Autore Topic: Guerra e sacrificabilità maschile  (Letto 6900 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20410
  • Sesso: Maschio
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #15 il: Gennaio 30, 2023, 16:47:30 pm »
Che soluzione proponi?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Paol

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 483
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #16 il: Gennaio 31, 2023, 15:06:17 pm »
Che soluzione proponi?
Nella situazione sociale attuale e soprattutto in considerazione di come sono costituiti più o meno tutti i paesi del mondo, credo che l'opzione più equa sia riservare il servizio militare  ai soli volontari, senza prevedere in nessun caso la mobilitazione forzata di chicchessia. Se i numeri non sono sufficienti, auspico che gli stati ricorrano ai miglioramenti tecnologici necessari per ridurre la necessità di personale combattente. Forse in questo modo si ridurrebbero i conflitti, o almeno i morti, dato che, come tutti sentiamo a proposito della guerra Nato-Russia in corso, c'è molta più preoccupazione per la distruzione di lanciamissili, carri armati etc. (forniti dall'occidente) che per le migliaia di morti  che ci sono e ci saranno.
L'ottimo è nemico del bene....ma non c'è limite al peggio

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20410
  • Sesso: Maschio
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #17 il: Febbraio 01, 2023, 12:45:37 pm »
Buona idea. Si tende comunque a ridurre l'impiego di esseri umani, purtroppo non solo in guerra
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Paol

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 483
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #18 il: Febbraio 03, 2023, 15:20:18 pm »
Ancora considerazioni sul maschicidio di massa in corso in Ucraina, nella guerra Nato-Russia.
https://sakeritalia.it/ucraina/la-popolazione-maschile-ucraina-e-destinata-al-massacro/
L'ottimo è nemico del bene....ma non c'è limite al peggio

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20410
  • Sesso: Maschio
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #19 il: Febbraio 03, 2023, 18:06:16 pm »
Altri articoli confermano, li mandano allo sbaraglio
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline bluerosso

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 757
  • Sesso: Maschio
  • ET SI OMNES EGO NON
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #20 il: Febbraio 14, 2023, 15:46:50 pm »
https://sakeritalia.it/ucraina/la-popolazione-maschile-ucraina-e-destinata-al-massacro/

-
Questa fottutissima guerra, ha spaccato in due le opinioni pubbliche planetarie, subito divisesi tra russofili-putiniani contro ucrainofili-zelenskyani
Ma ancora una volta, esattamente come nei secoli passati, la sacrificabilità maschile su cui poggia il conflitto Russo-Ucraino-NATO, appare come una giornata di sole a luglio.

Ovvia. Scontata. Pacifica.

Offline Utente cancellato

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2730
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #21 il: Febbraio 14, 2023, 18:14:37 pm »
mai sostenere guerre.
sono sempre gli uomini i primi a rimetterci.
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline bluerosso

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 757
  • Sesso: Maschio
  • ET SI OMNES EGO NON
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #22 il: Febbraio 14, 2023, 21:14:01 pm »
La cosa terribile è il ricatto su cui si basa l'eroismo coatto a cui veniamo sottoposti: preferisci morire gloriosamente con una pallottola in fronte da parte del nemico...o da infame con una pallottola alla schiena?

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6660
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #23 il: Febbraio 15, 2023, 09:54:37 am »
Cadorna amava dire che un ottimo ufficiale è colui che mette il soldato nella situazione di dover scegliere tra una morte probabile e gloriosa sul campo di battaglia e una morte sicura ed infamante con una pallottola alla schiena sparatagli dallo stesso ufficiale. "Gli ufficiali hanno il sacro dovere di giustiziare sul posto i recalcitranti e i vigliacchi". Aveva affermato in un bollettino ufficiale. Stessi concetti, peraltro, adottati anche nell'Armata Rossa da Trozskij prima, da Stalin poi. Gli uomini sono sempre le vittime inesorabili, inevitabili delle guerre che dichiarano altri uomini. Bisogna pensare a questo, prima di entusiasmarsi delle e per le guerre altrui. Qualsiasi e ogni riferimento alla guerra in Ucraina è puramente VOLUTO.

Offline bluerosso

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 757
  • Sesso: Maschio
  • ET SI OMNES EGO NON
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #24 il: Febbraio 15, 2023, 15:15:21 pm »
Cadorna amava dire che un ottimo ufficiale è colui che mette il soldato nella situazione di dover scegliere tra una morte probabile e gloriosa sul campo di battaglia e una morte sicura ed infamante con una pallottola alla schiena sparatagli dallo stesso ufficiale. "Gli ufficiali hanno il sacro dovere di giustiziare sul posto i recalcitranti e i vigliacchi". Aveva affermato in un bollettino ufficiale. Stessi concetti, peraltro, adottati anche nell'Armata Rossa da Trozskij prima, da Stalin poi. Gli uomini sono sempre le vittime inesorabili, inevitabili delle guerre che dichiarano altri uomini. Bisogna pensare a questo, prima di entusiasmarsi delle e per le guerre altrui. Qualsiasi e ogni riferimento alla guerra in Ucraina è puramente VOLUTO.


Voglio credere che il tuo "guerre che dichiarano altri uomini" non si riferisse a maschi ma ad élite di potere, che sono composte da entrambe i sessi.
Il problema fondamentale però è che le guerre non vanno alimentate, preparate, istigate, provocate.
Le guerre vanno scientemente evitate e tenute lontane in tempo di pace, attraverso la politica e la diplomazia.
A ridosso è troppo tardi per evitarne la deflagrazione.

Rimane vero ciò che affermi...evitare di entusiasmarsi per le guerre (altrui) è un buon viatico per cercare di evitarle il più possibile.

Offline Paol

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 483
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #25 il: Febbraio 15, 2023, 18:23:24 pm »

Voglio credere che il tuo "guerre che dichiarano altri uomini" non si riferisse a maschi ma ad élite di potere, che sono composte da entrambe i sessi.
Il problema fondamentale però è che le guerre non vanno alimentate, preparate, istigate, provocate.
Le guerre vanno scientemente evitate e tenute lontane in tempo di pace, attraverso la politica e la diplomazia.
A ridosso è troppo tardi per evitarne la deflagrazione.

Rimane vero ciò che affermi...evitare di entusiasmarsi per le guerre (altrui) è un buon viatico per cercare di evitarle il più possibile.
Raramente, infatti si è vista una guerra pertinacemente voluta, preparata o comunque resa inevitabile(anche ) da un considerevole numero di donne , come la Nuland, la Albright, Condoleeza Rice, Hillary Clinton, Kamala Harris (USA). Qui in europa si stanno impegnando a fondo le varie Von Der Leyen, Meloni, Sanna Marin, Baerbock ( e molte altre) , nel sostenere in tutti i modi (armi e denaro) l'Ucraina, con l'inevitabile e ben noto effetto di prolungarla quasi esclusivamente a spese degli uomini.
Senza contare che le donne votano e generalmente sono più degli uomini.

 Inoltre non vedo grandi tracce dell'eroica vocazione pacifista del genere femminile in Ucraina manifestarsi in dimostrazioni e boicottaggi, malgrado la presenza del celebrato movimento delle "femen" (https://it.wikipedia.org/wiki/FEMEN ) nato proprio in Ucraina, le quali visto che lottavano, a loro dire, contro il sessismo, dovrebbero lottare contro le retate antimaschili in corso in Ucraina, anche da parte di donne (che operano nella polizia, negli uffici comunali etc.) Ma forse sono scappate in massa all'estero, già che alle donne è permesso espatriare e agli uomini no.

In effetti per promuovere una guerra non occorre essere violenti e aggressivi, basta essere cinici o privi di empatia, caratteristiche che non sono certo esclusivamente maschili.
Avevo aperto un thread sull'argomento forse questo e l'altro si possono accorpare ?
L'ottimo è nemico del bene....ma non c'è limite al peggio

Offline Paol

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 483
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #26 il: Febbraio 15, 2023, 18:28:34 pm »
Ecco, era questo il topic che avevo creato :

https://www.questionemaschile.org/forum/index.php/topic,18521.0.htmlùùù
L'ottimo è nemico del bene....ma non c'è limite al peggio

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6660
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #27 il: Febbraio 15, 2023, 18:50:11 pm »
Raramente, infatti si è vista una guerra pertinacemente voluta, preparata o comunque resa inevitabile(anche ) da un considerevole numero di donne , come la Nuland, la Albright, Condoleeza Rice, Hillary Clinton, Kamala Harris (USA). Qui in europa si stanno impegnando a fondo le varie Von Der Leyen, Meloni, Sanna Marin, Baerbock ( e molte altre) , nel sostenere in tutti i modi (armi e denaro) l'Ucraina, con l'inevitabile e ben noto effetto di prolungarla quasi esclusivamente a spese degli uomini.
Senza contare che le donne votano e generalmente sono più degli uomini.

 Inoltre non vedo grandi tracce dell'eroica vocazione pacifista del genere femminile in Ucraina manifestarsi in dimostrazioni e boicottaggi, malgrado la presenza del celebrato movimento delle "femen" (https://it.wikipedia.org/wiki/FEMEN ) nato proprio in Ucraina, le quali visto che lottavano, a loro dire, contro il sessismo, dovrebbero lottare contro le retate antimaschili in corso in Ucraina, anche da parte di donne (che operano nella polizia, negli uffici comunali etc.) Ma forse sono scappate in massa all'estero, già che alle donne è permesso espatriare e agli uomini no.

In effetti per promuovere una guerra non occorre essere violenti e aggressivi, basta essere cinici o privi di empatia, caratteristiche che non sono certo esclusivamente maschili.
Avevo aperto un thread sull'argomento forse questo e l'altro si possono accorpare ?

Alle Femen non importa una beata fava delle retate fatte a Kiev di ragazzi e di uomini mandati a morire nel tritacarne del Donbass. Se ne fregano. Che i maschi si ammazzino tra di loro è indifferente per le femministe, anzi, è cosa gradita perchè se tanti maschi crepano, si creano spazi politici, sociali ed economici per le donne che devono forzatamente essere assegnati a loro per la penuria di uomini che la guerra appunto determina. Se le suffragette inglesi distribuivano le "penne bianche" a tutti gli uomini in età di leva per farli vergognare di non essere al fronte a combattere (io avrei dato loro un bel paio di calci in culo, uno per ogni natica, se l'avessero offerta una a me), le femen farebbero altrettanto, se avessero interesse a farlo come le suffragette che così facendo speravano di ottenere il diritto di voto per le donne, come ricompensa per questo "impegno patriottico". Quanto alle politiche donne che autorizzano le guerre, lo fanno perchè sanno benissimo il motivo perchè sono al potere: per fare quello che gli uomini non possono fare altrimenti passano per "stronzi". Una donna che manda gli uomini a morire in guerra passa da "una donna con le palle" e non da "criminale" e nessuno si deve permettere di criticarla se non vuole essere accusato di "misoginia". Per rimanere al potere e continuare a vivere la vita "meravigliosa" che il potere garantisce, sarebbero disposte ad ammazzare altre donne. Figuriamici se si fanno problemi a mandare al massacro maschi "sacrificabili".

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6660
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #28 il: Febbraio 15, 2023, 18:57:00 pm »

Le guerre vanno scientemente evitate e tenute lontane in tempo di pace, attraverso la politica e la diplomazia.
A ridosso è troppo tardi per evitarne la deflagrazione.

Hai fatto una perfetta descrizione di tutto quello che NON SI E' FATTO per evitare la guerra in Ucraina. E di quello che si è fatto per creare la deflagrazione finale. E che tuttora si fa e si continua a fare. Alla faccia del buon senso.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20410
  • Sesso: Maschio
Re:Guerra e sacrificabilità maschile
« Risposta #29 il: Febbraio 15, 2023, 19:34:15 pm »
Mi associo senza riserve a quanto detto da voi. Non c'entriamo nulla con questa guerra, se la facciano da soli.
Inoltre una volta chi dichiarava la guerra CI ANDAVA o ci mandava i figli. Oggi invece si mandano quelli altrui, ovviamente uomini, le donne servono solo alle parate e alle missioni di "pace".
Il topic è stato accorpato
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.