Autore Topic: violenza sugli uomini - la questione seria  (Letto 55873 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #15 il: Ottobre 08, 2010, 14:57:15 pm »
http://www.ilsecoloxix.it/Facet/print/Uuid/4b97a6ac-d239-11df-8cb2-0003bace870a/Sentenza_definitiva_15_anni_alla_Maneschi_SPEZIACDELITTO08-10-2010.xml

Sentenza definitiva: 15 anni alla Maneschi
08 ottobre 2010
Sentenza definitiva per Clara Maneschi, la cosiddetta “mantide di
Follo”, che insieme all’amico di Arcola, Giordano Trenti, nel
novembre del 2007, uccise il marito, il magazziniere Maurizio
Cioni. La Maneschi dovrà scontare 15 anni di carcere. Infatti dopo
la sentenza della Corte d’appello di Genova che confermava
quella di primo grado emessa dal tribunale di Massa a 15 anni di
reclusione, l’omicida non ha presentato ricorso in Cassazione e
pertanto, scaduti i termini, sulla sentenza è stata messa una pietra
tombale. Come previsto dalla legge, Clara Maneschi deve
scontare in carcere almeno due terzi della pena, tre dei quali già
trascorsi. Con la buona condotta e altri possibili sconti tra quattro,
cinque anni nella peggiore (per lei) delle ipotesi, Clara Maneschi,
la ex impiegata di una scuola guida della Spezia, tornerà ad
essere libera.



3 + 5 = 8       E che sara' mai uccidere il marito ? Addirittura OTTO anni di carcere...
ma dove andremo a finire. Avra' avuto la depressione postaprtum ?  Postcoitum ? post e qualcosa.
Poverina . 8 anni di carcere per un semplice omicidio

Offline Kargrazark

  • Affezionato
  • **
  • Post: 179
  • Sesso: Maschio
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #16 il: Ottobre 08, 2010, 15:37:52 pm »
http://www.ilsecoloxix.it/Facet/print/Uuid/4b97a6ac-d239-11df-8cb2-0003bace870a/Sentenza_definitiva_15_anni_alla_Maneschi_SPEZIACDELITTO08-10-2010.xml

Sentenza definitiva: 15 anni alla Maneschi
08 ottobre 2010
Sentenza definitiva per Clara Maneschi, la cosiddetta “mantide di
Follo”, che insieme all’amico di Arcola, Giordano Trenti, nel
novembre del 2007, uccise il marito, il magazziniere Maurizio
Cioni. La Maneschi dovrà scontare 15 anni di carcere. Infatti dopo
la sentenza della Corte d’appello di Genova che confermava
quella di primo grado emessa dal tribunale di Massa a 15 anni di
reclusione, l’omicida non ha presentato ricorso in Cassazione e
pertanto, scaduti i termini, sulla sentenza è stata messa una pietra
tombale. Come previsto dalla legge, Clara Maneschi deve
scontare in carcere almeno due terzi della pena, tre dei quali già
trascorsi. Con la buona condotta e altri possibili sconti tra quattro,
cinque anni nella peggiore (per lei) delle ipotesi, Clara Maneschi,
la ex impiegata di una scuola guida della Spezia, tornerà ad
essere libera.



3 + 5 = 8       E che sara' mai uccidere il marito ? Addirittura OTTO anni di carcere...
ma dove andremo a finire. Avra' avuto la depressione postaprtum ?  Postcoitum ? post e qualcosa.
Poverina . 8 anni di carcere per un semplice omicidio

Guarda, io dicevo la stessa cosa fino a poco tempo fà. Poi ho fatto 40 giorni di carcere.
Ti dico, dalla mia esperienza, che 8 anni per un omicidio sono secondo me una pena giusta. Non solo per lei ovviamente, dovrebbe essere così per tutti i casi.
Ovviamente, in questi 8 anni questi casi andrebbero seguiti da uno psicologo, e anche dopo la pena, ci dovrebbero essere delle visite periodiche da uno psicologo.
Ma forse questa è un'altra storia.
Io non amo le donne, io non amo gli uomini, io posso amare ogni singola persona.

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #17 il: Novembre 11, 2010, 18:16:17 pm »
Ivano. Alimenti per la figlia che non puoi vedere.
(dal TG2 di oggi 11/11/2010)


Padri in pelle come portafogli. Figli ostaggi delle madri. Ancora un padre obbligato dai tribunali a versare soldi alla ex. che gli nega i figli. I tribunali tacciono. Non c'è più limite alle angherie che padri e figli subiscono ogni giorno nelle separazioni, in un fragoroso silenzio.

- -

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #18 il: Gennaio 21, 2011, 16:27:36 pm »
Treviso, Gennaio 2011 - La Storia:
«Sono stato in guerra (afghanistan),
mia moglie è peggio


«Soldi, minaccie. Ha escluso il piccolo dalla mia vita.»

Il bambino si comporta con il padre come se fosse un estraneo,
si rifiuta di incontrarlo e non risponde alle sue chiamate.
«Sto impazzendo perché lo amo e non posso accettare di perderlo.»

- -
fonte quotidiano
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2011/17-gennaio-2011/tormentato-dall-ex-sono-stato-guerra-mia-moglie-peggio-181272359368.shtml

Il 95% degli uxoricidi-omicidi in fase di separazione
non sono da attribuire a motivi patrimoniali (come si potrebbe pensare)
ma bensì alla "disputa dei figli" dove uno dei due
genitori spesso perde contatti e legame. (dati stat. FENBI.IT/CDVD)


RISORGE WEB CORRELATE:
http://www.youtube.com/figliseparati
http://www.youtube.com/padreseparato
http://paternita.info/sos-padri-negati


Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #19 il: Gennaio 21, 2011, 18:04:00 pm »
Ivano. Alimenti per la figlia che non puoi vedere.
(dal TG2 di oggi 11/11/2010)


Padri in pelle come portafogli. Figli ostaggi delle madri. Ancora un padre obbligato dai tribunali a versare soldi alla ex. che gli nega i figli. I tribunali tacciono. Non c'è più limite alle angherie che padri e figli subiscono ogni giorno nelle separazioni, in un fragoroso silenzio.

- -


Quello che valgono i tribunali lo vediamo pienamente in questo periodo, in cui stanno cercando di fare un golpe giudiziario.
Sono la vergogna dell'Italia

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #20 il: Marzo 07, 2011, 11:53:16 am »
Italia, 7 Marzo 2011
QUESTIONE PARITA' GENITORIALE


PATERNITA.INFO: LA SISTEMATICA VIOLAZIONE DELL'ART.3
NEL DIVORZIO STA PORTANTO AD UNA CARNEFICINA SOCIALE

ISTAT: 450.000 SEPARATI OGNI ANNO DI CUI 150.000 MINORI
PER LORO (PADRI E FIGLI) UGUAGLIANZA E DIGNITA' NON C'E'.

CARITAS: 800.000 padri nei ricoveri per poveri.

DDL 957: (affido condiviso bis) osteggiato da lobby trasversali
di avvocati, femministe e negazionisti delle morti e del degrado

SONDAGGI: oltre il 90% degli italiani sono di parere unanime*:

" Padri separati è emergenza sociale,
chi non fa niente è complice. "

UE: In EUROPA vengono "registrati" 2000 suicidi/anno di papà separati, ma il sommerso è molto di più. Oltre cento i bambini che "si portano con se" nel suicidio, quasi 1 ogni 3 giorni. (fenbi www.fenbi.it, "la repubblica").


-
- sotto 3 storie degli ultimi 3 mesi -
-

Inghilterra, Marzo 2011 - La Storia:
Dice alla moglie: «Hai dieci secondi
per dire addio a tua figlia», poi la uccide
.

Christopher Grady ha fatto questo annuncio shock dopo essersi presentato in macchina di fronte alla porta dell’ex moglie Kim Smith. Quando la donna si è aggrappata disperatamente alla portiera dell’auto per fare scendere i bambini, l’uomo ha improvvisamente accelerato con i figli che gridavano terrorizzati sul sedile posteriore. Alcuni testimoni hanno assistito con orrore alla scena, mentre il padre lanciava la macchina a velocità folle nelle acque ghiacciate del fiume Avon.

I suoi problemi finanziari facevano sì che non fosse in grado di pagare l’affitto ed era sostanzialmente senza fissa dimora. Una difficoltà che sarebbe stata resa più acuta dal fatto che l’uomo doveva versare una parte del suo stipendio per pagare gli alimenti alla moglie. Kim gli ha quindi detto che non gli avrebbe più permesso le visite serali ai bambini fino a quando non si fosse procurato una casa più stabile, e questo aveva gettato l’uomo nello sconforto.

Quante morti devono ancora avvenire prima che la Legge e la Giurisprudenza cambino in favore di reali pari diritti tra i genitori separati per togliere gran parte dei conflitti tra genitori e per l'effettivo "bene dei minori"?

(Pietro Vernizzi)

fonte quotidiano
http://www.miopapageno.ch/index.php?option=com_content&task=view&id=2967&Itemid=448

- -

Taranto, 3 Febbraio 2011 - La Storia:
Il Registratore di Schepp.

Ho letto molto di quel giovane papà ingegnere Matthias Schepp che dopo essere stato lasciato dalla sua amata si è visto anche cacciato di casa, negato delle due figlie e dell’affido congiunto, e che umanamente non reggendo più la tortura ha rapito le figlie nascondendole (perché così è sicuramente andata) e poi si è tolto la vita. Crescono sempre più questi atti violenti e la società non avendo saputo prevenirli si trova ora ad affrontare gradualmente questa disperazione e la crescente scia di sangue che porta con se. Voglio però portare all’attenzione due dettagli-non-dettagli importanti: Schepp era figlio di separati, questo vuol dire che ne ha prese sia da piccolo che da grande. Schepp aveva un registratore.
 
Ecco la maggior parte delle persone forse ancora non saprà che portare un registratore, sempre acceso in tasca, per un papà separato è cosa normale. a maggior parte dei padri separati che ho incontrato (dopo un po’ di conoscenza) mi ha confidato che lo porta sempre con se. Motivo? Semplice, un padre su tre riceve false accuse di violenza in separazione e siccome i giudici credono di più alle madri bisogna poter avere prove per scagionarsi (la presunzione di innocenza non conta). Ma soprattutto lo portano per difendersi dalla “vera violenza” famigliare oramai esercitata sempre più spesso da donne che maltrattano, umiliano, ricattano nei modi più tirannici, sfrontati e vili possibile, forti della loro immunità culturale e giudiziaria.
 
Per questo Schepp come quasi tutti i papà sotto scacco viveva col registratore, nella speranza che se non la sua condotta famigliare e lavorativa integerrima, la sua fedeltà, dignità, se niente di tutto questo gli avesse permesso di avere qualche ora in più con le sue amate figlie, forse glielo avrebbe permesso il registrare le continue offese, umiliazioni, minacce e ricatti ai quali un qualunque papà separato è esposto. Ma probabilmente, come tutti, ha scoperto che anche questo non sarebbe servito.

fonte quotidiano libero e tarantosera
http://www.italiainformazioni.it/giornale/cronaca/117537/caso-schepp.htm
http://www.nowitaly.net/giornale/cronaca/117537/caso-schepp.htm

- -

Treviso, Gennaio 2011 - La Storia:
«Sono stato in guerra (afghanistan),
mia moglie è peggio.»


«Soldi, minaccie. Ha escluso il piccolo dalla mia vita.»

Il bambino si comporta con il padre come se fosse un estraneo,
si rifiuta di incontrarlo e non risponde alle sue chiamate.
«Sto impazzendo perché lo amo e non posso accettare di perderlo.»

fonte quotidiano
http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2011/17-gennaio-2011/tormentato-dall-ex-sono-stato-guerra-mia-moglie-peggio-181272359368.shtml

Il 95% degli uxoricidi-omicidi in fase di separazione
non sono da attribuire a motivi patrimoniali (come si potrebbe pensare)
ma bensì alla "disputa dei figli" dove uno dei due
genitori spesso perde contatti e legame. (dati stat. FENBI.IT/CDVD)

- -
RISORSE WEB CORRELATE:
http://www.youtube.com/figliseparati
http://www.youtube.com/padreseparato
http://paternita.info/sos-padri-negati

* sondaggi 09/2010
http://paternita.info/downloads/ricerche/100913-sondaggio-radio24.html
- -

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #21 il: Marzo 22, 2011, 15:51:42 pm »
Padri in lotta per Diritti di Tutti. Incarcerati.

22 Marzo 2011: la Discriminazione Genitoriale in occidente oramai sta distruggendo milioni di uomini e donne indistintamente, figlie, figli, padri, compagne, zii e nonne, uno stillicidio di famiglie amputate a metà e lasciate senza i più essenziali diritti umani e costituzionali come quello di Uguaglianza Civile ART.3 (egualitè, equal rights, igualdad, .. in tutto il mondo esiste un Articolo.3). Qui sotto alcune ultime storie:

- Stati Uniti, Marzo 2011 / A 80 Anni INCARCERATO:
«possono farmi quello che vogliono. 
Sono di origini romane. 
I romani non si arrendevano mai».


Joe Iannicelli, scienziato ed inventore italo-americano 80enne,
dal 1972 pagava gli alimenti alla ex-moglie
che lo abbandonò per un altro uomo,
abbandonando anche i figli un supermercato.

Avrebbe i soldi per mantenerla,
ma ora ha detto basta, per una ragione di principio.
Pur di non venir meno ai suoi principi,
a 80 anni è stato per la prima volta incarcerato:
“possono farmi quello che vogliono.
 Sono di origini romane.  I romani non si arrendevano mai”.

Joe Iannicelli ha scelto di essere un uomo libero dalla schiavitù femminista.

fonte italiana:
http://www.bollettinodiguerra.it/war_archives/80enne-smette-di-pagare-gli-alimenti-incarcerato/
fonte estera:
http://www.the-spearhead.com/2010/01/08/old-roman-puts-his-foot-down/

http://www.facebook.com/people/Joe-Iannicelli/100000663877155
http://joeiannicelli.com/20091229.pdf

- del mese scorso un caso analogo in Italia:
Cassazione: a 80 anni, lei (straricca)
continua a chiedere aumenti dell'assegno.


Non conta che lei, di suo, abbia già di che vivere agiatamente. Lui è tenuto a versarle ugualmente l’assegno di divorzio. È quanto emerge dalla sentenza n. 2747 del 4 febbraio 2011 emessa dalla prima sezione civile della Cassazione. Sbaglia il giudice di primo grado a negare l’assegno di divorzio sul rilievo che la signora disponesse di redditi elevati che le consentivano un buon tenore di vita, seppure non paragonabile a quello condotto durante la convivenza matrimoniale. [..]  fonte:
http://www.genitorisottratti.it/2011/02/cass-80-anni-lei-straricca-continua.html

Anche in Italia molti padri ogni anno scelgono la strada della resistenza civile
e (stile Gandhi) e rischiano il CARCERE e la SALUTE. Alcune storie, tra tante:

A.Grasso
http://paternita.info/sos-padri-negati/angelo-grasso/
F.Barzagli
http://paternita.info/diario/
S.Nardelli
http://paternita.info/sos-padri-negati/sergio/

- L'ultima oggi da Roma, Maresciallo Capo Fabrizio Adornato
Ricoverato d'urgenza. Carabiniere in sciopero della fame 
da 13 giorni. Tiberio Timperi va a trovarlo.
Seguirà R.Bernardini ed altri politici (pochi però..).


Tiberio Timperi, giornalista RAI da anni impegnato nelle attività di volontariato a supporto di figli e genitori nella separazione, si è recato stamattina alle 11 in via XXIV Maggio, luogo di protesta del carabiniere Fabrizio Adornato (è un Maresciallo Capo), genitore che già da 13 giorni è in sciopero della fame in segno di protesta contro le Istituzioni che lo hanno lasciato solo nella sua richiesta di giustizia.

Il Maresciallo Adornato", spiega Timperi, "ha servito lo Stato per anni, si è impegnato in tante indagini per garantire la difesa della legalità, ha messo la sua vita a servizio del nostro Paese e della Giustizia, ma quando lui ha chiesto aiuto, proprio la Giustizia gli ha voltato le spalle". 

Nei prossimi giorni si preannunciano diverse visite dal mondo della Politica che funziona, in particolare da parte di Rita Bernardini dei Radicali Italiani, che è già in contatto con Adornato.  [..] Contatto diretto Fabrizio Adornato - 3313613354.

fonte:
http://www.adiantum.it/public/2282-ricoverato-in-ospedale-il-carabiniere-separato-in-sciopero-della-fame.asp
- - - - -

Offline Cancellato

  • Affezionato
  • **
  • Post: 980
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #22 il: Marzo 22, 2011, 16:38:38 pm »
Guarda, io dicevo la stessa cosa fino a poco tempo fà. Poi ho fatto 40 giorni di carcere.
Ti dico, dalla mia esperienza, che 8 anni per un omicidio sono secondo me una pena giusta. Non solo per lei ovviamente, dovrebbe essere così per tutti i casi.
Ovviamente, in questi 8 anni questi casi andrebbero seguiti da uno psicologo, e anche dopo la pena, ci dovrebbero essere delle visite periodiche da uno psicologo.
Ma forse questa è un'altra storia.

Perfetto, basta mettersi daccordo; per uno stupro allora 8 mesi sono più che sufficienti, non ti pare?
Ma hai seguito il caso di questa troia???? Ha premeditato l'omicidio del marito, e, peggio ancora come aggravante, lo ha fatto compiere da un'altra persona. A casa mia è omicidio premeditato del coniuge, con l'aggravante.  8 anni giusti ??????  Bah...

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #23 il: Marzo 25, 2011, 14:52:28 pm »
Italia, 25 Marzo 2011

Sergio nardelli - Intervista su Divorzio.
Papà e Figli Discriminati, Falso Affido Condiviso*.

intervista:
http://www.youtube.com/user/padreseparato?feature=mhum#p/a/f/0/4nyYPFG77iI


Secondo tutte le ricerche (ultima 2011 Adiantum.it - 1200 sentenze)
il 95% degli Affidi sono ancora Prevalenti alle Madri.
(affido prevalente = concetto inventato dai giudici).

A Campobasso (raro esempio felice) da quando il Tribunale applica
il VERO affido condiviso (cioè 50% padre e 50% madre)
rispettando l'uguaglianza civile tra padre e madre,
la conflittualità e le cause giudiziali sono praticamente SPARITE.

La legge 54/2006 legge dello Stato, non viene applicata nei Tribunali.
I servizi sociali (e burocrazia..) amplificano la conflittualità.
E' un problema di cultura, i vecchi giudici devono andare a casa.
- -
www.paternita.info
www.infanzia-adolescenza.info

* vedi video il falso affido condiviso
http://www.youtube.com/user/separazioni#p/a/FDFC68439CB5EB5A/2/18s8sSJhT-4


Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #24 il: Giugno 10, 2011, 12:30:14 pm »
DA DIFFONDERE

Domenica da padre separato.
diffuso dai quotidiani nazionali:
- LA NAZIONE - LA STAMPA - SECOLO D'ITALIA

E' domenica tu e la tua bambina state passando una bellissima giornata con amici, ma BIPBIP.. tempo scaduto! Sono le 20 e la devi riportare dalla padrona. Parto, arrivo, suono il campanello.. la Ex ultimamente fa scendere Lui (cioè l’amante più giovane con cui ti ha tradito) per metterti a disagio.   Mentre tu cerchi di dire a lui delle cose (la bambina ha fatto i compiti, ha un po’ di mal di gola dategli lo sciroppo, ecc..) lui ti prende di mano la tua piccola con un sorrisino deridente e strafottente e ti da le spalle senza neppure considerarti. [..segue]

[>> articolo completo, scansioni giornali]
http://paternita.info/lettere/domenica-padre-separato/

Il giorno del mio divorzio.
diffuso dai quotidiani nazionali IL GAZZETTINO - IL MESSAGGERO
(divorzi facili ed euforie nei tribunali)

Oggi e' uno dei giorni piu' tristi della mia vita: un giudice di fretta legge il tuo accordo consensuale (impostomi veramente) poi firma quasi stufo, inizia la tua ufficiale separazione. Non sei piu' sposato. Come un alieno sulla terra osservi giudice, avvocati, avvocatesse, moglie, tutti ridenti prima dopo e durante "la prassi"... intenti a parlare mondanamente di tv, cinema, grande fratello. Tu sembri l'unico serio anzi mortificato per cio' che si sta consumando, e' terribile. [..segue]

[>> articolo completo, scansioni giornali]
http://paternita.info/lettere/mio-divorzio/

Italia, 06.2011

NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO
http://www.paternita.info
http://www.infanzia-adolescenza.info
" Insegnamo l'Articolo 3 ai nostri Figli,
partendo dal non discriminare i loro Genitori. "

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #25 il: Giugno 24, 2011, 15:15:09 pm »

ancora ipocrisia "ci sarebbero tensioni riguardo ai figli.." dovrebbero smettere di "tradurre" (mistificare) la parola RICATTO con tensioni, SOTTRAZIONE con problemi.. perchè di ESPROPRIO e SOPPRESSIONE UMANA si tratta

- -

PADRE SEPARATO TENTA SUICIDIO A BRESCIA, SALVATO DALLA POLIZIA

http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/2011/06/15/524974-padre_separato.shtml

20:13 15 GIU 2011

AGI / Brescia, 15 giugno 2011 - Minacciava di buttarsi da un cavalcavia della città. L'uomo, 33 anni, è stato salvato dall'intervento degli agenti della volante della questura di Brescia che lo hanno indotto ieri a desistere dal proposito suicida.

L’uomo è un padre separato e all’origine della decisione ci sarebbero le tensioni, relative ai figli, con l’ex coniuge. La polizia è intervenuta dopo una telefonata che segnalava la presenza dell’aspirante suicida sul cavalcavia. L'associazione ‘Padri separati’ avrebbe inviato dei ringraziamenti alla polizia per l’intervento compiuto.

- -

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #26 il: Gennaio 10, 2012, 16:27:29 pm »
10 Gennaio 2012, Nuovo Spot Paternita.Info al Cinema.
Da oggi per 10 giorni al Multisala Galleria di Bari, prima di ogni film.

Questa volta parliamo dei padri,
ogni anno quasi 100 di loro si tolgono la vita a causa
del divorzio e dell'emarginazione sociale
.

[vedi lo spot risoluzione hd]


[condividi su facebook]
http://facebook.com/paternita/posts/321755524525303

- -

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 626
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #27 il: Gennaio 19, 2012, 18:29:37 pm »

Liguria 19 Gennaio 2012
Carmelo non ti dimenticherò.

http://www.papaseparatiliguria.it/joomla/notizie-di-papa-separati-liguria/carmelo-non-ti-dimentichero.html

Ennesimo Omicidio di Stato. Questa volta di un tesserato Papà Separati Liguria. Uno dei 100 papà spinti ogni anno al suicidio da un sistema di tirannia ed emarginazione.

altro su
http://morti-di-stato.blogspot.com
- -

Offline renato.dg

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 780
    • www.consapevolezzamaschile.it
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #28 il: Agosto 03, 2012, 22:13:35 pm »
La violenza della donna sugli uomini viene derisa.E chi la riceve viene deriso e si deve beccare anche l'offesa  di sentirsi dire "te lo sei meritato".Quindi nell'era della parità femminista se  l'uomo da uno schiaffo ad una donna per difesa  è un criminale, se una donna dà uno, due ,tre 10 schiaffi ad un uomo , se lo merita ed è anche uno sfigato che si è beccato gli schiaffi.Un vero uomo invece secondo il pensiero dei  maschipentiti(tra cui anche palestrati e , non arriva a farsi dare uno schiaffo, china il capo subito per evitare la vergogna dello schiaffo,cerca il compromesso nella migliore delle ipotesi, un vero uomo fa così.
Da parte loro certe donne sanno di contare sull'appoggio delle istituzioni e sulla difesa incondizionata di una parte di uomini per cui possono infierire quanto vogliono.

L'orgoglio maschile impedisce a molti di denunciare (o difendersi) di essere stati malmenati dalle proprie mogli fidanzate donne qualsiasi,è una grossa vergogna, così dall'alto del loro orgoglio di cartapesta tacciono e incassano, sempre .Certo c'è anche la paura di essere denunciati per  percosse o che la donna chiami altri uomini in propria difesa,per vendicarsi, però il silenzio resta la scelta peggiore.prendere uno schiaffo da una donna "liberata"non è una vergogna e non bisogna temerlo, i fatti raccontano la verità, l'importante è non chinare il capo e nel caso reagire, non con uno schiaffo basta anche un gesto innocuo.

raramente una donna da uno schiaffo per una vera offesa subita che è altro discorso  piu  frequentemente gli schiaffi delle femministe sono schiaffi morali, escono veramente facili e sono delle lezioni a chi ha osato semplicemente dire parole non  gradite  quindi sono una severa punizione per lesa maestà.

WWW.CONSAPEVOLEZZAMASCHILE.IT
aggiornamenti 03/05 :

-Notizie
•Appunti
• una femminista si rivela: tolleranza zero
-Non condividere il rancore e la dottrina femminista
-perennemente ed infinitamente debitori e colpevoli
-che cosa è il femminismo

Online Cassiodoro

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 1262
  • Sesso: Maschio
Re:violenza sugli uomini - la questione seria
« Risposta #29 il: Febbraio 22, 2013, 12:45:09 pm »
http://www.associazionefamiliaristi.it/violenza-sugli-uomini-da-parte-delle-donne.html


Violenza sugli uomini da parte delle donne
Un team autorevole ha effettuato una ricerca, la prima in italia, sulla violenza delle donne sugli uomini.   
 
Un sondaggio svolto in collaborazione con l'Università di Siena che ha raccolto dopo un lungo lavoro e attenta analisi durata 3 anni, dati inerenti la violenza subita dagli uomini da parte delle donne. Un'analisi che farà paralre molto e storcere la bocca a chi crede che questo accadimento è solo utopia. Un tabù che spesso non viene dicusso grazie anche alla poca volontà di analisi da parte del Ministero delle Pari Opportunità al quale è stata proposta prima di tutti.   
 
In moltissimi altri paesi questi dati sono già stati raccolti e sono a disposizione di tutti e a specialisti del settore come fonte di studio. In Italia è il primo evento significativo che si manifesta sotto forma di ricerca e di analisi, dove non si è mai pensato e ritenuto necessario riconoscere la violenza che gli uomini subiscono dalle donne.   
 
In questa ricerca troveremo un insolito scenario di una realtà spesso soffocata da pregiudizi legati a tempi ormai remoti. Una eredità culturale descritta un modo semplice e trasparente ma che spesso informata o disinformata a seconda del messaggio politicocge vuole lanciare chi governa.   
 
Nato dalla compilazione di un questionario e dalla lettura dei dati, con metodi ben descritti nell'interessante documento, precisando che la ricerca è stata prodotta senza denaro pubblico ed è frutto del lavoro di volontariato di molti professionisti, che hanno seguito regole rigide ed autoimposte nella fase di raccolta dei dati e nel loro controllo, affinchè il quadro si predisponesse a divenire uno strumento di lettura a prova a disposizione di tutti e mostrare uno scenario veritiero ma per i più sconosciuto.
"Sì, sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante" - "Ah sì? E cosa ha capito?" - "Che vola solo chi osa farlo"