In rilievo > Osservatorio sul Femminismo

"Donne Vittoriose"

<< < (146/147) > >>

bluerosso:

--- Citazione da: Frank - Marzo 19, 2023, 16:43:01 pm ---
Leggi questo articolo.
https://www.rainews.it/articoli/2023/01/sci-coppa-del-mondo-record-vittorie-mikaela-shiffrin-ritratto-29-gennaio-2023-14bce82e-a1dd-4761-b4c1-20f9f3ab64d7.html?fbclid=IwAR3Nv4l39FKDFi9CYtx6snR9-ptYqmDybHgRXYZ_NtrWrDhfudDhrxAZUc0
.

Questo atteggiamento competitivo-ossessivo delle femmine nei confronti dei maschi lo si riscontra in maniera forte nell'infanzia e fino alla prima adolescenza.
I maschi al contrario, già da quell'età, non sono interessati a competere contro le femmine. Figuriamoci da adulti.
Penso che questa assurda comparazione tra la Shiffrin e Stenmark rifletta la prosecuzione di questa dinamica fanciullesca femminile in età adulta e nasconda una malcelata invidia e frustrazione per il maschile che ha a mio avviso una base biologica nel dimorfismo sessuale.
Tra l'altro, così facendo, non fanno che martellarsi da sè le ovaie perchè, ammettendo pure di accettare questa metodologia, i palmares femminili risulterebbero minori in una miriade di altre specialità sportive.
Confermando così che la razionalità non è esattamente la caratteristica principale del femminile contemporaneo.
--- Termina citazione ---

bluerosso:
https://luce.lanazione.it/sport/infantino-fifa-diritti-tv/
.
Semplicemente esilarante.
Quella sagoma di Infantino (Presidente FIFA) cerca di piazzare il calcio femminile alle televisioni dei cinque paesi più importanti d'Europa (Italia, Spagna, UK, Francia, Germania) cercando di farselo strapagare a prezzi assolutamente fuori mercato, asserendo che si tratterebbe di un investimento di carattere etico-politico-pedagogico...e altre patetiche argomentazioni.

“La Federazione mondiale ha fatto la sua parte, portando il montepremi a 152 milioni di dollari, triplicando l’importo pagato nel 2019 e dieci volte di più rispetto al 2015.
Tuttavia – prosegue Infantino – le offerte delle emittenti sono ancora molto deludenti e semplicemente non accettabili, soprattutto considerando che il 100% di tutte le quote per i diritti pagate andrebbe direttamente nel calcio femminile, nella nostra scelta di promuovere azioni verso la parità di condizioni e retribuzione”.
Richieste ripetute da parte della federazione mondiale, alle quali non hanno fatto eco risposte soddisfacenti da parte dei possibili acquirenti.

In uno dei suoi ultimi post su Instagram, inoltre, il dirigente ha rilanciato l’hashtag #Footballunitestheworld (Il calcio unisce il mondo), ricordando come l’impegno principale dell’ente sia quello di rimanere concentrati sull’inclusività in ogni momento dell’organizzazione dei tornei.

La cosa inquietante per me è la replica dei network TV:

La difesa delle emittenti
“In seguito all’appello del sovrintendente, non si sono fatte attendere le risposte delle dirigenze dei canali nazionali.
In considerazione del fuso orario, che farà giocare nella notte europea molte delle partite, le Tv europee hanno reputato svantaggioso per il proprio bilancio un investimento più importante di quello finora preventivato.
L’evento di presentazione della coppa del mondo ha visto la partecipazione dei vertici del Wto e delle rappresentanze di Nuova Zelanda e Australia (Instagram)
La sfida, dunque, non sarebbe relativa ai diritti delle donne, come affermato più volte nella giornata di ieri dal palco di Zurigo, ma sarebbe relativa a mere questioni di bilancio e di copertura mediatica dell’evento.
Uno scontro destinato a protrarsi nel tempo, almeno fino all’inizio della competizione, programmato per il 20 luglio nei principali impianti sportivi di Australia e Nuova Zelanda.“
-
Siamo all'assurdo (ma nemmeno poi tanto visti i pregressi).
In pratica questo tizio ha aumentato deliberatamente i costi del Mondiale femminile senza ancora avere avuto la certezza dei ricavi ed ora fa pressioni perché qualcuno rifonda le sue elargizioni clientelari.
Ce ne sarebbe abbastanza per mandarlo via a pedate nel c*** assieme a tutto il board.

Paol:

--- Citazione da: bluerosso - Maggio 03, 2023, 23:40:33 pm ---https://luce.lanazione.it/sport/infantino-fifa-diritti-tv/

La sfida, dunque, non sarebbe relativa ai diritti delle donne, come affermato più volte nella giornata di ieri dal palco di Zurigo, ma sarebbe relativa a mere questioni di bilancio e di copertura mediatica dell’evento.
Uno scontro destinato a protrarsi nel tempo, almeno fino all’inizio della competizione, programmato per il 20 luglio nei principali impianti sportivi di Australia e Nuova Zelanda.“ [/i]
-
Siamo all'assurdo (ma nemmeno poi tanto visti i pregressi).
In pratica questo tizio ha aumentato deliberatamente i costi del Mondiale femminile senza ancora avere avuto la certezza dei ricavi ed ora fa pressioni perché qualcuno rifonda le sue elargizioni clientelari.
Ce ne sarebbe abbastanza per mandarlo via a pedate nel c*** assieme a tutto il board.

--- Termina citazione ---

In pratica un ennesimo caso di pinkwashing ( come lo chiamano i Momas anglosassoni), cioè far passare una qualsiasi iniziativa, magari insostenibile, argomentando che così ci guadagnano le femmine.

P.S. Non mi piace la tendenza ad utilizzare termini stranieri nel contesto della lingua italiana, quindi propongo di chiamare il pinkwashing "tingidirosa" , ma vorrei leggere altre proposte .

Vicus:
Il termine esiste: operazione cosmetica

Paol:

--- Citazione da: Vicus - Maggio 04, 2023, 14:08:30 pm ---Il termine esiste: operazione cosmetica

--- Termina citazione ---

Ti dirò, non mi soddisfa come resa di "pinkwashing", però qui ho divagato, colpa mia. Aprirò un topic per la terminologia ad uso del "Momas".

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa