Autore Topic: In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani  (Letto 5472 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #60 il: Gennaio 25, 2023, 12:56:34 pm »
Non me ne parlare, ogni volta che si accenna l'argomento vedo rosso. All'università ho visto capre imparare libri a pappagallo e prendere 30, con inflazioni dell'ego non immaginabili. Ma un prof. di un'altra università si lasciò sfuggire in un libro, che le donne sono spintea laurearsi per ridurre la popolazione. Anche se, per ovvi motivi, a procreare oggi sono solo le capre

Quindi....i Talebani....c'è da capirli.... :D

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20488
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #61 il: Gennaio 26, 2023, 08:08:52 am »
Non li capisco ma è probabile che tra un secolo ci saranno più talebani che italiani. Intendo in Italia
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #62 il: Gennaio 26, 2023, 10:01:56 am »
Non li capisco ma è probabile che tra un secolo ci saranno più talebani che italiani. Intendo in Italia

Le femministe saranno contente.... :D

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20488
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #63 il: Gennaio 26, 2023, 10:45:44 am »
Molto. E felici di portare il velo come la loro maestra Boldrina
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #64 il: Gennaio 26, 2023, 13:48:28 pm »
Molto. E felici di portare il velo come la loro maestra Boldrina

Con i Talebani sarebbero capaci e disposte persino ad entrare in un harem. Puoi starne certo! :lol:

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20488
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #65 il: Gennaio 26, 2023, 19:46:20 pm »
Con i Talebani sarebbero capaci e disposte persino ad entrare in un harem. Puoi starne certo! :lol:
Non finisce sempre bene: è nota l'insofferenza delle nostre concittadine per le responsabilità e la routine coniugali, ma con i musulmani il ricatto del divorzio non funziona. Il resto è cronaca
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9753
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #66 il: Gennaio 27, 2023, 01:37:50 am »
Detto da te è un gran bel riconoscimento! :lol:


 :cool:
In compenso io son più grosso e più forte del talebano medio.  :cool2:
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #67 il: Gennaio 27, 2023, 09:49:23 am »

 :cool:
In compenso io son più grosso e più forte del talebano medio.  :cool2:

Ma saresti disposto a morire e a combattere per ben vent'anni pur di mandare a casa gli americani? Io avrei qualche dubbio!  :hmm:

Online Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9753
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #68 il: Gennaio 27, 2023, 18:30:42 pm »
Massimo, io sono italiano non afgano, perciò è chiaro che la mia mentalità è diversa da quella dei talebani.
Bisognerebbe nascerci in quei luoghi per trovare la forza e il coraggio di farsi anche ammazzare in guerra.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #69 il: Gennaio 27, 2023, 20:16:58 pm »
Massimo, io sono italiano non afgano, perciò è chiaro che la mia mentalità è diversa da quella dei talebani.
Bisognerebbe nascerci in quei luoghi per trovare la forza e il coraggio di farsi anche ammazzare in guerra.
Certo, la differenza, anche culturale, tra Afghanistan ed Italia è abissale. Paesi duri e difficili generano uomini duri. Ma si può fare anche un'altra considerazione: in paesi del genere si è più disposti a rischiare la vita (e a perderla) appunto perchè si vive (male) lì. Un abitante della città di Sibari si recò a Sparta e notò che gli uomini spartani mangiavano solo della brodaglia immonda (anche se altamente proteica) e si dedicavano solo alle esercitazioni militari (il lavoro lo facevano le donne e gli iloti, cioè gli schiavi) e alla fine sentenziò: "Sfido che gli spartani sono bravi soldati: con la vita che fanno che paura possono avere della morte?. Dalle mie parti il più vigliacco preferirebbe morire cento volte piuttosto che fare una vita simile!". Questo è il punto.

Online Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9753
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #70 il: Gennaio 27, 2023, 20:54:08 pm »
Certo, la differenza, anche culturale, tra Afghanistan ed Italia è abissale. Paesi duri e difficili generano uomini duri. Ma si può fare anche un'altra considerazione: in paesi del genere si è più disposti a rischiare la vita (e a perderla) appunto perchè si vive (male) lì. Un abitante della città di Sibari si recò a Sparta e notò che gli uomini spartani mangiavano solo della brodaglia immonda (anche se altamente proteica) e si dedicavano solo alle esercitazioni militari (il lavoro lo facevano le donne e gli iloti, cioè gli schiavi) e alla fine sentenziò: "Sfido che gli spartani sono bravi soldati: con la vita che fanno che paura possono avere della morte?. Dalle mie parti il più vigliacco preferirebbe morire cento volte piuttosto che fare una vita simile!". Questo è il punto.

Massimo, queste per me sono ovvietà.
Quando non hai nulla non temi nulla.
E' quando hai qualcosa (o molto) da perdere che temi di perdere quel che hai.
Io sono nato nel 1971 (quindi una decina di anni dopo di te; o giù di lì), sicché son stato giovane in una parte di mondo e in un' epoca che per certi aspetti ritengo la migliore della storia.
Fossi (fossimo) nato (nati) in Afghanistan la mia (nostra) gioventù sarebbe stata una merda, per cui la differenza tra vivere e morire sarebbe stata molto più sottile.

«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20488
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #71 il: Gennaio 27, 2023, 22:45:15 pm »
In Occidente abbiamo gente che ha perso tutto ma non è disposta ad andare in guerra, sogna l'eutanasia. La differenza tra noi e loro è che noi siamo una civiltà morente, loro saranno anche pecorai ma non lo sono. Il processo si potrebbe invertire, ma non lo si fa e più passa il tempo più scarse sono le possibilità di salvare il nostro beneamato e un po' debosciato Paese
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6675
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #72 il: Gennaio 28, 2023, 01:12:12 am »
In Occidente abbiamo gente che ha perso tutto ma non è disposta ad andare in guerra, sogna l'eutanasia. La differenza tra noi e loro è che noi siamo una civiltà morente, loro saranno anche pecorai ma non lo sono. Il processo si potrebbe invertire, ma non lo si fa e più passa il tempo più scarse sono le possibilità di salvare il nostro beneamato e un po' debosciato Paese
Dillo più chiaramente: l'Occidente ha perso vitalità, perchè una società che si organizza attorno al mercato, alla produzione, al consumo, che mercifica ogni cosa, anche e soprattutto le persone, chiamate appunto "risorse umane", che fa dell'economia e della tecnologia i suoi punti di assoluto riferimento e che idolatra lo Sviluppo e la Competibilità come le nuove divinità e i suoi nuovi feticci non può produrre valori e non è in grado di produrne. Laddove invece in Afghanistan, ma anche in Russia esistono valori, magari obsoleti e aberranti ai nostri occhi ma che motivano alla lotta e al sacrificio. Per questo sono convinto che, dopo i Talebani, sarà Putin e con lui la Russia a vincere la guerra.

Online Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9753
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #73 il: Gennaio 28, 2023, 10:59:14 am »
In Occidente abbiamo gente che ha perso tutto ma non è disposta ad andare in guerra, sogna l'eutanasia. La differenza tra noi e loro è che noi siamo una civiltà morente, loro saranno anche pecorai ma non lo sono. Il processo si potrebbe invertire, ma non lo si fa e più passa il tempo più scarse sono le possibilità di salvare il nostro beneamato e un po' debosciato Paese

Tu ci andresti in guerra ?
Io dico di no.
Tra il dire e il fare ci passa di mezzo l'oceano atlantico.
Dirò di più: nessuno degli utenti di questo forum, come di altri spazi virtuali dove si trattano questi argomenti, sarebbe disposto a rischiare la propria vita in qualche guerra di merda.
Altro discorso è per chi nasce nella merda, in paesi di merda, come l'Afghanistan.
Quando non hai avuto nulla dalla vita, morire per qualcosa è molto più facile che vivere per niente.
Fossero nati qui, in questa parte di mondo, gli afgani sarebbero uguali non solo agli occidentali, ma anche a tanti popoli dell'Europa dell'est, che nei fatti non sono affatto diversi da quelli occidentali.
Per esempio: quanti, in Ungheria, sarebbero disposti a morire in guerra ?
E in Slovacchia ?
E in Repubblica Ceca ?
E in Albania ?
E in Moldavia?
E in Macedonia ?
E in Grecia ?


Citazione
Il processo si potrebbe invertire,

Come ?
Scrivendo su un forum ?
Oppure usando la bacchetta magica ?
Vicus, noi comuni mortali siamo niente di fronte a certi eventi.
« Ultima modifica: Gennaio 28, 2023, 11:14:51 am da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 20488
  • Sesso: Maschio
Re:In Afghanista trionfa il "maschilismo" dei Talebani
« Risposta #74 il: Gennaio 28, 2023, 16:01:13 pm »
Tu ci andresti in guerra ?
Posto che non ho detto che andrei in guerra, in Italia c'è gente che rischia la vita per una squadra di calcio, o addirittura chiede l'eutanasia ma alla guerra non andrebbe.
Credo dipenda anche da quanto uno tenga al proprio Paese, non ho l'età per la leva ma se una guerra potesse salvarlo non resterei dietro a uno schermo. E tu?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.