agosto 11, 2017, 18:32:10 pm
Oltre che potenzialmente rischioso per la propria salute (problema che, ovviamente, non esiste guardando un porno).

già, per non parlare di multe e fastidi vari. Tra l'altro, la qualità della prostituzione in Italia è scesa assai, visto il poco propizio andamento dell' economia
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Agosto 11, 2017, 23:53:23 pm
(https://i.ebayimg.com/thumbs/images/g/zXEAAMXQEbdRneYf/s-l225.jpg)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Agosto 11, 2017, 23:58:04 pm
Oltre che potenzialmente rischioso per la propria salute (problema che, ovviamente, non esiste guardando un porno).

Diciamo che il rischio esiste anche con una tipa casualmente conosciuta in disco, tanto per fare un esempio.
Anzi, in quel caso il rischio può essere anche più alto, perché perlomeno la prostituta usa sempre il preservativo nei rapporti penetrativi (tossiche o cerebrolese a parte), la tipa conosciuta in disco soventemente no.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Agosto 12, 2017, 01:19:16 am
Diciamo che il rischio esiste anche con una tipa casualmente conosciuta in disco, tanto per fare un esempio.
......

Sicuramente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 19, 2018, 00:55:12 am
Cito solo questa frase  :doh:

Citazione
Come il porno influenza la sessualità degli adolescenti
...
«A differenza del cibo biologico, non ci sono delle regole per il porno etico o femminista. Possono usare i preservativi, ma comunque trasmettere lo stesso dinamiche di aggressione e violenza di genere». Senza contare che il porno mainstream è enormemente più facile da reperire del “buon porno”, e soprattutto è gratis.

http://www.ilpost.it/2018/02/18/influenza-porno-sessualita-adolescenti/
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 19, 2018, 02:03:32 am
Certo però che come ribellione al femminismo il porno è ben misero.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 19, 2018, 02:56:11 am
Sarà misero ma il femminismo è castrante per definizione: mira alla castrazione maschile.
E se vuoi rieducare in massa gli adolescenti maschi... da dove partiresti?
Il porno ha un certo marcato, miliardario, se il femminismo se ne occupa fidati c'è un perché.
O no?

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 19, 2018, 03:43:53 am
E se vuoi rieducare in massa gli adolescenti maschi... da dove partiresti?
Dalla riapertura dei casini, altro che pornazzi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 19, 2018, 03:50:36 am
Sarà misero ma il femminismo è castrante per definizione: mira alla castrazione maschile.
E se vuoi rieducare in massa gli adolescenti maschi... da dove partiresti?
Dal rinforzare il carattere. Cosa che il porno di certo non fa.
Citazione
Il porno ha un certo marcato, miliardario, se il femminismo se ne occupa fidati c'è un perché.
O no?
Un pornodipendente non dà nessun fastidio al femminismo, la cui opposizione al porno, come all'Islam "patriarcale" e all'utero in affitto è solo sporadica e nominale. Anzi, se c'è una cosa che ha spinto gli adolescenti al porno, questa è proprio il femminismo che ha reso le donne infrequentabili.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Febbraio 19, 2018, 08:47:39 am
Citazione
Anzi, se c'è una cosa che ha spinto gli adolescenti al porno, questa è proprio il femminismo che ha reso le donne infrequentabili.

In pratica ti sei risposto da solo. Sicuramente chi ha scritto l'articolo pensava in realtà a quello.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 19, 2018, 15:21:44 pm
Sarà... io invece ci leggo (con una certa evidenza, a dire il vero) l'ennesima condanna della sessualità maschile e dei suoi modi di manifestarsi, espliciti e "violenti", essendo per quelle la penetrazione di per sé violenta, ogni coito è uno stupro infatti, e che dalle pitture di Pompei al porno online è da riscrivere in chiave femminista. Penso che l'osceno sia assai precedente alla ideologia femminista. E penso anche che la masturbazione sia il primo contatto che i cuccioli umani (come gli altri animali del resto) hanno con il proprio sesso. Non penso sostituisca l'atto della copula. Non penso neanche renda... ciechi. Non penso che il femminismo ci voglia "segaioli", ma castrati. A partire dalle immagini che raccontano la nostra dimensione maschile, dalle riviste anni 50, Playboy, le conigliette, etc. In verità è un attacco, quello femminista al porno, unito a un certo cattolicesimo, molto antico e costante. Il nuovo corso del porno femminista (quello "etico") vorrebbe rieducarci a una penetrazione che non spaventi le donne, cioè moscia, perché quella naturale è maschilista. Meccanicamente è impossibile, ma ci provano.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Febbraio 19, 2018, 17:24:38 pm
Ho letto l'articolo, riporta una ricerca del NYT che sostiene cose che al contempo si contraddicono e confermano da sole (una ricerca fatta da femministe insomma ;) ). Cosa apparentemente giuste e cagate colossali. Il capolavoro è il discetare nella stessa frase della diminuzione dei reati sessuali che coinvolgono i teenager e però anche della violenza che influenza gli stessi ragazzi che guardano i porno, ragazzi che però si fanno la prima scopata più tardi di quelli della generazione dei loro padri, ma anche che poi... Capite che l'articolo è un'emerita stronzata. Che in pratica dice senza dirlo quello che Vicus ha scritto sopra. Cosa che secondo me anche l'estensore dell'articolo originale in cuor suo sa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 19, 2018, 17:56:24 pm
Citazione
Cosa che secondo me anche l'estensore dell'articolo originale in cuor suo sa.

...che il porno è una invenzione femminista?  :hmm:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 19, 2018, 20:00:35 pm
Sarà... io invece ci leggo (con una certa evidenza, a dire il vero) l'ennesima condanna della sessualità maschile e dei suoi modi di manifestarsi, espliciti e "violenti", essendo per quelle la penetrazione di per sé violenta, ogni coito è uno stupro infatti, e che dalle pitture di Pompei al porno online è da riscrivere in chiave femminista. Penso che l'osceno sia assai precedente alla ideologia femminista. E penso anche che la masturbazione sia il primo contatto che i cuccioli umani (come gli altri animali del resto) hanno con il proprio sesso. Non penso sostituisca l'atto della copula. Non penso neanche renda... ciechi. Non penso che il femminismo ci voglia "segaioli", ma castrati. A partire dalle immagini che raccontano la nostra dimensione maschile, dalle riviste anni 50, Playboy, le conigliette, etc. In verità è un attacco, quello femminista al porno, unito a un certo cattolicesimo, molto antico e costante. Il nuovo corso del porno femminista (quello "etico") vorrebbe rieducarci a una penetrazione che non spaventi le donne, cioè moscia, perché quella naturale è maschilista. Meccanicamente è impossibile, ma ci provano.

Concordo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 20, 2018, 00:31:36 am
Sarà... io invece ci leggo (con una certa evidenza, a dire il vero) l'ennesima condanna della sessualità maschile e dei suoi modi di manifestarsi, espliciti e "violenti", essendo per quelle la penetrazione di per sé violenta, ogni coito è uno stupro infatti, e che dalle pitture di Pompei al porno online è da riscrivere in chiave femminista. Penso che l'osceno sia assai precedente alla ideologia femminista. E penso anche che la masturbazione sia il primo contatto che i cuccioli umani (come gli altri animali del resto) hanno con il proprio sesso. Non penso sostituisca l'atto della copula. Non penso neanche renda... ciechi. Non penso che il femminismo ci voglia "segaioli", ma castrati. A partire dalle immagini che raccontano la nostra dimensione maschile, dalle riviste anni 50, Playboy, le conigliette, etc. In verità è un attacco, quello femminista al porno, unito a un certo cattolicesimo, molto antico e costante. Il nuovo corso del porno femminista (quello "etico") vorrebbe rieducarci a una penetrazione che non spaventi le donne, cioè moscia, perché quella naturale è maschilista. Meccanicamente è impossibile, ma ci provano.
Esistono numerose culture con elevato grado di integrazione dell'io in cui porno, masturbazione e anche prostituzione sono sconosciute (si noti bene: non "represse", ma assenti). Quindi comunque si veda la cosa, non sono "connaturate all'uomo".
Credo dovrebbe essere evidente che fare sesso con uno schermo rammollisca il carattere.
Il femminismo non ha creato il porno, ma ha distrutto i rapporti sociali favorendone la diffusione. Come il femminismo, il porno è un'altra trovata per adomesticare la popolazione (specialmente maschile), i meno complottisti possono cercare su Google tittytainment, termine usato da Brzezinski alla luce del sole (tanto nessuno ci fa caso).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 20, 2018, 05:02:40 am
Citazione
Esistono numerose culture con elevato grado di integrazione dell'io in cui porno, masturbazione e anche prostituzione sono sconosciute (si noti bene: non "represse", ma assenti). Quindi comunque si veda la cosa, non sono "connaturate all'uomo".

Con tutto il rispetto, caro Vicus, mi vengono in mente solo gli Amish :P, o alcune altre comunità religiose, che a naso non mi paiono così tanto "integrate" psicologicamente. Ma io non sono credente e potrei avere dei preconcetti.

Riguardo la masturbazione, e anche la prostituzione, non so all'uomo ma dai bonobo ai delfini è tutto un giro di conchiglie e noci di cocco per ottenere uno scambio sessuale, all'occasione anche tra membri dello stesso sesso pur di strofinarsi.

Il porno, come rappresentazione di atti osceni, è proprio umano. E piuttosto antico.

(http://digiphotostatic.libero.it/enry0270/med/3994dd00c0_2396453_med.jpg)

(https://www.direttanews.it/wp-content/uploads/2016/11/pompei.jpg)

Citazione
Credo dovrebbe essere evidente che fare sesso con uno schermo rammollisca il carattere.

A me pare che tu stia confondendo le patatine fritte con la catena del McDonald; ovvero la rappresentazione con la facilità di fruizione data dal mezzo Internet. Il porno non è la nicotina, non crea di per sé dipendenza. E' molto usato anche nelle relazioni di coppia, per esempio, perché guardare il sesso suscita e stimola curiosità.

Citazione
Il femminismo non ha creato il porno, ma ha distrutto i rapporti sociali favorendone la diffusione.


Appunto: il problema semmai è la distruzione dei rapporti sociali, non il porno in sé, che esisterebbe a prescindere. Il senso dell'articolo, per chi l'ha letto, è chiaro: il femminismo contesta la rappresentazione maschile della pornografia insinuando che le donne ne hanno di un altro tipo (direi le telenovelas messicane) e che gli adolescenti (maschi e femmine) formandosi su quelle immagini imparano che la donna è sottomessa. Praticamente il delirio. Ragione per cui nel breve periodo ci ritroveremo nella migliore delle ipotesi noiosissimi video porno-soft che di trasgressivo non hanno nulla, vedere per credere, e censura su tutto il resto, compresi i porno amatoriali, il sesso anale, sesso orale, etc.

Il corso rientra in un più ampio progetto per educare a relazioni sane, per sensibilizzare sui temi LGBT e per prevenire la violenza sessuale e la cosiddetta dating violence, cioè la violenza fisica o psicologica praticata da una persona verso il suo o la sua partner. Ma il corso di Porn Literacy ha anche lo specifico obiettivo di rendere gli adolescenti consumatori più critici e consapevoli della pornografia; e di mostrare loro come la pornografia rappresenta i temi del consenso, del genere, della razza, degli standard fisici, eccetera.

Le ragazze potrebbero infatti pensare che a tutti i ragazzi piaccia eiaculare in faccia a qualcun altro, e che per questo si prestino a farlo anche contro il proprio desiderio.

Il sondaggio rilevò che la maggior parte delle ragazze che avevano provato il sesso anale non voleva farlo, ma era stata convinta o costretta dai partner.

C’è anche un altro tema: sui grandi siti di porno gratuito, quelli quindi più accessibili agli adolescenti, c’è un’enorme offerta di video amatoriali e di produzioni sconosciute e a bassissimo costo, che quindi non rispondono nemmeno ai già bassi requisiti etici dei video prodotti dalle delle grandi case pornografiche. Non ci sono garanzie sul modo in cui rappresentano temi come il consenso, il sesso violento o pratiche degradanti. In molti casi, questi temi sono rappresentati in maniera discutibile; in moltissimi altri, in un modo potenzialmente pericoloso.

Requisiti "etici"... mi vengono i brividi :sick:

Citazione
Come il femminismo, il porno è un'altra trovata per adomesticare la popolazione (specialmente maschile), i meno complottisti possono cercare su Google tittytainment, termine usato da Brzezinski alla luce del sole (tanto nessuno ci fa caso).

E' solo un po' porno, Vicus  ;)

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Febbraio 20, 2018, 06:57:33 am
Blu , non puoi paragonare il porno odierno (che è fatto di cortometraggi, film, filmetti, video, etc.) a delle immagini antiche , che saranno erotiche quanto vuoi, ma NON sono porno .

Citazione
l'ennesima condanna della sessualità maschile e dei suoi modi di manifestarsi

La sessualità maschile viene condannata se non è funzionale al piacere ed interesse femminile . Non viene sempre condannata dai mainstream . Per il resto verrebbe condannata lo stesso anche se un uomo schifasse i porno , per il femminismo conta che essa sia funzionale e subordinata al Piacere Femminile . Del resto perchè odiano chi va con le escort? Perchè chi va con le escort aggira la regola del "merito" , visto che per il femminismo il sesso viene visto per un uomo come un qualcosa che va "meritato" e non come un atto di donazione e di condivisione reciproca .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 20, 2018, 07:15:47 am
Vicus

Citazione
Esistono numerose culture con elevato grado di integrazione dell'io in cui porno, masturbazione e anche prostituzione sono sconosciute (si noti bene: non "represse", ma assenti). Quindi comunque si veda la cosa, non sono "connaturate all'uomo".
Vicus, potresti cortesemente elencarmi le culture in cui sarebbero assenti porno, prostituzione e (addirittura) masturbazione?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 20, 2018, 07:19:56 am
Con tutto il rispetto, caro Vicus, mi vengono in mente solo gli Amish :P, o alcune altre comunità religiose, che a naso non mi paiono così tanto "integrate" psicologicamente. Ma io non sono credente e potrei avere dei preconcetti.

Riguardo la masturbazione, e anche la prostituzione, non so all'uomo ma dai bonobo ai delfini è tutto un giro di conchiglie e noci di cocco per ottenere uno scambio sessuale, all'occasione anche tra membri dello stesso sesso pur di strofinarsi.

Il porno, come rappresentazione di atti osceni, è proprio umano. E piuttosto antico.

E' così.
In merito aggiungo che i bonobo* sono l'unica specie animale che ha una maggior varietà di posizioni sessuali rispetto all'uomo.

@@

*
http://www.garzanti.it/libri/frans-de-waal-la-scimmia-che-siamo-9788811600435/

Citazione
di Frans De Waal

Quando un nostro simile compie un’azione generosa e disinteressata, siamo subito pronti a lodare la natura umana. Di fronte alle stragi in Ruanda o in Kosovo, ci scandalizziamo per l’aspetto bestiale del comportamento dei nostri simili. Tuttavia egoismo e altruismo, curiosità e generosità fanno ugualmente parte del bagaglio della nostra specie – e delle specie a noi più simili.
Come le scimmie, che condividono con noi quasi tutto il patrimonio genetico e molti comportamenti, dalla tendenza a formare comunità tribali all’incorreggibile curiosità.
Questa parentela può rivelare aspetti spiacevoli. Gli scimpanzé, per esempio, possono essere crudeli come noi e ci impressionano per la violenza e le rigide gerarchie di potere all’interno del branco. I bonobo, un’altra specie assai simile a noi, hanno atteggiamenti molto diversi, che sembrano incarnare le nostre migliori qualità: generosità, gentilezza, altruismo; per queste scimmie africane, inoltre, il sesso (che praticano in tutte le varianti) non serve solo alla riproduzione, ma dà piacere e rafforza i vincoli sociali.
Scimpanzé e bonobo, i nostri due «cugini genetici», offrono modelli che aiutano a capire i nostri comportamenti e la loro evoluzione. Perché nella nostra eredità biologica sono radicati tanto l’aggressività e la difesa del territorio quanto il desiderio di equità e di moralità.
Frans de Waal, uno dei massimi primatologi del mondo, ha dedicato decenni della sua vita a studiare i nostri parenti più prossimi, soprattutto scimpanzé, bonobo, scimmie cappuccine e macachi reso. La scimmia che siamo raccoglie i risultati di decenni di ricerche e ci guida alla scoperta della nostra eredità darwiniana. Esplora l’intera gamma dei comportamenti umani. Porta alla luce una serie di paralleli – sorprendenti o provocatori, ma sempre illuminanti – tra gli scimpanzé, i bonobo e la scimmia più bizzarra: l’homo sapiens. E ci obbliga a riflettere sulla natura umana e su quella «intelligenza sociale», profondamente radicata nel nostro DNA, che ci permette di convivere con i nostri simili.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 20, 2018, 07:59:01 am
Citazione
Blu , non puoi paragonare il porno odierno (che è fatto di cortometraggi, film, filmetti, video, etc.) a delle immagini antiche , che saranno erotiche quanto vuoi, ma NON sono porno .

Jason, abbiamo sempre rappresentato gli atti sessuali in maniera esplicita, cioè pornografica, perché ci piace vederli, poi qualità e quantità ogni epoca fa quello che può. Raffinati poeti latini e greci sono anche noti per componimenti piuttosto triviali. Poi è chiaro che è meno costoso imbracciare una telecamera che scolpire una statua. Ma le pitture pompeiane non avevano un significato diverso da quello che diamo oggi alle immagini di amplessi di gruppo e non. Ci piace vedere il sesso rappresentato per immagini. E parlarne.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 20, 2018, 08:06:42 am
Citazione
La sessualità maschile viene condannata se non è funzionale al piacere ed interesse femminile .

La sessualità maschile è condannata perché penetra, lacera, è violenta, fa paura.
Non vogliono far pace con la Natura, le femministe.
Vorrebbero una penetrazione moscia, che non esiste.

Citazione
Non viene sempre condannata dai mainstream . Per il resto verrebbe condannata lo stesso anche se un uomo schifasse i porno , per il femminismo conta che essa sia funzionale e subordinata al Piacere Femminile . Del resto perchè odiano chi va con le escort? Perchè chi va con le escort aggira la regola del "merito" , visto che per il femminismo il sesso viene visto per un uomo come un qualcosa che va "meritato" e non come un atto di donazione e di condivisione reciproca .

Non ho capito cosa vuoi dire.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 20, 2018, 09:48:09 am
Frank, era un'enciclopedia cartacea che non ho con me, ma non me lo sono inventato: parlava di culture (anche se non ne faceva l'elenco) con elevato grado di integrazione dell'io e matrimonio in età giovane.
Coumunque, non serve scienza missilistica per capire che la pornografia (e pure la prostituzione) sono assenti in tutte le culture primitive, mai sentito di una prostituta arborigena né di edizioni malgasce di Playboy.

----

E' davvero sorprendente leggere su un forum maschile che rimbambirsi davanti a uno schermo (che non ha nulla a che vedere con le pitture erotiche grecoromane) sia benefico per un uomo invece di costituire un'alienazione, realizzi la sua sessualità (ma il sesso non si fa in due?) e addirittura combatta il femminismo. Se fosse così, questa sarebbe l'epoca d'oro degli uomini. Per non parlare delle note grida al complotto moralista, quando si ricorda semplicemente (e inutilmente) l'ovvio.
Bel messaggio per i diritti maschili: fatevi di porno e le femministe avranno paura di voi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Blu - Febbraio 20, 2018, 10:12:34 am
Ma chi è che avrebbe consigliato di "rimbambirsi" davanti a uno schermo? :hmm:

Citazione
fatevi di porno e le femministe avranno paura di voi.

Ma fammi il piacere... va' :doh:

Qualcosa è cambiato nel glorioso forum sulla QM :cry:

 :bye:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 20, 2018, 10:59:29 am

Qualcosa è cambiato nel glorioso forum sulla QM :cry:

 :bye:
Decisamente. Il resto l'ho già spiegato e non mi ripeto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 20, 2018, 14:19:21 pm
Scusate, ma come mai secondo voi al giorno d'oggi, in cui niente è gratis e tra un po' mi sa che ci faranno pagare anche l'aria che respiriamo, i pornazzi sono gratuiti (che significa non solo come costo, ma anche come facilità di fruizione)?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Febbraio 20, 2018, 15:01:34 pm
Duca, sai che probabilmente, visto che il mercato del porno crea introiti inimmaginabili sia online tra banner e link che in real life, ad esempio il mondo dei sexy shop, l'articolo del NYT rimarrà lettera morta? Stupida battaglia destinata a perdere come quella contro gli alcoolici all'epoca di Capone e soci.
L'abuso del porno è deleterio, ma ogni tentativo di censura a mio avviso potrebbe rivelarsi sempre una nuova inchiappettata per le fanatiche femminazi. Quella dell'inchiappettata è solo una metafora, ma farebbe molto, molto male comunque.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Febbraio 20, 2018, 17:09:39 pm
Jason, abbiamo sempre rappresentato gli atti sessuali in maniera esplicita, cioè pornografica, perché ci piace vederli, poi qualità e quantità ogni epoca fa quello che può. Raffinati poeti latini e greci sono anche noti per componimenti piuttosto triviali. Poi è chiaro che è meno costoso imbracciare una telecamera che scolpire una statua. Ma le pitture pompeiane non avevano un significato diverso da quello che diamo oggi alle immagini di amplessi di gruppo e non. Ci piace vedere il sesso rappresentato per immagini. E parlarne.

Nessuno ha mai detto che parlare del sesso non piace, ma c'è una bella differenza fra un video ed una foto . E' come dire che è la stessa cosa rappresentare un bel paesaggio con una foto, un disegno od un video. La foto per quanto realistica possa essere, non ti darà mai la rappresentazione dei suoni o l'immagine dal vivo dello scorrere di un fiume .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Febbraio 20, 2018, 17:24:45 pm
Citazione
La sessualità maschile è condannata perché penetra, lacera, è violenta, fa paura.
Non vogliono far pace con la Natura, le femministe.
Vorrebbero una penetrazione moscia, che non esiste.

Se l'uomo è funzionale al piacere delle suddette femministe vedi come piace la "penetrazione violenta" a loro .

Citazione
Non ho capito cosa vuoi dire.

Questo è un pezzo tratto dal blog Il Volo di Dedalo, spiega bene cosa voglio dire

http://ilvolodidedalo.blogspot.it/2014/07/questione-maschile-questione-etica.html
Citazione
Come sappiamo il Femminismo punisce e fa condannare gli uomini soli e privi di vita sessuale che vanno a prostitute, quegli uomini che palpano il sedere di una donna, e addirittura anche coloro che guardano “insistentemente” una donna(lo chiamano “stupro visivo”) o che la fischiano per strada per complimentarsi, oltre che invocare le punizioni più crudeli ed efferate per stupratori e pedofili. Quindi non è vero che la sessualità femminista sia senza divieti, anzi al contrario fa della REPRESSIONE la sua linea d’azione principale. Ecco perchè molti arrivano alla conclusione fallace che il femminismo sia “sessuofobo”, “bacchettone” e “moralista”. Appunto perchè confondono il moralismo sessuale con la repressione sessuale femminista. Sono due cose che per certi possono risultare apparentemente equivalenti, ma che in realtà sono profondamente diverse e addirittura opposte. Il Moralismo sessuale, infatti, non ha declinazioni sessuali, è equo e paritario rispetto ai due sessi, e quindi prevede una sobrietà e una moderazione sessuale da parte di entrambi i sessi, di conseguenza eventuali censure e repressioni nei confronti di coloro che violano tale morale sessuale, avvengono coerentemente alla logica di tale morale.La repressione sessuale femminista, invece, si basa su un principio completamente opposto, cioè libertino: il sesso deve essere liberalizzato, senza limiti, senza tabù,quindi la donna può fare tutto ciò che vuole sessualmente, può vestirsi come le pare, può andare tutta "smutandata", può tradire o mollare liberamente il marito, e così via, mentre l’ uomo se è funzionale al piacere e all’ interesse individuale(logica del Merito/Selezione) della donna in questione può liberamente godere della sessualità che gli concede la donna, mentre deve rassegnarsi e quindi contenersi sessualmente se nessuna donna lo considera “meritevole” di usufruire del suo corpo e della sua vagina, pertanto ogni sua forma di sessualità che avvenga aggirando e bypassando la Selezione femminile, ad esempio ricorrendo alle prostitute,  deve essere stroncata, cioè repressa. Questa è appunto la Repressione sessuale femminista, completamente opposta quindi al Moralismo Sessuale: il Moralismo sessuale impone che tutti si contengano sessualmente, invece la Repressione sessuale femminista, laicista ed edonista, al contrario, afferma che il sesso non deve avere limiti e tabù(purchè tra adulti e consenzienti)e che ne possono usufruire solo i "meritevoli", cioè coloro che sono funzionali al Piacere della Donna.

Un uomo che va con le escort aggira questa "regola del merito", cosa che invece non fa un uomo usufruitore del porno .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 20, 2018, 19:34:27 pm
E' davvero sorprendente leggere su un forum maschile che rimbambirsi davanti a uno schermo (che non ha nulla a che vedere con le pitture erotiche grecoromane) sia benefico per un uomo invece di costituire un'alienazione, realizzi la sua sessualità (ma il sesso non si fa in due?) e addirittura combatta il femminismo. Se fosse così, questa sarebbe l'epoca d'oro degli uomini. Per non parlare delle note grida al complotto moralista, quando si ricorda semplicemente (e inutilmente) l'ovvio.
Bel messaggio per i diritti maschili: fatevi di porno e le femministe avranno paura di voi.
Chi ha affermato che è salutare rimbambirsi davanti a uno schermo, guardando film porno dalla mattina alla sera?
Che c'entra?

*Modificato col consenso dell'utente*
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 20, 2018, 19:53:17 pm
Frank, era un'enciclopedia cartacea che non ho con me, ma non me lo sono inventato: parlava di culture (anche se non ne faceva l'elenco) con elevato grado di integrazione dell'io e matrimonio in età giovane.
Coumunque, non serve scienza missilistica per capire che la pornografia (e pure la prostituzione) sono assenti in tutte le culture primitive, mai sentito di una prostituta arborigena né di edizioni malgasce di Playboy.

Vicus, io sono un geometra non un antropologo, come credo neppure tu lo sia, ma affermare che in certe culture non si masturbavano nemmeno, è a dir poco assurdo.

Riguardo alla prostituzione c'è chi afferma che abbia basi biologiche, tipo quella esistente fra gli scimpanzé pigmei dell’Africa Centrale, dove le femmine si concedono ai maschi in cambio di frutti e altre leccornie. Perché lo fanno? Dovendo sostenere per anni il mantenimento di cuccioli, la natura impone loro di selezionare maschi che “pagano”, cioè aiutano a mantenere i piccoli. E i doni finiscono per essere desiderati da queste scimmie anche in assenza di piccoli da mantenere.

Mentre secondo altri esperti la prostituzione umana avrebbe radici diverse.
Infatti, secondo i suddetti, con lo sviluppo dell’agricoltura e il passaggio dalla vita nomade a quella stanziale, circa 10 mila anni fa, nacquero, con la coppia stabile, la divisione fra sessualità maschile e femminile.

Comunque sia, resta il fatto che la prostituzione è vecchia di millenni.


@@

ps:

Citazione
matrimonio in età giovane.

Vicus, un tempo campavano pure poco, perciò era più che normale che si sposassero giovani.

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 20, 2018, 21:54:24 pm
Ho detto semplicemente che il porno online di oggi (non le pitture pompeiane) rammollisce gli uomini, non tutti magari ma sicuramente in grandissimo numero.
Quel che trovo strano in un forum di consapevolezza maschile, è la nobilitazione di un simbolo dell'alienazione maschile, assurto addirittura ad attività antifemminista, con tanto di paragoni all'arte antica e alla letteratura.
Anche Duca, che invece vede donne vere, la pensa all'incirca allo stesso modo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 20, 2018, 23:42:54 pm
Sì, personalmente penso che la copula sia preferibile all'autoerotismo, e quest'ultimo sia preferibile all'astinenza (a meno che non sia frutto di una libera scelta, tipo gli anacoreti o simili).
Per cui una battaglia fondamentale per la nostra causa secondo me è - come ho già ribadito - il ripristino delle case di tolleranza (con le marchette a prezzi popolari, si capisce, ché altrimenti tanto vale restare come siamo, continuando a svenarci in Austria o peggio dalle mignotte nostrane).


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 21, 2018, 00:24:21 am
Per cui una battaglia fondamentale per la nostra causa secondo me è - come ho già ribadito - il ripristino delle case di tolleranza
Sono anch'io favorevole.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 21, 2018, 06:29:13 am
Ho detto semplicemente che il porno online di oggi (non le pitture pompeiane) rammollisce gli uomini, non tutti magari ma sicuramente in grandissimo numero.
Quel che trovo strano, anzi surreale in un forum di consapevolezza maschile, è la nobilitazione di un simbolo dell'alienazione maschile, assurto addirittura ad attività antifemminista, con tanto di paragoni all'arte antica e alla letteratura.
Anche Duca, che invece vede donne vere, la pensa all'incirca allo stesso modo.


Non mi pare che Blu (o altri) abbia(no) assurto il porno ad attività antifemminista, né lo stia(no) nobilitando.

*Modificato col consenso dell'utente*
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 21, 2018, 07:15:49 am
Che ci si creda o no, qui parlo di porno perché ritengo che rammollisca molti uomini. Chi fa sport sa che non contribuisce all'efficienza fisica, né alla socializzazione, almeno per quei molti uomini che hanno rapporti solo con uno schermo.
Chi vuol vedere a tutti i costi moralismo in questo, non noterà che non ho mai detto una parola in negativo sulla prostituzione, perché non è questa la sede.

Il porno, come la droga (e il porno lo è) non è una ribellione al femminismo: è messo lì dal sistema per rincitrullire la gente. Ci sono molti studi scientifici, di certo non commissionati dal Vaticano. Poi ognuno faccia come crede a casa sua, non sono fatti miei.
Capisco discuterne come espressione di disagio e frustrazione maschile, ma (ferma restando la libertà di opinione) farne un'opera d'arte pompeiana e uno strumento di ribellione antifemminista, mi pare un messaggio dannoso per gli uomini.

Abbiamo ampiamente discusso queste tematiche anche di recente, accorpo il topic.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 21, 2018, 23:51:06 pm
..................................

Il porno, come rappresentazione di atti osceni, è proprio umano. E piuttosto antico.

(http://digiphotostatic.libero.it/enry0270/med/3994dd00c0_2396453_med.jpg)

(https://www.direttanews.it/wp-content/uploads/2016/11/pompei.jpg)

...
Requisiti "etici"... mi vengono i brividi :sick:





 :ok:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 22, 2018, 01:12:44 am
......
Comunque sia, resta il fatto che la prostituzione è vecchia di millenni.
....

Poco ma sicuro. Questo topic conferma solo una cosa e cioè che, su determinati argomenti, le religioni, i credi e le convinzioni personali senza minima attinenza storica, annebbiano completamente le menti (senza offesa per nessuno, ma certe cose non si possono proprio leggere).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 22, 2018, 01:41:18 am
Credo invece, sempre senza offesa, che sia il porno ad annebbiare le menti.
Visto che si tira in ballo la religione OT come al solito: molte religioni sono documentate da dettagliate cronache storiche anche di altre fonti.
Uno dei segni di questo annebbiamento è ricondurre automaticamente ogni denuncia sui danni del porno a credenze religiose, ignorando numerosi studi scientifici.
Altro segno è non vedere l'abbrutimento che la piaga della pornodipendenza online causa negli uomini, e confonderla con gli affreschi erotici pompeiani.
E sì, certe cose proprio fanno cascare le braccia su un forum maschile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 22, 2018, 14:32:07 pm
Che ci si creda o no, qui parlo di porno perché ritengo che rammollisca molti uomini. Chi fa sport sa che non contribuisce all'efficienza fisica, né alla socializzazione, almeno per quei molti uomini che hanno rapporti solo con uno schermo.
Chi vuol vedere a tutti i costi moralismo in questo, non noterà che non ho mai detto una parola in negativo sulla prostituzione, perché non è questa la sede.
Questa direi che è la sede per parlarne bene.  ;)
Il porno, come la droga (e il porno lo è) non è una ribellione al femminismo: è messo lì dal sistema per rincitrullire la gente.
Assolutamente d'accordo, pensiamo solo all'esaltazione mediatica di Rocco Tano vulgo Siffredi, neanche fosse un santo, un eroe, o un medico che salva le vite... è un povero coglione che sa fare quello che sanno fare tutti, anche i molluschi marini, e lucra sulla debolezza dei pipparoli col beneplacito dei poteri forti.
La verità è che la prostituzione è sempre esistita per un motivo semplice: la domanda maschile di sesso è molto superiore all'offerta femminile, e ciò molti fanno finta di non saperlo, ma scusate pensate veramente che la cinquantenne o sessantenne media sia trombabile? :sick:
Come ben diceva Schopenhauer, la bellezza femminile, che tanto ci attrae, è una risorsa della Natura per perpetuare sé stessa, e perciò andare con una donna non mestruata secondo il buon Arturo è cosa contro natura.
Allora entra in gioco la prostituzione, la quale ha sempre avuto nonostante le apparenze un còmpito di conservazione sociale, e infatti tradizionalmente auspicata o perlomeno tollerata dalla Chiesa; cioè sarà meglio per il matrimonio che il marito, che dopo qualche anno sarà stanco sessualmente della moglie, abbia lo svuotatio pallorum con una puttana  ogni tanto piuttosto che vada a fare disastri in giro con altre donne?
Più mignotte e meno pippe, e il mondo sarà migliore.  ^_^
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 22, 2018, 14:49:05 pm
Citazione
Assolutamente d'accordo
Duca sei annebbiato anche tu dalla religione :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 22, 2018, 16:39:05 pm
Duca sei annebbiato anche tu dalla religione :lol:
Annebbiato sicuramente, ma solo quando sono in osteria con gli amici, la religione non c'entra...  :P
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 22, 2018, 20:20:59 pm
Io non credo che il porno sia stato messo lì dal sistema, bensì che sia semplicemente una conseguenza dei tanti cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi decenni.
Non ci vedo nessun complotto dietro a tutto ciò.
Semplicemente ci son cose che vanno come vanno, perché la natura umana è quello che è; e pertanto dirige gli appartenenti alla specie umana in ben precise direzioni, per così dire.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 22, 2018, 20:29:54 pm
La verità è che la prostituzione è sempre esistita per un motivo semplice: la domanda maschile di sesso è molto superiore all'offerta femminile, e ciò molti fanno finta di non saperlo, ma scusate pensate veramente che la cinquantenne o sessantenne media sia trombabile? :sick:

Questo è chiaro.
Se maschi e femmine fossero uguali e avessero le medesime pulsioni sessuali, non esisterebbe neppure l'ombra della prostituzione.
Mentre la realtà è decisamente diversa.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 22, 2018, 20:56:12 pm
Io non credo che il porno sia stato messo lì dal sistema, bensì che sia semplicemente una conseguenza dei tanti cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi decenni.
Non ci vedo nessun complotto dietro a tutto ciò.
La pornografia è sempre esistita, però mentre in passato era riservata diciamo ai cultori della materia (tipo D'Annunzio), guarda caso dopo la chiusura delle case di tolleranza è diventata un fenomeno di massa.
Non credo sia solo un fatto di profitto, però... cioè, se i governanti avessero veramente a cuore la salute e l'avvenire dei giovani starebbero un attimo a legalizzare i bordelli e invece... a parte la Lega nessuna forza politica osa proporre una cosa del genere.
La gioventù va controllata e soprattutto rincoglionita, e tra pornazzi, calcio, droghe varie, musicaccia, social, ecc. direi che siamo a buon punto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 22, 2018, 21:07:01 pm
La pornografia è sempre esistita, però mentre in passato era riservata diciamo ai cultori della materia (tipo D'Annunzio), guarda caso dopo la chiusura delle case di tolleranza è diventata un fenomeno di massa.

Duca, un tempo non c'era internet, né la Tv e tutto il resto, per cui è chiaro che il porno solo in una ben precisa epoca poteva diventare (ed è diventato) un fenomeno di massa.
Diciamo pure che è una conseguenza del progresso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 22, 2018, 21:23:24 pm
La gioventù va controllata e soprattutto rincoglionita, e tra pornazzi, calcio, droghe varie, musicaccia, social, ecc. direi che siamo a buon punto.
Esatto, e dovrebbe essere evidente almeno in un forum di consapevolezza maschile. Ma qui, c'è chi queste cose le può dire e chi no.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 22, 2018, 21:36:53 pm
Duca, un tempo non c'era internet, né la Tv e tutto il resto, per cui è chiaro che il porno solo in una ben precisa epoca poteva diventare (ed è diventato) un fenomeno di massa.
Diciamo pure che è una conseguenza del progresso.
Certamente, però è anche vero che l'escalation è un fatto molto recente, cioè quando ero ragazzo ok non c'era la Rete però tutto il resto sì, e giornali tipo Le Ore, OV, Caballero, ecc. circolavano sottobanco, mica potevi andare in edicola a comprarli a 14 anni, e se ti beccavano i genitori o a scuola ti facevano il mazzo, mentre adesso è tutto molto, troppo semplice... si vedono cose pazzesche già in tv, altro che l'ombelico della Raffa a suo tempo... tutta la vita è erotizzata, ormai.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 22, 2018, 22:57:43 pm
....
Visto che si tira in ballo la religione OT come al solito: molte religioni sono documentate da dettagliate cronache storiche anche di altre fonti.
Uno dei segni di questo annebbiamento è ricondurre automaticamente ogni denuncia sui danni del porno a credenze religiose, ignorando numerosi studi scientifici.
....

Si tira in ballo sempre la religione semplicemente perchè, chi fa regolarmente determinati interventi prevenuti e senza senso contro il porno, è un religioso praticante che non vuole vedere l'evidenza dei fatti. Quindi non è un pregiudizio, ma un dato di fatto.
Inoltre, come ho detto anche in passato, non ci si può riempire la bocca di parole come etica, morale ed anti-porno e poi avallare, in qualsiasi modo ed a qualsiasi livello, la prostituzione. E' un controsenso assurdo, stupido e amorale.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 22, 2018, 23:28:58 pm
Io non credo che il porno sia stato messo lì dal sistema, bensì che sia semplicemente una conseguenza dei tanti cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi decenni.
Non ci vedo nessun complotto dietro a tutto ciò.
....

Ovviamente. La diffusione ampia del porno è semplicemente dovuta a due fattori:
-mezzi di comunicazione istantanei e capillari, internet in primis;
-impossibilità della maggior parte degli uomini odierni di sfogare appieno i propri bisogni e/o le proprie fantasie sessuali.

Il porno è sempre esistito, come è sempre esistita la prostituzione. La differenza è che il porno di una volta, era assai diverso da quello odierno, semplicemente perchè si parla di epoche completamente diverse.

Ps: quando si parla di pornografia, non bisogna necessariamente pensare alle porcherie estreme provenienti dai soliti USA. Il porno, come il cinema, contiene al suo interno i propri generi ed i propri filoni. E' come se uno dicesse di essere contrario al cinema perché prova ribrezzo per i film splatter (sottogenere cinematografico che disdegno anch'io).

Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 23, 2018, 00:41:15 am
Si tira in ballo sempre la religione semplicemente perchè, chi fa regolarmente determinati interventi prevenuti e senza senso contro il porno, è un religioso praticante che non vuole vedere l'evidenza dei fatti. Quindi non è un pregiudizio, ma un dato di fatto.
Inoltre, come ho detto anche in passato, non ci si può riempire la bocca di parole come etica, morale ed anti-porno e poi avallare, in qualsiasi modo ed a qualsiasi livello, la prostituzione. E' un controsenso assurdo, stupido e amorale.
Bah, io non sono per niente religioso però non vedo niente di immorale nella prostituzione; chiaramente parlo di quella regolamentata tipo nei casini austriaci, in cui le ragazze lavorano per libera scelta, controllate e visitate, non lo schifo che c'è in strada da noi.
Anzi, a ben vedere la prostituzione è morale perché è sempre stata intesa in funzione della salvaguardia del matrimonio o quantomeno come opportuno sfogo maschile; d'altronde se si vuole mangiare bene si va al ristorante o si resta a casa?
Non sono contro il porno solo nel senso che l'autoerotismo è sempre preferibile all'astinenza secondo me, però una bella stantuffata è più salutare e anche più divertente...  ;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 23, 2018, 01:42:09 am
Si tira in ballo sempre la religione semplicemente perchè, chi fa regolarmente determinati interventi prevenuti e senza senso contro il porno, è un religioso praticante che non vuole vedere l'evidenza dei fatti. Quindi non è un pregiudizio, ma un dato di fatto.
Inoltre, come ho detto anche in passato, non ci si può riempire la bocca di parole come etica, morale ed anti-porno e poi avallare, in qualsiasi modo ed a qualsiasi livello, la prostituzione. E' un controsenso assurdo, stupido e amorale.
Temo che queste righe siano il solito fiato sprecato (intanto gli utenti sono scesi a 65 al giorno e i wiki sbadigliano e/o scappano):
Sul porno io e Duca abbiamo opinioni simili, non vedo perché debbano esserci pregiudizi se certe cose le scrivo io anziché altri.
L'argomento porno è stato riesumato da altri, e descritto non tanto come uno sfogo, ma addirittura come un atto culturale e una sorta di attivismo antifemminista, il che è palesemente assurdo, ragion per cui sono liberamente intervenuto come tutti.
Altro segno di pregiudizio: ho citato studi indipendenti che vengono sistematicamente ignorati, troncando la discussione con eccezioni religiose ad personam che non ho sollevato io.
Se pensate che il porno sia benefico per la psiche e l'organismo, citate studi che lo dimostrano, questo è un forum laico dove gli argomenti devono essere dimostrati.
Non ho mai parlato di etica, morale o religione, in riferimento al porno e a ogni altro argomento. La religione è tirata sempre in ballo da altri, salvo qualche raro topic nell'apposita sezione.

Prostituzione: mai elogiato né (altrimenti apriti cielo) condannato la prostituzione. Essere favorevole alla riapertura delle case chiuse è compatibile col cristianesimo, perché serve almeno a togliere le prostitute dalle strade. Ce n'erano anche nello Stato Pontificio (e con questa fanno dieci volte che lo dico), dove avevano più senso della realtà dei nostri illuminati politici femministi che varano solo misure demagogiche come la sanzione e schedatura dei clienti.

Le nostre facoltà sessuali servono ad avere rapporti (e se posso ancora dirlo anche figli) con una donna, non da soli con uno schermo, nemmeno uno scienziato dell'UAAR negherebbe questo, anche a livello biochimico ci sono differenze rilevanti col rapporto.
Non serve grande intelligenza per capire che il porno online, che entra in abbondanza nelle case non ha niente a che vedere con affreschi più o meno artistici o con le riviste e crea dipendenza e alienazione sociale in innumerevoli uomini, oltre che impotenza e problemi di coppia in numerosi casi ben documentati.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 23, 2018, 05:17:11 am
Tema che ho già letto in un famosissimo forum di seduzione prevalentemente anticlericale. La conclusione è stata la medesima che dice Vicus, la masturbazione è dannosa. Al limite, in tempi di crisi, basta una pippa giusto per svuotare i testicoli al fine di evitare spiacevoli malattie. Ma parlo di una pippa fatta con una foto di qualche nostra amica (vestita o in costume) o con la fantasia, non col porno...

Il porno dovrebbe essere vietato, anche perché un adolescente alle prime armi, normodotato, potrebbe farsi dei complessi con dei video in cui c'è gente che ha dei manici di scopa al posto del pene. Senza contare le cose deviate che si vedono in certi siti, meno male che almeno la pedopornografia è vietata, sennò ci sarebbe anche quella!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 23, 2018, 06:24:48 am
Ma parlo di una pippa fatta con una foto di qualche nostra amica (vestita o in costume) o con la fantasia, non col porno...
Negli anni Settanta furoreggiava la sezione intimo femminile del catalogo Postal Market...  :lol:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 23, 2018, 06:32:09 am
Negli anni Settanta furoreggiava la sezione intimo femminile del catalogo Postal Market...  :lol:

Quella rivista mi ha svezzato da ragazzino... :w00t:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 23, 2018, 06:46:33 am
Tema che ho già letto in un famosissimo forum di seduzione prevalentemente anticlericale. La conclusione è stata la medesima che dice Vicus, la masturbazione è dannosa. Al limite, in tempi di crisi, basta una pippa giusto per svuotare i testicoli al fine di evitare spiacevoli malattie. Ma parlo di una pippa fatta con una foto di qualche nostra amica (vestita o in costume) o con la fantasia, non col porno...

Il porno dovrebbe essere vietato, anche perché un adolescente alle prime armi, normodotato, potrebbe farsi dei complessi con dei video in cui c'è gente che ha dei manici di scopa al posto del pene. Senza contare le cose deviate che si vedono in certi siti, meno male che almeno la pedopornografia è vietata, sennò ci sarebbe anche quella!
Se è per questo c'è anche un PUA che dice la stessa cosa, dev'essere anche lui un frate sotto mentite spoglie.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 23, 2018, 06:54:01 am
Comunque da ex sportivo vi assicuro che, se la sera prima andavo di 5 contro 1, il giorno dopo la prestazione andava da schifo, oltre al fatto che mi si allungavano drammaticamente i tempi di recupero (doms paurosi dopo l'eiaculazione). Contrariamente a quello che dicono in giro, secondo me i livelli di testosterone dopo la masturbazione si abbassano in modo pauroso, e sinceramente preferisco dar retta al mio fisico piuttosto che a chi fa articoli sul web...


PS. scusate i termini ma si sta parlando di questo ed è inutile girarci attorno...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 23, 2018, 07:55:05 am
Son cose ovvie eppure tocca ripeterle persino qui.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Febbraio 23, 2018, 08:45:32 am
Devo dire di non essere mai stato un grande pipparolo (visto che siamo scesi a questi livelli uso il registro più adatto :P ), ma a 13 anni in piena pubertà pur arrivando a farmene tre al giorno (senza internet o riviste, quasi sempre andavo di fantasia) ero sempre fresco come... un ragazzino di 13 anni :lol: . All'epoca dell'università, quando avevo scoperto i siti "artistici", me ne facevo sempre una ogni sera (mai più di una), però, pur essendo un giovanotto sano mi ero reso conto che nel lungo termine qualche effetto negativo la masturbazione every night me la stava dando, anche più di tutta la birra scrausa che bevevo allora :rolleyes: .
Oggi entro due, max tre volte la settimana, sito unico e sicuro, non è il solito Youporn, monitorato così non capiterà mai che ci sia materiale illegale, a volte invece me ne faccio qualcuna andando di fantasia... come ai vecchi tempi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 17:58:13 pm
Bah, io non sono per niente religioso però non vedo niente di immorale nella prostituzione; chiaramente parlo di quella regolamentata tipo nei casini austriaci, in cui le ragazze lavorano per libera scelta, controllate e visitate, non lo schifo che c'è in strada da noi.
Anzi, a ben vedere la prostituzione è morale perché è sempre stata intesa in funzione della salvaguardia del matrimonio o quantomeno come opportuno sfogo maschile; d'altronde se si vuole mangiare bene si va al ristorante o si resta a casa?
Non sono contro il porno solo nel senso che l'autoerotismo è sempre preferibile all'astinenza secondo me, però una bella stantuffata è più salutare e anche più divertente...  ;)

Ecco, già la tua opinione è più chiara e meno contraddittoria.. Mentre quella degli utenti religiosi praticanti intervenuti è, a mio avviso, assolutamente irrazionale, amorale e contraddittoria perchè demonizzano in modo assoluto il porno ma poi si dicono, in qualche modo, favorevoli alla prostituzione. Cosa che non ha alcun senso nè nessuna giustificazione. Ho molto più stima di un fanatico religioso che si dice contrario a qualsiasi forma di nudo, porno, prostituzione, provocazione sessuale, ecc. piuttosto che di quelli che si dichiarano religiosi praticanti ma fanno dei distinguo in base a ciò che li turba meno.


......
Altro segno di pregiudizio: ho citato studi indipendenti che vengono sistematicamente ignorati.....

Anche io ne ho citati, ma non li hai presi minimamente in considerazione.

Citazione da: Vicus
..... Essere favorevole alla riapertura delle case chiuse è compatibile col cristianesimo, perché serve almeno a togliere le prostitute dalle strade. Ce n'erano anche nello Stato Pontificio (e con questa fanno dieci volte che lo dico), dove avevano più senso della realtà dei nostri illuminati politici femministi che varano solo misure demagogiche come la sanzione e schedatura dei clienti.
....

Questa è proprio la contraddizione di cui parlo. Che l'abbia fatto il Vaticano in passato, non rende meno contraddittoria e amorale la cosa, anzi. Non si può tollerare la prostituzione e non tollerare, in nessun modo, il porno. Bisogna essere coerenti. Se il signor Pinco Pallino è un religioso praticante nonchè un pieno sostenitore della moralità religiosa, non può venirmi a dire che il porno andrebbe bandito in ogni sua forma, mentre la prostituzione si può tollerare per qualche disparato motivo che lui sostiene.

Citazione da: Vicus
Le nostre facoltà sessuali servono ad avere rapporti (e se posso ancora dirlo anche figli) con una donna, non da soli con uno schermo, nemmeno uno scienziato dell'UAAR negherebbe questo, anche a livello biochimico ci sono differenze rilevanti col rapporto.
Non serve grande intelligenza per capire che il porno online, che entra in abbondanza nelle case non ha niente a che vedere con affreschi più o meno artistici o con le riviste e crea dipendenza e alienazione sociale in innumerevoli uomini, oltre che impotenza e problemi di coppia in numerosi casi ben documentati.

Vabbè, è inutile parlare con chi non vuol proprio sentire.
Ps: la prostituzione non mi risulta che serva a mettere al mondo figli ma mi risulta che serva puramente a scopo ludico esattamente come il porno. Continuo a vedere enorme contraddizione e irrazionalità in queste vostre posizioni.


Tema che ho già letto in un famosissimo forum di seduzione prevalentemente anticlericale. La conclusione è stata la medesima che dice Vicus, la masturbazione è dannosa....

Fa diventare cechi, crea seri problemi articolari e può far esplodere la gonadi (oltre, ovviamente, a sostenere il potere dei rettiliani). L'ho letto anch'io in un famosissimo forum antiscientifico.  :D :P
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 24, 2018, 21:36:47 pm
Ecco, già la tua opinione è più chiara e meno contraddittoria.. Mentre quella degli utenti religiosi praticanti intervenuti è, a mio avviso, assolutamente irrazionale, amorale e contraddittoria perchè demonizzano in modo assoluto il porno ma poi si dicono, in qualche modo, favorevoli alla prostituzione. Cosa che non ha alcun senso nè nessuna giustificazione. Ho molto più stima di un fanatico religioso che si dice contrario a qualsiasi forma di nudo, porno, prostituzione, provocazione sessuale, ecc. piuttosto che di quelli che si dichiarano religiosi praticanti ma fanno dei distinguo in base a ciò che li turba meno.
Quel che è irrazionale è: giudicare le idee in base alle convinzioni di chi le esprime; pensare che la religione sia un fenomeno antirazionale e fondamentalista (posizione UAAR); non leggere bene i post e dire che "demonizzo" la pornografia (manco fossi Savonarola) mentre ho detto come altri che è semplicemente dannosa citando numerosi studi scientifici.
Anche io ne ho citati, ma non li hai presi minimamente in considerazione.
Invece sì, ma nessuno dice che la pornografia online fa bene, non crea dipendenza e favorisce l'antifemminismo.
Questa è proprio la contraddizione di cui parlo. Che l'abbia fatto il Vaticano in passato, non rende meno contraddittoria e amorale la cosa, anzi. Non si può tollerare la prostituzione e non tollerare, in nessun modo, il porno. Bisogna essere coerenti. Se il signor Pinco Pallino è un religioso praticante nonchè un pieno sostenitore della moralità religiosa, non può venirmi a dire che il porno andrebbe bandito in ogni sua forma, mentre la prostituzione si può tollerare per qualche disparato motivo che lui sostiene.
Inutile ripetere che non faccio qui considerazioni morali. Il Vaticano permise la prostituzione perché si rese conto che era l'unico mezzo per contenerla, regolandola e togliendola dalle strade. Ma inutile spiegarlo a chi pensa che la religione sia una questione da fanatici irragionevoli e mi mette in bocca parole che non ho detto, come "bandire" la pornografia. Ho detto soltanto (altro fiato sprecato) che non adrebbe messa su un piedestallo in un forum maschile, come ribellione antifemminista ed espressione di civiltà grecoromana.
Ps: la prostituzione non mi risulta che serva a mettere al mondo figli ma mi risulta che serva puramente a scopo ludico esattamente come il porno. Continuo a vedere enorme contraddizione e irrazionalità in queste vostre posizioni.
Non ho mai scritto che la prostituzione è lo scopo della sessualità maschile! Qui siamo all'ABC: perché esiste in natura la sessualità?
Fa diventare cechi, crea seri problemi articolari e può far esplodere la gonadi (oltre, ovviamente, a sostenere il potere dei rettiliani). L'ho letto anch'io in un famosissimo forum antiscientifico.  :D :P
Se proprio non vuoi leggere gli studi pubblicati... Magari anche i problemi lamentati da molte coppie (impotenza e/o indifferenza dell'uomo) sono un'invenzione rettiliano-femminista? Che diciamo a 'sta gente (ammesso che ci legga perché il traffico è ai minimi), continuate a trangugiare porno così vostra moglie sarà ancora più motivata a divorziare?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 22:23:33 pm
Alberto, io in ambito sessuale sono assolutamente libertario. Uno dei motivi per cui odio il femminismo è proprio quello che, quelle arpie, vorrebbero costringere noi uomini (brutti, normaloidi o semplicemente over 40/50, oppure normodotati e chi più ne ha più ne metta...) a stare senza sesso.

Bene. Per me fintanto che si è maggiorenni si può fare di tutto: uomo-donna, uomo-uomo, uomo-prostituta, donna-gigolò, uomo o donna-PC, 2 uomini-1donna, 1uomo-2 donne... del resto sono nato e cresciuto nella città di Gabriele D'Annunzio, che queste cose le predicava oltre 100 anni fa...

Il bigottismo non mi appartiene, quello lo lascio volentieri alle femministe, che si sono applicate la shaharia (o come cavolo si scrive) a loro insaputa.

Detto questo, non è che ho letto "bimbotekno99" su un forum e c'ho creduto, ma ho letto una discussione di centinaia di pagine dove venivano riportati tanti autorevoli studi, sia italiani che stranieri...


Ps. Nella Russia di Putin porno e prostituzione sono banditi. Ma lì la motivazione è pro-demografica, non etica.


Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 22:39:38 pm
Citazione da: Vicus
Quel che è irrazionale è: giudicare le idee in base alle convinzioni di chi le esprime; pensare che la religione sia un fenomeno antirazionale e fondamentalista (posizione UAAR); non leggere bene i post e dire che "demonizzo" la pornografia (manco fossi Savonarola) mentre ho detto come altri che è semplicemente dannosa citando numerosi studi scientifici.

Mi baso esclusivamente su ciò che è stato scritto in questo topic e che tutti possono giudicare.

Citazione da: Vicus
...ma nessuno dice che la pornografia online fa bene, non crea dipendenza e favorisce l'antifemminismo.

Se avessi letto lo studio che postai, avresti compreso cosa diceva. Per il resto quando mai uno studio potrebbe dire se il porno favorisce o diminuisce l'antifemminismo?  :blink:
La cosa certa è che certe posizioni sono sovrapponibili alle posizioni delle femministe, che ritengono che il porno debba essere bandito perchè favorisce la violenza sulle donne o minchiate simili.

Citazione da: Vicus
Inutile ripetere che non faccio qui considerazioni morali. Il Vaticano permise la prostituzione perché si rese conto che era l'unico mezzo per contenerla, regolandola e togliendola dalle strade. Ma inutile spiegarlo a chi pensa che la religione sia una questione da fanatici irragionevoli e mi mette in bocca parole che non ho detto, come "bandire" la pornografia. Ho detto soltanto (altro fiato sprecato) che non adrebbe messa su un piedestallo in un forum maschile, come ribellione antifemminista ed espressione di civiltà grecoromana.

Quindi se il vaticano domani mattina permette i matrimoni gay (cosa che già vuole fare) per "contenere e regolamentare" i matrimoni non religiosi, tu dovresti essere d'accordo. Perchè il ragionamento che segui per la prostituzione è uguale.
Per il resto nessuno l'ha messa sul piedistallo, nè l'ha classificata come mezzo di "ribellione maschile". Semplicemente la ritengo una delle libertà maschili che nessuno dovrebbe vietare.

Citazione da: Vicus
Se proprio non vuoi leggere gli studi pubblicati... Magari anche i problemi lamentati da molte coppie (impotenza e/o indifferenza dell'uomo) sono un'invenzione rettiliano-femminista? Che diciamo a 'sta gente (ammesso che ci legga perché il traffico è ai minimi), continuate a trangugiare porno così vostra moglie sarà ancora più motivata a divorziare?

Capisco. Quindi i problemi sessuali delle coppie sono dovuti al porno. Interessante. Dove è stato pubblicata una simile castroneria? Su Famiglia Cristiana, Avvenire o Novella 2000? Per il resto, il traffico cala quando gli utenti credono di iscriversi ad un forum maschile per parlare dei propri problemi quotidiani ed invece si ritrovano a dover controbattere a posizioni totalmente oscurantiste ed anacronistiche.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 22:45:28 pm
.....

Ps. Nella Russia di Putin porno e prostituzione sono banditi. Ma lì la motivazione è pro-demografica, non etica.

Non diciamo fesserie. In Russia il porno non è assolutamente bandito. Dove l'hai letto una cosa simile? La prostituzione invece si, è illegale. Come è illegale anche in USA e nei paesi femministi occidentali.
Per quanto riguarda la demografia la si aumenta con le buone politiche familiari e con una società non basata sulla misandria, come è in Russia. Il porno non c'entra nulla.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 22:58:25 pm
Non diciamo fesserie. In Russia il porno non è assolutamente bandito. Dove l'hai letto una cosa simile? La prostituzione invece si, è illegale. Come è illegale anche in USA e nei paesi femministi occidentali.
Per quanto riguarda la demografia la si aumenta con le buone politiche familiari e con una società non basata sulla misandria, come è in Russia. Il porno non c'entra nulla.


https://www.gqitalia.it/ragazze/eros/2015/09/09/pornhub-vietato-russia-e-lultima-vittima-della-censura-contro-il-porno/


Quando cerchi di accedere a pornhub dalla Russia TI compare la scritta: "la demografia è una cosa reale, non virtuale" (Vado a memoria).


Lo so che sono considerato il pagliaccio del forum (viste le mie idee e le mie vicende personali) ma non sono il tipo che apre la bocca senza sapere... ;)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 23:03:08 pm
Reyky, Pornhub è stato vietato per motivi politici. Hai presente la nuova guerra fredda che c'è tra Russia e Usa? Sai quanti altri siti porno esistono a questo mondo oltre a Pornhub? Una cosa è dire che in Russia è stato oscurato un sito porno americano ( o più di uno), un conto è dire che in Russia il porno è bandito. Sono cose completamente diverse. Se si deve dire qualcosa, almeno lo si faccia con cognizione di causa.
L'articolo che hai postato è di parte. Fidati. E' un attacco alla (giustissima) legge russa contro la propaganda omosessuale ai minori.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 24, 2018, 23:03:55 pm
Lo so che sono considerato il pagliaccio del forum
Ahi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 23:09:21 pm
Reyky, Pornhub è stato vietato per motivi politici. Hai presente la nuova guerra fredda che c'è tra Russia e Usa? Sai quanti altri siti porno esistono a questo mondo oltre a Pornhub? Una cosa è dire che in Russia è stato oscurato un sito porno americano ( o più di uno), un conto è dire che in Russia il porno è bandito. Sono cose completamente diverse. Se si deve dire qualcosa, almeno lo si faccia con cognizione di causa.
L'articolo che hai postato è di parte. Fidati. E' un attacco alla (giustissima) legge russa contro la propaganda omosessuale ai minori.


http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2016/09/15/russia-stop-youporn-pornhub-incontratevi-nella-vita-reale_SOYxUnei2zEGKagKHb8mfO.html


Ecco ho trovato quello che cercavo nel noto sito di bufale "adnkronos", inoltre la frase "incontratevi nella vita reale" è dedicata ai gay e non agli etero... uhm, ok. Putin invita i gay a fare sesso nella vita reale... :rolleyes:
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 23:13:38 pm

http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2016/09/15/russia-stop-youporn-pornhub-incontratevi-nella-vita-reale_SOYxUnei2zEGKagKHb8mfO.html

Ecco ho trovato quello che cercavo nel noto sito di bufale "adnkronos", inoltre la frase "incontratevi nella vita reale" è dedicata ai gay e non agli etero... uhm, ok. Putin invita i gay a fare sesso nella vita reale... :rolleyes:

Praticamente l'articolo che avevi postato prima, aveva propagandato una bufala. Inoltre, quando si tratta di cose del genere, è bene consultare varie fonti perchè la merda mediatica occidentale non perde occasione per demonizzare la Russia. Ripeto: in Russia il porno NON è vietato.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 23:19:23 pm
AdnKronos propaganda bufale? Alzo le mani, hai ragione tu.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 23:20:04 pm
Ahi.

?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 23:24:36 pm
AdnKronos propaganda bufale? Alzo le mani, hai ragione tu.

Su link dell'Adnkronos effettivamente ho letto male. Ma non cambia ciò che ho detto: in Russia il porno NON è vietato. Potrebbero aver oscurato dei siti porno americani per ragioni politiche. Ma sai quanti siti porno sforna la sola Russia? Inoltre, quando si tratta di Russia, non credo quasi mai a ciò che viene scritto dalle testate occidentali, tranne se una notizia non mi viene confermata da altre fonti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 24, 2018, 23:26:54 pm
Non è mai un bene che un uomo che viene qui si senta trattato da pagliaccio
Da chi?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 24, 2018, 23:31:59 pm
Non lo so, deve dirlo lui. Gli equivoci vanno chiariti così si stemperano eventuali tensioni.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 23:34:04 pm
Su link dell'Adnkronos effettivamente ho letto male. Ma non cambia ciò che ho detto: in Russia il porno NON è vietato. Potrebbero aver oscurato dei siti porno americani per ragioni politiche. Ma sai quanti siti porno sforna la sola Russia? Inoltre, quando si tratta di Russia, non credo quasi mai a ciò che viene scritto dalle testate occidentali, tranne se una notizia non mi viene confermata da altre fonti.


Tempo di accendere il PC e rispolvero degli studi riportati in altri forum...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 23:36:05 pm

Tempo di accendere il PC e rispolvero degli studi riportati in altri forum...

Cosa c'entrano "gli studi" con il fatto che hai affermato che in Russia il porno sarebbe vietato?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: ReYkY - Febbraio 24, 2018, 23:46:19 pm
Cosa c'entrano "gli studi" con il fatto che hai affermato che in Russia il porno sarebbe vietato?


Perché il fatto Russo mi sembrava già chiarito. In Russia magari il porno non è vietato (anche perché con TOR manco ci riuscirebbero), ma è lapalissiano che non è visto di buon occhio, giustamente aggiungo io. Tra l'altro il porno di sicuro peggiora la situazione degli hikikomori (altra cosa sottovalutata in Italia).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 24, 2018, 23:52:21 pm

Perché il fatto Russo mi sembrava già chiarito. In Russia magari il porno non è vietato (anche perché con TOR manco ci riuscirebbero), ma è lapalissiano che non è visto di buon occhio, giustamente aggiungo io. Tra l'altro il porno di sicuro peggiora la situazione degli hikikomori (altra cosa sottovalutata in Italia).

Sei liberissimo di fare tutte le considerazione personali che vuoi. Ci mancherebbe. Ma dire che in Russia il porno è vietato, è dire volutamente una cosa non vera. Per cui prima di fare affermazioni, sarebbe il caso di verificarne la veridicità e soprattutto di consultare più fonti.
Ps: in casa nostra c'è gente che ha proposto realmente cose del genere, delle mentecatte che prendono il nome di femministe:
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php/topic,8286.msg97957.html#msg97957
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php/topic,7137.msg84332.html#msg84332
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 24, 2018, 23:57:42 pm

Perché il fatto Russo mi sembrava già chiarito. In Russia magari il porno non è vietato (anche perché con TOR manco ci riuscirebbero), ma è lapalissiano che non è visto di buon occhio, giustamente aggiungo io.
Se è così (come è probabile) non posso dar loro torto, il porno ha conseguenze anche sociali (rapporti di coppia e demografia), come sempre colla nota: non per tutti magari ma per molti.
Tra l'altro il porno di sicuro peggiora la situazione degli hikikomori (altra cosa sottovalutata in Italia).
E' quel che ho scritto anch'io, i dirtti maschili riguardano anche loro, dir loro di aumentare la dose di porno in nome della civiltà antica non mi pare una grande idea. Né vale l'argomento che gli hikikomori avrebbero problemi indipendenti dal porno, tutte le attività suscettibili  di creare dipendenze presentano seri rischi specialmente nel contesto odierno, come il gioco d'azzardo che ha rovinato persone prima normalissime.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 25, 2018, 00:15:28 am
?
Mi spiace che ti senta trattato così, sono certo che non è l'intenzione di nessuno.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Febbraio 25, 2018, 00:30:03 am
A me non risulta affatto che in Russia il porno è (sarebbe) vietato.
Tra l'altro, insieme all'Ungheria e alla Repubblica Ceca, quel paese sforna le pornostar più fiche d'Europa.
http://it.foxtube.com/pornostar/russia/
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Febbraio 25, 2018, 01:20:07 am
Se avessi letto lo studio che postai, avresti compreso cosa diceva. Per il resto quando mai uno studio potrebbe dire se il porno favorisce o diminuisce l'antifemminismo?  :blink:
E' quel che incredibilmente hanno scritto altri, forse consapevoli che andavano a riesumare una discussione fin troppo accesa.
La cosa certa è che certe posizioni sono sovrapponibili alle posizioni delle femministe, che ritengono che il porno debba essere bandito perchè favorisce la violenza sulle donne o minchiate simili.
Nulla lascia più spazio al femminismo del rammollimento e alienazione maschile, documentata nei molti casi di dipendenza da porno.
Quindi se il vaticano domani mattina permette i matrimoni gay (cosa che già vuole fare) per "contenere e regolamentare" i matrimoni non religiosi, tu dovresti essere d'accordo. Perchè il ragionamento che segui per la prostituzione è uguale.
No: i rapporti gay non c'entrano nulla col matrimonio, ne quest'ultimo servirebbe a limitarli a differenza di una prostituzione regolamentata.
Capisco. Quindi i problemi sessuali delle coppie sono dovuti al porno. Interessante. Dove è stato pubblicata una simile castroneria? Su Famiglia Cristiana, Avvenire o Novella 2000? Per il resto, il traffico cala quando gli utenti credono di iscriversi ad un forum maschile per parlare dei propri problemi quotidiani ed invece si ritrovano a dover controbattere a posizioni totalmente oscurantiste ed anacronistiche.
Sono talora dovuti anche al porno, come molte testimonianze su qualsiasi sito di terapia di coppia/consigli coniugali lontano anni luce da "Avvenire" (che manco leggo).
Se un maschio dipendente e che non vede una donna da anni (ne sono arrivati diversi qui) legge le suddette "castronerie" sul significato civile e politico del porno, il minimo che può pensare è che non gli serve 'sta filosofia e il minimo che può fare è seguire il consiglio di QM e lasciare il forum in favore di YouPorn.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Febbraio 25, 2018, 11:00:02 am
Provo a fare il paragone col cibo .

Andare con una escort = comprare il cibo. Punto e basta .
Guardare un porno = annusare un pranzo stratosferico senza poterlo toccare nè assaggiare, in modo da far aumentare un desiderio e delle aspettative che non arriveranno mai, almeno all'uomo comune .

Quindi la differenza c'è .

Citazione
secondo me i livelli di testosterone dopo la masturbazione

Non è "secondo te", è così . E' questione di ormoni .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Alberto1986 - Febbraio 25, 2018, 15:41:40 pm
.....Nulla lascia più spazio al femminismo del rammollimento e alienazione maschile, documentata nei molti casi di dipendenza da porno.No: i rapporti gay non c'entrano nulla col matrimonio, ne quest'ultimo servirebbe a limitarli a differenza di una prostituzione regolamentata.Sono talora dovuti anche al porno, come molte testimonianze su qualsiasi sito di terapia di coppia/consigli coniugali lontano anni luce da "Avvenire" (che manco leggo).
.....

Vicus c'è proprio un muro di incomprensione tra ciò che affermo io e ciò che poi tu rispondi. Inutile continuare un dibattito tra due interlocutori che non si possono capire.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Febbraio 26, 2018, 13:53:29 pm
Reyky, tu non sei un pagliaccio. In questo forum... uhm, meglio.che mi stia zitto :dry: .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Febbraio 26, 2018, 14:32:05 pm
Reyky, tu non sei un pagliaccio. In questo forum... uhm, meglio.che mi stia zitto :dry: .
Non farai mica come le donne, che scagliano il sasso e poi nascondono la mano? :D Parla pure...
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: gluca - Aprile 07, 2018, 03:34:09 am
La crociata contro il porno è la versione moderna del "le pippe ti rendono cieco"
:)
E il motivo è sempre lo stesso: a qualcuno fa comodo che tu metta al mondo "carne da cannone" (o forse, oggi, meglio dire "carne da pagamento pensione").
:)
Detto questo, la dipendenza può esserci, in qualche caso.
Come ce ne sono tante altre, con  cui la gente convive, ad esempio il fumo (lo dice un fumatore).
L' individuo perfetto non esiste.
:)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 07, 2018, 09:45:23 am
Forse la crociata è bollare, in modo non troppo scientifico, come crociata molti studi scientifici indipendenti. Sarebbe più convincente citare altri studi che giungono a conclusioni opposte.

La carne da cannone specialmente in Europa non serve quasi più, ci sono droni e altre diavolerie più "efficaci" ed economiche.

Anche qui, sarei lieto di vedere qualche studio che dimostri che la dipendenza da porno è un caso raro, e magari che il fumo fa bene.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Aprile 07, 2018, 10:36:04 am
La crociata contro il porno è la versione moderna del "le pippe ti rendono cieco"
:)
E il motivo è sempre lo stesso: a qualcuno fa comodo che tu metta al mondo "carne da cannone" (o forse, oggi, meglio dire "carne da pagamento pensione").
:)
Detto questo, la dipendenza può esserci, in qualche caso.
Come ce ne sono tante altre, con  cui la gente convive, ad esempio il fumo (lo dice un fumatore).
L' individuo perfetto non esiste.
:)

Ascolta, io sono ateo e non ho nulla a che spartire con le varie religioni esistenti al mondo, ma il discorso sulla pornografia è più complesso.
Inoltre da ragazzo vedevo frequentemente dei film porno in VHS, che non mi hanno prodotto alcun danno a livello psicologico-emotivo (anzi), perciò non stai certamente parlando con un puritano.

Resta il fatto che il porno odierno può far realmente male a chi ne fa un uso massiccio tramite il web, dove si può vedere di tutto e di più,* compresi rapporti sessuali che nel quotidiano quasi nessun uomo sperimenterà mai nel corso della propria esistenza.
Infatti i porno attuali, ancor più di quelli del passato, rappresentano una realtà che esiste solo nel mondo del porno, per l' appunto, e che condiziona negativamente la mente di tanti ragazzi e uomini.

@@

*
Basta digitare su google:
Jureka Del Mar, Nataly Gold, Gapolexa, Anna De Ville, Brittany Bardot, Lindsey Olsen, etc.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: gluca - Aprile 07, 2018, 20:52:48 pm
Anche qui, sarei lieto di vedere qualche studio che dimostri che la dipendenza da porno è un caso raro, e magari che il fumo fa bene.

Mah, ho l' impressione che i cigarillos facciano nettamente peggio delle pippe.
Le seconde, non a caso, rispetto ai primi, non hanno bisogno del filtro.
:)
Detto questo, non ho idea delle dimensioni del fenomeno.
Tuttavia, ho l'impressione che, i cultori del genere, siano, in gran parte, quelli che guardano robe che poco hanno a che fare con la normale sessualità per come viene comunemente intesa.
Quelle robe con lei che viene inchiappettata da un mulo, per  fare un esempio.
(veuillez m'excuser pour mon français)
:)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 08, 2018, 00:06:44 am
Mais je vous en prie, quelle classe!
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Sardus_Pater - Aprile 08, 2018, 00:56:22 am
Mais je vous en prie, quelle classe!

Il me rappele Duchamps :lol: ...

Se vedete il giro di visite che ha un sito come Boundhub, vi casca la mascella :w00t: .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: gluca - Aprile 08, 2018, 01:20:24 am
La classe n'est pas de l'eau...
:)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Aprile 08, 2018, 03:37:35 am
Non è fantastico il livello che sta raggiungendo questo forum pioniere della Questione Maschile?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 19, 2018, 13:38:49 pm
Ripeto un'altra domanda: cosa guadagna oggettivamente un uomo nell'unirsi con una donna? Quale vantaggio evolutivo? Come può questa migliorare la sua vita e la sua routine quotidiana?

Chi ha avuto più partner, o semplicemente si fa vedere in dolce compagnia di donne, è giudicato dalle donne più attraente. Questo è un vantaggio evolutivo.
Se poi ti riproduci sei oltre il vantaggio evolutivo: hai quasi vinto. Ti manca solo di far crescere tuo figlio come si deve.

Citazione
Come può questa migliorare la sua vita e la sua routine quotidiana?

Può pulirti l'appartamento, per esempio.

Il porno è un male per gli uomini. Dà dipendenza, induce devianze e non risolve il problema.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 20, 2018, 00:05:43 am
Il porno è un male per gli uomini. Dà dipendenza, induce devianze e non risolve il problema.
Stavolta a dirlo non è un 'bigotto', come la mettiamo? :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Giugno 21, 2018, 08:12:28 am
Stavolta a dirlo non è un 'bigotto', come la mettiamo? :D
OK, però finché andare a mignotte è più rischioso di rapinare una banca allora tocca ripiegare ogni tanto sui pornazzi...  :P
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 21, 2018, 12:28:41 pm
Rischioso per la salute? Anche coi controlli cambia poco.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Duca - Giugno 21, 2018, 19:17:53 pm
Rischioso per la salute?
No, intendevo in senso penale, ironizzavo sul fatto che nella mia città è scattato il giro di vite con multe per i puttanieri che si fermano con la macchina a rimorchiare.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 21, 2018, 21:41:57 pm
Il porno è un male per gli uomini. Dà dipendenza, induce devianze e non risolve il problema.
Anche i rapporti sessuali danno dipendenza. E non risolvono i problemi, se il problema non è, come non dovrebbe essere, lo status sociale.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 21, 2018, 21:47:02 pm
La crociata contro il porno è la versione moderna del "le pippe ti rendono cieco"
:)
E il motivo è sempre lo stesso: a qualcuno fa comodo che tu metta al mondo "carne da cannone" (o forse, oggi, meglio dire "carne da pagamento pensione").
:)
Detto questo, la dipendenza può esserci, in qualche caso.
Come ce ne sono tante altre, con  cui la gente convive, ad esempio il fumo (lo dice un fumatore).
L' individuo perfetto non esiste.
:)

Abbastanza d'accordo. Il sistema sessuale segue la narrazione femminile e alle donne non sta bene che un uomo faccia sesso gratuito come il sesso voyeuristico. Quindi il voyeur è per forza di cose uno sfigato, un fallito, un uomo mancato. Preferiscono che diventi loro cliente, un sessione sente, imperscrutabile, che vive per la propria donna annullandosi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 21, 2018, 22:50:29 pm
No, intendevo in senso penale, ironizzavo sul fatto che nella mia città è scattato il giro di vite con multe per i puttanieri che si fermano con la macchina a rimorchiare.
E c'è anche la giunta di centrodestra... :doh:
Citazione
E il motivo è sempre lo stesso: a qualcuno fa comodo che tu metta al mondo "carne da cannone"
Si può essere indipendenti dalle donne anche senza il porno. Anzi, il porno aumenta il desiderio quindi ottiene almeno in moltissimi casi l'effetto contrario. Mai saputo di un pornomane che ignorasse le donne, se non per inettitudine ad approcciarle.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 21, 2018, 22:53:14 pm
Ingorasse, cioè?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 21, 2018, 23:14:45 pm
Corretto. La tastiera non è il pezzo forte del ROG.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 22, 2018, 00:12:15 am
Citazione
Anzi, il porno aumenta il desiderio quindi ottiene almeno in moltissimi casi l'effetto contrario

Parlando per me , in tutti i casi di pornodipendenti (tutti, quindi non il 99 % ma il 100 %) l'effetto è quello contrario che dici tu . Si creano inoltre false aspettative sulle donne . Un pò come quelle che vogliono l'uomo superdotato, muscoloso e possente .

Quindi in tutti i casi ( e ripeto ancora, TUTTI) di pornodipendenza, è vero che si diventa indifferenti alle vere relazioni, ma è anche vero che dall'altro verso , cioè il campo sessuale , si aumenta drammaticamente la dipendenza . Insomma è molto più frustrato il pornaiolo medio che un uomo solo da sempre che però schifa i porno . Gli unici pornaioli non frustrati sono quelli che hanno le capacità di smettere con la dipendenza , e se ne contano sulle punte delle dita .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 00:46:01 am
Ancora credere nella frustrazione sessuale?
Mi spieghi Jason com'è possibile che un "sesso finto" tolga interesse per il "sesso vero"? Se è così superiore e così indispensabile, il pornomane dovrebbe non vedere più l'ora di mettere in pratica i filmini; invece da come dici i porno tolgono spinta estroversa.
È un po'come se dicessi: "attento a guardare troppi cartoni animati, rischi di diminuire l'interesse per i film"; la prima cosa che mi verrebbe in mente è che dei film non sono così di un'altra categoria ma perfettamente sostituibili.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 22, 2018, 00:54:37 am
Ancora credere nella frustrazione sessuale?
Mi spieghi Jason com'è possibile che un "sesso finto" tolga interesse per il "sesso vero"? Se è così superiore e così indispensabile, il pornomane dovrebbe non vedere più l'ora di mettere in pratica i filmini; invece da come dici i porno tolgono spinta estroversa.
È un po'come se dicessi: "attento a guardare troppi cartoni animati, rischi di diminuire l'interesse per i film"; la prima cosa che mi verrebbe in mente è che dei film non sono così di un'altra categoria ma perfettamente sostituibili.

Questo perchè stai ragionando da una prospettiva univoca . Tolgono spinta estroversa nel senso che temporaneamente fanno perdere l'interesse , ma dall'altro ti fanno venire più voglia . E' come la droga, dopo aver assunto coca o quant'altro per un paio di ore stai alla grande e ti disinteressi del mondo , il giorno dopo hai ancora più voglia di assumerla .

E' come se mettono una bistecca molto bella di fronte ad un affamato senza che questo abbia la possibilità di toccarla, è ovvio che questo meccanismo a loop infinito alimenti ancora di più la fame .

Non ho detto che il sesso finto toglie interesse per quello vero , non è questo il messaggio . Ho detto che il sesso finto carica di false aspettative quello vero , aspettative che nella maggioranza delle donne non ci saranno mai .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 22, 2018, 05:30:32 am
Anche i rapporti sessuali danno dipendenza. E non risolvono i problemi, se il problema non è, come non dovrebbe essere, lo status sociale.

Fare sesso è normale e l'intimità con una donna ci completa. Il problema del ragazzo che aveva aperto l'altro topic è proprio la mancanza di intimità e di una vita affettiva e sessuale appagante. Il porno si sostituisce all'intimità e porta chi lo guarda a dipenderne per soddisfare il bisogno d'altrA. Bisogno che non viene mai soddisfatto e fa precipitare in una spirale di dipendenza.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 07:24:22 am
Fare sesso è normale e l'intimità con una donna ci completa. Il problema del ragazzo che aveva aperto l'altro topic è proprio la mancanza di intimità e di una vita affettiva e sessuale appagante. Il porno si sostituisce all'intimità e porta chi lo guarda a dipenderne per soddisfare il bisogno d'altrA. Bisogno che non viene mai soddisfatto e fa precipitare in una spirale di dipendenza.
Mah. Il concetto di normalità/anormalità lo concepisco solo da un punto di vista statistico. C'è chi ne fa poco, chi ne fa tanto, chi ne fa niente, non capisco in base a che cosa si è normali. Se uno è omosessuale deve andare con le donne che lo attraggono solo per rispetto della normalità?
L'intimità con una donna ci completa? E allora chiudiamo il forum. Perché tanto è inutile criticare le discriminazioni antimaschili se siamo disposti a strapagare sesso pratico eterodiretto.
I bisogni non sono un concetto così rigido, non è una tossicodipendenza innata. Se il piacere di consumare
qualcosa lo "sostituisci" consumando qualcos'altro, il surrogato avrà degli effetti di sollievo perché al suo interno ha qualcosa dell'altro. Se non ho acqua posso bevo l'aranciata, l'aranciata è un surrogato se mi attenua la sete, non è un surrogato l'acido muriatico e infatti non mi attenuerebbe affatto la sete.
Altra cosa: l'intimità non è per forza condivisa e non è alternativa ad altre forme di consumo. Ad esempio chi è fidanzato e attivo, se passa una strafiga in minigonna, si gira e la guarda, è una forma di sessualità anche quella e non è esclusiva degli inattivi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 22, 2018, 07:57:27 am
I bisogni non sono un concetto così rigido, non è una tossicodipendenza innata.

Esatto. Per questo il sesso è normale e non una droga. 

Se il piacere di consumare
qualcosa lo "sostituisci" consumando qualcos'altro, il surrogato avrà degli effetti di sollievo perché al suo interno ha qualcosa dell'altro.

Certo, ma resta un sostituto e porta dipendere da quello per il soddisfacimento del bisogno se manca l'affettività normale.

L'intimità con una donna ci completa? E allora chiudiamo il forum. Perché tanto è inutile criticare le discriminazioni antimaschili se siamo disposti a strapagare sesso pratico eterodiretto.

I rapporti umani non si possono mercificare. Proprio questo fa il femminismo fra le altre cose.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 11:24:48 am
Certo, ma resta un sostituto e porta dipendere da quello per il soddisfacimento del bisogno se manca l'affettività normale.
È una dipendenza naturale, non aggressiva come le droghe propriamente dette. La stessa dipendenza verso il sesso penetrativo eterodiretto, che però, come ho già detto, gode dei favori della narrazione di regime.
E poi, diciamola tutta, il sesso gratuito non condiviso porta ad una dipendenza meno grave proprio perché le dosi sono gratuite e più facilmente reperibili. Diverso è il caso dei rapporti sentimentali da storia lungo, dove lì il sentimento è esclusivo è la crisi di astinenza è pressoché inevitabile, portando molte volte al suicidio.
Citazione
I rapporti umani non si possono mercificare. Proprio questo fa il femminismo fra le altre cose.
I rapporti umani seguono eccome le leggi di mercato; il femminismo è un'organizzazione sindacale che prova a rendere più vantaggiose per le donne le trattative sessuali.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 22, 2018, 13:16:19 pm
I rapporti umani seguono eccome le leggi di mercato; il femminismo è un'organizzazione sindacale che prova a rendere più vantaggiose per le donne le trattative sessuali.

Me lo spieghi meglio per favore?

Citazione
L'intimità con una donna ci completa? E allora chiudiamo il forum. Perché tanto è inutile criticare le discriminazioni antimaschili se siamo disposti a strapagare sesso pratico eterodiretto.

Spiegami anche questa se puoi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 22, 2018, 14:31:39 pm
Citazione
L'intimità con una donna ci completa? E allora chiudiamo il forum. Perché tanto è inutile criticare le discriminazioni antimaschili se siamo disposti a strapagare sesso pratico eterodiretto.

Il problema è la liberalizzazione del sesso , una sorta di liberismo "sessuale" estremo , non lo strapagare il sesso con una escort , che oggi è diventato la diretta conseguenza di questo libertinismo.
Non risolviamo la QM evitando di strapagare o snobbando il sesso (chiunque è libero di snobbare o non snobbare il sesso quando e come vuole), la risolviamo condannando in toto il libertinismo sessuale . Non lo sto dicendo io, è semplicemente l'ABC della QM . Se tutti gli uomini decidessero di mantenere le distanze dalle donne , farebbero delle scelte personali di vita , anche comprensibili visto l'andazzo dei divorzi , ma NON risolverebbero la QM .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 16:32:23 pm
Il problema è la liberalizzazione del sesso , una sorta di liberismo "sessuale" estremo , non lo strapagare il sesso con una escort , che oggi è diventato la diretta conseguenza di questo libertinismo.
Non risolviamo la QM evitando di strapagare o snobbando il sesso (chiunque è libero di snobbare o non snobbare il sesso quando e come vuole), la risolviamo condannando in toto il libertinismo sessuale . Non lo sto dicendo io, è semplicemente l'ABC della QM . Se tutti gli uomini decidessero di mantenere le distanze dalle donne , farebbero delle scelte personali di vita , anche comprensibili visto l'andazzo dei divorzi , ma NON risolverebbero la QM .
Non è l'ABC della QM, dai. Casomai è l'ABC della QM cattolica. Se c'è un gap di valore sessuale, quel gap lo riduci combattendo solo le storie corte e puramente fisiche, costringendo le donne a curare il loro survival value? E come fai? Sono loro a fare le carte.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 16:57:20 pm
Me lo spieghi meglio per favore?

Spiegami anche questa se puoi.
I rapporti umani sono di varia natura, ma rapporti tra genitori e figli a parte, che sono disinteressati, i rapporti seguono logiche di vantaggi e sfruttamento. I rapporti sentimentali sono la conseguenza di sentimenti che non sono altro che spinte naturali a regolarsi con la persona in questione. Un buon partito risulterà attraente come provider, un superfigo risulterà attraente come inseminatore. Nella situazione attuale l'uomo medio ha un minor valore sessuale della donna media e il gap è particolarmente alto. Questo stato che non ha un nome definito, possiamo chiamarlo ginarchia, ginecocrazia, ginocentrismo, femminocrazia è mantenuto dal lavoro di controllo sociale e culturale dell'apparato femminista (mantenuto e possibilmente aumentato). Molti uomini, nonostante siano dotati di istinto paritario e bisogno di giustizia, sono lucidi da individuare e criticare le contorsioni femministe, ma rimangono fedeli all'impronta educativa pagana in cui sono nati, secondo cui corpo femminile e sesso sono delle divinità. Per cui vedrai uomini attivisti dei diritti maschili, ma comunque religiosi e non intenzionati a mettere in discussione il culto della Fica e cambiare i loro atteggiamenti. A mio avviso questo modo di fare è una ribellione parziale e non efficace nei confronti del regime ginarchico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 17:04:18 pm
No, intendevo in senso penale, ironizzavo sul fatto che nella mia città è scattato il giro di vite con multe per i puttanieri che si fermano con la macchina a rimorchiare.

Vedete? Jason, il libertinismo puro non spiega questi fenomeni. Queste sono pressioni in direzione dell'aumento del valore sessuale del corpo femminile.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 22, 2018, 17:17:16 pm
I rapporti umani sono di varia natura, ma rapporti tra genitori e figli a parte, che sono disinteressati, i rapporti seguono logiche di vantaggi e sfruttamento. I rapporti sentimentali sono la conseguenza di sentimenti che non sono altro che spinte naturali a regolarsi con la persona in questione. Un buon partito risulterà attraente come provider, un superfigo risulterà attraente come inseminatore. Nella situazione attuale l'uomo medio ha un minor valore sessuale della donna media e il gap è particolarmente alto. Questo stato che non ha un nome definito, possiamo chiamarlo ginarchia, ginecocrazia, ginocentrismo, femminocrazia è mantenuto dal lavoro di controllo sociale e culturale dell'apparato femminista (mantenuto e possibilmente aumentato). Molti uomini, nonostante siano dotati di istinto paritario e bisogno di giustizia, sono lucidi da individuare e criticare le contorsioni femministe, ma rimangono fedeli all'impronta educativa pagana in cui sono nati, secondo cui corpo femminile e sesso sono delle divinità. Per cui vedrai uomini attivisti dei diritti maschili, ma comunque religiosi e non intenzionati a mettere in discussione il culto della Fica e cambiare i loro atteggiamenti. A mio avviso questo modo di fare è una ribellione parziale e non efficace nei confronti del regime ginarchico.

Quindi secondo te nei rapporti fra maschi e femmine non c'è e non ci potrà mai essere gratuità? Un progetto condiviso?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 18:45:38 pm
Quindi secondo te nei rapporti fra maschi e femmine non c'è e non ci potrà mai essere gratuità? Un progetto condiviso?

Per chiudere la trattativa l'uomo mette più cose sul tavolo. È inevitabile. Anche quando percepisce di non aver 'faticato' tanto, è perché si è costruito delle qualità valide sul mercato.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 22, 2018, 19:36:36 pm
Non è l'ABC della QM, dai. Casomai è l'ABC della QM cattolica. Se c'è un gap di valore sessuale, quel gap lo riduci combattendo solo le storie corte e puramente fisiche, costringendo le donne a curare il loro survival value? E come fai? Sono loro a fare le carte.

Quindi criticare il libertinismo per te significa fare QM cattolica. Sti ragionamenti li sento spesso. Dalle femministe però. Te ne rendi conto almeno ?

Citazione
Vedete? Jason, il libertinismo puro non spiega questi fenomeni. Queste sono pressioni in direzione dell'aumento del valore sessuale del corpo femminile.

E chi causa l'aumento del valore sessuale del corpo femminile ? Si, proprio quello che "non spiega questi fenomeni" .

Citazione
Per cui vedrai uomini attivisti dei diritti maschili, ma comunque religiosi e non intenzionati a mettere in discussione il culto della Fica e cambiare i loro atteggiamenti

Il "culto della fica" non lo metterai mai in discussione . Non si può mettere in discussione un qualcosa che fa parte della tua natura . E' come se mettessi in discussione lo stomaco che dice che non puoi mangiare 5 kili di pasta senza scoppiare .

Comunque è un termine errato . Non esiste un culto della fica, esiste lo zerbinismo . Tutto questo deriva dall'errata convinzione che l'uomo si debba solo "svuotare i testicoli" . L’uomo visto come essere rude, senza sentimenti e privo di bisogno di affettività e amore . L'aumentato ricorso degli uomini alla prostituzione è dovuto all'aumentare della selettività libertina femminile, la quale da un lato permette che le donne si concedano più facilmente agli uomini prestanti e robusti, dall'altro si appoggia alle convinzioni sociali che le donne debbano per forza mettersi con uomini più alti di loro, più grandi per forza e che lavorano .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 22, 2018, 19:50:41 pm
Non è l'ABC della QM, dai. Casomai è l'ABC della QM cattolica. Se c'è un gap di valore sessuale, quel gap lo riduci combattendo solo le storie corte e puramente fisiche, costringendo le donne a curare il loro survival value? E come fai? Sono loro a fare le carte.
Survival value? Ma se lavorano più degli uomini: titoli di studio regalati, corsie preferenziali nella scelta del personale (segretarie, insegnanti, infermiere, per non dire delle commesse).
Che l'uomo italiano le ignori non può che farle contente: già si stanno buttando tra le braccia delle risorse, che sono anche disposte a mantenere.

Sono loro stesse a cercare storie corte e fisiche, anche dopo i trenta, e senza bisogno di consigli da parte QMista.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 22, 2018, 19:56:41 pm
Survival value? Ma se lavorano più degli uomini: titoli di studio regalati, corsie preferenziali nella scelta del personale (segretarie, insegnanti, infermiere, per non dire delle commesse).
Che l'uomo italiano le ignori non può che farle contente: già si stanno buttando tra le braccia delle risorse, che sono anche disposte a mantenere.

Sono loro stesse a cercare storie corte e fisiche, anche dopo i trenta, e senza bisogno di consigli da parte QMista.

Per non parlare  delle dottoresse, tra non molto i medici donna supereranno i medici uomini .

Precisiamo , storie corte e fisiche proprio con uomini prestanti e muscolosi, i quali ovviamente ci stanno :  possono scopare gratuitamente quanto vogliono e un gran numero di femmine deficienti - la maggioranza delle quali deficienti poi piange perchè il "bastardo" non si è fatto più sentire, per forza cosa ti aspettavi da un alpha ? - mentre gli altri a sgomitare . E questi prestanti non lo molleranno mai il giocattolo, chi glielo fa fare ? Sono più femmine questi che le femmine stesse, è un paradosso.

E come dice Vicus , ignorarle non serve a NIENTE . Non risolverà i problemi del genere maschile .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 22, 2018, 20:03:33 pm
Sono loro stesse a cercare storie corte e fisiche, anche dopo i trenta, e senza bisogno di consigli da parte QMista.
Attenzione, ho detto che lo sfruttamento maschile avviene attraverso entrambe le vie.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 22, 2018, 20:31:55 pm
La guerra tra i sessi è una specialità femminista. La QM si risolve cambiando questa mentalità divisiva.
Quanto alle donne, seguono la corrente e si adattano prontamente al discorso che percepiscono come vincente.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 23, 2018, 03:55:56 am
Gli interventi di Jason e Vicus sono incontrovertibili. Specialmente questo:

La guerra tra i sessi è una specialità femminista. La QM si risolve cambiando questa mentalità divisiva.
Quanto alle donne, seguono la corrente e si adattano prontamente al discorso che percepiscono come vincente.

Tornando alla discussione con Warlordmaniac:

Per chiudere la trattativa l'uomo mette più cose sul tavolo. È inevitabile. Anche quando percepisce di non aver 'faticato' tanto, è perché si è costruito delle qualità valide sul mercato.

In una condizione di normalità la donna poi si dà da fare per occuparsi della casa, dei figli e dei bisogni maschili (che non sono solo sessuali).
Forse mi sbaglio, ma mi sembra che tu confonda le leggi dell'economia, che sono leggi che regolano certi rapporti umani, con il mercato che invece riguarda le merci ed il loro prezzo.
Io non sono una merce e voglio che mia moglie stia con me per quello che sono e non perché mi vede come un'auto di lusso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 23, 2018, 08:39:16 am
Survival value? Ma se lavorano più degli uomini: titoli di studio regalati, corsie preferenziali nella scelta del personale (segretarie, insegnanti, infermiere, per non dire delle commesse).
Che l'uomo italiano le ignori non può che farle contente: già si stanno buttando tra le braccia delle risorse, che sono anche disposte a mantenere.

Sono loro stesse a cercare storie corte e fisiche, anche dopo i trenta, e senza bisogno di consigli da parte QMista.

Quello è il motivo per cui l'antifemminismo è ancora in questo stato: nessuno vuole perdere occasioni, tutti temono di lasciare agli altri la merce sessuale femminile. È chiaro che in pochi non si combina nulla, vale per il voto, per gli scioperi, vale per le guerre, per i boicottaggi, per le proteste in genere.
Più è alto il percentile di valore sessuale maschile e più un suo rifiuto dà un contributo maggiore. Il caso di cui parli tu, quello dove l'uomo è talmente basso di valore che alle donne italiane non cambia nulla se le ignora, è di minor contributo alla QM, ma è anche di minore "sacrificio", cioè comunque un beta deve strapagare per avere confidenza sessuale e di conseguenza avrà un numero ridottissimo di rapporti sessuali.

Il survival value non è solo stipendio, rendita o eredità, soprattutto nella donna. Una carogna può essere anche ricca, ma avrà un survival value basso.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 23, 2018, 09:18:26 am
Quindi criticare il libertinismo per te significa fare QM cattolica. Sti ragionamenti li sento spesso. Dalle femministe però. Te ne rendi conto almeno ?
Tu hai detto che quello che pensi tu è l'ABC della QM. Suona un po' come una frase delle femministe: "buh, ma quello non è vero femminismo, il vero femminismo è quello che ti dico io".

Citazione
E chi causa l'aumento del valore sessuale del corpo femminile ? Si, proprio quello che "non spiega questi fenomeni" .
Ginarchia e sessocrazia vivono in simbiosi. Dici che è la seconda ad avere facilitato l'ascesa della prima? Mah, secondo me c'entrano il boom economico, la tecnologia, la diffusione del settore terziario, o magari la reazione ai riequilibri demografici dopo la WW2. Questi fattori e altri che mi sfuggono (anticomunismo?) hanno favorito ginarchia e sessocrazia, che si alimentano a vicenda.
Il libertinismo di cui parli è il modo in cui tu percepisci la sessocrazia. Io già ti risposi il libertinismo è un valore non esaustivo del quadro culturale attuale, perché il potere non vuole che gli individui di basso valore sessuale (quindi uomini) si moltiplichino, tant'è che la prostituzione è osteggiata criminalizzando solo l'uomo, e tant'è che si voglia confondere efebofilia con pedofilia, criminalizzando solo gli uomini, magari anche da parte di persone che poco prima sono scese in piazza per la pillola dei tre giorni dopo per tutte le età. Parallelamente al libertinismo c'è anche un vetero-moralismo mirato.

Citazione
Il "culto della fica" non lo metterai mai in discussione . Non si può mettere in discussione un qualcosa che fa parte della tua natura . E' come se mettessi in discussione lo stomaco che dice che non puoi mangiare 5 kili di pasta senza scoppiare .

Comunque è un termine errato . Non esiste un culto della fica, esiste lo zerbinismo . Tutto questo deriva dall'errata convinzione che l'uomo si debba solo "svuotare i testicoli" . L’uomo visto come essere rude, senza sentimenti e privo di bisogno di affettività e amore . L'aumentato ricorso degli uomini alla prostituzione è dovuto all'aumentare della selettività libertina femminile, la quale da un lato permette che le donne si concedano più facilmente agli uomini prestanti e robusti, dall'altro si appoggia alle convinzioni sociali che le donne debbano per forza mettersi con uomini più alti di loro, più grandi per forza e che lavorano .

Attenzione però. Culto della Fica ≠ attrazione per la fica

Quella di cui parli è una tipica Ipergamia tipica di una società idiocrazia con forte gap di valore sessuale tra uomini e donne.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 23, 2018, 09:55:37 am
Citazione
Tu hai detto che quello che pensi tu è l'ABC della QM. Suona un po' come una frase delle femministe: "buh, ma quello non è vero femminismo, il vero femminismo è quello che ti dico io".

Sbagliato. Non è "quello che penso io" , la QM non è quello che penso io , la QM è una sola e basta. Poi gli antifemministi si dividono in diverse categorie . Come il femminismo, ha diverse sottosezioni . Essere favorevoli al libertinismo sessuale non significa andare contro a quello che penso io, significa negare uno dei cardini della QM. E' come se si fosse favorevoli alle quote rosa.

Citazione
Ginarchia e sessocrazia vivono in simbiosi. Dici che è la seconda ad avere facilitato l'ascesa della prima? Mah, secondo me c'entrano il boom economico, la tecnologia, la diffusione del settore terziario, o magari la reazione ai riequilibri demografici dopo la WW2. Questi fattori e altri che mi sfuggono (anticomunismo?) hanno favorito ginarchia e sessocrazia, che si alimentano a vicenda.
Il libertinismo di cui parli è il modo in cui tu percepisci la sessocrazia. Io già ti risposi il libertinismo è un valore non esaustivo del quadro culturale attuale, perché il potere non vuole che gli individui di basso valore sessuale (quindi uomini) si moltiplichino, tant'è che la prostituzione è osteggiata criminalizzando solo l'uomo, e tant'è che si voglia confondere efebofilia con pedofilia, criminalizzando solo gli uomini, magari anche da parte di persone che poco prima sono scese in piazza per la pillola dei tre giorni dopo per tutte le età. Parallelamente al libertinismo c'è anche un vetero-moralismo mirato.

http://ilvolodidedalo.blogspot.com/2014/07/questione-maschile-questione-etica.html
Questo link risponde a tutti i dubbi
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 23, 2018, 10:52:43 am
Quello è il motivo per cui l'antifemminismo è ancora in questo stato: nessuno vuole perdere occasioni, tutti temono di lasciare agli altri la merce sessuale femminile. È chiaro che in pochi non si combina nulla, vale per il voto, per gli scioperi, vale per le guerre, per i boicottaggi, per le proteste in genere.
Il boicottaggio funziona ma non con donne giovani (hanno gli alfa che sempre ci saranno, oppure si astengono dalla compagnia maschile). E sono quelle che contano ai fini dell'antifemminismo.

Però non volevo dire che gli uomini debbano cercare le donne, ma che devono lavorare nella direzione di pacificazione del conflitto (ovviamente con leggi davvero paritarie) e di sani rapporti tra i sessi.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 23, 2018, 15:49:19 pm
Quello è il motivo per cui l'antifemminismo è ancora in questo stato: nessuno vuole perdere occasioni, tutti temono di lasciare agli altri la merce sessuale femminile. È chiaro che in pochi non si combina nulla, vale per il voto, per gli scioperi, vale per le guerre, per i boicottaggi, per le proteste in genere.
Più è alto il percentile di valore sessuale maschile e più un suo rifiuto dà un contributo maggiore. Il caso di cui parli tu, quello dove l'uomo è talmente basso di valore che alle donne italiane non cambia nulla se le ignora, è di minor contributo alla QM, ma è anche di minore "sacrificio", cioè comunque un beta deve strapagare per avere confidenza sessuale e di conseguenza avrà un numero ridottissimo di rapporti sessuali.

Il survival value non è solo stipendio, rendita o eredità, soprattutto nella donna. Una carogna può essere anche ricca, ma avrà un survival value basso.

Cosa bisogna fare?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 23, 2018, 17:01:10 pm
Cosa bisogna fare?

Emanciparsi dal dio Sesso. Viverlo non come una religione o come un dovere. Lavorare per l'autosufficienza e l'indipendenza. Non concedersi a donne che non hanno fatto abbastanza per meritarsi. Non investire troppo per un rapporto. Distribuire la confidenza in modo tale che venga premiata l'umanità e non l'aspetto fisico.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 23, 2018, 17:20:15 pm
Emanciparsi dal dio Sesso. Viverlo non come una religione o come un dovere. Lavorare per l'autosufficienza e l'indipendenza. Non concedersi a donne che non hanno fatto abbastanza per meritarsi. Non investire troppo per un rapporto. Distribuire la confidenza in modo tale che venga premiata l'umanità e non l'aspetto fisico.

 :ok:

Non mettere in mano alle donne la definizione del nostro valore.

Però ricorda che la negazione della sessualità porta solo guai. Una cosa è volere il sesso e volersi riprodurre (cosa positiva e vitale per gli uomini), un'altra è essere dipendenti dalle donne per la propria autodeterminazione o comportarsi da zerbini (cosa negativa e fatale).
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Giugno 23, 2018, 17:34:02 pm
Cosa bisogna fare?
Emigrare finchè possiamo. Tutti quanti. Vedrai che quando saranno rimasti solo donne, vecchi e bambini il femminismo se la suonerà e canterà da solo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 23, 2018, 17:39:46 pm
Emigrare finchè possiamo. Tutti quanti. Vedrai che quando saranno rimasti solo donne, vecchi e bambini il femminismo se la suonerà e canterà da solo.

Non potrei mai… Ho una voce nella testa che urla: "Boia chi molla!".
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 23, 2018, 17:41:47 pm
Emigrare finchè possiamo. Tutti quanti. Vedrai che quando saranno rimasti solo donne, vecchi e bambini il femminismo se la suonerà e canterà da solo.
No accoglierà l'Islam a braccia aperte.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: krool - Giugno 23, 2018, 17:59:46 pm
La salvezza ormai è individuale e non collettiva, ricordatevelo :D
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Jason - Giugno 23, 2018, 20:41:02 pm
Emanciparsi dal dio Sesso. Viverlo non come una religione o come un dovere. Lavorare per l'autosufficienza e l'indipendenza. Non concedersi a donne che non hanno fatto abbastanza per meritarsi. Non investire troppo per un rapporto. Distribuire la confidenza in modo tale che venga premiata l'umanità e non l'aspetto fisico.

Sono le religioni ad insegnare che il sesso non va mai idolatrato .
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Warlordmaniac - Giugno 24, 2018, 08:47:59 am
Sono le religioni ad insegnare che il sesso non va mai idolatrato .

E infatti da sempre ho posizioni filoreligiose pur non essendo praticante. Quello che critico alle religioni propriamente dette è la loro debolezza, perlomeno in Italia, nei confronti del paganesimo. Insomma, l'italiano legge la Bibbia della fica, del soldi e del calcio, l'italiana vuole essere più figa e girare più nuda delle amiche. Il quadro è questo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 24, 2018, 09:30:10 am
E infatti da sempre ho posizioni filoreligiose pur non essendo praticante. Quello che critico alle religioni propriamente dette è la loro debolezza, perlomeno in Italia, nei confronti del paganesimo. Insomma, l'italiano legge la Bibbia della fica, del soldi e del calcio, l'italiana vuole essere più figa e girare più nuda delle amiche. Il quadro è questo.

Questa è un po' una visione distorta del paganesimo. I fondamenti del mos romanorum sono la virilitas e la pudicitia. Alla radice della decadenza dei costumi ci sono l'ateismo, il laicismo, il satanismo ed il materialismo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Frank - Giugno 24, 2018, 11:35:00 am
No accoglierà l'Islam a braccia aperte.

Più che sicuro.

@

PS: Io sono nato in Italia, vivo in Italia e morirò in Italia.
Di emigrare altrove, magari in qualche paese non femminista, ma che per altri versi è una merda, non ci penso neppure.
Il "paradiso in terra" non esiste.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 24, 2018, 12:50:34 pm
E infatti da sempre ho posizioni filoreligiose pur non essendo praticante. Quello che critico alle religioni propriamente dette è la loro debolezza, perlomeno in Italia, nei confronti del paganesimo. Insomma, l'italiano legge la Bibbia della fica, del soldi e del calcio, l'italiana vuole essere più figa e girare più nuda delle amiche. Il quadro è questo.
Ben detto!
Questa è un po' una visione distorta del paganesimo. I fondamenti del mos romanorum sono la virilitas e la pudicitia. Alla radice della decadenza dei costumi ci sono l'ateismo, il laicismo, il satanismo ed il materialismo.
E' così, anche se questo scompiglio è dovuto in primis alla rivoluzione tecnologica, gli altri fattori sono usati dal potere per controllarla, perché sa che i cambiamenti tecnologici portano a una riconfigurazione delle istituzioni. C'è inoltre la volontà di spostare il baricentro poitico ed economico in Asia (dove la società pur con le sue contraddizioni non è allo sfascio come in Occidente).
Di emigrare altrove, magari in qualche paese non femminista, ma che per altri versi è una merda, non ci penso neppure.
Il "paradiso in terra" non esiste.
Non per nulla un caro utente "asiatico" ha detto di esser tornato tra noi :)
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 24, 2018, 16:35:03 pm
Ben detto!E' così, anche se questo scompiglio è dovuto in primis alla rivoluzione tecnologica, gli altri fattori sono usati dal potere per controllarla, perché sa che i cambiamenti tecnologici portano a una riconfigurazione delle istituzioni.* C'è inoltre la volontà di spostare il baricentro poitico ed economico in Asia** (dove la società pur con le sue contraddizioni non è allo sfascio come in Occidente).Non per nulla un caro utente "asiatico" ha detto di esser tornato tra noi :)

*Verissimo.

**Come mai c'è questa volontà? E da parte di chi in particolare?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 24, 2018, 17:17:40 pm
Il progetto esiste da almeno un secolo, i motivi profondi li ignoro ma possono essere:
- Hanno un'organizzazione del lavoro e della società da formicaio, che la rende molto efficiente ed economica, in Cina addirittura sfruttano i cittadini con soprusi autoritari.
- Hanno immense risorse territoriali e umane da sfruttare, estensione geografica notevole, ottima demografia.
- Non sono cristiani, e alla élite "sataniche" questo fa piacere. La prima globalizzazione avvenne sotto Alessandro, che contribuì molto a diffondere il buddismo, religione laica della rassegnazione.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 24, 2018, 18:31:02 pm
Il progetto esoste da almeno un secolo, i motivi profondi li ignoro ma possono essere:
- Hanno un'organizzazione del lavoro e della società da formicaio, che la rende molto efficiente
- Hanno immense risorse territoriali e umane da sfruttare, estensione geografica notevole, ottima demografia
- Non sono cristiani, e alla élite "sataniche" questo fa piacere. La prima globalizzazione avvenne sotto Alessandro, che contribuì molto a diffondere il buddismo, religione laica della rassegnazione.

In effetti in Asia solo il nobile è libero ed il buddismo del popolo è diverso da quello dei nobili.
In Italia ed Europa siamo tutti di stirpe Arya e cioè nobile e perciò i nostri popoli sono liberi.
Per questo motivo le élite sataniche ci vogliono imporre il meticciato obbligatorio.

La prima globalizzazione avvenne sotto Alessandro, che contribuì molto a diffondere il buddismo

Interessante, non lo sapevo.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 24, 2018, 21:56:37 pm
I guadagni sono molto più alti spostando la produzione in alveari cinesi, che non hanno conosciuto il diritto romano e dove gli esseri umani possono essere sfruttati come animali. Ma nel lungo periodo questo non funziona. L'unica misura risolutiva sono i dazi, rilocalizzare le manifatture (è anche la tendenza generale).

Il progetto del meticciato dovrebbe ormai essere a tutti evidente, ma come ho detto non è un fine ma un mezzo per destabilizzare l'Occidente fino al compimento della transizione socioeconomica, che porterà alla creazione di Stati anche piccoli ma culturalmente compatti su base etnica. A nessuno interessa islamizzare l'Europa, o avere una popolazione mista senza identità, perché costa troppo al sistema, con la sua scarsa efficienza produttiva e gli alti costi sociali (disoccupazione, ghetti, conflitti, delinquenza ecc.)

Ovvio che culture così diverse non possono coesistere, tanto più quando c'è una forte tendenza delinquenziale dei migranti (la Tunisia ci ha scaricato 2700 detenuti!)
Il risultato sarà una guerra civile, con espulsione di parte degli immigrati (se non saranno già maggioranza) e/o la creazione di enclaves musulmane in Europa. I tedeschi, i francesi e gli scandinavi sono bolliti dalla propaganda dei media, continuano a non rendersene conto e già esistono intere zone o villaggi dove lo Stato non entra più, c'è solo la legge e i tribunali islamici.

La conquista di Alessandro era stata già pianificata dal padre Filippo, e Dario fu tradito dai suoi generali.
Anche l'altro 'globalizzatore' Napoleone, conquistò l'Europa perché gli eserciti avversari gli aprirono le porte, grazie all'azione massonica. Una volta ottenuto lo scopo, quale limone spremuto fu relegato a Sant'Elena e fu instaurato il Gold Standard (la copia dell'Euro: cambio fisso delle monete) che portò alla 1° Guerra Mondiale. Dopo la guerra lo Standard fu ripristinato e portò alla 2°. Ecco perché con tali evidenze storiche le élite non possono non sapere quali sono le conseguenze dell'Euro, anche se le élite intermedie non lo sanno perché sono scelte per la loro mediocrità, come si vede dalla loro incapacità a fronteggiare situazioni nuove come le sfide dei movimenti sovranisti.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 25, 2018, 02:02:09 am
La salvezza ormai è individuale e non collettiva, ricordatevelo :D
Nel lungo periodo no, o agiamo insieme o saremo travolti. L'esito ultimo di tutte queste crisi socioeconomiche (anche se le élites che le realizzano non lo sanno) è proprio favorire la consapevolezza che l'umanità per sopravvivere deve agire insieme. Il tema è stato studiato da McLuhan e da Frank Herbert nel ciclo Dune. Nell'era dello spettacolo, è come una pièce cui siamo tutti chiamati a interpetare la nostra parte.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Kratos - Giugno 25, 2018, 05:42:57 am
Nel lungo periodo no, o agiamo insieme o saremo travolti. L'esito ultimo di tutte queste crisi socioeconomiche (anche se le élites che le realizzano non lo sanno) è proprio favorire la consapevolezza che l'umanità per sopravvivere deve agire insieme. Il tema è stato studiato da McLuhan e da Frank Herbert nel ciclo Dune. Nell'era dello spettacolo, è come una pièce cui siamo tutti chiamati a interpetare la nostra parte.

 :clapping: sacrosanto.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Rivarol - Giugno 27, 2018, 21:40:30 pm
Scusate l'OT, ma perché sono stati elimiati i miei due messaggi nel thread?
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Vicus - Giugno 27, 2018, 21:45:30 pm
Rivarol, come sempre nessun messaggio è stato eliminato, si era andati off topic e ho spostato alcuni post qui:
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php/topic,15764.msg183776/topicseen.html#msg183776
Fammi sapere se trovi anche i tuoi.

NB Tutte le modifiche ai post vengono riportate in un registro consultabile dagli admin, e i post cancellati non vengono eliminati ma spostati in una sezione sempre visibile agli admin.
Titolo: Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
Inserito da: Rivarol - Giugno 27, 2018, 21:48:40 pm
Sì, ci sono. Grazie per l'info:)