Autore Topic: Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)  (Letto 23322 volte)

Offline Dottor Zero

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1136
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #15 il: Luglio 30, 2013, 08:11:35 am »
Giusto quello che dici.
Ma io mi chiedo: è così difficile imparare a fare a meno delle donne, almeno intese come mezzo per soddisfare la fame sessuale?
Ricordo a tutti che il sesso non è un bisogno vitale. Se ne può fare benissimo a meno.
Per me chi non riesce a farne a meno è semplicemente uno schiavo, non padrone di se stesso. Punto e basta.
Il sesso serve a continuare la specie. Molti non accettano questa idea, ma è quello il motivo per cui il Creatore ci ha fatto con quegli arnesi lì. Ovvio che sia piacevole, altrimenti a quest'ora la razza umana si sarebbe estinta! Però guardate, i bambini e gli anziani vivono bene anche se non fanno sesso. Chi ha problemi sono gli adolescenti e gli adulti, con gli ormoni a mille. Poi, il bombardamento mediatico, tette e culi dappertutto, aumentano la brama.
Se invece si imparasse a girare lo sguardo e ad evitare una cosa in fin dei conti inutile, penso che tutta la società ne gioverebbe. E anche le donne si ridimensionerebbero tantissimo.


Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #16 il: Luglio 30, 2013, 12:23:36 pm »
Giusto quello che dici.
Ma io mi chiedo: è così difficile imparare a fare a meno delle donne, almeno intese come mezzo per soddisfare la fame sessuale?
Ricordo a tutti che il sesso non è un bisogno vitale. Se ne può fare benissimo a meno.
Per me chi non riesce a farne a meno è semplicemente uno schiavo, non padrone di se stesso. Punto e basta.
Il sesso serve a continuare la specie. Molti non accettano questa idea, ma è quello il motivo per cui il Creatore ci ha fatto con quegli arnesi lì. Ovvio che sia piacevole, altrimenti a quest'ora la razza umana si sarebbe estinta! Però guardate, i bambini e gli anziani vivono bene anche se non fanno sesso. Chi ha problemi sono gli adolescenti e gli adulti, con gli ormoni a mille. Poi, il bombardamento mediatico, tette e culi dappertutto, aumentano la brama.
Se invece si imparasse a girare lo sguardo e ad evitare una cosa in fin dei conti inutile, penso che tutta la società ne gioverebbe. E anche le donne si ridimensionerebbero tantissimo.

 :( Ciò che sostieni tu è ciò a cui penso io da anni, un ora sì e l'altra pure. Ma come metterlo in pratica vivendo in una società in cui il bombardamento mediatico e non solo, perchè soprattutto in questo periodo basta appena che scendi in strada e tette e culi ne vedi a migliaia e sempre meno scoperti, dal vero? Potrebbe essere forse possibile vivere così in un monastero come sul Monte Athos (dove sono tutti pederasti, per inciso), o in una qualche remota e sperduta località/società senza donne, ma nel mondo industriale e/o "civilizzato" della cosìddetta società occidentale, credimi è impossibile, e te lo dico perchè ci ho anche provato per fin troppo tempo. E sono nate nevrosi, angosce e depressioni indicibili. I bambini non hanno ancora una sessualità sviluppata nè una produzione ormonale atta all'azione, almeno fino a 12-13 anni, che esempi fai? E per quanto riguarda gli anziani sei proprio sicuro che la mente e le voglie, i bisogni, seguano sempre di pari passo le impossibilità o meno di un corpo ormai inadeguato? E non c'è condizione forse peggiore.
Non è questione solamente di sessualità, quello è uno dei momenti che dovrebbero essere più belli, ma è tutto un Universo bellissimo che gira intorno all'avere una bella ragazza o che comunque ti piace al proprio fianco, purtroppo possiamo avere tutto il risentimento al massimo e l'ambizione di noi stessi al minimo, che è appunto così come le donne ti lasciano, e ti lasciano sempre, prima o poi, ma vivere nella deprivazione sessuo-affettiva che ti da l'assenza di una compagna fissa è soltanto una forma di sopravvivenza, e sopravvivere non è mai vivere, come diceva qualcuno. Poi uno, può raccontare a sè stesso le balle superomistiche e di superiorità maschile che vuole, sono tutte varie declinazioni di psicosi, le conosco tutte, me le sono raccontate per anni.
Ed eccomi infatti qua, vivo,sono attivo,creo e produco intellettualmente, mangio, dormo, grandi interesse culturali e passioni di ogni genere. Eppure sono morto da mesi e nessuno lo sa, ancora manco puzzo di putrefazione o mi è caduto l'uccello. Poi vedo coppie che stanno assieme, anche apparentemente felici e compiute, da anni, e capisco. Mi viene in mente quella splendida sequenza onirica di "Papillon" dal libro di Henri Charrière, e girata da Schaffner . Nella quale Steve McQueen è nel deserto processato da dei giudici togati e in alta feluca, con i giurati, i banchi di legno, gli scranni, ecc., e alla domanda di uno dei giudici :- "L'Imputato qui presente è accusato di avere commesso il più grave delitto che si possa aver commesso contro la propria persona, aver gettato via la propria vita, come vi dichiarate in proposito?" E Steve McQueen sommessamente e in sottovoce...."Colpevole.Colpevole...Colpevole..."
Essere rifiutati dalle donne per un qualche motivo e non averne, soprattutto se uno è attraente e intelligente a detta di tutti e avendo poi una condizione di vita "normale" o meno, è uno dei percorsi di vita più tristi e deprimenti, oltre che angosciosi, che si possano mai avere. Da parte di uno che il "controllo di sè" l'ha mantenuto fin troppo e alla fine troppo tempo era passato.  :cry:
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2720
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #17 il: Luglio 30, 2013, 13:54:01 pm »
Diceva più o meno Epicuro, che esistono tre tipi di cose nel mondo umano: quelle superflue, quelle necessarie e quelle indispensabili.
Per me il sesso non è indipensabile e non è superfluo, però è necessario.
..Sarebbe a dire che senza non si muore, però si abbassa notevolmente la qualità di vita e si creano diversi problemi.

Per la psicologia sociale il sesso è un bisogno primario in una comunità (Orsola Coppola, Psicologia sociale e pubbliche relazioni -Simone editori). In una società evoluta, naturale e non manipolata, fare sesso non dovrebbe essere così complesso, costoso e insoddisfacente. Tanto varrebbe allora essere così evoluti, se poi è tanto complessa una cosa così naturale come fare sesso.
E' sempre più ovvio che c'è qualcosa che non torna.
"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #18 il: Luglio 30, 2013, 15:12:53 pm »
Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari, soprattutto dopo la fine di una relazione pienamente soddisfacente, felice e piena in tal senso, chiusasi in maniera estremamente repentina, triste ed imprevista.

Per gli uomini:

A) Fino ad un mese.

B)Oltre un mese.

C)Fino a sei mesi ed oltre.

D)Da sei mesi ad un anno.

E)Oltre un anno.

Per le donne.

A) Fino a quattro giorni.

B) Da quattro giorni ad una settimana.

C)Oltre una settimana.

D)Oltre due settimane.

E) Fino ad un mese.

Per chi vuole eventualmente contribuire, indicare la lettera in riferimento al periodo. Grazie per la collaborazione.


Ovviamente tutta la vita, non stiamo neanche a chiederlo. Nessuno è mai morto di astinenza sessuale.

Per quelli che dicono che si può sopravvivere ma non vivere:
il discorso è un po' complesso;  a livello puramente fisico, il sesso pratico funge da droga e quindi dà dipendenza e assuefazione; ma se non pratichi non hai nulla di fisico. Il problema è un altro: è quello che in psicologia si chiama bisogno di appartenenza, cioè una spinta interiore che fa in modo di far parte del gruppo e quindi di vivere di confronto; la frustrazione di questo bisogno porta a sentimenti fastidiosi e culturalmente inaccettabili.  L'uomo moderno è educato ad un ipersensibilità a questi effetti collaterali, per cui la classica scusa "lo fanno tutti gli altri" è il leitmotiv di ogni adolescente che cerca di conquistare libertà dai genitori, ingabbiandosi in un codice di leggi ancora più restrittivo.

Offline krool

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 1413
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #19 il: Luglio 30, 2013, 16:24:42 pm »
Ovvio che sia piacevole, altrimenti a quest'ora la razza umana si sarebbe estinta! Però guardate, i bambini e gli anziani vivono bene anche se non fanno sesso. Chi ha problemi sono gli adolescenti e gli adulti, con gli ormoni a mille. Poi, il bombardamento mediatico, tette e culi dappertutto, aumentano la brama.
Se invece si imparasse a girare lo sguardo e ad evitare una cosa in fin dei conti inutile, penso che tutta la società ne gioverebbe. E anche le donne si ridimensionerebbero tantissimo.
Ti sei risposto da solo: è questo il motivo per il quale è così difficile. Non potrebbe essere altrimenti.

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #20 il: Luglio 30, 2013, 16:42:48 pm »
C'è anche un'altra cosa. Per l'uomo, il successo porta successo. Il sesso, quindi, è valido per trovarne altro. Sono convinto infatti che oggi si preferirebbe scegliere un rapporto insoddisfaciente ma che aumenti il proprio prestigio sociale,  che un rapporto divertentissimo ma di cui sei costretto a tacere.

Offline Dottor Zero

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1136
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #21 il: Luglio 30, 2013, 17:32:41 pm »
:( Ciò che sostieni tu è ciò a cui penso io da anni, un ora sì e l'altra pure. Ma come metterlo in pratica vivendo in una società in cui il bombardamento mediatico e non solo, perchè soprattutto in questo periodo basta appena che scendi in strada e tette e culi ne vedi a migliaia e sempre meno scoperti, dal vero?

Nessuno ti obbliga a guardare! I film in televisione puoi scegliere se guardarli o meno, giusto?
Fai la stessa cosa con la gente in strada! Lo so, ci vuole molta padronanza di sé, ma ci si può riuscire. Anche perché, a quale pro guardare un paio di cosce, un culo o due tette?
Ti rendi conto che è una VIOLENZA ai tuoi danni?
Perché devi farti violentare? "Guardare ma non toccare" è puro masochismo, perciò e sempre molto meglio non guardare affatto. Tu non risvegli certi impulsi e stai tranquillo e sereno. Se TUTTI facessero così, stai tranquillo che le care donnine esibizioniste si esibirebbero molto meno.
Io posso scegliere, perciò ti guardo se sei vestita. Altrimenti vai a cagare!


E sono nate nevrosi, angosce e depressioni indicibili.

Mi dispiace per te. Evidentemente sei molto schiavo della patata. Perché di schiavitù si tratta, in fin dei conti.

I bambini non hanno ancora una sessualità sviluppata

Beati loro! E allora vorrei tanto essere un bambino. Io invece la sessualità ce l'ho, ma ho imparato a tenerla sotto controllo. La mia felicità non dipende dall'infilare il mio uccello dentro una vagina ma da ben altre cose molto più importanti. Ognuno ha il suo percorso di vita e capisce certe cose nei tempi giusti.

E per quanto riguarda gli anziani sei proprio sicuro che la mente e le voglie, i bisogni, seguano sempre di pari passo le impossibilità o meno di un corpo ormai inadeguato?

L'anziano in generale (lasciamo perdere quelli che a 80 anni sbavano ancora dietro le ragazzine, perché sono malati) inizia a vedere cose che nella gioventù, nel pieno della "tempesta ormonale", neanche si accorgeva esistessero. E da quelle bellissime cose trae la sua felicità.
Ripeto, il sesso serve per continuare la specie. E basta. E senza il sesso si può vivere benissimo, coltivando altri interessi, avendo altre mete. Certo, non tutti riescono a farne a meno.
Le donne si possono vedere anche (e soprattutto) come splendidi angeli con cui condividere bellissimi momenti di amicizia e di allegria.


Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #22 il: Luglio 30, 2013, 19:34:44 pm »

"Beati loro! E allora vorrei tanto essere un bambino. Io invece la sessualità ce l'ho, ma ho imparato a tenerla sotto controllo. La mia felicità non dipende dall'infilare il mio uccello dentro una vagina ma da ben altre cose molto più importanti. Ognuno ha il suo percorso di vita e capisce certe cose nei tempi giusti."

Ti consiglio se non l'hai mai visto di vedere un lontano bellissimo thriller di Lucio Fulci, "Non si sevizia un paperino"('72), che è proprio in tema alla perfezione, con quel che sostieni tu.

"Nessuno ti obbliga a guardare! I film in televisione puoi scegliere se guardarli o meno, giusto?
Fai la stessa cosa con la gente in strada! Lo so, ci vuole molta padronanza di sé, ma ci si può riuscire. Anche perché, a quale pro guardare un paio di cosce, un culo o due tette?
Ti rendi conto che è una VIOLENZA ai tuoi danni?
Perché devi farti violentare? "Guardare ma non toccare" è puro masochismo, perciò e sempre molto meglio non guardare affatto. Tu non risvegli certi impulsi e stai tranquillo e sereno. Se TUTTI facessero così, stai tranquillo che le care donnine esibizioniste si esibirebbero molto meno.
Io posso scegliere, perciò ti guardo se sei vestita. Altrimenti vai a cagare!"

Io scrivo di cinema in profondità su varie riviste del settore, più o meno conosciute. Ho scritto anche di cinema hard e/o erotico per anni, sulla più nota rivista che lo trattava. Hai idea di cosa voglia dire doverne interrompere il consumo da un giorno all'altro, in quanto la pornografia va (o almeno, andrebbe, e non soltanto secondo me), consumata solamente in coppia, perchè ottimizzi davvero l'intimità e l'intesa nell'eccitamento reciproco, mentre da soli è unicamente forìera di introdurre nell'animo ancora di più una maggiore depressione e senso di impotente frustrazione?
Sulla nudità ovunque sempre più esibita e sfacciata posso essere parzialmente d'accordo con te (ad es. fino a pochi anni fa erano molto poche a mettere shorts corti fino alla piega delle natiche, almeno in città, oggi quasi tutte, anche certi mostri che non se lo potrebbero assolutamente permettere), ed l'ipocrisia tutta italiana del guardare ma non provare nemmeno a profferire un apprezzamento, altrimenti sei un "sessista" o tanto c'è sempre il fidanzato di turno incorporato, ma che vita è quella che prospetti di dover andare praticamente in giro con "il paraocchi", come se allora una sorta di "burka" situazionale dovessimo metterlo noi. Impedendoci di vedere. Anche questa allora è una "violenza", ma rovesciata.
A quel punto, c'è una via ben più estremistica e drastica, la castrazione chimica, ottundendo così il più possibile anche lo stimolo e naturale istinto produttore di tante frustrazioni e tristezze, insoddisfatto com'è oggi...In internet si trova tutto, basta avere delle cognizioni di medicina e farmacologia....
Follia per follia, avendone però ben presenti gli imponenti e pericolosissimi effetti collaterali.
Purtroppo, te lo dico io, non c'è scampo. L'unico possibile o almeno teorizzabile è come dicevo prima, ritirarsi in una "società",senza donne, con tutti i rischi annessi e connessi, e le nevrosi/psicosi anche violente che comunità di soli uomini inevitabilmente fagocitano al loro interno.
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2720
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #23 il: Luglio 30, 2013, 21:28:31 pm »
Ciao Torsolo. Mi fa piacere leggere questa tua presentazione qui sopra; vuol dire che cmq del tutto inesperto non sei.

Dunque, il discorso si potrebbe approfondire abbastanza, quello che ho scritto su era una sintesi del mio pensiero, come amo fare spesso. Mi piacerebbe conoscere anche il tuo pensiero in merito, magari in sintesi.

Io poi penso che la sessualità femminile altro non sia che uno specchio di quella maschile, sempre come sintesi. Scriveva Rino Barnart... "la donna è erotizzante, il maschio è erotico". Lei riflette le voglie maschili, o almeno solo a tali stimoli risponde, a volte più a volte meno, (a volte anche per nulla).
Nonostante questo, secondo me, anche la donna va in crisi dopo un pò che sta in astinenza, ma i sintomi sono molto più sfumati rispetto all'uomo.
L'uomo (giovane e sano) va in crisi dopo un mese circa di astinenza totale dal sesso. Dopo sei mesi di astinenza totale e non sublimata da altri elementi (spiritualità, sport, lavoro, etc.) può vedere l'apparizione della madonna sopra il comodino. Scusatemi tutti, ma così è, più o meno. I taoisti avevano anche inventato una formula che, tenendo conto dell'età biologica e reale, stabilivano all'incirca ogni quanto tempo si dovrebbe far sesso per stare bene, ma è anche ovvio che tale bisogno varia in seguito a diverse cose.

La donna, invece, a parità di salute e di età, può stare molto più tempo senza far sesso, senza con ciò avvertire sintomi particolari. Mesi o anche anni: si tratta della cd "disparità ormonale" di cui si parla spesso qui, e della differnza tra ruolo attivo a passivo. Cose volute dalla natura e non inventate da noi, evidentemente. Il tutto non vale più nel momento in cui la donna riceva un input da parte maschile, nel qual caso la donna può andare in forte crisi in qualunque momento.
E in ogni caso, anche se mancassero tali stimoli, la donna senza di essi è un elemento che tende a perdere di significato, è benzina che evapora senza produrre calore; è come il gatto dentro la scatola, che non esiste perchè nessuno lo vede; è un vuoto a perdere:
http://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=7467.msg88465#msg88465


Tutto questo, secondo me.
Secondo te, invece?




« Ultima modifica: Luglio 30, 2013, 21:42:23 pm da Red- »
"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."

Offline controcorrente

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1377
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #24 il: Luglio 30, 2013, 23:45:57 pm »
Amici,
io da uomo vi capisco e vi comprendo perfettamente. Avete tutta la mia solidarietà e mi dispiace se avete una vita da inferno perchè vi manca l'amore di una donna.
Però.... é inutile starci a girare e rigirare, A MALI ESTREMI ESTREMI RIMEDI . Il nemico si COMBATTE, non ci si ferma a parlare o addirittura a trattare con lui.
Se la donna è un'essere amorfo, che non sente nulla, priva di slanci e sentimenti autentici nei confronti dell'altro sesso, MA NON VERSO SE STESSA, malata di superbia soprattutto per colpa nostra.............
mi dite che ve ne fate?
Come fate a sbavargli, a morirgli dietro?
Un uomo cosi' come fa ad essere il sesso forte, se non ha un minimo di dignità e orgoglio? Come fa ad essere MACHO come dite voi, se agli occhi delle donne appare come un verme schifoso che sbava dinanzi al sesso all'apparenza più debole? Come può definirsi il sesso forte se poi si abbassa cosi' tanto verso il sesso debole? Non è una enorme contaddizione questa, da parte di noi uomini?
Non sarebbe il caso di iniziare a tirarcela anche noi, a fare i sostenuti, i preziosi e i difficili, in altre parole a ricambiare con la stessa moneta il male fattoci dalle donne?
Lo so, ora qualcuno mi tirerà fuori la solita tiritena del testosterone, degli ormoni, che la natura prima e la cultura dopo ci ha plasmati cosi', e forse è anche vero. E se fosse la la più grossa menzogna satanica del femminismo per tenere gli uomini sottomessi per sempre, per inculcare in noi che "la natura le ha fatte così e non ci si può far niente" E INVECE NON E' AFFATTO VERO?? A questo ci avete mai pensato? 
Si, forse la donne sentiranno qualcosa meno di noi, MA ALLORA PERCHE' QUANDO SI TRATTA DI FARSI I CAZZACCI PROPRI (QIOREROSA, INFINITE LEGGI A LORO FAVORE, PRENDERE L'INIZIATIVA DI CANDIDARSI ALLE ELEZIONI DI LORO SPONTANEA VOLONTA'....) COME PER INCANTO HANNO L' INIZIATIVA LA PRENDONO? O sono esseri privi di iniziativa SEMPRE, a causa del minor testosterone, o qualcosa non quadra....  :hmm:
E infine: lo so che non siamo tutti uguali, quello che riesce a me può non riuscire a voi e viceversa, però cari signori lasciatemi dire che VOLERE E' POTERE. Giusto, è un falso slogan del marketing, un'americanata, ma a volte è anche vero.
Se una o più donne non vi vogliono ADIOS! Non è la fine del mondo, se siete credenti potrebbe significare che il Buon Dio ha altri progetti su voi, magari molto più belli di una donna.
Se non credete potrebbe trattarsi del destino, dunque non potete farci nulla. Rassegnatevi e trovate una o più cose migliori di una donna.
Io sono uomo come voi, le donne mi piacerebbero molto se fossero normali al giorno d'oggi, PERO' VIVO BENISSIMO SENZA LORO. E perchè io ci riesco che non sono nessuno e voi no?
« Ultima modifica: Luglio 31, 2013, 00:00:38 am da controcorrente »

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #25 il: Luglio 31, 2013, 08:31:02 am »

mi dite che ve ne fate?
Come fate a sbavargli, a morirgli dietro?
Un uomo cosi' come fa ad essere il sesso forte, se non ha un minimo di dignità e orgoglio? Come fa ad essere MACHO come dite voi, se agli occhi delle donne appare come un verme schifoso che sbava dinanzi al sesso all'apparenza più debole?

a me uno che si chiede quando mai troverà un'altro rapporto  "dopo la fine di una relazione pienamente soddisfacente, felice e piena"
mi sembra proprio molto esigente con le donne
e tutt'altro che verme schiffoso che sbava dinanazi all'altro sesso.

Infatti mi sembra che avra piu difficolta di trovare un rapporto altrettanto appagante come ha avuto precedentemente e non di trovare una donna qualsiasi, perché poi mettera tutte a confronto con la ex e nessuna sarà all'altezza.



Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #26 il: Luglio 31, 2013, 09:50:11 am »

Infatti mi sembra che avra piu difficolta di trovare un rapporto altrettanto appagante come ha avuto precedentemente e non di trovare una donna qualsiasi, perché poi mettera tutte a confronto con la ex e nessuna sarà all'altezza.

infatti: c'è sempre un po' di confusione con 'sta storia della disparità ormonale.
La donna avrebbe (ha anche secondo me) maggiore facilità a trovare compagnia per una notte. Il punto è che difficilmente ambisce a una serie di compagnie nottambule sempre diverse.
A 35 anni si potrebbe trovare sola sia quella che è stata troppo selettiva (per intenderci quelle che normalmente classificano come la tipologia "italiane") sia quella che è stata troppo poco selettiva (la libera europea secondo la classificazione che vedo fare sovente).

A me sembra palese che c'è anche una selettività maschile, che entra in gioco però "dopo" l'appagamento della componente sessuale.

L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #27 il: Luglio 31, 2013, 10:27:12 am »
infatti: c'è sempre un po' di confusione con 'sta storia della disparità ormonale.
La donna avrebbe (ha anche secondo me) maggiore facilità a trovare compagnia per una notte. Il punto è che difficilmente ambisce a una serie di compagnie nottambule sempre diverse.
A 35 anni si potrebbe trovare sola sia quella che è stata troppo selettiva (per intenderci quelle che normalmente classificano come la tipologia "italiane") sia quella che è stata troppo poco selettiva (la libera europea secondo la classificazione che vedo fare sovente).

A me sembra palese che c'è anche una selettività maschile, che entra in gioco però "dopo" l'appagamento della componente sessuale.

 :unsure: Salve, sbagliate un poco tutti quanti. Per selettività riguardo all'ultima relazione mi andrebbe invece bene quasi chiunque. Era una relazione piena e appagante nel durante, ma per come la persona si è rivelata, senza che niente le avessi fatto di PERSONALE, niente, ma anzi attenzionata bene e spergiurante di essermi innamorata, dicevo per come si è conclusa e con quali modalità, nessuna potrebbe essere peggiore, nè difatti lo è mai stata, quindi andrebbe bene quasi chiunque fosse almeno gradevole e femminile,ma purtroppo non accadrà più.
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #28 il: Luglio 31, 2013, 10:38:42 am »
Ciao Torsolo. Mi fa piacere leggere questa tua presentazione qui sopra; vuol dire che cmq del tutto inesperto non sei.

Dunque, il discorso si potrebbe approfondire abbastanza, quello che ho scritto su era una sintesi del mio pensiero, come amo fare spesso. Mi piacerebbe conoscere anche il tuo pensiero in merito, magari in sintesi.

Io poi penso che la sessualità femminile altro non sia che uno specchio di quella maschile, sempre come sintesi. Scriveva Rino Barnart... "la donna è erotizzante, il maschio è erotico". Lei riflette le voglie maschili, o almeno solo a tali stimoli risponde, a volte più a volte meno, (a volte anche per nulla).
Nonostante questo, secondo me, anche la donna va in crisi dopo un pò che sta in astinenza, ma i sintomi sono molto più sfumati rispetto all'uomo.
L'uomo (giovane e sano) va in crisi dopo un mese circa di astinenza totale dal sesso. Dopo sei mesi di astinenza totale e non sublimata da altri elementi (spiritualità, sport, lavoro, etc.) può vedere l'apparizione della madonna sopra il comodino. Scusatemi tutti, ma così è, più o meno. I taoisti avevano anche inventato una formula che, tenendo conto dell'età biologica e reale, stabilivano all'incirca ogni quanto tempo si dovrebbe far sesso per stare bene, ma è anche ovvio che tale bisogno varia in seguito a diverse cose.

La donna, invece, a parità di salute e di età, può stare molto più tempo senza far sesso, senza con ciò avvertire sintomi particolari. Mesi o anche anni: si tratta della cd "disparità ormonale" di cui si parla spesso qui, e della differnza tra ruolo attivo a passivo. Cose volute dalla natura e non inventate da noi, evidentemente. Il tutto non vale più nel momento in cui la donna riceva un input da parte maschile, nel qual caso la donna può andare in forte crisi in qualunque momento.
E in ogni caso, anche se mancassero tali stimoli, la donna senza di essi è un elemento che tende a perdere di significato, è benzina che evapora senza produrre calore; è come il gatto dentro la scatola, che non esiste perchè nessuno lo vede; è un vuoto a perdere:
http://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=7467.msg88465#msg88465


Tutto questo, secondo me.
Secondo te, invece?


Red grazie dell'accoglienza, ma perchè "non del tutto inesperto"?
Purtroppo ho invece avuto diverse esperienze di vita decisamente "balzachiane" le peggiori che la vita ti possa riservare e che non augurerei a nessuno tantomeno di queste parti, anzi che quasi con presunzione reputo ben pochi abbiano avuto la sventura di vivere, e di vedere, la cosìddetta "morte civile".
Per cui su come la pensi a riguardo della società degli uomini come delle donne, è facilmente arguibile. Coltiverei da sempre come fantasia purtroppo irrealizzabile quella di David Morse nel finale de "L'Esercito delle 12 scimmie" di Terry Gilliam, quando nell'aeroporto fa liberare dalla provetta il batterio del virus "fine di mondo" per tutto il genere umano, fatti salvi tutti gli animali e altri esseri.
Le donne non  sono infatti che di solito un'estremizzazione parossistica dei peggiori difetti dell'uomo. Soprattutto in quest'Era per le quali si è rivelata loro come massima conquista e privilegio potersi comportare al medesimo modo (anche potenzializzato in mille declinazioni peggiori) stante il conquistato medesimo potere in quasi tutti i settori, e quindi in campo sessuale/sentimentale :rolleyes:
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Quanto è in media possibile vivere senza rapporti regolari (forse sondaggio)
« Risposta #29 il: Luglio 31, 2013, 12:36:28 pm »
Se la donna è un'essere amorfo, che non sente nulla, priva di slanci e sentimenti autentici nei confronti dell'altro sesso, MA NON VERSO SE STESSA, malata di superbia soprattutto per colpa nostra.............
mi dite che ve ne fate?
Come fate a sbavargli, a morirgli dietro?

Non sono d'accordo con la piega estremista. Ci sono due comportamenti opposti ma entrambi sbagliati:
 il primo è quello in vigore nella maggior parte dei casi e cioè quello che spinge a trattare la donna come un essere superiore a prescindere, il secondo è quello che spinge a trattare la donna come un essere inferiore a prescindere.

L' "a prescindere" è negativo in quanto non si dà alla donna nessun messaggio, nessuna direzione da seguire. Le donne esistono e ci dobbiamo convivere e non voglio pensare che la natura o chi per sé abbia creato degli essere umani che abbiano un comportamento tale che io dovrei per forza considerarlo come inferiore.

Loro hanno una tattica letteralmente fantastica per ottenere la femminilizzazione della società e ci sono riuscite. Dobbiamo seguire o sforzarci di seguire la loro tattica, dato che è nettamente la migliore.
La loro tattica consiste nel distinguere nettamente i meritevoli dai non meritevoli. Accennai della cosa diversi anni fa, in quel thread sui baci rubati.
Una distinzione di merito lascia un'impronta, mascolinizza; un'uniformità di giudizio non lascia nulla.

Se tutti gli uomini agissero come Controcorrente la QM si risolverebbe, ma non succederà mai. Quindi si ha bisogno di una reazione apparentemente più moderata, ma che in realtà è più rumorosa: dare importanza alla meritocrazia nella politica sessuale maschile.