Autore Topic: Le italiane che non conoscete  (Letto 113149 volte)

Offline controcorrente

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1377
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #555 il: Giugno 25, 2014, 14:54:56 pm »
Quanti danni, incalcolabili, ha arrecato a noi uomini stò maledetto romanticismo.
E quanto oro e gioielli ha invece portato al mondo femminile.... :mad: :disgust:

Offline Cavalier Serpente

  • Affezionato
  • **
  • Post: 612
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #556 il: Giugno 25, 2014, 15:18:06 pm »
Quello era Schopenhauer, non Fichte, e comunque l'idealismo tedesco (come anche il nostro) non è proprio una minchiata, anzi.Per la verità il romanticismo è il primo movimento culturale a cui contribuiscono nel loro piccolo anche le donne, non so p.es. la Schlegel, Brentano, la nostra Arese, la stessa Shelley, ecc. chiaro che non sono minimamente paragonabili a Hegel o Leopardi, però ci sono, è già qualcosa.

Duca, permettimi una precisazione: Schopenhauer, ne fa chiara menzione e riferimento riferendosi al Velo di Maya, egli parte cioè da un contesto in cui fa suo un concetto in nome dell'universalità di ciò che è la cultura umana e da li pone i suoi sviluppi.
Fichte, al contrario non ne fa menzione, pur utlizzandolo ampiamente, di fatti è proprio attraverso questo canone che realizza l'Idealismo: la realtà fenomenica è un prodotto del soggetto pensante, in contrapposizione al realismo, secondo il quale gli oggetti esistono indipendentemente da colui che li riconosce(per dirla in breve).
Ammetto però il mio limite di essere fondamentalmente un ignorante in materie filosofiche, avendone letto soltanto come supporto a determinati studi su specifiche culture, ovvero quella Hinduista (oltre che quella islamica).
Studi, per altro, eseguiti soltanto per incombenze professionali (difatti minkia-che-du-palle-così :wacko:), essendo la mia preparazione prettamente scientifica.
Mi chiedete se ho mai pensato al matrimonio? Mai!!
E che so' diventato matto?
E che faccio, mi metto un'estranea* dentro casa? (cit. Alberto Sordi)
*Nota personale: "NEMICA" è più consono ed adatto. "Estranea", per uno degli strani casi del destino potrebbe anche essere una brava persona.

Online Duca

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2185
  • Sesso: Maschio
  • Duca di Tubinga
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #557 il: Giugno 25, 2014, 15:32:38 pm »
Certo, ma Fichte arriva a queste conclusioni sulla scorta del percorso da Cartesio in poi (senza trascurare con ciò l'importanza della filosofia classica, ben nota a Hegel), non conosceva i Veda a differenza di Schopenhauer; del resto la cultura europea non ha certo bisogno di andare a mendicare concetti in giro, non siamo dei pezzenti con l'anello al naso.
Detta semplicemente, ché il discorso è lungo e complesso e anche un po' OT ;)

Offline Cavalier Serpente

  • Affezionato
  • **
  • Post: 612
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #558 il: Giugno 25, 2014, 15:48:03 pm »
del resto la cultura europea non ha certo bisogno di andare a mendicare concetti in giro, non siamo dei pezzenti con l'anello al naso.
Detta semplicemente, ché il discorso è lungo e complesso e anche un po' OT ;)

Su questo non ci sono dubbi.
Mi chiedete se ho mai pensato al matrimonio? Mai!!
E che so' diventato matto?
E che faccio, mi metto un'estranea* dentro casa? (cit. Alberto Sordi)
*Nota personale: "NEMICA" è più consono ed adatto. "Estranea", per uno degli strani casi del destino potrebbe anche essere una brava persona.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9348
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #559 il: Giugno 25, 2014, 18:52:00 pm »
certo, schiller, schlegel, fichte, schelling, tutti i grandi romantici erano uomini.... :ohmy: :D
Ma a me piaciono.

Ascolta, io di filosofi e filosofia non so una cippa, dato che ho studiato ben altro, mi occupo di altro e passo le mie giornate nei cantieri, fra muratori, carpentieri, ingegneri e rompicoglioni di vario genere; perciò lascia stare certi riferimenti a questo o quel filosofo.
Io mi riferisco alla gente comune, agli uomini e alle donne "della strada", non a tipi complessati che passano la propria esistenza a masturbarsi la mente.
Ora, in base alla mia esperienza (e non solo), posso tranquillamente affermare che le presunte "romanticherie" femminili son solo cagate.
Il vero "tenerone", il vero "romanticone", il vero sentimentale è l' uomo, non certamente la donna.
Altro che cazzi.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #560 il: Giugno 25, 2014, 19:20:55 pm »
Ascolta, io di filosofi e filosofia non so una cippa, dato che ho studiato ben altro, mi occupo di altro e passo le mie giornate nei cantieri, fra muratori, carpentieri, ingegneri e rompicoglioni di vario genere; perciò lascia stare certi riferimenti a questo o quel filosofo.

Ascolta, non sono qui in conversazione intima con te per importarmi delle tue seghe mentali, se dalla parola romanticismo ho pensato ai filosofi e poeti romantici questo è. Se non capisci una cippa taci. Non mi taglierò io una mano solo perche a te ti manca.

Citazione
Io mi riferisco alla gente comune, agli uomini e alle donne "della strada", non a tipi complessati che passano la propria esistenza a masturbarsi la mente.

Hanno fatto più loro per l'umanità di te, altroché complessati. Tra loro e te il complessato sarai tu.

Citazione
Ora, in base alla mia esperienza (e non solo), posso tranquillamente affermare che le presunte "romanticherie" femminili son solo cagate.
Il vero "tenerone", il vero "romanticone", il vero sentimentale è l' uomo, non certamente la donna.
Altro che cazzi.

quello si chiama nella mia tradizione sciroppo di pere non romanticismo.


il romanticismo come lo intendiamo oggi, ossia tutte quelle cose inutili che facciamo per convincere le donne a darcela.

ah eco, quella davvero non capisco perché dovrebbero interessare le donne...

Però se un finto romanticismo può essere usato per seddure le donne è appunto perché ha effetto quindi piace a loro

Ci sono elementi del romanticismo che però si ritrovano in quello di ogni giorno. Poi parlo di me ovviamente, non so quanto sono comunque inquinata delle mie letture. L'importanza del mondo onirico (Ti ho sognato, mi pare che ci siamo già conosciuti in un sogno, in altra vita), l'unità dell'anima con la natura, tutto diventa segno per ciò che è nella tua anima.
il destino che lega i due molto prima di conoscersi:"Quando nasce una bambina un bimbo sorride in sogno".


Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9348
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #561 il: Giugno 25, 2014, 19:58:17 pm »
Ascolta, non sono qui in conversazione intima con te per importarmi delle tue seghe mentali, se dalla parola romanticismo ho pensato ai filosofi e poeti romantici questo è. Se non capisci una cippa taci. Non mi taglierò io una mano solo perche a te ti manca.

>

Hanno fatto più loro per l'umanità di te, altroché complessati. Tra loro e te il complessato sarai tu.

>

quello si chiama nella mia tradizione sciroppo di pere non romanticismo.



1- Se c'è qualcuno che non capisce una cippa non son certamente io...
Casomai sei tu, incapace come sei di dire e di scrivere qualcosa di tuo.
Perché, nei fatti, non dici un cazzo di tuo; semplicemente ti rifai alle affermazioni di questo o quel tizio vissuto decenni o secoli fa.
Il che la dice lunga sulla tua limitatezza.
Ricorda: sapere (cosa, però...?) non equivale a capire. *
Ed infatti non capisci un beneamato cazzo.

2- E tu, invece, cos' hai fatto nella tua vita, oltre a farti mantenere da un italiano, mia cara complessata, opportunista e fallita ?

3- Sì, appunto, nella tua tradizione...

@@

Citazione
Poi parlo di me ovviamente, non so quanto sono comunque inquinata delle mie letture.

...

@@

* Ad esempio, tu cosa sai di tecnologia delle costruzioni,
topografia e fotogrammetria, geopedologia, ecc ecc...?
« Ultima modifica: Giugno 25, 2014, 20:16:40 pm da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9348
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #562 il: Giugno 25, 2014, 20:23:34 pm »
Quanti danni, incalcolabili, ha arrecato a noi uomini stò maledetto romanticismo.
E quanto oro e gioielli ha invece portato al mondo femminile.... :mad: :disgust:

Esatto.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #563 il: Giugno 25, 2014, 20:54:23 pm »
1- Se c'è qualcuno che non capisce una cippa non son certamente io...
Casomai sei tu, incapace come sei di dire e di scrivere qualcosa di tuo.
Perché, nei fatti, non dici un cazzo di tuo; semplicemente ti rifai alle affermazioni di questo o quel tizio vissuto decenni o secoli fa.

cazzate, ammirare un pensatore o condividere il suo pensiero è disdicevole solo nei occhi di uno complessato come te.
Ma nun ti preoccupare,
sono cresciuta in una dittatura del proletariato,
lo so benissimo che dovrei vergognarmi se ho letto qualcosa in più di te...
ma eco non ci penso minimamente
Certo lo trovo ridicolo che  una ideea cosi interesante è diventata sinonima con l'essere sciroposo, non ci poso fare nulla, ma lo devo dire.

Citazione
2- E tu, invece, cos' hai fatto nella tua vita, oltre a farti mantenere da un italiano, mia cara complessata, opportunista e fallita ?

ho fatto siccuramente più di te,



Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9348
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #564 il: Giugno 25, 2014, 21:21:24 pm »
cazzate, ammirare un pensatore o condividere il suo pensiero è disdicevole solo nei occhi di uno complessato come te.
Ma nun ti preoccupare,
sono cresciuta in una dittatura del proletariato,
lo so benissimo che dovrei vergognarmi se ho letto qualcosa in più di te...
ma eco non ci penso minimamente
Certo lo trovo ridicolo che  una ideea cosi interesante è diventata sinonima con l'essere sciroposo, non ci poso fare nulla, ma lo devo dire.

ho fatto siccuramente più di te,

No, mia cara ritardata, non è disdicevole ammirare qualcuno; è disdicevole non avere pensieri propri. Questo è il punto.
Solo che sei troppo limitata e complessata per capirlo.

Citazione
ho fatto siccuramente più di te,

Sì, certo, hai trovato il pollo che ti mantiene.
Ma di tuo non hai combinato una fava, visto e considerato che hai bisogno di essere mantenuta.
E per giunta in un paese che disprezzi.

@@

ps: tu, più di me, hai letto solo cagate.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #565 il: Giugno 25, 2014, 21:50:03 pm »
No, mia cara ritardata, non è disdicevole ammirare qualcuno; è disdicevole non avere pensieri propri. Questo è il punto.
Solo che sei troppo limitata e complessata per capirlo.

Non sarai certo tu a decidere sulla mia originalità o creatività.   :doh:
Per quanti pensieri propri hai tu che versi il vaso perché qualcuna ti dice il nome di un filosofo.
Ma t'ho detto sono abituata con le prepotenze del "proletariato"
Sono anche vaccinata però.


Citazione
Sì, certo, hai trovato il pollo che ti mantiene.
Ma di tuo non hai combinato una fava, visto e considerato che hai bisogno di essere mantenuta.

mentre con te non starebbe nessuna pollastra neanche se gli paghi un occhio di testa

Sono arrivata solo al più grande titolo accademico nella mia professione all'estero ho un bambino e un marito che mi ama.

Ma pensi davvero che invidio un' edile che si vanta a 40 anni di che muscoli aveva a 20 anni fa?   :rofl2:



Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7608
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #566 il: Giugno 25, 2014, 23:04:14 pm »
 @Lucia pls basta considerazioni personali, cerchiamo di discutere ...

Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17361
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #567 il: Giugno 25, 2014, 23:46:24 pm »
Ascolta, io di filosofi e filosofia non so una cippa, dato che ho studiato ben altro, mi occupo di altro e passo le mie giornate nei cantieri, fra muratori, carpentieri, ingegneri e rompicoglioni di vario genere; perciò lascia stare certi riferimenti a questo o quel filosofo.
Io mi riferisco alla gente comune, agli uomini e alle donne "della strada", non a tipi complessati che passano la propria esistenza a masturbarsi la mente.
Ora, in base alla mia esperienza (e non solo), posso tranquillamente affermare che le presunte "romanticherie" femminili son solo cagate.
Il vero "tenerone", il vero "romanticone", il vero sentimentale è l' uomo, non certamente la donna.
Altro che cazzi.
Eppure sono proprio cose apparentemente astratte come la filosofia a plasmare i pensieri e le azioni delle persone e nella società dell'informazione chiunque dovrebbe in qualche modo approfondirle.
Non è un caso che ad esempio sceneggiatori e registi, anche di film molto commerciali, siano molto ferrati su queste tematiche.
Quanto al romanticismo femminile, sono assolutamente d'accordo. Le donne con gli uomini non sono affatto romantiche, ma lo sono con se stesse: il romanticismo è stato il primo movimento culturale a valorizzare vaghi sogni a scapito della realtà. E forse anche per questo la maggior parte delle donne vedono se stesse come principesse e sognano in continuazione di vivere in un altrove, di stare con un altro uomo e via dicendo.
« Ultima modifica: Giugno 26, 2014, 00:18:16 am da Vicus »
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Vicus

  • Moderatore Globale
  • Pietra miliare della QM
  • ******
  • Post: 17361
  • Sesso: Maschio
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #568 il: Giugno 26, 2014, 00:02:51 am »
Per cortesia limitiamo battibecchi e insulti ai messaggi privati, o sarò costretto a cancellare i prossimi post.
Noi ci ritroveremo a difendere, non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.

Offline Lucia

  • Femminista
  • Veterano
  • ***
  • Post: 4565
Re:Le italiane che non conoscete
« Risposta #569 il: Giugno 26, 2014, 00:32:56 am »
@Lucia pls basta considerazioni personali, cerchiamo di discutere ...

non ho iniziato io con le considerazioni personali 

il romanticismo è stato il primo movimento culturale a valorizzare vaghi sogni a scapito della realtà. E forse anche per questo la maggior parte delle donne vedono se stesse come principesse e sognano in continuazione di vivere in un altrove, di stare con un altro uomo e via dicendo.

oggi il principe azzurro si è trasformato in vampiro...
è la letteratura vampiresca a ripetere gli archetipi dell'amore romantico. Ci sono anhce molte autrici. Io non le leggo che mi fanno paura o mi anoiano ma a questa conclusione siamo arrivate in una discussione nell'anobii.