Autore Topic: Pornografia: un bene o un male per gli uomini?  (Letto 73738 volte)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16930
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #450 il: Agosto 06, 2017, 13:27:07 pm »
io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione
Anche la maggior parte degli uomini non è tossicodipendente, ciò non toglie che la droga sia una piaga, e il porno è molto più diffuso.

La prostituzione non è disponibile a ogni ora persino sul cellulare, non è gratis, bisogna spostarsi ed è spesso una squallida esperienza di cinque minuti in automobile, invece del porno "con tutti i confort". C'è anche l'interazione con un'altra persona, il che rende assai meno probabile l'instaurarsi di dipendenze .
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Online Jason

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4428
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #451 il: Agosto 06, 2017, 13:29:59 pm »
La maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno.
La maggior parte dei fumatori di cannabis NON passa all'eroina.
Uova e vino ti dimostrano che i medici  ( e io lo sono ) sbagliano

Non so chi te le dá queste certezze, ma pochissimi sanno di questa dipendenza da porno e quindi non sanno di essere dipendenti. Parlano chiaro i dati internet e la nascita di gruppi di supporto. Stessa cosa per la cannabis, se tutti (e dico tutti) gli ex tossicodipendenti mettono in guardia dalla cannabis ci sará un motivo. Poi possiamo farci tutte le chiacchiere, ci mancherebbe.
«La folla che oggi lincia un nero accusato di stupro presto lincerà bianchi sospettati di un crimine».
Theodore Roosvelt, Presidente degli Stati Uniti d’America

Online Jason

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4428
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #452 il: Agosto 06, 2017, 13:31:44 pm »
io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione

Come ho avuto modo di dire, chi cade nella "dipendenza" * da prostituzione é dipendente anche dal porno.

*che poi tanto dipendente non so quanto sia, visto che poi ne risente il portafoglio specie se ne scegli una di appartamento.
«La folla che oggi lincia un nero accusato di stupro presto lincerà bianchi sospettati di un crimine».
Theodore Roosvelt, Presidente degli Stati Uniti d’America

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #453 il: Agosto 06, 2017, 13:33:51 pm »
Non so chi te le dá queste certezze, ma pochissimi sanno di questa dipendenza da porno e quindi non sanno di essere dipendenti. Parlano chiaro i dati internet e la nascita di gruppi di supporto. Stessa cosa per la cannabis, se tutti (e dico tutti) gli ex tossicodipendenti mettono in guardia dalla cannabis ci sará un motivo. Poi possiamo farci tutte le chiacchiere, ci mancherebbe.

Jason , tutti gli stupratori  sono uomini, quindi l'essere uomo porta allo stupro.
Lo stai dicendo tu.
La sicurezza nel dire quello che dico me la dà la mia conoscenza del problema, derivante anche dai miei studi.
Lascia perdere quello che che dicono i tossici, pronti a dire di tutto e un pò

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #454 il: Agosto 06, 2017, 13:35:20 pm »
Citazione
Vicus : La prostituzione non è disponibile a ogni ora persino sul cellulare, non è gratis, bisogna spostarsi ed è spesso una squallida esperienza di cinque minuti in automobile, invece del porno "con tutti i confort". C'è anche l'interazione con un'altra persona, il che rende assai meno probabile l'instaurarsi di dipendenze .

anche le droghe vanno cercate e costano : con ciò la dipendenza da droghe esiste

Offline Warlordmaniac

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4250
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #455 il: Agosto 06, 2017, 13:50:29 pm »
Quindi i medici che mettono in guardia dalla pornografia sono ideologhi ?

Ancora, gli uomini che sono "dipendenti" dalla prostituzione nel 99 % dei casi hanno come radice la dipendenza dalla pornografia .

Anche la droga la riceve chi la cerca.
Il discorso che ti stiamo dicendo di Pompei é che non é paragonabile al fenomeno moderno.
Il sesso pratico eterodiretto non produce dipendenza? L'innamoramento non è forse uno stupefacente?

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16930
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #456 il: Agosto 06, 2017, 14:04:11 pm »
anche le droghe vanno cercate e costano : con ciò la dipendenza da droghe esiste
Pensa se fossero disponibili gratis 24h su 24
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Alberto1986

  • Visitatore
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #457 il: Agosto 06, 2017, 14:54:11 pm »
Aggiungo che stanno nascendo anche gruppi di incontri paragonabili a quelli di alcolisti, giusto perché si nega che la pornografia crea dipendenza.

Non mi risulta esistano gruppi di incontri fra usufruitori di lucciole , oppure che nell'antica Pompei esistettero gruppi fra persone "dipendenti dalle incisioni erotiche"  :hmm:

Stanno nascendo? Ma dove?  :D :D A questo mondo non escludo che, in qualche remoto luogo, possano esistere anche persone che diventano dipendenti dal guardare i passeri che volano, ma statisticamente sarebbero insignificanti. Quando si parla di qualcosa bisogna munirsi di fonti e dati, altrimenti si continua a parlare solo di aria fritta e di proprie fisse personali.
Ps: quanta dipendenza psichica crea la religione in tante persone?  :hmm:


io ho portato dei fatti e delle semplici argomentazioni logiche :
la maggior parte degli uomini NON cade nella dipendenza da porno
Negare che anche la prostituzione può dare dipendenza si che è ideologico, e io sono a favore della prostituzione


Esattamente. Tu inoltre sei pure medico, per cui... ;)

ancora crediamo ciecamente agli studi medici su argomenti controversi politicamente ?
devo ricordare la questione lgtb, supportata dagli studi medici?
o le campagne mediche contro le uova ?
quelle a favore del vino rosso ?
Anche chi usa eroina ha usato cannabis, quindi vogliamo dire che la cannabis porta all' eroina ?

riguardo la prostituzione :
https://www.questionemaschile.org/forum/index.php?topic=14780.new#new


Esatto. inoltre se proprio si vogliono postare ricerche, questa smentisce tutte le personali teorie catastrofiste:  http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5588-contrordine-pornografia-sembra-aumentare-desiderio-sessuale.html


Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16930
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #458 il: Agosto 06, 2017, 16:16:37 pm »
Stanno nascendo? Ma dove? 
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!
Citazione
Ps: quanta dipendenza psichica crea la religione in tante persone? 
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Alberto1986

  • Visitatore
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #459 il: Agosto 06, 2017, 16:42:07 pm »
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!

Questi sarebbero dati oggettivi? Una volta veniva anche insegnato ai ragazzi maschi che guardare le donne nude faceva diventare ciechi.  :D


Citazione da: Vicus
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?


Il mio è un ragionamento semplice: se si ci si preoccupa tanto delle pseudo dipendenze altrui che, evidentemente, riguardano cose che non piacciono e si vorrebbero censurare, perchè non ci si preoccupa anche delle proprie dipendenze? La religione può essere una dipendenza psichica? Certamente e molto più reale e diffusa di tante altre:

Citazione
LA DIPENDENZA DA RELIGIONE
Tante persone sono dipendenti dalla religione o hanno sofferto abuso religioso da parte delle loro famiglie o chiese, scrive il Rev. Leo Booth in Quando dio diviene una droga. Booth, un prete episcopale della California del sud, ma nato inglese, si auto definisce alcolista, dipendete dalla religione e prete in convalescenza. La dipendenza può svilupparsi in qualsiasi chiesa, dice, ma in maniera più marcata in quelle che promuovono credi fondamentalisti.
La dipendenza implica usare dio, una religione o un sistema di credenze, come un mezzo per sfuggire o evitare sentimenti dolorosi e per cercare autostima. Significa adottare un sistema di credenze rigido che specifica solo una giusta via, la quale si crede debba essere forzata sugli altri attraverso strumenti di colpevolezza, vergogna, paura, lavaggio del cervello ed elitarismo.
I dipendenti, a loro volta, diventano abusatori verso coloro i quali non soddisfano pienamente i loro rigidi standard. Anche Gesù è stato abusato, dice Booth, in quanto persone religiose lo hanno messo in croce.
Rod Cooper , consigliere al Seminario conservatore di Denver, afferma che oltre il 30% dei suoi pazienti soffre di dipendenza da religione. La grazie e l'amore di dio non sono qualcosa che possono comprendere. Pensano che devono compiere azioni per compiacere dio. Tali dipendenti rimangono in chiese tossiche, con sistemi di credenze rigide che rinforzano la loro paura e vergogna ma provvedono una comfort zone familiare.
Le persone possono diventare dipendenti da qualsiasi cosa, afferma Larry Graham , professore di teologia pastorale alla Illiff School of Theology. La religione può rinforzare l'idea di una vita idilliaca, di un dio che sistema tutto, della ricompensa finale e dell'accettazione da parte di altre persone.
I dipendenti usano la religione per acquisire potere e controllo, spesso diventando abusatori religiosi, dice Booth. Il loro unico mezzo per ottenere auto-rispetto ed auto-controllo è di chiudersi dentro un rigido ed intollerante perfezionismo, ma perfezionismo e purezza sono utopie.
Una conseguenza della dipendenza può essere la visione non sana del sesso come sporco e peccaminoso. Attraverso i secoli la Cristianità ha promosso questa visione, dice Booth. Questo può portare a condotte inappropriate, nelle quali desideri repressi finalmente riaffiorano secondo modalità deviate.
Messaggi disfunzionali religiosi a proposito di peccato, della sessualità e di dio come giudice arrabbiato o aggiustatore cosmico hanno creato molte credenze tossiche, dice Booth. Al cuore c'è il messaggio che le persone sono in essenza cattive, senza potere e deboli. I dipendenti cercano allora di riconciliare i concetti di peccato, pena e sofferenza con l'idea di un dio d'amore e perdono. Combattono per stare sulla giusta via, vivendo nel terrore del peccato. Così il dipendente entra in un circolo vizioso; costantemente mirando alla perfezione, diventano sempre più dipendenti, e si sentono non-amati, senza senso e pieni di paura e vergogna.
I dipendenti non ottengono mai i loro obbiettivi, ma credono che la loro ricompensa sarà in paradiso. Booth dice che tante persone si ubriacano con l'idea di essere salvati e non tollerano chi dissente.
Sintomi della dipendenza includono l'inabilità di mettere in dubbio l'autorità religiosa, un modo di pensare o bianco o nero, e la credenza che dio sistemerà la loro esistenza. I dipendenti aderiscono rigidamente alle regole, esprimono molti giudizi, fanno donazioni finanziarie irrealistiche, mangiano compulsivamente, soffrono malattie psicosomatiche, cadono in stati simili alla trance ed eventualmente fanno esperienza di esaurimenti mentali, emozionali o fisici.

http://www.benessere.com/psicologia/arg00/dipendenza_religione.htm

Online Jason

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4428
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #460 il: Agosto 06, 2017, 16:44:31 pm »
Citazione
Ma se è pieno, specie negli USA! Ne parla anche Hollywood!

Non solo negli USA  ;)
Vi sono anche siti dove si possono descrivere le proprie "esperienze" in merito online.

Citazione
Bella mossa sfottere altri utenti e pure wiki. La pornografia farebbe male? E' un complotto religioso! Ogni volta che un credente apre bocca, deve esserci un recondito movente moralistico, religioso o ideologico. Si può discutere quando si hanno teoremi del genere?

Piú che altro non capisco una cosa, si dice sempre che non bisogna mettere sempre in mezzo la religione , peró a quanto pare la si mette in mezzo pure quando si parla delle previsioni del tempo per ferragosto.

Facciamo prima a dire direttamente quali sono le fonti affidabili e giuste e quelle no . Perché mi sembra di capire che se Tizio dice che la pornografia fa male allora non é affidabile ed é ideologico, se invece dice che fa bene allora é il miglior studioso della pornografia di sempre.
«La folla che oggi lincia un nero accusato di stupro presto lincerà bianchi sospettati di un crimine».
Theodore Roosvelt, Presidente degli Stati Uniti d’America

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #461 il: Agosto 06, 2017, 16:52:21 pm »
Citazione
Jason :
Facciamo prima a dire direttamente quali sono le fonti affidabili e giuste e quelle no . Perché mi sembra di capire che se Tizio dice che la pornografia fa male allora non é affidabile ed é ideologico, se invece dice che fa bene allora é il miglior studioso della pornografia di sempre.

Tutti gli argomenti  politicamente sensibili pongono grandi problemi alla realizzazione di una indagine conoscitiva davvero oggettiva : troppe sono le variabili e troppi bias.
Non dico che la pornografia non possa far male : dico che  per alcuni è una valvola di sfogo,  per altri no.
Idem la prostituzione .
Anche l'alcool fa male, ma vietarlo sarebbe un vantaggio ?

tra l'altro :

http://it.blastingnews.com/salute/2017/08/bere-alcol-puo-migliorare-la-memoria-e-ridurre-il-rischio-di-diabete-001910533.html

http://www.improntaunika.it/2017/08/droga-e-allarme-90mila-studenti-consumano-cannabis-e-spice-tutti-i-giorni/

come si vede , molta confusione sotto il cielo :D

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 16930
  • Sesso: Maschio
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #462 il: Agosto 06, 2017, 16:55:48 pm »
Questi sarebbero dati oggettivi? Una volta veniva anche insegnato ai ragazzi maschi che guardare le donne nude faceva diventare ciechi.  :D



Il mio è un ragionamento semplice: se si ci si preoccupa tanto delle pseudo dipendenze altrui che, evidentemente, riguardano cose che non piacciono e si vorrebbero censurare, perchè non ci si preoccupa anche delle proprie dipendenze? La religione può essere una dipendenza psichica? Certamente e molto più reale e diffusa di tante altre:

http://www.benessere.com/psicologia/arg00/dipendenza_religione.htm
Credevo che Google lo conoscessero tutti:

https://www.google.it/search?site=&source=hp&q=supporto+dipendenza+da+pornografia&oq=supporto+dipendenza+da+pornografia&gs_l=psy-ab.3...865.6642.0.6790.34.34.0.0.0.0.230.3975.0j28j2.30.0....0...1.1.64.psy-ab..4.17.2409...0j0i131k1j0i3k1j0i22i30k1j33i160k1j33i22i29i30k1.SoFD0ObCniU

Saranno sicuramente siti pagati dal Vaticano.

Questo è un 3D sulla pornografia, se continua l'OT sulle convinzioni personali di alcuni utenti divido il topic come di prammatica.
Quanto alla dipendenza da religione, ho conosciuto monaci felici che campavano fino a cent'anni in ottima salute. Magari con porno, nigeriane a ore & cannabis si può far meglio! ^_^

Sfatiamo poi il mito che i cristiani non guardino le donne, forse hanno persino più fortuna perché, a differenza dei pornomani che di fronte a una donna vera sbavano a vista con conseguenze catastrofiche, sono più capaci di quello sganciamento emotivo di cui si favoleggia qui.

Poi: qui si è solo detto che la pornografia fa male, per chi vuol capire e ritrovare la sua spina dorsale, non di censurarla o vietarla, cosa assolutamente impossibile.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Alberto1986

  • Visitatore
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #463 il: Agosto 06, 2017, 17:11:48 pm »
Come detto anche in passato, nessuno esclude che la dipendenza psicologica da visione di materiale erotico/pornografico esista. Il punto è che tale dipendenza si verifica su soggetti in qualche modo predisposti, che statisticamente sono una piccolissima minoranza, la quale non crea un reale problema/allarme sociale. La maggioranza degli uomini guarda suddetto materiale senza subire i problemi apocalittici che qui si profetizzano dagli utenti religiosi.


....
Questo è un 3D sulla pornografia, se continua l'OT sulle convinzioni personali di alcuni utenti divido il topic come di prammatica.
Quanto alla dipendenza da religione, ho conosciuto monaci felici che campavano fino a cent'anni in ottima salute. Magari con porno, nigeriane a ore & cannabis si può far meglio! ^_^
......

Per me non ci sono problemi: si può aprire un topic specifico sulla dipendenza da religione se lo si ritiene opportuno. Per il resto non capisco il nesso porno-nigeriane-cannabis. Il porno cosa c'entra con le nigeriane (cosa che riguarda semmai la prostituzione, cosa che cattolici e vaticano, da quanto emerso su questo topic, tollerano) e cannabis (droga illegale che crea reale dipendenza fisica)???  :hmm:

Online Salar de Uyuni

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2828
  • Sesso: Maschio
  • RUMMELSNUFF
Re:Pornografia: un bene o un male per gli uomini?
« Risposta #464 il: Agosto 06, 2017, 17:32:23 pm »
Tutto ciò che dà piacere dà anche dipendenza compreso il sesso normale
Da quando dio e' morto in occidente,pare aver prestato la sua D maiuscola al nuovo oggetto di culto la ''Donna''