Autore Topic: per non dimenticare (tre papà separati raccontano)  (Letto 2704 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20736
  • Sesso: Maschio
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #15 il: Aprile 28, 2023, 16:03:50 pm »
Ma se scoppia una guerra mondiale?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6811
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #16 il: Aprile 28, 2023, 19:01:25 pm »
Sarà la fine della nostra "civiltà" occidentale!

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 628
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #17 il: Aprile 28, 2023, 21:24:08 pm »
Grazie mille per aver condiviso questo video. Anche se non mi sono mai sposato, vedendolo mi ha fatto davvero commuovere. Posso dire la mia? Trovo disgustosa quella psicologa che parla alla fine, quasi ridendo, e dice "questi uomini non hanno ancora elaborato il dolore, la sofferenza e l'abbandono". Come se fosse colpa loro, che non hanno ancora metabolizzato. Vorrei vedere lei, se le rubassero i figli, la casa e pure lo stipendio, se metabolizzerebbe. Disgustosa. Ma cosa vuole che possano elaborare ormai? SONO SEGNATI A VITA. Come puoi elaborare l'atrocità di una moglie che ti ruba la cosa più bella del mondo, ovvero i figli, e te li mette contro per sempre? Si vede bene che anche lei è una donna priva di empatia e senza uno straccio di coscienza. Vorrei vedere se dovesse parlare del dolore di una donna, se utilizzerebbe lo stesso modo di parlare e lo stesso sorriso. E poi dallo psicologo ci dovrebbero andare queste donne malate, senza un briciolo di sensibilità, neppure nei confronti dei propri figli, che arrivano a queste atrocità. L'unico sbaglio che hanno fatto la stragrande maggioranza di quegli uomini (al netto di responsabilità individuali gravi), l'unica loro colpa, è essersi sposati.

hai ragione, la psicologa è stata molto cinica .. si pensa che dimenticare un figlio sia qualcosa di "superabile" quando spesso non lo è perchè tu sei diventato "padre" il tuo corpo si è trasformato in "uomo che si occupa di.." e non puoi più cambiare quel richiamo per i figli resta sempre dentro di te.. lo dico da papà di due bambini..

..come ha detto qualcun altro in questo post "sono papà segnati" una ferità che rimarrà sempre in loro

sono contento che hai apprezzato il video, dal 2003 sono attivista per la paternità e questo vecchio video del 2009 era andato perso e quando l'ho ritrovato ho voluto rimetterlo online perchè quel grido di dolore di quei 3 uomini non vada mai perso..
.. c'è bisogno di memoria.. per non dimenticare.. perchè un giorno la società capisca quello che faceva agli uomini strappando via da loro ciò che di più importante avevano.. una crudeltà inimmaginabile

giovane

Offline giovane

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 628
  • Sesso: Maschio
    • Paternità
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #18 il: Aprile 28, 2023, 21:24:52 pm »
Molto importante, diffondo su altri forum

grazie

giovane

Offline Marco21

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 419
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #19 il: Aprile 28, 2023, 23:04:00 pm »
Il filosofo Friedrich Nietzsche affermò: "Gli uomini passano per essere crudeli, le donne invece lo sono. Le donne sembrano sentimentali, gli uomini invece lo sono.".

Molti altri filosofi hanno sempre disprezzato le donne. Questi grandi uomini sono molto stimati per tutta l'eredità culturale che ci hanno donato, ma guarda caso, tutto ciò che hanno detto sulle donne, è stato volutamente dimenticato, con la scusa che all'epoca le donne non erano istruite. E' una colossale stupidaggine. Oggi le donne sono istruite, eppure basta guardarle, ancora oggi, nella loro identica pochezza, nel 2023 ancora oggi nella loro ossessione per cose futili, frivole, infantili e senza nessuna importanza. Basta vedere le pubblicità per prodotti destinati alle donne, per capire quanto sono stupide e con un quoziente intellettivo bassissimo (ovviamente nessuno spenderebbe milioni di euro in pubblicità demenziali, se fossero inefficaci, quindi è evidente che abboccano quasi tutte).

Personamente sono stato fortunato perchè le donne non mi hanno mai rubato nulla di concreto, perchè grazie a Dio sono sempre riuscito a portare alla luce la verità, sulla loro natura profonda, che loro nascondevano in modo astuto, fingendo con me, di essere persone di cultura e di valore, perchè sapevano che era ciò che io cercavo. Le donne riescono a fingere e a mentire su tutto, con una facilità disgustosa. Sono delle attrici nate!

Ma pur non avendo avuto guai seri, ho dovuto comunque affrontare lo sgomento, il restare a bocca aperta, di fronte all'infinito egoismo femminile, senza paragoni. Un egoismo senza ragione, un male senza scopo, e persino auto-lesionistico. Donne davvero senza uno straccio di coscienza, col desiderio di fare del male e vendicarsi PERSINO DELL'AMORE ricevuto. Ho visto donne ringraziare a parole, riempirsi la bocca di gratitudine falsa, senza dimostrare mai NULLA coi fatti, per poi, una volta scoperte nelle loro reali intenzioni, sparire nel nulla, senza nemmeno spiegare (perchè al di là della loro eloquenza apparente, sono INCAPACI di argomentare in modo logico e razionale e per questo molte preferiscono il ghosting, ovvero sparire, senza uno straccio di pietà e di coscienza). E anche quelle più istruite, possedevano solo una cultura nozionistica, ma i loro reali interessi, e il valore dei loro ragionamenti, era sempre quello bassissimo ben descritto da Nietzsche.

E persino la loro cultura nozionistica, utile solo in ambiente lavorativo, è qualcosa che posseggono solo in superficie. Conobbi una volta una ragazza che lavorava come programmatrice, e facendo una ricerca sui social, sui contenuti pubblici da lei pubblicati (quelli visibili a tutti! ), mi accorsi che continuamente chiedeva aiuto nei gruppi di programmazione, anche per cose molto banali. Incollava passivamente codici e chiedeva "me lo correggete? non capisco perchè non funziona". E solo perchè era una ragazza, una marea di uomini le rispondevano per aiutarla.

Questo è il nostro errore più grande: che le aiutiamo continuamente, solo perchè sono donne!!! E così loro non crescono mai. Anche quando combinano guai terribili, sono sempre consolate ed aiutate da tutti. PERCHE SONO DONNE.

Persino quando commettono omicidi, c'è sempre qualche giustificazione: se uccidono i figli era depressione post-partum, e se uccidono il marito, sicuramente se l'è meritato. E così nella vita non fanno mai i conti con loro stesse e con la loro nullità. Non crescono mai, e restano delle eterne bambine ultra viziate.

Io credo che tutti i problemi che riscontriamo siano dovuti al fatto che le donne non si sono mai evolute culturalmente e intellettualmente, come invece si vuol far credere. Non basta far imparare a memoria un po di informazioni tecniche, per cancellare millenni di ignoranza (di cui magari potremmo anche essere "responsabili" noi uomini, non lo nego). E non basta istruire una sola generazione per elevare il livello culturale femminile. A questo punto io credo che in passato le donne fossero fedeli alla famiglia, solo per convenienza e perchè costrette. Ho visto donne innamorarsi di me all'istante, quando hanno saputo che ero un "buon partito". Ho riconosciuto la loro incredibile capacità di innamorarsi, solo per convenienza e ne sono rimasto disgustato. Quando hanno capito che non c'era trippa per gatti, perchè non sono uno stupido, misteriosamente "l'amore si è spento".

Ho letto coi miei occhi in molte discussioni tra donne, consigli del tipo "state alla larga dagli uomini tirchi, perchè non sanno cos'è l'amore. Chi ama, non economizza, ma paga sempre lui tutte le cene, per galanteria". E' pienissimo di accuse contro la "tircheria" maschile. Ed è incredibile che non si accorgano di quanto sia disgustosa questa loro concezione prettamente materialistica dell'amore. Ci credo che poi le famiglie scoppiano, se il livello culturale è questo. Abbiate pazienza, ma la maggior parte sono davvero delle "capre". Per citare Sgarbi. Senza vera cultura e con una mente a livelli così bassi, è normalissimo essere senza uno straccio di coscienza. La cultura è qualcosa che ha a che fare con i reali interessi, e col livello delle conversazioni quotidiane. Con ciò di cui ci si nutre quotidianamente. La cultura è pane quotidiano. E basta vedere i discorsi femminili, tra donne, per capire tutto sulle cause profonde, di tanto squallore.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20736
  • Sesso: Maschio
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #20 il: Aprile 29, 2023, 03:49:34 am »
Credo che molti di noi si riconoscano fin nei dettagli nella descrizione che hai fatto. E' stupefacente la disnvoltura con cui le donne mentono, in maniera così sciocca che chiunque non voglia ingannare se stesso è in grado di accorgersene.
Ci vedono come dei subumani, che a una determinata bugia reagiscono col comportamento voluto come animali ammestrati. Siamo per loro la versione parlante della fauna che popola le loro case, per cui rimangono molto sorprese se, inspiegabilmente, a un certo punto ci rompiamo i maroni e le mandiamo dove meritano.
Intelligenti si nasce, stupide si diventa per cui abituate ad avere sempre qualcuno a risolvergli ogni problema, sono rimaste all'età mentale di una decenne capricciosa, ma con facoltà giuridiche da adulte per cui possono fare danni quanto un incapace cui viene data una carabina.
Gli unici uomini che gli interessano davvero sono guitti bellocci, che le usano e le scaricano perché neanche loro sono fessi, ma se qualcuno di loro le prende sul serio ne paga le spese perché sono incapaci di qualunque affetto e stabilità emotiva. Al massimo possono prendersi una cotta con sfumature possessive, finita la quale cominciano a combinare guai.
A parte l'attrazione fisica, la loro compagnia è avvilente e dopo un po' di tempo qualsiasi uomo che abbia un minimo di amor proprio non le regge più (più di una ha ammesso: "Sono pallosa")
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9788
  • Sesso: Maschio
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #21 il: Aprile 29, 2023, 10:42:15 am »
Ho letto coi miei occhi in molte discussioni tra donne, consigli del tipo "state alla larga dagli uomini tirchi, perchè non sanno cos'è l'amore. Chi ama, non economizza, ma paga sempre lui tutte le cene, per galanteria". E' pienissimo di accuse contro la "tircheria" maschile. Ed è incredibile che non si accorgano di quanto sia disgustosa questa loro concezione prettamente materialistica dell'amore. Ci credo che poi le famiglie scoppiano, se il livello culturale è questo. Abbiate pazienza, ma la maggior parte sono davvero delle "capre". Per citare Sgarbi. Senza vera cultura e con una mente a livelli così bassi, è normalissimo essere senza uno straccio di coscienza. La cultura è qualcosa che ha a che fare con i reali interessi, e col livello delle conversazioni quotidiane. Con ciò di cui ci si nutre quotidianamente. La cultura è pane quotidiano. E basta vedere i discorsi femminili, tra donne, per capire tutto sulle cause profonde, di tanto squallore.


Se c'è una cosa che evidenzio da anni è il fatto che alle femmine non frega una mazza degli uomini in quanto tali, a loro interessa solo l'utilità che un uomo può avere nei loro confronti.
Anche dal punto di vista sessuale son pochi quelli che le attraggono veramente, infatti alle femmine piacciono molto meno gli uomini, di quanto a quest' ultimi piacciono le appartenenti al sesso femminile.
Spesso le suddette son pure schifate dagli uomini.
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=16335.msg188829#msg188829

Viceversa fenomeni come quello dei cosiddetti celibi involontari, per non parlare della prostituzione (vecchia di millenni, in ogni angolo del pianeta terra), non esisterebbero.
Al massimo sarebbero fenomeni di nicchia.

Infatti a me vien sempre da ridere quando leggo o sento parlare di "femmine innamorate", così come rido quando le suddette parlano della "tirchieria maschile" (?), considerando le braccine cortissime delle suddette, che tra l'altro in cambio non danno nulla, eccetto piagnistei e rotture di coglioni a go go.
Bisogna prendere atto del fatto che le femmine sono esseri moralmente inferiori.
Moebius non sbagliava.

https://www.lucidamente.com/quel-maledetto-crucco-di-moebius/

Citazione
«La loro morale è soprattutto morale di sentimento; la morale che deriva dal ragionamento è loro inaccessibile e la riflessione non fa che renderle peggiori. A questa unilateralità s’aggiunge una ristrettezza di visuale. Giustizia, senza riguardo alla persona, è per esse un concetto vuoto di senso. Esse, nel fondo, non hanno il senso del giusto. Ne consegue la violenza degli affetti, la incapacità al dominio di se stessi. La gelosia e la vanità, insoddisfatta o ferita, suscitano tempeste che non concedono campo a nessuna riflessione d’ordine morale. Se la donna non fosse fisicamente debole, essa sarebbe un essere altamente pericoloso».
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Marco21

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 419
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #22 il: Maggio 01, 2023, 10:44:26 am »

Se c'è una cosa che evidenzio da anni è il fatto che alle femmine non frega una mazza degli uomini in quanto tali, a loro interessa solo l'utilità che un uomo può avere nei loro confronti.

Infatti a me vien sempre da ridere quando leggo o sento parlare di "femmine innamorate", così come rido quando le suddette parlano della "tirchieria maschile" (?), considerando le braccine cortissime delle suddette, che tra l'altro in cambio non danno nulla, eccetto piagnistei e rotture di coglioni a go go.
Bisogna prendere atto del fatto che le femmine sono esseri moralmente inferiori.
Moebius non sbagliava.

https://www.lucidamente.com/quel-maledetto-crucco-di-moebius/

«La loro morale è soprattutto morale di sentimento; la morale che deriva dal ragionamento è loro inaccessibile e la riflessione non fa che renderle peggiori. A questa unilateralità s’aggiunge una ristrettezza di visuale. Giustizia, senza riguardo alla persona, è per esse un concetto vuoto di senso. Esse, nel fondo, non hanno il senso del giusto. Ne consegue la violenza degli affetti, la incapacità al dominio di se stessi. La gelosia e la vanità, insoddisfatta o ferita, suscitano tempeste che non concedono campo a nessuna riflessione d’ordine morale. Se la donna non fosse fisicamente debole, essa sarebbe un essere altamente pericoloso».

Pienamente d'accordo. Ti ringrazio per il link in cui si parla di quel libro. Non lo conoscevo. L'ho trovato molto interessante, grazie.


Credo che molti di noi si riconoscano fin nei dettagli nella descrizione che hai fatto. E' stupefacente la disnvoltura con cui le donne mentono, in maniera così sciocca che chiunque non voglia ingannare se stesso è in grado di accorgersene.


Spesso mi è capitato di conoscere donne che mentivano persino a sè stesse, ma non se ne accorgevano, oppure erano disoneste a tal punto da negare anche l'evidenza, contraddicendosi palesemente e senza vergogna. E con persone disoneste purtroppo non si può avere nessuna conversazione sul piano razionale. Mi sono sentito dire "ma tu stai attento a ogni mia frase. Sei insopportabile". Ma come? Invece di essere contenta che sono un buon ascoltatore e ti dedico attenzione, te ne lamenti? Per loro è un diritto contraddirsi continuamente. Salvo poi accusare noi di contraddizione, solo perchè reagiamo di conseguenza, per difenderci.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20736
  • Sesso: Maschio
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #23 il: Maggio 01, 2023, 15:59:25 pm »
A me è successo continuamente, è diventato il loro modo di rapportarsi agli uomini (non mi risulta che tra loro mentano così scioccamente, ANZI: l'amica del cuore è più importante del marito).
Per loro non abbiamo alcuna importanza, non ci considerano nemmeno come persone e tutto è centrato sul loro benessere e sulle loro emozioni. La verità non conta nulla, le parole che ci rivolgono hanno per loro la stessa importanza dei nonsensi con cui sono abituate a interagire con i cani. E vale anche per gli uomini che gli piacciono, che solitamente trattano con condiscendenza e come peluche di loro proprietà
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6811
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #24 il: Maggio 01, 2023, 17:54:29 pm »
A me è successo continuamente, è diventato il loro modo di rapportarsi agli uomini (non mi risulta che tra loro mentano così scioccamente, ANZI: l'amica del cuore è più importante del marito).
Per loro non abbiamo alcuna importanza, non ci considerano nemmeno come persone e tutto è centrato sul loro benessere e sulle loro emozioni. La verità non conta nulla, le parole che ci rivolgono hanno per loro la stessa importanza dei nonsensi con cui sono abituate a interagire con i cani. E vale anche per gli uomini che gli piacciono, che solitamente trattano con condiscendenza e come peluche di loro proprietà

Motivo in più per deciderci, una buona volta, di ricambiarle con la stessa moneta, non trovi? E sarebbe davvero ora!

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20736
  • Sesso: Maschio
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #25 il: Maggio 01, 2023, 18:48:21 pm »
Non le vado sicuramente a cercare ma se proprio insistono!
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6811
Re:per non dimenticare (tre papà separati raccontano)
« Risposta #26 il: Maggio 01, 2023, 20:38:12 pm »
Io non le cerco proprio. E se sono loro a cercare me, metto subito in chiaro che se cercano uno zerbino con me non c'è trippa per gatte!