Autore Topic: donne e sport competitivo: passerella voyeur?  (Letto 312 volte)

Offline alessandro

  • Apprendista
  • Post: 5
donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« il: Settembre 30, 2019, 18:55:17 pm »
Ciao, la cosa già da molto tempo mi faceva incazz.. :  Lo sport in tv che fanno vedere sul canale 58 è infarcito nelle dirette di SOLO SPORT FEMMINILE come se lo Sport lo facessero solo loro...gli uomini nei ritagli di tempo o in differita. Ho calcolato che in concomitanza di eventi le femmine OCCUPANO UN PALINSESTO ATTORNO ALL' 80 %, (quando alcuni sport sono per forza esclusivamente maschili), la massa ha forse bisogno della lara croft SEMINUDA stendiuomini come soggetto da emulare??  La rai è in piene mani femministe!!
« Ultima modifica: Settembre 30, 2019, 19:05:26 pm da alessandro »

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13167
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #1 il: Settembre 30, 2019, 20:07:39 pm »
Il dubbio che le donne fanno audience c'è
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #2 il: Ottobre 11, 2019, 14:04:06 pm »
beh, ormai anche le trasmissioni calcistiche sono infarcite di soubrettes che ragliano di calcio. Hanno occupato in modo arbitrario forse l'ultimo spazio che ci eravamo ritagliati noi uomini. E infatti l'impronta femminile emerge di prepotenza in ognuna di queste trasmissioni, con le cazzate di gossip che spesso e volentieri tolgono spazio all'evento sportivo.

tra l'altro questa mania di sbattere femmine ovunque, di voler "uguaglianza" a tutti i costi è portata avanti anche da organismi sportivi tipo Fifa, Uefa ecc, ovviamente appecorinati di brutto al pensiero dominante. Infantino dice che vuole investire ben un miliardo di euro per promuovere il calcio femminile, che, detto da appassionato, è parecchio modesto.

lo facciano, i soloni del politically correct..vedremo quando si accorgeranno che è più la spesa che l'impresa.

Offline freethinker

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 802
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #3 il: Ottobre 11, 2019, 17:25:07 pm »
beh, ormai anche le trasmissioni calcistiche sono infarcite di soubrettes che ragliano di calcio. Hanno occupato in modo arbitrario forse l'ultimo spazio che ci eravamo ritagliati noi uomini. E infatti l'impronta femminile emerge di prepotenza in ognuna di queste trasmissioni, con le cazzate di gossip che spesso e volentieri tolgono spazio all'evento sportivo.

tra l'altro questa mania di sbattere femmine ovunque, di voler "uguaglianza" a tutti i costi è portata avanti anche da organismi sportivi tipo Fifa, Uefa ecc, ovviamente appecorinati di brutto al pensiero dominante. Infantino dice che vuole investire ben un miliardo di euro per promuovere il calcio femminile, che, detto da appassionato, è parecchio modesto.

lo facciano, i soloni del politically correct..vedremo quando si accorgeranno che è più la spesa che l'impresa.

Ho notato anch'io ciò di cui parli, come ho notato il particolare che spesso le gradinate, durante gli incontri gli incontri di sport femminili, sono leggermente deserte...
Quello che, a mio avviso, stanno cercando di fare le femminucce, è un tentativo di creare una sorta di background "storico" sportivo, al fine di poter dire "è da tempo immemorabile che noi donne giochiamo, vinciamo, eccetera eccetera".

Ma questo è secondario...L'impressione che ho è che dietro a tutto ci sia un interesse economico (Ma dai!).
Scherzi a parte, a me, che sono un totale profano del mondo del calcio, è sempre sembrato che attorno al calcio girino un turbine di quattrini, qualcosa di veramente enorme: giocatori con ingaggi multimilionari, allenatori idem, spazi pubblicitari venduti a peso d'oro: i campi da gioco sono circondati di maxi schermi che ipnotizzano letteralmente (altro che pubblicità subliminale).
Ora, volete che di fronte a tanta pecunia in movimento, a nessuna venga in mente il famoso detto: "Piatto ricco, mi ci ficco"?
Oppure quell'antico proverbio:"chi va al mulino si infarina"?

Se poi gli stadi non si riempiranno per il calcio femminile, si potrà sempre incolpare lo stereotipo maschilista e magari invocare quote rosa obbligatorie in ogni squadra maschile...da qui alle molestie sessuali negli spogliatoi, con annesse richieste di risarcimenti milionari, il passo è breve. :cool:
Those who would give up essential liberty to purchase a little temporary safety deserve neither liberty nor safety.
Benjamin Franklin, Historical Review of Pennsylvania, 1759

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13167
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #4 il: Ottobre 11, 2019, 17:38:29 pm »
Ho notato anch'io ciò di cui parli, come ho notato il particolare che spesso le gradinate, durante gli incontri gli incontri di sport femminili, sono leggermente deserte...
Quello che, a mio avviso, stanno cercando di fare le femminucce, è un tentativo di creare una sorta di background "storico" sportivo, al fine di poter dire "è da tempo immemorabile che noi donne giochiamo, vinciamo, eccetera eccetera".

Ma questo è secondario...L'impressione che ho è che dietro a tutto ci sia un interesse economico (Ma dai!).
Scherzi a parte, a me, che sono un totale profano del mondo del calcio, è sempre sembrato che attorno al calcio girino un turbine di quattrini, qualcosa di veramente enorme: giocatori con ingaggi multimilionari, allenatori idem, spazi pubblicitari venduti a peso d'oro: i campi da gioco sono circondati di maxi schermi che ipnotizzano letteralmente (altro che pubblicità subliminale).
Ora, volete che di fronte a tanta pecunia in movimento, a nessuna venga in mente il famoso detto: "Piatto ricco, mi ci ficco"?
Oppure quell'antico proverbio:"chi va al mulino si infarina"?

Se poi gli stadi non si riempiranno per il calcio femminile, si potrà sempre incolpare lo stereotipo maschilista e magari invocare quote rosa obbligatorie in ogni squadra maschile...da qui alle molestie sessuali negli spogliatoi, con annesse richieste di risarcimenti milionari, il passo è breve. :cool:
:lol: Che incubo!
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 7963
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #5 il: Ottobre 11, 2019, 19:35:30 pm »
beh, ormai anche le trasmissioni calcistiche sono infarcite di soubrettes che ragliano di calcio. Hanno occupato in modo arbitrario forse l'ultimo spazio che ci eravamo ritagliati noi uomini. E infatti l'impronta femminile emerge di prepotenza in ognuna di queste trasmissioni, con le cazzate di gossip che spesso e volentieri tolgono spazio all'evento sportivo.

tra l'altro questa mania di sbattere femmine ovunque, di voler "uguaglianza" a tutti i costi è portata avanti anche da organismi sportivi tipo Fifa, Uefa ecc, ovviamente appecorinati di brutto al pensiero dominante. Infantino dice che vuole investire ben un miliardo di euro per promuovere il calcio femminile, che, detto da appassionato, è parecchio modesto.

lo facciano, i soloni del politically correct..vedremo quando si accorgeranno che è più la spesa che l'impresa.


Premesso che già altri lo scrissero e dissero prima di me, va sempre sottolineato che, femminismo o meno, i principali responsabili di tutto ciò sono gli uomini odierni, per la precisione quelli che stanno in alto.
Perché è chiaro che senza la compiacenza maschile, mista a vigliaccheria, le femminucce non combinerebbero una beneamata fava.

Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #6 il: Ottobre 11, 2019, 19:42:30 pm »
Ho notato anch'io ciò di cui parli, come ho notato il particolare che spesso le gradinate, durante gli incontri gli incontri di sport femminili, sono leggermente deserte...
Quello che, a mio avviso, stanno cercando di fare le femminucce, è un tentativo di creare una sorta di background "storico" sportivo, al fine di poter dire "è da tempo immemorabile che noi donne giochiamo, vinciamo, eccetera eccetera".

Ma questo è secondario...L'impressione che ho è che dietro a tutto ci sia un interesse economico (Ma dai!).
Scherzi a parte, a me, che sono un totale profano del mondo del calcio, è sempre sembrato che attorno al calcio girino un turbine di quattrini, qualcosa di veramente enorme: giocatori con ingaggi multimilionari, allenatori idem, spazi pubblicitari venduti a peso d'oro: i campi da gioco sono circondati di maxi schermi che ipnotizzano letteralmente (altro che pubblicità subliminale).
Ora, volete che di fronte a tanta pecunia in movimento, a nessuna venga in mente il famoso detto: "Piatto ricco, mi ci ficco"?
Oppure quell'antico proverbio:"chi va al mulino si infarina"?

Se poi gli stadi non si riempiranno per il calcio femminile, si potrà sempre incolpare lo stereotipo maschilista e magari invocare quote rosa obbligatorie in ogni squadra maschile...da qui alle molestie sessuali negli spogliatoi, con annesse richieste di risarcimenti milionari, il passo è breve. :cool:


concordo con te..dopo la scorpacciata di partite femminili del mondiale reclamizzate fino alla nausea dai media di distrazione, gli stadi dove si giocano le "partite" di calcio del sesso debole sono tornati ad essere giustamente semideserti, probabilmente gli unici spettatori erano lesbiche misandriche  e qualche sottomaschio.

ma è normale, del resto lo spettacolo offerto da una partita di calcio femminile è modesto. Non hanno senso tattico, sono scoordinate..chi mai sceglierebbe una partita femminile se è oltretutto a pagamento? uno soprattutto se non ha soldi da buttare, tra due eventi sceglie quello che gli offre maggior intrattenimento, con buona pace della ct della nazionale che starnazza in continuazione e a sproposito di retaggi maschilisti. Facciano pure Uefa, Fifa, Figc e quant'altro..quando poi si accorgeranno di non aver ritorno economico vedrai che metteranno da parte in fretta la loro ipocrisia. Gli europei non sono americani che si bevono qualsiasi pagliacciata, ne tengano conto...(in USA il calcio femminile ha un seguito, qui, a mio parere, possono far tutti gli sforzi che vogliono ma non ne avrà mai, perché, detto brutalmente, è uno spettacolo tra il comico e l'indegno).


Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #7 il: Ottobre 11, 2019, 20:05:04 pm »

Premesso che già altri lo scrissero e dissero prima di me, va sempre sottolineato che, femminismo o meno, i principali responsabili di tutto ciò sono gli uomini odierni, per la precisione quelli che stanno in alto.
Perché è chiaro che senza la compiacenza maschile, mista a vigliaccheria, le femminucce non combinerebbero una beneamata fava.


esatto, però la mia impressione è che anche gli uomini comuni, non tutti ma la gran parte, abbiano assorbito la propaganda femminista...vuoi per il senso di colpa indotto o per la speranza di annusare un pelo di patata facendo gli splendidi stanno sempre dalla parte del sesso debole.


ma poi tanto arriveranno gli islamici e metteranno a posto tutto. Chiarisco che sono ferocemente contro il multiculturalismo, ma sono arrivato al punto di credere che un Occidente islamizzato a questo punto sia il minore dei mali. Una risposta, nonché la naturale conseguenza, della progressiva femminilizzazione dell'Occidente.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13167
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #8 il: Ottobre 11, 2019, 23:31:38 pm »
ma poi tanto arriveranno gli islamici e metteranno a posto tutto. Chiarisco che sono ferocemente contro il multiculturalismo, ma sono arrivato al punto di credere che un Occidente islamizzato a questo punto sia il minore dei mali. Una risposta, nonché la naturale conseguenza, della progressiva femminilizzazione dell'Occidente.
E le donzelle si butteranno a pesce sugli islamici (come stanno già facendo)!
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 7963
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #9 il: Ottobre 12, 2019, 00:27:40 am »
esatto, però la mia impressione è che anche gli uomini comuni, non tutti ma la gran parte, abbiano assorbito la propaganda femminista...vuoi per il senso di colpa indotto o per la speranza di annusare un pelo di patata facendo gli splendidi stanno sempre dalla parte del sesso debole.

Non vi è alcun dubbio che gli uomini odierni - nella stragrande maggioranza dei casi - siano ormai diventati delle mammolette, perennemente piegati a novanta gradi di fronte a qualsiasi femmina.
E come ho avuto modo di scrivere più volte, il discorso riguarda anche gli uomini di molti altri paesi, che in alcuni casi son pure peggio dei nostri connazionali.


@@


Un esempio terra terra: basta fare un giro sui profili facebook o instagram delle combattenti di MMA, per rendersi conto a quale livello di idiozia e castrazione mentale siano giunti i maschi odierni.
Fra i peggiori vi sono i sudamericani.
Per me che iniziai praticare il Judo un anno prima dell'arrivo di internet (ex arpanet), è semplicemente inconcepibile ascoltare o leggere di ragazzi e giovani uomini che si identificano in una cosiddetta fighter iper tatuata.
In altri tempi sarebbe stato impensabile.
« Ultima modifica: Ottobre 12, 2019, 00:40:32 am da Frank »

Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #10 il: Ottobre 12, 2019, 13:26:45 pm »
E le donzelle si butteranno a pesce sugli islamici (come stanno già facendo)!

è un fenomeno che ho osservato anch'io. Credo che dipenda in qualche modo dal fatto che la natura femminile è irrazionale. La femmina si circonda di zerbini, ma li detesta profondamente. Se ne serve solo per raggiungere i suoi subdoli scopi. In realtà è attratta dagli uomini "di polso", non accondiscendenti, quindi non disdegna di avventurarsi in relazioni con islamici e se ci scappa anche il negro meglio ancora. Poi quando l'islamico la riempie di legnate, cosa che capita sovente, reclama l'aiuto dell'uomo bianco che naturalmente corre scodinzolando.

fateci caso, il sesso debole è molto più aperto alla "accoglienza" rispetto a noi uomini..mi sono sempre chiesto: se per assurdo e per qualche motivo, il fenomeno migratorio verso l'Europa non riguardasse aitanti maschioni negri e islamici, ma ad esempio, solo femmine russe in fuga dalla "dittatura" Putiniana, il sesso debole sarebbe così accogliente con lo straniero?

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13167
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #11 il: Ottobre 12, 2019, 16:12:33 pm »
In realtà è attratta dagli uomini "di polso", non accondiscendenti, quindi non disdegna di avventurarsi in relazioni con islamici e se ci scappa anche il negro meglio ancora.
A ben vedere però, con i suddetti islamici e galeotti ha un atteggiamento condiscendente, li considera dei buoni selvaggi o dei bruti trogloditi da salvare ed accudire. Atteggiamento che svanisce al contatto con la realtà:
Citazione
l'islamico la riempie di legnate, cosa che capita sovente reclama l'aiuto dell'uomo bianco che naturalmente corre scodinzolando.
Le consiglio di non rivolgersi a me.
Citazione
fateci caso, il sesso debole è molto più aperto alla "accoglienza" rispetto a noi uomini..
Ci ho fatto caso eccome. Ce ne fose una contraria all'immigrazione. Anche per questo "sono più brave negli studi", sguazzano in Erasmus e stage vari e poi fanno carriera. E se un uomo ha le ventura di prendersele, si trova in casa un "agente" del nemico.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #12 il: Ottobre 12, 2019, 18:33:59 pm »
purtroppo credo che noi uomini nonostante tutto, non riusciamo a liberarci dal ruolo di protettori del sesso debole. Coi tempi che corrono poi, ho notato che perfino sui forum dove le femmine si coalizzano spesso per spargere in modo più o meno velato letame sul genere maschile (ovvio, quello caucasico ed eterosessuale, magari di fede cattolica che non guasta mai), questa smania degli ominicchi odierni di prendere in ogni caso le difese del sesso debole, anche quando si espongono leggittime critiche a Dea Madre, raggiunge l'apice..lo trovo patetico e mortificante, ma ti confesso, da un certo punto di vista anche spassoso. Frotte di maschipentiti che al minimo accenno di biasimo verso l'universo femminile si ergono a scudo delle ninfe, a mo' di anacronistici trovatori.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 7963
  • Sesso: Maschio
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #13 il: Ieri alle 23:40:43 »
... questa smania degli ominicchi odierni di prendere in ogni caso le difese del sesso debole, anche quando si espongono leggittime critiche a Dea Madre, raggiunge l'apice..lo trovo patetico e mortificante, ma ti confesso, da un certo punto di vista anche spassoso. Frotte di maschipentiti che al minimo accenno di biasimo verso l'universo femminile si ergono a scudo delle ninfe, a mo' di anacronistici trovatori.

Per quanto mi riguarda, l'atteggiamento e il modo di ragionare dell'uomo medio lo trovo profondamente irritante e niente affatto spassoso; anche se capisco cosa vuoi dire.
Calcola che pure stasera, al ristorante, mi è capitato di ascoltare un uomo sui 45 anni di età, secondo cui "le donne non devono pagare".
E dove vogliamo andare con questi idioti ?
Come ho già avuto modo scrivere più volte, se ci ritroviamo qua, in forum come questo, è proprio grazie alla mentalità di merda e alla sottomissione psicologica, mista ad inconsapevolezza, dei nostri simili, autentici cavalli di Troia del sesso femminile.

Online Ravel

  • Utente
  • *
  • Post: 15
Re:donne e sport competitivo: passerella voyeur?
« Risposta #14 il: Oggi alle 00:36:34 »
Frank, non intendevo dare un'accezione positiva a quello spassoso..ma ci siamo capiti credo. Già, è pieno di uomini che vogliono fare gli splendidi pagando cene, aprendo porte alle donzelle, ecc ecc..sempre più pavidi e servili, consapevoli che oggi il potere sessuale della femmina è aumentato a dismisura strisciano fino a consumarsi le ginocchia sperando di ottenere approvazione e magari una scopata.

sai che c'è? che per quanto mi riguarda la situazione non può che peggiorare. Non vedo proprio speranza. Il femminismo sta sancendo la fine dell'Occidente, se imparassimo dai nostri errori potremmo fermare il declino, ma non basta nemmeno l'esempio del "primo governo femminista" europeo, quello svedese, per farci aprire gli occhi. Amen, aspetto solo che questa società dei cosiddetti diritti civili imploda, tanto è solo questione di tempo.

Avete visto questo filmato? "why women destroy nations and civilization".



se capite l'inglese parlato vi consiglio di dargli un'occhiata.