Autore Topic: Lorenzo Gasparrini  (Letto 41822 volte)

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7334
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #15 il: Maggio 24, 2012, 19:51:09 pm »
 :clapping: :clapping: :clapping:

bravo

ricordagli anche questa gufata:

Citazione
Sono Lorenzo Gasparrini, attivista antisessista da molti anni. Scrivo, parlo, pubblico solo per gli uomini – il femminismo non m’interessa,

 :lol:
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5975
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #16 il: Maggio 24, 2012, 20:03:01 pm »
Gasparrini dice: l’immagine degli uomini, nel mio paese, a dire poco fa schifo..
Non capisco perchè bisogna allargare il discorso a tutti gli altri uomini italiani.



Probabilmente si riferiva al suo paesello....
Beh... se son tutti zerbini come lui, ha ragione.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5975
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #17 il: Maggio 24, 2012, 20:08:33 pm »
una curiosità : incrociando la Zanardo con gasbarrini, cosa verrebbe fuori ?
femminista + maschio pentito .
che ibridazione :ohmy:

Ah... non c'è il rischio che gliela dia...
Non so se alla zanardo piacciono gli uomini ma, se così fosse, non la darebbe ad uno zerbino.

La natura ha le sue leggi.

Gli uomini amano le bionde ma "sposavano" le brune.

Le donne fanno comunella con gli zerbini ma poi la danno agli uomini veri.

 :D
Vnd [nick collettivo].

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #18 il: Maggio 25, 2012, 19:46:27 pm »
E bravo Lorenzo, che s'ha da fa' pe' senti' un po' di profumo di topa eh?
Ma qualcuna l'hai rimorchiata oppure piuttosto che darla a te si fanno monache? Secondo me è la seconda ipotesi
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #19 il: Maggio 25, 2012, 19:53:49 pm »
Il superuomo (ma solo nei suoi sogni) ha trovato, ovviamente, ospitalità tra le FaS, e come poteva essere diversamente? Figurati se si lasciano scappare l'ennesimo maschiettino addomesticato che ci bacchetta tutti quanti e ci fa vedere quanto siamo inferiori alle donne (tranne lui ovviamente eh! Lui è l'unico uomo degno di tal nome).

Citazione
Lo stupro è un problema maschile

E’ stato pubblicato qui, sul blog de “Il corpo delle donne” un mio piccolo studio sui commenti lasciati da uomini, invitati a prendere la parola e a parlare dello stupro. Lì ci sono risultati, cifre e considerazioni su quei materiali; qui preferisco invece lasciare qualche riflessione, un po’ de panza forse.

Un paio di conferme, innanzi tutto. Le risposte di stampo maschilista e machista sono la maggior parte – e questo era nelle attese, se vogliamo. Inoltre, il post è apparso su uno dei blog de “Il Fatto Quotidiano”, e per quanto sicuramente Lorella Zanardo s’è attirata un folto gruppo di denigratori che la segue spesso, indubbiamente la percentuale di risposte piene di stereotipi sessisti fa pensare. Fa pensare che la maggior parte di lettori maschi de “Il Fatto Quotidiano” in versione elettronica non sia particolarmente “aperto” ai temi antisessisti. E anche di questo ce n’eravamo accorti e accorte da un po’.

Ho volutamente citato il minimo possibile le parole lasciate dai commentatori per non scatenare inutili discussioni – i contenuti riassunti e le cifre bastano e avanzano, il resto chiunque può ancora andarselo a leggere. Rimane il fatto che le espressioni più frequenti sono state “non siamo colpevoli” e “uno stupratore non è un uomo normale”. Le trovo due affermazioni, due sintesi, due pregiudizi molto gravi.

Nel primo caso chi afferma “noi uomini non siamo colpevoli se uno stupra” sta giocando pericolosamente col linguaggio. Nessuno si sogna di colpevolizzare penalmente e perseguire giuridicamente chi non ha commesso reati, quindi rispondere così è insieme ovvio e in malafede. Rispondendo sul piano dell’ovvietà giuridica si vuole anche parare l’altro problema, quello di genere. La frase vuol dire cioè “non mi sento coinvolto personalmente, a nessun titolo, se un altro uomo stupra una donna”. Questa presa di posizione è evidentemente indifendibile, soprattutto alla luce di altre occasioni nelle quali si è pronti a fare fronte comune. Quello stesso uomo così indifferente a uno stupro è sicuramente pronto a “fare qualcosa” nei confronti delle tasse che aumentano ingiustamente, verso una classe politica – locale o nazionale – corrotta e corrompente; è pronto a sacrificare i suoi beni per aiutare un familiare in difficoltà, è allarmato da dinamiche sociali inquietanti (l’aumento dei furti in appartamento, per esempio, o il tasso di immigrati clandestini in continuo aumento). Insomma, non è una persona indifferente a tutto. Però, riguardo lo stupro, si legge il blog della Zanardo e ci tiene a dire: io non c’entro, la cosa non mi riguarda come uomo, è sbagliato generalizzare, io quelle cose non le faccio. Ricapitoliamo: tutti i politici sono potenziali ladri, tutti gli extracomunitari sono potenziali delinquenti, mettiamoci pure che tutti i preti sono potenziali pedofili ma… no: non tutti gli uomini sono potenziali stupratori, quindi questa generalizzazione è sbagliata e io non vedo la necessità di parlare con altri del mio stesso genere di quello che non ritengo un problema di genere.

Legata a questa prima manifestazione d’indifferenza c’è la seconda, espressa dal concetto “uno stupratore non è un uomo normale”. L’uso della categoria del malato, del diverso per differenziarsi e deresponsabilizzarsi è noto, non sto qui a ripetere cose dette e ridette. Dire “io sono normale e lui no” è un vecchio refrain già usato da razzisti e fascisti d’ogni genere e tipo, e non dovrebbe trovare ancora qualche seguito. Invece, va per la maggiore tra i maschi che proprio non ci stanno a sostenere un discorso partendo dal presupposto che ‘sti “anormali” cominciano ad essere un po’ troppi e anche un po’ troppo giustificati. Anche in questo caso l’ipotesi della normalità non regge a un semplice argomento logico: nei casi accertati di stupro, il colpevole o i colpevoli sono o al loro primo reato di quel tipo oppure erano già noti per la loro indole violenta o persecutrice. Quindi nel primo caso erano persone “normali” né più né meno come tutti i commentatori menefreghisti; nel secondo caso, la loro “anormalità” non aveva fatto scattare nessuna misura sufficiente a renderli non pericolosi. In entrambi i casi, sarà o no il caso di parlarne? Del parlare tra uomini del perché questi uomini a un certo punto non prevedibile stuprano oppure perché s’era capito da un pezzo che avrebbero stuprato ma nessuno ha fatto niente (nessuno nel senso: i suoi parenti, i suoi amici)?

E invece no. Dell’imprevedibile non si può parlare (che ne parli a fare?), e delle colpe di una legge non applicata, non fatta rispettare o non sufficiente non c’è bisogno di parlare tra uomini, non è un problema di genere. E con queste spallucce, questi sarcasmi, questa indifferenza, si va avanti a fare violenza (sì, anche l’indifferenza è una violenza). Non è difficile capire che dietro una donna maltrattata, violentata, offesa, denigrata, c’è un uomo; e a me quell’uomo non piace. Non voglio essere io quell’uomo, e non voglio vedere altri uomini così. Mi devo arrendere: accade raramente, per ora è successo a me e a pochi altri di fare questa semplice constatazione. E soprattutto, se provo a dirlo, piovono insulti o, bene che va, ricevo indifferenza.

Mentre è facile – o comunque più diffuso – che un uomo veda la coda di paglia dei fascisti, dei razzisti, degli omofobi, quella dei sessisti invece pare che non si veda. Negano che sia una coda di paglia: o è una sciarpa e quindi la si indossa tranquillamente, o non è di paglia, è di ferro e ci si mena chi non è d’accordo. Davvero complimenti. Ancora oggi, sulla pagina linkata sopra, chi non è d’accordo scrive usando quegli stessi argomenti che ho segnalato nell’analisi, dandomi la ratifica più certa che quell’analisi è giusta. E che la maggior parte degli uomini sessisti non vuole nemmeno leggere, quindi non vuole né dialogare né polemizzare sul serio; ed è priva – oltre che di tutto il resto – anche del benché minimo senso del ridicolo.

Comunque, dàje così. Io non ho paura, parlo con tanti e tante, spesso più giovani di me, e so che sono sulla strada giusta.

Donneeeeeee, è arrivato l'unico uomo che si salva sulla faccia della Terraaaaaaa, venite donneeeeeeee

I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #20 il: Maggio 25, 2012, 22:29:10 pm »
http://utenti.quipo.it/villaleague/redazione.htm


"Nella vita obbedisce pazientemente alla dott.ssa Capozza"


e l'ha scritto lui.  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7334
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #21 il: Maggio 26, 2012, 09:29:53 am »
http://utenti.quipo.it/villaleague/redazione.htm


"Nella vita obbedisce pazientemente alla dott.ssa Capozza"


e l'ha scritto lui.  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

 :sick:
pover.sfigat.
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5975
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #22 il: Maggio 26, 2012, 17:16:39 pm »
oggi la Zanardo ha pubblicato l'analisi delle risposte al suo post per soli uomini in merito allo stupro
noi avevamo già detto che non partecipiamo al gioco delle bambole della sorella più grande
ma quella discussione ebbe comunque mille risposte, che la Zanardo ha dato da analizzare a Lorenzo Gasparrini  :hmm:


L'analisi non tiene conto di una cosa fondamentale: molta gente gente ha partecipato al blog della zanardo per semplice cazzeggio.
Ci sono due correnti contrapposte: cazzeggiatori, come me, che in mezzo al flame finoscono anche senza volerlo con lo scrivere cose intelligenti, contro zerbini e femministe, rigorosamente allineati e supini al volere della padrona nella speranza di ottenere non si sa bene che cosa.
Ad ogni commento dei giocatori della propria squadra, si dà il "mi piace" senza nemmeno leggere.
Mi domando quale validità scientifica possa mai avere un'analisi condotta su quello che molti considerano soltanto un gioco.
Del resto, una domanda imbecille e intrisa di pregiudizi sessisti come quella della zanardo, non si può prendere davvero sul serio.

Vnd [nick collettivo].

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #23 il: Maggio 30, 2012, 22:14:43 pm »
non metto il link perchè non vale la pena leggere i risultati, come si fa ad affidare l'analisi delle posizioni degli uomini sullo stupro ad uno che scrive:

Io invece l'avrei messo, mi interessa il link dove questo Fonzie dei poveri dice che gli uomini gli fanno schifo, visto che ultimamente fa lo splendido dicendo che lui non ce l'ha con gli uomini, e vorrei sbatterglielo nel muso
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #24 il: Maggio 31, 2012, 13:22:08 pm »
Ah... non c'è il rischio che gliela dia...
Non so se alla zanardo piacciono gli uomini ma, se così fosse, non la darebbe ad uno zerbino.

La natura ha le sue leggi.

Gli uomini amano le bionde ma "sposavano" le brune.

Le donne fanno comunella con gli zerbini ma poi la danno agli uomini veri.

 :D


il nostro cagnolino scodinzola, e spera :doh:

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #25 il: Maggio 31, 2012, 13:23:07 pm »
http://utenti.quipo.it/villaleague/redazione.htm


"Nella vita obbedisce pazientemente alla dott.ssa Capozza"


e l'ha scritto lui.  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

notare che la gatta si è girata dall'altra parte.
Al Gasbarrini non lo regge :D

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #26 il: Giugno 01, 2012, 10:17:56 am »
Questo soggetto è veramente ripugnante, questo è uno di quelli che cerca di fare il fonzie della situazione cercando di costruirsi un harem dove lui è il super-uomo acclamato.

Leggete questo vomitevole blog che ha creato e guardate cosa è capace di partorire pur di avere consensi femminili e fare il figo con le donne

http://questouomono.tumblr.com/
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7334
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #27 il: Giugno 01, 2012, 22:17:37 pm »
Questo soggetto è veramente ripugnante, questo è uno di quelli che cerca di fare il fonzie della situazione cercando di costruirsi un harem dove lui è il super-uomo acclamato.

Leggete questo vomitevole blog che ha creato e guardate cosa è capace di partorire pur di avere consensi femminili e fare il figo con le donne


non leggetelo
è solo spazzatura
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline Angelo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 3270
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #28 il: Giugno 10, 2012, 15:33:09 pm »

http://questouomono.tumblr.com/

I potenti mezzi che il web mette a disposizione di chiunque, rivelando dati pubblici e parole pubbliche, possono suscitare sorprese: il 20% delle visite a questo blog vengono da siti di noti maschilisti, o da forum di gruppi di maschioni. Sono pochi di numero, eh, però danno grosse soddisfazioni. Ammetto la sconfitta: la mia frequentazione di quegli spazi si limita alle pagine che Shinystat mi dice che sono linkate a questa. Però è giusto fare contenti i propri lettori, senza distinzioni di provenienza culturale: quindi proseguo il campionario di maschilisti tipici, stavolta con qualche caso personale pescato in rete.

Caro maschilista da forum, grazie per le tue assidue visite in questo blog, mi fai aumentare le statistiche e il mio ego se ne giova. Però è meglio che obbedisci al tuo capo carismatico: non venire più a leggere, tanto non ho la benché minima voglia di farti cambiare idea, mi piaci così come sei. Un pessimo esempio di essere umano. Come ho scritto in una di quelle risposte che ti sei guardato bene dal ricopiare sul tuo forum, per bullarti con i tuoi ganzi amici maschioni che non ti rispondo, non è reato essere maschilisti, quindi per me puoi continuare benissimo ad esserlo - i problemi sono altri. Indipendentemente da quello che pensi e da quello che dici, la realtà è quella che è, che tu la veda o no, che tu le cose le capisca o no. A proposito, provo a spiegartene una: se dico di parlare agli uomini e per gli uomini, ma poi con te non voglio parlare, non è incoerenza: è che nella mia idea di uomo tu non ci rientri. Questo uomo no.

Quelli che invece prendono frasi a caso nel web scritte da me - in qualche caso anche su mia moglie - dovrebbero avere l’onestà intellettuale (sempre ammesso che sappiano che vuol dire “onestà”, che vuol dire “intellettuale” e cosa vogliono dire le due parole messe insieme) di riportare il link completo, in modo che tutti gli altri maschioni in ansia possano vedere di che si tratta; per esempio, potrebbe essere un sito goliardico di un campionato di fantacalcio, e non l’ultima stesura del mio testamento spirituale, vergata col sangue. Ammesso anche che siano in grado di comprendere una qualche forma di ironia non sessista. Questo uomo no.

Ci sono pure quelli che pensano di divertirsi ridendo del mio curriculum di studi; purtroppo fanno solo pena, tutto lì. Fingendo che serva qualche dote intellettuale particolare per essere antisessista, questi poverini imputano alla perdita di tempo - che per loro sarebbe studiare - quella mia “devianza” dal genere maschile che loro tanto aborrono. Troppo comodo, cari amici ignorantoni: non serve nessuna particolarità per essere antisessista. Se non intervenisse una cultura machista e tanti suoi complici stupidi e violenti, il rispetto tra generi sarebbe la normalità. Questo uomo no.

Un posto speciale, nel mio cuore, ce l’hanno i maschilisti analfabeti di ritorno. Due casi tipici, su tutti. Quello che, dopo il mio recente lavoro postato da “Il corpo delle donne”, dice che io colpevolizzo tutti gli uomini. Capito? Dopo un lavoraccio di ore per fare percentuali, distinguo, separazioni chirurgiche, lui deduce che io colpevolizzo tutti gli uomini, indistintamente. Vabbè, caro maschione, una sola domanda: perché fai finta di leggere quello che ho scritto? Se devi dire scemenze, non c’è bisogno!
Oppure quello che sostiene come il mio modo di argomentare l’antisessismo “ghettizzi” gli uomini, alimentando così un pericoloso rancore. Ah, io li ghettizzo: i loro forum, i loro “circoli”, le loro esclusive associazioni li ho fatti io, sono nati per causa mia e degli antisessisti. Annàmo bene. E poi, il pericoloso rancore che si vede in questi fatti lo avrei alimentato io? Ce ne vuole per dire cretinate del genere eh, complimenti. Questo uomo no.

Un altro caso tipico è quello che, sull’onda di un recente personaggio di Caterina Guzzanti, chiamerei “quello delle foibe”. Il tipo cioè che, qualunque cosa scriva io, sostiene che “agli uomini succede di subire di peggio, ma di quello non dici niente perché non ti conviene”. Approfitto per chiarire una cosa: io non “difendo le donne” o cose del genere, io voglio contribuire ad eliminare il maschilismo e il machismo dalla cultura nella quale vivo - questo è il motivo per cui non mi definisco “femminista” ma “antisessista” (cosa che infatti non viene digerita bene dai commentatori maschioni, che facendo finta di non capire la differenza, continuano a darmi del “femminista” come fosse un insulto; invece è solo un loro errore). Quindi non è che non parlo di quelle cose perché “non mi conviene”: di fatti brutti ne succedono tanti, e mi dispiace, ma io non ho tempo di scrivere di tutti, ho fatto la mia scelta, e magari ci sono altri che lo fanno di più e meglio. Mi sbaglio? Bene, dimostramelo, caro maschione: fatti i tuoi spazi, partecipa e fai partecipare gente alle tue iniziative, desta interesse con i tuoi metodi. A rompere le scatole a me che non le rompo a te, fai solo la figura del cretino. Oppure è a te che non conviene essermi indifferente, sennò non ti si fila nessuno e c’hai i crolli di autostima? Questo uomo no.

Sempre attuale rimane il maschione col chiodo fisso della fica - un po’ frustrato evidentemente, permettetemelo - che sostiene che tutto il mio fervore antisessista sia finalizzato a “rimorchiare” (il linguaggio è questo, scusate: io direi, non so, “fare sesso”, “avere sesso”, ma si vede che non possono proprio fare a meno di una metafora nella quale la donna subisce il loro volere). Infatti, come voi tutti sapete, un modo facile e rapido per fare conquiste femminili qual è? Frequentare circoli e ambienti femministi o antisessisti. I sabati sera questi luoghi pullulano di maschi in delirio ormonale pronti a qualsiasi performance antisessista per adescare la femmina più femminista di tutte, pronta lì per loro. E non avete idea di che succede alle presentazioni di libri sui temi di genere, o sulla violenza domestica: orge scatenate che Sodoma e Gomorra al confronto sembrano raduni di scout. Cari bei maschioni, fatevi qualche pippa in più e cercate di sembrare almeno meno ridicoli. Questo uomo no.


http://questouomono.tumblr.com/page/2

E’ tutto il giorno che ci penso. Che penso a questa cosa qui.

E’ un post che apre il thread di un forum, questo.

L’ho segnalato alla polizia postale. M’è sembrato il mio dovere, che comunque non si ferma qui.





Ma come, ti contraddici?  :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:



Per il secondo, ti accontento... Mi pare di averlo già fatto, ma lo ribadisco.

http://utenti.quipo.it/villaleague/redazione.htm



* L'utilizzo della 2° persona è dovuto al fatto che in altri lidi, molto famosi, hai evitato di parlare "fuggendo" da una discussione sul web. Con un certo Angelo Libertini, lo conosci ?  :shifty:
Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro.

Gilbert Keith Chesterton

Offline Fazer

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4192
  • Sesso: Maschio
Re:Lorenzo Gasparrini
« Risposta #29 il: Giugno 10, 2012, 18:25:38 pm »
Se non intervenisse una cultura machista e tanti suoi complici stupidi e violenti, il rispetto tra generi sarebbe la normalità.

Muhahahahaha... :doh: :doh: :doh: :doh: :doh: