Autore Topic: Green pass, Massimo Cacciari: «Draghi se ne strafotte, decide il Pd da 30 anni»  (Letto 936 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Contro il Green pass c’è anche Massimo Cacciari. Le sue posizioni non sono nuove, ma oggi con l’entrata in vigore della certificazione verde sul luogo di lavoro, l’ex sindaco di Venezia rincara la dose. Nel mirino ci finisce il premier Mario Draghi: «Il Green pass crea una complicazione inaudita, oltre al vulnus di tipo giuridico-istituzionale di cui ho parlato tantissimo volte, anche con fior di giuristi, e di cui ho ormai non dico più nulla avendo la nausea – spiega amareggiato ad affaritaliani.it -. Mi arrivano ogni giorni centinaia di mail, soprattutto da parte di piccoli imprenditori, che segnalano le incredibili complicazioni che l’obbligatorietà del Green Pass crea. Una scelta la cui ragione continua a sfuggirmi”.

Cacciari ricorda come in Italia ci siano le regole “più restrittive del mondo” e nonostante questo abbiamo vissuto “un problema enorme e clamoroso della chiusura delle scuole per mesi”. Non solo, perché per il filosofo questo grande miglioramento nei contagi non c’è stato, così come sul fronte “dell’occupazione delle terapie intensive e dei morti”. Da qui la frecciata al presidente del Consiglio: “Draghi e il governo dovrebbero spiegare perché intendono aggravare ulteriormente la situazione, soprattutto per le piccole imprese, quando questi sono i dati scientifici”.

E ancora, è un fiume in piena contro l’ex numero uno della Banca centrale europea: “Draghi se ne strafotte, sono giochetti che lascia fare ai politici. Draghi si occupa di economia industriale e finanza. È ovvio che tra i partiti quello più convinto sul Green Pass obbligatorio sia il Pd, è la forza politica più governativa di tutte negli ultimi 30 anni”. Un duro sfogo quello di Cacciari che già mesi fa, assieme a Giorgio Agamben, aveva compilato una missiva al vetriolo sulla certificazione verde e il vaccino.

https://www.lapekoranera.it/2021/10/15/green-pass-massimo-cacciari-draghi-se-ne-strafotte-decide-il-pd-da-30-anni/?fbclid=IwAR28zdhL4mHFDCKrzIt5wmWgmAH8spbdyCKnROLpIvPT6HnYO-grWwEvhG8
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Uno dei pochi uomini di cultura che non teme di dire la verità.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
L'ho rivalutato
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Indipendentemente dalle idee che può avere, un filosofo ama troppo la verità, non c'è niente da fare.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Mneo male che è un esponente del pensiero debole... E quelli del pensiero forte dove sono?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Mneo male che è un esponente del pensiero debole... E quelli del pensiero forte dove sono?
Tutti morti, esclusi i presenti.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
L'ultimo è stato De Donno
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
L'ultimo è stato De Donno
Ma non era un filosofo, non in senso stretto almeno.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Possiamo dire che i filosofi validi sono morti da qualche secolo
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Possiamo dire che i filosofi validi sono morti da qualche secolo
Uhm... Severino è morto un anno fa, e noi siamo vivi. ;)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Ero rimasto a Del Noce... però non è al livello dei filosofi precedenti al 19° secolo
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2231
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Ero rimasto a Del Noce... però non è al livello dei filosofi precedenti al 19° secolo
Ce ne fossero come lui... aveva capito tante cose attuali.

Offline Ryu

  • Affezionato
  • **
  • Post: 821
  • Sesso: Maschio
Ce ne fossero come lui... aveva capito tante cose attuali.
Rollo Tomassi, Roberto Greene, Illimitableman, Roosh V, Vox Day, Milo Yiannopoulos. Ora si riderà, ma fra qualche anno per me potranno benissimo essere paragonati a grandi del passato.
Odio il femminismo perché amo le donne

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio
Ce ne fossero come lui... aveva capito tante cose attuali.
Per questo l'hanno isolato, aveva ragione
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17809
  • Sesso: Maschio


Nonostante il Green pass, la campagna vaccinale è un flop (ma nessuno lo dice)
13 Ottobre 2021, 10:35

Mentre il governo preparava, a settembre, la stretta finale, annunciando che il Green pass sarebbe diventato obbligatorio per poter lavorare e ponendo così il proverbiale, ultimo chiodo sulla bara delle libertà dei cittadini, i giornali mainstream festeggiavano all’unisono un successo immediato. Sottolineando tutti, nessuno escluso, i risultati già raggiunti. Il Corriere della Sera parlava di “effetto scossa” e “crescita di adesioni e vaccinazioni”, La Stampa di vera e propria “corsa al vaccino” e via dicendo. Mesi dopo, ecco però emergere una realtà che stona parecchio con quella descritta dalle testate italiane, da tempo ormai asservite al governo.

Nonostante il Green pass, la campagna vaccinale è un flop (ma nessuno lo dice)
Quando mancano poche ore all’introduzione dell’obbligo di certificazione verde per poter svolgere la propria professione, ecco infatti arrivare numeri ben diversi rispetto a quelli sciorinati da chi celebrava il governo Draghi per aver costretto gli italiani a vaccinarsi in massa. Secondo i dati riportati da La Verità, l’annuncio del Green pass avrebbe aumentato la percentuale di italiani che hanno completato il ciclo delle due dosi soltanto del 6%. Non proprio un risultato impressionante, considerando che non è dato sapere quanti di questi si sarebbero comunque sottoposti alla somministrazione, per propria volontà.

Complessivamente, il quadro italiano vede più di 8 milioni di persone over 12 che non hanno ancora ricevuto nemmeno la prima dose: di questi, 6,2 milioni sono in età lavorativa, quindi direttamente interessati dall’introduzione del Green pass obbligatorio. Numeri ai quali vanno aggiunti altri, come ad esempio i 18 mila agenti delle forze dell’ordine che non hanno voluto o potuto fare il vaccino, e che quindi dal 15 ottobre saranno costretti a ricorrere a tamponi costanti per poter svolgere il proprio lavoro di garanzia della pubblica sicurezza.

Insomma, il grande successo di Draghi e del generale Francesco Paolo Figliuolo che i media avevano previsto non si è, in realtà, avverato. Nonostante un clima d’odio crescente, con i santoni-virologi che si permettono ormai di dare dei “sorci” ai non vaccinati (parole di Roberto Burioni) o auspicare un progressivo “schiacciamento degli opportunisti” (il ministro Renato Brunetta). Tra l’altro, il governo non ha nemmeno comunicato l’obiettivo da raggiungere per poter dichiarare cessata l’emergenza e allentare le misure restrittive. Segno di come un passo indietro non sia, ad oggi, nemmeno in discussione.

https://www.ilparagone.it/attualita/nonostante-il-green-pass-la-campagna-vaccinale-e-un-flop-ma-nessuno-lo-dice/?telegram2
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.