Autore Topic: Frequentare Prostitute  (Letto 207632 volte)

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline SilvioDestro

  • WikiQM
  • Utente
  • ***
  • Post: 73
  • Sesso: Maschio
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #30 il: Febbraio 20, 2011, 11:26:48 am »
............ Per un po' chiedevo, supplicavo, imploravo... anche se alla
fine accettava lo faceva di controvoglia, guardando il soffitto e dicendo
"fai presto".

 :(

Solo una questione biologica? Non so. Io credo che alcune donne possano
come dite voi usare il sesso come arma. Infatti lei molte volte mi diceva:
"Non mi fai abbastanza regali, non mi dai una bella casa".


............... quando la sessualità non è dono , è prostituzione.

Slv

Offline TheDarkSider

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2151
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #31 il: Febbraio 20, 2011, 11:48:26 am »
Solo una questione biologica? Non so. Io credo che alcune donne possano
come dite voi usare il sesso come arma. Infatti lei molte volte mi diceva:
"Non mi fai abbastanza regali, non mi dai una bella casa".

E' la cosa più normale e naturale del mondo, per le donne scambiare il sesso col denaro.
Ecco perché io non colpevolizzo le donne, ma gli uomini perché cadono nella truffa
dell'"innamoramento romantico" e non capiscono che una donna, giustamente, mira
sempre a cose molte più concrete e terra a terra.

Cioè non è che la donna sia un mostro di cinismo, semplicemente quello che lei chiama amore
è solo un meccanismo biologico per dire "è l'uomo perfetto per garantirmi un buon futuro insieme"
e solo in virtù di questo meccanismo la donna  si eccita e si *innamora*.

Quando il futuro si rivela, invece, non tanto buono o foriero di soddisfazioni, ecco che l'innamoramento
cade e lo scambio sesso contro denaro è sempre più richiesto per compensare l'insoddisfazione della donna.

"Le donne occidentali sono più buone e tolleranti con gli immigrati islamici che le stuprano che con i loro mariti."
Una donna marocchina

Offline tuxedo

  • Affezionato
  • **
  • Post: 211
  • Sesso: Maschio
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #32 il: Febbraio 20, 2011, 11:56:58 am »
Ma allora come spiegare le donne che, esistono, si "dedicano" anima e corpo
alla famiglia? Non so come dire.

Esiste la donna che appunto vede nel matrimonio un affare... ma altre che
lo vedono anche come missione.

Mi ricordo Giovenale (ora non ce l'ho dietro, cito un po' a memoria) dove dice, piu` o meno:

"Se vanno in barca con il marito: ahi, che male, che noia... se vanno in barca
con l'amante ecco che diventano forti, manovrano corde, reti, ecc..."

Non so... mi pare riduttivo. Mi pare che ci siano donne che trovino piacere nel sesso,
anche nel matrimonio e che magari soffrono che il marito non le voglia piu` e magari
si rivolge a prostitute (vere o "virtuali" come la pornografia)...

... non so... solo altri spunti
Nil admirari

Offline TheDarkSider

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2151
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #33 il: Febbraio 20, 2011, 12:05:25 pm »
Ma allora come spiegare le donne che, esistono, si "dedicano" anima e corpo
alla famiglia? Non so come dire.
...o sono donne ancora innamorate del marito...oppure sentono il matrimonio come dovere religioso..

...se invece la coscienza religiosa non c'è...e il marito perde ogni attrattività per la moglie (ad esempio
perché resta disoccupato a lungo o subisce un incidente che lo rende non autosufficiente) controlla
le statistiche e vedrai che nella stragrande maggioranza dei casi la donna molla il marito...

...sorry è la dura realtà...l'unica donna che val la pena di sposare adesso come adesso è quella che vede
la famiglia o la cura del marito come una "missione" religiosa...

...ma ce ne sono ancora, di donne così?  :hmm:



"Le donne occidentali sono più buone e tolleranti con gli immigrati islamici che le stuprano che con i loro mariti."
Una donna marocchina

e-manuel

  • Visitatore
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #34 il: Febbraio 20, 2011, 12:23:27 pm »
Io la metterei così. Ci sono anche donne che non si innamorano necessariamente (solo) di un uomo solvente o che comunque fa loro intravedere un futuro di stabilità economica. C'è anche chi si innamora perdutamente di un qualsiasi artista o insegnante di ballo, ma comunque nello scelta del compagno con cui formare una famiglia, tenderà a prevalere la motivazione economica; o sarà comunque la sua seconda scelta qualora dovesse naufragare il suo primo matrimonio.

Offline Stealth

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2892
  • Sesso: Maschio
  • Questo utente è altamente tossico e pericoloso
    • Cosa dice un fesso

Offline joani

  • Affezionato
  • **
  • Post: 199
  • Sesso: Maschio
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #36 il: Marzo 08, 2011, 00:59:25 am »
E' la cosa più normale e naturale del mondo, per le donne scambiare il sesso col denaro.
Ecco perché io non colpevolizzo le donne, ma gli uomini perché cadono nella truffa
dell'"innamoramento romantico" e non capiscono che una donna, giustamente, mira
sempre a cose molte più concrete e terra a terra.

Cioè non è che la donna sia un mostro di cinismo, semplicemente quello che lei chiama amore
è solo un meccanismo biologico per dire "è l'uomo perfetto per garantirmi un buon futuro insieme"
e solo in virtù di questo meccanismo la donna  si eccita e si *innamora*.

Quando il futuro si rivela, invece, non tanto buono o foriero di soddisfazioni, ecco che l'innamoramento
cade e lo scambio sesso contro denaro è sempre più richiesto per compensare l'insoddisfazione della donna.


Interessante questa analisi tuttavia non credo che a fronteggiarsi siano due untita dove da una parte c'e' una umana e  vulnerabile, volubile e dall'altra una fatta di acciaio fredda e razionale come un androide
Io credo invece che il "moto" ad incontrare l'altro sesso stia + a cuore alle femmine il loro corpo in eta matura gli urla in tutti i modi la finalita biologica sottesa al loro essere e cioe la riproduzione, a fronte di questo un vero capolavoro culturale e subentrato nella storia dei rapporti tra i sessi, e cioe la risultante attuale x la quale sembra che solo il maschio sia trascinato  da irrefrenabili e incontenibili impulsi riproduttivi verso la femmina, una specie di "moto a luogo" che chiameremmo moto a femmina che a senso unico sbilancia il maschio nel rapporto con la femmina, ora al netto di tutti i luoghi comuni: il maschio e cacciatore il maschio deve provarci con il maggior numero possibile ecc. ecc.  la verita e che nella storia i maschi sono sempre stati + onesti delle femmine la loro sessualita (forse anche troppo) l'hanno sempre "sbattuta in piazza" senza pudicizia o remore, viceversa le femmine sono sempre state chiuse anzi ermetiche nel salvaguardare la propria relativa intimita' questo ha creato monumentali preconcetti e pregiudizi culturali che durano tuttora con infinite ricadute e conseguenze sul piano comportamentale, e tutto un problema culturale, non certo semplice non certo facile ma bisogna spezzare questa logica ognuno a proprio modo non si tratta di fargli la guerra ma di sforzarsi di calibrare il proprio comportamento esattamente come loro fanno verso di noi, non un passo in + non una virgola in + se non si e ricambiati il sesso bisogna (almeno qualche volta ) farselo pregare e pure negare se ci va, e necessario dare lo schiaffo (metaforico)  x il quale si da la precisa senzazione che sentimentalmente non si dipendera MAI da nessuna, se pensate che questa sia una masochistica forma di autolesionismo, vi sbagliate perche le femmine al fondo non concepiscono non credono a un uomo che gli sia refrattario e ne faranno una psicosi, perche osate infrangere uno status culturale che x loro e un architrave delle loro paranoiche idee ( le donne rivendicano a se ogni cambiamento ma noi x loro "dobbiamo" restare quelli di sempre)
Spezziamo queste dinamiche scombussoliamo l'ordine costituito Arrivera il tempo che anche loro dovranno pregare: ME LO DAI???       

Offline Betaman

  • Utente
  • *
  • Post: 35
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #37 il: Maggio 08, 2011, 18:18:33 pm »
Io la metterei così. Ci sono anche donne che non si innamorano necessariamente (solo) di un uomo solvente o che comunque fa loro intravedere un futuro di stabilità economica. C'è anche chi si innamora perdutamente di un qualsiasi artista o insegnante di ballo, ma comunque nello scelta del compagno con cui formare una famiglia, tenderà a prevalere la motivazione economica; o sarà comunque la sua seconda scelta qualora dovesse naufragare il suo primo matrimonio.

Le donne che si "innamorano" senza guardare alla disponibilità economica del marito non esistono.
Se lo fanno, è perchè sono loro che sono poco interessate al denaro.
In questa categoria possono esserci quelle già benestanti di famiglia, o che non hanno mai provato ristrettezze economiche, o che hanno una ideologia di vita che tende a fare a meno del potere economico.
Tranne questa sparuta categoria (un 5% se va bene), tutte quelle altre guardano soprattutto la ricchezza dell'uomo, quanto ci possono guadagnare nel matrimonio.
Poi, una volta sposate, ricattano continuamente il marito per avere regali e imporre le loro decisioni.

Offline renato.dg

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 780
    • www.consapevolezzamaschile.it
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #38 il: Giugno 05, 2011, 14:44:08 pm »
Per non pochi uomini la prostituzione è l'unico modo per fare sesso.Lo dico senza nessun tipo di sarcasmo.E' la realtà.E forse lo sarà per sempre.
La prostituzione femminile(per quella maschile il discorso è  differente anche se c'è sempre di mezzo il denaro) non ha niente di gratuito, ne ha qualsivoglia volontà di dono verso gli uomini.E chi ci smena sono comunque gli uomini.
Ci sono 2 cose negative nella prostituzione:

1)Questione  di principio: la prostituta lucra su un bisogno maschile.Tutti i mestieri sono basati sul principio di lucrare su un bisogno altrui.Ma nel caso dellaprostituzione femminile, il bisogno è solo maschile.E questo pone una parte in netto vantaggio e un altra in netto svantaggio.

2) Questione di prezzo. Le prostitute cercano di trarre il massimo profitto dalla singola prestazione.Anche se ci sono quelle che chiedono 30 o 40 euro , nella norma si va dalle 80 euro in su perchè la maggior parte delle prostitute lavora in casa.Nessuna chede sotto le 30 o venti euro, non c'è nessuna volontà di fare un favore al cliente.La situazione è ancora piu sfavorevole al cliente se si pensa che dopo 2 giorni o a anche uno il cliente è di nuovo da capo.Non è un rapporto paritario perchè chi ci smena è solo una parte, mi ricorda piu il rapporto tra un tossicodipendente e uno spacciatore che un rapporto prestazione-denaro come può essere quello di un dentista-paziente o un massaggio a pagamento(quelli veri però).

3) La conseguenza di tutto ciò è che la prostituta fa questo mestiere per un solo motivo: il denaro.Penso che non ci sia nessun mestiere femminile dove la brama di denaro sia piu totalizzante che nella prostituzione.Taluni dicono che alla prostituta piace fare  quello che fa.Io penso che non ci sia nessun piacere di farlo ma solo ed esclusivamente il piacere di guadagnare e il più possibile.Apparire vogliose fa parte della recita per attirare clienti.

4) La prostituzione può essere occasionale e anche mascherata con richiesta  di regali, non c'è il diploma o la licenza da prendere  per essere prostitute, è una scelta morale che la singola fa verso gli uomini.


5) la prostituzione dimostra che la donna non è il Bene e la fonte di amore.La prostituta che lo fa per scelta  non ha nessun rispetto sotanziale verso l'uomo: anzi solitamente lo disprezza lo considera una persona da cui trarre piu denaro possibile, un limone da spremere al massimo con tutte le buone maniere del caso.Sfruttare un bisogno solo altrui per trarre il massimo profitto possibile in denaro e farlo solo ed esclusivamente per denaro non ha nulla , ma proprio nulla che si avvicini al concetto di dono.


« Ultima modifica: Giugno 07, 2011, 19:04:38 pm da renato.dragonetti »
WWW.CONSAPEVOLEZZAMASCHILE.IT
aggiornamenti 03/05 :

-Notizie
•Appunti
• una femminista si rivela: tolleranza zero
-Non condividere il rancore e la dottrina femminista
-perennemente ed infinitamente debitori e colpevoli
-che cosa è il femminismo

Alberto86

  • Visitatore
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #39 il: Luglio 06, 2011, 17:56:51 pm »
E' la cosa più normale e naturale del mondo, per le donne scambiare il sesso col denaro.
Ecco perché io non colpevolizzo le donne, ma gli uomini perché cadono nella truffa
dell'"innamoramento romantico" e non capiscono che una donna, giustamente, mira
sempre a cose molte più concrete e terra a terra.

Cioè non è che la donna sia un mostro di cinismo, semplicemente quello che lei chiama amore
è solo un meccanismo biologico per dire "è l'uomo perfetto per garantirmi un buon futuro insieme"
e solo in virtù di questo meccanismo la donna  si eccita e si *innamora*.

Quando il futuro si rivela, invece, non tanto buono o foriero di soddisfazioni, ecco che l'innamoramento
cade e lo scambio sesso contro denaro è sempre più richiesto per compensare l'insoddisfazione della donna.



Mi piace molto leggere e/o ascoltare l'esperienza di vita di altri uomini su queste tematiche e devo dire che questa analisi che hai fatto mi piace molto.. sopratutto mi trovo d'accordo sul punto nel quale dici quando il marito perde lavoro e/o soldi e/o un posizione di potere-rispettabilità particolare nella società la moglie nella maggior parte dei casi lo molla! i fatti parlano chiaro ahimè.....E mi trovo d'accordo anche sul fatto che la donna nella maggior parte dei casi è per natura molto materialista....

Sulla questione sesso non mi sento di esprimere un giudizio, ma c'è da dire che nei miei 25 anni non ho mai creduto alla "donna per sempre" perchè prima o poi tutto si affievolisce fino a svanire e rimanangono solo gli interessi materiali nel tenere su un determinato rapporto...

Detto questo il sesso( a differenza di quello che il genere femminile spesso vuole far credere) ovviamente è per l'uomo una esigenza primaria, cosa che per ovvi motivi le donne non potranno mai realmente comprendere e anche(per loro sfortuna) vivere come lo viviamo noi.....

Perciò sono dell'idea che un paese che si dica civile e "paritario" dovrebbe permettere anche la soddisfazione di questo bisogno prettamente maschile con la legalizzazione della prostituzione  cosi come avviene in svizzera, germania,ecc.

Offline Stealth

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2892
  • Sesso: Maschio
  • Questo utente è altamente tossico e pericoloso
    • Cosa dice un fesso
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #40 il: Luglio 06, 2011, 21:59:05 pm »
Mah, la questione della colpevolizzazione ormai credo sia giunta a un punto morto. Non ha senso colpevolizzare, è cosa piuttosto puerile.
Però io non trovo neanche giustificabile un comportamento solo perché sarebbe dettato dalla "natura".
E che me ne fotte a me della natura, scusate? Se a me una cosa fa schifo fa schifo e basta, naturale o non naturale che sia.

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7669
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #41 il: Luglio 14, 2011, 18:31:51 pm »


Citazione
http://www.certidiritti.it/tutte-le-notizie/1188-interrogazione-ue-su-campagna-europea-contro-prostituzione.html

Interrogazione Ue su campagna europea contro prostituzione

La campagna europea di stampo integralista-ideologico contro la prostituzione nega dignità e autodeterminazione per le sex workers.  Interrogazione alla Commissione europea su eventuale utilizzo di fondi europei.

Comunicato Stampa del Comitato per il Diritti Civili delle Prostitute e dell’Associazione Radicale Certi Diritti

 

Roma, 1 luglio 2011

Sulla campagna europea lanciata da una fantomatica lobby europea “European Women” contro la prostituzione, che nega il diritto all’autodeterminazione e alla libera scelta delle persone che scelgono di svolgere questa professione, è stata oggi presentata al Parlamento Europeo una interrogazione urgente, presentata dal Deputato Europeo Gianni Vattimo, che chiede alla Commissione Europea se sono stati utilizzati fondi europei per la sua promozione.  La libertà di scegliere cosa fare del proprio corpo, nel pieno della propria responsabilità e autodeterminazione, è un basilare diritto umano e nessuno si può arrogare il diritto di decidere per gli altri cosa è buono oppure no.

Risulterebbe infatti che il programma ‘Progress’ dell’Unione Europea abbia finanziato questa campagna che di fatto nega  ogni forma di dignità e rispetto delle persone che si prostituiscono in Europa con l’intento di imporre una propria visione che stabilisce, tout court, che la prostituzione è equiparabile alla violenza. Viene così falsificata una realtà diffusissima ovunque in Europa e nel mondo, con specifiche legislazioni nazionali di regolamentazione di questa professione, senza distinguere tra libera scelta di chi la pratica e la violenza causata invece dalla tratta della prostituzione e dal proibizionismo ipocrita, crimonoegno e inutile che i demagoghi di turno ogni tanto cercano di promuovere.  Una campagna che può produrre solo stigma e discriminazioni verso chi lavora nel mercato del sesso per libera scelta o anche per bisogno. Mercato che in parte dell'Europa è legale e dove lavoratrici e lavoratori sono a tutti gli effetti legali, rispettabili e socialmente inclusi.

Vogliamo anche sottolineare che con questa campagna viene offesa anche la dignità di ogni cliente che si rivolge al sesso commerciale, non tenendo in conto che esistono in Europa persone che sono assistite, anche dalle pubbliche istituzioni, per accedere al sesso, avendo ostacoli fisici e psichici che non consentono loro di soddisfare un bisogno primario del quale hanno legittimo e umano diritto. 

Le Sex Workers italiane, la Tampep International Foundation,  il Comitato per i diritti civili delle prostitute e l’Associazione Radicale Certi Diritti, ringraziano il deputato europeo Gianni Vattimo per aver chiesto chiarimenti su questa iniziativa fallimentare, inutile e, forse, addirittura fatta a carico dei contribuenti.

Qui di seguito il testo integrale dell’interrogaizone parlamentare:

 

INTERROGAZIONE URGENTE ALLA COMMISSIONE EUROPEA

Bruxelles, 1 luglio 2011

Può la Commissione europea spiegare se  fondi europei sono stati utilizzati, direttamente o indirettamente per finanziare “la campagna per porre fine alla prostituzione in Europa” e "Insieme per un'Europa senza prostituzione" finalizzate alla promozione di una "Europa libera dalla prostituzione" e invitando " persone, i governi nazionali e l'Unione europea a intraprendere azioni concrete", sulla base del modello legislativo svedese sul tema e con l'obiettivo di abolire la prostituzione, che si presenta come una forma di violenza contro le donne?  Sono stati utilizzati per questo anche fondi ingenti del Progress? Se così fosse,  invitiamo Progress ad illustrarci come i fondi europei possono essere utilizzati per promuovere un certo modello normativo, in particolare su un tema su cui gli Stati membri hanno politiche e sensibilità diverse a riguardo? Nel caso in cui fondi europei siano stati utilizzati direttamente o indirettamente, verrà lanciata una campagna per legalizzare la  prostituzione e il lavoro sessuale, per promuovere modelli legislativi differenti? Saranno idonei gli stessi fondi? Se no, perché? La Commissione chiederà la restituzione dei fondi europei? Le campagne sono finanziate all’insaputa della Commissione?

On. Gianni Vattimo
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Online fabriziopiludu

  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 11758
  • Sesso: Maschio
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #42 il: Luglio 18, 2011, 18:22:39 pm »
Per non pochi uomini la prostituzione è l'unico modo per fare sesso.Lo dico senza nessun tipo di sarcasmo.E' la realtà.E forse lo sarà per sempre.
La prostituzione femminile(per quella maschile il discorso è  differente anche se c'è sempre di mezzo il denaro) non ha niente di gratuito, ne ha qualsivoglia volontà di dono verso gli uomini.E chi ci smena sono comunque gli uomini.
Ci sono 2 cose negative nella prostituzione:

1)Questione  di principio: la prostituta lucra su un bisogno maschile.Tutti i mestieri sono basati sul principio di lucrare su un bisogno altrui.Ma nel caso dellaprostituzione femminile, il bisogno è solo maschile.E questo pone una parte in netto vantaggio e un altra in netto svantaggio.

2) Questione di prezzo. Le prostitute cercano di trarre il massimo profitto dalla singola prestazione.Anche se ci sono quelle che chiedono 30 o 40 euro , nella norma si va dalle 80 euro in su perchè la maggior parte delle prostitute lavora in casa.Nessuna chede sotto le 30 o venti euro, non c'è nessuna volontà di fare un favore al cliente.La situazione è ancora piu sfavorevole al cliente se si pensa che dopo 2 giorni o a anche uno il cliente è di nuovo da capo.Non è un rapporto paritario perchè chi ci smena è solo una parte, mi ricorda piu il rapporto tra un tossicodipendente e uno spacciatore che un rapporto prestazione-denaro come può essere quello di un dentista-paziente o un massaggio a pagamento(quelli veri però). Tra le spese di routine - bolletta luce, bolletta gas,... - va anche messo "prostituta".

3) La conseguenza di tutto ciò è che la prostituta fa questo mestiere per un solo motivo: il denaro.Penso che non ci sia nessun mestiere femminile dove la brama di denaro sia piu totalizzante che nella prostituzione.Taluni dicono che alla prostituta piace fare  quello che fa.Io penso che non ci sia nessun piacere di farlo ma solo ed esclusivamente il piacere di guadagnare e il più possibile.Apparire vogliose fa parte della recita per attirare clienti.

4) La prostituzione può essere occasionale e anche mascherata con richiesta  di regali, non c'è il diploma o la licenza da prendere  per essere prostitute, è una scelta morale che la singola fa verso gli uomini.


5) la prostituzione dimostra che la donna non è il Bene e la fonte di amore.La prostituta che lo fa per scelta  non ha nessun rispetto sotanziale verso l'uomo: anzi solitamente lo disprezza lo considera una persona da cui trarre piu denaro possibile, un limone da spremere al massimo con tutte le buone maniere del caso.Sfruttare un bisogno solo altrui per trarre il massimo profitto possibile in denaro e farlo solo ed esclusivamente per denaro non ha nulla , ma proprio nulla che si avvicini al concetto di dono.
E cosa dovremmo fare!!!? Odiare le prostitute?
Aggiungi, pure, che le prostitute, in quanto donne, siano estremamente protette da Polizia e simili!

Online fabriziopiludu

  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 11758
  • Sesso: Maschio
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #43 il: Luglio 19, 2011, 10:26:49 am »
Per non pochi uomini la prostituzione è l'unico modo per fare sesso.Lo dico senza nessun tipo di sarcasmo.E' la realtà.E forse lo sarà per sempre.
La prostituzione femminile(per quella maschile il discorso è  differente anche se c'è sempre di mezzo il denaro) non ha niente di gratuito, ne ha qualsivoglia volontà di dono verso gli uomini.E chi ci smena sono comunque gli uomini.
Ci sono 2 cose negative nella prostituzione:

1)Questione  di principio: la prostituta lucra su un bisogno maschile.Tutti i mestieri sono basati sul principio di lucrare su un bisogno altrui.Ma nel caso dellaprostituzione femminile, il bisogno è solo maschile.E questo pone una parte in netto vantaggio e un altra in netto svantaggio.

2) Questione di prezzo. Le prostitute cercano di trarre il massimo profitto dalla singola prestazione.Anche se ci sono quelle che chiedono 30 o 40 euro , nella norma si va dalle 80 euro in su perchè la maggior parte delle prostitute lavora in casa.Nessuna chede sotto le 30 o venti euro, non c'è nessuna volontà di fare un favore al cliente.La situazione è ancora piu sfavorevole al cliente se si pensa che dopo 2 giorni o a anche uno il cliente è di nuovo da capo.Non è un rapporto paritario perchè chi ci smena è solo una parte, mi ricorda piu il rapporto tra un tossicodipendente e uno spacciatore che un rapporto prestazione-denaro come può essere quello di un dentista-paziente o un massaggio a pagamento(quelli veri però).

3) La conseguenza di tutto ciò è che la prostituta fa questo mestiere per un solo motivo: il denaro.Penso che non ci sia nessun mestiere femminile dove la brama di denaro sia piu totalizzante che nella prostituzione.Taluni dicono che alla prostituta piace fare  quello che fa.Io penso che non ci sia nessun piacere di farlo ma solo ed esclusivamente il piacere di guadagnare e il più possibile.Apparire vogliose fa parte della recita per attirare clienti.

4) La prostituzione può essere occasionale e anche mascherata con richiesta  di regali, non c'è il diploma o la licenza da prendere  per essere prostitute, è una scelta morale che la singola fa verso gli uomini.5) la prostituzione dimostra che la donna non è il Bene e la fonte di amore.La prostituta che lo fa per scelta  non ha nessun rispetto sotanziale verso l'uomo: anzi solitamente lo disprezza lo considera una persona da cui trarre piu denaro possibile, un limone da spremere al massimo con tutte le buone maniere del caso.Sfruttare un bisogno solo altrui per trarre il massimo profitto possibile in denaro e farlo solo ed esclusivamente per denaro non ha nulla , ma proprio nulla che si avvicini al concetto di dono..
Dai ragione a me, dunque! La donna preferisce fare l'agente di Mossad, NCIS, CSI,...
L'uomo paga, inviece la donna viene retribuita, encomiata, vezzeggiata, decorata coi galloni, in modo possa soddisfare i propri bisogni!!
E Michele Mirabella mica parla male di codeste donne, noooo!!!!! Parla male di chi frequenti prostitute!!!!!
Michele Mirabella è un MISERABILE!!!!

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Frequentare Prostitute
« Risposta #44 il: Dicembre 16, 2011, 11:26:12 am »
http://www.sanremonews.it/2011/06/30/leggi-notizia/argomenti/al-direttore-1/articolo/sanremo-prostituzione-in-strada-lettrice-le-lucciole-non-sono-cosi-indifese-come-sembrano.html

Una nostra lettrice ci ha scritto per intervenire nella discussione sulla prostituzione:

"Scusate se torno ancora sul discorso della prostituzione ma avendo frequentato il volontariato sociale (tra cui unità di strada L.228/2003) ho ben chiare le idee sull'argomento. Innanzi tutto sono d'accordo con chi sostiene che non è uno spettacolo edificante né vederle seminude per la strada né tantomeno incappare in una 'prestazione a vista'. Detto ciò vorrei chiarire alcuni aspetti forse non a tutti noti; sfatiamo il mito della povera ragazza venuta dall'est con l'inganno una gran parte delle ragazze provenienti dai paesi dell'ex blocco sovietico sono assolutamente consapevoli del lavoro che verranno a fare nel nostro paese. Lasciano a casa situazioni di povertà, magari figli piccoli, genitori, e vengono per un po di anni a guadagnare facilmente (fare la badante è più faticoso) poi attraverso la denuncia dei loro protettori entrano in programmi di protezione e recupero si ricreano una fedina penale immacolata e tornano al loro paese con un gruzzoletto per ricominciare una vita decorosa. Per molte di questa ragazze la strada per un certo periodo è un rischio calcolato per un futuro migliore. In fondo sono figlie del socialismo reale del materialismo esasperato, in cui la morale aveva un posto marginale. Discorso lievemente diverso è quello sulle ragazze africane, molto ingenue, spesso succubi di donne padrone, ma che imparano presto il modo per affrancarsi. Credetemi spesso quello delle povere ragazze di strada è un falso c'è molta più consapevolezza di quanto si pensi. Per finire, personalmente sarei d'accordissimo sulla riapertura delle case chiuse per un controllo sanitario ed economico, ma le 'ragazze' non amano lavorare in luoghi chiusi perchè corrono molti più rischi, in strada hanno chi le protegge o in alternativa si proteggono tra loro. Ultima cosa ciò che pensano le ragazze dei maschi occidentali che non possono fare a meno di loro, credetemi è irripetibile, e se i fruitori del sesso a pagamento ne avessero una vaga idea".

L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli