Autore Topic: La donna: di tutti e di nessuno  (Letto 1359 volte)

Offline LeNottiBianche

  • Affezionato
  • **
  • Post: 247
La donna: di tutti e di nessuno
« il: Settembre 28, 2014, 19:18:02 pm »
Secondo me alla radice dell'infelicita`e della violenza dell'uomo medio italiano ci sta il fatto che la cultura,la sua educazione,lo abbia portato a credere ingenuamente che una donna con cui abbia una relazione in qualche modo gli appartenga in modo esclusivo,e che quindi lei nn la possa mollare agli altri quando piu`le aggrada.
Riuscire a capire e ad accettare che la donna e`un bene,un piacere(sessuale e non) di tutti e di nessuno,puo`portare ad un benessere psicofisico dell'uomo forse migliore.
Alla fine siamo davvero noi ad attaccarci a qualcosa di passionale quando il piu`delle volte per la donna e`solo un gioco erotico del momento.Anche nelle relazioni durature,sapete quanti tradimenti nasconde la donna al partner?e tutto x alimentare l'illusione dell'uomo che lei sia solo sua.

Offline Eric Lauder

  • Affezionato
  • **
  • Post: 582
  • Numquam naturam mos vinceret.
Re:La donna: di tutti e di nessuno
« Risposta #1 il: Settembre 28, 2014, 19:50:41 pm »
Secondo me alla radice dell'infelicita`e della violenza dell'uomo medio italiano ci sta il fatto che la cultura,la sua educazione,lo abbia portato a credere ingenuamente che una donna con cui abbia una relazione in qualche modo gli appartenga in modo esclusivo,e che quindi lei nn la possa mollare agli altri quando piu`le aggrada.
Riuscire a capire e ad accettare che la donna e`un bene,un piacere(sessuale e non) di tutti e di nessuno,puo`portare ad un benessere psicofisico dell'uomo forse migliore.
Alla fine siamo davvero noi ad attaccarci a qualcosa di passionale quando il piu`delle volte per la donna e`solo un gioco erotico del momento.Anche nelle relazioni durature,sapete quanti tradimenti nasconde la donna al partner?e tutto x alimentare l'illusione dell'uomo che lei sia solo sua.

Concordo.
Ma aggiungo che questa illusione , inconsapevolmente, alimentata dalle donne stesse: vi sono grandi differenze da persona a persona ma generalmente una donna una monogama seriale, geneticamente programmata per essere una compagna fedele e per molti versi ideale per alcuni anni - passato questo periodo (che di solito coincide con la crisi del settimo anno, ma pu essere pi breve, tipo tre o quattro anni, o pi lungo, anche dieci anni) inizia la spinta all'exploitation dell'uomo: le corna sono il male minore, il problema che di solito si prende la casa e ti dissangua!
Questa cosa era evitabile con la convivenza, che consentiva all'uomo di prendere solo il meglio, e poi fuggire appena lei cambiava. Presto non sar pi possibile.
L'uomo diverso: l'uomo ha un istinto di base a cambiare una donna ogni notte - una volta superato questo istinto, per, l'uomo diventa un essere razionale e, fatalmente, si illude che il rapporto sia per sempre.....e quando si accorge che non cos, pu avere brutte reazioni.
I don't like Misandry because I don't feel myself inferior to females, and I believe in Equality

Value of a MAN isn't the usefulness that women get from HIM

No woman can make a MAN feel ashamed without HIS consent.

The MAN cries, the misandrist piss from her eyes.

Offline giacca

  • Affezionato
  • **
  • Post: 581
Re:La donna: di tutti e di nessuno
« Risposta #2 il: Settembre 29, 2014, 00:07:24 am »
Secondo me alla radice dell'infelicita`e della violenza dell'uomo medio italiano ci sta il fatto che la cultura,la sua educazione,lo abbia portato a credere ingenuamente che una donna con cui abbia una relazione in qualche modo gli appartenga in modo esclusivo,e che quindi lei nn la possa mollare agli altri quando piu`le aggrada.
Riuscire a capire e ad accettare che la donna e`un bene,un piacere(sessuale e non) di tutti e di nessuno,puo`portare ad un benessere psicofisico dell'uomo forse migliore.
Alla fine siamo davvero noi ad attaccarci a qualcosa di passionale quando il piu`delle volte per la donna e`solo un gioco erotico del momento.Anche nelle relazioni durature,sapete quanti tradimenti nasconde la donna al partner?e tutto x alimentare l'illusione dell'uomo che lei sia solo sua.
Il tradimento da tutte le parti non lo vedo. E ogni persona diversa dalle altre.
Non solo un fatto dell'uomo italiano.

Offline LeNottiBianche

  • Affezionato
  • **
  • Post: 247
Re:La donna: di tutti e di nessuno
« Risposta #3 il: Settembre 29, 2014, 02:33:56 am »
Il tradimento da tutte le parti non lo vedo. E ogni persona � diversa dalle altre.
Non � solo un fatto dell'uomo italiano.
Si non e`solo dell'uomo italiano,solo che la nostra cultura e`piu`possessiva rispetto alla donna.
I tradimenti fidati,sono all'ordine del giorno,solo perche`non ti capitano donne impegnate nn vuol dire che nn troieggiano dappertutto,dalla palestra,al supermercato,alla spiaggia al web.