Autore Topic: Alcuni libri misandrici  (Letto 47077 volte)

0 Utenti e 4 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Number10

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1087
  • Sesso: Maschio
Re: Alcuni libri misandrici
« Risposta #30 il: Giugno 23, 2012, 03:53:37 am »
Mah, da quel che vedo, noto che la misandria ha condizionato anche alcuni antifemministi che si sentono, come dire, dei poveretti imbecilli vittime di queste complessate, tanto da pensare che, addirittura, le donne si sentano realmente superiori agli uomini e che certe idiozie siano vere.

"Prese per il culo", "sputtanare", ecc mi sembrano dei termini sbagliati. Io direi, riprendendo il discorso precedente, che si tratta del patetico tentativo dello sfigato di turno di sputtanare chi reputa superiore a lui. E' la stessa cosa che le donne fanno con l'amica gnocca. Siccome la vedono più bella di loro, cercano di sputtanarla e di rovinarle la vita. E' sempre stato così: le persone vincenti vengono prese dai mira da quelle sfigate. Un po' come nel calcio: perché tutti odiano le squadre vincenti?

In questo caso, nessun sesso è superiore all'altro, ovvio. Però gli uomini sicuramente sono superiori alle donne femministe ma soprattutto queste ultime si sentono inferiori agli uomini per la solita storia del potere, delle scoperte maschili, ecc ecc. E se a questo ci aggiungiamo la storia dei ruoli di genere che loro, nonostante questi insulti, vogliono INVERTIRE, il gioco è fatto. Vogliono diventare come noi e vogliono trasformare noi in donne. E vogliamo parlare di quanto siano imbranate e zimbelle molte donne? Ecco perché stanno cercando di farci passare per dei poveri rincoglioniti ahaha

Se si sentissero realmente superiori agli uomini, non esisterebbe il femminismo ma soprattutto non ci cagherebbero nemmeno. Come si spiega tutta questa ossessione nei confronti degli uomini? Cioè, anche gli uomini spesso prendono per il culo le femmine, ma si limitano ad una battuta scherzosa che finisce lì. Queste vivono per insultare gli uomini. Ossessione pura.

Come ci ha spiegato Freud, queste sono le classiche donne colpite da Invidia Penis (non a caso, le femministe impazziscono quando parli di questo argomento) e il resto è facile da immaginare.

Io vi giuro sulla mia vita che, paradossalmente, il femminismo ha aumentato la mia autostima. Se continuano a darci tutta questa importanza, rischierei davvero di sentirmi superiore alle donne (sono ironico, eh) :P Più rosicano, più godo. Al massimo mi limito a difendere il genere maschile dai loro deliri sessisti, ma per il resto godo come un porco nel vedere le complessate rosicare in questa maniera.

Si mangiassero il fegato, le signorine invidia penis: sono talmente superiori che nemmeno con quote rosa e robaccia simile riescono a cambiare le cose. Possono parlare quanto vogliono, ma la natura non cambia. Le donne non diventeranno mai dei maschi con la vagina o peggio ancora, degli uomini veri e propri con tanto di pene :D
Ex Andrea

Hitler scopre che le femministe copiano il nazismo:


Offline misterxy

  • Utente
  • *
  • Post: 75
Re: Alcuni libri misandrici
« Risposta #31 il: Giugno 24, 2012, 15:13:15 pm »
Questa è un'altra cacata misandrica che lessi diciassette anni fa.

http://www.bookweb.it/libro/boralevi-antonella/nel-cuore-degli-uomini/9788804392729.html

Offline Nemo90

  • Affezionato
  • **
  • Post: 243
  • Sesso: Maschio
Re: Alcuni libri misandrici
« Risposta #32 il: Giugno 25, 2012, 01:25:00 am »
In una cartolibreria, nel settore dei bigliettini d'auguri e dei pensierini per le varie ricorrenze, mi è capitato di vedere un piccolo libriccino (veramente minuscolo, che entrava nel palmo di una mano) dal titolo "Nella mente dell'uomo, tutti i pensieri più segreti dei maschi" o giù di lì, non ricordo bene. Costava 3€.
Bene, lo apro: era completamente bianco. Immagino fosse per una goliardata fra amiche.

Comunque, un libro che ho visto e sfogliato qualche tempo fa.
http://vitadicoppia.blogosfere.it/2012/05/libri-da-leggere-manuale-damore-per-la-ragazza-postmoderna-di-valentina-camerini.html
Questo non è proprio misandrico, anzi si potrebbe perfino accusare di essere accondiscendente con i ruoli di genere attuali che strizzano la donna fra il suo vecchio habitat, la cucina, e il nuovo, l'ufficio (chissà perché poi, nella mentalità diffusa, tutte le superdonne lavorano sempre in ufficio e mai altrove, si vede che lo stereotipo della segretaria è duro a sradicare), dato che non li critica minimamente e li assume come giusti e naturali.
Tra l'altro, qui poi l'oggettificazione del corpo della donna raggiunge picchi himalayani, se si dice che è dovere femminile essere sexy in qualsiasi dato momento, perfino di notte.
L'autrice voleva essere femminista (penso) ma non ci è riuscita affatto, tutt'altro.

Al massimo ha involontariamente colto lo spirito freneticamente edonistico della società attuale, ha ritratto la personificazione del consumismo (la Ragazza Postmoderna affetta da sindrome dello shopping compulsivo - esiste davvero), ma nulla più.

Poi rimane il fatto che tutti i libri di questa categoria sono delle vere e proprie ciofeche letterarie, roba commerciale scritta con l'unico scopo di vendere tutta quella prima ed ultima edizione e poi scomparire nell'oblio.

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #33 il: Settembre 19, 2012, 20:06:47 pm »
Un bel ritratto demonizzante degli uomini fatto da dacia maraini (evidenzio i punti più salienti)

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/19/donne-vittime-ne-lamore-rubato-di-dacia-maraini-luomo-violento-e-doppio/357028/



Donne vittime ne “L’amore rubato” di Dacia Maraini: “L’uomo violento è doppio”
La scrittrice racconta otto storie nel suo ultimo libro edito da Rizzoli. Un volume di denuncia perché rivelatore di ciò che spesso chi subisce abusi fisici o psicologici rifiuta di vedere. “Metto in evidenza la parte oscura di un modello culturale ormai entrato in profondità che porta il maschio a pensare di possedere ciò che ama

Una ragazza giovanissima, Marina, non denuncia il marito che la picchia selvaggiamente e la umilia ogni giorno. La trasgressiva Francesca, appena tredicenne, viene violentata da quattro suoi coetanei che poi saranno assolti dalla giustizia e dall’opinione pubblica. La dolorosa vicenda di Alessandra, che decide di non mettere al mondo un figlio frutto di una violenza sessuale. Sono solo tre delle otto storie che la scrittrice Dacia Maraini racconta nel suo nuovo libro “L’amore rubato” (ed. Rizzoli). Le protagoniste sono tutte donne vittime di violenza, sia fisica che psicologica. Episodi ispirati a una realtà che ogni giorno ci mostra mogli e compagne in balia di coniugi, fidanzati e amici violenti. In Italia, infatti, il femminicidio continua. A giugno 2012 si contavano 73 vittime solo per l’anno in corso, ma ora i numeri sono lievitati.

La Maraini apre uno spiraglio in questo silenzio. Il suo è un libro di denuncia, proprio perché rivela ciò che spesso le donne vittime di violenza non dicono o rifiutano di vedere. I suoi racconti provano a svelare anche il lato nascosto dell’uomo moderno, sempre più preda delle insicurezze e delle frustrazioni. “Le mie storie mettono in evidenza la parte oscura di un’educazione – ci ha raccontato la scrittrice – modelli culturali ormai entrati in profondità, che portano gli uomini a pensare di possedere la donna che amano”.

Tutti gli uomini di cui parla la Maraini sembrano avere una doppia personalità. Mariti che agli occhi della gente appaiono gentili ed educati, amanti affettuosi e genitori premurosi. Ma poi tra le mura domestiche si trasformano in aguzzini, dando sfogo a rabbia e violenza immotivata.

La copertina de "L'amore rubato"

“È una realtà che ho potuto constatare studiando diversi casi. Spesso la vittima non viene creduta perché il suo carnefice mostra all’esterno un aspetto talmente ben costruito che risulta difficile convincersi che possa essere una persona violenta. Penso che la doppiezza di questi uomini nasca da un totale rifiuto del cambiamento. Non riescono ad accettare la volontà di autonomia delle donne, la loro emancipazione”.

Un’aggressività che scaturisce quindi dall’insicurezza, dalla perdita in questi anni di un ruolo dominante da parte dell’uomo, dalla consapevolezza di non avere più il controllo su una donna che ormai sfugge alla sola funzione di madre e “domestica”. Una situazione generata da una antica e persistente confusione tra passione e possesso.


“Troppo spesso si sente dire ‘l’ha uccisa perché l’amava troppo’ – ha continuato la Maraini – come se si potesse ammazzare per amore. È un controsenso che viene da un’antica cultura, la quale sostiene che l’amore sia possesso. Quindi se la donna va via mette in crisi la mascolinità, l’essere uomo”.

Questa è una mentalità ancora molto radicata nel nostro paese, forse perché ci sono zone d’Italia in cui tuttora la donna viene considerata unicamente come persona adatta alle faccende di casa, che deve parlare poco e accettare tutto. Una condizione che è ancora molto attuale. E la cronaca di tutti giorni lo conferma. Si pensi all’episodio accaduto a Trapani all’inizio dell’estate: l’omicidio di Maria Anastasi che, oltre ad accettare la presenza in casa dell’amante del marito, dopo anni di soprusi è stata uccisa a picconate dai due mentre era incinta dal quarto figlio.

“Le persone dovrebbero essere educate al rispetto dell’altro fin dall’infanzia – ha ammonito la scrittrice – Oggi c’è una nuova misoginia che viene dalla televisione, dalla pubblicità, dai fumetti, dove c’è un’idea predatoria nei confronti della donna, basata sull’uso della prepotenza, che insegna ai maschi a essere dei cacciatori. È un’idea terribile, soprattutto quando viene trasmessa ai bambini. I ragazzi si identificano con questi soggetti. Certe volte si pensa che i giovani siano diversi. Non è vero. Non so se ricorda quella ragazzina di quindici anni schiavizzata da quattro suoi coetanei per tre anni: la facevano prostituire, la violentavano. Lei non aveva mai parlato. Poi fu il padre a scoprire la cosa dopo aver letto un sms”.

Modificare un aspetto della cultura ancora radicato e profondo richiede grossi sacrifici. La Maraini pensa che sia possibile, ma gli sforzi dovrebbero partire prima di tutto dalle istituzioni scolastiche che formano gli uomini di domani.

“Bisognerà fare un lavoro sulla cultura. Educare al rispetto fin dalle scuole elementari e rimodellare la proposta dei media che ho citato prima. È necessario cominciare dalla primissima infanzia. C’è bisogno di far capire che non si può possedere nessuno. E che l’amore non giustifica il possesso”.
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline skorpion72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 814
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #34 il: Ottobre 19, 2012, 15:53:56 pm »
http://www.ibs.it/code/9788865060285/odio-gli-uomini.html

Io odio gli uomini per 222 buoni motivi
Autori: Le Sagome
Editore Sagoma




Non riescono a fare due cose alla volta. Quando cucinano creano l'inferno. Ma soprattutto fanno solo quello che dice il loro navigatore. Sono gli uomini. Il lato femminile delle Sagome ha raccolto e distillato 222 perle di astio puro stilate nei millenni dalle donne contro questi esseri ambigui e imperscrutabili, soprattutto a loro stessi, che non si ricordano mai di abbassare l'asse del water (e fa più divorzi l'asse delle corna). Il nemico è tra noi. Anzi, ce l'hai in casa, svaccato sul divano o in camera da letto. E probabilmente sta russando.
I discorsi delle femministe fanno sempre molto "rumore"...il problema è che puzzano anche da morire

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #35 il: Gennaio 02, 2013, 12:51:29 pm »
Aggiungo contributo sui libri misandrici.



Titolo   Falli soffrire. Gli uomini preferiscono le stronze
Autore   Argov Sherry
Prezzo   € 10,00

Dati   2007, 296 p., brossura
Traduttore   Romeo A.
Editore   Piemme  (collana Bestseller)

Descrizione
Prima o poi è successo a tutte. Pomeriggi passati tra i fornelli a preparare fantastiche cenette per il nostro principe azzurro. Mesi di noiosissime partite in televisione, di giornate con gli occhi appiccicati al cellulare in attesa che chiami. Disponibili, carine, presenti. E lui cosa fa? Ci molla. Per una che al massimo sa cucinare popcorn, non si fa mai trovare, si concede una volta sì e tre no. Una "stronza", in poche parole. E se fosse solo una che ha capito tutto? Una guida alle relazioni di coppia rivolta alle donne "troppo premurose".

my2cents
Evidentemente anche le donne preferiscono gli stronzi
Teorema di Marco ferradini, prime due strofe, docet.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #36 il: Gennaio 02, 2013, 12:57:47 pm »


Titolo   101 modi per far soffrire gli uomini
Autore   Farnese Daniela
Prezzo   € 9,90

Dati   2011, 212 p., brossura
Editore   Newton Compton  (collana 101)

Descrizione
Le donne troppo spesso dimenticano che il maschio è un animale imperfetto e che, anche quando è innamorato, tradisce, ferisce e ha sempre qualcosa da farsi perdonare. Qualsiasi donna ricorda, nel suo passato sentimentale, almeno una ferita da parte di un uomo e avrà desiderato, anche solo per pochi attimi, di ricambiare il favore. Questo manuale vuole dare una risposta alla sete di vendetta della femmina ferita, attraverso consigli pratici, tecniche utili e qualche trucco poco educato per riuscire a farlo soffrire, colpendolo là dove fa più male in 101 modi crudeli e spietati, ma meritati. Prefazione di Luca Bizzarri.

my2cents
Per psicopatiche convinte che l'amore sia una sfida.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #37 il: Gennaio 02, 2013, 13:21:12 pm »


Titolo   Trattali male. Perché agli uomini piace soffrire
Autore   Stergiopoulos Gerry
Prezzo € 9,00 Risparmio

Dati   2010, 201 p., brossura
Traduttore   Tassi E.
Editore   Piemme  (collana Bestseller)

Descrizione
"Trattali male e ti correranno dietro" recita un vecchio adagio. Ed è una sacrosanta verità. Se tutto quello a cui le persone amano dare la caccia, per definizione sfugge, ne consegue che essere sempre disponibili, carine, immancabilmente presenti, non è che la strada più breve e sicura verso il fallimento. Perché una realtà deve essere fatalmente riconosciuta: gli uomini preferiscono le "stronze". Amano chi li fa stare un po' sulle spine, chi da loro la sensazione di aver vinto magari una battaglia ma mai la guerra, chi sa camminare con le proprie gambe, chi offre sempre nuove sfide. Insomma, agli uomini, in fondo, piace soffrire.

my2cents
idem come due sopra
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #38 il: Gennaio 02, 2013, 13:29:28 pm »


Titolo   Uomini: l'importante è farli soffrire
Autore   Greene Niamh
Prezzo
Sconto 15%   € 5,86
(Prezzo di copertina € 6,90 Risparmio € 1,04)

Dati   2011, 322 p., brossura
Traduttore   Orlandino E.
Editore   Newton Compton  (collana Newton Pocket)

Descrizione
Se scopri all'improvviso che il grande amore della tua vita è in realtà un dongiovanni impenitente e buono a nulla, che cosa fai? A) Gli apri il tuo cuore scrivendo lettere privatissime che lui non leggerà mai. In fondo in fondo pensi che sia una gran perdita di tempo, ma la tua analista dice che è il modo migliore per dar sfogo alla tua rabbia, e chi sei tu per discutere un parere scientifico? B) Fai finta di niente. La tensione necessaria a comportarti come se nulla fosse ti uccide, ma andrebbe molto peggio se qualcuno sospettasse che la tua vita è anche solo poco meno che perfetta. C) Crei un blog per raccontare a tutti che cosa ti sta succedendo. Lui forse non vuole ascoltarti, ma il mondo è pieno di persone disposte a condividere i tuoi problemi. Che male c'è? L'importante è agire nell'anonimato assoluto. E così tre donne molto diverse tra loro scoprono di avere una cosa in comune: un bastardo spezzacuori irresistibile e bugiardo di nome Charlie. E quando scoprono i suoi tradimenti, Molly, Julie e Eve affrontano la questione a modo loro. Ma riusciranno davvero a liberarsi di lui?
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #39 il: Gennaio 02, 2013, 13:31:24 pm »


Titolo   Bastardo: se lo conosci lo eviti. 12 modelli maschili da evitare



Autore   Poschenrieder Beatrice
Prezzo
Sconto 15%   € 6,97
(Prezzo di copertina € 8,20 Risparmio € 1,23)

Dati   2007, 230 p., brossura
Traduttore   Petrelli A.
Editore   TEA  (collana TEA pratica)

Descrizione
Avete mai riposto tutte le vostre emozioni, energie e speranze in un tipo sbagliato? Vi è mai capitato di tormentarvi per un uomo, nella vana illusione di costruire con lui un rapporto che più o meno funzioni, per poi restarne profondamente deluse? Magari vi siete arrese, mollando tutto, esasperate dalla immutabilità della situazione, oppure vi siete adeguante a una condizione di perenne frustrazione e risentimento. Ecco una guida per riconoscere, fin da subito, il tipo d'uomo che è meglio perdere che trovare. Esistono diversi esemplari di uomo per i quali ogni sforzo d'amore è vano perché, assolutamente inguaribili, continueranno a deludere, a far arrabbiare e a ferire. Come il caso dello «Spilorcio» che ogni sera si fa preparare una gustosa cenetta e non ricambia mai, neanche facendo lui la spesa, figuriamoci con un invito al ristorante; oppure del «Cocco di Mamma» che telefona a mammina due volte al giorno perché senza lei non può stare. E che dire poi dello «Psicotico» che dice di chiamarsi Pedro soltanto perché suona più cool di Pietro oppure del «Casanova», grande estimatore delle donne, ma forse di troppe donne.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #40 il: Gennaio 02, 2013, 13:32:40 pm »
Titolo   Centouno ragioni per rispedirlo a sua madre


Autore   Zillgens Gerlis
Prezzo
Remainder 
- 55%   € 5,11
(Prezzo di copertina € 11,36 Risparmio € 6,25)

Dati   2000, 176 p.
Traduttore   Lattes L.
Editore   Piemme   


Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #41 il: Gennaio 02, 2013, 13:34:49 pm »
Titolo   Perché gli uomini sposano le stronze... E lasciano le brave ragazze



Autore   Argov Sherry
Prezzo
Remainder 
- 55%   € 4,50
(Prezzo di copertina € 10,00 Risparmio € 5,50)

Dati   2009, 237 p., brossura
Traduttore   Rubini I.
Editore   BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Descrizione
"In amor vince chi fugge", dicevano le nonne. Eppure, nel Duemila milioni di ragazze non l'hanno ancora capito. Per anni, da amorevoli fidanzate cucinano cene sopraffine, subiscono interminabili partite, si trasformano in geishe... e poi, quando sarebbe ormai giunto il momento dell'agognato Sì, lui le lascia per sposare una che ai fornelli preferisce il ristorante, non è sempre pronta a esaudirgli ogni minimo desiderio e si concede una volta su tre. Ovvero una stronza. Ma questa è davvero la definizione più appropriata? La cosiddetta stronza è semplicemente una donna forte, con una propria identità, ben contenta di lasciare spazio a Lui perché vuole mantenersi il proprio, conscia di cosa è disposta ad accettare e cosa no: una donna che al primo accenno di mancanza di rispetto si ritira. Gli uomini preferiscono una compagna forte e indipendente a una totalmente sottomessa: questa è la tesi di Sherry Argov, giornalista e scrittrice, che in questo volume sfata numerosi miti e soprattutto offre consigli al sesso "debole" per migliorare l'autostima e il rapporto di coppia. Elenca gli errori femminili più comuni e suggerisce il comportamento giusto per ogni situazione, dalla telefonata all'alcova; insegna ad anticipare le reazioni maschili e suggerisce infallibili trucchi per farsi portare all'altare. Attraverso le confessioni senza filtri di un vasto campionario maschile, spiega cosa li fa davvero innamorare e cosa li induce a scappare a gambe levate.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #42 il: Gennaio 02, 2013, 13:35:59 pm »
itolo   Uomini: istruzioni per l'uso



Autore   Naik Anita
Prezzo
Sconto 15%   € 10,12
(Prezzo di copertina € 11,90 Risparmio € 1,78)

Dati   2007, 179 p., brossura, 2 ed.
Traduttore   Giordano C.
Editore   Morellini  (collana Pink generation)

Descrizione
Questo pratico, "imparziale" manuale fornisce a tutte le ragazze le dritte necessarie per l'approccio con l'altro sesso. Passo per passo, dalla condizione di single a quando si conosce qualcuno, dalla fase dell'innamoramento a quella della relazione stabile, tutti i consigli per avere successo con gli uomini e vivere una vita sentimentale ricca e appagante, al riparo da luoghi comuni e pregiudizi. Come incontrare gli uomini, come conoscerli e come capirli. Quello che gli uomini pensano delle donne e come evitare equivoci ed errori. Nel volume sono presenti test, per capire meglio il proprio profilo e le proprie convinzioni in amore.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6009
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #43 il: Gennaio 02, 2013, 13:36:58 pm »
Titolo   Guida all'addestramento degli uomini



Autore   Peganov Nadège de
Prezzo
Sconto 35%   € 5,14
(Prezzo di copertina € 7,90 Risparmio € 2,76)

Dati   2006, 127 p., brossura
Traduttore   Giordano M. C.
Editore   Morellini  (collana Pink generation)

Descrizione
Attraverso la similitudine con le specie animali, questa guida classifica le categorie maschili fornendo dieci tratti-tipo. Dal macho all'intellettuale passando per l'artista e l'arrivista, questo libro cerca di aiutare a capire quale uomo potete avere davanti e come fare per addestrarlo.
Vnd [nick collettivo].

Offline fabriziopiludu

  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 11766
  • Sesso: Maschio
Re:Alcuni libri misandrici
« Risposta #44 il: Gennaio 02, 2013, 14:35:28 pm »



 I libri misasndici NON son alcuni, sono TANTI!!!