Autore Topic: Dati UFFICIALI USA: dall’Inizio dell’Inoculazione, +600% di Decessi Anomali  (Letto 53 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17410
  • Sesso: Maschio
Mi sembra interessante, nella situazione generale condividere con voi questo articolo di DataBaseItalia, che difficilmente troverete nei mezzi di informazione asserviti al regime che si sta imponendo nel nostro Paese. Buona lettura.

§§§
 

I dati disponibili dal Center for Disease Control negli Stati Uniti mostrano che da quando il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è stato avviato negli Stati Uniti, i decessi dovuti a “risultati clinici anomali non classificati altrove” sono aumentati in modo esponenziale rispetto ai livelli di vaccinazione pre-Covid-19.

Le statistiche ufficiali mostrano che il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è iniziato negli USA il 20 dicembre 2020. ed entro il 20 gennaio 2021 un totale di 14.270.441 persone aveva ricevuto una singola dose di siero contro il Covid-19 (4,3% della popolazione), mentre 2.161.419 di persone avevano ricevuto due dosi di siero contro il Covid-19 (0,7% della popolazione).


Fonte
Il ritmo del roll-out di Covid-19 sembra aver davvero accelerato, anche se intorno al 5 marzo 2021, a quel punto il 16,9% della popolazione aveva ricevuto una singola dose e l’8,7% della popolazione aveva ricevuto due dosi, perché entro il 24 aprile era aumentato al 42,1% della popolazione che riceveva una singola dose e al 28,2% della popolazione che riceveva due dosi.

Ma allo stesso tempo anche qualcos’altro iniziò ad aumentare sospettosamente, e cioè i decessi dovuti a reperti clinici anormali non classificati altrove.


Il grafico sopra è stato preso dai dati ufficiali del CDC che possono essere cercati qui (vedi Rif. 1) e mostra il numero di decessi dovuti a “segni di sintomi e risultati clinici e di laboratorio anormali non classificati altrove” per la settimana in cui si sono verificati .

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che le morti in questa categoria sono le seguenti :

Casi per i quali non è possibile formulare una diagnosi più specifica anche dopo che sono stati esaminati tutti i fatti rilevanti per il caso;
Segni o sintomi esistenti al momento del primo incontro che si sono rivelati transitori e le cui cause non sono state determinate;
Diagnosi provvisorie in un paziente che non è tornato per ulteriori indagini o cure;
Casi riferiti altrove per indagine o trattamento prima che fosse fatta la diagnosi;
Casi in cui non era disponibile una diagnosi più precisa per nessun altro motivo;
Alcuni sintomi, per i quali vengono fornite informazioni supplementari, che rappresentano di per sé importanti problemi nell’assistenza medica.
Come puoi vedere dal grafico sopra, il numero di decessi dovuti a reperti clinici anormali non classificati altrove ha mantenuto una media costante di poco più di 1.000 a settimana da febbraio 2020, ed era a questi livelli anche prima della presunta pandemia che colpiva gli Stati Uniti.

Tuttavia, verso la fine di marzo/inizio aprile 2021 si è verificato un improvviso aumento del numero di decessi anomali registrati a settimana, salendo improvvisamente a 2.000 a settimana a metà aprile, prima di aumentare a oltre 7.000 a settimana a metà settembre. , che rappresenta un aumento del 600% rispetto alla media osservata ogni settimana prima dell’inizio del roll-out della vaccinazione contro il Covid-19.

La domanda ovviamente è, perché?

La correlazione non è sempre uguale alla causalità, ma le somiglianze nel grafico seguente sono certamente molto sospette.


Il grafico sopra mostra il numero cumulativo di dosi di vaccini Covid-19 somministrati negli Stati Uniti ogni settimana insieme al numero di decessi dovuti a segni di sintomi e risultati clinici e di laboratorio anormali non classificati altrove registrati per settimana.

Come puoi vedere, il significativo aumento e poi il leggero calo del numero di vaccinazioni e del numero di decessi abortivi sono estremamente simili, suggerendo che le iniezioni sperimentali di Covid-19 sono la causa di un aumento del 600% delle morti anomale.

Sappiamo che i decessi non sono dovuti a Covid-19 in quanto sarebbero classificati come tali se lo fossero, e un aumento delle morti anomale non ha seguito l’introduzione del presunto virus SARS-CoV-2 negli Stati Uniti. L’unica cosa che hanno in comune milioni di persone da quando le morti anomale hanno iniziato a salire rispetto alla media prevista, è che a milioni di persone è stata somministrata un’iniezione sperimentale, per la quale non ci sono dati di sicurezza a lungo termine per sapere quali saranno le conseguenze.

I dati ufficiali del CDC suggeriscono che le conseguenze di una vaccinazione sperimentale di massa sono un aumento vertiginoso del numero di decessi dovuti a cause anormali non identificate, se non è una conseguenza allora è una coincidenza infernale, ma poi ancora una volta ci sembra di vivere nell’”era delle coincidenze”.

Riferimento 1

Per visualizzare i dati sul numero di decessi anomali sul sito CDC, è necessario eseguire le seguenti operazioni:

Seleziona il grafico della sequenza temporale dalle opzioni del grafico verso la parte superiore centrale della pagina.
Imposta la “Dimensione” su “Dati di fine settimana”
Impostare la ‘Misura’ su ‘Sintomi, segni e reperti clinici e di laboratorio anormali, non classificati altrove
Seleziona “Asse” dalla colonna di sinistra
Vai a “Ordinamento grafico” e seleziona “Crescente per etichetta”

Vai a Dati CDC: https://data.cdc.gov/d/muzy-jte6/visualization

https://www.marcotosatti.com/2021/10/13/dati-ufficiali-usa-dallinizio-dellinoculazione-600-in-più-di-decessi-anomali/
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.