Autore Topic: Come TI DISTRUGGO la femmina saccente  (Letto 664 volte)

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5591
Come TI DISTRUGGO la femmina saccente
« il: Aprile 05, 2021, 22:46:33 pm »
Un RARO esempio di assertività maschile che riduce al silenzio una femmina autoreferenziale: un modello di argomentazione che ogni maschio moderno dovrebbe imitare e alla quale dovrebbe ispirarsi: un concentrato di intelligenza, sarcasmo, ironia, cultura che annienta la femmina supponente che ammorba oramai ogni ambiente professionale e non e che dovrebbe essere oggetto di ammirazione per tutti noi. Tratto da una scena insuperabile del film "La Grande Bellezza". Mitico e inarrivabile come sempre Toni Servillo. Buona visione e soprattutto
BUON ASCOLTO!!!


Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17149
  • Sesso: Maschio
Re:Come TI DISTRUGGO la femmina saccente
« Risposta #1 il: Aprile 06, 2021, 00:32:34 am »
Battuta finale impagabile! Peccato che il regista l'abbia seppellita in ben sei minuti di dialogo. Nel cinema devono parlare le immagini, i dialoghi devono essere ridotti all'osso mostrando le reazioni dei protagonisti per attenuarne l'effetto anti-cinematografico. Per George Lucas già un minuto di dialogo era troppo. Che cambiamento da Monicelli, in cui brevi battute graffianti facevano da contrappunto a gag comiche serrate.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5591
Re:Come TI DISTRUGGO la femmina saccente
« Risposta #2 il: Aprile 06, 2021, 00:53:11 am »
Battuta finale impagabile! Peccato che il regista l'abbia seppellita in ben sei minuti di dialogo. Nel cinema devono parlare le immagini, i dialoghi devono essere ridotti all'osso mostrando le reazioni dei protagonisti per attenuarne l'effetto anti-cinematografico. Per George Lucas già un minuto di dialogo era troppo. Che cambiamento da Monicelli, in cui brevi battute graffianti facevano da contrappunto a gag comiche serrate.

Toni Servillo ha bisogno dei suoi tempi e dei suoi spazi. A uno come lui glieli possiamo anche concedere. Pur di far fare una figura di merda a femmine come quella impersonata da Galatea Ranzi io gli avrei concesso anche ben sei ORE di dialogo. Del resto, tutte da ascoltare da un pezzo da novanta come Toni Servillo.

Offline lo scomunicato

  • Utente
  • *
  • Post: 64
Re:Come TI DISTRUGGO la femmina saccente
« Risposta #3 il: Aprile 09, 2021, 10:07:24 am »
stupendo. e devastante come solo la verità può essere.
Onde io pregio i morti, che già son morti, più che i viventi, che sono in vita fino ad ora.  Anzi più felice che gli uni, e che gli altri, giudico colui che fino ad ora non è stato; il qual non ha vedute le opere malvage che si fanno sotto il sole.

Offline Paride

  • Utente
  • *
  • Post: 88
Re:Come TI DISTRUGGO la femmina saccente
« Risposta #4 il: Aprile 09, 2021, 10:33:37 am »

peccato che se fosse successo davvero oggi nella realtà il nostro mitico Servillo (personalmente attore che adoro, i suoi soli silenzi occupano scene che potrebbero essere infinite) sarebbe stato oggetto di linciaggio da parte di tutti gli uomini del convivium, reo di avere semplicemente raccontato la verità