Autore Topic: Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?  (Letto 19521 volte)

Offline Mercimonio

  • Veterano
  • ***
  • Post: 1894
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #45 il: Maggio 07, 2013, 08:53:38 am »
ad una donna che ti aggredisce "chè cazzo pensi che non so aprirmela da me questa porta?" (Tiziano Terzani) in quale altro modo si può rispondere?

servirebbe un nuovo "Galateo" infatti, adatto ai tempi, dove si mette in chiaro che la cavalleria e la galanteria sono stati aboliti.

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5996
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #46 il: Maggio 07, 2013, 14:11:34 pm »
:lol:

è vero!

è la nostra risposta al femminismo

ad una donna che ti aggredisce "chè cazzo pensi che non so aprirmela da me questa porta?" (Tiziano Terzani) in quale altro modo si può rispondere?

puoi aprirgliela per forza? puoi obbligarla a fare la damigella?
no, l'unica cosa che puoi fare è passare per primo e chiudergliela in faccia: che se l'apra lei!

E anche un bel "vaffanculo stonza sifilitica" non ci starebbe male.
Non trovi?
Vnd [nick collettivo].

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4239
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #47 il: Agosto 11, 2013, 18:32:26 pm »
Sulla scia di Mazzola (emergenza femminicidi nel mondo) e Tonello (emergenzia femminicidi nel temp), c'è anche Giulio Ferrari:
http://www.corrieredilecco.it/dettaglio.php?id=MjYyMQ%3D%3D&idc=MjA%3D&idc2&titolo=19945Femminicidio+grande+balla%3A+siamo+gli+ultimi+al+mondo+per+numero+di+donne+assassinate

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4239
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #48 il: Agosto 19, 2013, 23:56:04 pm »

Offline andremany

  • Utente
  • *
  • Post: 18
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #49 il: Agosto 20, 2013, 14:07:39 pm »
Onestamente... E' un buon'articolo.
Ce ne fossero di giornalisti come lui.
Sarà perché non è un giornalista bensí un avvocato (e ce ne fossero come lui...).

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #50 il: Agosto 20, 2013, 17:48:27 pm »
siete piu antimatrimonialiste delle femministe, poi dite che è il femminismo che ha distrutto la famiglia.

Il femminicidio io l'ho intendo come crimine passionale anche se quest'ultimo termine mi sembrava piu chiaro perché puo succedere in ambedue direzioni. E che se ho ben capito in passato era un'attenuante invece adeso è agravante.
In Zorba uccidono una donna perché un ragazzino si è suicidato perché lei non ci stava, quella si che l'hanno ucciso in quanto donna, mica pretendi da un uomo che te lo dia.


E' una reazione normale e doverosa allo schifo avallato da quella sottospecie di politici (TUTTI, nessuno escluso, perché tutti hanno votato la convenzione di Istanbul).

Reazione pure fin troppo composta.  La famiglia è stata distrutta dal femminismo, non da noi. Accusa le tue colleghe universitarie di studi di genere di questo schifo, non noi. E accusa anche i mandanti del femminismo, quei paraculo di merda di destra e di sinistra, che per un piatto di lenticchie ci stanno vendendo agli altri paesi (vedi Finmeccanica, Eni, Inps, etc.)

Ma non accusare noi.
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #51 il: Agosto 21, 2013, 10:24:04 am »
grande articolo e notevoli commenti. laddove c'è uno straccio di libertà, la dissidenza contro il marciume femminista c'è, eccome.
Quoto sandokan , la distruzione della famiglia non è opera nostra e adesso che ci si venga a parlare di matrimonio.
Neanche per scherzo.
Si sposino, gay, lesbiche, bisex, trisex, zoroastriani, vegani, andromediani, ecc..
ma non un uomo sano di mente.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #52 il: Agosto 21, 2013, 11:11:50 am »
grande articolo e notevoli commenti. laddove c'è uno straccio di libertà, la dissidenza contro il marciume femminista c'è, eccome.
Quoto sandokan , la distruzione della famiglia non è opera nostra e adesso che ci si venga a parlare di matrimonio.
Neanche per scherzo.
Si sposino, gay, lesbiche, bisex, trisex, zoroastriani, vegani, andromediani, ecc..
ma non un uomo sano di mente.

Non sarà opera vostra ma siete ben felici della distruzione della famiglia, fino a disprezzare chi si sposa.

Io non mi faccio condizionare la vita della politica, chi lo fa è perché gli conviene di farlo.
Io non accuso voi  di niente solo ho detto che vi state contradicendo:
se critico la distruzione della famiglia è perché peso che la famiglia e(ra) una istituzione buona,
se invece sono contro il matrimonio allora sono ben felice che la famiglia è stata distrutta.

Offline dimitri

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 245
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #53 il: Agosto 21, 2013, 14:46:07 pm »
Citazione
Non sarà opera vostra ma siete ben felici della distruzione della famiglia, fino a disprezzare chi si sposa.

Questo veramente era l'obiettivo del femminismo oggi regnante sin dalla sua nascita. Lo prevedeva il suo statuto. Ed io non sono affatto felice della sua distruzione.

Citazione
Io non mi faccio condizionare la vita della politica, chi lo fa è perché gli conviene di farlo.


Beh, se lo Stato mi dice che sposandomi devo sottopormi alla potestas della donna con cui contraggo matrimonio, se permetti....

Citazione
se critico la distruzione della famiglia è perché peso che la famiglia e(ra) una istituzione buona,

Anche io. Ma la sua distruzione l'ha voluta il femminismo. E' il femminismo che dovresti criticare.
 
Citazione
se invece sono contro il matrimonio allora sono ben felice che la famiglia è stata distrutta.

Si può essere favorevoli al matrimonio ma contrari all'attuale concezione politica di esso.
Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.

Offline Mercimonio

  • Veterano
  • ***
  • Post: 1894
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #54 il: Agosto 21, 2013, 15:39:37 pm »
Non sarà opera vostra ma siete ben felici della distruzione della famiglia, fino a disprezzare chi si sposa.

Io non mi faccio condizionare la vita della politica, chi lo fa è perché gli conviene di farlo.
Io non accuso voi  di niente solo ho detto che vi state contradicendo:
se critico la distruzione della famiglia è perché peso che la famiglia e(ra) una istituzione buona,
se invece sono contro il matrimonio allora sono ben felice che la famiglia è stata distrutta.

per forza, la famiglia tradizionale e' stata abolita.

quella odierna per vie delle leggi moderniste e femministe e' solo un orrendo surrogato, e' una sorte di fidanzamento a termine, e una trappola legale che puo' portare l'uomo a vivere sotto un ponte.

lo stesso matrimonio cattolico non ha piu' senso nel momento che per legge si puo' divorziare !

gli stessi figli possono portarteli via in vari modi e farti pure pagare anche se non li vedi mai piu'.

di quale famiglia stiamo parlando quindi ? oggi la famiglia e' gia' morta e sepolta e con essa il matrimonio,
se equiparano le convivenze ai matrimoni come gia' fanno nei paesi anglosassoni allora si chiudera' il cerchio del tutto.

per forza si vede con sospetto chi si sposa perche' nella maggior parte dei casi non e' per nulla informato dei rischi a cui va incontro.

io come uomo non vedo alcun motivo per investire alcunche' in quello che sarebbe solo un rapporto uomo/donna a termine e che potrebbe rovinarmi economicamente e distruggere tutto quello che ci ho costruito intorno.

prendiamo atto che ormai far figli e' diventato un lusso e un rischio, che non vogliono che li facciamo, che ci odiano e vogliono che non ci riproduciamo, e' alla luce del sole ormai la loro volonta' politica, sanno benissimo la reazione che genere ognuna delle loro azioni, e' da piu' di un secolo che esperimentano, non crediate ci sia alcunche' di casuale, gli va benissimo che i paesi occidentali siano a crescita zero e che diminuiscano pure di popolazione autoctona per essere rimpiazzata da stranieri.

la gente dovrebbe prendere atto e fare come i musulmani che si sposano comunque e seguono rigide regole etiche e morali, ma ormai pure i cattolici hanno abdicato e anche loro si separano e divorziano in allegria.

io dove la dovrei trovare una moglie tradizionale ? che garanzie ho oramai ? nessuna .. l'unico paese al mondo dove e' ancora vietato il divorzio sono le Filippine, e sono pochissimi quelli rimasti dove non si puo' abortire, anche l'Irlanda di recente ha calato le braghe.

viviamo in un mondo OSTILE alla vita e ostile alla famiglia, e' un fatto.

Offline dimitri

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 245
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #55 il: Agosto 21, 2013, 16:35:01 pm »
Per restare in tema segnalo anche questo articolo. L'arcano ormai è stato svelato ed a parte la classe dirigente (sic!) il fattarello lo hanno capito tutti. Quindi il contenuto certamente non fà notizia. Però merita perché a mio avviso il ragazzo che ha scritto l'articolo ha una bella tecnica comunicativa.

http://www.linkiesta.it/blogs/sogni-di-merito/le-leggi-contro-il-femminicidio-e-una-cagata-pazzesca#ixzz2cbsuiopv
Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio

Offline Number10

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1087
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #57 il: Ottobre 14, 2013, 08:06:30 am »
Non mi piace  :(
difende gli uomini italiani dicendo che solo quelli ungheresi (e dell'est) sono davvero criminali. Il numero di maschi e femmine vittime è quasi uguale. E io anche là mi sono sempre sentita in sicurezza quanto in Italia. Lo so solo io sono sensibile anche a questo aspetto e voi non ma quella frase non mi va. Se non fosse quella condividerei in tutto ciò che dice.



Quoto, io sono solidale con tutti gli uomini quando si parla di QM. In questo caso sto difendendo il mio sesso, non una parte di esso. Quando non si parla di QM, sono nazionalista e non difendo né gli uomini né le donne, altrimenti diventerei come le femministe.
Ex Andrea

Hitler scopre che le femministe copiano il nazismo:


Offline Number10

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1087
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #58 il: Ottobre 14, 2013, 08:33:04 am »
Citazione
siete piu antimatrimonialiste delle femministe

Forse è l'unico argomento femminista che condivido. Anzi, l'altro argomento che condivido (anche se è tutta teoria, visto che vogliono essere privilegiate) è l'abolizione dei ruoli, almeno per quanto riguarda la mia vita. Non dell'identità maschile e femminile a cui sono legato e che non rinnegherò mai, anche perché naturale (purtroppo come i ruoli). Io cucino, lavo, stiro, ma, per citare Paola Concia, la ruota dell'auto te la cambi da sola. E' la parità. A me interessa solo che i miei diritti siano rispettati. Per il resto, la famiglia e il Matrimonio possono andare a farsi fottere. Già prima non è che avessi tutta questa voglia di impegnarmi, ora invece l'idea mi fa proprio vomitare. Soldi, libertà, viaggi, amici, ecc ecc. Altro che fidanzatina, moglie, matrimonio, san valentino, amore, cuoricini e boiate varie.

Ps. Mercimonio, in America, così come in tutto il Mondo, gli uomini non vogliono proprio sposarsi. Non è che scelgono le straniere, non si cagano nessuna donna. In un sondaggio si parla del 71% di giovani maschi americani che non vogliono impegnarsi.
Ex Andrea

Hitler scopre che le femministe copiano il nazismo:


Offline Number10

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1087
  • Sesso: Maschio
Re:Femminicidio, ma siamo sicuri che esista?
« Risposta #59 il: Ottobre 14, 2013, 08:36:03 am »
Per quanto riguarda l'articolo, copio la risposta lasciata ad un maschietto femminista che ha attaccato Mazzola.

http://ilsensocritico.wordpress.com/2012/10/25/giornalisti-o-maschilisti/

Un classico. Da una parte abbiamo le femministe che si comportano da vere e proprie sessiste, insultando gli uomini, accusandoli di cose terribili, ovviamente senza uno straccio di prova, e pretendendo leggi anticostituzionali e discriminatorie. Il termine “femminicidio” è sessista, dato che lascia intendere che la morte di una donna sia più grave di quella di un uomo. Dall’altra parte abbiamo uomini e donne (per fortuna in maggioranza) che hanno capito cos’è realmente il femminismo e che rispondono con i fatti e con le prove. Per quanto riguarda le presunte discriminazioni ai danni delle donne nel lavoro, in politica o in qualsiasi altro settore, leggi, sentenze, ecc ecc dimostrano addirittura il contrario. Per quanto riguarda la violenza, è sufficiente tirare fuori semplicemente le statistiche Onu che smentiscono, qualora ce ne fosse bisogno, le balle diffuse da fonti di parte come Telefono Rosa o Casa delle Donne che, nel calderone “femminicidio”, inseriscono pure gravi, anzi, gravissimi reati come: criticare la moglie per l’abbigliamento, dar ragione alla propria mamma e non alla moglie, guardare la partita anziché “Scusa ma ti voglio sposare” insieme alla propria compagna, ecc ecc. No, non è uno scherzo. Reazione delle femministe e dei maschi femministi? Prove? Dati? Niente di tutto ciò: insulti, accuse di “maschilismo”, di “misoginia”, di “odio per le donne”. E tentativo di censurare chi sputtana le loro teorie. Dati che smentiscono le teorie “antifemministe”? “Zeru”, per citare Mourinho. D’altronde questa è la classica reazione di chi non ha uno straccio di prova o di argomento. C’è chi tira fuori leggi, sentenze, statistiche e chi preferisce gridare al gran complotto con tanto di slogan privi di senso come “Se non ora quando”, “strage di donne”, “femminicidio”, “tremate le streghe son tornate”, “girl power”.

Ps. tra l’altro bisogna anche notare che essere “maschilista” significa odiare le donne, insultarle e pretendere privilegi per gli uomini. Vi pare che gli uomini che si ribellano al femminismo ragionino così? No. Questo lo fanno le femministe.
Ex Andrea

Hitler scopre che le femministe copiano il nazismo: