Autore Topic: Lorenzo Gasparrini  (Letto 55734 volte)

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #240 il: Aprile 16, 2015, 22:27:29 pm »

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #241 il: Aprile 16, 2015, 22:55:53 pm »

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #242 il: Aprile 16, 2015, 22:58:06 pm »
@ MARMOCCHIO

Se hai voglia, ho solo un consiglio da darti... Per beccarlo devi aspettare il prossimo Gay pride, pare che ci vada ogni anno. Vestito normalmente, lui è etero.
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #243 il: Aprile 16, 2015, 23:43:09 pm »
magari è un ete :cool:ro pentito

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #244 il: Aprile 17, 2015, 14:10:58 pm »
magari è un ete :cool:ro pentito

e.c. etero convinto

comunque, il nostro gasparriNO NOn trova consensi :


url immagine

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #245 il: Aprile 17, 2015, 14:14:02 pm »

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #246 il: Aprile 17, 2015, 14:46:17 pm »
Marmocchio, l'uomo del No, lavora per Renzi...

http://www.imille.org/

http://www.imille.org/chi-siamo/ ---> Redazione Scienza, Istruzione & Cultura:  Federico Geremei, Francesca Recchia Luciani, Lorenzo Gasparrini, Manuela Sammarco, Moreno Colaiacovo, Raoul Minetti.


Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #247 il: Aprile 17, 2015, 18:05:06 pm »
Uagliù (ragazzi) , non ridete. Ha fatto il racconto antisessista.

Vi cito l'introduzione:"

Ho scritto questa specie di monologo  - che mi è stato chiesto per ragazzi di una scuola superiore - per una occasione pubblica che però non si è più realizzata. A chi lo ha commissionato è piaciuto, e la scelta di non presentarlo è del tutto indipendente dalla sua e dalla mia volontà. Per non dimenticarlo lo pubblico qui, come QUN #57, sperando si capisca a quale uomo dice no.
Vi prego di credermi, non ho alcuna ambizione letteraria. E’ e rimarrà un divertente (per me che l’ho scritto) tentativo, e se anche sarà seguito da cose analoghe, beh… lo saranno sempre anche loro: tentativi."



NON PREOCCUPARTI, TI CREDO. SI VEDE CHE NON HAI AMBIZIONI LETTERARIE. "STAI SERENO" .

COMUNQUE, QUESTO E' IL RACCONTO DELL'UOMONO:

Adesso mi sveglio

Che ‬nottataccia. Sto facendo un sogno molto strano. Sono andato al cinema con gli amici, ‬e mi ‬sono divertito.  ‬Siamo rimasti un po’ ‬a chiacchierare davanti al cinema, ‬poi ci siamo salutati, ‬e mi sono incamminato verso casa. Dopo qualche minuto che cammino da solo, ‬sento dei passi dietro di me.  ‬Mi giro automaticamente, ‬senza pensare a niente, ‬e c'è un uomo, ‬dietro di me, ‬che fa la mia stessa strada. Ho paura, ‬ma non so perché. Cammino più rapidamente per un po'‬, ‬ma mi accorgo che i passi sono sempre dietro di me. Ho sempre più paura, ‬cammino sempre più velocemente – ‬continuo a chiedermi perché. Mi accorgo che i miei passi fanno un rumore strano.  ‬Mi guardo: ‬ho i tacchi e la gonna! ‬Sono una donna!Sto correndo, ‬pieno di paura.  ‬I passi dietro di me si fanno assordanti e sempre più vicini. Mi sveglio di colpo, ‬il cuore mi batte forte.  ‬Mi calmo e mi tranquillizzo pensando che a me non può succedere.  ‬Io sono un maschio. Riprendo a dormire, ‬e sogno ancora. Sono in macchina con dei ragazzi più grandi.  ‬Mi sento bene, ‬rido e mi diverto. Poi uno di loro mi chiede “‬sei mai stato con una donna?”Io sorrido e rispondo “‬no”‬. ‬Adesso sono loro a ridere, ‬e a me non piace.  “‬Ma come no?” ‬e ridono. Poi uno fa “‬ok.  ‬Adesso andiamo a mignotte, ‬così diventi un uomo.  ‬Tranquillo, ‬paghiamo noi. ”Sono terrorizzato.  ‬Non riesco a reagire né a rispondere.  ‬So solo che non voglio farlo, ‬ma che non posso ribellarmi.  ‬So che mi sto facendo del male, ‬ma non ho le parole per oppormi.  ‬So che sto per fare qualcosa che non mi piace, ‬ma so che se non lo faccio subirò una violenza ancora peggiore.  ‬Non so cosa fare, ‬mi manca il respiro. Mi sveglio e sto ancora ansimando.  ‬Io sono un maschio.  ‬Questo mi è già successo. Il sonno non viene, ‬anzi, ‬viene di soppiatto mentre vorrei rimanere sveglio per non sognare ancora.  ‬Sto camminando per strada e avverto una strana sensazione: ‬tutti mi guardano, ‬mi sorridono, ‬ma non è un sorriso benevolo.  ‬E’ ‬quel sorriso.  ‬Molti mi salutano, ‬ma io non li conosco, ‬perché mi salutano. Mi guardo.  ‬Mi prende quasi un colpo. Sono una donna – ‬oh no, ‬di nuovo! ‬Ho le tette sotto la maglietta, ‬ho dei jeans strani… ‬attillati.  ‬Questo è il mio culo.  ‬E lo stanno guardando, ‬mentre lo guardo anche io, ‬e ridono. Riprendo a camminare, ‬e le risate sono più forti. Sento i loro occhi addosso a me, ‬come se camminassi tra l'erba alta, ‬tra i rami, ‬mille piccoli contatti che mi danno fastidio, ‬mi trattengono, ‬m'intralciano. Ricomincia l'affanno.  ‬Non sto correndo, ‬ma non ho più fiato.  ‬Due uomini sorridenti vengono verso di me, ‬hanno intenzione di fermarmi, ‬di salutarmi, ‬di parlarmi. Nessuno fa niente, ‬e loro si avvicinano.  ‬Mi guardo, ‬ho solo una maglietta e un paio di jeans, ‬come mille altre persone – ‬non ho neanche i capelli lunghi. Voglio uscire da questo sogno.  ‬Ora. Accendo il computer, ‬ho deciso di rimanere sveglio, ‬è meglio così.  ‬Però a quest'una non c'è nessuno su face book, ‬e leggere lo schermo è una fatica.  ‬Gli occhi mi si chiudono da soli.  Sono in classe, ‬e lei mi guarda con una espressione strana.  ‬Perché mi guarda così? ‬Mi chiede se sono impazzito, ‬se mi sto accorgendo di fare schifo.  ‬Perché?“Ma ti rendi conto di cosa mi hai chiesto?”“Sì, ‬beh, ‬che c'è, ‬è una cosa normale. ”“No, ‬non è una cosa normale, ‬sono porcherie che vedi su youporn o dove ti pare, ‬e mi fanno schifo. ”“Ma no, ‬è bellissimo, ‬vedrai, ‬non c'è niente di male. ”“Io non faccio niente del genere, ‬scordatelo, ‬idiota. "‬Adesso sono io che rido, ‬e tutti i miei compagni con me. Perché rido?Stavo quasi cadendo dalla sedia.  ‬Torno a letto, ‬il computer s'è spento da solo, ‬quindi sono qui davanti da almeno mezz'ora. E’ ‬notte, ‬la casa è silenziosa.  ‬Finalmente.  ‬Mia sorella dorme ed è stanca, ‬non trova lavoro e nessuno le crede.  ‬Lei ci prova a dirgli che una famiglia non la vuole, ‬ma nessuno l'assume lo stesso.  ‬Non ha neanche un ragazzo, ‬non ne ha mai voluti.  ‬Ci fu un macello quando ha avuto il ciclo per la prima volta, ‬lei era sconvolta.  ‬Io ero piccolo ma le facce me le ricordo.  ‬Ma perché me lo ricordo adesso? ‬Che c'entra? ‬Mia madre mezza felice e mezza sconvolta, ‬mio padre solo sconvolto, ‬con la faccia scura che stava per dire qualcosa ma poi non ha detto niente. "‬Sei diventata una donna"‬, ‬le diceva mia madre. Ma come si diventa uomo? ‬A me non l'ha detto nessuno. Forse è un sogno pure questo.  ‬Oddìo.  ‬Oddìo forse sono frocio.  ‬Oddìo ho sognato di essere una donna, ‬di aver paura delle cose che fanno paura alle donne.  ‬Oddìo sono frocio.  ‬Ecco, ‬adesso sì che non dormo più.  ‬Mio padre m'ammazza.  ‬Se sono frocio, ‬mio padre m'ammazza sicuro.  ‬Quindi no, ‬non lo sono.  ‬Meglio di no. Oddìo, ‬quella volta che stavamo giocando a pallone, ‬come stavo bene.  ‬C'era proprio un'atmosfera magica con lui, ‬tutto ci riusciva bene, ‬sembravamo Ronaldo e Bale, ‬ero felice di abbracciarlo e scuoterlo e urlare che eravamo i migliori… Oddìo sono frocio. No, ‬non sono frocio.  ‬Due mesi fa ho picchiato quel cretino che continuava a prendermi in giro per la faccenda di mia sorella.  ‬E se meni ‬qualcuno, ‬sei un uomo.  Certo, ‬se lei è lesbica anche io potrei essere frocio.  ‬Credo.  ‬Forse.  ‬Ma perché non parliamo di questo a scuola? ‬Ma cosa me ne frega di Italiano, ‬Matematica, ‬Storia? ‬Non me la sogno Storia o Italiano, ‬non mi rende la vita un inferno.  ‬Questa roba invece sì. Mi sono di nuovo addormentato.  ‬Sento un benessere diffuso ovunque nel mio corpo.  ‬Sto bene, ‬mi sento bene.  ‬Vedo un bellissimo paesaggio, ‬una collina tra i prati, ‬un ruscello che nasce da un piccolo bosco.  ‬C'è un sole splendente ma non fa troppo caldo, ‬lo sento ovunque.  ‬Sono nudo.  ‬Siamo nudi, ‬siamo tanti, ‬e ridiamo, ‬ci sorridiamo, ‬stiamo bene.  ‬C'è chi mangia, ‬che chi suona una chitarra, ‬chi parla fitto fitto, ‬chi passeggia e chi sta sdraiato.  ‬Ogni tanto una grande risata.  ‬Ho questa sensazione: ‬siamo tutti ‬e tutte qui.  ‬Gente di ogni colore, ‬e ‬alta bassa magra grassa – ‬e stiamo tutti benissimo. Improvvisamente, ‬un uomo vestito, ‬con gli occhiali scuri.  ‬Arriva e, ‬col dito puntato, ‬dà degli ordini a tutti.  ‬La sua voce è tagliente, ‬non si aspetta repliche e nessuno le fa.  ‬Tutti obbediscono in silenzio, ‬se ne vanno, ‬si vergognano, ‬non ride più nessuno.  ‬La bella sensazione se n'è andata: ‬arrivano vergogna, ‬disagio, ‬le nuvole.  ‬Fa freddo.  ‬Ho freddo e mi sveglio. Voglio un mondo in cui ‬nessuno deve soffrire perché non può vivere i propri desideri, ‬e dove a nessuno sono imposti i desideri degli altri.  ‬Voglio un mondo nel quale il mio corpo non può essere né un'arma contro gli altri, ‬né una cosa di cui vergognarmi di fronte agli altri.  ‬Voglio un mondo completamente indifferente all'essere etero, ‬omo o bisessuale, ‬perché voglio un mondo nel quale nessuno è qualificato per il suo sesso, ‬né quello che si sente né quello che desidera.  ‬Voglio un mondo nel quale tutto ciò mi viene raccontato a casa e a scuola, ‬perché questo sia la “‬normalità” ‬e non un incredibile colpo di fortuna. Adesso mi ‬alzo e lo vado a costruire.
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #248 il: Aprile 17, 2015, 20:32:09 pm »

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5314
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #249 il: Aprile 18, 2015, 00:26:30 am »

invia immagini

Effettivamente Paperino ha ragione: ho associato il suo nome a quello di Gasperino. Fceva così rima. Lo ammetto: è colpa mia.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #250 il: Aprile 18, 2015, 09:55:24 am »

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #251 il: Aprile 23, 2015, 16:15:40 pm »
Ci vuole lo stomaco, ma Gasperino scatena il sorriso. Il prode Gasperino adesso "combatte" contro Claudio Risè. Ovviamente è necessario mettere il link all'articolo. Poi provo io a decostruire le zerbinate dell'Uomono.

Per una corretta visualizzazione e comprensione utilizzerò tre colori: in nero il testo di Risè, in rosa la "decostruzione" dell'uomodelno, in rosso scuro le mie "decostruzioni" al gasperino pensiero.
Ecco il link e sotto il testo .

http://intersezioni.noblogs.org/satira/deconstructing-il-maschio-selvatico/


Dice che hanno studiato. Io continuo a esplorare vaste lande d’ignoranza, più o meno consapevole, e ora m’è capitato – grazie alla solerzia di malign* amic* – quest’altro genio. Di cui ho letto già molto e che avevo già sentito dal vivo in un incontro a Padova, ma che probabilmente per amor proprio avevo sempre evitato di citare qui. Cosette che rovinano la giornata: e per questo, infatti, trovo sia meglio riderne – sensatamente, con cognizione di causa, svelandone le miserie – ma riderne, se no passiamo la vita nervosi. E invece ci sono tante altre cose belle da fare!

Tipo questa:" Nella vita obbedisce pazientemente alla dott.ssa ...." ? Oppure questa:"  Voglio solo obbedire inerte a figli e moglie, alla famiglia, dato che per tutto l’anno ho dovuto dire no sempre e soprattutto a cose da fare con loro. Io in vacanza dico sempre di sì. " ?
Tu che hai studiato, in quale vocabolario si utilizza l'asterisco in finale di parola? E poi perchè non lo utilizzi nella frase:" - ma riderne, se no passiamo la vita nervosi." ?



Potremo davvero fare a meno dei maschi? [Qualcuno lo ha mai seriamente sostenuto? Da questo articolo, per esempio, non lo sapremo] Sì, secondo le tue amiche femministe e diversi scienziati femministi. Sei scarsamente informato uominodelno.
Esistono ancora le differenze di genere? [A occhio e croce sì, ma forse sono troppo pignolo io] Vallo a spiegare alle tue amiche femministe e a Lorenzo Gasparrini di qualche mese fa...
Colloquio con lo psicoterapeuta Claudio Risé
di Candida Morvillo
« Ultima modifica: Aprile 23, 2015, 16:27:09 pm da Angelo »
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #252 il: Aprile 23, 2015, 16:50:12 pm »
Il futuro è delle donne, più intelligenti, più sensibili, multitasking… Quante volte avete sentito questi refrain? [Stai scrivendo su Io Donna, che fai , prendi in giro dalla prima riga?] Immagina quelli che si dichiarano antisessisti, antifascisti, lavorano per il PD, fanno i femministi, fanno lezioni femministe nelle scuole, fanno campagne dove sostengono"la prima causa di morte per le donne tra i 16 e i 44 anni è la violenza maschile" , mettono video sul web dove insegnano agli amici che si presentano a casa a pisciare seduti quanto prendono in giro. Eppure questi femministi pare proprio che siano finanziati dallo Stato.


Lo psicoterapeuta Claudio Risé parla di «character assassination del genere maschile». E di «una vasta campagna di denigrazione tesa a distruggere credibilità e reputazione di un intero gruppo sociale». [Avete capito bene, intende i maschi con gruppo sociale. Speriamo che ne dimostri l’esistenza, prima di tutto, di questa campagna di denigrazione.] Basta leggere i tuoi post, quelli di FaS, 27°ora, Terragni,dichiarazioni di politici femministi come G. Pini e altre migliaia di prove documentate e troverai l'esistenza di tale campagna.
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #253 il: Aprile 23, 2015, 17:33:56 pm »
 Come è potuto accadere? [Sempre ammesso che sia accaduto?]  Onestà, questa sconosciuta... E come se ne esce? [E fosse anche vero, il “perché” non sarebbe più corretto del “come”?] eh  :shifty:  Lo specialista lo spiega in “Il maschio selvatico 2″ (Edizioni San Paolo), un saggio rieditato e aggiornato che da 23 anni è un cult book [per chi? Andrebbe detto, perché lo è anche il Mein Kampf, e non me ne vanterei tanto] Figurati, il libro di Risè non incita allo sterminio delle donne, il Mein Kampf incita allo sterminio degli ebrei e tra i libri tuoi preferiti c'è Scum di Valerie Solanas che è un libro molto "pacifico" nei confronti degli uomini e che, ora che il delitto è sotto gli occhi di tutti [EH? Il delitto? Il gruppo sociale maschile è tutto morto? Così, parole a caso],Delitto inteso in senso non letterale, volpone senza pelo pone nuove domande e offre nuove risposte. Di seguito, cinque spunti.
Perché rimpiangere il maschio selvatico? L’uomo ha cominciato a star male, fisicamente e psicologicamente, dice Risé, quando si è allontanato dalla natura, sposando uno stile di vita robotico. Il “selvatico” teorizzato da Risé è invece capace di un appassionato rapporto con l’ambiente incontaminato, «non per ragioni estetiche o di performance sportiva» ma perché vi trova «pienezza e benessere fisico, spirituale e creativo». L’allontanamento dalla wilderness avrebbe minato anche i rapporti fra i sessi: «Nelle antiche saghe, il selvatico vede la fanciulla in una radura, se ne innamora e la prende sul suo carro: questa immediatezza oggi è aborrita dentro relazioni costruite dalla A alla Z, intellettualizzate, mentre l’amore è la scoperta dell’altro dentro di te, è il bosco dove scopri la bambina a cui vuoi bene» [valeva la pena non interromperlo, eh? Contro il logorìo della vita moderna, Risé propone un mito che racconta sostanzialmente un rapimento e uno stupro – aho, quello è. Interessante – proviamo a chiederlo alle fanciulle nella radura, se gli sta bene? Ma lui certamente sa di sì, figuriamoci].Quindi, secondo te,  Risè propone un mito che racconta sostanzialmente un rapimento ed uno stupro... Da fotografare per l'assurda interpretazione che dai...  :shifty:
Perché parlare del maschile è diventato “politicamente scorretto”? [Ma quando, ma da chi? Ma se i femminismi che chiedono agli uomini di parlare non si contano più, da almeno due secoli a questa parte!] Volpone, non negare l'evidenza, ti cito una quintalata di documenti che comprovano la tesi di Risè. Quando nel 1992 Risé pensò il suo primo Maschio Selvatico, molti provarono a dissuaderlo. «Un editore mi suggerì di scrivere piuttosto un libro sul pene, poiché le performance sessuali potevano ancora interessare il sistema mediatico» [bella gente frequenta Risé, complimenti] Sicuramente bella gente rispetto alle femministe che mettono nei siti i testicoli recisi, tipo le Femen. ricorda. Ma qual è lo specifico maschile che disturba? La risposta fa riflettere: «I moderni sistemi economici e politici hanno spinto le donne nel mondo del lavoro per poterle sfruttare e pagare poco [e fino a qui potremmo pure essere d’accordo]. Con il sostegno di? Per indurle all’affermazione, era necessario costruire l’immagine di un uomo predatore e distruttivo, da demolire [“ni”, perché il da demolire è tutto da discutere – nei fatti, non si demolisce un bel nulla ma si assimila anche la donna a quella immagine di uomo. No?]. Rumori potentissimi di artigli sugli specchi... :lol: :lol: :lol:In quest’ottica, il maschio selvatico imbarazza perché non è aggressivo e cade innamorato delle donne [ma se prima hai detto che la prende sul suo carro, aho, all’anima del non è aggressivo! Ma nelle radure il consenso non si chiede? So’ maschio, so’ innamorato, te prendo sul carro e fine della discussione?]». Imbarazzante come tenti di mistificare l'ovvio parallelo di Risè...
Perché il maschio contemporaneo è insicuro e debole? [Eh, il mondo è pieno di maschi deboli e insicuri, i media non fanno che parlarcene e rappresentarli, vado a caso: Putin, Obama, l’Is, Salvini, Renzi, Draghi (a parte l’avversione ai coriandoli), Tsipras, Varoufakis, Ibrahimovic, Cristiano Ronaldo, Tevez, Balotelli, i poliziotti della Diaz, non si parla che di questi fraciconi.]. Ridicolo e patetico sia per i nomi della lista sia per la tesi faziosa. Oggi l’uomo è “il colpevole”, deve chiedere scusa, è un mostro o un cretino, a prescindere [ma chi? ma dove? Ma se è sempre colpa di Boldrini – a Risé, ma ci vivi pure tu nella foresta? Ma il segnale ci arriva?].  Mancava la strisciante levata di scudi alla Boldrini, imbarazzante. I ragazzi non scrivono più sui muri “Jessica ti amo” ma “Jessica ti chiedo perdono” [veramente la situazione è un po’ diversa: qui e qui due raccolte tra le più viste]  :doh:. «La cultura della colpa» spiega Risé «è comoda anche per i maschi, i quali, chiedendo scusa, possono dirsi che è tutto a posto e accantonare la responsabilità di mettere a fuoco il loro progetto di vita e di relazione [di nuovo, quella non è cultura della colpa, è paraculismo acuto, cosa di cui i maschilisti sanno fare ottimo uso da parecchio, soprattutto in sede politica e istituzionale. Risé ci riuscirebbe pure, a cogliere qualche spunto giusto, peccato lo distorca sistematicamente in virtù di quello che gli preme dimostrare]». Invece quelli che guadagnano facendo i femministielli non sono paraculi?I "maschilisti in sede istituzionale" hanno votato tutti, in massa, la Cinvenzione di Istanbul Ignoranza all'ennesima potenza...
Le pratiche sessuali definiscono davvero l’identità di una persona? [Ah, no?]   :rolleyes: Mentre avanzano nuove teorie di genere e lo scienziato Umberto Veronesi ha sostenuto che saremo tutti bisessuali [in effetti lo ha proprio detto, ma la sensatezza delle idee di Veronesi riguardo questioni di genere ci è già nota: zero. Quella è roba da “teoria del gender“, che è una cosa un pochino diversa], Intanto tu appoggi le teorie gender caro Gasp... E' giusto render noto questo fatto. in molte scuole italiane si è eliminata dai moduli la dicitura “madre e padre” a favore di identità neutre come “genitore 1 e genitore 2” [ecco, questa è mera ignoranza o ipocrisia. Lo si è fatto non a favore di identità neutre, che non esistono, ma per rispettare tutt*. Concetto molto più complesso, effettivamente]. "Rispettare tutt* " Ribadisco che meriti tanta pubblicità per il tuo sostegno alle teorie gender, il tuo impegno sarà premiato dai genitori che avranno tanti figli "stellina".  «Si fa confusione tra identità e orientamento sessuale», accusa Risé [ma chi la fa? Chi non ne sa nulla, o forse chi legge solo Risé?], La confusione fa comodo soprattutto ai tuoi amici...«il genere è fondativo dell’identità della persona, le pratiche sessuali sono una cosa diversa» [diversa ma mica tanto, il mio orientamento fa parte della mia identità, mica me lo invento ogni giorno come mi pare]. Ho dei dubbi a riguardo... Nell’azzerare le differenze, a partire dal linguaggio, stiamo forse ingabbiando le identità in schemi che escludono la ricchezza espressiva, affettiva e spirituale, dei maschi in particolare? [E nel continuare a dire che qualcuno – non si sa bene chi, a parte i teologi convinti delle loro fantasie – sta annullando le differenze di genere e quindi elimina la ricchezza espressiva, affettiva e spirituale, dei maschi in particolare, di chi si fa il gioco, professor Risé? Dopo decenni di smascheramento di un patriarcato imperante, perché dire che chi vuole il male dei maschi in particolare sono gli studi di genere e non il patriarcato stesso, che li irreggimenta appena nati e ne costringe le vite dandogli benefici estorti con la violenza agli altri generi? Troppo comodo, vero? Meglio rifugiarsi nelle foreste?]
Chissà quale sarà il rifugio di certi soggetti.....................
Potremo davvero fare a meno dei maschi? [Sì, ma mica tutti: cominciamo a fare i nomi. Io qualcuno ce l’avrei, eh]
Sto aspettando i nomi, ma non li farai.
 Qualcuna aspetta questo momento con trepidazione: presto, la donna gestirà totalmente la maternità con la fecondazione artificiale e sarà la disfatta totale del maschio, relegato a facchino, giardiniere, uomo di fatica [non si capisce perché l’una cosa implicherebbe necessariamente solo l’altra: non si potrebbe, per esempio, trombare in pace? Magari a la donna piacerebbe anche decidere se e quando averla, la maternità. Gestire vuol dire proprio questo eh. Invece no, dipingiamo la donna assassina]. Non fare il finto Uominibeta, sii serio e non assurdo. Ma siamo sicuri che il mondo funzionerà meglio? «Il maschile e il femminile sono aspetti presenti dentro di noi, non possiamo distruggerli senza creare un disastro nella psiche. E non è vero che i figli senza padre stanno benissimo, gli studi in proposito affrontano archi temporali brevi, sono organizzati su base volontaristica e non sono attendibili» [ma che c’entra? Ma chi lo dice, Veronesi? Ma dove sta scritto? Ma come si fa a fare una intervista rispondendo a domande e asserzioni fantasma tutte da dimostrare?] Quando venne la tua amichetta qui dimostrò di essere totalmente ignorante su una serie di questioni, stai dimostrando lo stesso e la tua volontà di non confrontarti ne è prova. assicura Risé. «Buona parte della propaganda sulla maternità senza padri è spinta dagli interessi delle società di ingegneria genetica e biotecnologica» [ammesso che quest’assurdità sia plausibile, chi le comanda queste aziende? Donne senza figli e con la fica robotica? A Risé, ma che stai a di’?].  :doh: :doh: :doh:

Infine, una postilla sulle donne [come se finora non se ne fosse parlato]. Oltre al “maschio selvatico” si sono perdute anche Le donne selvatiche, titolo di un libro scritto dal professore con la moglie Moidi Paregger, sempre per le Edizioni San Paolo. «Le donne che seguo in analisi non sono gratificate, né rinfrancate dal sistematico assassinio del maschile» [e infatti vanno in analisi proprio per questo, suonano il campanello dello studio dicendo “dottore, mi apra la prego, non sono gratificata dal sistematico assassinio del maschile”. Ma si può dire e/o riportare una frase così?] fa quasi ridere, però sei proprio fazioso... osserva Risé. «Da millenni, l’evoluzione si basa sulle buone relazioni fra i due generi» [i quali infatti prima del sistematico assassinio del maschile stavano felici, vero? A giocare allo stupro nelle radure e sui carri. Proprio così è andata, la storia delle buone relazioni fra i due generi. Si vede proprio che Risé è uno che ha studiato. Annàmo bene.] Troppo scadente come analisi, troppo scadente come battuta.

State pronti, eh: dopo questo Maschio Selvatico 2, seguirà Maschio Selvatico 3, poi Maschio Selvatico contro tutti, La vendetta di Maschio Selvatico, Zorro contro Maschio Selvatico, Il ritorno di Maschio Selvatico, Il figlio di Maschio Selvatico, Maschio Selvatico alla riscossa…


Chissà se verrà questo invece...

---> Riuscirai a riciclarti?
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #254 il: Aprile 23, 2015, 19:13:49 pm »