Autore Topic: Femminismo & Co., primi segni di paura?  (Letto 245 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 13167
  • Sesso: Maschio
Femminismo & Co., primi segni di paura?
« il: Aprile 15, 2019, 09:26:09 am »
Il femminismo non viene direttamente nominato, ma i riferimenti ideologici sono i suoi: sessualità liquida, progressimo, immigrazione...


Sorvolo sulla palese inesistenza di "gruppi ossessionati dalla razza", banale tecnica per demonizzare ogni resistenza alla riconfigurazione semantica di stampo femminista.
Assistiamo poi a una sintesi della corrente operazione del femminismo: associare all'idea di progresso l'amalgama di sessi, generi, identità nazionali e culturali.
E poi, i primi segnali di paura dell'ideologia globale:
- Infiltrano università (ricordate Strumia?) associazioni e sindacati
- Fanno proibire delle opere d'arte (vi lascio immaginare a quale genere di "arte" si riferisce)
- Vogliono farla finita con l'universalismo (sinonimo nobilitante per globalismo liberista)
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4979
Re:Femminismo & Co., primi segni di paura?
« Risposta #1 il: Aprile 15, 2019, 11:57:20 am »
Se qualcuno dubitava che il femminismo fosse sul libro paga delle élite economiche e finanziarie che promuovono la globalizzazione con i suoi effetti devastanti, glebalizzazione e povertà diffusa, questa ne costituisce la conferma.