Autore Topic: Vent'anni allo sfregiatore: avesse fatto strage se la sarebbe cavata con meno  (Letto 6589 volte)

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5239
Prima pagina sui giornali di oggi: venti anni allo sfregiatore e 14 anni ai suoi complici. GIUSTIZIA E' FATTA!!!
Nè poteva essere diversamente: dopo la campagna mediatica di beatificazione della donna colpita con l'acido dal suo ex (mentre
il ragazzo incorso nella medesima disgrazia per opera della sua, di ex, non deve rompere i coglioni e rivolgersi, se crede e se
vuole, alla magistratura ordinaria e non pensi di ottenere, per questo, alcuna attenzione mediatica) con tanto di ricevimento
ufficiale al Quirinale e premio relativo (magari ai maschi bastasse prenderle, per essere decorati) potevamo aspettarci una
sentenza diversa da una stile Norimberga? E con la magistratura che abbiamo che, vista la pressione esercitata su di essa, ha
pensato bene di rispondere alle aspettative con un verdetto che oramai non viene comminato neppure per gli assassini dei
bambini e per i criminali di guerra? Ci sarebbe da ridere se non fosse che il fatto deve essere inquadrato con preoccupazione
nella misandria oramai imperante nella cultura occidentale: ferire o deturpare una donna è diventato un crimine assimilabile
all'omicidio di massa. Se la donna è un essere divino nessuna pena sarà mai sufficientemente severa per chi ad essa attenta. 

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7508
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
già
per quanta compassione si possa provare per la ragazza e per quanta solidarietà si debba esprimere, la sproporzione della pena è evidente

Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline GIUSTIZIALISTA

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 991
  • Sesso: Maschio
C'è da dire una cosa però.
Quello che fa incazzare è che a parti invertite ci sarebbe stata molta più clemenza ma secondo me 20 anni vanno bene. Si tratta di lesioni gravissime, un deturpamento estetico che incide pesantemente a vita (se nel frattempo non si evolve parecchio la scienza medica e riesce a restituirle un volto normale o quasi ed è possibile che succeda) nei rapporti sociali ed affettivi. Siamo (giustamente) presi dalla pratica dei due pesi e delle due misure ma non scordiamoci questo.
Poi considerate che in Italia se sono 20 anni se ne fanno meno di 10.
Per il resto tanto per fare un confronto c'è stata in toscana in questi giorni la sentenza per un rapinatore che sorpreso dal figlio del proprietario gli ha dato un coltellata nel collo paralizzandolo. Gli hanno dato 14 anni.
Sic transit gloria mundi.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5239
Appunto: ti sembrano pochi sei anni di differenza?

Offline GIUSTIZIALISTA

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 991
  • Sesso: Maschio
Appunto: ti sembrano pochi sei anni di differenza?

Infatti ti ho detto che mi da fastidio il solito doppiopesismo, ma si tratta di gente rovinata a vita in entrambi i casi (lei esteticamente lui funzionalmente, be' diciamo che il ragazzo sulla sedia a rotelle è un po' peggio ma l'estetica per una donna sappiamo quanto conta).
Sic transit gloria mundi.

Offline Suicide Is Painless

  • Veterano
  • ***
  • Post: 2061
  • Sesso: Maschio
  • Le donne non voglion mai passare per puttane,prima
Fioravanti, Ciavardini, la Mambro, condannati in via definitiva come responsabili materiali per la strage della stazione di Bologna, e con una sequela di reati dall'omicidio alla rapina, alla costituzione di banda armata a fini di terrorismo e chi piùne ha ne metta,  con un casellario giudiziario dai pochi corrispettivi per spessore e lunghezza nella storia italiana del terrorismo a destra come a sinistra, non hanno fatto vent'anni complessivi di carcere.
Neil McCauley/Robert DE Niro [ultime parole]:- "Visto che non ci torno in prigione?"
Vincent Hanna/Al Pacino :-"Già."
Noodles:"I vincenti si riconoscono alla partenza. Riconosci i vincenti e i brocchi.Chi avrebbe puntato su di me?"
Fat Moe:"Io avrei puntato tutto su di te."
Noodles:E avresti perso.

Offline GIUSTIZIALISTA

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 991
  • Sesso: Maschio
Fioravanti, Ciavardini, la Mambro, condannati in via definitiva come responsabili materiali per la strage della stazione di Bologna, e con una sequela di reati dall'omicidio alla rapina, alla costituzione di banda armata a fini di terrorismo e chi piùne ha ne metta,  con un casellario giudiziario dai pochi corrispettivi per spessore e lunghezza nella storia italiana del terrorismo a destra come a sinistra, non hanno fatto vent'anni complessivi di carcere.

Non se li farà neppure questo. Un conto è la sentenza un conto è quanti anni sconti. Tra meno di 10 inizierà ad uscire.
Sic transit gloria mundi.

Online Massimo

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 5239
Non se li farà neppure questo. Un conto è la sentenza un conto è quanti anni sconti. Tra meno di 10 inizierà ad uscire.

Non ne sarei così sicuro: la sentenza è stata politica, non giuridica. Non mi sorprenderei se fosse politica anche l'esecuzione della
pena. Quando venne condannato a morte a Norimberga, Goering ebbe il coraggio di dichiarare: "la giustizia non ha niente a che
vedere con questo processo". La stessa cosa avrebbe potuto dirla l'imputato sfregiatore. Almeno io, al posto suo, l'avrei detta.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
http://www.corriere.it/cronache/14_marzo_29/sfregio-lucia-l-acido-20-anni-luca-varani-14-due-albanesi-27a0fdb8-b767-11e3-ba7c-41adf96a3a3a.shtml

Vent’anni a Luca Varani, 14 ai due complici albanesi. Questa la sentenza del giudice di Pesaro con rito abbreviato per l’aggressione con acido contro Lucia Annibali. Un applauso delle persone presenti ha accolto la sentenza comunicata ai giornalisti dal procuratore capo Manfredi Palumbo. Toccherà a una separata causa civile quantificare il risarcimento per la vittima, mentre al momento le è stata riconosciuta una provvisionale da 800 mila euro da parte di Annibali e di 500 mila euro da parte di ciascuno dei complici.

                            ------------------------------------------------------------------------------------------

http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/03/27/news/fece_sfregiare_con_l_acido_l_amante_della_moglie_imprenditore_condannato_a_dieci_anni-82074481/

             --------------------------------------------------------------------------------------------
http://www.iltempo.it/roma-capitale/cronaca/2013/09/18/ex-fidanzato-sfregiato-con-l-acido-scarcerata-

18/09/2013 06:01
Ex fidanzato sfregiato con l’acido, scarcerata
È finita, grazie all’applicazione della «legge svuota carceri», la detenzione dell’infermiera Simona Cristiano e di Salvatore Lo Piccolo, accusati, lei come mandante e lui come esecutore, di aver...

È finita, grazie all’applicazione della «legge svuota carceri», la detenzione dell’infermiera Simona Cristiano e di Salvatore Lo Piccolo, accusati, lei come mandante e lui come esecutore, di aver sfregiato con l’acido il 30 aprile scorso l’ex fidanzato della donna.

I reati contestati dal pubblico ministero sono quelli di lesioni personali gravi e stalking. In questi giorni il magistrato che all’inizio di giugno scorso fece arrestare i due imputati ha concluso le indagini e ora per Simona Cristiano e Salvatore Lo Piccolo si profila il rinvio a giudizio.

I fatti risalgono al 30 aprile scorso. L’uomo aggredito era alla stazione del treno metropolitano a Tor Pignattara in attesa di salire sul convoglio. All’improvviso fu colpito dal lancio di acido muriatico da parte di Salvatore Lo Piccolo. Il liquido colpì oltre che l’infermiere anche una sua collega che gli stava accanto. All’inizio di giugno scorso, come si è detto, il magistrato ordinò il loro arresto per la gravità dei fatti contestati ma ora sono tornati in libertà con il solo vincolo di non dimorare nella Capitale.

Sarebbe stato accertato che la donna da diversi anni perseguitava il suo ex fidanzato, non accettando la fine della loro relazione sentimentale.

Nella mente della donna si era materializzato con il passare del tempo il progetto di vendicarsi sfigurandolo. È per questo motivo che avrebbe assoldato un suo conoscente, già avvezzo alla commissione di un reato di sangue, avendo in passato, come in un gioco di inversione dei ruoli, ucciso la moglie con la quale non voleva più avere una relazione.

«Mi avevano promesso che il giorno del mio compleanno mi avrebbero gambizzato, assassinato. Lei è una donna diabolica, malvagia. Aveva ordito il suo piano per distruggermi in modo meticoloso e preciso. È riuscita a rovinarmi per sempre, come se mi avesse ucciso - ha raccontato l’uomo pochi giorni dopo l’aggressione - diceva che mi aveva in pugno, che eravamo legati per sempre e che dovevo scegliere: una vita insieme o la morte certa. Il 24 marzo mi ha inviato un sms: "Guarda sotto lo zerbino". C’erano tre proiettili calibro 9».

                           -------------------------------------------------------------------------.
http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/2013/09/20/952890-william-pezzullo-sfigurato-acido.shtml


Lui è William Pezzullo, 27 anni.La notte tra il 19 e il 20 settembre 2012 la ex, all’epoca incinta al nono mese, con la complicità di un amico ha messo a segno una vendetta feroce: una secchiata di acido solforico gettato addosso all’uomo che non la voleva più


Dieci anni di carcere. È la sentenza in primo grado emessa il primo luglio 2013 al termine del processo in abbreviato a carico di Elena Perotti, la 23enne di Berlingo che con l’aiuto di un amico, Dario Bertelli, 44 anni, buttafuori, sfregiò William Pezzullo. I due sono stati condannati per lesioni gravissime premeditate. Incinta al nono mese e ben decisa a dare una lezione permanente al giovane che non ne voleva più sapere di lei e non intendeva riconoscere il bambino di cui era in attesa, la donna organizzò il piano. Secondo l’accusa coinvolse Bertelli, e fece ricerche sul web sulla sostanza più corrosiva da utilizzare. Fu lei ad acquistare l’acido solforico al supermercato, e fu lei a gettarlo in testa all’ex, malmenato e bloccato dal buttafuori. A pochi giorni dalla sentenza, Bertelli ha inviato dal carcere una lettera piena di insulti a Pezzullo, apostrofato come “coniglio”.

Travagliato, 20 settembre 2013 - «Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti. Ti permettono di salire a testa alta anche se stai piangendo». Willy allunga il braccio destro e mostra la scritta in inglese: «È una frase che mi sono inventato io» sorride orgoglioso offrendo alla vista un reticolo di cicatrici rossastre intervallate da stampi di baci, uno spartito musicale e l’eroe dei videogames Supermario, tatuati di fresco. Ci pensa su e scherza: «In effetti potrei tatuarmi dappertutto, così magari tutti questi segni si vedrebbero meno». Lui è William Pezzullo, 27 anni. La sua storia ha fatto il giro d’Italia. La notte tra il 19 e il 20 settembre 2012 la ex, all’epoca incinta al nono mese, con la complicità di un amico ha messo a segno una vendetta feroce: una secchiata di acido solforico gettato addosso all’uomo che non la voleva più, e che non credeva di essere il padre del bambino che lei portava in grembo. Per mesi William, ragazzone atletico pronto alla battuta, è stato a un passo dalla morte.

Oggi a distanza di 12 mesi è quasi cieco – ha perso l’occhio destro e vede due decimi dal sinistro – senza orecchie e il corpo, viso compreso, è martoriato da frustate scure. Le cicatrici di quell’acido “in grado di corrodere le ossa ai maiali”, racconta la mamma Fiorella con voce incrinata. Ogni giorno Willy si infila delle guaine per appiattirle. Il liquido gli ha mangiato la pelle e parte dei muscoli.
La routine della famiglia Pezzullo è scandita da esercizi riabilitativi, innesti, docce e bagni speciali. Una crociata combattuta continuando a cercare il nome di qualche luminare della medicina non ancora provato: «William è stato due mesi e mezzo in terapia intensiva a Genova e poi ha subìto 11 interventi – racconta la madre del barista, che ha speso in cure già oltre ventimila euro e per pagarsele ha venduto il locale. L’ultimo innesto per recuperare la mobilità del collo fatto a Monza in giugno lo ha lasciato peggio di prima. Esteticamente è un disastro: guardi com’è gonfio».

La cucina è tappezzata di biglietti con gli indirizzi degli specialisti («A Londra un medico guarisce le pakistane sfregiate, chissà che non faccia il miracolo anche con me») in salotto c’è un televisore gigantesco («Qualche ombra almeno la vedo») e una cyclette. «La cyclette è l’unica cosa che posso fare, ma che cavolo di sport è? Mi innervosisce. Io sono per la boxe e i pesi – taglia corto Willy - Ma ricominciare la palestra è rischioso, potrei strapparmi i muscoli già lesionati».

Anche il pc dopo un po’ lo esaspera («Non vedo la freccia per cliccare»). Nel suo mondo risicato è rimasto spazio per dormire, chiacchierare con gli amici e qualche volta andare da loro, e sognare. Una famiglia, per esempio che prima o poi arriverà, tra una avance e l’altra delle donne che lo agganciano su Facebook. O per pianificare il viaggio a Napoli da Tonia, che dopo averlo visto in TV da Barbara d’Urso ha chiesto di lui e ora è la sua nuova fidanzata. E Elena? «Non ce l’ho con lei – dice William distaccato -. Siamo stati insieme sei mesi. È finita perché raccontava bugie e il suo era un amore malato. Era così gelosa che mi tagliava le gomme dell’auto, una volta mi ha persino chiuso in casa e sono dovuto scappare dalla finestra. Quel figlio non era mio».




Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio

invia immagini



host immagini

Per lei, 20 anni allo sfregiatore
per lui, 10 anni alla sfregiatrice.
Dov'è la differenza ?

Offline kautostar

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1562
Vi ricordo che in Italia ci sono 3 GRADI DI GIUDIZIO!
I 20 anni, che non mi sembrano poi tanto ingiusti per un reato simile, sono solo l'inizio....

Offline Red-

  • WikiQM
  • Veterano
  • ***
  • Post: 2715
  • Sesso: Maschio
    • Primo Forum italiano sulla Questione Maschile
Appare chiaro che la sentenza vuole avere uno scopo "educativo", sarebbe a dire che lor signori sanno benissimo che esiste una situazione scabrosa per quanto riguarda i rapporti UU/DD, e quindi in questo modo modo vogliono dire agli uomini che, benchè siano sperequati, non devono fare certe cose, sennò finisce molto male per loro.

E' malthusianesimo, bisogna solo capirlo.
"La realtà risulta spesso più stupefacente della fantasia. A patto di volerla vedere."

Offline kautostar

  • Affezionato
  • **
  • Post: 1562

Per lei, 20 anni allo sfregiatore
per lui, 10 anni alla sfregiatrice.
Dov'è la differenza ?
Pezzullo ha subito danni molto più gravi(mi pare di aver letto che ha perso anche la vista)!

Offline Cato

  • WikiQM
  • Affezionato
  • ***
  • Post: 207
Lucia Annibali non dice "Aiuterò le persone".  Lucia Annibali dice "Aiuterò le donne".  E allora non merita nessun aiuto.  È una femminista, mi ispira solo antipatia. 

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Appare chiaro che la sentenza vuole avere uno scopo "educativo", sarebbe a dire che lor signori sanno benissimo che esiste una situazione scabrosa per quanto riguarda i rapporti UU/DD, e quindi in questo modo modo vogliono dire agli uomini che, benchè siano sperequati, non devono fare certe cose, sennò finisce molto male per loro.

E' malthusianesimo, bisogna solo capirlo.

è la legge del branco, che si adatta bene al malthusianesimo. colpire i  maschi per controllare la società