Autore Topic: diventate medici, infermieri, biologi  (Letto 98 volte)

Online bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2332
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
diventate medici, infermieri, biologi
« il: Maggio 23, 2020, 20:10:05 pm »
Mi auguro che il coronavirus abbia fatto venire la voglia a molti giovani uomini di studiare medicina, infermieristica e biologia. Settori ora stra-pieni di studentesse.
Sono settori essenziali, dove un equilibrio  dei generi è secondo me auspicabile.
Staremo a vedere.
Se molti vorranno lottare contro i mostri delle malattie, sul campo o facendo ricerca. Sentirsi maghi e cavalieri è possibile anche in questo modo. Certo più maschio questo che pomparsi in palestra e fare il tamarro.
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 14460
  • Sesso: Maschio
Re: diventate medici, infermieri, biologi
« Risposta #1 il: Maggio 23, 2020, 21:35:31 pm »
 :clapping:
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 8512
  • Sesso: Maschio
Re: diventate medici, infermieri, biologi
« Risposta #2 il: Maggio 24, 2020, 01:14:11 am »
Mi auguro che il coronavirus abbia fatto venire la voglia a molti giovani uomini di studiare medicina, infermieristica e biologia. Settori ora stra-pieni di studentesse.
Sono settori essenziali, dove un equilibrio  dei generi è secondo me auspicabile.
Staremo a vedere.
Se molti vorranno lottare contro i mostri delle malattie, sul campo o facendo ricerca. Sentirsi maghi e cavalieri è possibile anche in questo modo. Certo più maschio questo che pomparsi in palestra e fare il tamarro.

Sì, ma il paragone con il pomparsi in palestra lascia veramente il tempo che trova.
Son due cose ben distinte.