Autore Topic: Uomini Beta e Fabrizio Marchi  (Letto 19185 volte)

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #75 il: Aprile 23, 2014, 14:07:23 pm »
Fatto:


Citazione
Fabrizio Marchi: Se non ci chiariamo su questo punto è ovvio che poi fra noi ci saranno sempre dei fraintendimenti. E questo purtroppo accade perché ancora molti di noi, ce lo dobbiamo dire onestamente, non hanno ancora ben compreso il nostro punto di approccio all’intera questione, perché molti di noi purtroppo scontano i limiti strutturali del vecchio Momas.
Ce lo dobbiamo dire, ragazzi, non è che lo dico per farmi bello, sai quanto cazzo me ne frega…Il problema è che “quel” Momas che ancora purtroppo esiste e persiste (mi riferisco a un modo di pensare…), non ha capito una beneamata sega di come stano le cose e continua a considerare il femminismo come una sorta di fenomeno separato dal sistema in cui viviamo.
A mio parere i nostri fraintendimenti nascono da qui.
Non abbiamo purtroppo ancora individuato un termine ...

Mi riallaccio a questo commento per sollevare una "questio" sulla proposta di qualche giorno fa di Cesare riguardante il compattamento delle varie frange del momas e a cui Fabrizio ha risposto con un "non siamo ancora pronti".

Magari il problema del momas fosse "una parola", il vero problema del momas...è il "momas".
Mi spiego.

A parte Roberto Micarelli, credo unica eccezione, io non ha mai visto le frange di sinistra del momas, criticare metodicamente nei loro spazi (ciò su giornali di sx), o forse neppure una sola volta (ma questo vale per tutti non solo x quelli a sx)  la propria area di appartenenza in nome e per conto della "dignità maschile".

Non ho mai visto gli aderenti al momas di dx, provenienti magari da forza nuova, criticare - il che significa andare sul forum di appartenenza e muovere le dovute critiche - i favoritismi che la stessa propone per le donne.

Non ho mai visto i nostri "baciapile" andare su forum, giornali e blog cattolici, a tirare le orecchie a quella "devianza" che tanto criticano e che pure si manifesta anche nella loro area.

Ho riportato ieri questo bell'articoletto ( http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/opponiamoci-al-femminicidio-falasca.aspx ), non de Il Manifesto, ma de L'Avvenire, che fornisce una bella base ideologica, motivata da tanto di "leggi di natura", per il "femminicidio" (che io so per certo essere un'invenzione di coloro che sono alla guida della Chiesa) e la discriminazione anti-maschile.
Bene, dove sono i commenti contrariati dei Cesare, gli Armando, di uno soltanto dei "maschi selvatici"?

Chi meglio di loro saprebbe rispondervi, eppure, Micarelli a parte ...tutti tacciono.

I simpatizzanti del momas di dx scrivono, ma nei luoghi di sx, quelli di sx, in quelli di dx, i cattolici scrivono, in luoghi che sono contro il cattolicesimo.

Per unire il momas, basterebbe semplicemente che ognuno riportasse il suo impegno dei luoghi di propria appartenenza.
Punto, non serve altro.

Ma dal momento che, alla mia "storica" (nel senso di mossa da tempo) critica, "se non si attacca mai, concretamente, la propria area di appartenenza subordinandola agli interessi della qm, come si fa a dimostrare che per voi la qm è il fine e non semplicemtne un mezzo ... per affermare (magari inconsciamente) il proprio credo/fede/schieramente/ideologia su quella altrui?

Semplice, non si può.
Ed è per questo, che voi, ripeto, Micarelli a parte, unico e solo caso nel momas, siete, in toto, dei "falsari".

Saluti
 



 
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #76 il: Aprile 23, 2014, 16:38:03 pm »
Fatto:


Mi riallaccio a questo commento per sollevare una "questio" sulla proposta di qualche giorno fa di Cesare riguardante il compattamento delle varie frange del momas e a cui Fabrizio ha risposto con un "non siamo ancora pronti".

Magari il problema del momas fosse "una parola", il vero problema del momas...è il "momas".
Mi spiego.

A parte Roberto Micarelli, credo unica eccezione, io non ha mai visto le frange di sinistra del momas, criticare metodicamente nei loro spazi (ciò su giornali di sx), o forse neppure una sola volta (ma questo vale per tutti non solo x quelli a sx)  la propria area di appartenenza in nome e per conto della "dignità maschile".

Non ho mai visto gli aderenti al momas di dx, provenienti magari da forza nuova, criticare - il che significa andare sul forum di appartenenza e muovere le dovute critiche - i favoritismi che la stessa propone per le donne.

Non ho mai visto i nostri "baciapile" andare su forum, giornali e blog cattolici, a tirare le orecchie a quella "devianza" che tanto criticano e che pure si manifesta anche nella loro area.

Ho riportato ieri questo bell'articoletto ( http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/opponiamoci-al-femminicidio-falasca.aspx ), non de Il Manifesto, ma de L'Avvenire, che fornisce una bella base ideologica, motivata da tanto di "leggi di natura", per il "femminicidio" (che io so per certo essere un'invenzione di coloro che sono alla guida della Chiesa) e la discriminazione anti-maschile.
Bene, dove sono i commenti contrariati dei Cesare, gli Armando, di uno soltanto dei "maschi selvatici"?

Chi meglio di loro saprebbe rispondervi, eppure, Micarelli a parte ...tutti tacciono.

I simpatizzanti del momas di dx scrivono, ma nei luoghi di sx, quelli di sx, in quelli di dx, i cattolici scrivono, in luoghi che sono contro il cattolicesimo.

Per unire il momas, basterebbe semplicemente che ognuno riportasse il suo impegno dei luoghi di propria appartenenza.
Punto, non serve altro.

Ma dal momento che, alla mia "storica" (nel senso di mossa da tempo) critica, "se non si attacca mai, concretamente, la propria area di appartenenza subordinandola agli interessi della qm, come si fa a dimostrare che per voi la qm è il fine e non semplicemtne un mezzo ... per affermare (magari inconsciamente) il proprio credo/fede/schieramente/ideologia su quella altrui?

Semplice, non si può.
Ed è per questo, che voi, ripeto, Micarelli a parte, unico e solo caso nel momas, siete, in toto, dei "falsari".

Saluti

Questo è un post importante che a mio avviso definisce perfettamente il problema.
Io concordo al 100%.
Invece di porre la q.m. alla base della propria azione, si pone alla base la visione di destra, sinistra, ecc e la q.m. dovrebbe esere risolta all'interno di tale paradigma.
Questo porta a una posizione giustamente definita falsa, e comunque percepita come tale, e sterile.
Vedere la q.m. solo e esclusivamente all'interno del perpio recinto, è mortale.
Perchè i vari recinti sono vuoti
Concordo anche sul giudizio riguardo Micarelli, che si adopera prescindendo da steccati e cercando di vedere la q.m. depurata dalle incrostazioni ideologiche.
Tale  rpoblema non c'è solo in UB, ma anche per es nei MS , che si incartano in una inutile querelle sull'aborto, ecc.
Per essre credile, il qmista deve criticare per prima la propria parte, altrimenti il sospetto di strumentalità si pone imperioso
Io seguo qualche sito USA, tra cui AVFM, e trovo un dibattito molto più libero.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #77 il: Aprile 23, 2014, 16:40:53 pm »
Non si tratta di ostilità, marmocchio, ma di VOLUTA separatezza da noi: se Fabrizio Marchi vuole compiere la sua missione, cioè
diffondere con zelo missionario, degno di un gesuita, l'antifemminismo nel mondo della sinistra NON PUO' ASSOLUTAMENTE fare
un'alleanza con noi e nemmeno una convergenza. Perchè perderebbe ogni credibilità e legittimazione agli occhi dei "compagni" i
quali coglierebbero al volo l'occasione per dire: "Come volevasi dimostrare: chi esprime idee fasciste (antifemministe) o prima o
poi si imbranca con i fascisti (che saremmo noi)". Quindi deve combattere da solo questa battaglia ed assolvere da solo questa missione. Noi possiamo solo rispettarlo e ammirarlo da lontano. Perchè lui non può stare con noi. Punto e basta. Nel caso della
QM la frase evangelica: "Chi non è con noi è contro di noi" va ribaltata e trasformata in "Chi non è contro di noi è con noi".

la tua ipotesi può essere giusta, anche se ce ne potrebbe essere una più " personale ".
però, ciò porta inevitabilmente a un frazionamento e a una subordinazione della q.m. a interessi ideologici.
Le femministe invece, buttano tutto dentro il calderone, e fanno bene

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #78 il: Aprile 23, 2014, 17:22:46 pm »
Questo è un post importante che a mio avviso definisce perfettamente il problema.

Già, questo è un post importante,  che fissa, una volta per tutte, l'approccio alla "questione maschile", l'unico, che avrebbe dovuto darsi il momas già da anni per arrivare a combinare qualcosa come gruppo di anime eterogenee.
Invece, ancora oggi, il Marchi, con tutti i progressi che ha fatto in questi anni, dimostra di essere inferiore al suo "sottoposto", Luigi Corvaglia, che invece coglie perfettamente la "critica"/proposta, perchè ha risposto nella maniera giusta.

Se tutti facessero come Luigi, o come Micarelli, che da uomo di sx ha scritto per anni su forum di sx contestandone la linea,  il problema di comporre le forze eterogenee del  momas non sarebbe mai esistito.

Inutile poi cercare di spiegare a Fabrizio che cosa significa "falsari".
Nonostante la sua laurea in filosofia, dubito che ne sia in grado...altrimenti non avrebbe risposto in quel modo... :sleep:

Insomma, l'unica maniera di confutare le "stupidaggini" di Animus sarebbe di dimostrarmi che ho torto, ovvero che i membri del momas sono realmente capaci di mettere la qm al di sopra delle propria fede di "partito", dividendosi, e riportandoal gruppo, la critica pubblica verso la propria area di appartenenza, il che avrebbbe, come effetto immediato, quello di culminare automaticamente con la  vera realizzazione del "movimento maschile", de facto, mai realizzato.
Ma .... dal momento che io vi conosco meglio di voi stessi....so, che non mi confuterete mai, dimostrandomi così che ho ragione.
Falsari... :D
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #79 il: Aprile 23, 2014, 17:39:31 pm »
@ Animus : infatti, anche Corvaglia, che avolte leggo, è uno dei pochi che non rinchiude la q.m. dentro la diatriba Ds e sn.
Che dire ? vai e posta , ma , vanedo letto dialoghi passati, ho qualche dubbio.
O di mette la q.m. avanti a tutto, o la q.m. non progredirà mai.
Almeno, in Italia.
Io leggo qualche blog USA e il tono è diverso.
Veramente là gli uomini si stanno scocciando, senza parlare di setra, sinistra e altre amenità

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #80 il: Aprile 23, 2014, 17:46:53 pm »
cvd :doh:

Offline Animus

  • Veterano
  • ***
  • Post: 4409
  • Sesso: Maschio
    • uomini3000
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #81 il: Aprile 23, 2014, 20:38:18 pm »

Che dire ? vai e posta

assolutamente,...
gli ho dato l'imboccata, sta alla sua intelligenza coglierla invece che no.
Ti sentirai più forte, un uomo vero, oh si , parlando della casa da comprare, eggià, e lei ti premierà, offrendosi con slancio.  L'avrai, l'avrai, con slancio e con amore … (Renato Zero)

Ha crocifissi falci in pugno e bla bla bla fratelli (Roberto Vecchioni)

Offline Stendardo

  • Veterano
  • ***
  • Post: 3501
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #82 il: Aprile 24, 2014, 20:32:51 pm »
Fatto:


Mi riallaccio a questo commento per sollevare una "questio" sulla proposta di qualche giorno fa di Cesare riguardante il compattamento delle varie frange del momas e a cui Fabrizio ha risposto con un "non siamo ancora pronti".

Magari il problema del momas fosse "una parola", il vero problema del momas...è il "momas".
Mi spiego.

A parte Roberto Micarelli, credo unica eccezione, io non ha mai visto le frange di sinistra del momas, criticare metodicamente nei loro spazi (ciò su giornali di sx), o forse neppure una sola volta (ma questo vale per tutti non solo x quelli a sx)  la propria area di appartenenza in nome e per conto della "dignità maschile".

Non ho mai visto gli aderenti al momas di dx, provenienti magari da forza nuova, criticare - il che significa andare sul forum di appartenenza e muovere le dovute critiche - i favoritismi che la stessa propone per le donne.

Non ho mai visto i nostri "baciapile" andare su forum, giornali e blog cattolici, a tirare le orecchie a quella "devianza" che tanto criticano e che pure si manifesta anche nella loro area.

Ho riportato ieri questo bell'articoletto ( http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/opponiamoci-al-femminicidio-falasca.aspx ), non de Il Manifesto, ma de L'Avvenire, che fornisce una bella base ideologica, motivata da tanto di "leggi di natura", per il "femminicidio" (che io so per certo essere un'invenzione di coloro che sono alla guida della Chiesa) e la discriminazione anti-maschile.
Bene, dove sono i commenti contrariati dei Cesare, gli Armando, di uno soltanto dei "maschi selvatici"?

Chi meglio di loro saprebbe rispondervi, eppure, Micarelli a parte ...tutti tacciono.

I simpatizzanti del momas di dx scrivono, ma nei luoghi di sx, quelli di sx, in quelli di dx, i cattolici scrivono, in luoghi che sono contro il cattolicesimo.

Per unire il momas, basterebbe semplicemente che ognuno riportasse il suo impegno dei luoghi di propria appartenenza.
Punto, non serve altro.

Ma dal momento che, alla mia "storica" (nel senso di mossa da tempo) critica, "se non si attacca mai, concretamente, la propria area di appartenenza subordinandola agli interessi della qm, come si fa a dimostrare che per voi la qm è il fine e non semplicemtne un mezzo ... per affermare (magari inconsciamente) il proprio credo/fede/schieramente/ideologia su quella altrui?

Semplice, non si può.
Ed è per questo, che voi, ripeto, Micarelli a parte, unico e solo caso nel momas, siete, in toto, dei "falsari".

Saluti

Micarelli muove una critica a sinistra sul femminismo a ragione , io muoverei una critica a Forza Nuova sul femminismo a torto .

Se poi vogliamo per forza dire che Forza Nuova è un partito femminista questo è un altro discorso...

Questo piccolo partito non ha mai fatto "favoritismi nei confronti delle donne" né ha mai avuto una posizione filofemminista il suo programma politico in merito è chiarissimo , è consultabile da parte di tutti ed è disponibile sulla homepage al sito www.forzanuova.org , per cui non vedo proprio quale critica interna potrei mai muovere a Forza Nuova in relazione al femminismo . 

Invito chiunque ad inviare una email a Forza Nuova ed a chiedere qual è la sua posizione ufficiale nei confronti del femminismo e la sua visione della donna ed avrà certamente conferma del suo carattere marcatamente antifemminista .

Per onestà  morale ed intellettuale lo stesso discorso , a destra , non si può dire né di Forza Italia , né di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale , né della Lega Nord i quali votando la vergognosa Convezione di Istanbul insieme a tutta la sinistra ed al Movimento 5 Stelle  si sono resi complici dell'attuale sistema femminista , anche se va dato atto della loro recente opposizione in tema di quote rosa contro il PD e SEL .

Se questa semplice verità urta la sensibilità di molti amici antifemministi di diversa estrazione politica rispetto alle mia che in tema di femminismo vorrebbero mettere tutti sullo stesso piano , mi dispiace ma io non posso farci nulla perché ci sono dei casi in cui mi sembra doveroso che la verità non sia sottaciuta .


« Ultima modifica: Aprile 24, 2014, 20:43:24 pm da Stendardo »
Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti (Winston Churchill) https://storieriflessioni.blogspot.it/ il blog di Jan Quarius

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9346
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #83 il: Maggio 14, 2014, 18:46:29 pm »
http://www.uominibeta.org/articoli/siamo-tuttie-responsabili/#comment-176323
Fabrizio Marchi
Citazione
Noi abbiamo il diritto e anche e soprattutto il dovere di andare oltre il contingente, di gettare il sasso oltre la siepe e darci un orizzonte ideale verso il quale tendere. Se così non fosse non saremmo neanche qui. La QM è essa stessa un “utopia” al momento. Basti pensare che ci stiamo occupando di una questione che allo stato delle cose neanche esiste per il 99,9 periodico della popolazione sia maschile che femminile. Eppure noi l’abbiamo individuata…(qui mi verrebbe da dire, ma non voglio aprire questo fronte, che, guarda caso, quelli che sono qui e che l’hanno individuata e interpretata con maggior lucidità, provengono tutti più o meno dalla stessa esperienza e formazione…secondo me non è casuale…va bè, non voglio ora aprire questa riflessione…).

Dico: non passa giorno senza che il Marchi non incensi se stesso.
Personalmente lo trovo abbastanza ridicolo.
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9346
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #84 il: Maggio 14, 2014, 18:49:58 pm »
No, non bisogna "baciargli le mani", nella maniera più assoluta.
Casomai è lui che dovrebbe "baciare le mani" a Rino Della Vecchia, che fondò U3000, ai Maschi Selvatici e a tutti coloro che lo han preceduto. E' grazie quegli uomini che costui ha trovato gli stimoli e le idee (di cui in gran parte si è appropriato) per fondare uomini beta.

----------------

PS: Io stesso devo "baciare le mani" ad alcuni uomini che mi è capitato di conoscere in questi ultimi anni.


...
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #85 il: Maggio 15, 2014, 09:24:19 am »
http://www.uominibeta.org/articoli/siamo-tuttie-responsabili/#comment-176323
Fabrizio Marchi
Dico: non passa giorno senza che il Marchi non incensi se stesso.
Personalmente lo trovo abbastanza ridicolo.

autoincensazione...brutta malattia :doh:

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9346
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #86 il: Giugno 19, 2014, 01:21:20 am »
autoincensazione...brutta malattia :doh:

Il tipo si è nuovamente "sbrodolato".
Questa è la sintesi di un suo post pubblicato ieri su UB.

Citazione
Noi stiamo gettando e abbiamo già in parte gettato le fondamenta. Abbiamo elaborato un punto di vista assolutamente originale della QM, e sono sicuro (e non vuole essere una boutade) che sul lungo periodo sarà quello vincente, cioè quello che aprirà una breccia nel sistema. Abbiamo indagato dove altri non hanno indagato grazie a una serie di strumenti cognitivi, interpretativi e analitici che altri militanti del Momas non hanno o non avevano (ora li hanno, se li vogliono utilizzare…), e questo è il risultato del lavoro di tutti quelli che in questi anni hanno dato il loro contributo di idee al dibattito su UB.

Come ho già avuto modo di scrivere, io son arrivato a certe conclusioni solo in anni recenti, ed anche e soprattutto grazie a degli uomini che mi è capitato di conoscere casualmente, e che in un certo senso mi hanno aperto la mente (tre anni fa ho pure letto il libro di Barnart), ma trovo ugualmente ridicolo il fatto che quest' uomo si atteggi a Gran Maestro, guardandosi bene dal sottolineare che senza il contributo di quegli uomini che lo han preceduto (non su uomini beta ma altrove...) non sarebbe mai arrivato a certe conclusioni. Per esempio, che cosa sia realmente il femminismo lo ha capito solo dopo aver letto QUESTA META' DELLA TERRA...
Tra l' altro il tipo seguita a parlare del "momas", che stando a quel che mi risulta è composto da quattro gatti, ed ha un potere politico pari a zero.
Bah...

@@

ps: trovo ancor più ridicolo che uomini come Barnart, Cesare e Armando stiano lì a genuflettersi e a compiacere quel presuntuoso. Ossia roba che al contrario sarebbe impensabile.
« Ultima modifica: Giugno 19, 2014, 01:35:24 am da Frank »
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.

Offline COSMOS1

  • Amministratore
  • Storico
  • ******
  • Post: 7607
  • Sesso: Maschio
  • Cosimo Tomaselli - Venezia
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #87 il: Giugno 19, 2014, 07:50:17 am »
ps: trovo ancor più ridicolo che uomini come Barnart, Cesare e Armando stiano lì a genuflettersi e a compiacere quel presuntuoso.

 :hmm:

si genuflettono? non mi sembra proprio ...
Cesare, da quel che ne so, è gravemente malato, non so se sia in convalescenza ma non credo che sia comunque molto attivo.
Armando è attivo sul listino Momas dove il Fabrizio non compare mai.
Barnart, ha altro cui pensare ...
Dio cè
MA NON SEI TU
Rilassati

Offline ilmarmocchio

  • WikiQM
  • Pietra miliare della QM
  • ***
  • Post: 10666
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #88 il: Giugno 19, 2014, 10:08:24 am »
Il tipo si è nuovamente "sbrodolato".
Questa è la sintesi di un suo post pubblicato ieri su UB.

Come ho già avuto modo di scrivere, io son arrivato a certe conclusioni solo in anni recenti, ed anche e soprattutto grazie a degli uomini che mi è capitato di conoscere casualmente, e che in un certo senso mi hanno aperto la mente (tre anni fa ho pure letto il libro di Barnart), ma trovo ugualmente ridicolo il fatto che quest' uomo si atteggi a Gran Maestro, guardandosi bene dal sottolineare che senza il contributo di quegli uomini che lo han preceduto (non su uomini beta ma altrove...) non sarebbe mai arrivato a certe conclusioni. Per esempio, che cosa sia realmente il femminismo lo ha capito solo dopo aver letto QUESTA META' DELLA TERRA...
Tra l' altro il tipo seguita a parlare del "momas", che stando a quel che mi risulta è composto da quattro gatti, ed ha un potere politico pari a zero.
Bah...

@@

ps: trovo ancor più ridicolo che uomini come Barnart, Cesare e Armando stiano lì a genuflettersi e a compiacere quel presuntuoso. Ossia roba che al contrario sarebbe impensabile.

penso che il problema sia questo : si tratta di persone di notevole cultura, che però hanno dei sistemi ideologici di riferimento ( cristianesimo, socialismo, ecc ).
inoltre, c'è anche il fattore anagrafico

Offline Frank

  • WikiQM
  • Storico
  • ***
  • Post: 9346
  • Sesso: Maschio
Re:Uomini Beta e Fabrizio Marchi
« Risposta #89 il: Giugno 19, 2014, 19:35:49 pm »
:hmm:

si genuflettono? non mi sembra proprio ...
Cesare, da quel che ne so, è gravemente malato, non so se sia in convalescenza ma non credo che sia comunque molto attivo.
Armando è attivo sul listino Momas dove il Fabrizio non compare mai.
Barnart, ha altro cui pensare ...

Mi spiace per Cesare, che non conosco (come non conosco Armando e Barnart) e di cui non sapevo nulla riguardo al suo stato di salute, ma resto del parere che i suddetti si genuflettano.
Opinione personale eh...
«Se potessimo vivere senza donne, faremmo volentieri a meno di questa seccatura, ma dato che la natura ha voluto che non potessimo vivere in pace con loro, né vivere senza di loro, bisogna guardare alla conservazione della specie piuttosto che ricercare piaceri effimeri.»
Augusto, 18 a.C.