Autore Topic: Botte e insulti alle sentinelle  (Letto 23799 volte)

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #90 il: Ottobre 09, 2014, 11:28:08 am »
Le lesbiche mi stanno sulle palle, persino più della Boldrini.
Appurato che sono stronze e rosicone nella vita, come lo sono in rete bisogna levar loro i bambini e darli ai padri naturali.

il problema VND è che probabilmente in questi casi i padri naturali quei figli non li vogliono, visto che si saranno fatte inseminare artificialmente.
Anzi, se non ricordo male, una delle cose che colpì maggiormente e di cui si discusse in QM, furono quei tentativi di tirare in ballo il donatore come responsabile nei casi di scioglimento di coppia tra lesbiche.
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #91 il: Ottobre 09, 2014, 12:38:07 pm »
E dato molto curioso, IL TASSO DEI DIVORZI GAY E' STATO NETTAMENTE INFERIORE A QUELLO DEI DIVORZI ETERO: 12,56% VS 72,55(insomma quasi 3 matrimoni etero su 4 finiscono col divorzio, contro poco più di 1 su 10 per i gay-

Incredibile. Mi hai convinto. Se i loro rapporti sono più durraturi che si sposino. E infatti perché colpevolizare un uomo per il fatto che davvero non ha bisogno di una donna nella sua vita?!

12% contro 72%?
Son conclusioni false causate da una esposizione dei fatti messi intenzionalmente giù in maniera ingannevole, proprio per far trarre conclusioni errate!!
Ma quale deficiente sulla terra crederebbe mai ad una cosa del genere? :doh:
I "fatti" vanno contestualizzati, "rapportati", "contestualizzati", altrimenti continuiamo a vedere una realtà surreale, che non ha nulla a che fare con la realtà! :cry:
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 18202
  • Sesso: Maschio
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #92 il: Ottobre 09, 2014, 12:45:26 pm »
E’ molto semplicistico ricondurre il matrimonio omo ai presunti “diritti di una minoranza”, che non intaccherebbero il resto della società. L’accettazione di questa narrativa è un sintomo della narcotizzazione della capacità di ragionare, e della riconfigurazione della realtà operata dalle fabbriche dell’opinione.
C’è una notevole coesione tra femminismo, omosessualismo e tutte le altre prassi (imposte) volte a distruggere l’identità maschile insieme con la famiglia e il tessuto sociale. La tendenza evidente (o che tale dovrebbe essere) è verso una società di lavoranti neutri, dove la riproduzione è gestita artificialmente dallo Stato (o dalle multinazionali, che già prevalgono sulle nazioni nel diritto internazionale). Già adesso sussiste la castrazione sociologica della psiche maschile, con tanto di corsi di rieducazione femminista E gender a partire dalle elementari.
Per questo una QM in salsa omosessualista, che si vorrebbe far passare qui a suon di feticci lessicali (diritti di minoranze che non fanno male a nessuno ecc.) è una contraddizione in termini, esattamente come l’apparente considerazione di certo mondo femminista alla questione maschile.
Il tentativo del femminismo e dell’omosessualismo di addomesticare (leggi castrare) la QM indica la loro stretta parentela, come il crescente disturbo che creano i movimenti maschili. Sempre che non si lascino rincitrullire e tali rimangano.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #93 il: Ottobre 09, 2014, 12:47:13 pm »
12% contro 72%?
Son conclusioni false causate da una esposizione dei fatti messi intenzionalmente giù in maniera ingannevole, proprio per far trarre conclusioni errate!!
Ma quale deficiente sulla terra crederebbe mai ad una cosa del genere? :doh:
I "fatti" vanno contestualizzati, "rapportati", "contestualizzati", altrimenti continuiamo a vedere una realtà surreale, che non ha nulla a che fare con la realtà! :cry:

ma non sarebbe bello per voi poter vivere senza le donne che tanto vi causano solo sofferenza?

Con i matrimonio gay e magari anche l'eliminazione di matrimoni etero si risolvono tanti problemi causate dalle donne.

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #94 il: Ottobre 09, 2014, 12:51:44 pm »
Argomentazione fallace sul piano logico, visto che tutti gli attuali diritti degli uomini, valgono anche per le donne(ma viceversa, in alcune situazioni le donne godono privilegi di fatto, che agli uomini non sono concessi)

Che è esattamente quello che sostengo io.
Ma la questione maschile infatti è questa, riuscire ad uscire da questa logica, che evidentemente vale sia per gli etero,ed ancora di più per i gay.

Altrimenti per te la "questione maschile" è la questione omosessuale, cosi come critichi agli altri di scambiare per "questione maschile", l'appoggio a Putin o l'egemonia della morale cattolica.

Vedi che c'ho ragione?
Pur nell'opposizione...siete uguali.
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6000
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #95 il: Ottobre 09, 2014, 13:13:16 pm »
il problema VND è che probabilmente in questi casi i padri naturali quei figli non li vogliono, visto che si saranno fatte inseminare artificialmente.
Anzi, se non ricordo male, una delle cose che colpì maggiormente e di cui si discusse in QM, furono quei tentativi di tirare in ballo il donatore come responsabile nei casi di scioglimento di coppia tra lesbiche.

Specifico che la mia era una boutade...

In Italia l'eterofila non dovrebbe essere legale, per cui si dovrebbe trattare in larga misura  di figli donne che avevano tenuto nascosta l'omosessualità, ingannano un pover'uomo, o l'hanno scoperta tardi (e io non ci credo....).
Non credo che si possa parlare di rifiuto del padre.

Sì ricordo anch'io che s'è parlato del tentativo, riuscito, di accollare il mantenimento del bambino al donatore.

Ne approfitto per dire che la donazione dello sperma e l'affitto dell'utero non sono affatto diversi dalle altre forme di prostituzione.
Per cui è strano questo accanimento verso quest'ultima mentre sì è così indulgenti verso le prime.
Vnd [nick collettivo].

Offline vnd

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 6000
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #96 il: Ottobre 09, 2014, 13:54:01 pm »
il problema è qui. IMHO, l'incomprensione è nel fatto che il matrimonio "legalizza" la vita affettiva dando tutta una serie di diritti/doveri. Basterebbe togliere i diritti connessi al matrimonio. Per esempio la reversibilità pensionistica, per esempio l'obbligatorietà delle quote legittime nel diritto testamentario e lasciare tutta l'eredità nella disponibilità del proprietario (cosa che non è così oggi in Italia). Per esempio dare la possibilità di scegliere chi dovrà decidere sulla nostra assistenza sanitaria. Non mi pare siano cose difficili da fare. E sarebbero cose che tolte di mezzo disvelerebbero altri intenti (visto che sono spesso quelle citate oggi per la richiesta di equiparazione di trattamento di coppie gay e etero)

Il matrimonio è un istituto di diritto privato, si possono cambiare le regole.

Esatto
Vnd [nick collettivo].

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #97 il: Ottobre 09, 2014, 13:55:25 pm »
Ne approfitto per dire che la donazione dello sperma...etc.


forse dipende anche dal fatto che nessun uomo ha mai lamentato costrizioni nel dono dello sperma.

http://www.qdnapoli.it/index.php?option=com_content&view=article&id=628:il-donatore-di-sperma&catid=15:linea-di-confine&Itemid=108

e molti sono giovani volontari.

Forse si potrebbe lanciare l'idea dello "sciopero del donatore di sperma", ma dubito che attecchisca. Alla base c'è probabilmente una regola biologica per cui donare sperma potrebbe essere un modo comodo per riprodursi in maniera primitiva (ovverossia spargendo il più possibile il seme senza avere oneri di accudimento della prole).

La tua boutade non varrebbe comunque nemmeno nel caso che si fossero fatte mettere incinte da un uomo a "tradimento". Perché qui tocchiamo il diritto a non vedersi appioppare un figlio (e uno dei cavalli di battaglia della QM è il diritto riproduttivo, ovvero il diritto di non dover essere costretti a mantenere un figlio che non hanno voluto, così come esiste il simmetrico diritto femminile all'aborto e al parto segreto)
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7657
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #98 il: Ottobre 09, 2014, 14:36:20 pm »
http://fr.wikipedia.org/wiki/Mariage_homosexuel_en_Belgique#Statistiques

Altro dato interessante di questa tabella è che le coppie lesbiche hanno divorziato circa un 30% in più delle coppie gay maschili( 1414 divorzi lesbo VS 1031 divorzi gay)
A quanto pare anche nel mondo LGBT la donna si conferma l'elemento più distruttivo della coppia!


 :doh:

oddioooo! possibile che non connettiamo due neuroni?
il matrimonio gay nei paesi bassi è stato riconosciuto nel 2001, nel 2004 primo anno di cui ci sono dati lo 0.84% si è sposato e separato  :unsure:
dal 2004 al 2012 i divorzi gay sono passati dallo 0.84% al 24%, cioè sono aumentati del 2400%  :w00t: mentre i divorzi etero sono passati dal 74 al 63%

a parte tutto è documentato che le unioni omosex sono meno stabili e meno "confortevoli" delle unioni etero: non si tratta di far la guerra a nessuno ma di aiutare i nostri fellows humans a non ficcarsi nei guai  ;)
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #99 il: Ottobre 09, 2014, 14:58:31 pm »

 :doh:

oddioooo! possibile che non connettiamo due neuroni?
il matrimonio gay nei paesi bassi è stato riconosciuto nel 2001, nel 2004 primo anno di cui ci sono dati lo 0.84% si è sposato e separato  :unsure:
dal 2004 al 2012 i divorzi gay sono passati dallo 0.84% al 24%, cioè sono aumentati del 2400%  :w00t: mentre i divorzi etero sono passati dal 74 al 63%

a parte tutto è documentato che le unioni omosex sono meno stabili e meno "confortevoli" delle unioni etero: non si tratta di far la guerra a nessuno ma di aiutare i nostri fellows humans a non ficcarsi nei guai  ;)

l'elemento interessante non è il fatto che le unioni gay siano più stabili di quelli etero, secondo me, ma la differenza fra coppie omo maschili e coppie omo femminili.
Ora siccome dando un'occhiata veloce alla tabella i matrimoni lesbici sono stati pure di meno di quelli gay (salvo che anche i miei neuroni siano annebbiati insieme a quelli di tutti voi ma tutti tutti eh..  :D) non vedo dove sta l'errore nell'affermazione.

Una mia ipotesi è che nell'uomo ci sia più distinzione fra sessualità e affettività. Può essere che nei matrimoni gay maschili ci siano più adulteri ma la coppia resti più o meno stabile perché l'affettività è scissa dalla sessualità più o meno inconsapevolmente. Mentre le lesbiche diano maggior peso all'affettività e quindi ogni occasione è buona per divorziare  (non ti amo più, non mi fai più provare il brivido, non mi fai più le coccole, hai guardato quell'altra etc.)
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 18202
  • Sesso: Maschio
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #100 il: Ottobre 09, 2014, 15:02:20 pm »
Quello di far passare il matrimonio -e adozione- omo per una questione di discriminazione o avversione per gli omosessuali è uno dei trucchi meglio riusciti del politicamente corretto.
« Ultima modifica: Ottobre 09, 2014, 15:29:16 pm da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline kautostar

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1562
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #101 il: Ottobre 09, 2014, 15:08:09 pm »

 :doh:

oddioooo! possibile che non connettiamo due neuroni?
il matrimonio gay nei paesi bassi è stato riconosciuto nel 2001, nel 2004 primo anno di cui ci sono dati lo 0.84% si è sposato e separato  :unsure:
dal 2004 al 2012 i divorzi gay sono passati dallo 0.84% al 24%, cioè sono aumentati del 2400%  :w00t: mentre i divorzi etero sono passati dal 74 al 63%

a parte tutto è documentato che le unioni omosex sono meno stabili e meno "confortevoli" delle unioni etero: non si tratta di far la guerra ovvio chea nessuno ma di aiutare i nostri fellows humans a non ficcarsi nei guai  ;)
Caro COSMOS, qua mi pare che stai "connettendo i neuroni" solo per vedere ciò che VUOI VEDERE
E' normale che se vai a calcolare l'aumento percentuale su piccoli numeri, c'è uno scarto e una varianza forte, e possono venir fuori grossi aumenti percentuali, ma quel che conta è il rapporto del totale dei matrimoni homosex sul totale dei divorzi.  Per tirare somme definitive dovremmo aspettare almeno altri 10-20 anni(magari tra un 20ennio il tasso di divorzi sarà uguale a quello degli etero), ma allo stato attuale il numero di divorzi in rapporto ai matrimoni, è molto più alto per gli etero, che per i gay!

Citazione
è documentato che le unioni omosex sono meno stabili
Documentato da chi? fonti?

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #102 il: Ottobre 09, 2014, 15:15:32 pm »
Quello di far passare il matrimonio -e adozione- omo per questione di discriminazione o avversione per gli omosessuali è uno dei trucchi meglio riusciti del politicamente corretto.

comunque non è nemmeno che tutti i gay (dichiaratamente gay o bisessuali) siano d'accordo col matrimonio e l'adozione.
Non riesco a copincollare i commenti, ma linko la pagina facebook (è una pagina nata per contrastare le sentinelle in piedi torinesi).

I commenti cui faccio riferimento sono quelli di Dario Janese. Li trovate sul secondo post (sotto l'immagine postata da tal Patty Piperita)

https://www.facebook.com/events/561176204012310/

L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Rita

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2819
  • Sesso: Femmina
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #103 il: Ottobre 09, 2014, 15:20:17 pm »
Documentato da chi? fonti?

c'erano ricerche americane di qualche anno fa. E varie ed eventuali

http://nellenote.wordpress.com/2014/07/15/le-unioni-omosessuali-sono-piu-instabili-e-propense-al-divorzio/


però ovviamente si riferiscono al numero di partner sessuali, non essendo poi così diffuso da molto tempo il matrimonio omosessuale.

IMHO potrebbe essere che c'è una maggior promiscuità nelle unioni omosessuali rispetto a quelli etero. O una maggior tolleranza alle scappatelle extra.. per dire.
L'esperienza è un pettine che la vita ti dà dopo che hai perso i capelli

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Botte e insulti alle sentinelle
« Risposta #104 il: Ottobre 09, 2014, 15:23:00 pm »
Per tirare somme definitive dovremmo aspettare almeno altri 10-20 anni(magari tra un 20ennio il tasso di divorzi sarà uguale a quello degli etero), ma allo stato attuale il numero di divorzi in rapporto ai matrimoni, è molto più alto per gli etero, che per i gay!

Questa volta, mio malgrado, devo dare ragione a cosmos.
Dato che la probabilità di divorziare aumenta con l'aumentare del numero di anni di matrimonio, al quale si aggiunge il fatto che "ora finalmente abbiamo questo diritto!" ( :doh:), del tutto inutile, perchè tra un po' di anni non saprete che cosa farvene, come in effetti ha già dimostrato l'esperienza olandese, dove dopo un certo numero di anni di boom, il numero dei matrimoni oggi, mi pare di ricordare è sceso alla metà di quello dei primi anni, e dopo l'illusione dei fausti iniziali , i divorzi sono saliti alle stelle,e  bla bla bla e bla bla (la statistica sembra semplice, ma poi trarre le consifderazioni corrette considerando tutte le variabili è una cosa complicata), e insomma, non si può prendere i dati come li prendi te.
In realtà, anche adesso, non c'è bisogno di aspettare nulla.

Basta confrontare i dati per numero di anni (non matrimoni frechi di pochi anni da una parte contro matrimoni di decenni dall'altra  :doh:) di matrimonio per scoprire che già ora, le unioni gay durano meno di quelle etero.
Ammesso che lo si voglia scoprire....

Se invece non lo si vuole, si prendono i dati come li prendi te...caro surrealista ;)
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)