Autore Topic: opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?  (Letto 175 volte)

Online bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2332
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?
« il: Maggio 17, 2020, 10:12:48 am »
Mi rivolgo a quanti fanno riferimento all'antifemminismo cattolico (una volta c'erano in questo forum ma non frequento da molto). 

Cosa ne pensate de "il popolo della famiglia" di Adinolfi ?

può essere interessante ?
è un femminismo in stampo cattolico?
un cattolicesimo in salsa politicamente corretta?   
un anti-femminismo serio e i limiti sono quelli che si devono ad un partito che vuole prendere voti e quindi non osa più di tanto ?
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Online bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2332
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
Re:opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?
« Risposta #1 il: Maggio 17, 2020, 10:13:35 am »
il loro sito:

https://ilpopolodellafamiglia.net/

p.s.
in particolare vorrei chiedere la vostra opinione sulla proposta del "reddito di maternità"
Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 14460
  • Sesso: Maschio
Re:opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?
« Risposta #2 il: Maggio 17, 2020, 10:48:20 am »
E' un movimento che conosco poco, ma da alcuni dati mi sembra di un cattolicesimo di stampo "elettorale":
- Il fondatore proviene dal famigerato Piddì, il partito più femminista della storia d'Italia
- Non si può definire un cattolico esemplare, avendo sposato in seconde nozze a Las Vegas la belloccia della situazione. Il matrimonio-casinò suggerisce che è tuttora sposato sia civilmente sia canonicamente. Se è così, la sua posizione è quella di adultero pubblico
- Malgrado la vastità del mondo cattolico e la sua ampia partecipazione a manifestazioni pro-vita, prende pochissimi voti. Il che dimostra che, come minimo, non convince
- Non si è opposto al mantenimento dell'ex convivente. Ma almeno si è opposto alla Cirinnà, cosa che nessun altro movimento progressista-LGBT ha fatto per ovvie ragioni

Qualche lato positivo però, almeno sulla carta c'è:
- La famiglia è il nucleo essenziale di ogni società, piaccia o no non se ne può fare a meno e non si può sostituire con falansteri, comuni e uomini-picari. Senza famiglie la popolazione e la civiltà italiana spariranno e non è cosa da poco visto l'insostituibile ruolo civilizzatore del nostro Paese ancora oggi.
- E' contrario all'agenda politica LGBT che non solo si propone di abolire la famiglia, in alleanza col femminismo, ma anche l'eterosessualità e la stessa maschilità:
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,1544.0.html
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,1002.0.html
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,1441.0.html
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,1872.0.html
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,1797.0.html
- E' contrario alla Convenzione di Istanbul

Veniamo ora al reddito di maternità (come lo propone lui). Innegabilmente favorirebbe la demografia, che è una vera e propria emergenza nazionale, disincentiverebbe il lavoro femminile che genera donne in carriera che non fanno figli e rispettano meno gli uomini, permetterebbe a coppie monoreddito di avere figli, ridurrebbe gli aborti. Tuttavia tengo a puntualizzare che sono contrario al reddito di maternità così come proposto per una serie di motivi:
- Non tiene conto dei diritti dei padri
- In quanto fonte di reddito può incentivare il divorzio
- Non revoca il privilegio degli alimenti
- Come avviene già all'estero, verrebbe usato dalle donne per fare figli con uomini alfa di passaggio (diritti dei padri e dei figli calpestati)
- Come avviene già all'estero, verrebbe sfruttato da donne immigrate che fanno in media otto figli (sempre con uomini di passaggio) a spese del contribuente, causando una vera e propria sostituzione etnica.

Potrebbe funzionare con queste modifiche:
- Andrebbe chiamato reddito familiare, e dovrebbe essere riservato a coppie sposate o comunque stabili
- Dovrebbe essere versato su un conto intestato alla famiglia o versato al 50% al padre
- Andrebbe revocato col divorzio o almeno in caso di affido condiviso non effettivamente applicato; altrimenti, dovrebbe essere corrisposto al 50% al padre
- Dovrebbe essere riservato a cittadini italiani (sempre se non fanno lo ius soli)

E tu cosa ne pensi?
« Ultima modifica: Maggio 17, 2020, 11:10:30 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online bhishma

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2332
    • maschileindividuale -  QM da Sinistra
Re:opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?
« Risposta #3 il: Maggio 23, 2020, 19:32:22 pm »

E tu cosa ne pensi?


io non sono cattolico e quindi non sono d'accordo all'impostazione di fondo dei movimenti cattolici.

Per i piccoli partiti di nicchia, nutro sempre un certo interesse. Qualunque collocazione abbiano, quantomeno perchè spesso esprimono esigenze che i grandi partiti (per ragioni elettorali quasi sempre) non vogliono esprimere.

Adinolfi lo considero un buon polemista in generale. 
La sua formazione però non la vedo tanto come frutto del PD quanto del partito polare:
https://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Adinolfi#Carriera_politica

Io ho riposto le mie brame nel nulla.
(Stirner , L'Unico e la sua proprietà)
http://maschileindividuale.wordpress.com/

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • *****
  • Post: 14460
  • Sesso: Maschio
Re:opinioni su "popolo della famiglia" di Adinolfi ?
« Risposta #4 il: Maggio 23, 2020, 21:43:42 pm »
Già però nel PD c'è stato, il che porta a pensare a un "cattolico elettorale". Comunque non convince il mondo cattolico.

Ad oggi purtroppo non esiste in Italia un partito cattolico degno di questo nome, ma ci sono già buoni movimenti e fondazioni culturali che fanno ben sperare.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.