Autore Topic: La speranza...  (Letto 242 volte)

Online Marco21

  • Affezionato
  • **
  • Post: 110
La speranza...
« il: Gennaio 13, 2022, 01:10:56 am »
"Ogni uomo, nel corso della sua breve esistenza, deve scegliere eternamente tra la speranza insonne e la saggia rinuncia a ogni speranza".

Questa frase, che lessi anni fa, mi fece molto riflettere su quanto la speranza sia ciò che ci tiene in vita, ciò che ci da la forza per affrontare le difficoltà. E' il vero PERCHE', quel qualcosa che permette di riuscire sempre a reagire ad ogni prova.

Se non speri in un futuro migliore, per che cosa combatti?

Ebbene, volevo condividere con voi questa riflessione: in quest'epoca storica, come si fa ad avere speranza nel proprio futuro, nella propria esistenza, se ormai è ben chiaro quanto sia impossibile e persino NON augurabile, riuscire a crearsi una famiglia, con dei figli, con una donna minimamente decente? (per poi trovarsi nei guai...)

Come si fa, sin dal principio, ad accettare una solitudine che sarà sempre più totale, senza nessuna speranza che un giorno, nel futuro, possa avvenire il miracolo?

Perchè è inutile prendersi in giro: NON è un fatto provvisorio, e non è una sfortuna legata ad aver conosciuto le donne sbagliate ("non fare di tutta l'erba un fascio" tanti dicevano un tempo, senza crederci davvero neppure loro...) .
C'è chi ci ha provato miliardi di volte, per ritrovare sempre la stessa cattiveria e disumanità. E deve ritenersi anche fortunato, per non aver mai fatto l'errore di sposarsi. Altrimenti sarebbero guai seri.... altro che semplici lacrime.

A un certo punto quindi, cosa dovrebbe spingere a provarci ancora con le donne, e a non perdere la speranza? Il masochismo? La voglia di essere trattati senza pietà? Eppure, d'altra parte, come convincere l'animo, che non si avrà MAI la possibilità di guardare negli occhi, una persona sincera e buona? Che non si potranno mai condividere le gioie e i dolori con una persona che davvero non ti abbandonerà mai? Che non abbia un ego smisurato, che sappia mettersi in discussione, che abbia la voglia di migliorarsi, di ragionare e comprendere i tanti inganni del nostro tempo?

Insomma, voi come andate avanti? Scusate le domande depressive, ma a un certo punto... penso sia inevitabile chiederselo.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17511
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #1 il: Gennaio 13, 2022, 01:48:44 am »
Certo che sono domande inevitabili, come è inevitabile, arrivati ad un certo punto, scoprire che si può fare benissimo a meno di una donna così. Provarci serve proprio ad arrivare a questa consapevolezza, raggiunta la quale si perde completamente interesse nelle donne.
Tanti uomini (non parlo dei frati) sono vissuti piuttosto bene senza sposarsi, possiamo riuscirci anche noi. Una cosa SAGGIA da fare sarebbe conoscerci e formare una comunità anche fuori dal virtuale, perché NON E' DETTO che in età avanzata qualcuno avrà voglia di darci retta.

Futuro migliore non significa donne, anzi al momento presente coincide con l'assenza di donne.
Ti posso assicurare che, con l'aria che tira, ogni giorno ringrazio il Cielo di non avere QUANTOMENO una palla al piede in casa superficiale, ignorante, che mi disprezza e mi fa soffrire con la sua falsità (o peggio).
Jung che pure era sposato con figli e uno scienziato di fama, si ritirò a vivere in una torre in stile medievale. Un separato, dopo essersi illuso con la ex moglie è andato a vivere su una barca lontano da tutto e da tutti.
La vera speranza è sganciarsi da questa società malata (gli MGTOW lo chiamano ghosting), vivere a contatto con la natura e all'aria aperta. Le donne sono animali gregari e ti forzano in situazioni e conoscenze agli antipodi con i tuoi ideali e convinzioni.

Tiro avanti traendo gioia da momenti di raccoglimento che nessuna donna che è stata con 300 uomini potrà mai lontanamente capire, facendo sport tra bei paesaggi, leggendo libri interessanti e mille altre cose che con gente sgradevole intorno non avrei il tempo di fare. Senza dimenticare amici e parenti (pochi ma fidati) e le brave persone che incontro ogni giorno, lontano da disumani ambienti sociali e di lavoro.

Se e quando il mondo migliorerà noi (forse) saremo qui, nel frattempo può andare a... :lol:
« Ultima modifica: Gennaio 15, 2022, 11:26:45 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Marco21

  • Affezionato
  • **
  • Post: 110
Re:La speranza...
« Risposta #2 il: Gennaio 15, 2022, 02:49:22 am »
Grazie mille Vicus per la tua risposta bellissima. Con la tua cultura e saggezza sei un punto di riferimento per questa community.  :) Scusa il ritardo nella mia risposta. Sapevo che molti filosofi, scienziati e grandi uomini sono rimasti soli e lontani dalle donne (Nietzsche, Nikola Tesla, lo stesso Einstein alla fine disse che le donne sono esseri inferiori, mentre Franco Battiato, che era un signore, si limitò a dire "io non sono compatibile con nessuna..." quando gli chiesero perchè non si era mai sposato). Ma non sapevo che anche Jung avesse fatto questa scelta, pur avendo letto abbastanza su di lui, poichè era un mistico che aveva un approccio molto spirituale nei confronti della psicanalisi. Potresti indicarmi dove lo hai letto?

Comunque hai ragione nel dire che sarebbe saggio conoscerci anche personalmente... solo che ovviamente questo è un "brutto periodo" per tutti.

Hai ragione e condivido tutto quel che hai scritto, punto per punto. Anch'io sono sempre andato avanti coltivando me stesso. Ma i momenti di sconforto arrivano. La paura... il sapere che dovrò affrontare da solo eventuali problemi, malattie, senza avere nessuno vicino, a cui possa importare qualcosa. Lo so che tanto le donne di oggi, ti abbandonano proprio quando stai più male. Sono frequenti i divorzi dopo un incidente, o una malattia del marito, o dopo la perdita del lavoro. Lo so bene. Eppure, come diceva Battiato in una sua canzone:

Citazione
E il cuore
Quando si fa sera
Muore d'amore
Non ci vuole credere
Che è meglio
Stare soli.
.

Come convincere quindi quella parte che non ci vuole credere? E non è una questione legata al sesso. Ma una questione molto più seria e profonda.

Ho pensato anche che migliorando il mio carattere, diventando tollerante al massimo e imparando a lasciar andare, sarebbe stato diverso. Ma vedo che anche se io sono tollerante nei confronti della mediocrità e ignoranza, loro non tollerano affatto le persone intelligenti e sagge. Per una donna, l'uomo intelligente è solo un problema. Nient'altro. E poi dicono di voler essere capite davvero: tutte balle! Quindi è inutile diventare tolleranti, se la tolleranza non è reciproca.

Ma pur sapendo tutto questo, ed avendolo ben sperimentato più volte, è difficile accettare questa realtà.

Grazie ancora!

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17511
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #3 il: Gennaio 15, 2022, 10:36:22 am »
Jung ne parla nella sua autobiografia Ricordi, Sogni, Rilfessioni. Si costruì una torre senza luce né acqua corrente:



Diceva: "La cosa più difficile per gli uomini è vivere con semplicità". Come afferma Claudio Risé nell'ottimo Vita Selvatica di cui consiglio vivamente la lettura, è una necessità per l'uomo moderno in una società sempre più femminilizzata.

Citazione
Come convincere quindi quella parte che non ci vuole credere?
C'è un metodo infallibile: continuare a vedere donne. Alla decima, o centesima volta che senti ripetere le stesse caxxate scatta qualcosa, per cui le mandi a remengo senza rimpianti. la superficialità e falsità dei rapporti di oggi sono la miglior cura, perché avere in casa una persona falsa che non ti stima è un rimedio peggiore del male.
Tanti uomini ci sono passati, come ha detto un amico francese vedere una donna "è come passare un provino cinematografico, non fanno alcuno sforzo per conoscerti. Mai. Conosco tanti uomini che hanno rinunciato alla vita di coppia con le calamità francesi".

Citazione
Ma vedo che anche se io sono tollerante nei confronti della mediocrità e ignoranza, loro non tollerano affatto le persone intelligenti e sagge. Per una donna, l'uomo intelligente è solo un problema. Nient'altro. E poi dicono di voler essere capite davvero: tutte balle! Quindi è inutile diventare tolleranti, se la tolleranza non è reciproca.
Hai colto il punto. Wyndham Lewis lo scrisse 100 anni fa, le donne sono in prima fila nella guerra del potere contro l'intelletto. E' come mettersi in casa un agente del nemico che svilisce i tuoi interessi, i tuoi ideali e i tuoi sogni (ben sostenuta dalle amiche di cui ti impone la presenza quasi quotidiana).
Chi segue lo spirito del mondo non può essere compagna di un uomo, per cui la lascio libera di cacciarsi nei guai senza trascinare anche me.
« Ultima modifica: Gennaio 15, 2022, 11:27:08 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9366
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #4 il: Gennaio 15, 2022, 16:57:23 pm »
Per come la vedo io, in un contesto civilizzato la cosa più importante sono i soldi e non le donne.
E averne tanti è molto meglio che averne pochi.
Certo, i soldi non ti salvano da un glioblastoma né da una leucemia fulminante, tantomeno possono renderti immortale; ma di certo ti rendono libero da tutta una serie di quotidiane rotture di coglioni.
Avere i soldi - possibilmente in maniera anonima; quindi senza che una caterva di persone ne sia a conoscenza - significa non avere a che fare con datori di lavoro pretenziosi ai quali dover rendere conto ogni giorno, oppure colleghi di lavoro rompi coglioni ai quali spaccheresti volentieri la faccia.
Avere i soldi significa potersi curare i denti senza doversi indebitare con qualche banca di merda; oppure farsi la cataratta in un centro privato senza dover aspettare mesi.
Significa poter viaggiare, mangiare bene, andare a puttane se ti va, etc.
Significa anche avere la mente tranquilla, non assillata da scadenze, mutuo in banca e quant'altro.
In sostanza il denaro ti rende libero, checché ne dicano i fautori del... "i soldi non sono importanti".
Certo, come no.
Poi vabbe', è chiaro che la realtà è ben diversa e molto più dura.
Ma visto e considerato che si campa una volta sola, trovo più che lecito poterlo sognare.
Non a caso un mio sogno irrealizzabile è quello di poter essere in pensione con almeno 5000 euro al mese; magari 10.000.
Nei fatti ci andrò fra oltre tre lustri (se vivrò) e con quattro soldi di merda.

@@

PS: una volta una tizia mi disse che "anche fare l'eremita ti rende libero".
Ed io:
"No, per niente, perché sei schiavo degli elementi naturali".
« Ultima modifica: Gennaio 15, 2022, 17:07:50 pm da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Ryu

  • Affezionato
  • **
  • Post: 769
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #5 il: Gennaio 15, 2022, 18:13:05 pm »
Per come la vedo io, in un contesto civilizzato la cosa più importante sono i soldi e non le donne.
E averne tanti è molto meglio che averne pochi.
Certo, i soldi non ti salvano da un glioblastoma né da una leucemia fulminante, tantomeno possono renderti immortale; ma di certo ti rendono libero da tutta una serie di quotidiane rotture di coglioni.
Avere i soldi - possibilmente in maniera anonima; quindi senza che una caterva di persone ne sia a conoscenza - significa non avere a che fare con datori di lavoro pretenziosi ai quali dover rendere conto ogni giorno, oppure colleghi di lavoro rompi coglioni ai quali spaccheresti volentieri la faccia.
Avere i soldi significa potersi curare i denti senza doversi indebitare con qualche banca di merda; oppure farsi la cataratta in un centro privato senza dover aspettare mesi.
Significa poter viaggiare, mangiare bene, andare a puttane se ti va, etc.
Significa anche avere la mente tranquilla, non assillata da scadenze, mutuo in banca e quant'altro.
In sostanza il denaro ti rende libero, checché ne dicano i fautori del... "i soldi non sono importanti".
Certo, come no.
Poi vabbe', è chiaro che la realtà è ben diversa e molto più dura.
Ma visto e considerato che si campa una volta sola, trovo più che lecito poterlo sognare.
Non a caso un mio sogno irrealizzabile è quello di poter essere in pensione con almeno 5000 euro al mese; magari 10.000.
Nei fatti ci andrò fra oltre tre lustri (se vivrò) e con quattro soldi di merda.

@@

PS: una volta una tizia mi disse che "anche fare l'eremita ti rende libero".
Ed io:
"No, per niente, perché sei schiavo degli elementi naturali".

Secondo la tua descrizione io "ho i soldi", ma si può benissimo arrivare a fare quel tipo di vita se ti compri casa da solo senza una moglie e capisci il concetto di fragilità. Prima togli tutti i rischi, poi tutto ciò di extra lo prendi, significa starsene in monk mode per sempre e vivere in maniera frugale. Spendendo in viaggi e vizi. Una volta arrivati là ti cerchi un lavoro in un'impresa non piccola. Lo possono fare in molti.
Odio il femminismo perché amo le donne

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5646
Re:La speranza...
« Risposta #6 il: Gennaio 15, 2022, 18:13:42 pm »
@@

PS: una volta una tizia mi disse che "anche fare l'eremita ti rende libero".
Ed io:
"No, per niente, perché sei schiavo degli elementi naturali".

Scommettiamo che la tizia in questione non si è innamorata di un eremita nè tantomeno lo ha sposato? :D

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17511
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #7 il: Gennaio 15, 2022, 18:20:48 pm »
Per come la vedo io, in un contesto civilizzato la cosa più importante sono i soldi e non le donne.
Concordo. E concordano anche le donne, pronte a recitare la commedia anche solo per sfilarti mille lire.
Citazione
PS: una volta una tizia mi disse che "anche fare l'eremita ti rende libero".
Perché allora non la fa lei l'eremita?
Detto questo uno stile di vita minimalista aiuta, si può essere abbastanza liberi anche con un reddito basso ma se si devono mantenere macchine, case faraoniche e forti consumi, non bastano 5000 al mese
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Ryu

  • Affezionato
  • **
  • Post: 769
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #8 il: Gennaio 15, 2022, 18:23:10 pm »
si può essere abbastanza liberi anche con un reddito basso ma se si devono mantenere macchine, case faraoniche e forti consumi, non bastano 5000 al mese

In Italia è impossibile anche con 5K, conosco decine e decine di expat che prima o poi si sono fatti la domanda "a che cifra ritornerei in Italia?" e la risposta è talmente tanto fuori mercato che sarebbe insultante. In Italia al massimo si sopravvive, all'estero già si vivacchia.
Odio il femminismo perché amo le donne

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17511
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #9 il: Gennaio 15, 2022, 18:24:16 pm »
Scommettiamo che la tizia in questione non si è innamorata di un eremita nè tantomeno lo ha sposato? :D
Garantito. Scommetterei anche che abbia un cane
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9366
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #10 il: Gennaio 15, 2022, 20:27:28 pm »
In Italia è impossibile anche con 5K, conosco decine e decine di expat che prima o poi si sono fatti la domanda "a che cifra ritornerei in Italia?" e la risposta è talmente tanto fuori mercato che sarebbe insultante. In Italia al massimo si sopravvive, all'estero già si vivacchia.

Di quale "estero" parli ?
Per esempio, hai idea di quanti soldi ci vogliono per campare in UK o in Svizzera ?
Non farmi i discorsi di un ingegnere e una professoressa di mia conoscenza, che alcuni anni fa hanno abbandonato l'Italia per trasferirsi in Portogallo, dove sono indubbiamente "più ricchi".
Ma lo sono grazie a due pensioni che percepiscono dallo stato italiano, mica quello portoghese.
Per dire, in Portogallo lo stipendio medio è di 797,28 euro al mese; in Italia di 1550 euro mensili.
E' tutto rapportato.

@@

Per dire, con il mio stipendio attuale, se andassi a vivere in Albania (non ci penso neppure; è solo un esempio...), dove lo stipendio medio è di 312,54 euro (ovviamente da quelle parti non hanno l'euro), farei la bella vita, considerando che la mia paga mensile è intorno ai 1800 euro.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9366
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #11 il: Gennaio 15, 2022, 20:39:36 pm »
Scommettiamo che la tizia in questione non si è innamorata di un eremita nè tantomeno lo ha sposato? :D

Ovviamente no.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5646
Re:La speranza...
« Risposta #12 il: Gennaio 15, 2022, 21:43:10 pm »
Ovviamente no.

Hai ragione: scommetterci è inutile! :lol:

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17511
  • Sesso: Maschio
Re:La speranza...
« Risposta #13 il: Ieri alle 00:25:52 »
In Italia è impossibile anche con 5K, conosco decine e decine di expat che prima o poi si sono fatti la domanda "a che cifra ritornerei in Italia?" e la risposta è talmente tanto fuori mercato che sarebbe insultante. In Italia al massimo si sopravvive, all'estero già si vivacchia.
Dipende da quale estero, per spendere 5K in Italia bisogna avere le rate del mutuo e del SUV (della moglie) oltre alla suddetta moglie che ogni sabato ti trascina al centro commerciale e figli coccodrilli (parola di un separato che li mantiene) che vedono il padre solo come una slot machine.
farei la bella vita, considerando che la mia paga mensile è intorno ai 1800 euro.
In Francia il salario minimo sindacale è 1500 indipendentemente dalla professione. Gli operai fanno più soldi dei professionisti, certi dell'Est si sono arricchiti facendo il muratore o l'idraulico, per cambiare una guarnizione ti chiedono anche 250€
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Marco21

  • Affezionato
  • **
  • Post: 110
Re:La speranza...
« Risposta #14 il: Ieri alle 01:46:42 »
Jung ne parla nella sua autobiografia Ricordi, Sogni, Rilfessioni. Si costruì una torre senza luce né acqua corrente:

Grazie mille Vicus, per le tue risposte sempre dense di riflessioni utili.

E grazie a tutti voi. Mi avete davvero dato tanti elementi per rendermi conto di quanto io sia fortunato, a non avere donne nella mia vita. E' molto triste ciò che ho letto... ma è solo la dura verità. E voltarsi dall'altra parte per non vederla, è puro masochismo.

Gli MGTOW credo siano effettivamente coloro che hanno il coraggio di fare la scelta giusta. Se riuscissero a farlo tutti gli uomini, le donne resterebbero a bocca asciutta e non potrebbero più ricattare.

Siamo noi che diamo loro potere, attraverso il nostro desiderio.

Come diceva Anthony De Mello, non serve resistere ai desideri sbagliati. Perchè è una battaglia persa. Ciò a cui si tenta di resistere, ha già vinto in partenza. La soluzione è invece non lasciarsi ingannare. Una volta compreso che ciò che si desidera non ha valore, questo ci cadrà dalle mani spontaneamente. E le donne, nel 99,99% sono solo un inganno.