Autore Topic: "Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione  (Letto 983 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Dopo una riconciliazione tattica con gli Incel, il "carattere" di Stasi riemerge. Un'immagine vale mille parole:


E non è finita qui. Per non fargli pubblicità, abbiamo omesso la radice del link:
...talkersaraitu.com/una-domenica-delirante-tra-le-truppe-di-non-una-di-meno/

In questo passaggio, il nostro Stasi (che per ragioni ignote continua a usare lo pseudonimo di Giorgio Russo) afferma che "l'approccio Incel" presta il fianco alla critica femminista:

"E' tipico di una certa subcultura attribuire ad altri i propri difetti e le vagine armate non sembrano fare eccezione. Nel criticare il brano proposto, spunta poi un "topos", un luogo comune standard utilizzato per denigrare qualunque contenuto: roba da incel.
Un concetto che torna ossessivamente, come primo tentativo di mettere a tacere qualunque voce contraria al "dogma". A riprova, tra l'altro, di come l'approccio incel sia diventato pressoché paradigmatico nella narrazione femminista per la definizione di qualcosa di sgradito e inaccettabile. Un motivo in più, come abbiamo detto spesso, perché gli incel revisionino la propria narrativa così da scardinare i luoghi comuni."


E' evidente l'imbarazzo di Stasi per gli Incel, tacciati di essere sfigati dalle femministe, per cui  devono "revisionare la propria narrativa" per non rovinare la reputazione, di riflesso, a Stalker Sarai Tu.
Questa è la risposta costante di Davide Stasi al disagio maschile, visto sostanzialmente come un intralcio da nascondere come polvere sotto il tappeto, e di cui vergognarsi, al massimo da tener buono con mosse tattiche che non vanno al di là delle parole.
Se anche avesse ragione (ammesso e non concesso), chi si crede di essere questo Stasi? Chi ha chiesto il suo consiglio?
Perché quando delle femministe criticano uomini, dà loro ragione? Ha parole molto più concilianti con le "femministe moderate" di cui sogna, non corrisposto, l'alleanza (senza contare la "stragrande maggioranza delle donne" da lui incensate che però sul suo blog mancano all'appello e di alleanze non vogliono proprio sapere).


Cosa dice il Politburo, dobbiamo ancora "unirci" alla Stasi? E gli Incel pure? Magari han da fare autocritica perché la Stasi non sbaglia mai.
Sono certo che ora, seguiranno scuse e frasi di cortesia in un ulteriore tentativo di prendere per il culo gli Incel.

E ora, tutti in coro: uniti con Stasi!

« Ultima modifica: Aprile 21, 2020, 22:31:30 pm da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #1 il: Aprile 23, 2020, 09:10:38 am »
Non ho fatto in tempo a terminare il post, che Stasi ha fatto ancora ironie gratuite sugli Incel, in onore al principio di rispetto e unità invocato dai suoi mentori. La strategia della Stasi, a corto di argomenti, è la stessa di sempre, censura dei dissidenti e derisione:


Questo è il trattamento che Stasi riserva ad altri attivisti maschili e la sua risposta al disagio maschile!

Ma nel Partito Unico vige il divieto di criticare, quindi cantiamo insieme il ritornello: uniti con la Stasi!

« Ultima modifica: Aprile 23, 2020, 09:27:02 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #2 il: Aprile 23, 2020, 09:54:17 am »
Secondo me Stasi è infastidito dagli incel perché li percepisce semplicemente come individui che hanno già un loro schema e una loro terminologia per cui vede degli alieni e meno capaci di interagire con la sua lunghezza d'onda comunicativa.
Ho provato a spiegargli più volte che l' incel in realtà non esiste perché è colui che da definizione è celibe involontariamente, mentre lui li confonde con i sostenitori della teoria LMS, teoria semplificativa in quale i seguaci utilizzano molti acronimi li rendono individualizzabili.
Non che a me non diano fastidio tutti questi acronimi le parole inglesi tecniche per spiegare concetti che si potrebbero spiegare anche in italiano, ma anche la teoria LMS è una teoria che può essere interpretata in maniera meno rigida e più larga.
Alla fine quello che viene è uno scontro tra due rigidità: rigidità degli LMS che nel tentativo di giustificare il proprio insuccesso sessuale danno dei parametri freddi e semplificatori ai Gusti Sessuali Femminili, contro la rigidità dei detrattori della lms come Stasi che è preoccupato che la comunicazione antifemminista venga sopraffatta da teorici che seguono il femminismo degli antifemminismo da prima di lui.

In realtà da sempre gli uomini parlano di donne contraendosi attraverso queste due fazioni: quelli per cui conta il carattere e quelli per cui conta l'aspetto fisico. Lo fanno già dai tempi delle scuole elementari e se non cambieranno idea gli ultimi evolveranno in LMS e i primi appassionati di seduzione.
Credo che Stasi non sia ancora in grado di distinguere le tue parti e di trovare una sintesi, per questo reagisce in maniera scomposta.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #3 il: Aprile 23, 2020, 10:35:16 am »
L'ipergamia esiste ma le teorie come LMS e altre non hanno valore assoluto.
Vedo però una forte contraddizione tra gli appelli all'unità di Stasi e mentori (un'unità  tral'altro non paritaria ma esclusivamente a supporto di Stasi e della sua narrativa) e la sua costante, gratuita derisione degli Incel che non gli hanno mai fatto nulla.
Non si può spiegare se non con la sua presunzione di carattere e col fatto che secondo lui, gli Incel rovinano la sua immagine perché usati dalle femministe contro i movimenti maschili. Per cui li tratta come il parente scomodo e handicappato, da nascondere in uno stanzino per non creare imbarazzo.
Cerca alleanze con le femministe, ma sfotte gratuitamente il disagio maschile. Bella lezione di rispetto e unità, non c'è che dire.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #4 il: Aprile 23, 2020, 11:46:32 am »
Più che cercare alleanze con le femministe secondo me cerca alleanze con le femmine.
Succede un po' Come in politica quando un partito Si autodefinisce pronto a fare alleanze con altri partiti ma sotto sotto non è disposto ad accettare qualcuno che normalmente è più all'estremità di lui. Quindi a sinistra si guarda verso il centro, e a destra si guarda verso il centro. Perché al centro si innalza la curva gaussiana.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #5 il: Aprile 23, 2020, 13:48:14 pm »
A me pare che, come sempre, più le incensa più le femmine mancano all'appello. Non so se giovi alla causa maschile dire che "la stragrande maggioranza delle donne è dalla parte degli uomini", fosse vero la QM non esisterebbe neppure.
Come non giova dire che fa da servo alle femmine di casa, "con lo strofinccio sul braccio": se lo dicesse un nuovo utente qui, penserebbero tutti subito a un troll.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9377
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #6 il: Aprile 23, 2020, 18:56:41 pm »
Non conosco Stasi, né mai lo conoscerò, però un' idea me la sono fatta su di lui.
Innanzitutto voglio dire che non lo reputo affatto uno stupido; anzi, ha una buona parlantina, un linguaggio fluido, ed è sicuramente un uomo intelligente.
Al tempo stesso, però, è un uomo che non viene dalla "plebe", (come me, tanto per esser chiaro) sicuramente è uno che non ha mai avuto grandi problemi economici, (buon per lui) ancor più certamente le donne non gli sono mai mancate e fino a quattro anni fa non gliene fregava niente del femminismo e di tutto l' ambaradan che tale ideologia si porta dietro.
Ancor di meno gliene fregava degli uomini e delle loro rogne (vabbe', questo è un discorso che riguarda altri milioni e milioni di uomini...).
Poi, a un certo punto della vita, una vicenda personale gli ha aperto gli occhi, facendogli scoprire un mondo che nemmeno immaginava esistesse.
Da lì "il diluvio".
Il problema, però, è che ciò che sei stato per una vita non lo puoi cancellare con un colpo di bacchetta magica.
Consequenzialmente un uomo che fino a poco tempo fa non aveva mai avuto particolari problemi con l'altro sesso, non può né mai potrà comprendere fino in fondo le problematiche dei c.d. incel, perché per capirle bisogna o averle vissute personalmente, o essere dotati di una spiccata sensibilità.
E lui questa sensibilità non ce l'ha.
Poi, intendiamoci, è in buonissima compagnia.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9377
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #7 il: Aprile 23, 2020, 19:36:37 pm »
A me pare che, come sempre, più le incensa più le femmine mancano all'appello. Non so se giovi alla causa maschile dire che "la stragrande maggioranza delle donne è dalla parte degli uomini", fosse vero la QM non esisterebbe neppure.
Come non giova dire che fa da servo alle femmine di casa, "con lo strofinccio sul braccio": se lo dicesse un nuovo utente qui, penserebbero tutti subito a un troll.

In base alla mia esperienza posso dire che è l'esatto contrario.
E sempre in base alla mia personale esperienza posso sostenere che il discorso non riguarda la stragrande maggioranza delle donne, bensì la quasi totalità.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17791
  • Sesso: Maschio
Re:"Dobbiamo essere uniti con Stasi": che attacca gli Incel a ripetizione
« Risposta #8 il: Aprile 23, 2020, 20:37:27 pm »
Non conosco Stasi, né mai lo conoscerò, però un' idea me la sono fatta su di lui.
Innanzitutto voglio dire che non lo reputo affatto uno stupido; anzi, ha una buona parlantina, un linguaggio fluido, ed è sicuramente un uomo intelligente.
Al tempo stesso, però, è un uomo che non viene dalla "plebe", (come me, tanto per esser chiaro) sicuramente è uno che non ha mai avuto grandi problemi economici, (buon per lui) ancor più certamente le donne non gli sono mai mancate e fino a quattro anni fa non gliene fregava niente del femminismo e di tutto l' ambaradan che tale ideologia si porta dietro.
Ancor di meno gliene fregava degli uomini e delle loro rogne (vabbe', questo è un discorso che riguarda altri milioni e milioni di uomini...).
Poi, a un certo punto della vita, una vicenda personale gli ha aperto gli occhi, facendogli scoprire un mondo che nemmeno immaginava esistesse.
Da lì "il diluvio".
Il problema, però, è che ciò che sei stato per una vita non lo puoi cancellare con un colpo di bacchetta magica.
Consequenzialmente un uomo che fino a poco tempo fa non aveva mai avuto particolari problemi con l'altro sesso, non può né mai potrà comprendere fino in fondo le problematiche dei c.d. incel, perché per capirle bisogna o averle vissute personalmente, o essere dotati di una spiccata sensibilità.
E lui questa sensibilità non ce l'ha.
Poi, intendiamoci, è in buonissima compagnia.
A mio parere neppure un santo spende tanto tempo e soldi senza aspettarsi un "ritorno" di qualche tipo.
E nessun "uomo della strada" è in grado di trovare decine di collaboratori volontari, senza avere agganci di qualche tipo col potere, politici o anche di peggio.
In genere, chi stupisce le masse con tutti questi "effetti speciali" (inchieste ecc.) prima o poi presenta il conto. Salato, come ha fatto Grillo che si è rivelato una stampella del potere.
In base alla mia esperienza posso dire che è l'esatto contrario.
E sempre in base alla mia personale esperienza posso sostenere che il discorso non riguarda la stragrande maggioranza delle donne, bensì la quasi totalità.
Esattissimo.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.