Autore Topic: Buone notizie ogni tanto  (Letto 1605 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #30 il: Settembre 14, 2021, 03:07:01 am »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #31 il: Settembre 16, 2021, 06:10:02 am »
Vaccini, svolta dai periti Pm di Genova: “Probabile correlazione con le morti”

Piano piano la verità emergerà. E mentre dai banchi del governo e sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani si continua a urlare contro chi ricerca la verità, tacciandolo di essere no-vax o antiscientifico, ecco che la magistratura arriva a far luce sulle possibili (e sempre più probabili) correlazioni tra i vaccini e le morti per trombosi. Nello specifico, ci sarebbe infatti una probabile correlazione tra AstraZeneca e le morti per trombosi del seno cavernoso con piastrinopenia. Lo scrivono i periti dei pm genovesi nella prima bozza depositata in procura sulle morti avvenute a Genova dopo la somministrazione del siero anglosvedese.


Come riporta l’Ansa, “a fine mese verranno consegnate le relazioni definitive ma giovedì i magistrati del pool Sanità (Arianna Ciavattini, Francesca Rombolà e Stefano Puppo) si riuniranno con i colleghi di Eurojust e delle altre procure italiane ed europee che indagano sulle morti sospette. I consulenti, il medico legale Luca Tajana e Franco Piovella, hanno parlato nelle relazioni di Vitt, la sindrome associata ai vaccini che porta trombosi immunitaria indotta da vaccino”.

Una sindrome che assomiglia patogenicamente alla trombocitopenia indotta da eparina. Ulteriori approfondimenti saranno necessari per chiarire tutti gli altri aspetti di quanto accaduto. A Genova sono stati due i casi che hanno suscitato maggiore clamore: quello di Francesca Tuscano, la docente di 32 anni morta ad aprile, e quello di Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni stroncata da una trombosi a giugno.

In questo ultimo caso ci potrebbero essere però anche delle responsabilità mediche per i ritardi nella gestione della paziente. Si attendono ora nuovi sviluppi e i risultati di altre indagini. La verità deve emergere, perché deve essere fatta giustizia.

https://www.ilparagone.it/attualita/periti-pm-correlazione-vaccini-morte/?telegram2
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #32 il: Settembre 16, 2021, 15:16:50 pm »
Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni stroncata da una trombosi a giugno.

In questo ultimo caso ci potrebbero essere però anche delle responsabilità mediche per i ritardi nella gestione della paziente.
Ho capito, però mica è stata ricoverata per un ginocchio sbucciato o un'unghia incarnita... che cazzo c'entrano i ritardi nella gestione? :doh:

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #33 il: Settembre 16, 2021, 21:15:56 pm »
Non sanno più cosa inventare, anzi non hanno neanche bisogno di inventare alcunché, gli basta proseguire con la consueta narrativa: come diceva Huxley 1000 ripetizioni della stessa menzogna fanno una verità
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #34 il: Settembre 16, 2021, 22:53:16 pm »
SENTENZA EPOCALE DEL TRIBUNALE DI MILANO  ROVESCIATO IL FRONTE DELLE SENTENZE NEGATIVE PER LE OSS: DICHIARATA L'ILLEGITTIMITA' DEL LICENZIAMENTO ATTUATO DAI DATORI DI LAVORO     
                                                                                                                                                                                                                                                                                       Gli OSS sono stati i primi soggetti colpiti dalla repressione. Sono stati brutalmente licenziati dai datori di lavoro,in genere cooperative ad apparente assenza di scopo di lucro,in realtà macchine da profitti spesso molto opachi perchè realizzati grazie ad appalti pilotati. Vi era stata una prima sciagurata pronuncia negativa, ampiamente ripresa dal mainstream, e poi  a ruota, decine di altri provvedimenti analoghi sempre enfatizzati dai giornali di regime, quali deterrenti per canalizzare questi operatori sanitari verso la rassegnazione e la rinuncia a difendere il proprio diritto alla salute ed al posto di lavoro. Alcuni minuti fa mi è stata notificata la PRIMA SENTENZA DI MERITO ,quindi, non un provvedimento di urgenza MA UNA PRONUNCIA DEFINITIVA, che ha statuito l'illegittimità della sospensione ed il pagamento delle retribuzioni arretrate. Non si tratta di una sentenza  semplicemente ottima,ma di una pronuncia straordinaria perchè sancisce il principio della illegittimità della sospensione. Il Giudice ,tra l'altro del più autorevole Tribunale italiano e non di uno periferico, ha precisato che la lavoratrice non deve tornare sul posto di lavoro,ma che ha diritto di essere pagata. Questo segmento sarà oggetto di ulteriore esame da parte mia perchè se è vero che  la sostanza della causa è stata risolta ( dichiarazione di illegittimità del licenziamento e pagamento degli stipendi arretrati ed in corso) rimane da distruggere l'altro baluardo della narrativa vale a dire che i non vaccinati siano più pericolosi dei vaccinati,ma questa è un' altra battaglia già in corso in sede europea: l'unica dove si può decidere. Il diritto ha prevalso ed a favore delle categorie sanitarie più deboli . Si è rovesciato un orientamento che sembrava impossibile ribaltare. Ora nuovamente all'attacco  per stroncare qualsiasi discriminazione sia per gli altri sanitari,che per il personale della scuola e per gli studenti con professionalità e caparbietà come deve essere sempre il nostro stile. Nelle prossime ore verrà pubblicato il testo integrale della sentenza.  https://www.santalex.eu/causa-obbligo-vaccinale-sanitari

Fonte: Avv. Mauro Sandri
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #35 il: Settembre 18, 2021, 13:45:01 pm »
Magari fosse sempre così... ti sospendono, fai ricorso e stai a casa pagato.  :lol:

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #36 il: Settembre 18, 2021, 13:59:59 pm »
E' almeno un precedente. Poi è chiaro, non sarà questa sentenza a fermare il treno vaccinale in folle corsa, speriamo che questa narrativa si sgonfi in tempo
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #37 il: Settembre 19, 2021, 23:53:25 pm »
I messaggi tra Ursula von der Leyen e l’amministratore delegato di Pfizer sono al centro di un’indagine UE
 Maurizio Blondet  19 Settembre 2021
Brevi dal Comunismo dei Miliardari
di Federico Baccini

@federicobaccini

17 Settembre 2021 “La mediatrice europea, Emily O’Reilly, ha aperto un’indagine sul rifiuto dell’esecutivo comunitario di fornire l’accesso pubblico alle informazioni relative all’acquisto di dosi di vaccino COVID-19 discusse dalla presidente della Commissione”

“Il caso, riferito da Politico, è scaturito dopo la pubblicazione di un articolo del New York Times di aprile scorso in cui veniva riferita la notizia di uno scambiato di telefonate e messaggi tra la Von der Leyen e Bourla. Il problema non è sorto tanto per i contatti, ma quando la Commissione ha ricevuto una richiesta di accesso ai messaggi e, stupendo tutti, ha affermato di non averne traccia. Da Palazzo Berlaymont sostengono che gli sms sono generalmente “di breve durata” e in linea di principio esclusi dall’archiviazione. Ma questo rifiuto della Commissione a mostrare i testi dello scambio ha portato a una denuncia al difensore civico che ha aperto un’indagine.

Non è il primo possibile grattacapo di questo genere per la Von der Leyen: nel 2019 fu criticata dopo che emerse che un cellulare, ritenuto prova chiave in uno scandalo di appalti al ministero della Difesa tedesca che lei guidava, era stato ripulito.      (Il Tempo)

Ricordiamo che, in aprile, la Ursula h impegnato la UE a usare solo Pfizer, comprandone 1,8 miliardi di dosi – al prezzo maggiorato di 4 euro a dose. “’Europa avrà 2,4 miliardi di fiale sufficienti per tre anni”, esultavano i media.

 

 il più caro e il più difficile da gestire logisticamente, ma i governi lo considerano il più affidabile….

Allora fu il premier bulgaro Bojko Borisov, inascoltato, a protestare  con Bruxelles perché la casa farmaceutica ha deciso di aumentare il prezzo: da 15,5 a 19,50 euro a dose, e la Ursula ha accettato senza fiatare.   Cosa avrà ricevuto in cambio di un così cattivo affare  Madame Ursula?  (quando le quantità aumentano in questo modo titanico, si spunta uno sconto, non un sovrapprezzo)  Una bottiglia di Eau de Cologne? Sei bottiglie di Veuve Cliquot? O una mazzetta miliardaria su uno dei paradisi fiscali di cui la UE è piena? Sarebbe bello sapere.

Vuol dire che il nuovo contratto costa circa 35 miliardi. Qualcun altro ha protestato senza avere risposta:

“Come ha potuto la Commissione europea accettare di inchinarsi così di fronte alle case farmaceutiche?”. È l’accusa che la deputata del Parlamento europeo, Manon Aubry, ha lanciato durante la seduta plenaria del Parlamento Ue rivolgendosi direttamente alla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. …  Secondo l’eurodeputata le trattative mancano di trasparenza. E anche nei contratti resi pubblici, mancano le informazioni principali, come “prezzo, programma di consegna”, che “sono nascoste”.

E vogliamo dimenticare che RASSEGNA STAMPA

Il marito di Ursula von der Leyen lavora per un’azienda biotecnologica di terapia genica
Il marito, Heiko von der Leyen, lavora come direttore medico presso Orgenesis, un’azienda di biotecnologie specializzata in terapie geniche.

https://www.maurizioblondet.it/i-messaggi-tra-ursula-von-der-leyen-e-lamministratore-delegato-di-pfizer-sono-al-centro-di-unindagine-ue/
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #38 il: Settembre 20, 2021, 01:24:00 am »

“SIAMO ESERCITO”: SUPER GREEN PASS INACCETTABILE
 Maurizio Blondet  19 Settembre 2021
Roma 18.09.2021 SIAMO – ESERCITO – “L’Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro”: è il primo articolo della Costituzione sul quale ha giurato il personale dei comparti di difesa e sicurezza, Esercito Italiano compreso. Tuttavia, a seguito della pubblicazione del decreto che estende il Green Pass a tutta la pubblica amministrazione, è proprio il personale militare a porsi dei dubbi sulla coerenza delle misure che entreranno in vigore il 15 ottobre prossimo. Lo stesso personale che già effettua regolarmente richiami vaccinali obbligatori al fine di ottenere l’idoneità al servizio militare e che non ci sta ad essere etichettato come “no-vax”.

Ma nelle pieghe di questo testo si nasconde un obbligo vaccinale di cui il Governo non vuole assumersi la responsabilità: per questo il sindacato è fermamente contrario all’ennesima norma liberticida che impone una ratio inaccettabile. Una ratio tanto inaccettabile quanto aggravata da dichiarazioni esplicite nientemeno che del Ministro della Pubblica Amministrazione che, intervenendo a Linkontro NielsenIQ 2021, ha dichiarato: “Bisogna aumentare agli opportunisti il costo della non vaccinazione. Aumentando il costo si riduce lo zoccolo dei non vaccinati e si riduce la circolazione del virus. Il Green Pass ha l’obiettivo di schiacciare gli opportunisti ai minimi livelli di non influenza sulla velocità di circolazione del virus. Ci stiamo arrivando”

“Non accettiamo in nessun modo l’appellativo di “no-vax” e siamo pronti a querelare chiunque si permetta di fare questa associazione con il personale militare o quello appartenente a questo sindacato”, fa sapere il direttivo nazionale di S.I.A.M.O. Esercito, il Sindacato Militare Autonomo Organizzato Esercito che rappresenta personale in divisa di tutte le caserme d’Italia. “I militari italiani sono gli unici lavoratori che ad oggi possono mostrare un libretto vaccinale sempre aggiornato e che ad ogni scadenza si preoccupa di effettuare i richiami.”

Parole irricevibili, che pongono tutta la responsabilità di una scelta infausta sul lavoratore che sì, può “liberamente scegliere” di non vaccinarsi, ma che in questo caso è costretto a pagare uno scotto altissimo. “La contraddizione sta nel fatto – prosegue il Sindacato – che o ci si vaccina gratuitamente o si priva la propria famiglia di 200 euro al mese per lavoratore (tanto ammonta il costo dei tamponi 3 volte a settimana), arrivando fino a privarsi dello stipendio con la falsa illusione di mantenere il proprio posto di lavoro a fronte di una sospensione senza emolumenti che risulterà inevitabilmente insostenibile da qualunque lavoratore italiano medio”. E allora, se l’obiettivo rimane salvaguardare la salute delle persone lasciando possibilità di scelta, ogni scelta deve essere salvaguardata senza alcuna discriminazione come richiesto dal trattato europeo in merito.

“Diversamente non potremo accettare che il diritto al lavoro sia pregiudicato in questo modo selvaggio e agiremo con ogni forma di protesta, ricorsi inclusi, che la legge ci consentirà. Siamo certi che i colleghi ricorderanno in cabina elettorale il costo che ogni lavoratore dovrà accollare alla propria famiglia per poter lavorare.”

IL DIRETTIVO NAZIONALE
S.I.A.M.O. Esercito
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #39 il: Ottobre 06, 2021, 03:28:18 am »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #40 il: Ottobre 06, 2021, 09:34:22 am »
Vaccini, nuovi rischi di trombosi inseriti nel bugiardino: la decisione dell’Ema

https://www.ilparagone.it/attualita/vaccini-nuovi-rischi-di-trombosi-inseriti-nel-bugiardino-la-decisione-dellema/?telegram
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Re:Buone notizie ogni tanto
« Risposta #41 il: Ottobre 25, 2021, 00:59:19 am »
Queste notizie vanno prese con beneficio, perché fino a prova contraria (abolizione certa del pass con legge e data) servono solo a tener buona la gente, oppure non producono alcun effetto concreto, come si è visto con le norme europee tranquillamente disattese

Green pass, l’ipotesi della fine tra un mese: :rofl2: ecco perché non servirà fino al 31 dicembre

https://www.secoloditalia.it/2021/10/green-pass-lipotesi-della-fine-tra-un-mese-ecco-perche-non-servira-fino-al-31-dicembre/

Sileri: «La fine del distanziamento è vicina. Poi via le mascherine» :hmm:

https://www.secoloditalia.it/2021/10/covid-2-772-contagi-e-37-morti-sileri-la-fine-del-distanziamento-e-vicina-poi-via-le-mascherine/

L'unica notizia di un certo rilievo è questa, ma come abbiamo visto l'Italia quando sono a favore dei cittadini se ne fotte delle norme europee:

Berlato ottiene dall’UE il rispetto della legge: “Non va discriminato chi non si vaccina”

La nota ufficiale dell’UE dà ragione a Berlato. Il green pass agevola la libera circolazione fra Stati, non discrimina chi non si vaccina

Dopo l’interrogazione europea dell’Onorevole Antonio Maria Rinaldi della Lega contro il green pass (che non aveva avuto esito positivo per un atteggiamento europeo alla Ponzio Pilato), è stata la volta dell’Onorevole Sergio Berlato.

L’europarlamentare di Fratelli D’ Italia ha chiesto all’Unione Europea di far rispettare la legge 953 del 2021, superiore alla legge italiana, in base alla quale non vanno discriminati coloro che scelgono di non vaccinarsi o che non possono farlo. Istanza contraddetta dal passaporto verde.

Stavolta la nota ufficiale dell’UE gli ha dato ragione. Il green pass esiste per agevolare la libera circolazione fra gli Stati e non certo per calpestare i diritti degli italiani.

La nostra intervista a Sergio Berlato
Abbiamo intervistato Sergio Berlato per valutare cosa potrebbe accadere ora che la sua segnalazione è stata accolta.

Onorevole Berlato, dopo tante proteste di piazza, arriva grazie a lei, il primo segnale positivo dall’Europa.

I cittadini che non vogliono o non possono vaccinarsi, non vanno discriminati in base al regolamento comunitario 953 e a una risoluzione del Consiglio d’ Europa del 2021 che afferma la stessa identica cosa. Per questo ho presentato un’interrogazione urgente alla Commissione europea. A volte facciamo cose spiacevoli, sottolineando: “E’ l’Europa che ce lo chiede”.

Questa volta proprio l’Europa ci ha detto di non discriminare e io ho voluto che si rispettasse il regolamento comunitario. Ho chiesto anche che venisse emessa una procedura d’infrazione contro il governo italiano per il mancato rispetto della norma. Il certificato verde è stato creato per regolamentare i flussi in Europa e non certo per penalizzare i cittadini. L’ Europa ribadisce che nessun altro tipo di Green pass può essere richiesto al cittadino per poter usufruire delle proprie libertà individuali’’.

Il Green Pass, secondo l’UE serve solo per regolamentare i flussi
Cosa accadrà adesso?

Una volta che sarà accertata quest’infrazione da parte del governo italiano, la commissione procederà, intimando il rispetto del regolamento vigente in tutti gli Stati Membri dell’Unione europea. Il lasciapassare è comunitario; non ha nulla a che vedere con l’uso improprio italiano. Ho chiesto la procedura d’infrazione (ci sono delle procedure ben codificate) e quindi possiamo sperare che il governo poi ritiri quest’unicità italiana, rappresentata da questo strumento di ricatto vaccinale’’.

In quali tempi?

Ora ci sarà una comunicazione formale da parte dell’ Europa; l’Italia entro 30 giorni dovrà esibire la documentazione richiesta dalla Commissione europea per verificarne l’utilizzo improprio [voglio proprio vedere].

Perché solo in Italia questa pressione sui vaccini?

Draghi vuol far vedere alla nomenclatura europea che lui riesce a imporre cose intollerabili, usando l’Italia come cavia per mostrare fin dove si possono spingere nell’applicazione di un passaporto verde che, in realtà, ha ben altre finalità. E’ una vera e propria schedatura di stampo cinese che viene usata ai danni dei cittadini per dare loro dei punteggi di affidabilità, per le finanze e i comportamenti. Uno strumento di controllo. E’ inaccettabile.

Non si può discriminare chi non si vaccina

L’intervento dell’ Onorevole Francesca Donato contro le prepotenze del nostro governo e sui diritti violati, ha toccato l’Europa?

Siamo in diversi parlamentari ad agire separatamente, ma in modo convergente per tutelare la libertà. Se qualcuno decidesse d’inocularsi queste sostanze sperimentali (che la stessa Ema, Aifa e le case farmaceutiche dichiarano in fase di sperimentazione fino alla fine del 2023), di cui non si conoscono gli effetti avversi a breve e a lungo termine, io non lo criticherei. Perché allora chi lo rifiuta deve essere crocifisso?

Visto il mio ruolo di parlamentare europeo, io stesso non mi sono prestato alla vaccinazione, ma non avrei mai voluto essere costretto a farlo. Desta sospetti il continuo e sistematico occultamento della correlazione fra l’inoculazione del vaccino e i conseguenti decessi o danni che sono moltissimi. Le reazioni avverse, come lei sa, sono invece sistematicamente insabbiate per interessi economici. Ai medici è stato chiesto di minimizzare. E’ molto grave.

E’ un business ai danni delle persone?

L’affare consiste nel medicalizzare con infinite dosi persone sane, trattandole come se fossero malate. Draghi ha detto: ‘’Chi non si vaccina, muore o uccide’’. Poi ci hanno fatto credere che i vaccinati sono immunizzati per creare cosi l’illusione di ambienti sani. E’ una balla clamorosa. Abbiamo smascherato tutto questo con i dati d’ Israele, della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, dove i vaccinati con tre dosi manifestano un riacutizzarsi delle infezioni e dei contagi. Chi si vaccina non è protetto, ma contrae e diffonde il virus, tanto quanto chi non si è vaccinato.

Non è vero che il vaccinato s’ammala in forma lieve, è una bugia. Possiamo constatarlo anche in Italia. Le evidenze scientifiche dimostrano anzi che chi contrae il virus lo prende nel 95 % dei casi in forma leggera, per la quota restante in forma sintomatica e solo in una percentuale inferiore all’ 1 %, si muore. Sappiamo però che le cure domiciliari per evitare i decessi, sono state sempre ignorate dal governo per dare valore alla tesi che: solo il vaccino ci può salvare. Non è così.

E ora ci dicono che bisogna fare due dosi l’anno per essere protetti, cosi le persone saranno costrette alla profilassi per sempre, ammesso che sopravvivano a queste tecniche nuove. Negare le cure domiciliari è stato delittuoso. Mi auguro che la Magistratura intervenga.

https://www.romait.it/berlato-ottiene-dallue-il-rispetto-della-legge-non-va-discriminato-chi-non-si-vaccina.html
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2021, 02:14:35 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.