Autore Topic: Il divorzio? Una commedia...  (Letto 10403 volte)

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5972
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #15 il: Febbraio 19, 2014, 06:43:50 am »
allora ne valeva la pena divorziare.
La maggior parte delle donne divorziate che conosco venivano picchiate dai mariti, o lui le tradiva o lui ha chiesto il divorzio.
Anche mia madre è divorziata, perché mio padre ha lasciato incinta una sua alunna di 14 anni e doveva risposarsi in fretta. E vero che le mie colleghe di classe mi prendevano in giro che non ho un padre. Non so perché pensi che sia più coretto che il mondo sia cosi...
Reinventiamo motivi di esclusione sociale, proprio quelle mancano.
Mia nonna si è suicidata perché il nonno voleva divorziare. Io non voglio che il mondo sia cosi di nuovo che una per vergogna si suicida. Sempre meglio oggi allora.

troiate
Vnd [nick collettivo].

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #16 il: Febbraio 19, 2014, 10:45:18 am »
troiate
tipico modo di argomentare maschile,

Nell'Europa del 2014 la gente divorzia per futili motivi, su iniziativa della donna dal 70 all'85% dei casi.

l'iniziativa della donna non significa che è per colpa sua.

Con il mantenimento dell'ex moglie non sono mai stata d'accordo, con quella dei bambini si.

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5972
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #17 il: Febbraio 19, 2014, 10:51:47 am »
tipico modo di argomentare maschile,
Esigenze di sintesi.
Forse leggermente inelegante ma perfettamente in sintonia con le tipiche argomentazioni femminili: io conosco tizio, io conosco caio, mia cuggina, mammina , la nonna, e la rava e la fava...
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5972
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #18 il: Febbraio 19, 2014, 10:52:47 am »
Con il mantenimento dell'ex moglie non sono mai stata d'accordo, con quella dei bambini si.

Avere i bambini è una fortuna impagabile.
Li mantiene chi li ha.
Se fossi separato sarei dispostissimo a sobbarcarmi in toto il mantenimento dei figli (come avviene quasi sempre oggi) purché stessero con me (mentre oggi stanno sempre con la madre).
Vnd [nick collettivo].

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #19 il: Febbraio 19, 2014, 11:06:19 am »
Esigenze di sintesi.
Forse leggermente inelegante ma perfettamente in sintonia con le tipiche argomentazioni femminili: io conosco tizio, io conosco caio, mia cuggina, mammina , la nonna, e la rava e la fava...

si chiama anche metodo induttivo, non so se è tipicamente femminile ma ben venga, ovviamente se non conoscerei tanti casi particolari non parlerei.

Avere i bambini è una fortuna impagabile.
Li mantiene chi li ha.
Se fossi separato sarei dispostissimo a sobbarcarmi in toto il mantenimento dei figli (come avviene quasi sempre oggi) purché stessero con me (mentre oggi stanno sempre con la madre).

sei bravissimo, un padre perfetto
Anche se è più coretto chiedere dai bambini a chi vogliono stare e permettergli sempre di andare a trovare l'altro genitore. Da noi cosi si fa e abbiamo divorzio da almeno 500 anni, ma gli ortodossi ce l'avevano da sempre.

Offline TheDarkSider

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2127
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #20 il: Febbraio 19, 2014, 11:10:35 am »
si chiama anche metodo induttivo, non so se è tipicamente femminile ma ben venga, ovviamente se non conoscerei tanti casi particolari non parlerei.
Qui si parla di Italia e mondo occidentale, principalmente.

Quello che succede nel posto da cui vieni è di molto poco interesse ai fini della discussione. Ci credo bene che gli uomini rumeni picchiano le donne, non sono ancora diventati patetici zerbini come gran parte degli uomini occidentali.

Ma qui stavamo parlando d'altro.
« Ultima modifica: Febbraio 19, 2014, 21:21:58 pm da Vicus »
"Le donne occidentali sono più buone e tolleranti con gli immigrati islamici che le stuprano che con i loro mariti."
Una donna marocchina

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #21 il: Febbraio 19, 2014, 11:20:36 am »
.

Quello che succede nelle fogna di posto da cui vieni è di molto poco interesse ai fini della discussione. Ci credo bene che gli uomini rumeni picchiano le donne, non sono ancora diventati patetici zerbini come gran parte degli uomini occidentali.


ecco, queste sono le frasi che fanno passare e avvalorano la correttezza della narrazione femminista.
Quella che ci si è sempre sforzati di combattere.
Indipendentemente dalle tue intenzioni il messaggio che passa da questa frase è che sia esistita da sempre un'oppressione maschile sulla femmina sottomessa che veniva picchiata se osava alzare la testa.
Se non picchi le donne sei uno zerbino.
Eh prima di diventare zerbini lo facevamo anche noi, fortunati gli uomini dell'Est che ancora le picchiano.

Poi, come sempre fate vobis.

Ma IMHO questo non è combattere il politically correct, questo è zapparsi violentemente i piedi e saccagnarsi taffazianamente i marroni  ;)
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #22 il: Febbraio 19, 2014, 11:36:36 am »
Qui si parla di Italia e mondo occidentale, principalmente.

Quello che succede nel posto da cui vieni è di molto poco interesse ai fini della discussione. Ci credo bene che gli uomini rumeni picchiano le donne, non sono ancora diventati patetici zerbini come gran parte degli uomini occidentali.

Ma qui stavamo parlando d'altro.

 io anhce nel posto, da dove tu sei scappato, conosco donne che hanno divorziato perché erano tradite o picchiate dai mariti, e non l'hanno fatto per piacere,
e conosco benissimo uno che non è stato lui a lasciare la moglie ma ha lasciato lui quindi di nuovo non sta in piedi che solo alla donna serve il divorzio.
E se imparereste qualcosa appunto da quei paesi che tu ti vanti di disprezzare ma dove c'è divorzio da secoli potreste solo guadagnare
« Ultima modifica: Febbraio 19, 2014, 21:22:28 pm da Vicus »

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #23 il: Febbraio 19, 2014, 11:43:32 am »
Se parliamo di divorzi certo è il caso quando il rapporto ta i coniugi è talmente rovinato che non si può rimediare.
Da noi per fortuna una donna ha sempre avuto diritto di divorziare da un uomo violento e meno male. In Italia non sempre potevano farlo. E la dote della donna tornava almeno in parte alla casa natale con lei.

Io non ho mai avuto personalmente a che fare con uomini violenti, nei rapporti uomo donna i rumeni sono amabili, gentili e protettivi, molto più cortesi verso le donne dei italiani.
Cosi gli ho conosciuti io, da vicino, o nella mia famiglia.

Quelli che picchiano la moglie sono una eccezionalità e fanno appunto notizia, e nessuno mette in dubbio in quel caso il diritto della moglie di divorziare da lui.
« Ultima modifica: Febbraio 19, 2014, 12:01:32 pm da Abraxas »

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #24 il: Febbraio 19, 2014, 11:50:56 am »
ecco, queste sono le frasi che fanno passare e avvalorano la correttezza della narrazione femminista.
Quella che ci si è sempre sforzati di combattere.
Indipendentemente dalle tue intenzioni il messaggio che passa da questa frase è che sia esistita da sempre un'oppressione maschile sulla femmina sottomessa che veniva picchiata se osava alzare la testa.
Se non picchi le donne sei uno zerbino.
Eh prima di diventare zerbini lo facevamo anche noi, fortunati gli uomini dell'Est che ancora le picchiano.

Poi, come sempre fate vobis.

Ma IMHO questo non è combattere il politically correct, questo è zapparsi violentemente i piedi e saccagnarsi taffazianamente i marroni  ;)

si, sono d'accordo. tra l'altro, mi trovo in quelle zone e non vedo tutta questa furia picchiatrice.
semplicemente, le assurdità femministe vengono valutate per quello che sono :
assurdità. le teorie gender non hanno presa , quindi non ci sono neanche gli zerbini.
ma non è un fatto di botte, bensì di valori

Offline Artemisia Gentileschi

  • Affezionato
  • **
  • Post: 356
  • Sesso: Femmina
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #25 il: Febbraio 19, 2014, 11:54:44 am »
Se parliamo di divorzi certo è il caso quando il rapporto ta i coniugi è talmente rovinato che non si può rimediare.
Da noi per fortuna una donna ha sempre avuto diritto di divorziare da un uomo violento e meno male. In Italia non sempre potevano farlo. E la dote della donna tornava almeno in parte alla casa natale con lei.

Io non ho mai avuto personalmente a che fare con uomini violenti, nei rapporti uomo donna i rumeni sono amabili, gentili e protettivi, molto più cortesi verso le donne dei italiani.
Cosi gli ho conosciuti io, da vicino, o nella mia famiglia.

In Italia c'erano comunque gli annullamenti, ti stupirà, ma erano più diffusi di quel che si pensa.
Certo in genere la gente comune che era costretta, nel bene e nel male, a stare con la stessa persona fino alla morte.
E la morte arrivava pure abbastanza velocemente, è da pochi anni che si campa così a lungo.

Comunque io non penso che si metta in dubbio l'esistenza di una legge che ti permetta di divorziare, ma come spesso avviene l'uso che ne viene fatto.

Un po' come l'aborto. Ci deve essere una legge perché altrimenti ci sarebbero medici improvvisati o speculatori che lo farebbero di nascosto (oppure basterebbe espatriare per l'occasione), ciò non significa che l'aborto sia un metodo anticoncezionale..
"Marta, Marta, tu t’inquieti e ti affanni per molte cose; una sola è necessaria: Maria invece ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta“.

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #26 il: Febbraio 19, 2014, 12:00:32 pm »
In Italia c'erano comunque gli annullamenti, ti stupirà, ma erano più diffusi di quel che si pensa.
Certo in genere la gente comune che era costretta, nel bene e nel male, a stare con la stessa persona fino alla morte.
E la morte arrivava pure abbastanza velocemente, è da pochi anni che si campa così a lungo.

Comunque io non penso che si metta in dubbio l'esistenza di una legge che ti permetta di divorziare, ma come spesso avviene l'uso che ne viene fatto.

Un po' come l'aborto. Ci deve essere una legge perché altrimenti ci sarebbero medici improvvisati o speculatori che lo farebbero di nascosto (oppure basterebbe espatriare per l'occasione), ciò non significa che l'aborto sia un metodo anticoncezionale..

sono d'accordo. Qui c'entra il discorso dell'indissolubilità del matrimonio che solo la CHiesa poteva sciogliere in casi particolarissimi di vizi di forma. Ma comunque fin dal codice del 1865 era prevista l'autorizzazione alla separazione dei coniugi in casi di sevizie o violenze per esempio.
E credo che anche in questi casi (come è certo accadesse nello scioglimento del matrimonio) la dote venisse restituita alla moglie.

Il diritto giuridico occidentale ricalca quello romano, ma limitava di molto rispetto a Roma Antica la potestà maritale.
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #27 il: Febbraio 19, 2014, 12:09:08 pm »
vado off topic per ricordare che anche la tanto vituperata "potestà maritale" abolita in Italia nel 1919, ad andare a leggere le sentenze e l'uso corrente nei dettagli era più che altro usata in accordo con la moglie per "fregare" i debitori
Vedi il caso di Vittoria Lucangeli

http://dev.dsmc.uniroma1.it/dprs/sites/default/files/galeotti.pdf

nella fattispecie ricordo una tesi in cui si evinceva che la potestà maritale non era quasi mai stata invocata per impedire alla moglie di aprire attività ot similia, per esempio.

Il sospetto che l'abolizione sia stata fatta più che altro per il cattivo uso che ne veniva fatto nei confronti di terzi esterni o dello Stato più che nei confronti della moglie mi viene eh..  :lol:
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Online Massimo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4986
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #28 il: Febbraio 19, 2014, 12:47:07 pm »
abbiamo divorzio da almeno 500 anni, ma gli ortodossi ce l'avevano da sempre.

Ma l'Ungheria da dove provieni non è un paese cattolico?

Offline TheDarkSider

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2127
Re:Il divorzio? Una commedia...
« Risposta #29 il: Febbraio 19, 2014, 13:04:19 pm »
ecco, queste sono le frasi che fanno passare e avvalorano la correttezza della narrazione femminista.
Quella che ci si è sempre sforzati di combattere.
Indipendentemente dalle tue intenzioni il messaggio che passa da questa frase è che sia esistita da sempre un'oppressione maschile sulla femmina sottomessa che veniva picchiata se osava alzare la testa.
Se non picchi le donne sei uno zerbino.
Eh prima di diventare zerbini lo facevamo anche noi, fortunati gli uomini dell'Est che ancora le picchiano.

Poi, come sempre fate vobis.

Ma IMHO questo non è combattere il politically correct, questo è zapparsi violentemente i piedi e saccagnarsi taffazianamente i marroni  ;)
Sono d'accordo.

Stavo solo replicando con un po' di vaginate alle solite vaginate di Lucia.

Non è che con discorsi del tipo "non è vero perché conosco mia cuggina che ha divorziato perché il marito la picchiava" si può sempre aver la pazienza di replicare in modo compiuto e razionale.

Che poi come sono andate le cose lo sappiamo tutti: né in passato né oggi c'è mai stata oppressione della donna, solo che oggi in Italia la donna è super-privilegiata in tutto. Non esiste altro paese in cui la donna abbia più privilegi, ecco.

Per cui venir qui a rompere con la storia che il divorzio è usato dalle donne per motivi legittimi è una vaginata. In Italia le donne cambiano marito come cambiano le mutande, e quando non divorziano per motivi di vil denaro lo fanno per motivi ancora più futili.


"Le donne occidentali sono più buone e tolleranti con gli immigrati islamici che le stuprano che con i loro mariti."
Una donna marocchina