Autore Topic: Salve. Breve presentazione.  (Letto 396 volte)

Offline itacel

  • Utente
  • *
  • Post: 85
Salve. Breve presentazione.
« il: Agosto 29, 2019, 11:10:21 am »
Salve a tutti. Anzitutto vi ringrazio per aver approvato il mio account.

Vengo al dunque. Sono un incel, italiano, per ora vivo in Italia. Ho precedentemente frequentato la cosiddetta "manosphera" e così sono giunto a conoscenza di vari gruppi, tra cui MRA, antisessismo e molti altri che si occupavano di esporre le tante menzogne promosse dal femminismo. Le mie ricerche mi hanno portato a conoscere il vostro forum, dove ho trovato molto materiale utile, oltre che link per informarmi.

Sono qua per raccogliere altre informazioni, non tanto per discutere delle mie esperienze personali con le donne (non ne ho di rilevanti).

Come avrete intuito dal mio nickname, sono incel, penso sappiate già di cosa si tratta siccome avete già nel forum delle discussioni su questo argomento.

Aggiungo solo dei dettagli: In quanto incel, non ho ne esperienze positive, ne negative, quindi non posso riportarvi alcuna discriminazione subita dalle donne. Mi interessa questo mondo solo in quanto i canali comunicanti della manosphera ti mettono a contatto con varie persone, per forza di cose mi sono orientato verso la vostra prospettiva, seppure sia partito come incel.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13349
  • Sesso: Maschio
Re:Salve. Breve presentazione.
« Risposta #1 il: Agosto 29, 2019, 14:27:56 pm »
Ciao Itacel, la tua è una condizione comune a molti uomini, che dipende essenzialmente da criteri di selezione da parte delle donne, completamente fuori dalla realtà.
Tutti i gruppi maschili sono utili, ma ritengo importante avvertirti che Antisessimo porta avanti l'ideologia LGBT che (malgrado le apparenze di quel sito) è alleata del femminismo e antitetica ai valori maschili.
La buona notizia è che per come sono le donne occidentali oggi, non ti perdi nulla.
Qui non raccontiamo fole: se non sei un alfa, è altamente probabile che qualunque numero da circo tu faccia per interessarle rimarrai in panchina, fino a quando compiranno 40 anni e cominceranno a cercare un beta che le mantenga.
Esiste una sola vera soluzione a tutto ciò, il cambiamento dei paradigmi sociali ma per questo occorrerà tempo.
Benvenuto! :fiocco:
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline itacel

  • Utente
  • *
  • Post: 85
Re:Salve. Breve presentazione.
« Risposta #2 il: Agosto 29, 2019, 15:07:39 pm »
Grazie del benvenuto. Tanto per partire, non possiedo una posizione ideologica ferma su questo argomento. Difatti ho letto sia quelli che sui social media si chiamano "antisessisti" (che ora tu mi dici sono femministi) e poi altri che si fanno chiamare MRA (ora mezzi morti). Perché in questi gruppi che analizzano la prospettiva maschile c'è molta divisione.

Ovviamente, in modo molto utopico spero che ci si possa unire per fare fronte comune. Ma realisticamente mi rendo conto che è quasi impossibile. Dove il morbo femminista infetta un gruppo maschile, questo purtroppo cade nel degrado.

Anche la sola presenza femminile (se non ben controllata e tenuta d'occhio) può causare problemi alla coesione di un gruppo maschile. Sto esagerando? Sono troppo misogino a pensare questo? Beh è la mia esperienza personale, sono solo dati aneddotici raccolti da quello che ho esperito, mi rendo conto che non ho modo di dimostrare quello che sostengo.

Per quanto concerne il femminismo: Ho gradito i documenti che avete riportato sulla storia delle suffragette, poi ho trovato utili quei link ai finanziatori del femminismo. Che fosse un fenomeno gestito da ingegneri sociali l'avevo intuito, ma fa sempre bene avere fonti solide, perché non vorrei passare per complottista quando espongo questi fatti.

Un rischio che c'è nel trattare questi temi delicati è appunto questo: farsi prendere per un terrapiattista. Del resto come biasimare la persona non-informata? Sembra che i media, i giornalisti e tutto l'apparato che li sostiene stia contribuendo a diffondere il lessico mistificatorio femminista, oltre che la loro narrazione parziale. Sembra una strada dura e in salita.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13349
  • Sesso: Maschio
Re:Salve. Breve presentazione.
« Risposta #3 il: Agosto 29, 2019, 17:00:05 pm »
Mi riferisco unicamente alla pagina Anti sessismo di Facebook. L'uso del termine antisessismo non implica necessariamente contiguità con la loro ideologia.
Purtroppo gli uomini possono litigare per una donna, anzi scoprirai che i più convinti autori di post filofemministi su Facebook sono uomini.
Per convincere gli scettici, puoi partire dai dati statistici che forniamo qui, come da libri che descrivono concretamente la situazione dei separati. Ne trovi molti soprattutto in inglese.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.