Autore Topic: ANNULLAMENTO  (Letto 666 volte)

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7595
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
ANNULLAMENTO
« il: Dicembre 06, 2018, 15:56:49 pm »
Cari amici e cari nemici
comunico la variazione del mio stato civile: il mio matrimonio è stato annullato dal tribunale ecclesiastico di Venezia.
Intendiamoci, non è una vittoria, ma la certificazione di una sconfitta.
E tuttavia lo ritengo un passaggio importante: in una società dove le leggi ecclesiali contano meno di uno starnuto, dove quando dici che hai chiesto l'annullamento ti guardano strano, dove conta solo chi è condannato a pagare e quanto, questa sentenza per me e credo come simbolo, è importante.
OK. Adesso sono nella situazione migliore possibile: Posso sposarmi in chiesa e il parroco non può comunicare i dati del mio matrimonio allo stato perchè per lo stato sono ancora sposato!

Questo è il meglio che un italiano oggi possa aspettarsi: lo stato che dovrebbe tutelare il matrimonio, in realtà oggi ne è il peggiore nemico.
La fatica maggiore che faccio è spiegare ai (quasi)cattolici che la separazione e il divorzio sono prassi del tutto contrarie alla dottrina cattolica, l'annullamento no, per cui i separati/divorziati sono in una condizione peggiore dell'annullato.
È un ragionamento semplice. Perchè è così difficile da capire?
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16407
  • Sesso: Maschio
Re:ANNULLAMENTO
« Risposta #1 il: Dicembre 06, 2018, 16:28:44 pm »
Posso sposarmi in chiesa e il parroco non può comunicare i dati del mio matrimonio allo stato perchè per lo stato sono ancora sposato!
Ma non c'è processo di delibazione?
Citazione
La fatica maggiore che faccio è spiegare ai (quasi)cattolici che la separazione e il divorzio sono prassi del tutto contrarie alla dottrina cattolica, l'annullamento no, per cui i separati/divorziati sono in una condizione peggiore dell'annullato.
È un ragionamento semplice. Perchè è così difficile da capire?
Visto che brutte sorprese a fidarsi dei (quasi)cattolici che seguono Bergoglio :lol:
Ma a piazzale Roma la porta è sempre aperta:

Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.