Autore Topic: Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile  (Letto 6172 volte)

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« il: Agosto 16, 2016, 22:53:34 pm »
Buona serata, signori!
E' da parecchio che, per vari motivi, non mi faccio sentire.
Dopo una meditata pausa ho deciso di riprendere l'attività descrivendovi il mio "momento redpill" e la mia presa di coscienza come fiero e indefesso MGHOW

Ebbene, qualche annetto fa,ancora tutto fiducioso nella mia fanciullesca illusione blue pill e nella convinzione di poter far si che gruppi come gli MRA avessero una qualche chance di redistribuire equamente la sacrificabilità e la compassione di genere fra uomo e donna finìì per caso col frequentare una ragazza (de facto, l'unica ragazza che abbia mai frequentato in tutta la mia vita).
La tipa in questione era marcatamente contraria al femminismo di terza ondata, sostenitrice degli MRA così pure dell'idea della lotta alla sacrificabilità maschile e all'ipervalore sessuale femminile.
Per farvi capire come si sforzasse nello scardinare certi vincoli socio-culturali vi dico che fu lei a insistere al fine di portarmi fuori e, una volta fuori, mi offrì pranzo, bevuta e gelato (ribadisco: tutto a spese sue).
Insomma, ero veramente felice perchè pensavo veramente fosse possibile un rapporto alla pari, un rapporto di stima e supporto reciproco identico a quello che si ha con un altro amico maschio, solo, ovviamente, con risvolti più "sensuali" e "profondi" :wub:

Questa fottuta bolla di inconsapevolezza era però destinata a durare poco. L'ago che le fece fare "pufff" fu quando scoprìì che, detta ragazza, considerava importanti le dimensioni del "bongo" maschile.
Sbang. Cascata di redpill sopra la mia testa. Cascata di redpill a cui si susseguirono molteplici pensieri e sensazioni

1 Dice di essere contraria ai ruoli di genere per l'uomo ma al contempo obbliga me ad essere "virile" in quell'aspetto, pena la squalifica?

2 Non ho problemi di, ehm "allungo", tuttavia l'idea che una persona stia con me solamente per quel motivo e che, dopo mesi di frequentazione, possa gettarmi nel cesso solamente perchè pecco della mia funzione estrinseca dimostra il suo totale disinteresse per me in quanto essere umano. E' come se un amico, dopo anni di felice amicizia, mi dicesse "Bene, fin'ora abbiamo riso e scherzato, ora però andiamo in palestra e alzami 100kg di panca pianca, se non ce la fai starò lì a guardarti inerte fallire e poi smetteremo per sempre di essere amici, nonostante tutti i bei momenti e le affinità"
In quel caso andrei in palestra, alzerei i 100kg davanti ai suoi occhi e direi "Bene, li so alzare i tuoi cazzo di 100kg ma sono io a non voler essere più amico di una testa di cazzo che basa il suo essermi fedele su di una puttanata del genere. Sei una persona di merda"

3 Anche la donna più brava e comprensiva non riuscirà mai ad amare l'uomo in sè nè a supportarlo a priori, è una sorta di handicap mentale/emotivo che hanno. Il minimo comune multiplo è la dimensione del pene, il massimo comune divisore la dimensione del conto in banca. Tuttavia, sempre di freddo e biologicamente calcolato apprezzamento della funzione esterna (oggetificazione?) e di disprezzo o noncuranza della persona in sè stiamo parlando.

Questa consapevolezza frammentata, arrabbiata, confusa e tempestosa mi è turbinata in testa e "l'escursione termica" fra ciò che avevo idealizzato e prefigurato e lo squallore insopportabile della realtà mi ha fatto stare talmente male che ho letteralmente vomitato (probabilmente le ultime blue pill che avevo in corpo). Prima volta in vita mia che mi capitasse di vomitare per motivi "emotivi". Un qualcosa di stranissimo ed orrendo.
Ho realizzato che non sarei mai riuscito a stare insieme con una persona che, dopo aver tradito le mie aspettative, mi avrebbe sostanzialmente continuato a ricordare del mio innato valore umano pari a zero e quantificabile solamente in relazione alla mia funzionalità
Ho realizzato poi che, se addirittura una ragazza del genere aveva quella disposizione verso il genere maschile, ebbene una ragazza standard sarebbe stata da così a peggio poichè è un problema radicato nella biologia
Mi sono chiesto come cazzo fosse possibile che tutti gli uomini stessero a misurarsi il cazzo felici di essere "nella norma" quando il problema non è il fatto di "funzionare o meno". No. Il tragico problema è il dover sottostare a questa merda. Il tragico è riuscire ad illudersi di essere benvoluti da una persona che di fatto getterebbe tutto il tuo essere nella spazzatura nel caso tu non fossi "forte e grosso abbastanza".
Ho un "pippo" abbastanza grande ma mi dispiace, non riesco a voler bene ad una persona nè ad essere spontaneamente trasportato a livello affettivo sapendo di essere sostanzialmente un dildo con un cervello e dei sentimenti. No. E vaffanculo al "eh ma se io son fatta così". Un cazzo. Significa solamente che la tua biologia ti ha pensata per selezionarmi e, nel caso, sacrificarmi come un macellaio sacrifica una vacca a cui pur vuole bene. Significa solamente che la tua biologia è schierata contro di me ed è per me alla meglio fredda e alla peggio malevola.

Sta di fatto che ho interrotto immediatamente ogni comunicazione con questa ragazza, senza dare la minima spiegazione e sparendo nel nulla. E non me ne sbatte nulla degli sforzi che ha fatto per attirare la mia attenzione, ha dimostrato di avere quel sostrato base che speravo fosse solamente leggenda da bar e fissa maschile. "La reputazione richiede una vita per essere costruita, ma le bastano cinque minuti per essere distrutta". Mai frase fu più vera! Con quell'esternazione di volontà mi ha chiarito la vera natura femminile.

A meno che non si rendano possibili ipotetiche mutazioni genetiche delle signorine volte ad eliminare la loro natura a noi tossica non intendo più in alcun modo interagirci a livello emotivo e profondo dato che non ne trarrei alcun beneficio e proverei solamente profondo schifo e tristezza.

Quella botta ha fatto male, ma quasi quasi la prenderei nuovamente.
E' stata la sveglia che mi ha aperto gli occhi.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16390
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #1 il: Agosto 17, 2016, 00:07:09 am »
Hai tutta la mia solidarità, ma ti è andata proprio male: è la prima donna che vedi (ti offre pure il pranzo) e ti parla di dimensioni. Credo che agli altri utenti, anche quelli che hanno visto dozzine di donne, non sia mai capitato nulla del genere. :lol:
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Jason

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4427
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #2 il: Agosto 17, 2016, 00:08:55 am »
Sostenitrice degli MRA ? In che senso ?  Lei sapeva cosa sono gli MRA e quali sono i loro scopi ?
Ascolta, sei sicuro che l'obiettivo degli MRA sia quello di redistribuire la sacrificabilitá ?

Bentornato, anche se come diceva Vicus, nemmeno io ho mai incontrato donne cosí ossessionate dalle dimensioni  :lol:
« Ultima modifica: Agosto 17, 2016, 00:19:53 am da Vicus »
«La folla che oggi lincia un nero accusato di stupro presto lincerà bianchi sospettati di un crimine».
Theodore Roosvelt, Presidente degli Stati Uniti d’America

Offline giuspal

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 608
  • Sesso: Maschio
  • L'altro Robert Hunt
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #3 il: Agosto 17, 2016, 00:17:29 am »
Questa tizia sarebbe da denunciare per istigazione all'ansia da prestazione.  ^_^
"SANTO DIO! PERCHE' SI BEFFANO COSI' DELLA GENTE?" (Enrico V)

"Poca osservazione e molto ragionamento conducono all'errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità" (Alexis Carrel)

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #4 il: Agosto 17, 2016, 00:28:40 am »
Sostenitrice degli MRA ? In che senso ?  Lei sapeva cosa sono gli MRA e quali sono i loro scopi ?
Ascolta, sei sicuro che l'obiettivo degli MRA sia quello di redistribuire la sacrificabilitá ?

Bentornato, anche se come diceva Vicus, nemmeno io ho mai incontrato donne cosí ossessionate dalle dimensioni  :lol:

Sono stato malinterpretato.
Non ho detto di essere stato nauseato dalla tizia per il suo comportamento bensì dall'emergere della sua natura femminile che la porta a considerare il maschio solo in quanto produttore di valore "esterno", ergo sacrificabile se non "funzionante". E no, non ho alcuna "ansia da prestazione", come ho già detto non ho quel problema (se volete mi misuro l'arnese per pura curiosità XD). Il problema è a monte: non riesco a sentirmi emotivamente attratto da chi mi considera un dildo con un cervello. E si, son parecchio delicato sotto questo aspetto, mi basta anche che la tipa ritenga minimamente importante la cosa per farmela scartare. Questo è il motivo per cui ho deciso di evitarle tutte

La donna è biologicamente così disegnata e progettata e anche se non lo manifesta dal punto di vista delle dimensioni del pene (solamente il sostrato base e il m.c.m. della sacrificabilità viscerale maschile) lo manifesterà sotto altri aspetti: desiderio di assertività psicologica, benessere economico, status etc..
No, decisamente la bestia femminile non è nè mai sarà supporto nè tantomeno amica dell'uomo. Non di me, almeno. Quell'esperienza la farei e la rifarei mille volte perchè è servita a svegliarmi definitivamente dal torpore dell'illusione di un amore a metà fra il "mulino bianco" e il Leopardiano.

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #5 il: Agosto 17, 2016, 00:31:29 am »
Hai tutta la mia solidarità, ma ti è andata proprio male: è la prima donna che vedi (ti offre pure il pranzo) e ti parla di dimensioni. Credo che agli altri utenti, anche quelli che hanno visto dozzine di donne, non sia mai capitato nulla del genere. :lol:

Di per sè non me ne ha parlato. L'ho letto in giro.
Motivo sufficiente a far si che troncassi ogni rapporto senza spiegazioni e senza più alcuna possibilità di ripresa. Accartocciata la carta velina non la porti alla sua forma iniziale nemmeno mettendola sotto un mattone da 10kg

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16390
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #6 il: Agosto 17, 2016, 00:35:33 am »
Almeno era sostenitrice dei diritti maschili. Che diceva in proposito?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #7 il: Agosto 17, 2016, 00:40:21 am »
Almeno era sostenitrice dei diritti maschili. Che diceva in proposito?

"Almeno" niente.
Con quella sua dichiarazione ha reso esplicitamente noto il fatto di essere palesemente (sebbene forse inconsciamente) sostenitrice della sacrificabilità maschile.
Che sostenesse gli mra è un dato irrilevante dato che, su ciò che realmente sarebbe servito "cambiare", si è dimostrata eguale ad ogni altra donna.

Se io ti dico di sostenere Amnesty International ma poi domani, incazzato, urlo di sparare sui barconi e di "lasciarli tutti affogare in mare", ha forse qualche rilevanza il fatto che io ti abbia detto di sostenere Amnesty o la mia dichiarazione basta e avanza per farti capire che in realtà i miei principi sono tutt'altri?

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16390
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #8 il: Agosto 17, 2016, 00:44:48 am »
Sì, ma cosa ha detto degli MRA?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #9 il: Agosto 17, 2016, 00:53:21 am »
Sì, ma cosa ha detto degli MRA?

Sosteneva tutte le loro posizioni.
Ma ti ripeto, è irrilevante dato che la sua dichiarazione ha per me cancellato tutte quelle precedenti in un battito di ciglia

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16390
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #10 il: Agosto 17, 2016, 00:57:55 am »
Scusa se insisto, ma credo sia importante anche perché una donna che sostiene gli MRA è un'altra rarità: cosa ha detto di preciso dei movimenti maschili?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #11 il: Agosto 17, 2016, 01:08:16 am »
Scusa se insisto, ma credo sia importante anche perché una donna che sostiene gli MRA è un'altra rarità: cosa ha detto di preciso dei movimenti maschili?

Scusa se insisto con la stessa risposta ma è irrilevante.
Quello che ha detto l'ho già specificato: diceva che le femministe sostengono subdolamente i ruoli di genere per gli uomini mentre vogliono toglierli alle donne e sosteneva la legittimità delle battaglie portate avanti dagli MRA. Dato che ha dato prova a sua volta di essere portatrice del paradigma di sacrificabilità maschile, tutto quello che ha fatto precedentemente lo ritengo cancellato e surclassato dalla sua vera natura.

Non è una rarità, è solo una donna. Come tante altre.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16390
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #12 il: Agosto 17, 2016, 01:20:52 am »
Ti prendo in parola :lol:
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Cyberguy94

  • Affezionato
  • **
  • Post: 225
  • Per Ironforge!
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #13 il: Agosto 17, 2016, 01:26:29 am »
Ti prendo in parola :lol:

Grazie. Capirai ora perchè ho una certa "consapevolezza" verso il genere femminile e perchè tendo a fidarmi meno di zero riguardo la possibilità che abbiano mai, allo stato naturale di cose, una sincera compassione verso di noi.

Offline ReYkY

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1015
  • Sesso: Maschio
Re:Dimensioni del pene e sacrificabilità maschile
« Risposta #14 il: Agosto 22, 2016, 04:46:57 am »
Hai tutta la mia solidarità, ma ti è andata proprio male: è la prima donna che vedi (ti offre pure il pranzo) e ti parla di dimensioni. Credo che agli altri utenti, anche quelli che hanno visto dozzine di donne, non sia mai capitato nulla del genere. :lol:


Io ho conosciuto una tizia a cui interessava SOLO la dimensione del pene. Detto da lei: "per me un uomo può essere alto, basso, magro, grasso, bello, brutto, ecc. a me interessa solo la dimensione del suo pisello"

Questa tizia cambia partner ogni mese, è molto "eccentrica" è mi ha raccontato di aver subito uno stupro di gruppo in un parcheggio di una discoteca.