Autore Topic: Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?  (Letto 124 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17409
  • Sesso: Maschio
Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?
« il: Ottobre 26, 2021, 10:10:20 am »
C’È UNA SOLA RAZZA PERICOLOSA. LA RAZZA UMANA

Alcuni anni fa mi capitò sotto gli occhi la pagina Facebook Voluntary Human Extinction Movement (VHEMT) anacronismo di “Movimento per l’estinzione umana volontaria”. In Italia abbiamo un paio di siti simili. Nella pagina Facebook “No Alla Sovrappopolazione”, si trova, tra l’altro, una foto con tre bellissimi cani che si abbracciano con su scritto “C’è una sola razza pericolosa. La razza umana”. Per ora hanno superato i mille followers. Non appena gli interessati inizieranno il rullo dei tamburi mediatici, come hanno fatto col Covid-19 e vaccino, probabilmente aumenterà il numero degli ebeti che si allineeranno alle tesi antiscientifiche diffuse dalla Rockefeller Foundation, i Rothschild, Bill Gates & C.

Nell’articolo precedente parlavamo dell’ecologista finlandese Pentti Linkola e brevissimamente del transumanista Julian Huxley. Oggi vedremo chi sono i principali sostenitori della depopolazione mondiale.

Peter Koenig, economista e analista geopolitico, ex dipendente della Banca Mondiale, ha lavorato a lungo in tutto il mondo nel campo dell’ambiente e delle risorse idriche. Su di lui Wikipedia riferisce: Scrive regolarmente per Global Research, ICH, RT,  È l’autore di Implosion -An Economic Thriller about War, Environmental Destruction and Corporate Greed-fiction basata sui fatti e su 30 anni di esperienza della Banca Mondiale in tutto il mondo. È anche coautore di The World Order and Revolution-Essays from the Resistance.
In un articolo del 31 maggio 2021 intitolato “Il New York Times prevede una massiccia riduzione della popolazione”, Koening scrive: “Sembra che ci sia una pressione o un ricatto segreto / anonimo su diversi siti online che cercano la verità sul Covid, intimando loro di tacere sulla resistenza alla vaccinazione e che il “covid deep state” ha una precisa agenda, cioè che entro il 2022 almeno il 70% della popolazione mondiale deve essere sottoposta all’iniezione di tipo mRNA, la quale contiene una proteina spike una bio-arma destinata ad attaccare il sistema auto-immune – e che in molti casi causerà coagulazione del sangue, paralisi, e un’altra miriade di disturbi neurologici, compresi fenomeni di trombosi – e infine la morte. Fondamentalmente, una volta che sei stato iniettato, nessuno può invertire l’effetto, poiché la proteina spike potrebbe essere diventata parte integrante delle tue cellule del sangue”.

In un articolo sulle vaccinazioni pubblicato nell’ottobre 2012 http://thinktwice.com/goldman-miller-study.htm, leggiamo: “Trovate correlazioni statisticamente significative tra vaccini, ospedalizzazioni e morti infantili. Il Dr. Gary Goldman e Neil Z. Miller hanno scritto un importante studio sui vaccini che è stato recentemente pubblicato in una rivista specializzata. Questo studio ha trovato correlazioni statisticamente significative tra il numero di dosi di vaccino somministrate ai neonati e i tassi di ospedalizzazione e mortalità infantile: i bambini che ricevono più vaccini tendono ad avere tassi di ospedalizzazione e morte più alti (peggiori). Poiché i vaccini vengono somministrati a milioni di bambini ogni anno, è imperativo che le autorità sanitarie abbiano dati scientifici da studi di tossicità sinergica su tutte le combinazioni di vaccini che i bambini potrebbero ricevere. Trovare modi per aumentare la sicurezza dei vaccini dovrebbe essere la massima priorità”.

Lo studio dei due ricercatori conferma quello che decine di altri autorevoli studiosi e le case farmaceutiche sanno da anni, tant’è che non si prendono responsabilità sugli effetti avversi. Ma, come sappiamo, il PM Mario Draghi e il suo entourage tirano dritto senza batter ciglio. Vogliamo definirlo atto criminale?

Gran parte dei documenti internazionali che trattano la sovrapopolazione sono scritti con termini zuccherosi che fanno pensare a redattori che hanno a cuore l’essere umano: sostenibilità, lotta alle diseguaglianze e alla povertà, accoglienza, integrazione, rispetto per la natura [parole molto usate dalle donne oggi], ecc. Ma ci sono personaggi talmente rispettati e potenti che hanno buttato giù la maschera esprimendosi senza tante piaggerie.

Lo stesso Draghi, dopo l’ingegneria sociale che ha mostrato milioni di ebeti portare museruole inutili contro i virus, mentre si vaccinano fiduciosi come bambini tra le braccia sicure della madre, parla apertamente di transumanesimo. Imitando la dittatura cinese, descrive dettagliatamente – evitando i crudi vocaboli dei personaggi che vedremo – come avverrà il controllo totale della popolazione sia nella vita reale che sul web. Lo scopo non è la vita umana ma l’Ecosistema e l’Economia. E, purtroppo, i milioni di ebeti pro-vaccino che continuano a votare i loro aguzzini lo seguiranno come i topi seguivano il pifferaio di Hamelin. La fine che hanno fatto i ratti la dovremmo conoscere.

Non appena terminate la lettura di questo articolo guardate il filmato che segue, considerando tutte le buone intenzioni espresse da Mario Draghi come uno stratagemma per far passare la più malvagia dittatura della storia occidentale:


Il succo del suo discorso è racchiuso nei commenti e nei programmi dei suoi compagni di merenda, viventi o meno. Vediamone alcuni.

Nel 2009 sotto la guida di Jeffrey Sachs – accolto da Bergoglio e seguito vaticanese a braccia aperte – primo consigliere di Ban Ki-moon, insieme ai signori Pejman Rohani e Matthew H. Bonds, pubblicano il documento Socialità, Sterilità e Povertà, dove troviamo scritto: “Abbiamo verificato che, oltre ad avere effetti sull’economia, la riduzione della fertilità può comportare anche una forte riduzione delle malattie nel lungo termine, più di quanto ci si possa aspettare, e potrebbe anche rivelarsi un’ottima strategia per sconfiggere alcune malattie infettive. Una tale soluzione renderebbe fiero anche Malthus. […] il nuovo modello, che rappresenta un effetto economico, mostra che una riduzione della fertilità può essere ancora più efficace di un vaccino; e che una politica di diffusione dei vaccini può rivelarsi più efficace se condotta congiuntamente a una riproduzione umana controllata. Questo modello dimostrerà sicuramente i reali vantaggi della fertilità controllata, poiché l’effetto di una ridotta natalità comporterà anche una riduzione nella percentuale di contagiati da malattie infettive, il che equivarrebbe a un vaccino per tutte le malattie infettive nello stesso momento.”

 William Benton (1900 – 1973), ambasciatore dell’UNESCO:
Fino a quando un bambino respira l’aria avvelenata del nazionalismo, l’educazione delle menti nel mondo può produrre solo risultati precari. Come abbiamo sottolineato, è spesso la famiglia che infetta il bambino con il nazionalismo estremo. Le scuole pertanto utilizzano gli strumenti descritti in precedenza per combattere gli atteggiamenti di famiglia che favoriscono sciovinismo (nazionalismo). Noi dobbiamo attualmente riconoscere nel nazionalismo il maggior ostacolo per lo sviluppo della mentalità mondiale. Siamo all’inizio di un lungo processo di abbattimento dei muri della sovranità nazionale. L’ UNESCO deve esserne il pioniere”.

Club di Roma, La Prima Grande Rivoluzione, 1991:
“Alla ricerca di un nuovo nemico che ci unisca, abbiamo tirato fuori l’idea che inquinamento, minaccia del riscaldamento globale, scarsità d’acqua, fame e cose simili avrebbero centrato l’obiettivo. Ma nel designare questi come il nemico, cadiamo nella trappola di confondere i sintomi per le cause. Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano, ed è solo attraverso un cambio di atteggiamenti e comportamenti che possono essere superati. Il vero nemico, allora, è l’umanità stessa”.

Mikhail Gorbachev:
“Dobbiamo parlare con maggiore chiarezza a proposito di sessualità, la contraccezione, l’ aborto, riguardo valori che controllino la popolazione, perché la crisi ecologica, in breve, è la crisi della popolazione. Tagliamo la popolazione del 90% e non saranno rimaste abbastanza persone che causino grandi quantità di danni ecologici”.

Aldous Huxley, in Population Explosion,1959:
“Ci sono delle difficoltà enormi nel modo di attuare qualsiasi politica di grande portata della limitazione della popolazione; mentre il controllo della morte è estremamente semplice in circostanze moderne, il controllo delle nascite è estremamente difficile. Il motivo è molto semplice: il controllo della morte – il controllo, per esempio, di malattie infettive – può essere realizzato da una manciata di esperti e da una forza lavoro alquanto piccola di persone non qualificate e richiede una spesa molto piccola di capitale”. [All’epoca Huxley non prevedeva il grande potere che avrebbero acquisito le Big Pharma, altrimenti non avrebbe scritto che tale operazione “richiede una spesa molto piccola di capitale”, ma che può essere realizzato facendoci una montagna di soldi].

Bertrand Russell, su The Impact Of Science On Society, 1953:
Non pretendo di dire che il controllo delle nascite sia il solo mezzo per impedire ad una popolazione di aumentare. Ce ne sono altri… la guerra è piuttosto deludente a riguardo, ma una guerra batteriologica potrebbe rivelarsi efficace. Se una peste potesse propagarsi nel mondo ad ogni generazione, i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza riempire troppo il mondo.. Lo stato delle cose potrebbe essere un po ‘sgradevole, ma che importa? Le persone veramente nobili sono indifferenti alla felicità, soprattutto a quella di altre persone … Ci sono tre modi di garantire una società che voglia essere stabile per quanto riguarda la popolazione. Il primo è quello del controllo delle nascite, il secondo quello dell’infanticidio o con guerre realmente distruttive, e il terzo attraverso una povertà generale, fatta eccezione per una potente minoranza … ”

Henry Kissinger, 1978: ”La politica degli USA nei confronti del Terzo Mondo dovrebbe essere di spopolamento”.

Jacques Cousteau Ambasciatore UNESCO 1991:
“Al fine di salvare il pianeta sarebbe necessario uccidere 350.000 persone al giorno [credo che nemmeno all'inizio del secolo scorso abbiano mai "sognato" simili cose]”
.

David Rockefeller, 2000: “Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. [size=120pt]Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la “giusta crisi” globale e le nazioni accetteranno il “Nuovo Ordine Mondiale”[/size].

Uno di mente sana potrebbe chiedersi, ma se davvero il pianeta rischia quello che descrivono, perché le multinazionali continuano a fabbricare prodotti inquinanti? Perché continuano con le mode stagionali che inducono a comprare sempre nuovi capi di abbigliamento? Perché producono oggetti elettronici come gli smartphone che in due, al massimo tre anni sono da buttare e stimolano l’acquisto di nuovi prodotti? Perché in una Europa che si trova in pieno inverno demografico costringono all’immigrazione milioni di africani e asiatici? Perché una nazione come l’Italia, dove la situazione demografica non è invernale ma siberiana, invece di essere premiata e valorizzata come nazione modello, viene costretta ad accogliere centinaia di migliaia di immigrati?

Agostino Nobile

https://www.marcotosatti.com/2021/10/25/una-sola-razza-pericolosa-quella-umana-i-piani-dei-padroni-del-mondo/
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5626
Re:Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?
« Risposta #1 il: Ottobre 26, 2021, 12:02:45 pm »
Ovviamente per loro il nemico è il resto della popolazione umana, non LORO STESSI. Sarebbe ora che la popolazione umana li considerasse IL LORO NEMICO, visto che come tale l'èlite mondiale si comporta e agisce nei loro confronti.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17409
  • Sesso: Maschio
Re:Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?
« Risposta #2 il: Ottobre 26, 2021, 12:12:00 pm »
L'idea del potere come privilegio personale e non come servizio è tutta moderna
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5626
Re:Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?
« Risposta #3 il: Ottobre 26, 2021, 12:25:15 pm »
L'idea del potere come privilegio personale e non come servizio è tutta moderna

Ma la pratica del potere per il potere è antica.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17409
  • Sesso: Maschio
Re:Una Sola Razza Pericolosa, Quella Umana?
« Risposta #4 il: Ottobre 26, 2021, 13:34:30 pm »
Certo ma nessuno finora era mai arrivato a progettare l'oppressione e lo sterminio di quasi tutta l'umanità.
Sono anni che lo dico (e non per primo): verrà presto il momento in cui il genere umano dovrà mettere da parte vecchie guerre e unirsi per sopravvivere. A quanto pare, quel momento è venuto
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.