Autore Topic: Orientamenti nella QM  (Letto 2633 volte)

Offline bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2634
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
Orientamenti nella QM
« il: Settembre 20, 2012, 22:37:54 pm »
stavo rispondendo a uno di quei giochini che indicano la vicinanza ai partiti.
quelli che con grafici indicano la vicinanza ad uno dei partiti.

anche per la QM mi pare si possa fare la stessa cosa e si possa dividere su un piano cartesiano,
lungo un asse l'intervento statale a sostegno degli uomini
e lungo l'altro il grado di sostegno al patriarcato .

cioè le posizioni si possano dividere sostanzialmente tra chi sostiene l'intervento statale in quote o solo in aiuti sanitarie per le malattie maschili o per l'educazione/sport  e  chi sostiene che lo Stato non deve minimamente intervenire.

e tra chi è favorevole ad un ripristino del patriarcato in forme più o meno aggiornate e chi lo considera comunque un male.
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5643
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #1 il: Settembre 20, 2012, 23:07:08 pm »
E al mio voto aggiungo questa mia considerazione: il patriarcato è stato una disgrazia. Ma una disgrazia che è il risultato di un'altra disgrazia: lo stato di natura. Per uscirne in qualche modo si
è dovuto creare questa struttura familiare. Disgregatasi a seguito dei cambiamenti rapidi, massicci,
intensi susseguitisi in Occidente nell'arco di una sola generazione, ora è solo un ricordo, tenuto in
vita solo dalle rievocazioni femministe che hanno interesse a fargli la respirazione bocca a bocca al
fine di giustificare l'inutile esistenza del femminismo e la richiesta di vantaggi e privilegi per le donne.
In questa mia analisi e disamina sono abbastanza hobbesiano. Non voglio il ritorno del patriarcato.
Ma temo che avverrà tra breve: quando finirà il sistema del denaro e crollerà il modello di sviluppo
occidentale. Una volta che la gente non potrà più comprare i beni di prima necessità e dovrà per forza
ricavarli dalla terra, si ritornerà a forme di autoproduzione e consumo. E ritornerà pure il patriarcato.

Offline bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2634
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #2 il: Settembre 20, 2012, 23:14:18 pm »
ci sono anche altre possibile conclusi  dalla situazioni attuale:
http://it.wikipedia.org/wiki/Transumanesimo


E al mio voto aggiungo questa mia considerazione: il patriarcato è stato una disgrazia. Ma una disgrazia che è il risultato di un'altra disgrazia: lo stato di natura. Per uscirne in qualche modo si
è dovuto creare questa struttura familiare. Disgregatasi a seguito dei cambiamenti rapidi, massicci,
intensi susseguitisi in Occidente nell'arco di una sola generazione, ora è solo un ricordo, tenuto in
vita solo dalle rievocazioni femministe che hanno interesse a fargli la respirazione bocca a bocca al
fine di giustificare l'inutile esistenza del femminismo e la richiesta di vantaggi e privilegi per le donne.
In questa mia analisi e disamina sono abbastanza hobbesiano. Non voglio il ritorno del patriarcato.
Ma temo che avverrà tra breve: quando finirà il sistema del denaro e crollerà il modello di sviluppo
occidentale. Una volta che la gente non potrà più comprare i beni di prima necessità e dovrà per forza
ricavarli dalla terra, si ritornerà a forme di autoproduzione e consumo. E ritornerà pure il patriarcato.
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6000
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #3 il: Settembre 21, 2012, 08:06:21 am »
E al mio voto aggiungo questa mia considerazione: il patriarcato è stato una disgrazia. ...

Una volta che la gente non potrà più comprare i beni di prima necessità e dovrà per forza
ricavarli dalla terra, si ritornerà a forme di autoproduzione e consumo. E ritornerà pure il patriarcato.

Non sono d'accordo con la prima frase. Se per patriarcato si intende la società tradizionale che riconoscendo le differenze di "genere" prevedeva ruoli, diritti e doveri ad hoc, allora il patriarcato è stata la soluzione sociale più efficace ed efficiente possibile. Che ha reso possibile, alle popolazioni che l'anno adottata, di sopravvivere ed evolversi.

La seconda frase, invece, è una verità eclatante.
Il femminismo è un lusso. Sicuramente si sono già verificati, nel passato, episodi di isteria collettiva e femminile simili al femminismo (penso... alle matrone romane, al beghinaggio....).
Poi... alla prima carestia, sono scomparsi.
E non s'è nemmeno sentita l'esigenza di scriverne.
Il femminismo non lascia traccia nella storia.

C'è poi un'altra cosa da dire. Le donne tendono ad enfaizzare il loro atteggiamento servile quando il numero degli uomini sessualmente attivi scende al di sotto di una certa soglia.

Quindi è chiaro che dopo la la I e la II GGMM, oltretutto così vicine, con generazioni di uomini scomparsi, le donne che volevano accoppiarsi dovevano per forza fingere di non rompere i coglioni e, nell'ottica delle femministe,  sottomettersi.
Altro che maschilismo!
Non bisogna confondere la vera schiavitù dalla subalternità apparente e, spesso, simulata, a causa della fame di cazzo.
Vnd [nick collettivo].

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #4 il: Settembre 21, 2012, 10:49:52 am »
Non si può votare se non decidiamo la definizione unica del patriarcato.

Offline Fazer

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4193
  • Sesso: Maschio
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #5 il: Settembre 21, 2012, 11:01:53 am »
Non si può votare se non decidiamo la definizione unica del patriarcato.

Sistema sociale di facciata nel quale l'uomo era convinto di comandare, in realtà non comandava un cazzo (nemmeno il suo).
Va bene?  :lol:

Offline Cassiodoro

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 1239
  • Sesso: Maschio
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #6 il: Settembre 21, 2012, 11:58:38 am »
Sistema sociale di facciata nel quale l'uomo era convinto di comandare, in realtà non comandava un cazzo (nemmeno il suo).
Va bene?  :lol:

Non essere scurrile anche tu.... :P

La parola "Patriarcato" ha sempre significato "INIZIATO DAL PADRE".. il senso negativo è stato introdotto dalle femministe insieme alla parola "maschilismo".

Il "patriarcato" inteso negativamente è un sistema sociale che prevede gli uomini a tutelare, sia fisicamente sia negli interessi economici, le donne.
Il patriarcato ed il maschilismo esulano le donne da ogni responsabilità civile e morale.
Il patriarcato ed il maschilismo tutelano le donne, quando sono minorenni tramite il padre ed i fratelli, poi, in età adulta, tramite il marito (e l'applicazione delle leggi).

"Sì, sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante" - "Ah sì? E cosa ha capito?" - "Che vola solo chi osa farlo"

Offline Stealth

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2888
  • Sesso: Maschio
  • Questo utente è altamente tossico e pericoloso
    • Cosa dice un fesso
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #7 il: Settembre 21, 2012, 13:06:42 pm »
La terza e la quinta.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5643
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #8 il: Settembre 21, 2012, 14:05:18 pm »
Patriarcato: sistema sociale che assegnava all'uomo marito e padre onori e oneri dell'autorità in
famiglia: doveva provvedere sostentamento, aiuto e protezione e in cambio riceveva ubbidienza,
collaborazione e rispetto da figli/e e moglie. Questo nella teoria. Nella pratica la moglie aveva un
enorme potere personale, rafforzato dalle frequenti e spesso lunghissime assenze del marito e
padre da casa a motivo di lavoro, guerre, viaggi e commerci. Spesso c'era la percezione che di potere
ne avesse più del marito, spesso silenzioso o di carattere abulico o semplicemente perchè aveva già
speso e dato nel lavoro (quasi sempre duro, nei campi, nelle cave o nelle miniere). Tale sistema è
stato IMPOSTO (ci provino le femministe a dimostrare il contrario) dalle durissime condizioni di vita in
cui l'umanità è stata costretta a vivere per molti secoli e non pianificato e attuato a tavolino da maschi
ossessionati dall'idea di dominare o affliggere le donne imponendo ad esse la schiavitù al maschio,
idiozia questa che è oramai considerata un assioma qui in Occidente. Pertanto non è in sè nè un
bene nè un male: è stato un istituto necessario per la sopravvivenza della specie umana. Perchè
lo si può definire una disgrazia? Perchè, assoggettando i maschi, quando erano piccoli o deboli ad
umiliazioni gratuite, salvo poi a permettere loro di vendicarsene abbondantemente, quando a loro
volta diventavano adulti o forti, anche su chi non c'entrava nulla con le loro precedenti sofferenze,
ha istillato nei maschi il gusto e l'abitudine per la sopraffazione che ancora oggi tantissimi di noi
(dobbiamo riconoscerlo) fanno fatica a liberarsene, nonostante la civiltà e la civilizzazione. E d'altra
parte, educando ed abituando le donne a valutare i maschi per la loro idoneità a dare sicurezza,
benessere e protezione, ha istillato nelle donne una mentalità puttanesca che parimenti le donne
fanno fatica a rigettare nonostante le opportunità e le possibilità di emancipazione economica che
sono oggi loro disponibili. Tuttavia, non c'era altra scelta: solo facendo quadrato attorno a questa
struttura l'umanità poteva sopravvivere ai tempi grami ed incamminarsi verso condizioni di vita
migliori. Volendo vedere le cose dall'alto e volendo assegnare a tutto una ragione ed un senso, si
può dire che il patriarcato è nato con una missione, l'ha assolta e con essa è finito. La missione da
assolvere era traghettare l'umanità dallo stato di natura allo stato di modernità. E non c'è dubbio
che questa missione il patriarcato l'abbia egregiamente assolta. La lunghissima durata di questo
sistema familiare, culturale e giuridico è lì a dimostrarci la sua concretezza storica e la sua aderenza
ai bisogni e alle necessità umane come si sono manifestate in tutti i periodi storici, così come la sua
capacità di adattamento, la sua flessibilità e la sua solidità, nonostanze le tragedie della storia.
Logicamente, tutto ciò non verrà mai ammesso dal femminismo: che nella sua ricostruzione, anzi
revisione della storia, ha voluto vedere in essa il costante operare del maschio demonio il cui gioco
e principale divertimento e soddisfazione consiste nel tormentare, umiliare, maltrattare la donna e
adatto proprio per questo a giustificare oggi tutti gli opportunismi e le recriminazioni di un sesso
femminile che vuole a tutti i costi sentirsi la coscienza a posto. Per la ragione elementare che a
posto la coscienza non l'ha.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #9 il: Settembre 21, 2012, 14:59:38 pm »
ma se un regina poteva regnare nel nome di un figlio di qualche mese allor che partiarcato mai era quello?

Questa è la prima domanda che mi è venuta in mente anhce perché penso che è troppo riduttivo come ci immaginimo noi il patriarcato.

Un'altra cosa che mi viene in mente, molto in sintonia col mio attuale avatar :D:
il complesso oedipico del figlio, il desiderio di uccidere il padre o di mettersi comunque in concorrenza con lui è sempre una conseguenza della società patriarcale, non ?
E allora per maschi stessi sarebbe una cosa buona questo ritorno? Non è meglio che ognuno può scegliere l propria vita come vuole?
 

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #10 il: Settembre 21, 2012, 17:34:16 pm »
Allora non si potrebbe semplificare dicendo: la moglie deve lavorare o no?

Offline GIUSTIZIALISTA

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 991
  • Sesso: Maschio
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #11 il: Settembre 21, 2012, 19:11:46 pm »
La numero 6.
Sic transit gloria mundi.

Offline poisonmind

  • Affezionato
  • **
  • Post: 399
  • Sesso: Maschio
  • IV° onora il padre e la madre
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #12 il: Settembre 22, 2012, 20:11:15 pm »
non so cosa rispondere, il sondaggio dovrebbe essere più chiaro.
Memento Audere Semper (Gabriele D'Annunzio)

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2720
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Re:Orientamenti nella QM
« Risposta #13 il: Settembre 22, 2012, 22:43:57 pm »
Pure io non trovo una risposta soddisfacente fra quelle proposte, io sceglierei un misto tra diverse opzioni. Dovendo proprio votarne una sola, scelgo la due.
A mio modesto avviso il patriarcato (aggiornato ai tempi, così da renderlo accettabile per entrambi) non è un'opzione tra le tante, ma l'unica possibiltà che madre natura ci ha concesso. Poi possono esistere tante variazioni sul tema, (appunto) nonchè diverse eccezioni, il tema però resta sempre quello. Non è data una diversa opzione, a mio avviso.

"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."