Autore Topic: Aborto. Il Papa: a 3 settimane già formati tutti gli organi del concepito, è vit  (Letto 208 volte)

Online bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2624
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
https://www.avvenire.it/vita/pagine/aborto-il-papa-a-tre-settimane-gia-formati-tutti-gli-organi-del-concepito-e-vita-umana?fbclid=IwAR36b0uEuvPPKHOz-RTFIJdLY-X88SlO_2JulGFnD1fLq6H3ejqBXK56_VY

Non solo la smentita di ipotetiche dimissioni, la questione afghana, il processo Becciu: nella lunga intervista alla radio spagnola Cope, andata in onda il 1° settembre, il Papa ha risposto a domande su aborto ed eutanasia tornando su concetti che gli sono abituati ma aggiungendo alcune considerazioni molto attuali. Un passaggio del colloquio radiofonico che è sfuggito ai più, ma che ha un suo peso specifico che è bene cogliere.

Aborto
«In qualsiasi manuale di embriologia dato a uno studente di medicina alla scuola di medicina – ha detto Francesco parlando di aborto – si dice che, nella terza settimana di concepimento, a volte prima che la madre si renda conto [di essere incinta], tutti gli organi dell’embrione sono già delineati, anche il Dna. È una vita. È una vita umana. Alcuni dicono che non è una persona, ma è una vita umana! Così, di fronte a una vita umana, mi pongo due domande: è lecito eliminare una vita umana per risolvere un problema? Seconda domanda: è giusto assumere un sicario per risolvere un problema? È con queste due domande che si risolvono i casi di eliminazione della gente, da una parte o dall’altra, perché sono un peso per la società».

Eutanasia
Secondo il Papa, la legalizzazione dell’eutanasia cui si assiste in diversi Paesi è frutto della cultura prevalente: «Ciò che è inutile viene scartato – ha detto Francesco –. I vecchi sono materiale usa e getta: sono una seccatura: anche i malati terminali, anche i bambini indesiderati, rimandati al mittente prima di nascere». Questa cultura dello scarto ha un’influenza diretta sul declino della natalità, acuto in Occidente e in particolare in Paesi come Spagna e Italia: «La piramide si è invertita. È l’"inverno demografico" alla nascita, in cui ci sono più casi di aborto. La cultura demografica è in perdita perché guarda al profitto. Lo si mette davanti... a volte usando la compassione! Quello che la Chiesa chiede è di aiutare le persone a morire con dignità. Ha sempre fatto così».
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17367
  • Sesso: Maschio
Quindi prima di 3 settimane si può abortire? :ohmy: La contrarietà all'aborto non è fondata sulla formazione degli organi!
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline fritz

  • Affezionato
  • **
  • Post: 758
https://www.avvenire.it/vita/pagine/aborto-il-papa-a-tre-settimane-gia-formati-tutti-gli-organi-del-concepito-e-vita-umana?fbclid=IwAR36b0uEuvPPKHOz-RTFIJdLY-X88SlO_2JulGFnD1fLq6H3ejqBXK56_VY

Non solo la smentita di ipotetiche dimissioni, la questione afghana, il processo Becciu: nella lunga intervista alla radio spagnola Cope, andata in onda il 1° settembre, il Papa ha risposto a domande su aborto ed eutanasia tornando su concetti che gli sono abituati ma aggiungendo alcune considerazioni molto attuali. Un passaggio del colloquio radiofonico che è sfuggito ai più, ma che ha un suo peso specifico che è bene cogliere.

Aborto
«In qualsiasi manuale di embriologia dato a uno studente di medicina alla scuola di medicina – ha detto Francesco parlando di aborto – si dice che, nella terza settimana di concepimento, a volte prima che la madre si renda conto [di essere incinta], tutti gli organi dell’embrione sono già delineati, anche il Dna. È una vita. È una vita umana. Alcuni dicono che non è una persona, ma è una vita umana! Così, di fronte a una vita umana, mi pongo due domande: è lecito eliminare una vita umana per risolvere un problema? Seconda domanda: è giusto assumere un sicario per risolvere un problema? È con queste due domande che si risolvono i casi di eliminazione della gente, da una parte o dall’altra, perché sono un peso per la società».

Eutanasia
Secondo il Papa, la legalizzazione dell’eutanasia cui si assiste in diversi Paesi è frutto della cultura prevalente: «Ciò che è inutile viene scartato – ha detto Francesco –. I vecchi sono materiale usa e getta: sono una seccatura: anche i malati terminali, anche i bambini indesiderati, rimandati al mittente prima di nascere». Questa cultura dello scarto ha un’influenza diretta sul declino della natalità, acuto in Occidente e in particolare in Paesi come Spagna e Italia: «La piramide si è invertita. È l’"inverno demografico" alla nascita, in cui ci sono più casi di aborto. La cultura demografica è in perdita perché guarda al profitto. Lo si mette davanti... a volte usando la compassione! Quello che la Chiesa chiede è di aiutare le persone a morire con dignità. Ha sempre fatto così».


Una societa' fondata sul denaro inevitabilmente vuole fare fuori chiunque non sia produttivo. E diminuire il numero di dividendi, da cui l'aborto ...

Se non ci mettiamo in testa che la questione maschile e' intrinsecamente legata al cambio di rotta della societa' Occidentale, sempre piu' avviata verso il suo tramonto, non ne usciremo mai.

Il forum rimane una bella idea, ma dopo un anno e mezzo di letture noto con tristezza che sono pochissimi ad avere capito. Altri invece si trovano qui per caso, anzi diciamo che della questione maschile non gli interessa niente, sono solo qui per soddisfare i loro scopi personali.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17367
  • Sesso: Maschio
Se non ci mettiamo in testa che la questione maschile e' intrinsecamente legata al cambio di rotta della societa' Occidentale, sempre piu' avviata verso il suo tramonto, non ne usciremo mai.
Lo dico da anni, aspetta e spera
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.