Autore Topic: Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"  (Letto 13215 volte)

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #15 il: Ottobre 02, 2013, 20:19:04 pm »
Mi viene il dubbio che te quando senti la parola "comunista" vedi nero, peggio che con femminista
Il Comunismo era una felice e vincente idea
ma ora è morto e non si può più resuscitare.
Standa, non prendertela con i newcomunist ahahah (tanto sono solo un branco di coglioni modaioli)
l'importante è avere l'obiettivo di combattere questa merda di NeePostfemminismo
Ogni qual volta un comunista ha preso il potere in una nazione Ho Chin Minh in Vietnam , Pol Pot in Cambogia , Fidel Castro a Cuba , Tito in Jugoslavia , Ceaucescu in Romania , Lenin e Stalin in Unione Sovietica , Mao Ze Dong in Cina , Guzman in Perù , Najibullah in Afghanistan , Neto in Angola etc. etc. , non ha fatto altro che gettare la sua maschera per diventare da "amico del popolo e del proletariato" in pazzo sanguinario e tiranno del popolo .
Solo in Unione Sovietica il comunismo uccise o fece morire di fame più di 30.000.000 milioni di persone in una maniera così atroce e brutale che non ha eguali nella storia umana , il TUTTO PER PERMETTERE A DEI BANDITI LEGATI ALLA FINANZA INTERNAZIONALE IL DOMINIO SUL POPOLO RUSSO .
Urss, 30 milioni di morti,
Cina, 65 milioni di morti,
Vietnam, 1 milione di morti,
Corea del Nord, 2 milioni di morti,
Cambogia, 2 milioni di morti,
Europa dell’Est, 1 milione di morti,
America Latina, 150.000 morti,
Africa, 1 milione 700.000 morti,
Afghanistan, 1 milione 500.000 morti,
movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10.000 morti.

Il comunismo , difatti , venne finanziato dai banchieri di Wall Street di New York , se oggi si venisse a creare davvero un fronte contro la finanza internazionale sono certo che comunisti e capitalisti formerebbero una solida alleanza affinchè questo pericolo sia sventato .   
In primo luogo parlando di Trotzky , Il 27 marzo 1917, aveva lasciato New York la motonave Christiana Fiord, anch'essa con il suo carico di rivoluzionari che prendevano la via della Russia. Il viaggio ebbe solo uno spiacevole intoppo ad Halifax (Nuova Scozia), dove le autorità canadesi fecero sbarcare sei passeggeri, sospetti di attività sovversive. Tra questi era Leon Bronstein Trotskij, giunto negli Stati Uniti il 13 gennaio dello stesso anno, dopo essere stato espulso dalla Francia (Fonte : Sul soggiorno di Trotskij a New York, vedi tra l'altro, J. Nevada, Trotzky and the Jews, Jewish Publication Society of America, Filadelfia 1972.)
. Era stato lo stesso presidente Thomas Woodrow Wilson (1856-1924) a interessarsi perché Trotskij potesse ottenere un passaporto americano con il quale intraprendere il viaggio di ritorno in Russia(Fonte : Cfr. J. L. Wise, Woodrow Wilson: Discipline of Revolution, Paisley Press, New York 1938. «Gli storici - ha scritto Wise - non possono dimenticare che Woodrow Wilson [...] rese possibile a Leon Trotzky di entrare in Russia con un passaporto americano» (pag. 647)). Trotskij fu dunque rilasciato senza difficoltà dalle autorità canadesi, soprattutto quando intervenne l'autorevole raccomandazione del Colonnello Edward Mandell House (1858-1938), conosciuto come l'alter ego del presidente Wilson e noto come figura di spicco dell'establishment finanziario di Wall Street. «House aveva delle potenti relazioni tra i banchieri internazionali di New York. Era peraltro influente, ad esempio, presso grandi istituti finanziari rappresentati da personalità quali Paul e Felix Warburg, Otto H. Kahn, Luis Marburg, Henry Morgenthau, Jacob e Lortimer Schiff. House aveva inoltre potenti relazioni tra i banchieri e gli uomini politici d'Europa» (fonte : Cfr. D. Smoot, The Invisible. Government, Western Islands, The Americanist Library, Belmont 1965, pag. 2.)
. L'avallo di House e Wilson alla partenza per la Russia di Trotskij ci apre uno spiraglio per avvicinarci a un'altra pagina, che ci permette di gettare un'occhiata più approfondita sul complesso capitolo dei finanziamenti ai bolscevichi. Non esistono, infatti, solo i documenti tedeschi, ma anche i documenti americani, contenuti per lo più nella sezione 861.000 dell'U.S. State Dept. Decimal File degli Archivi Nazionali. Si tratta di documenti quasi totalmente inediti, di cui un primo spoglio è stato fatto, tuttavia, da Antony C. Sutton (1925-2002) in un volume che ha lo straordinario merito di avere per primo sollevato, sul piano scientifico, il velo sui rapporti tra Wall Street e la Rivoluzione bolscevica (Fonte : Cfr. A. C. Sutton, Wall Street and the Bolshevik Revolution, Arlington House, New Rochelle 1974.
.)
Mi limito qui a ricordare un altro storico viaggio a San Pietroburgo, avvenuto nel fatidico 1917, di cui Sutton ci rivela gli interessanti retroscena. Si trattò di una strana «missione» della Croce Rossa , finanziata da William Boyce Thompson (1869-1930) (Fonte :Su William Boyce Thompson vedi H. Hagedorn, The Magnate: William Boyce Thompson and His Time, Reynal and Hitchcock, New York 1935.)
, uomo di spicco dell'establishment, direttore dal 1914 della Federal Reserve Bank of New York, uno dei gangli più importanti di Wall Street. Lo stesso Thompson si aggregò alla delegazione, peraltro più ricca di banchieri che di medici (solo cinque, su ventiquattro componenti). Appena arrivato a San Pietroburgo, Thompson si preoccupò di incontrare, presso l'ambasciata americana, Alexandr Kerensky (1881-1970), cui si premurò di assicurare l'appoggio economico di Wall Street al suo governo. Ma analogo appoggio fu assicurato ai bolscevichi, ai quali Thompson versò un milione di dollari, pagati sull'unica banca di San Pietroburgo sfuggita alla nazionalizzazione: la National City Bank dei Rockefeller (Fonte :Cfr. A. C. Sutton, op. cit., pagg. 82-83. L'episodio fu registrato, tra l'altro, dalla Washington Post del 2 febbraio 1918 in questi termini: «William Boyce Thompson, che è stato a Pietrogrado da luglio fino a novembre scorso, ha offerto un contributo personale di un milione di dollari ai bolscevichi per la propagazione della loro dottrina in Germania e in Austria».)
 . Thompson si fermò in Russia fino al 5 dicembre 1917. Sulla via del ritorno negli Stati Uniti fece sosta a Londra dove, assieme a un altro esponente dell'establishment, Thomas Lamont (1870-1948), incontrò David Lloyd George (1862-1945) . Nel colloquio, Thompson assicurò il suo interlocutore che Trotskij e Lenin non erano agenti tedeschi e che un appoggio alla Rivoluzione bolscevica era necessario per fare sì che i russi continuassero la guerra contro la Germania. L'atteggiamento di Thompson non fu isolato. Il libro di Sutton dimostra ad abundantiam come il gesto del passaporto americano a Trotskij del presidente Wilson non fosse un gesto occasionale, ma la conseguenza di una precisa scelta dei circoli finanziari di Wall Street.
Una sorpresa ci attende a questo punto: anche l'esame attento dei canali usati dai tedeschi per il loro finanziamento ci porta agli stessi circoli di Wall Street. Questi canali, infatti, come risulta dai documenti, furono sostanzialmente due: la svedese Nya Banken e la banca tedesca Warburg.
La Nya Banken fu fondata nel 1912 dall'ebreo russo Olof Aschberg (1877-1960) (Fonte : Su Olof Aschberg, vedi Le Meoarer, Albert Bonniers Förlag, Stoccolma 1946. Michael Futrell, che lo intervistò prima della morte, ne ebbe la conferma che i fondi bolscevichi furono depositati presso la Nya Banken.)
, col fine di aiutare, attraverso uno strumento finanziario, la Rivoluzione socialista. Ora, fin dall'epoca zarista, Aschberg era legato al gruppo Morgan-Rockefeller, per conto del quale, durante la guerra, negoziò un prestito di cinquanta milioni di dollari alla Russia . Nel 1918, la Nya Banken cambiò nome e divenne la Svensk Ekonomiebolaget. Aschberg ne mantenne il controllo, ma chiamò a succedergli Marcus Wallenberg (Fonte : Il banchiere Marcus Wallenberg è uno degli insider ammessi nella ristretta cerchia del Bilderberg Club, come risulta dall'elenco pubblicato in Cristianità, Piacenza, marzo-aprile 1976, anno IV, nº 16.)
. Nel frattempo i bolscevichi si posero il problema della loro organizzazione finanziaria. «Ciò di cui abbiamo bisogno - scrisse Trotskij - è un organizzatore come Bernard Baruch» (Fonte : Cfr. H. Coston, Les financiers qui mènent le monde, La Libraire Française, Parigi 1955, pag. 115. Secondo Coston, Aschberg sarebbe stato «il dittatore delle finanze sovietiche» e «il grande corruttore sovietico in Europa occidentale» tra le due guerre) . Il Baruch sovietico fu Aschberg, posto a capo della Ruskombank, la banca commerciale sovietica nata con un capitale di dieci milioni di rubli-oro, sottoscritto in gran parte da banche anglo-americane. Tra i suoi più stretti collaboratori alla Ruskombank, Aschberg nominò Max May, vice-presidente del Guaranty Trust of New York (dei Morgan), uno dei gruppi finanziari portanti di Wall Street .
 La Banca Warburg, fondata ad Amburgo nel 1798, risulta essere l'altro canale del finanziamento tedesco. Ora, vale la pena ricordare che mentre il più anziano dei fratelli Warburg, Max, era rimasto ad Amburgo a curare gli interessi della famiglia, i due fratelli più giovani, Paul e Felix, si erano da diversi anni trasferiti negli Stati Uniti, dove avevano sposato le figlie di due noti banchieri dell'establishment. Paul aveva sposato Nina Loeb (1863-1912), figlia di Salomon Loeb, e Felix Frieda Schiff (1876-1958), figlia di Jacob. Jacob Schiff (1847-1920) (Fonte : Jacob Schiff, discendente del rabbino Meir ben Jacob Schiff, è esplicitamente indicato, accanto ai Warburg e ad altri esponenti della comunità ebraica tedesco-americana, come uno dei finanziatori della Rivoluzione russa in uno dei documenti centrali degli Archivi Nazionali americani, sotto la collocazione State Dept. Decimal File 861.000/5339, dal titolo Bolshevism and Judaism. L'interesse storico di questo documento deriva dal fatto che esso fu ampiamente utilizzato negli ambienti dell'emigrazione russa (vedi, ad esempio, A. De Goulevitch, Zarismo e Rivoluzione, Bocca, Milano 1939, pagg. 164-165), e dalla pubblicistica contro-rivoluzionaria (Fonte : vedi, ad esempio, P. Virion, Bientot un gouvernement mondial, Editions St. Michel, Parigi 1967, pagg. 134-135), senza che peraltro ne fosse mai dimostrata l'autenticità, ora provata dal prof. Sutton (op. cit., pagg. 186-187). L'Encyclopaedia Judaica sottolinea l'odio di Schiff verso i Romanoff e il suo appoggio finanziario a Kerensky, ma tace dei rapporti con i bolscevichi (vol. XIV, pagg. 960-962).)
 aveva sposato a sua volta l'altra figlia di Solomon Loeb, Teresa, ed era stato da questi associato alla guida della banca da lui fondata, la Kuhn, Loeb and Co. (Fonte : La Kuhn, Loeb and Co. fu fondata nel 1867 dai cognati Abraham Kuhn (1819-1892) e Solomon Loeb (1828 1913). Vedi Encyclopaedia Judaica, vol. X, nº 1287.)
, una delle maggiori degli Stati Uniti. Felix Warburg divenne partner e poi senior partner nella banca del suocero (Fonte :Su Felix M. Warburg (1871-1937), vedi Encyclopaedia Judaica, vol. XVI, pagg. 282-284) , Paul Warburg fu l'uomo che riformò il sistema finanziario degli Stati Uniti con il Federal Reserve Act, elaborato in una storica riunione di banchieri internazionali a Jekyl Island (Georgia) nel 1910, e presentato al Congresso dal presidente Wilson nel 1913 (Fonte : Su Paul M. Warburg, vedi Encyclopaedia Judaica, vol. XVI, pagg. 281-282.)
. I Warburg americani e tedeschi conservavano naturalmente stretti contatti, tanto che il maggior prestito concesso dagli Stati Uniti alla Germania, nel settembre 1914, fu negoziato dalla banca Kuhn, Loeb and Co., che depositò venticinque milioni di marchi sulla propria corrispondente tedesca: la banca Warburg di Amburgo .
Vero Standarte, così è andata
ma non per colpa dell'idea in sè (Comunismo)
ma perchè tutt'attorno cambiava (e in peggio)
la potenza politica economicofinanziaria degli usa ha disgregato l' occidente
e facendo poca strada l'U.R.S.S.
Punto
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #16 il: Ottobre 02, 2013, 20:25:34 pm »
Vero Standarte, così è andata
ma non per colpa dell'idea in sè (Comunismo)


Anche per l'ideea in se che è una utopia comunque che nega le differenze tra le persone e che non permette la critica.

Poi ci sono stae nella storia anche tante altre ideologie belle che messe in prattica hanno provocato solo i disastri.

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #17 il: Ottobre 02, 2013, 20:28:41 pm »
Anche per l'ideea in se che è una utopia comunque che nega le differenze tra le persone e che non permette la critica.

Poi ci sono stae nella storia anche tante altre ideologie belle che messe in prattica hanno provocato solo i disastri.
Certo Lucia
Utopia, ma cazzo lottiamo e ci facciamo il culo un giorno dopo l'altro..
per cosa?
veder scritto nella nostra lapide "era un bravo ragazzo r.i.p."
No
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #18 il: Ottobre 02, 2013, 20:33:22 pm »
Anche per l'ideea in se che è una utopia comunque che nega le differenze tra le persone e che non permette la critica.

Poi ci sono stae nella storia anche tante altre ideologie belle che messe in prattica hanno provocato solo i disastri.
Lucia/abraxas
le idee ci vogliono, inutile che ti rifai ad esempi a tuo giudizio disastrosi...
chiunque tu sia smetti di seminare dubbi/zizzania in questo forum.
La tua non è una semplice controparte...
la tua è una PRESENZA DISTRUTTIVA.
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #19 il: Ottobre 02, 2013, 20:44:02 pm »
Lucia/abraxas
le idee ci vogliono, inutile che ti rifai ad esempi a tuo giudizio disastrosi...
chiunque tu sia smetti di seminare dubbi/zizzania in questo forum.
La tua non è una semplice controparte...
la tua è una PRESENZA DISTRUTTIVA.
ALe

Gli ideali che sono belli in teoria poi portano all'opposto di cio che volevano esserlo, secondo la legge dell'enantiodromia non è un MIO giudizio disastruoso, questa è la storia e l'ha dimostrato in mille forme.
La verità ti fa male, ma questo è.
Vuoi suicidarti per una grande ideea ed essere eroe in piazza martiri, eco per me questo siccuramente non è un ideale di vita, anche se sono la prima a non sottomettermi alle false ideologie, proprio per questo.


Cio che ti immagini tu di me sono cazzi tuoi, non immaginarti niente.

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #20 il: Ottobre 02, 2013, 20:54:27 pm »
Gli ideali che sono belli in teoria poi portano all'opposto di cio che volevano esserlo, secondo la legge dell'enantiodromia non è un MIO giudizio disastruoso, questa è la storia e l'ha dimostrato in mille forme.
La verità ti fa male, ma questo è.
Vuoi suicidarti per una grande ideea ed essere eroe in piazza martiri, eco per me questo siccuramente non è un ideale di vita, anche se sono la prima a non sottomettermi alle false ideologie, proprio per questo.


Cio che ti immagini tu di me sono cazzi tuoi, non immaginarti niente.
Mah
non sono d'accordo su ciò che provi di dire
Certo che sono Idealista  (qui mi hai colto), pure utopista
ma almeno sono SINCERO e COERENTE nei propositi di questo forum: questo mi fa scrivere ancora a testa alta.....
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #21 il: Ottobre 02, 2013, 20:56:00 pm »
Lucia/abraxas
le idee ci vogliono, inutile che ti rifai ad esempi a tuo giudizio disastrosi...
chiunque tu sia smetti di seminare dubbi/zizzania in questo forum.
La tua non è una semplice controparte...
la tua è una PRESENZA DISTRUTTIVA.
ALe

Distruttiva un cazzo ed invece ha perfettamente ragione !

Lei può parlare perchè essendo vissuta in un regime comunista ha vissuto sulla propria pelle gli orrori di quella pestilenza .
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #22 il: Ottobre 02, 2013, 20:58:34 pm »
Distruttiva un cazzo ed invece ha perfettamente ragione !

Lei può parlare perchè essendo vissuta in un regime comunista ha vissuto sulla propria pelle gli orrori di quella pestilenza .
Comunista non è quel che ha vissuto sta tipa,
era una dittatura pseudocomunista
che poi tu la appoggi arrampicandoti nei soliti specchi mi sovviene strano...
bah
Lei può parlare certo
qui almeno, ma non per dire stronzate.
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #23 il: Ottobre 02, 2013, 21:02:16 pm »
Standarte fattene una ragione
se tu avessi veramente letto i miei precedenti post ( non in questa discussione ma in post da te ben letti) avresti capito che IO NON SONO COMUNISTA.
Che poi tu voglia leccare la passera alla prima con cui credi di trovarti d'accordo...vabbè
ma mi scadi paurosamente.
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #24 il: Ottobre 02, 2013, 21:10:12 pm »
Mi viene il dubbio che te quando senti la parola "comunista" vedi nero, peggio che con femminista
Il Comunismo era una felice e vincente idea
ma ora è morto e non si può più resuscitare.
Standa, non prendertela con i newcomunist ahahah (tanto sono solo un branco di coglioni modaioli)
l'importante è avere l'obiettivo di combattere questa merda di NeePostfemminismoVero Standarte, così è andata
ma non per colpa dell'idea in sè (Comunismo)
ma perchè tutt'attorno cambiava (e in peggio)
la potenza politica economicofinanziaria degli usa ha disgregato l' occidente
e facendo poca strada l'U.R.S.S.
Punto
ALe

Per me femministe , comunisti , sodomiti fanno parte tutti dello stesso putridume ideologico .

I comunisti come le femministe ed i sodomiti rinnegano ogni cosa .

1)La Patria è per i comunisti uno strumento della borghesia per lo sfruttamento del proletariato ;
1)La Patria è per le femministe uno strumento del patriarcato per lo sfruttamento delle donne ;
2)La religione è per i comunisti un mezzo per annebbiare il raziocinio del proletariato che deve essere sfruttato ;
2)La religione è per le femministe un mezzo per annebbiare il raziocinio delle donne che devono essere sfruttate ;
3)La morale è per i comunisti un segno di sudditanza del proletariato che deve essere distrutta ;
3)La morale è per le femministe un segno di schiavitù per le donne che deve essere distrutta ;
4)La famiglia è per i comunisti  il simbolo del potere borghese sul proletariato ;
4)La famiglia è per le femministe il simbolo del potere del patriarcato sulle donne ;
5)La Nazione è per i comunisti è un'invenzione del capitalismo ;
5)La Nazione è per le femministe è un'invenzione del patriarcato .

Potrei andare avanti all'infinito ma cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia .

Ogni nobile e sacro ideale viene lordato dai comunisti , dalle femministe , dai sodomiti e dal branco di sciacalli che li seguono alle calcagna guaendo .
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #25 il: Ottobre 02, 2013, 21:13:19 pm »
Comunista non è quel che ha vissuto sta tipa,
era una dittatura pseudocomunista
che poi tu la appoggi arrampicandoti nei soliti specchi mi sovviene strano...
bah
Lei può parlare certo
qui almeno, ma non per dire stronzate.
ALe

ahahahahahahaha in Ungheria non c'è stato il comunismo ahahahahahahahaha  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Ridicoli e patetici i rossi , come sempre .
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #26 il: Ottobre 02, 2013, 21:16:46 pm »
ahahahahahahaha in Ungheria non c'è stato il comunismo ahahahahahahahaha  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Ridicoli e patetici i rossi , come sempre .
Standa io non sono rosso
e non credo d'esser patetico.
Datti una regolata
A quanto pare scrivi di stomaco
vedi di LEGGERE i precedenti post/interventi
prima di vomitare la tua rabbia.
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #27 il: Ottobre 02, 2013, 21:19:01 pm »
Standarte fattene una ragione
se tu avessi veramente letto i miei precedenti post ( non in questa discussione ma in post da te ben letti) avresti capito che IO NON SONO COMUNISTA.
Che poi tu voglia leccare la passera alla prima con cui credi di trovarti d'accordo...vabbè
ma mi scadi paurosamente.
ALe

Mi hai beccato !  :ohmy:

In realtà io sono anticomunista perchè voglio fare la corte a Lucia/Abraxas !!!!!!  :wub: :wub: :wub: :wub: :wub: 

C'est l'amour
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline raniran

  • Affezionato
  • **
  • Post: 850
  • Sesso: Maschio
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #28 il: Ottobre 02, 2013, 21:23:59 pm »
Mi hai beccato !  :ohmy:

In realtà io sono anticomunista perchè voglio fare la corte a Lucia/Abraxas !!!!!!  :wub: :wub: :wub: :wub: :wub: 

C'est l'amour

Tira più un pelo di figa che un carro di buoi.
Auguri
Sei anticomunista come me, pure io rinnego l'ideologia di mio padre, e non è facile..
Mi dispiace che tu non abbia letto altri post, a quanto pare li hai considerati superflui, capita
Prima di vomitare sentenze accendi il cervello leggendo i priori.
ALe
...la donna che celò in un sorriso
il disagio di darci memoria
ritrovi ogni notte sul viso
un insulto del Tempo ed una scoria....

(Ballata degli impiccati) - Fabrizio De Andrè

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Convegni e proposte contro l'ideologia "gender"
« Risposta #29 il: Ottobre 02, 2013, 21:24:46 pm »
Standa io non sono rosso
e non credo d'esser patetico.
Datti una regolata
A quanto pare scrivi di stomaco
vedi di LEGGERE i precedenti post/interventi
prima di vomitare la tua rabbia.
ALe

2 minuti fa :
"Il Comunismo era una felice e vincente idea."

Adesso :
"Io non sono rosso"

Allora vorrà dire che io sono daltonico !!!!!
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius