Autore Topic: Parlamento UK: chiesta la sospensione del Siero mRNA  (Letto 73 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20489
  • Sesso: Maschio
Parlamento UK: chiesta la sospensione del Siero mRNA
« il: Aprile 19, 2024, 23:19:00 pm »
Fonte: The Exposé

“Date le prove, chiedo ancora una volta al governo di sospendere immediatamente l’uso di tutti i trattamenti a mRNA sia negli esseri umani che negli animali, in attesa dell’esito [dell’indagine Covid sui vaccini covid e sui teurapeutici]”, ha dichiarato Andrew Bridgen, membro del Parlamento per il North West Leicestershire, durante un dibattito in parlamento ieri.

l’On. Bridgen ha presentato una mozione in Parlamento affinché l’inchiesta Covid apra il suo modulo 4 sulla sicurezza e l’efficacia delle iniezioni sperimentali di covid-19 il prima possibile.

Il 12 gennaio, l’inchiesta Covid del Regno Unito ha annunciato che le audizioni pubbliche per la quarta indagine dell’inchiesta sui vaccini e le terapie, il modulo 4, sarebbero state riprogrammate. Le udienze erano originariamente previste per l’estate del 2024. “Ora si svolgeranno in un secondo momento”, afferma il sito web dell’inchiesta.

Tre giorni dopo, Bridgen ha menzionato la decisione dell’inchiesta Covid durante un dibattito, affermando di ritenere che il modulo 4 fosse stato ritardato poiché “è stata esercitata una pressione politica sull’inchiesta” a causa delle imminenti elezioni generali.

Presentando ieri la mozione per l’apertura del Modulo 4 dell’Inchiesta, Bridgen ha esordito: “Siamo testimoni del più grande scandalo medico in questo paese a memoria d’uomo, e forse di sempre: le morti in eccesso nel 2022 e nel 2023. Le sue cause sono complesse, ma il trattamento medico nuovo e non testato descritto come vaccino covid è una grande parte del problema”.

I funzionari stanno nascondendo i dati chiave di questo scandalo. L’Office for National Statistics era solito pubblicare dati settimanali sui decessi per 100.000 persone vaccinate e non vaccinate, ma ora non lo fa più. “Il pubblico ha il diritto a quei dati”, ha detto Bridgen.

Esperti seri hanno chiesto che i dati  siano resi anonimi e divulgati per un’analisi che stabilisca se i trattamenti sperimentali sono responsabili dell’aumento delle morti in eccesso. Come ha osservato Bridgen, dati più ampi e dettagliati sono già stati rilasciati alle aziende farmaceutiche da enti finanziati con fondi pubblici. Tuttavia, la professoressa Jenny Harries, capo dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, ha affermato che questi dati anonimi e aggregati sui decessi per stato di vaccinazione sono “commercialmente sensibili” e non dovrebbero essere pubblicati. “Al pubblico vengono negati questi dati, il che è inaccettabile”, ha detto Bridgen.

Bridgen ha anche menzionato che Harries ha approvato un massiccio cambiamento nel calcolo del livello di popolazione di base utilizzato dall’ONS per calcolare i decessi in eccesso. A causa di questo cambiamento, “circa 20.000 morti premature solo nel 2023 vengono ora cancellate con l’aerografo”, ha affermato.

Il signor Bridgen ha parlato delle “cose scioccanti” accadute durante la risposta alla pandemia di covid: l’uso improprio degli ordini di “non rianimare” (“DNR”), i protocolli di trattamento e la base su cui i decessi sono stati attribuiti al covid e ai vaccini:

Nel marzo 2020, il governo ha condotto un esercizio di consultazione sulla questione se le persone di una certa età o con determinate disabilità dovessero essere soggette a ordini di “non rianimare”, noti come DNR, imposti loro. Un documento che riassumeva le proposte [DNR] è stato distribuito ai medici e agli ospedali; è stata erroneamente trattata come una politica formale da un certo numero di case di cura e medici di base in tutto il paese, che l’hanno promulgata. Allo stesso tempo, diversi ospedali hanno introdotto una politica che non avrebbe ammesso pazienti con DNR, perché pensavano che sarebbero stati sopraffatti. Il risultato è stato che sono morte persone che non avevano bisogno di morire mentre le infermiere eseguivano balli su TikTok.

Il tempo medio alla morte per manifestare sintomi covid e risultare positivo è stato di 18 giorni. È un fatto poco noto che il corpo elimina tutti i virus in circa sette giorni; Ciò che in realtà uccide le persone è che alcune, specialmente le persone vulnerabili, hanno una risposta immunitaria eccessiva. I medici hanno trattato questa risposta per decenni con steroidi, antibiotici per le infezioni da polmonite secondaria e altri protocolli standard, ma questa volta non lo hanno fatto. Anche se il virus era scomparso da tempo, i medici hanno abbandonato i protocolli clinici standard perché il covid era un “nuovo virus”, cosa che non era. Hanno mandato le persone a casa, hanno detto loro di prendere il paracetamolo fino a quando le loro labbra non sono diventate blu, e poi quando quelle persone sono tornate in ospedale, le hanno sedate, le hanno attaccate ai ventilatori e le hanno viste morire.

Il protocollo per il trattamento del covid-19 era una scelta binaria tra due percorsi di trattamento. Una volta ricoverati, i pazienti malati venivano ventilati in terapia intensiva o, se non erano idonei a quel livello di cura, venivano somministrati farmaci di fine vita, tra cui midazolam e morfina. Somministrare midazolam e morfina a persone che muoiono di cancro è ragionevole, ma c’è un effetto collaterale, ovvero che questi farmaci hanno un effetto depressivo respiratorio. È difficile immaginare una cosa più stupida da fare che somministrare un soppressore respiratorio a qualcuno che sta già lottando per respirare con i sintomi del covid-19, ma è esattamente quello che abbiamo fatto.

C’è un enorme, netto contrasto nel modo in cui sono stati registrati i decessi e le malattie dopo la vaccinazione rispetto a quelli dopo il covid. Dopo un test covid positivo, qualsiasi malattia e qualsiasi decesso è stato attribuito al virus. Dopo la somministrazione del vaccino sperimentale di emergenza, nessuna malattia successiva e nessun decesso è mai stato attribuito al vaccino. Questi sono entrambi approcci completamente non scientifici, ed è per questo che dobbiamo guardare ad altre fonti di dati – decessi in eccesso – per determinare se c’è un problema.

Ha anche affrontato l’uso del mantra “sicuro ed efficace”.

“La paura deliberatamente alimentata dal governo ha promosso l’idea di essere salvati da un vaccino salvatore. È iniziato il canto della narrazione “sicura ed efficace” e la frase sembrava ipnotizzare l’intera nazione”, ha detto. Questo nonostante Pfizer, ad esempio, ammettesse che non si sapeva se i loro “vaccini” fossero sicuri o efficaci.

Nel marzo 2021, Pfizer ha firmato un contratto con Brasile e Sudafrica in cui si affermava: “gli effetti a lungo termine e l’efficacia del vaccino non sono attualmente noti e… Effetti avversi del vaccino… non sono attualmente noti”.

Bridgen ha detto alla Camera dei Comuni che i media, il governo e altre autorità si sono trasformati nel dipartimento marketing delle grandi case farmaceutiche, anche se le dubbie pratiche di marketing di Pfizer sono state notate dall’Associazione dell’industria farmaceutica britannica (“ABPI”), l’associazione di categoria britannica per i farmaci prescritti per il servizio sanitario nazionale.

“Solo pochi giorni fa, l’ABPI ha picchiato Pfizer sulle nocche per la sesta volta e ha detto che le sue pratiche di marketing avevano gettato discredito sull’industria. Gli è stato chiesto di pagare la misera cifra di 30.000 sterline in spese amministrative, senza alcuna multa”, ha detto.

“La persona a capo dell’ABPI al momento è anche il capo di Pfizer UK. L’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari ha il dovere legale di svolgere questo lavoro e ha trasferito la sua responsabilità all’industria. Questo è un oltraggioso conflitto di interessi”, ha aggiunto.

Passando al danno causato dalle iniezioni, il signor Bridgen ha spiegato che questo è stato incorporato nel loro progetto.

“I cosiddetti vaccini covid hanno utilizzato la parte più patologica o dannosa del virus, la proteina spike, nella sua interezza. Il danno è sistemico perché, contrariamente a quanto è stato detto a tutti, le nanoparticelle lipidiche, che incapsulano il materiale genetico, si diffondono in tutto il corpo dopo l’iniezione, colpendo potenzialmente tutti gli organi”. “Inoltre, è ora abbondantemente evidente che il farmaco provoca una continua produzione di proteina spike per molti mesi, anche anni, in alcune persone”.

I decessi finora sono stati prevalentemente cardiaci, ha detto, ma purtroppo potrebbero essercene molti di più poiché i “vaccini” possono indurre ulteriori morti per cancro a causa di danni al sistema immunitario e danni al DNA.

Per quanto riguarda i danni al sistema immunitario, Bridgen ha evidenziato un documento pubblicato di recente dal Dr. Robert Tindle, direttore in pensione del Centro di Virologia Medica Clinica di Brisban. Il documento descrive molteplici potenziali danni dei vaccini, compresi i danni al sistema immunitario, che potrebbero aumentare il rischio di cancro.

Per quanto riguarda i danni al DNA, Bridgen ha spiegato che i prodotti a base di mRNA rischiano di interrompere il nostro DNA.

“Il cancro è una malattia genetica che deriva da errori nel DNA, che consentono alle cellule di crescere in modo incontrollato. Moderna ha diversi brevetti che descrivono metodi per ridurre il rischio di induzione del cancro dai suoi prodotti a mRNA. Questo rischio deriva dal materiale che interrompe il DNA del paziente. Si scopre che un’iniezione di mRNA contiene quantità molto elevate di DNA e questo aumenta enormemente il rischio di disturbare il DNA di un paziente”, ha detto.

“Peggio ancora, il DNA che è stato iniettato conteneva sequenze che erano nascoste al regolatore. Questa è la regione del promotore del virus delle scimmie SV40, o virus delle scimmie 40, che è stata collegata al cancro ed è stata trovata nei vaccini Pfizer. Non è stato un caso”, ha aggiunto.

Ha anche notato uno studio indipendente in Giappone, pubblicato la scorsa settimana, che ha trovato collegamenti tra l’aumento dei tassi di cancro in Giappone e coloro che hanno assunto il primo e i successivi vaccini di richiamo. “Forse questo spiega perché Pfizer ha acquisito una società di trattamento del cancro per 43 miliardi di dollari all’inizio di quest’anno”, ha detto.

Concludendo il suo discorso, Bridgen ha detto: “Le prove sono chiare: questi vaccini hanno causato morti… Ad un certo punto dovremo affrontare tutte le prove che si stanno accumulando. Era abbastanza convincente 18 mesi fa, quando ho parlato per la prima volta, ma ora è inequivocabile.

“Date le prove, chiedo ancora una volta al governo di sospendere immediatamente l’uso di tutti i trattamenti a mRNA sia negli esseri umani che negli animali, in attesa dell’esito dell’inchiesta [del Modulo 4 della baronessa Hallett]”.

Al che i membri del pubblico che assistevano al dibattito applaudivano e applaudivano a gran voce. Tanto che il vice presidente ha avvertito che la galleria avrebbe dovuto essere sgomberata se gli applausi fossero continuati.

Alla fine del dibattito, la mozione di Bridgen è stata approvata e la Camera ha invitato l’inchiesta Covid a passare il prima possibile all’indagine del Modulo 4 su vaccini e terapie.

Potete guardare l’intero dibattito di due ore e mezza QUI e leggere una trascrizione su Hansard QUI.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.