Autore Topic: Le famose "risorse"...  (Letto 31283 volte)

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #30 il: Dicembre 20, 2016, 21:10:09 pm »
E l'etnia autoctona  :rolleyes: .Ma son pensieri miei di un misogino , ra... , na ...  :alien: .

Io sono anche più a sinistra di Bhisma (se ai giorni d'oggi questa cosa dell'essere di destra o sinistra ha ancora un senso) e la penso come te :lol:.
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Offline JAROD72

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 830
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #31 il: Dicembre 21, 2016, 17:18:48 pm »
E l'etnia autoctona  :rolleyes: .Ma son pensieri miei di un misogino , ra... , na ...  :alien: .


Quella non conta per il mondo d'oggi, moderno, tantomeno per le signore.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #32 il: Gennaio 15, 2017, 18:29:13 pm »
Le risorse hanno nuovamente colpito.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/immigrati-assaltano-palazzo-1351560.html

Citazione
Gli immigrati assaltano il Palazzo
Scontri a Firenze, somali cercano di irrompere in Prefettura: "Vogliamo subito una casa"
Marco Gemelli - Dom, 15/01/2017 - 13:05

Firenze - Hanno provato a fare irruzione nei locali della prefettura di Firenze, dove i sindaci dell'area si erano riuniti per decidere dove e come accoglierli: per impedire l'accesso a una sessantina di migranti la stessa comunità cui apparteneva Alì Mese, il 35enne somalo morto mercoledì nel rogo del rifugio dormitorio a Sesto Fiorentino sono state necessarie due cariche della polizia in assetto antisommossa.

La rivolta, avallati dal Movimento di Lotta per la Casa, non ha avuto buon esito: i manifestanti sono stati respinti a colpi di manganello, e due di essi sono rimasti contusi.

Già il corteo di giovedì allestito a poche ore dalla tragedia aveva fatto registrare qualche tafferuglio, quando i richiedenti asilo avevano tentato di occupare la mostra dell'artista dissidente cinese Ai Weiwei. Ieri in via Cavour, sede della prefettura, la situazione era ancor più delicata: la tensione era palpabile sin dal mattino, quando un gruppo di circa ottanta migranti si è riunita davanti al portone del palazzo che ospitava il summit dei sindaci della zona. Dopo aver chiesto che una loro delegazione partecipasse alla riunione e ottenuto risposta negativa, intorno alle 12 i migranti hanno provato a forzare il blocco imposto dalle forze dell'ordine, ma sono stati respinti con due cariche: sono volati calci, spintoni e qualche manganellata. Nel frattempo, però, gli extracomunitari hanno continuato il presidio sedendosi in strada e bloccando il traffico intorno a via Cavour, esponendo lo striscione «casa subito!» e mandando in tilt la circolazione per diverso tempo. Solo alle 17 i profughi hanno sciolto il presidio e sono tornati a Sesto in treno. «Abbiamo chiesto di partecipare al vertice ha spiegato Lorenzo Bargellini, portavoce del Movimento di Lotta per la casa - ma per tutta risposta ci hanno dato delle manganellate. Vorremmo sapere una destinazione e una soluzione che non sia provvisoria».

La riunione dei sindaci era stata programmata proprio per decidere una sistemazione per gli occupanti dell'ex mobilificio Aiazzione che dopo il rogo del capannone sono stati ospitati temporaneamente nel palazzetto dello sport di Sesto Fiorentino. Alla fine l'accordo tra i sindaci è stato trovato, e prevede lo smistamento dei migranti sul territorio. Le persone identificate dalla polizia municipale di Sesto Fiorentino sono 102 inclusi nove richiedenti asilo, per i quali sono state trovate soluzioni specifiche e da domani saranno smistate nelle strutture dei vari Comuni dell'area fiorentina, da Firenze a Bagno a Ripoli, da Signa a Calenzano. Un piano di accoglienza che però sarà ancora una volta provvisorio, ossia valido fino a quando resteranno in atto i piani per l'emergenza freddo. Poi il rischio è che la polveriera-migranti torni a esplodere. Sulla vicenda, intanto, infuria la polemica politica: «I somali che tentano di assaltare la prefettura tuona il consigliere regionale Giovanni Donzelli (FdI), che venerdì mattina ha effettuato un sopralluogo nella struttura in cambio, come premio ottengono una casa. Indecente. Se ti devo accogliere perché scappi dalla guerra, non puoi fare la guerriglia qui. Se ti piace tanto scontrarti con violenza vai a casa tua a difendere la tua terra e la tua famiglia. Per me sarebbe semplice: nessuna accoglienza per chi ha provato ad assaltare la Prefettura a Firenze. Peccato che invece dopo il tentato assalto sia arrivata la notizia: gli assalitori troveranno tutti un alloggio nei comuni del fiorentino. Alla faccia di chi rispetta le regole».

Fatti del genere non evidenziano solo la debolezza e la pochezza di chi ci governa; ma anche e soprattutto l'inferiorità morale e intellettiva di queste caccole, senza arte né parte, provenienti da paesi di merda.
In merito ho pure letto uno striscione di questi tizi (sicuramente scritto dai "compagni"... ma il discorso non cambia, perché le caccole potrebbero ugualmente dissociarsi da chi li manovra), in cui i suddetti accusavano lo stato italiano di aver fatto morire il loro connazionale.
Quindi non i loro governanti di merda che, vero o falso che sia, li han costretti ad emigrare; non chi tra di loro ha causato il rogo in cui è morrto il somalo*: no, l'unico responsabile "è lo stato italiano".
Ergo, gli italiani.
Eccezionale, roba da conferir loro un premio (Ig)Nobel

@@

* Per inciso: la Somalia è il paese più corrotto del mondo.
http://www.travel365.it/10-paesi-piu-corrotti-mondo.htm
Citazione
La Repubblica federale di Somalia si conferma lo stato più corrotto del mondo piazzandosi sul gradino più alto del podio. In questo paese del Corno d'Africa la corruzione è una realtà tangibile, vera e propria piaga sociale.
« Ultima modifica: Gennaio 15, 2017, 18:41:35 pm da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #33 il: Gennaio 15, 2017, 18:56:23 pm »
http://www.lagazzettadilucca.it/l-intersvista/2014/07/ida-magli-politici-traditori-vogliono-l-annientamento-del-popolo-italiano/

Citazione
Ida Magli: "Politici traditori, vogliono l'annientamento del popolo italiano"
giovedì, 10 luglio 2014, 12:54
di Silvia Toniolo

Ida Magli, 89 anni, antropologa italiana dalle brucianti intuizioni, è una studiosa di una freschezza e lungimiranza straordinarie. Ha scritto negli ultimi anni diversi libri in cui ha affermato a gran voce il suo pensiero, di grande libertà intellettuale, contro l'Europa.

Ida Magli, lei ha studiato per anni, da antropologa, il sistema Europa. Uno strumento che si basa sullo studio dell'uomo per penetrare una realtà che è, invece, diametralmente opposta, basata com'è sul trionfo della finanza.

E’ vero che l’unificazione europea si basa sul primato dei finanzieri e dei banchieri, ma questo è avvenuto perché nei circa settant’anni trascorsi da quando il progetto ha cominciato ad essere messo in opera, l’unificazione politica e quella dei popoli si sono rivelate impossibili. In altri termini, il progetto era di per sé sbagliato, data l’assoluta differenza fra le nazioni e fra i popoli d’Europa che si sono sviluppati giungendo al massimo della produzione della civiltà con una propria lingua, una propria letteratura, arte, musica, filosofia. Un popolo esiste soltanto quando possiede una lingua. Quale lingua dovrebbero parlare i cosiddetti cittadini “europei” visto che la lingua “europea” non esiste? L’inglese? E come mai è stato scelto come “Inno” un brano in lingua tedesca e una musica tedesca? Ripeto: un progetto del tutto sbagliato, ma aggiungo consapevolmente sbagliato perché aveva ed ha ancora oggi come scopo la distruzione della civiltà e dei popoli europei.

La vicenda dei due marò altro non è che la fotografia di un'Italia subalterna, che manca di sovranità nazionale, di uno Stato che non dipende mai da se stesso, né dal punto di vista militare, né, tantomeno da quello economico. Come si fa a sperare nella politica, visto che il Pd di Renzi è vincolato a questa dipendenza inizialmente camuffata dall'idea di una rottamazione che si è, poi, dimostrata fasulla?

La distruzione dell’Italia come Stato sovrano e indipendente è cominciata con il trattato di Maastricht e l’adozione della moneta unica. Uno Stato è “sovrano” perché, battendo moneta, può sempre far fronte alle spese. Adesso che dipende dalla Bce, che è una banca privata, ne dipende anche politicamente perché può “fallire” se non obbedisce. Matteo Renzi è il gestore più esplicito di questa dipendenza perché protetto nell’operazione politica ed economica dalle forze nascoste che guidano Bruxelles, ossia le stesse che perseguono la distruzione dell’Europa con il progetto dell’unificazione. Ma tutti i nostri politici sono dei traditori dell’Italia perché collaborano tutti all’unificazione, a cominciare dal presidente della Repubblica (è lui che ha chiamato Monti, Letta, Renzi, e che ha autorizzato la riconsegna dei Marò all’India nella sua qualità di Capo della Magistratura e Capo delle Forze Armate).

Secondo lei, Renzi, che avrebbe dovuto applicare la rivoluzione, non le pare che sia un fotocopia in tutto e per tutto di chi ci ha preceduto?

Come ho già detto, Renzi obbedisce agli ordini dell’Ue, nella “riforma” del lavoro come in tutto il resto, ossia toglie agli italiani ogni indipendenza e libertà e buona parte delle conquiste sociali che avevano raggiunto con i sacrifici e lo spirito innovativo del dopo guerra. Lo fa con una “grinta” che gli altri non avevano proprio perché lo fa in nome dell’Europa e di conseguenza non ha paura di essere sbalzato via.

Chi ci può salvare, e come?

Non vedo nessuno, non dico che possa salvarci, ma che voglia salvarci. Un ‘occasione d’oro come quella delle votazioni europee, è servita a rendere più forte l’Ue attraverso il gruppo dei cosiddetti “euroscettici”, ben felici di sedersi nelle ricchissime poltrone del “parlamento” europeo, fingendo di essere contro, invece che dimostrarne l’illegittimità astenendosi dal voto. Insomma: o si nega l’adesione all’Ue, oppure non ci si salva.

Come mai secondo lei, la moneta unica, non è mai stata, veramente, messa in discussione?

L’ho già detto: sono i politici che non lo vogliono fare. Rinunciare alla moneta unica significa rinunciare all’Ue. Sono loro, tutti loro, a destra come a sinistra, che con l’Ue si sono creati un impero pieno di soldi, di benefici anche d’immagine, di prestigio, e che non vi rinunceranno mai.

In che modo il politicamente corretto influenza, subdolamente, il nostro pensiero, rendendolo “schiavo” della sinistra imperante?

Il “politicamente corretto” è un’invenzione geniale. Non so chi l’abbia ideato, forse, come ho spiegato abbondantemente nei miei ultimi libri, tutti dedicati ai problemi dell’unificazione europea, esiste un Laboratorio, negli Stati Uniti d’America, che si occupa di questi problemi. Influire sul linguaggio, senza usare le armi o le droghe (come si usava nell’Unione Sovietica) è lo strumento più facile e più efficace. Non è il caso, però, di riferirsi alla “sinistra”, visto che in Italia di fatto esiste soltanto la sinistra. La destra fa finta di esistere con alcuni partiti, ma dal punto di vista delle idee è del tutto morta già da molto tempo. E’ morta tanto quanto è morta la Chiesa, che appunto fa anch’essa finta di esistere. Si continua a votare i partiti “di destra” perché non si può fare altro, ma di fatto non sono di “destra” perché hanno votato compatti tutti i decreti di Monti, di Letta e adesso di Renzi.

Non crede che ci si debba ribellare a questo tentativo della politica di renderci succubi di una ideologia che i nostri stessi governanti dimostrano di aver, a loro volta, ereditato altrove e non da se stessi?

Certamente, si dovrebbe. Ma non c’è il modo. In una democrazia partitica i cittadini di per sè non possiedono nessun potere. Visto che non esiste nessun partito che si muova in questa direzione, non c’è niente da fare. Si potrebbe soltanto con una rivoluzione armata.

Quote rosa, la loro introduzione pare una contraddizione, che senso hanno se non quello di puntare il dito ulteriormente sulla differenza tra uomo e donna nella gestione della cosa pubblica?

Purtroppo l’hanno voluto le donne. Ma l’argomento della responsabilità delle donne nella situazione sociale e politica italiana è troppo “arduo” e troppo complesso per poterlo affrontare in poche parole. E’ sufficiente pensare che le donne politiche italiane non si sono accorte, schierandosi a difesa dei cosiddetti diritti dei gay, che si tratta di un movimento contro le donne, o meglio che tende a fare a meno delle donne nel costruire la società.

Unioni civili, Ius soli: che senso hanno in un paese allo sfacelo, in termini di perdita di identità culturale, religiosa, storica, se non quello di dargli il colpo di grazia?

E’ lo strumento principale per la distruzione dell’identità e dell’eredità culturale di un popolo. Torniamo al solito punto: lo vuole l’Ue e i politici italiani, sotto le vesti della generosità, della solidarietà, ubbidiscono. Insomma: tradimento, tradimento, tradimento!

Perché secondo lei ci propinano il latino Ius soli, che pare un modo, altrettanto subdolo, di allontanare il significante dal suo significato italiano, di diritto di cittadinanza? Un'ulteriore conferma della potenza di un linguaggio che cerca di insinuarsi nella nostra forma mentis, privandoci di ogni libertà di pensiero?

Si tratta dell’ennesima prova di quanto il Laboratorio sia astuto nel portarci alla distruzione. E’ stata la signora Kyenge ad appoggiarsi con forza allo jus soli , facendo credere che l’antico jus soli desse il diritto alla cittadinanza, per dare la cittadinanza a tutti gli immigrati. Ma io insisto: la signora Kyenge faceva gli interessi dei suoi confratelli negri; sono stati i politici italiani (Enrico Letta rimarrà alla storia per questo) a tradire i loro confratelli facendo ministro appositamente un africano per favorire gli africani.

Perché ci vogliono impedire di utilizzare termini quale clandestino e immigrato se a questi significanti corrisponde un preciso significato?

L’abbiamo già detto : è una forma di “politicamente corretto”. Costringere con il linguaggio a cancellare, a travisare, i concetti. Alla fine, chi continuerà a pensare a modo suo, si convincerà di avere le allucinazioni.

Cosa nasconde secondo lei quel principio di umanità cui lo Stato si appella concedendo appunto lo Ius Soli e accogliendo, senza freni, le migliaia di immigrati che sbarcano sulla nostre coste?

Cosa nasconde? L’annientamento del popolo italiano. Prima di tutto con la forza del numero. Gli italiani fanno pochissimi figli (proprio perché vengono spinti dai politici verso il suicidio), gli africani, soprattutto musulmani, ne fanno molti (sei, sette contro uno). Nel giro di due generazioni avranno la maggioranza di fatto, anche se non numerica. Imporranno la morte al pensiero, all’intelligenza, alla religione, alla creatività italiana. Nessun africano ha mai prodotto nulla nella lunghissima storia che l’Africa ha alle sue spalle: né scienza, né tecnica, né diritto, né filosofia, né arte, né musica (col tamburo non si creano sinfonie). Il contributo dell’Africa al pensiero umano è pari a zero. Ma è proprio quello che vogliono i politici dell’Ue: l’annientamento della civiltà dell’Europa, fare dell’Europa un “vuoto” da governare e dominare senza il pericolo delle intelligenze. Perché loro lo sanno bene: sono le intelligenze che non possono essere dominate con le armi.

Cosa ne pensa di Laura Boldrini, la paladina dell'umanità e dell'accoglienza che percepisce 90 mila euro esentasse dalle stesse organizzazione umanitarie? Lei ha capito qual è il significato di questi principi tanto osannati dalla presidente della Camera la quale, tra l'altro, per farci sapere quello che pensa, si serve di un sistema di comunicazione che ci costa un milione di euro all'anno?

Delle colpe dei politici abbiamo detto tutto il possibile e non è il caso di ridurre problemi così gravi ad una singola persona, per giunta arrivata da poco, quando il tradimento era già stato completato
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17864
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #34 il: Gennaio 16, 2017, 00:08:08 am »
Citazione da: Frank
Cosa nasconde? L’annientamento del popolo italiano. Prima di tutto con la forza del numero. Gli italiani fanno pochissimi figli (proprio perché vengono spinti dai politici verso il suicidio), gli africani, soprattutto musulmani, ne fanno molti (sei, sette contro uno). Nel giro di due generazioni avranno la maggioranza di fatto, anche se non numerica. Imporranno la morte al pensiero, all’intelligenza, alla religione, alla creatività italiana. Nessun africano ha mai prodotto nulla nella lunghissima storia che l’Africa ha alle sue spalle: né scienza, né tecnica, né diritto, né filosofia, né arte, né musica (col tamburo non si creano sinfonie). Il contributo dell’Africa al pensiero umano è pari a zero. Ma è proprio quello che vogliono i politici dell’Ue: l’annientamento della civiltà dell’Europa, fare dell’Europa un “vuoto” da governare e dominare senza il pericolo delle intelligenze. Perché loro lo sanno bene: sono le intelligenze che non possono essere dominate con le armi.
Non sarà pari a zero, ma certo non sarebbe un progresso per la civiltà.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #35 il: Aprile 08, 2017, 15:54:21 pm »
Milano, ore 13,30 circa, mercato di via Benedetto Marcello, carico delle "famose risorse" da cui il titolo del thread.
Mi hanno rubato il cellulare.
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17864
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #36 il: Aprile 08, 2017, 15:57:41 pm »
Non puoi dirlo, sei xenofobo. La prossima volta mettilo in una clip alla cintura sotto la giacca, è più difficile rubarlo.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #37 il: Aprile 08, 2017, 16:05:43 pm »
Non puoi dirlo, sei xenofobo. La prossima volta mettilo in una clip alla cintura sotto la giacca, è più difficile rubarlo.

Ero in tuta :dry: . E mi sento tanto, tanto fesso :( .
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #38 il: Aprile 08, 2017, 16:56:22 pm »
Milano, ore 13,30 circa, mercato di via Benedetto Marcello, carico delle "famose risorse" da cui il titolo del thread.
Mi hanno rubato il cellulare.

"Sì, ma devi sapere che gli italiani son pure peggio, perché bla bla bla... inoltre noi abbiamo esportato la mafia in tutto il mondo, bla bla bla... e dovremmo stare pure zitti, perché quello che succede da noi non succede in nessun' altra parte del mondo, bla bla bla... figurati che in tutto il mondo ridono di noi, bla bla bla, ecc ecc..." :sleep:


Trattasi di una tipica risposta dell' italiano medio, affetto e afflitto da esterofilia cronica e parimenti ignorante come una capra.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Hector Hammond

  • Affezionato
  • **
  • Post: 423
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #39 il: Aprile 09, 2017, 18:17:09 pm »
Non sarà pari a zero, ma certo non sarebbe un progresso per la civiltà.
Chi comanda a questo mondo punta all'annientamento della civiltà  :rolleyes: , ergo tutto questo gli va benissimo .

Offline Hector Hammond

  • Affezionato
  • **
  • Post: 423
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #40 il: Aprile 09, 2017, 18:19:43 pm »
Africa Addio Subtitulado Español ) YouTube


V.S. Naipaul
La maschera dell’Africa
Immagini della religiosità africana
Traduzione di Adriana Bottini
La collana dei casi
2010, 2ª ediz., pp. 289
isbn: 9788845925405
Temi: Letteratura inglese, Letteratura di viaggi, Reportage
€ 22,00 -15% € 18,70
Condividi su:     
WISHLIST
AGGIUNGI AL CARRELLO
IN COPERTINA
Il capo (serie TATI, 1997). Foto di Samuel Fosso.
 samuel fosso, courtesy jean marc patras/galerie, paris
AUTORE
V.S. Naipaul   
ALTRE EDIZIONI
   Adelphi eBook

2017, pp. 289
€ 10,99
RISVOLTO
V.S. Naipaul viaggia sempre alla ricerca di qualcosa. In Fedeli a oltranza aveva esplorato quel groviglio rovente di pulsioni e ideologie che ancora non si chiamava fondamentalismo islamico: qui tenta invece di afferrare la sfuggente sopravvivenza delle credenze arcaiche in ciò che nel continente africano – e spesso non altrove – si intende per «modernità». È un itinerario lungo e tortuoso, che porta Naipaul dall’Uganda e dal Ghana alla Nigeria, dalla Costa d’Avorio e dal Gabon fino al Sudafrica, e che attraverso una scansione di incontri, fatti nudi e storie individuali gli fa trovare subito qualcosa di imprevisto: «Ero convinto che nell’immensa vastità dell’Africa le pratiche magiche non fossero diffuse in maniera uniforme» ha scritto Naipaul presentando La maschera dell’Africa. «Ho dovuto ricredermi. Ovunque ho incontrato indovini che “gettavano le ossa” per leggere il futuro, e ovunque ho ritrovato la stessa idea di un’“energia” da imbrigliare attraverso il sacrificio rituale. In Sudafrica la “medicina da battaglia” è un composto fatto con parti del corpo soprattutto animali, ma anche umane. Vederlo con i miei occhi, sentirne il potere, mi ha riportato molto vicino all’inizio di tutto». Comincia così un altro viaggio, che non era semplice osare, alla ricerca del nucleo primigenio di un intero continente. Un viaggio di cui questo libro immediato, quasi orale, è un fedele resoconto: che appassiona, irretisce, e non di rado illumina.

https://www.adelphi.it/libro/9788845925405

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #41 il: Aprile 10, 2017, 11:13:01 am »
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #42 il: Aprile 22, 2017, 11:00:13 am »
Un'altra famosa risorsa ieri ha cercato di ripetere il giochetto di due sabati fa e ciularmi il cell, ma stavolta non ci son cascato e ho minacciato pure quel maghrebino di merda. Ora sto per andare ad acquistare un portatelefono da tenere a tracolla.
Il femminismo è l'oppio delle donne.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9378
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #43 il: Aprile 22, 2017, 12:47:36 pm »
Un'altra famosa risorsa ieri ha cercato di ripetere il giochetto di due sabati fa e ciularmi il cell, ma stavolta non ci son cascato e ho minacciato pure quel maghrebino di merda. Ora sto per andare ad acquistare un portatelefono da tenere a tracolla.

Sicuramente è colpa tua ché non hai capito i suoi bisogni - materiali e non - e che ti sei sicuramente posto male, facendogli credere che... bla bla bla ecc ecc...  :sleep:
Inoltre devi sapere che tu, da maschio bianco italico occidentale, ti porti dietro delle colpe storiche dovute al colonialismo di Mussolini, tizio, caio, sempronio e pinco pallino, perciò taci perché... bla bla bla ecc ecc...  :dry:
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Online Sardus_Pater

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2647
  • Sesso: Maschio
Re:Le famose "risorse"...
« Risposta #44 il: Aprile 22, 2017, 12:59:33 pm »
L'hai detto, amigo  (alla Tex)  :P .
Il femminismo è l'oppio delle donne.