Autore Topic: Kissinger avverte Biden: accetta il nuovo ordine o ti ritrovi peggio che nel '14  (Letto 325 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16407
  • Sesso: Maschio
Anche Kissinger avverte Biden: accetta il nuovo sistema globale o ti trovi ad una crisi geopolitica come quella precedente la prima guerra mondiale

Con la Casa Bianca che provoca continuamente tensioni contro Russia e Cina, il decano della politica estera americana,  Henry Kissinger , ha drammaticamente avvertito Washington la scorsa settimana o di accettare un nuovo sistema internazionale o di continuare a spingere le tensioni che stanno portando a una situazione simile alla vigilia del Prima guerra mondiale.

Il diplomatico veterano ha esortato gli Stati Uniti a capire che non tutti i problemi hanno “soluzioni finali” e ha avvertito:

“Se non arriviamo a un’intesa con la Cina su quel punto, allora ci troveremo in una situazione di tipo precedente alla prima guerra mondiale in cui ci sono conflitti perenni che vengono risolti immediatamente ma uno di essi esce fuori controllo a un certo punto. “

Tuttavia, l’idea che gli Stati Uniti dovrebbero smettere di imporre la propria volontà a tutti gli altri non sarà facilmente accettata a Washington. Ciò è attestato dalla retorica tagliente e dagli insulti personali che il presidente americano  Joe Biden lancia  continuamente contro i suoi omologhi russi e cinesi,  Vladimir Putin e Xi Jinping. 

Il 18 marzo in Alaska, l’ alto funzionario cinese  Yang Jiechi ha  dichiarato al  Segretario di Stato americano Anthony Blinken che “gli Stati Uniti non hanno le qualifiche per dire che vogliono parlare alla Cina da una posizione di forza”. Poi,  il 22 marzo, durante il loro incontro a Pechino ,  il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov  e il suo omologo cinese  Wang Yi hanno detto coraggiosamente che “salvaguardano congiuntamente il multilateralismo, mantengono il sistema internazionale con le Nazioni Unite al centro e l’ordine internazionale basato sul diritto internazionale. , mentre si oppone fermamente alle sanzioni unilaterali e alle interferenze negli affari interni di altri paesi “.

Kissinger non  è il solo a criticare la stupidità geopolitica dei Biden & Co:

Robert Gates , ex direttore della CIA e Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, ha ammesso in una recente intervista al  Washington Post  che le sanzioni contro la Russia non giovano agli Stati Uniti. In  The National Interest ,  Robert Kaplan  descrive la Russia come un “problema infernale” perché non può essere sottomesso. Kaplan ha offerto ragioni per cui è necessario che la Russia “si allontani dalla sua alleanza unilaterale con la Cina” e trovi un equilibrio con gli Stati Uniti

La maldestra politica di aggressione di Washington per mantenere un ordine mondiale unipolare ha funzionato a favore di Cina e Russia, soprattutto nell’accelerare la loro cooperazione.

https://www.maurizioblondet.it/anche-kissinger-avverte-biden-accetta-il-nuovo-sistema-globale-o-ti-trovi-ad-una-crisi-geopolitica-come-quella-precedente-la-prima-guerra-mondiale/?utm_medium=push&utm_source=onesignal&utm_campaign=push_friends
« Ultima modifica: Aprile 10, 2021, 15:30:50 pm da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5455
Durante la Prima Guerra Mondiale venne chiesto a Gavrilo Princip che aveva ucciso l'arciduca Francesco Ferdinando scatenando così quella immane catastrofe se si riteneva responsabile della carneficina che ne era scaturita. L'attentatore serbo rispose in questo modo: "Se non avessi sparato, la Germania avrebbe trovato un altro pretesto per iniziare la guerra". Aveva ragione: lo stato maggiore tedesco era ormai ossessionato dalla crescita economica della Russia che si sarebbe inevitabilmente tradotta in un potenziamento militare ed istigava il Kaiser alla guerra prima che fosse troppo tardi. Ma la Russia era alleata della Francia; quindi bisognava distruggere la Francia che disponeva di un esercito molto più moderno prima di rivolgere l'esercito tedesco contro la Russia. E per fare ciò bisognava attaccare a fondo ad occidente con tutto l'esercito e schiacciare la Francia prima che la Russia completasse la mobilitazione dell'esercito. Ma questo piano (detto Schlieffen) non venne eseguito con il dovuto tempismo e nei dovuti dettagli così che fallì e la Germania fu costretta a combattere su due fronti prima e perdere la guerra poi. Oggi la situazione è simile: Gli USA sono ossessionati dalla crescita economica della Cina (facilitata da loro stessi) e dal potenziamento militare della Russia: se lasciano andare le cose per il loro verso senza fare un bel niente, per la supremazia militare, finanziaria ed economica americana è finita e il mondo diventa multipolare. Questo significa che il tenore di vita attuale dell'elite americana ha i giorni contati e questo bisogna impedirlo assolutamente e a tutti i costi. Quindi, occorre scegliere il bersaglio: chi attaccare per primo? Trump e quelli dietro a lui voleva e volevano attaccare prima la Cina stabilendo dapprima rapporti amichevoli con Putin. Biden invece, quelli dietro a lui vuole attaccare, vogliono attaccare prima la Russia perchè militarmente più potente della Cina, come la Francia lo era più della Russia zarista. Gli USA rischiano, come la Germania nel 1914, di combattere su due fronti e di venire alla fine sconfitti. Già adesso hanno gettato la Russia nelle braccia della Cina alla quale ha finito per erogare il loro gas e non più tanto o solo all'Europa (che così paga la sua condizione di colonia degli USA). Ci stiamo avviando ad una situazione così talmente pericolosa che persino Kissinger si è levato a lanciare un grido di allarme: siamo in una situazione prebellica, a meno che ora l'America non accetti il nuovo stato di cose che si sta delineando. Ma gli USA non l'accetteranno perchè l'elite americana non intende accettarlo e si sta preparando appunto alla guerra per impedirlo e salvaguardare la sua posizione di predominio assoluto. Giulietto Chiesa, basandosi su documenti attendibilli riteneva probabile un attacco entro il 2024. Chi sarà adesso il nuovo Gavrilo Princip?

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16407
  • Sesso: Maschio
Già tempo fa ci furono ingaggi nel Mar Nero: ne basta un altro qualunque.
Più di 10 anni fa l'economista Maurizio D'Orlando disse che una futura crisi economica sarebbe coincisa con una guerra. Pare non se ne possa proprio fare a meno.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.