Autore Topic: Che orrore! La televisione russa trasmette un programma “anti-gay”!  (Letto 172 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17941
  • Sesso: Maschio
Paolo Deotto offre alla vostra attenzione questo commento pubblicato anche su Il Nuovo Arengario. Buona lettura.

§§§

Che orrore! La televisione russa trasmette un programma “anti-gay”!

Ovvero, un programma contro la perversione dell’omosessualità. È una vicenda interessante, su cui riflettere per capire meglio i motivi per cui ci troviamo a due passi dalla guerra mondiale.

Il “Giornale”, sempre più tragicamente appiattito sul “politicamente corretto”, pubblica oggi sull’edizione on-line (https://www.ilgiornale.it/news/mondo/non-sono-gay-nuovo-programma-russo-sbarca-su-youtube-2030749.html ) un articolo in cui viene data una drammatica notizia: la televisione russa trasmetterà un programma in cui alcuni concorrenti maschi si sfideranno per scoprire se tra loro ci sia qualche “gay”. Insomma, se ci sia qualche invertito. (letteralmente “gay” vuol dire gaio, gioioso et similia. E cosa ci sia da gioire nella sodomia, qualcuno dovrebbe pur spiegarlo…).

Affinché sia ben chiaro che “Il Giornale” si è piazzato dalla parte “giusta”, il programma viene definito come “assurdo” già nel titolo. Non viene usato un altro termine, che attualmente è molto “in” tra quelli che “iodifendolademocraziacontroquellacarognadiputin”, ossia “delirante”. Ma comunque non ci sono dubbi sulla condanna di un programma televisivo che, ma guarda che roba!, sfida i maschi a mostrare che sono maschi!

In effetti, lo show russo ha qualcosa di assurdo: perché è assurdo che si debba dimostrare che un uomo è un uomo. Ma non è assurdo se ci si ferma un attimo a riflettere sulla follia ormai istituzionalizzata in cui viviamo.

Oltretutto, il programma sarà condotto da un parlamentare russo, già noto per non avere peli sulla lingua in materia di normalità e di omosessualità.

Vi immaginate un parlamentare italiano che abbia il coraggio di fare qualcosa di simile? Glissons…

Cosa c’entra la guerra, con tutto questo? C’entra, eccome.

“In Ucraina si difende la democrazia”… “Lottiamo per i valori europei”… e così via
.

Ormai queste frasi ci vengono somministrate giorno per giorno, come nei mesi scorsi ogni giorno venivamo bombardati sull’orrenda minaccia del Covid.

Ma, scusate tanto, la democrazia, la libertà e tante altre belle cose, cosa sono, in definitiva?

Si è partiti, oltre cinquant’anni fa, dal “mitico sessantotto”, a instillare l’idea che la “libertà” sia fare tutto ciò che passa per la testa, e che non debbano quindi più esistere né tradizioni, né punti di riferimento, né regole, né autorità, né padri. Ogni individuo, sradicato da tutto, può fare tutte le cose più balzane che gli passano per la testa. Non esiste più il “Bene” e il “Male”. Esiste ciò che io “percepisco” come bene o male. Per me.

Peraltro, due generazioni allevate a queste follie, ci hanno dimostrato che l’uomo, senza più riferimenti che lo trascendano, combina solo grandi pasticci, perché non è in grado di ragionare.

Ripeto: non è in grado di ragionare.

E infatti, inizia a sragionare e a un certo punto vuole anche sostituirsi a Dio. E così inventa un mondo sempre più allucinato e allucinante, in cui non esistono più differenze, in cui si pretende di riscrivere la stessa storia della Creazione.

“Maschio e femmina li creò”. Sul serio? Ma va! Beh, magari è successo, però oggi abbiamo finalmente capito che Dio si era sbagliato, e ci sostituiamo a lui.

Ah, già, poi c’è stato anche Cristo che ha detto “Senza di me non potete fare nulla”. Ma se si era sbagliato Dio ,può benissimo essersi sbagliato anche Cristo. O no?

Noi, “esseri” (non sta bene dire uomini e donne. Ci sono almeno altre venti o trenta vie di mezzo…) contemporanei, riscriviamo la storia dell’eternità. Abbiamo finalmente conquistato i diritti che per secoli ci erano negati e adesso infatti siamo felici e beati. Si vede ogni giorno. Possiamo:

Ammazzare i bimbi prima che nascano (aborto) e negli Stati con legislazioni più evolute, “fino al nono mese” (basta ammazzarli un attimo prima che siano partoriti).
Suicidarci, con l’aiuto e a spese dello Stato.
Sbarazzarci di vecchi e malati (eutanasia).
Rincoglionirci con le droghe.
Perdere identità, essere sempre più delle monadi, senza passato. E infatti la Corte Costituzionale dichiara illegittima l’attribuzione ai figli del solo cognome paterno
. La libertà insomma di non avere un passato, né un’appartenenza.
Sprofondare sempre più nei vizi più luridi, in cui distruggere sempre più umanità e intelligenza. E l’omosessualità, sia consentito dirlo, è ed è sempre stata niente altro che un lurido vizio. A chi devo dare ascolto: a secoli di condanne da parte di Santi e di Padri della Chiesa, o ai discorsi storditi dei tragici clown dei “gay-pride”?
E potremmo andare avanti a lungo. Tutti abbiamo sotto gli occhi il letamaio in cui viviamo. E tutti abbiamo, o almeno dovremmo avere, sotto gli occhi il fatto che un’umanità così abituata a non ragionare più e ad agire, in sostanza, in base a impulsi animaleschi, è destinata ad essere comandata dal pifferaio di Hamelin. Come infatti sta puntualmente accadendo.

L’orgia delle “libertà” si trasforma in schiavitù, e oltretutto viene inculcata l’idea malsana per cui la “democrazia” è una specie di “cosa” preziosa, che va difesa, a costo di usare sistemi del tutto antidemocratici, come la censura e l’emarginazione di chi non è “allineato”.

Lo abbiamo visto con la “narrazione” sul Covid. E lo vediamo ora con la “narrazione” sulla guerra.

Appunto, la guerra. Ma Biden e i suoi camerieri, per cosa mandano al massacro gli ucraini, oltre che per far lavorare le industrie di armi?

Per difendere il diritto degli invertiti a essere invertiti e a propagandare come bella e buona la sodomia?


Ma ci rendiamo conto che queste sono follie?

Possiamo finalmente gridare dai tetti e dire che questa società “occidentale” è una bella fogna intasata e con i suoi miasmi sta intossicando il mondo?

Non sarà la guerra in Ucraina a risolvere queste faccende. Ma se guardiamo al fatto che un programma televisivo genera “scandalo” perché non fa che ricordare cos’è la NORMALITA’, possiamo capire l’abisso che separa due mondi. E possiamo anche capire perché dobbiamo pregare intensamente perché intervenga il Signore. Se affidata alle sole forze umane, la situazione di guerra non potrà che allargarsi sempre più. Ci sono due mondi contrapposti, il loro contrasto è totale e potrà terminare solo con la distruzione di uno dei due contendenti. E sarebbe molto preoccupante se dovesse trionfare il mondo delle “libertà” allucinate. Saremmo alla penultima tappa: il traguardo sarebbe la distruzione definitiva di tutto.

https://www.marcotosatti.com/2022/05/02/paolo-deotto-orrore-la-tv-russa-trasmette-un-programma-anti-gay/?unapproved=187734&moderation-hash=0253e1c8f7bf7e1038b51c173660702f#comment-187734
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.